04
dic 2017
AUTORE Bette
CATEGORIA

Sport

COMMENTI 5 Commenti
VISUALIZZAZIONI

1.105

SENZA STORIA

Viene difficile commentare un 5-0. Troppo netto il divario oggi, e sottolineo oggi, tra le due squadre, vuoi per motivazioni, vuoi per qualità, vuoi per le tante defezioni (e non vanno dimenticate) che aveva la squadra di Maran. Giocare contro l’Inter inarrestabile senza il centrocampo titolare è un’impresa ardua e già segnali di sbandamento si erano visti sulla linea mediana in occasione della partita contro la Spal. Aggiungiamoci una serie di errori individuali ed ecco spiegato questo 5-0 che certamente non cambia nulla sulla brillante stagione del Chievo ma evidenzia una differenza che si sapeva ci fosse sulla carta ma ci si augurava non fosse così marcata.

Sinceramente, lo dico, pensavo ad un Chievo maggiormente vivo e protagonista. Penso infatti che a rose complete non ci siano cinque reti di margine e che la squadra gialloblù possa fare decisamente meglio come ha dimostrato, per esempio, con il Napoli.

Una brutta pagina di questo campionato da archiviare alla svelta…

1.105 VISUALIZZAZIONI

5 risposte a “SENZA STORIA”

Invia commento
  1. Giulio scrive:

    COME AL SOLITO, COME ACCADE ORMAI NELLE ULTIME STAGIONI, LA SQUADRA “TIRA” SUBITO E METTE IN SACCOCCIA I PUNTI NECESSARI A GARANTIRSI UNA SECONDA PARTE DI CAMPIONATO ALL’INSEGNA DELLA TRANQUILLITA’ E DEGLI SBADIGLI DEI TIFOSI

    1. Mok161 scrive:

      OdHellas ci siamo scansati come voi con la Fiorentina

      1. oldhellas10 scrive:

        Diciamolo chiaramente Vi mancavano titolari Ok ma vi siete scansati a tutta in maniera vergognosa con errori a ripetizione da dilettanti, probabilmente dovuto agli ordini del vs. esimio presidente noto tifoso nerazzurro.

        1. Pacein scrive:

          Ieri ero a San Siro, una bolgia
          I tifosi interisti erano già galvanizzati dal pareggio del Benevento e hanno incitato l’Inter dall’inizio alla fine

          Il Chievo sembrava la vittima sacrificale.
          Ha tenuto abbastanza bene i primi 20 minuti poi disastro totale, senza idee e senza voglia. Anche quando si poteva fare un un contropiede , i giocatori rallentavano come se non volessero rovinare la festa all’Inter.

          Peccato, perdere per perdera era meglio giocare con i titolari in coppa e con i rincalzi contro l’Inter

          1. Francesco Meneghelli scrive:

            È vero. Finora il piccolo grande Chievo sta facendo il solito straordinario campionato per quelli che sono le potenzialità della società, la rosa, il bacino di tifosi ecc. Pensiamo sempre che si tratta di un quartiere di una piccola città, gestita in modo splendido da un presidente tifoso oculato, serio, responsabile e con le idee ben chiare, piedi per terra senza illudere la piazza con un immagine di serietà che altre squadre non hanno.
            Ad oggi il Chievo ha solo 1 punto in meno del milionario Milan, della Fiorentina con ben altri giocatori e ambizioni e possibilità, sullo stesso piano del Torino e dell'Udinese che possono beneficiare di potenze di fuoco nettamente superiori.
            Grande Chievo, forza così. Tifo Hellas ma la realtà del Chievo è orgoglio veronese di cui esserne fieri.

          Lascia un Commento

          *