01
apr 2018
AUTORE Francesco Barana
CATEGORIA

Sport

COMMENTI 23 Commenti
VISUALIZZAZIONI

7.413

IL NOSTRO VERONA NON È IL VOSTRO VERONA

Ci avete quasi tolto l’anima. E anche dovessimo salvarci, sappiatelo, sarà senza gloria.

Fatevi un giro sugli spalti, cari addetti ai lavori. Ascoltate per una volta gli umori di una città delusa e anche un po’ tradita. Parlate, anche solo cinque minuti, con quelle persone che dovreste rappresentare. Le persone di tutti i giorni, piccoli imprenditori, commercianti, operai, lavoratori, bottegai che si fanno il mazzo tutta la settimana aspettando di abbracciare la loro passione – il Verona, LA squadra della città – e poi devono sorbirsi spettacoli indecorosi.

Oggi la questione non è più nemmeno mettersene dietro tre su venti (sai che impresa!). Ribadisco, il calendario ti sorride e se vinci a Benevento (che ha dieci-punti-dieci! Sarà mica impossibile?) ti ritrovi a un punto dalla Spal (ora salva) e con lo scontro diretto in casa. Ripeto: sarà un’impresa non salvarsi, altroché, con il destino che ti ha messo in mano queste insperate fiches.

No, oggi la questione è un’altra e prescinde dall’esito. Avete fatto a fette la passione sportiva, l’ansia agonistica, l’emozionalità di un risultato. E sapete perché? Perché il VOSTRO Verona, cari addetti ai lavori, non è il NOSTRO Verona.

Noi però rimaniamo con il nostro. Fieramente. E se sarà salvezza festeggeremo tra noi e per noi, perché è il Verona, squadra, pensiero e sentimento della nostra città. Non staremo tra voi e non condivideremo con voi, che dal vostro piedistallo non avete mai capito, che rinchiusi in una bolla autoreferenziale nemmeno volete capire. E se retrocederemo sarà comunque sempre il nostro Verona. Nulla cambierà.

Ma ci salveremo, forse in campo, di sicuro nel nostro senso di comunità. Voi ci avete quasi tolto l’anima. Ma quasi, appunto. Sapete, quella è impossibile cavarla tutta finché ci stringiamo tra noi. E poi ricresce, dimentica questi giorni e mesi tristi e torna forte, fortissima. Nonostante voi, che non sarete mai attori protagonisti di questo film.

 p.s. Buona Pasqua a tutti i lettori. Questa  è un pazza vita.  Dedicate tempo a chi volete bene.

7.413 VISUALIZZAZIONI

23 risposte a “IL NOSTRO VERONA NON È IL VOSTRO VERONA”

Invia commento
  1. Gian Paolo Ranocchi scrive:

    Il tempo e’ galantuomo caro Barana. E alla lunga i valori e la verità vengono a galla. Sia sempre coerente e ascolti la pancia.

    1. Bruno scrive:

      ci siamo tolti un bel pensiero Francesco: non rischiamo più di salvarci senza gloria e soprattutto abbiamo la certezza che questa banda di mascalzoni non è riuscita a toglierci l’anima. Io non mi sento retrocesso. Loro sono dei falliti.

      1. Leone scrive:

        Lo stato d’animo di moltissimi tifosi appassionati veronesi. Squadra completamente senza anima.

        1. Danielr scrive:

          Tacopina non Saputo … per la precisione

          1. hellasmastiff scrive:

            andar a veder il vicenza che fine sta facendo con i facoltosi imprenditori veneti o del luogo……….. il vicenza fino a ieri era in B………. il venezia se non entrava Saputo dall’america col progetto nuovo stadio stavan giocando il lega pro o dilettanti………… prima di scrivere di farsi da parte devi essere certo che ci sia gente dietro con denari e non con le chiacchiere vedi lancini…………. vergogna!!!!

            1. pillolo scrive:

              CUORE, COGLIONI, ANIMA. (*)

              Tre qualità fuse in una che sono mancate a Bergamo come a Milano, le due “Caporetto” dell’Hellas che lontano da Verona sta confermando un preoccupante trend.

              Vulnerabili, MAI detto dal coach pecchia, che all’evidente prostrazione di Bergamo ha fatto subentrare una sorta di rassegnazione.

              Per vincere in trasferta nel momento-clou della stagione, quando anche le ultime della classe danno fondo a tutto per uscire dalla palude (per usare un eufemismo…), bisogna fare doppia fatica, occorre spirito di sacrificio.

              E ci vuole personalità.

              Perché non è solo un problema di attacco.

              Negli ultimi due viaggi a Bergamo e Milano con due sconcertanti prestazioni-fotocopia: praticamente mai in partita. Subito all’inseguimento, sempre in affanno.

