08
ott 2017
CATEGORIA

L'Indiscreto

COMMENTI 22 Commenti
VISUALIZZAZIONI

676

VOTARE E’ BELLO, SE SI SA PERCHE’

La Catalogna, per fortuna, non c’entra.

Ma ci ha forse aiutato a riflettere anche sul “nostro” referendum, quello su cui si andrà a votare il 22 ottobre.

Perché a me sembra, ascoltando persone anche solitamente attente alla politica, che siano davvero in tanti a non aver capito l’oggetto stesso di quel voto. E intanto viaggiano vagonate di bufale.

La più pericolosa, e forse la più diffusa, è quella che un mio amico ha riassunto nella frase: “Andrò a votare perché dobbiamo avere gli stessi diritti delle regioni a statuto speciale”.

Ecco, per favore, basta con questa panzana.

Un referendum regionale (per di più consultivo) non cambia la Costituzione.

Votare è bellissimo, sempre.

A patto di sapere per cosa e perchè si vota.

Senza farci “accileccare”, come diceva l’immenso Gadda, dai politici. Senza cioè farci prendere in giro.

676 VISUALIZZAZIONI

22 risposte a “VOTARE E’ BELLO, SE SI SA PERCHE’”

Invia commento
  1. martello carlo scrive:

    ” IN DISCUSSIONE C’È CHE NON HAI CAPITO UN C…O E VORRESTI IMPORRE IL TUO PUNTO DI VISTA”.
    C…O, non credevo fosse una parola presente nel tuo vocabolario: finalmente hai messo i piedi per terra; per me è un successo e lo è anche, a ben vedere, per il blog di ALDEGHERI: 1 commento +7 risposte: un vero record che ha ridato linfa a questo sito che altrimenti avvizzisce come nel caso di ” GIORNALISTI VOMITANDI ” con un solo intervento, il tuo, il che, scusami non è il massimo.
    Se vuoi continuiamo pure, così andremo ancora oltre, anche nel tuo ingessato vocabolario.
    Stammi bene..

    1. martello carlo scrive:

      Per chiudere i miei interventi su questo blog, devo dire che nel caso dell’ astensionismo ieri ho scoperto oltre al radical chic anche il RADICAL STITIC.
      Una freddura, certo, ma che rende bene l’ idea.

      • Norberto scrive:

        Conclusione coerente con le troppe stupidaggini che hai detto per evitare di ammettere che la tua scelta è altrettanto legittima della mia.

        • martello carlo scrive:

          “CHIUNQUE ABBIA VOGLIA E PAZIENZA DI INFORMARSI SA CHE IL PROSSIMO REFERENDUM DEL 22 OTTOBRE NON AVRÀ ALCUN EFFETTO PRATICO E GIURIDICAMENTE RILEVANTE.”.
          Così parlò NORBERTO.
          In qualche ripiego della BIBBIA dev’ essere scritto che il referendum in Veneto è solo uno spreco.
          Se non è scritto nella Bibbia devi averlo letto nella tua personalissima sfera di cristallo, ma in ogni caso un ASSIOMA non è senz’altro, piuttosto, come unica ulteriore alternativa, è frutto di una spocchia autoreferenziale di cui non si sente attualmente il bisogno tant’ è volgarizzata.

          Ogni altro commento è superfluo.

          • Norberto scrive:

            Ma non vedi che ti rendi ridicolo…

            • Norberto scrive:

              In discussione c’è che non hai capito un c…o e vorresti imporre il tuo punto di vista

            • martello carlo scrive:

              …e non vedi chi io mi ti sto trascinando dietro?
              Il che ti farà certamene bene, anche se all’ inizio per te sarà dura: farà vedere un aspetto di te meno grigio, monotono e sputasentenze, come

              ” DUNQUE QUESTO NON E’ IN DISCUSSIONE “.

      1. portateliacasatua scrive:

        io andro’ a votare soprattutto per il boicottaggio a questo referendum adottato dalla stampa e dalle tv (praticamente tutte, ad eccezione della 7) .
        Dopodiche ‘ non ho particolari aspetattive sull’esito successivo se non che una bassa affluenza renderebbe ancora meno possibile qualsiivoglia maggiore autonomia economico fiscale futura.
        Mi sembra quindi che di motivazioni me esistano a iosa comunque

        1. martello carlo scrive:

          NORBERTO, scusami ma mi ricordi PETROLINI/MODUGNO: lo scettico blu, l’ uomo in frac che non crede più a nulla forse perché ciò significherebbe apparire credulone, sciocco.
          In realtà penso che sotto sotto ci sia un retroterra culturale nebuloso, simil radical chic che non avevo intravisto.
          In ogni caso l’ atteggiamento è un po’ squallido come la mancanza di SPERANZA e di desiderio di GIUSTIZIA.
          Questo mi spiace sinceramente.

          1. Gatón scrive:

            “Il referendum per l’autonomia del Veneto sono soldi sprecati!!!”. Eh già, un salasso €2,50/pro capite a fronte di €3.937/anno/pro capite di residuo fiscale negativo. Lo scrivo anche in lettere, tipo assegno: tremilanovecentotrentasette euro all’anno per ognuno dei 4.908.472 cittadini Veneti.

            1. Gatón scrive:

              Se il voto del 22 ottobre fosse veramente privo di qualsiasi utilità, perché mai tanta gente si darebbe tanto da fare per convincerci a non votare ?

              1. Norberto scrive:

                Chiunque abbia voglia e pazienza di informarsi sa che il prossimo referendum del 22 ottobre non avrà alcun effetto pratico e giuridicamente rilevante. Dunque questo non è in discussione. Quanto invece ai riflessi politici, vi sono conseguenze variamente interpretabili a secondo delle opinioni politiche di ciascuno e del grado di vicinanza ai proponenti il referendum. Qui ogni opinione è legittima e rispettabile. Personalmente non credo agli effetti positivi di un voto praticamente irrilevante e quindi non andrò a votare.

                1. martello carlo scrive:

                  Era tanto che non facevo un saltino di qua, ma vedo che c’ è sempre da imparare su tutto e su tutti, anche da lei ALDEGHERI:
                  ” Dimmi che amici hai e ti dirò chi sei “

                Rispondi a Norberto

                *