15
nov 2017
AUTORE Francesco Barana
CATEGORIA

Sport

COMMENTI 12 Commenti
VISUALIZZAZIONI

3.690

CASINO DISORGANIZZATO

Eugenio Fascetti era l’esegeta del “casino organizzato”. Così lui chiamava il suo modulo, con irriverente genio, per descrivere l’essenza del calcio: lotta, talento, arte individuale in un contesto tattico che non mortificasse tutto questo. Il contrario del sacchismo, in voga in quegli anni, dove il collettivismo di stampo fordista prevarica il talento. Fascetti a Verona si trovò pure a lavorare in un contesto societario di “casino” e basta, in un limbo dantesco, in mezzo al guado del fallimento di Chiampan e l’avvento dei Mazzi.

Il nostro ex Giampiero Ventura ha probabilmente interpretato al contrario la lezione di Fascetti. “Organizzato casino” potremmo definire la sua nazionale, cioè tanti moduli, tanta tattica, ma zero gioco collettivo. Per non parlare di Enzo Cannavale-Carlo Tavecchio, da Piedone l’Africano a “pedate nel sedere”, perché quelle meriterebbe, metaforicamente s’intende. Ma viene quasi da dar ragione a Marco Travaglio: “Tavecchio è una super-pippa, ma non si è autonominato, è espressione di un sistema politico”. Quello di un calcio che non è più calcio e non è nemmeno economia (ergo sano modo di fare business). E’ spesso finanza e non sempre della più trasparente. Inchieste giornalistiche (quelle di Gianfranco Turano sull’Espresso, o il lavoro dell’amico Pippo Russo) e giudiziarie lo attestano. Nella fattispecie un “casino fin troppo bene organizzato”.

Poi c’è il Verona. Ho letto di tutto in questi giorni. Un articolo che invitava i lettori a ringraziare Setti perché “andate a farvi un giro a Modena e a Treviso”, peraltro club che non c’entrano nulla con il nostro blasone e la nostra storia – perché allora non farsi un giro anche a Bergamo, dove Percassi fa lo stadio, o qui a Verona, dove il Chievo da anni si è consolidato e ha costruito il nuovo Bottagisio? Ho letto pure articoli su vertici istituzionali tra Sboarina e Setti per un centro sportivo prossimo al via. Ovviamente nessun vertice istituzionale finora, ma solo qualche incontro informale e interlocutorio di conoscenza. Un atto dovuto. Ho letto infine di questo Gallazzi, che dice di non cercare pubblicità ma poi si fa intervistare e ammette che la voce sul suo interesse per il Verona l’ha messa in giro forse un suo collaboratore. Ma non cerca pubblicità, come no.

Roba da maledire la sosta, rimpiangere il campionato e pure la nostra deprimente classifica. Un “casino disorganizzato” in grande stile. 

3.690 VISUALIZZAZIONI

12 risposte a “CASINO DISORGANIZZATO”

Invia commento
  1. die980 scrive:

    Provo a chiederlo nuovamente….visto che dal Vigo non riesco a postare..

    qualcuno mi sa dire come mai la tifoseria, in particolar modo la curva, è così pacata nei confronti della società? Mi raccontano che se cose del genere fossero accadute anni fa si sarebbe già andati a “visitare” Setti di persona. Non vuole essere una provocazione; davvero vorrei solamente capire come e perchè i tifosi sono cambiati così tanto nei confronti della dirigenza. Un banale e, secondo me fuori luogo, striscione contro Pecchia non si può considerare contestazione.
    Grazie fin da subito per le cortesi risposte :)

    Diego

    • bruce scrive:

      Sono mesi che mi pongo la tua stessa domanda e l’unica risposta che riesco a darmi è che gli anni bui tra Serie B anonime e Lega Pro hanno portato ad un progressivo accontentarsi, molti sbagliando pensano che è già tanto se siamo in Serie A (con questo personaggio ancora per poco), molti sbagliando attribuiscono a Setti meriti che non ha, se il Verona esiste ancora lo si deve solo ed esclusivamente ad Arvedi e Martinelli, il losco da Carpi ha solo raccolto quello che altri hanno seminato prima di lui facendosi prima prestare prestare i soldi da Volpi e poi depauperando pian piano quello che restava, ma sono cose talmente evidenti che il non vederle fa pensare male…

    1. bruce scrive:

      Parole sante Francesco, alla faccia di tutti quelli che per difendere il carpigiano paragonano la nostra storia a quella di Modena, Treviso, Piacenza, Lecce, Cittadella, Bovolone ecc ecc ecc.

      • Zane scrive:

        Ma dov è apparsa questo articolo? perchè sono davvero curioso di leggere le motivazioni per il quale dobbiamo ringraziare setti….. Tutti conosciamo quelle per le quali maledirlo….

      1. ATTILA scrive:

        CHIAMPAN CI HA FATTO VINCERE UNO SCUDETTO E PER ANNI CI HA FATTO SOGNARE. RICORDIAMOCI CHE PER IL BENE DEL VERONA E’ ANCHE ANDATO IN GALERA. INVECE DI INSULTARLO A PRIORI E CONTESTARLO, DOVEVAMO FARGLI UN MONUMENTO.
        DOPO DI LUI IL BUIO TOTALE, MEDITATE TUTTI, ALTRO CHE STORIE, DEGNA PERSONA, CHE RIPETO SI E’ FATTA LA GALERA PER PORTARE IN ALTO IL VERONA, RIUSCENDOVI ECCOME.
        FORZA FERDINANDO CHIAMPAN, IL RESTO E NOIA E PURA MISERIA.

        1. mir/=\ko scrive:

          io propongo IKEA + STADIO!!! Ikea sotto e stadio sopra. e Souprayen alla reception!!! con i piedi di truciolare che si ritrova sarebbe l'ideale per rappresentare la qualità low cost dei prodotti Svedesi!!!!

          1. mir/=\ko scrive:

            stadio+centro commerciale??? un altro centro commerciale dopo VR-1 e Adigeo??? apposto siamo!!!

            1. andreac scrive:

              “Metaforicamente”? …davvero solo metaforicamente?

              1. Papo scrive:

                prima o dopo bisognerà fare lo stadio di proprietà

                1. Parmenide scrive:

                  Scommetto che la prossima squadra per Setti sarà il Modena. Fallito, non vale nulla, un po’ di storia c’è, tifosi anche! Vuoi vedere che dopo aver fatto plus valenza vendendo l’Hellas andrà a promettere stadio e centro sportivo anche da quelle parti? Magari con il Cadinale e tutta la pletora… Patto ricco mi ci ficco! Questo e’ amore… Hahahaha

                  1. Carlo scrive:

                    Martinelli prima di Setti nel 2010 aveva provato a presentare un progetto….. che oltre allo stadio prevedeva altro, operazione che io giudico intelligente perché con i proventi del centro commerciale e di un albergo avrebbe pagato lo stadio……. anche chiedendo una parte dei soldi al credito sportivo a suo tempo è stato tacciato di speculare sul Verona….. ora Setti vuole fare il centro sportivo….. e l'incontro con il comune è stato rinviato per una seduta di giunta straordinaria…. vedremo cosa succederà!

                    1. Ruspa62 scrive:

                      In sintesi: miserie!!! Resta solo da gridare forte Forza Hellas e sperare che a breve si materializzi qualche imprenditore veronese serio che voglia acquistare il Verona.

                    Lascia un Commento

                    *