09
apr 2019
AUTORE Francesco Barana
CATEGORIA

Sport

COMMENTI 21 Commenti
VISUALIZZAZIONI

5.011

LUOGHI COMUNI E NO SENSE

“Con il Brescia abbiamo dimostrato che da qui alla fine possiamo vincere tante partite” (Fabio Grosso 2 aprile). Lui sì che aveva capito tutto…

“Eh ma con le grandi ci esprimiamo bene, è con le piccole che siamo mancati” (il luogocomunismo imperante a Verona). Tra Brescia, Lecce e Palermo 2 punti in 6 partite. Pensa se ci fossimo espressi male…

“Dal primo giorno rompete il cazzo” (Tony D’Amico 10 febbraio). Dopo quel penoso “show” è (ri)sparito dai radar mediatici. Dov’è finito? Ci manchi.

“Dal primo giorno rompete il cazzo” (Tony D’amico 10 febbraio). Scusate se la ripeto in loop, ma è troppo bella. Nel frattempo, se ha tempo, D’Amico ci spieghi cosa si prova ad allestire una “corazzata” con Di Carmine, Lee, Balkovec, Di Gaudio, Gustafson, Colombatto, Marrone. Deve essere emozionante…

“Eh ma è un campionato mediocre” (luogocomunismo 2.0.). Pensa che furbi noi invece che con Lee,  Di Carmine, Balkovec, Di Gaudio, Gustafson, Colombatto, Marrone abbiamo pure la puzza sotto il naso.

“Quando un giorno non ci sarò più il Verona avrà un patrimonio più solido, uno stadio e un centro sportivo” (Maurizio Setti il 10 gennaio alla Gazzetta dello Sport). Campa cavallo. Di fatto una dichiarazione di eternità. Che poi come fa lo stadio a essere patrimonio del Verona se rimane del Comune? Qual è il senso logico, Setti?

“Io speravo di essere un presidente anonimo” (Maurizio Setti sempre alla Gazzetta). Io, visti i risultati, speravo invece di avere un presidente (suo) omonimo.

“Grosso? Ha una testa superiore” (ancora Setti alla Gazzetta). Ricorda molto il sempre settiano “Pecchia? Farà una grande carriera”. Ne azzeccasse una…

“Grosso crede in quello che fa” (di nuovo Setti alla Gazzetta). Non vorrei fosse questo il problema…

“Il gruppo è unito, segue Grosso” (luogocomunismo evergreen, “in tutti i luoghi e in tutti i laghi”). Solo io sogno un gruppo diviso, spaccato, rotto che non lo segue per niente?

“L’anno scorso commisi un errore a non cambiare l’allenatore” (Setti in conferenza stampa a Peschiera il 9 febbraio).  E quest’anno lo sta ricommettendo. Oltre il perseverare. Più che diabolico. Meraviglioso, no?

E mentre la serie A (diretta) sfugge e quella indiretta appare una chimera, faremo il nuovo stadio.  Lo ha detto Berthold, che non ricordavo come costruttore di stadi. Sarà un caso, ma a Verona non lo abbiamo mai rimpianto…

Che avrebbe detto Troisi? Pensavo fosse amore e invece era…un arcovolo. O forse, davvero, non ci resta che piangere.

 

 

5.011 VISUALIZZAZIONI

21 risposte a “LUOGHI COMUNI E NO SENSE”

Invia commento
  1. hellasmastiff scrive:

    L’Italia punta all’Europeo 2028, ma servono impianti con una capienza adeguata Una Figc commissariata però difficilmente potrà portare avanti una candidatura. Bocciata quando si presentò per ospitare il torneo nel 2012 e nel 2016, l’Italia deve ripartire quasi da zero. I nuovi parametri Uefa in vigore già per l’edizione 2024 richiedono 10 stadi, tre da almeno 50mila posti (preferibilmente uno da 60mila), tre da 40mila, 4 da 30mila. Si parla di capacità netta, biglietti effettivamente disponibili. Nel 2019 l’Italia ospiterà l’ Europeo U21, ma nessun impianto, a oggi, sarebbe riutilizzabile nel 2028. Neppure quelli di Udine e Reggio Emilia, che di recente hanno ospitato la Nazionale: sono sotto la soglia minima, a cui il nuovo Sant’ Elia, a capienza variabile, può invece arrivare. Dunque la candidatura italiana potrebbe incidere su molti progetti in cantiere nel Paese, correggendo parzialmente il trend dello stadio piccolo ma sostenibile. Al momento sono eleggibili l’Olimpico, San Siro e lo Juventus Stadium. Potrebbero aggiungersi il nuovo stadio della Roma, il nuovo impianto di Firenze da 40mila posti, il nuovo San Nicola ripensato da 44mila. Bologna ristrutturerà il Dall’ Ara: il piano è scendere da 36mila a 23mila, sarebbe fuori. –

    https://www.calcioefinanza.it/2018/03/26/litalia-punta-alleuropeo-2028-rilanciare-calcio-stadi/

    1. Nonsense scrive:

      Purtroppo molti giornalisti Italiani, afflitti da complesso d’inferiorita` nazionale, farciscono i loro articoli di termini in Inglese, senza tuttavia conoscere questa lingua.
      Si dice NONSENSE.

