25
lug 2017
AUTORE Francesco Barana
CATEGORIA

Sport

COMMENTI 18 Commenti
VISUALIZZAZIONI

5.494

ORA SETTI E FUSCO FACCIANO QUADRATO

Sono un po’ preoccupato. Non vorrei che le mattane di Cassano creassero un precedente. La società ha mostrato qualche cedimento.

Due fughe di notizie in 6 giorni. La prima martedì scorso alla Gazzetta dello Sport, con la dirigenza ignara e spiazzata; la seconda ieri a Gianluca Di Marzio. Una discutibile conferenza stampa (ancora martedì scorso), che annunciando una retromarcia ha in sostanza avallato quella che giornalisticamente era una mera, per quanto pesante, indiscrezione.  Una reazione (e torniamo a ieri) – ancora, nonostante tutto! – comprensiva di Setti (“Cassano non ce la fa di testa, peccato perché professionalmente non gli si può dire nulla”), convinto del ritiro del giocatore nel momento delle dichiarazioni all’Ansa. Neanche il tempo di dichiarare che il presidente è rimasto con il cerino in mano dopo il tweet vergognoso di Cassano sul profilo della moglie (“lascio il Verona che non mi stimola, non il calcio”). A seguire la nuova reazione di Setti, finalmente cazzuto come si deve, che ha ammansito Cassano confezionandone infine (ne siamo certi?) l’ennesima giravolta (“lascio il Verona e mi ritiro”).

I calciatori generalmente sono primedonne, vere e proprie aziende con entourage pachidermici. Chi  ha dato le notizie alla Gazzetta e a Di Marzio? Escludendo ovviamente il Verona, che ci ha solo rimesso, la logica conduce a persone vicine a Cassano.  Non è che al primo momento di difficoltà (personale o di squadra) qualcun’altro potrebbe sentirsi legittimato a farsi i cazzi suoi? Contiamo ovviamente sulla professionalità dei nostri calciatori, sul ruolo riconosciuto di Fusco nello spogliatoio (molti giocatori sono umanamente legati al ds) e sul mestiere di Setti, che ha tanti difetti ma è sufficientemente “sgamato” e non è uno sprovveduto.

La speranza, insomma, è che si tratti di un incidente di percorso isolato e legato al fascino della sfida e alla presenza di un talento “incontrollabile” come Cassano, che a mio avviso peraltro è stato manovrato (come Balotelli è da sempre pilotato).  Ma Setti e Fusco è bene che riuniscano la squadra, diano spiegazioni, fissino nuove regole più severe e facciano quadrato. Così operando, la debolezza di una circostanza muterebbe in forza nei prossimi mesi.  Ne va della stagione del Verona.

P.S. ”Tu in quest’aula vedi parlamentari, leader, presidenti e correnti, ma non vedi ciò che conta più di tutto: il partito delle mogli”.
Giulio Andreotti tanti anni fa a un allora giovane parlamentare di nome Giulio Tremonti.

P.P.S. Ma per entourage di Cassano non intendo tanto o solo la moglie…

5.494 VISUALIZZAZIONI

18 risposte a “ORA SETTI E FUSCO FACCIANO QUADRATO”

Invia commento
  1. Dandy scrive:

    @avanti i blu: todo bien da quelle parti?

    1. stezul scrive:

      OT: spero che l’operazione Caceres, oltre agli indubbi vantaggi per il Verona per rafforzare la difesa almeno fino a gennaio al rientro degli infortunati, nasconda anche un’altra operazione a favore dei gialloblu… non tanto l’affare Kishna per l’attacco, bensì il colpo Marchetti in porta. Trovo davvero molto rischioso affrontare il campionato di serie A con Nicolas titolare…

      1. Luca scrive:

        CURVA SUD MARCHE

        Ciao Stefano 50/60 un abbraccio e sempre Avanti Blu!

        1. Starsky scrive:

          Condivido in toto senza colpevolizzare la società…. Credo servano regole precise e dure… Anche l’uscita di Daniel Bessa sulla sua permanenza a Verona doveva essere sanzionata..

          • Miche scrive:

            Intanto non sappiamo se Bessa è stato sanzionato ma soprattutto … E se Bessa avesse risposto così proprio perché stizzito dal comportamento di favore riservato a Cassano?

          1. Luca scrive:

            CURVA SUD MARCHE

            Quella di non usare bastone e carota è un difetto che ci portiamo dietro da anni poi con l'avvento di tecnico e mister con mentalità prettamente suddica del volemose bene siamo anche peggiorati. Capisco che i calciatori hanno per vari motivi il manico del coltello dalla loro parte però farsi prendere per i fondelli no. Cassano andava mandato via settimana scorsa così come bisognava intervenire con Toni quando abbandono' il ritiro anno scorso.
            Tutte le società, sportive e non, sono forti quando la proprietà è forte e fa rispettare le regole.
            Complimenti a Barana AVANTI BLU !

