05
mar 2018
AUTORE Francesco Barana
CATEGORIA

Sport

COMMENTI 16 Commenti
VISUALIZZAZIONI

4.588

UN GESTO UMANO NEL CALCIO MALATO

The show must go on? Ma a volte anche no, di grazia. The show must go on? Non sempre, per fortuna. Giusto rinviare la serie A dopo la morte di Astori. Una disgrazia che lascia senza fiato. Non si poteva far finta di nulla, non ci si poteva limitare allo strapuntino simbolico del minuto di silenzio (pardon di applausi, siamo in Italia ahimè). Cos’è un gol in confronto? Cos’è uno scazzo sulla tattica o le sostituzioni? Cos’è l’analisi di una vittoria o di una sconfitta? Meno di nulla. La decisione di Malagò, personaggio criticabile sotto mille altri aspetti, è stata sacrosanta, non scontata (provateci voi a fermare una macchina bulimica e milionaria) e soprattutto umana. Sì, ecco, un gesto umano in un mondo del calcio malato. 

Oggi torniamo a litigare (ma spero anche un po’ a riflettere) ed è giusto, sacrosanto. Ma ieri no, non lo era. Oggi sappiamo che la vita e il calcio continuano, dunque le polemiche, i dibattiti, i litigi, le opinioni. Per fortuna. Ma ieri no, nulla poteva continuare.

Ho sentito in molti lamentarsi, qualcuno addirittura ha delirato la tesi strampalata che siccome “muore gente ogni giorno”, allora, no, “non ha senso fermarsi”. Un’equazione idiota, superficiale, acida, che con l’intento di non categorizzare la morte la categorizza più di ogni altra cosa. Furbi, loro. 

Qualche altro ha parlato di “gesto ipocrita”. Processi alle intenzioni, cultura del sospetto infondato (dagli stessi magari che mettono la testa sotto la sabbia davanti ai sospetti fondati), persone che guardano sempre il male in ogni gesto. L’uomo Astori era conosciuto da tutti i colleghi, che evidentemente non erano in condizione di giocare. Ipocrisia? No, e anche fosse (ma non lo è)  meglio l’ipocrisia se l’alternativa è la cinica e disumana sincerità.

4.588 VISUALIZZAZIONI

16 risposte a “UN GESTO UMANO NEL CALCIO MALATO”

Invia commento
  1. Tomhv scrive:

    Una domanda: ma se a qualcuno ghe more un parente stretto o amico caro el giorno dopo valo a lavorar come se gnente fosse ?????

    • RH scrive:

      beh, il povero ragazzo aveva sicuramente molte conoscenze nel calcio, ma per quante persone consideri amici intimi? penso non più di una decina. Giusto sospendere Firenze, ci mancherebbe
      Capisco Cagliari dove ha giocato per anni e perché la notizia è arrivata giusto qualche minuto prima di giocare, ma penso che su gare come la nostra avrebbe inciso gran poco. Se me more(tocando ferro) n’amico/ex collega che magari adesso lavora per una concorrente, magari stago a casa (pagando de tasca mia), ma la me azienda la lavora stesso. A parte quello, a me da fastidio sapere che ha deciso Malagò, sulla base delle disponibilità di Milan e Inter (che giocavano il big match di giornata) e chissenefrega dei pori stupidi de veronesi che iera za verso frosinon o crotonesi verso vogera. E in più sono dell’idea che ogni gara andasse decisa a sé confrontandosi tra calciatori. Tutto questo blocco ha sì tributato un giusto saluto al bravo professionista Astori, ma n’ha costretto a leser de gente che scrive papiri pieni de retorica di cui avaressene tutti fato a meno de leser. La risposta alla normalità di chi gli voleva davvero bene gli avrebbe (a mio avviso) reso molto più onore che tutti i gesti, le vesti strappate e le gare a chi scrive il ciao più toccante uscite dalle paginasocial di chiunque abbia riempito con frasi e foto di astori il buco lasciato dalla domenica senza calcio, specie chi nemmeno conosceva la persona

    1. Giovanni scrive:

      Ciao Francesco è la prima volta che lascio un mio commento……lascia che ti dica che sei un VERO PROFESSIONISTA E GIORNALISTA…..SEI UN GRANDE IN TUTTO,UMILE E VERO!…….ANCHE QUEST ANNO HO FATTO SACRIFICI PER FARE L ABBONAMENTO!!!!!!!…..PER UN PROBLEMA DI SALUTE E PER STARE MEGLIO HO DOVUTO LASCIARE IL LAVORO!!!!!!……AMO VERONA E AMO IL VERONA NEL BENE E NEL MALE E PER SEMPRE!……EVVIVA TELENUOVO EVVIVA VIZZINI EVVIVA IL GRANDE BARONA! ………DA NANNI68

      1. Ruspa62 scrive:

        Hai ragione, un po' di umanità, questo è quello che serve oggi, nel calcio come in tutte le altre cose della vita. E spero tanto che stasera al Bentegodi il minuto di silenzio sia proprio tale.

        1. Giovanni scrive:

          già questa è una domanda intelligente e giusta!!!!!……Bravo Tomhv……..Da NANNI68

          1. michele scrive:

            non sono d’accordo con te credo che fermare il campionato 2 ore prima dell’inizio delle gare sia irrispettoso dei tanti tifosi che si macinano chilometri per seguire la propia squadra del cuore.
            si possono fare tante cose belle per ricordare un ragazzo che muore così giovane, ma si devono anche rispettare i tifosi e penso ai butei a Benevento …

            1. RobyVR scrive:

              … no son mia d’acordo, fermar le partie l’è tucur ipocrita, proprio parché el balon l’è na machina bulimica e milionaria. Più ipocrisia de questa, quindi, no ghe n’è.