      1. Mirco scrive:

        Sicuramente sbaglio ad intervenire in questo articolo per quanto voglia dire ma penso e considero Lei il più attendibile e magari se prende in considerazione la mia proposto ne potrebbero uscire delle belle novità che neanche io ora conosco. Mi piacerebbe si facesse un parallelo dei costi che l’Hellas dovrebbe fare sui giocatori attuali che in caso di serie A sono “obbligati” a tenere e in caso di serie B devono ritornare alle loro squadre di appartenenza e degli introiti derivati in caso di promozione o quelli in caso di permanenza in serie B. Solo in questo caso capiremmo se si possa fare una squadra competitiva per l’anno prossimo e aspirare ad un ritorno in serie A. Poi, se potessi, farei una sola domanda a questo allenatore: Che senso ha continuare ad “orizzontalizzare il gioco quando tutti tendono a verticalizzare il gioco?

        1. michele bragantini scrive:

          È da inizio anno che rompete il Cazzo!!! Non ho nessuna voglia di riportarvi in A non ne avete avuto abbastanza l'anno scorso fatevene una ragione non metto schei e quei che ciapo me li tengno ingaggio allenatori strasi e che non i me rompa e col cavolo che li esonero par dopo pagarne due.. (pensiero malcelato di Setti)

          1. schetch scrive:

            Divertente e azzeccata.
            Aggiungo guardare Pioli per confrontarlo col Nostro Maestro.

            1. Edoardo Nestori scrive:

              “Abbiamo preso un goal che non dovevamo prendere.”
              MA CHE STRACAZZO DI FRASE È? QUANDO MAI SI PRENDE UN GOAL CHE SI DEVE PRENDERE???? MA I GIORNALISTI QUANDO GROSSO DICE QUESTE STRONZATE NON HANNO LO SPIRITO DI DIRGLI : “ SCUSI MISTER MA COSA SIGNIFICA PRENDERE UN GOAL CHE NON SI DEVE PRENDERE?”

              1. Arnoldfranco scrive:

                eh già Francesco….uno splendido articolo, purtroppo veritiero! Ho una rabbia dentro di me indescrivibile, contro questi incompetenti.

                1. mir/=\ko scrive:

                  questo non è il mio Verona e questo non è mai stato e mai sarà il mio presidente!! infatti lui pensa al Mantova!!

                  1. bacci scrive:

                    il problema è che setti & c si rendono conto di tutto..ma proprio di tutto. È tutto come da copione. La cosa preoccupante è che nessuno, NESSUNO a verona vuole fermare questo scempio (Sindaco? toc toc??). Noi tifosi possiamo solo boicottare. Tuttavia molti preferiscono la birra del bentegodi…mi spiace per loro..

                    1. Maxhellas scrive:

                      Manca solo “non si può sempre vincere”…….infatti, 12 vinte, 12 pareggiate e 7 perse…

                      1. hearthellas scrive:

                        Francesco prima della fine dell’anno mi aspetto la frase capolavoro dei luoghi comuni e del no sense….”l’importante è partecipare” di Fabio Grosso.

                        1. Tomhv scrive:

                          Miglior post dell’anno!! Grazie Francesco

                          1. maurizio scrive:

                            "commisi un errore…." lo disse, se non erro, anche dopo la retrocessione con Del Neri quando tardó a esonerare Mandorlini. Intervista in tv credo con Vighini

                            1. die980 scrive:

                              Considerato che siamo nella città natale di Cesare Lombroso forse varrebbe la pena ripensare un attimo alle sue convinzioni circa la fisiognomica. Voglio dire…solo io non riesco a guardare in faccia Grosso senza avere un conato di vomito? Occhi perennemente inespressivi, squardo perso….la prossima volta riusciamo a prenderne uno che almeno all’apparenza sembri normale? :) e facciamocela na risata va…

                              buona vita a tutti

                              Diego

                              1. Matteo scrive:

                                (el Teo)
                                ne manca una Francesco
                                "vigileremo" Curva Sud su volantino mesi fa!! ancora oggi non si capisce a cosa… se erano le birrette hanno fatto un lavoro egregio, da manuale..

                                si, troppo semplice trovare nella società e in Setto il colpevole! è ora che anche chi si crede unico tifoso perché "ti gherito?" si prenda le sue bella responsabilità per questi due anni osceni passati senza battere ciglio, se non a fare cori stile terron style o attaccare adesivi paragonabili ad un "tizio gay" scritto in gesso sulla lavagna a scuola!

                                • H.p.b. scrive:

                                  e anche un’altra, non ricordo di preciso le parole, ma il DS sentenziava di tacere le critiche perchè era in Marzo e Aprile che si giocava il vero campionato…
                                  tre punti nelle ultime quattro partite!!!

                                1. Ruspa62 scrive:

                                  Il problema è che Setti e c. vivono in un mondo surreale, non vediono i disastri che creano. Urge nuova proprietà che faccia piazza pulita, intanto Forza Hellas!

                                  1. Mattia scrive:

                                    Le comiche

                                  Lascia un Commento

                                  Accetto i termini e condizioni del servizio

                                  Accetto i termini sulla privacy

                                  *