              Ma la questione non si può liquidare con la spinta del pubblico veronese. Lontano dal Bentegodi stiamo vedendo una squadra arrendevole, che concede troppo in difesa e subisce a rimessa.

              Urge un’inversione di tendenza, senza arrovellarsi nei calcoli e nelle due presunte partite “facili” in casa.

              AlèAlèBumBumVivaVivaViva!

              (*)liberamente ispirato/copiato dall’articolo del blog di Mario Poli (http://blog.telenuovo.it/mario-poli/2018/03/25/cuore-coglioni-anima/)

              • RH scrive:

                con l’Atalanta l’emo malamente persa anca là all’andata, ma sto giro emo ciapà la rumba “tra le mura amiche”. In casa o fuori, da quando c’è pecchia, non significa poi molto

                • RH scrive:

                  però faccio i complimenti per l’indovinatissimo “subisce a rimessa” mutuato dal basket, l’è che ghe sol che da pianzer sennò me sarea sbogolà dal rider

              1. mario scrive:

                Gran bell’articolo. Purtroppo non so se valga la pena festeggiare la salvezza: nel caso arrivasse Setti rimarrebbe per “mettersi in tasca” gran parte dei proventi dei diritti tv, a scapito dell’allestimento di una squadra competitiva
                Brutto da dire, ma meglio retrocedere: con la squadra in B, Setti venderebbe, non gli conviene fallire (anche perché ha trasferito le finanziarie in Italia). MEGLIO RICOMINCIARE DALLA B, CON UNA SOCIETA’ CHE VOGLIA FARE PROFITTO TRAMITE I RISULTATI SPORTIVI, E NON A DISCAPITO DEI RISULTATI SPORTIVI. In ogni caso Auguri di Buona Pasqua a tutti

                1. spc scrive:

                  Grande!!!

                  1. Matteo scrive:

                    Hai meravigliosamente sintetizzato il mio stato d'animo. Grande Francesco. Buona Pasqua

                    1. Zilli37100 scrive:

                      Complimenti

                      1. luca scrive:

                        Grande Francesco. Tra i migliori post. Auguri di buona Pasqua anche a te. Il nostro Verona non è il loro Verona.

                        1. schetch scrive:

                          Ottimo!
                          Purtroppo penso che i miei fottuti soldi andranno ancora nelle stesse mani di chi ci ha “quasi tolto l’anima” e questo mi innervosisce moltissimo….
                          Hellas Huber Alles.

                          1. Luca scrive:

                            Bellissimo articolo

                            1. Stefano scrive:

                              Caro FRANCESCO era il pensiero che facevo qualche giorno fa con un AMICO.Se salvezza sarà festeggerò e me ne renderò conto solo ad inizio del prossimo campionato. COMUNQUE COMPLIMENTI

                              1. bruce scrive:

                                Dovessimo salvarci non sarà certo per merito nostro ma sarebbe solo il frutto di una serie di coincidenze legate al calendario e dovute al fatto che in Italia le cose funzionano in un certo modo. Finchè Setti non se ne andrà ci aspetterà solo e soltanto questo. Mi sto sforzando di essere ottimista ma non mi riesce perchè nonostante gli sforzi fatti per dare dignità al nostro Hellas siamo passati dalla padella alla brace e prego voi giornalisti di non fare più domande fino a fine anno perchè non se ne può più di risposte scontate e pre confezionate che sono un insulto alla nostra intelligenza e alla nostra pazienza.

                                1. stezul scrive:

                                  Buona Pasqua, cari tifosi dell’Hellas…
                                  Io credo… risorgerò….

                                  1. enzo scrive:

                                    #FATELAFINITA

                                    1. pinkhellas scrive:

                                      Grande Francesco!!!! È già, Infatti preso il terzo me ne sono andata lavare macchina e a lavorare x poter rimanere casa mezza giornata martedì mattina… Dopo che lunedì tornerò da Negrar…. E spero no ospedale ma alla festa del Recioto!!!! Una parola, VEROGMATEVI, piccola società, piccolo uomo, piccoli DS e Allenatore, dei giocatori non parlo!!!! Buona Pasqua a tutti i tifosi Dell Hellas e della città!!!!

                                      1. mir/=\ko scrive:

                                        Buona Pasqua a tutti i tifosi… come trascorrerai la pasqua caro Setti??bene vero?? tanto a te, cosa te ne frega del risultato sportivo?? contano i profitti, altro che i bilanci. il resto, compreso il capolavoro che hai allestito in questi ultimi 3 anni, è solo un dettaglio!!

                                        1. Denis scrive:

                                          Non potevi rendere meglio l'idea del nostro stato d'animo attuale …

                                          1. RobyVR scrive:

                                            … dai su, tri giòrni ancora e dopo podema andar in ferie anca dala speransa.

                                          Lascia un Commento

                                          Accetto i termini e condizioni del servizio

                                          Accetto i termini sulla privacy

                                          *