              1. maurizio scrive:

                Io sono uno di quelli che ha criticato la scelta di non giocare. Non perché volessi per forza vedere le partite, sapere i risultati. Personalmente, anche se l'hellas va in serie B, la tifo e la seguo ugualmente. Ho parlato di ipocrisia perché, in tanti altri casi, dove il campionato avrebbe dovuto fermarsi, non è stato fatto. Mi riferisco alla morte anche di Mayale', al terremoto di Amatrice e a tanti altri fatti.
                Ho dei figli della stessa età di Davide (ma anche fossero più piccoli o più grandi cambierebbe niente). Ritengo ipocrita aver fermato i campionati perché, se ci fossimo qualificati per i mondiali, non avrebbero fatto analoga scelta: avrebbero giocato. Spero che non succedano altre cose del genere in futuro. Ma dovesse succedere e venisse a mancare Tizio, anni 25 che gioca riserva magari nella ProVerceli, pesi che fermerebbero ugualmente i campionati? Non credo. È per questo che la giudico una scelta ipocrita.
                E a questo mio post spero di non trovare un "Nino" o un "Pensa" che, non capendo, non trovano di meglio che augurare la morte a me e ai miei figli, come fatto ieri.

                • Cesare Settore Superiore scrive:

                  Caro Maurizio, ti rispondo oggi a oltre 50 ore dalla tragedia Astori, nonostante abbia letto i tuoi immediati commenti riguardo la sospensione del campionato. E naturalmente ho letto anche i feroci commenti di tale Nino e tale Pensa.
                  Non sono io quello che può darti un insegnamento, e non lo voglio fare. Ti dico solo la mia opinione, e te la dico 50 ore dopo ciò che hai scritto.
                  Giusta o sbagliata che sia, daccordo o contrario che si possa essere sulla decisione presa, in ogni caso la decisione di sospendere tutte le gare in programma è stata presa e va comunque rispettata.
                  Se dai una rapida sbirciata ai vari blog di questa testata, scoprirai che a partire dal mezzogiorno di domenica 4 aprile fino a stamattina ci sono stati pochissimi interventi, forse mai così pochi in tanti anni.
                  Capirai pertanto che la maggior parte degli utenti (ed io tra loro), pur avendo qualcosa da dire o da commentare si sono astenuti dal farlo. Penso per una semplice forma di rispetto verso questa tragedia, di sensibilità nei confronti di un episodio che ha lasciato il segno in tante, tante persone.
                  Non sto dicendo che le tue affermazioni fossero giuste o sbagliate, e meno che meno mi sento di commentare le “becere risposte” da parte di Nino o di Pensa. Sto solo dicendo che – secondo me – hai scelto il momento peggiore per esternare le tue idee.
                  A volte un giorno o 2 di silenzio e di riflessione valgono più di mille parole, di mille idee, di mille risposte.
                  Sono convinto che se anche tu, come quasi tutti, avessi colto l’attimo, ed ti fossi fatto passare la voglia di scrivere di getto anzichè aspettare 48 ore per dire la tua, probabilmente nessun Nino e nessun Pensa ti avrebbero dato addosso come invece è sussesso.
                  Mai come stavolta ritengo corretto il detto IL SILENZIO E’ ORO.
                  Io non sono Nino e nemmeno Pensa. Non so dirti cosa sia passato per le loro teste quando ti hanno risposto.
                  Ma in tutta franchezza, mi sento di biasimare meno il loro atteggiamento che non il tuo.
                  Lo dico oggi, ma lo pensavo anche 50 ore fà.

                1. alessandro scrive:

                  grande francesco come sempre mio giornalista preferito continua cosi’ e forza hellas magari desettizzato prima possibile

                  1. Francesco scrive:

                    Maurizio
                    ho letto i commenti del "nino" e del "pensa", secondo me hanno seri problemi mentali…
                    Detto questo anche io non condivido la decisione di aver fermato il campionato

                    1. Luca scrive:

                      CURVA SUD MARCHE
                      Eravamo appena arrivati a Campobasso, in silenzio abbiamo mangiato un boccone e siamo tornati indietro. RIP

                      1. Denis scrive:

                        Per una volta che un dirigente delle alte sfere fa una scelta intelligente e giusta, c'è qualcuno che trova il modo lo stesso di lamentarsi e contestare.
                        Difficile cambiare e migliorare l'Italia.

                        1. stefano 50/60 scrive:

                          quando a tavola ieri mio figlio m’ ha detto della tragedia e dello stop al turno di campionato ho subito istintivamente pensato e detto giusto così……tral’ altro, è una pecca umana ma siamo e sono così, quando muore un galantuomo prima che un bravo calciatore piango due volte…quando invece crepa, e non succede spesso, una testa di xazzo non mi dispero per nulla……detto questo, e come riportato stamane sul giornale locale, non sarebbe davvero male che “qualcuno” facesse 102 gesti di gratitudine….inteso ?

                        Rispondi a Ruspa62

                        Accetto i termini e condizioni del servizio

                        Accetto i termini sulla privacy

                        *