10
set 2017
CATEGORIA

L'Indiscreto

COMMENTI 3 Commenti
VISUALIZZAZIONI

409

DALLA SICCITA’ ALL’ALLUVIONE

Il 23 luglio scorso qui si parlava di siccità.

Adesso si passano ore a guardare le immagini di alluvioni e uragani.

Sei morti a Livorno, timori a Roma mentre anche i ricchi piangono in Florida.

Difendo il sindaco di Livorno, Nogarin, che ripete ai microfoni TV quello che dicono tutti, da sempre: non potevamo prevedere. Ha ragione lui, come aveva ragione la sindaca di Genova cacciata a furor di popolo per un’alluvione.

A prevedere non devono essere i sindaci, ma la Politica (se esistesse ancora).

Invece Trump cancella gli accordi sul clima. E in Italia vincerà le elezioni politiche uno schieramento in cui chi fa cenno a questi temi viene guardato come un simpatico mattocchio che vive (letteralmente) sulle nuvole.

Ha ragione Veltroni: chi dice che non c’è più differenza tra destra e sinistra, pensi a queste cose.

Chi prende i voti ha ragione, anche se crede alle scie chimiche, racconta balle contro i vaccini e fa differenza tra stupri in borghese e stupri in divisa.

La realtà à questa, ma à una realtà che fa paura.

Per noi dai capelli bianchi, danno limitato.

Ma i giovani, ai quali queste “opinioni” consegneranno un mondo orribile, perché se ne interessano così poco?

409 VISUALIZZAZIONI

3 risposte a “DALLA SICCITA’ ALL’ALLUVIONE”

Invia commento
  1. Norberto scrive:

    La tutela dell’ambiente è di destra o di sinistra?
    Di sicuro né Destra né Sinistra hanno avuto fino ad oggi una politica ambientale. E gli scempi che devastano il territorio hanno avuto padrini che in giro per l’Italia sono equamente distribuiti fra destra e sinistra. Questo perché una cultura ambientale in Italia manca e gli italiani sono abituati ad indignarsi per gli scandali e gli abusi che non li riguardano ma se l’obbiettivo è il perseguimento dei propri interessi sono disposti a calpestare ogni legge che lo impedisca e sono pronti a premiare quei politici, quegli amministratori, quei pubblici ufficiali che in cambio di adeguato compenso si schierano dalla loro parte.
    La verità è a volte semplice al limite della banalità.

    1. Guido scrive:

      Caro Aldegheri non so se lo ha capito, ma da tempo la regola principe è che è sempre colpa di qualcun altro.

      1. Portateliacasatua scrive:

        Quindi anni e anni di cementificazione e nessuna difesa del territorio vanno addebitati “in anticipo” a “quelli delle scie chimiche”(che due coglioni con sta storia delle scie chimiche , non si rende conto di essere un po’ ridicolo con questo refrain?

      Rispondi a Guido

      *