06
lug 2017
AUTORE Bette
CATEGORIA

Sport

COMMENTI 16 Commenti
VISUALIZZAZIONI

1.448

SI RIPARTE! PIU’ CERTEZZE CHE DUBBI

Sono stato alla presentazione del Chievo a Veronello. Al di là dei numeri, il sedicesimo anno di Serie A, i venticinque di presidenza di Campedelli, Maran vicino al record di longevità sulla panchina c’è una diffusa sensazione di sicurezza e tranquillità nell’ambiente gialloblù.

Sul fronte acquisti, ci dicono “Non c’è fretta”… Chiaro la difesa va rivista e davanti almeno un intervento andrà fatto ma le certezze di questa società sono più forti dei dubbi. Io però, in linea con quanto dissi tempo fa, mi aspetto qualche risposta interessante dal calciomercato, perchè la squadra non mi sembra completa. Il prossimo anno come legittimamente sottolineato dal presidente sarà durissimo. Guai pensare che ci siano squadre già condannate in partenza perchè non sarà così.

Ho visto invece un Maran molto determinato e carico: mi ha sorpreso, non lo nego, la decisione immediata dell’allenatore di restare. Ero pronto a una lunga telenovela e invece è stato il primo a rompere gli indugi.

Romairone lo vedremo all’opera: troppo presto, ovvio, per giudicare…

Quanto alla società ho visto ancora una volta un ottimo lavoro sulle divise da gioco: la novità della prima maglia tutta gialla colletto compreso, la particolare e rinnovata sfumatura azzurra su quella bianca, il tocco esclusivo di British racing green (me lo sono fatto ripetere dal presidente) sulla terza danno una connotazione del tutto esclusiva.

1.448 VISUALIZZAZIONI

16 risposte a “SI RIPARTE! PIU’ CERTEZZE CHE DUBBI”

Invia commento
  1. karoot scrive:

    Bette perchè non fai un altro articolo sulle tue impressioni di questi primi giorni della nuova stagione del Chievo… vorrei capire cosa ne pensi tu che sei più vicino all’ambiente…

    1. Ermanno scrive:

      tanto quest'anno andate in serie b tranquilli……..

      1. Mister X scrive:

        Bella la prima che richiama quella della prima stagione in serie A (speriamo….).
        La terza non male ma quella blu dell’anno scorso era talmente bella che l’hanno usata anche per le partite casalinghe.

        1. Matteo scrive:

          Le maglie sono molto belle!!! La verde secondo me merita!!!
          Per quanto riguarda il mercato secondo il mio punto di vista ci sarà qualche bella sorpresa da centrocampo in su!!
          Chiaro bisogna fare qualche innesto giovane in difesa

          1. gian scrive:

            Bette, secondo te la dichiarazione di Sorrentino legata al sogno di disputare una stagione come quella dell’Atalanta sono le classiche parole al vento estive o la società magari ha spiegato ai giocatori che,una volta ottenuta la salvezza, sarà ammesso pensare a qualcosina in più?

            • Bette scrive:

              Io credo che non vengano posti veti su cosa bisogna pensare prima o dopo… L’obiettivo è salvarsi quanto prima, poi si vedrà cammin facendo… Onestamente la vedo poco realistica una stagione stile Atalanta…

            1. fabio scrive:

              Un’osservazione a caldo: è un impressione oppure il ringraziamento a Gobbi è anche un messaggio trasversale a Paloschi? come dire: Gobbi per giocare ancora al chievo ha rinunciato a parte dell’ingaggio altri invece non lo hanno fatto…
              che dici Bette? faccio troppa filosofia?

              • Clivensedoc scrive:

                Secondo me non sbagli…le frecciatine a giocatori che devono venire a Chievo convinti ci sono state. E penso che i riferimenti siano tutti per Alberto. Peccato perché se il Chievo era intenzionato a investire 5 mln di euro per ME giocatore che fa panchina/tribuna da 1 anno e mezzo, io giocatore mi sarei fiondato riducendomi lo stipendio agli standard Chievo ( e ricordiamoci che Paloschi prendeva 800mila euro netti). Cosi non é stato e gli auguro il meglio a SPAL

                • Bette scrive:

                  E’ un’osservazione corretta alla quale non avevo pensato… Il Chievo era sicuro di avere in mano Paloschi ma giustamente non vuole farsi condizionare da lui… Se voleva tornare a Verona sapeva le condizioni economiche e sinceramente dopo due completi fallimenti (Swansea e Atalanta) avrebbe anche potuto accettare una robusta decurtazione…
                  Campedelli ha lanciato un bel messaggio…

              1. karoot scrive:

                hai sbagliato articolo…quelli del verona sn da un altra parte :-D

                1. Mister X scrive:

                  Scusa non sono Bette ma dico la mia.
                  Gobbi, probabilmente all’ultimo o penultimo rinnovo, non poteva pretendere il precedente ingaggio.
                  Giusta la posizione della società. Stiamo comunque parlando di giocatori di serie A che per quanto poco, prendono stipendi da amministratore delegato di medie imprese se non di più.

                Lascia un Commento

                *