17
dic 2017
CATEGORIA

L'Indiscreto

COMMENTI 4 Commenti
VISUALIZZAZIONI

772

AMICI HACKER, NON VI SCOMODATE!

Dicono che gli hacker russi potrebbero intervenire nella nostra campagna elettorale spargendo panzane via internet per favorire questo o quello.

Mah, chissà se è vero. Se lo è, inviterei quei signori a risparmiarsi la fatica: sappiamo fare benissimo da soli.

Oggi pensavo di scrivere qualcosa per festeggiare (finalmente) una buona notizia: l’approvazione della cosiddetta legge sul fine vita, che restituisce a ciascuno di noi la possibilità di scegliere, se vuole, come lasciare questa valle di lacrime .

Beh, sapete come ha titolato in prima pagina un giornale?

“Correte a sottoscrivere le Dat altrimenti possono uccidervi”.

Testuale.

La settimana scorsa, poi,  su di una vicenda che fa discutere un po’ tutti, il più importante giornale italiano ha scritto che “a questo punto, conta relativamente se o quanto l’allora ministra delle Riforme, Maria Elena Boschi, abbia detto la verità sul caso di Banca Etruria”.

“Conta relativamente”.

Testuale.

Chissà cos’è che conta.

Ormai da anni, ogni campagna elettorale è peggiore delle precedenti, e la prossima sarà sicuramente pessima.

Ma se cominciamo così, le scie chimiche saranno Disneyland, a confronto.

E allora, amici hacker russi, non preoccupatevi di noi: sappiamo benissimo farci del male da soli, senza che vi prendiate il disturbo di aiutarci.

772 VISUALIZZAZIONI

4 risposte a “AMICI HACKER, NON VI SCOMODATE!”

Invia commento
  1. Gatón scrive:

    Beh, tutto sommato non c’era bisogno di una legge sul fine vita.
    Basta ed avanza un barelliere (uno solo?) intraprendente.
    Buon Natale a tutti voi !

    1. martello carlo scrive:

      “È UNA CACCIA ALLA DONNA…… NON CI STO A FARE IL CAPRO ESPIATORIO”

      Pur non essendo il titolo di giornale, né la conclusione del più importante quotidiano del paese, alla fine la frase è esplicativa delle motivazioni degli autori.

      Qui mi sa che andrà a finire che FERRUCCIO DE BORTOLI verrà querelato e quindi sicuramente condannato per STALKING dalla lobby in minigonna ( qualsiasi riferimento alla magistratura formato BELLOMO è puramente casuale ).

      1. martello carlo scrive:

        Lasciamo stare gli hacker, quelli, lo sappiamo sono necessari solo per far vincere TRUMP.

        Premesso che sono d’ accordissimo con le leggi che tengano conto delle volontà sul fine vita dei singoli, anzi sarei ancor più favorevole alla ” dolce morte “, mi sembra poco corretto enucleare il titolo de ” la VERITA’, un po’ a sensazione certo, ma che, entrando nell’ esame non è poi così peregrino.

        Stavo per dire che è il solito pregiudizio contro i giornali spazzatura ( per il mainstream ), ma, essendo il secondo frutto del CORSERA, mi sono dovuto ricredere, anche se in effetti, trattandosi della BOSCHI, ( presumo, non avendo letto l’ articolo ) che per lei, questa volta, non sia in linea con i desiderata del PD.
        Certo che è difficile non trovarne delle responsabilità nella gestione DISASTROSA delle banche e più in generale della crisi italiana dal ’90 in poi.

        Al di là dei contenuti devo riconoscerle comunque una certa abilità da hacker nel confondere le idee dei lettori. Complimenti.

        1. Norberto scrive:

          L’idea che le “fake news” siano un problema della prossima campagna elettorale è semplicemente ridicola.
          Come se la scelta di tifare per la Juve o per l’Inter dipendesse dal colore delle loro divise. Fino a quando chi chiede i voti non decide gli interessi degli elettori sono più importanti dei suoi, nessun passo in avanti è possibile.
          Verità banale purtroppo ma non per questo meno vera.

        Lascia un Commento

        *