            • stefano 50/60 scrive:

              Onore Luca……el baston e/o la carota lè va ben par sò moier…..par lu andarea ben tanta tanta tanta miseria parchè i peòci i nasse e ì more peòci con o sensa schei……ma del resto con uno che se fa scrivar i mesagini dala coniuge sui social, nà olta in tv ghera el grande alberto manzi par quei lì adesso ghè internet e se vede i risultati, nò là pol che finir con lù beco e le scarsele ùde…… signori si nasce, e noi dell’ Hellas modestamente ci nacquiassimo……bùtemola in ridar và che sto cicioformaio più el và distante e meio lè……lù, e la sò scrofa col celular in man….amen…

            1. Luca scrive:

              CURVA SUD MARCHE

              Un libro ? Guarda, ci manca un libro firmato da cassano e siamo al top!
              È pur vero che in una nazione come la nostra, piena di cafoni e ciarlatani ,riuscirebbe anche a vendere.
              Miserie!

              1. Miche scrive:

                E se il cicciottone di Cassano e il suo enturage avesse fatto tutto di proposito per trovare un nuovo lavoro post calcio? … Mi spiego meglio lui è chiaro che non può giocare a certi livelli e manco vuole … Però ha fatto parlare di lui sempre sulla gazzetta sempre sulla bocca di tutti … È ora dove ce lo troveremo? A commentare qualche partita tipo a Sky o a Mediaset perché farà spettacolo di sìcuro con le sue uscite … Che ci sia un libro pronto ad uscire?

                1. Ruspa62 scrive:

                  Non mi preoccuperei troppo. Dimentichiamo questa vicenda e guardiamo avanti. Forza Hellas.

                  1. Simone scrive:

                    Le pecche societarie sulla questione mi sembrano due: 1. Non aver valutato bene le sue condizioni fisiche e motivazionali. 2. Non aver rispettato da subito ciò che si era prefissata una volta ingaggiato il personaggio, ovvero che alla prima c…..a se ne sarebbe dovuto andare. Io sono convinto che si sia reso conto dopo il dovuto ripasso che i ritmi del calcio attuale non lo può più reggere. Ora avanti col rinforzare seriamente la squadra perché ne abbiamo bisogno. E vorrei sentire da Pecchia se ora ha un modulo più chiaro in mente (parere personale, spero in un 352 quest’anno, dati gli interpreti attuali, ma comincio a pensare che sarò smentito). E in base a questa idea spero arrivino i rinforzi adeguati.

                    1. stefano 50/60 scrive:

                      scusa e bngg Francesco…ma a parte la boldrini che poareta lè indrio come la còa del musso, volemo rendarse conto che oltre ai marì stronsi ghè anca lè moier idiote che le scavalca società e tuto el resto e dunque iè incontrollabili ? grazie dell ospitalità…

                      • RobyVR scrive:

                        O te sì singol opure anca a casa tua comanda to mojer. No ghe verso.

                      • Francesco Barana scrive:

                        “Tu in quest’aula vedi parlamentari, leader, presidenti e correnti, ma non vedi ciò che conta più di tutto: il partito delle mogli”.
                        Giulio Andreotti tanti anni fa a un allora giovane parlamentare di nome Giulio Tremonti.

                        Però quando parlo di entourage non mi riferisco tanto o solo alla moglie.

                        • Maxx scrive:

                          Ciao Francesco.
                          Sinceramente, pensi che ci sia verso di far fare cose intelligenti e corrette alle primedonne che di lavoro fanno i calciatori? Rispetteranno le regole che imponi e che in sede di contatto/contratto verranno sottoscritte? Pensi realmente che ci fosse bisogno di cassano e cassanate per considerare “precedenti” le uscite con la stampa? Se anche bonucci (lasciando perdere quel bambinone di dollarumma) si concede prima ai media che ai contratti, cosa speri da una testamatta tipo cassano?
                          Per rimanere in casa, non è che Toni si sia comportato in modo eccellente quando aveva il “posto fisso” e che abbia stonato quando le cose non gli andavano più a genio?

                          Per quel che mi riguarda, avevo subito di malavoglia un cassano in gialloblu, pur pensando che avrebbe potuto esser utile alla causa. Non mi dispiace che si sia eclissato.

                      1. Tomhv scrive:

                        L'era na bela bala la storia de snejder .. le na pagina fake ( fasulla) quella lì ..

                        1. GianniUNIVR scrive:

                          Ovviamente, Francesco, bisogna cercare un degno sostituto…Cassano per tutti i difetti ha piedi incredibili e capacità (almeno in passato) di risolverti una partita. Dove lo troviamo uno con almeno la metà del suo talento in giro e per i soldi che lui ci sarebbe costato? Secondo te la società ha qualche asso nella manica?

                        Lascia un Commento

                        *