19
mar 2018
AUTORE Bette
CATEGORIA

Sport

COMMENTI 6 Commenti
VISUALIZZAZIONI

1.577

SI FA SEMPRE PIU’ DURA

Quando perdi partite così sono brutti segnali. La prestazione stavolta c’è stata eccome, la squadra ha reagito e giocato anche per il suo allenatore ma non è bastato. Uscire sconfitti da Milano dopo novanta minuti di buon livello è dura da accettare. Sembrano proverbiali le parole usate da Sorrentino: “In questo momento non basta neanche il cento per cento”.

A San Siro si è rivisto il vecchio Chievo, quello che aveva portato a dire: “Ma loro se la possono giocare alla pari con tutti”. Stepinski deve essere titolare e Birsa che ha disputato una stagione molto negativa può accomodarsi anche in panchina se c’è chi sta meglio di lui. Quest’estate sarà tempo di riflessioni e cambiamenti importanti ma adesso conta solo la salvezza che significa prima di tutto 48 milioni di euro dai diritti televisivi per la nuova stagione e dunque una prospettiva tutta diversa.

Dunque come uscirne? La soluzione del cambio di allenatore sembra sempre la più scontata, la più ovvia. Storicamente il Chievo non ha mai sbagliato quando si è trattato di cambiare e gli va dato atto (sebbene quando sostituì Corini non fui d’accordo). Se qualcuno si aspettava una squadra contro l’allenatore è stato smentito: la squadra è con l’allenatore ma il tempo stringe e forse una scossa può servire per levare alibi a tutti e dare una ventata d’entusiasmo. Queste sono ore decisive, senza dubbio. In caso di esonero di Maran è pronto Lorenzo D’Anna, pupillo di Luca Campedelli: comunque vada questa stagione D’Anna, attuale tecnico della Primavera, è destinato a diventare l’allenatore del Chievo del futuro.

1.577 VISUALIZZAZIONI

6 risposte a “SI FA SEMPRE PIU’ DURA”

Invia commento
  1. Nome Cognome scrive:

    Serve un miracolo

    1. Guido scrive:

      Vorrei far notare che dopo la Samp che si incontrerà sabato 31, troveremo il Sassuolo dopo appena 4 giorni e dopo altri 4 giorni andremo a Napoli. Ergo se cambiamento si farà, vorrebbe dire perderle tutte e tre, avverra col Torino il 15 aprile in modo che il nuovo possa avere almeno una settimana di tempo per metterci le mani. Ma dubito molto, primo perchè una tra Samp e Sassuolo la vinceremo e comunque molto dipende anche dai risultati che faranno la Spal, che ha giocato una partita in più, e il Crotone, dando per scontato che Hellas e Benevento retrocedano di sicuro.

      1. Cristian scrive:

        Per me sinceramente si va fino alla fine con Maran.
        Lo snodo saranno i 3 punti con la Samp. Non dovessero arrivare allora salterà.
        Piu che altro perchè al momento ha davanti 11 giorni ed o salta oggi, o non ha senso.
        In piu la squadra mi pare con lui, a me sembra piu che altro che inspiegabilmente la squadra si sia adagiata sugli allori dando per scontato di poter fare a meno del miglior Meggiorini davanti e di Castro in mezzo al campo.
        Purtroppo Bastien non ha fatto quel passo in piu che lo portasse ad avere le letture ed anticipi che ha Castro.
        Depaoli spero vivamente sia un perno del nostro futuro, ma al momento deve crescere e Jarozynski ci deve mettere piu cattiveria.
        Classifica alla mano siamo la squadra piu involuta rispetto all’anno scorso…13 punti meno a parità di giornate giocate!
        E’ un enormità per chiunque.
        Sento teorizzare da alcuni colleghi del fatto che la società stia pensando ad una rifondazione con ringiovanimento della rosa, ripartendo dalla B, ma sinceramente non mi sembra plausibile.

        E’ “solo” il momento piu buio dopo l’ultimo posto di qualche anno fa…e ce la faremo anche questa volta, con Maran.
        Quest’estate però dovremo veramente stravolgere la rosa con almeno 5-6 ragazzi giovani e con fame.

        Forza Chievo

        1. Pacein scrive:

          Mah, io vedo un cambio di allenatore inutile.
          La squadra è con Maran e ieri a tratti ha giocato davvero bene.

          Mi è piaciuto l’innesto di vari giovani che non hanno sfiigurato, se avessimo giocato così con Benevento Crotone e Hellas, non saremo a piangerci addosso. Si può rimediare, abbiamo ancora degli scontri diretti qui a verona più quello di Ferrara.

          La salvezza è possibile

          Molto bene Giaccherini e Radovanovic, male Jaroszynsk purtroppo

          1. gian scrive:

            Ieri sinceramente non mi sono accodato a chi faceva i complimenti per la prestazione di San Siro. Buona dai (giocato 20 minuti su 95…), ma alla fine si è perso. Ci sono stati errori grossolani, e Maran ha sbagliato i cambi, dal mio punto di vista. O lo cambiamo adesso o mai più. Perchè l’unica cosa che conta sono i tre punti con la Sampdoria, altrimenti per me finisce lì ogni possibilità. Non battere i doriani, ormai senza obiettivi reali (viste le ultime prestazione dubito gli interessi l’Europa), sarebbe tremendo in vista dello scontro diretto con il Sassuolo…

            Ma al momento, secondo te, la società che intenzioni ha sul mister?

            • Bette scrive:

              Ti dico la mia onesta visione: per me cambia… Vediamo

              • karoot scrive:

                Bo ..per me dopo la prestazione di ieri non lo cambiano … la squadra ha giocato bene perdendo con il Milan…. se gioca cosi tutte le partite può fare tranquillamente altri 15 punti …. tutto passa dalla Sampdoria …da quei 3 punti! rimango fiducioso sulla salvezza cmq … ce la possiamo giocare con tutti se si fanno prestazioni cosi! Come quelle di inizio anno …non come quelle degli ultimi 3 mesi … Adesso hanno due settimane buone per preparare bene le partite! Poi a fine anno sicuramente bisognerà aprire un altro ciclo … .

          Lascia un Commento

          Accetto i termini e condizioni del servizio

          Accetto i termini sulla privacy

          *