11
feb 2018
CATEGORIA

L'Indiscreto

COMMENTI 16 Commenti
VISUALIZZAZIONI

1.633

Grande lezione, grazie professore!

Prendetela come una citazione, oppure solo come una scopiazzatura da Aldo Grasso, ma la frase più importante della settimana l’ha detta il professor Burioni.

Un caratterista de Le Iene, oggi ovviamente candidato M5S al Parlamento, gli aveva chiesto un confronto sul tema dei vaccini.

Risposta di Burioni: “Se parliamo di vaccini ci sono due possibilità: lei si prende laurea specializzazione e dottorato e ci confrontiamo. Oppure – più comodo per lei – io spiego, lei ascolta e alla fine mi ringrazia perché le ho insegnato qualcosa. Uno non vale uno”.

Definitivo.

Anche se i voti li prenderà Giarrusso.

1.633 VISUALIZZAZIONI

16 risposte a “Grande lezione, grazie professore!”

Invia commento
  1. Norberto scrive:

    Una risposta migliore di quella data dal prof.Burioni non si poteva dare.
    E uno spartiacque più netto tra scienza e politica non si poteva tracciare, facendo giustizia di tante discussioni bislacche che hanno solo lo scopo di dare dignità ad opinioni che pretendono di avere il crisma della verità, che rivendicano diritti che non esistono e producono al massimo confusione.

    • bardamu scrive:

      E’ una risposta che sottoscrivo. Ma si attaglia benissimo anche ad altri campi, e contraddice il principio della democrazia: perché il voto di una persona informata e mediamente intelligente dovrebbe valere, come vale, quanto quello di un cretino conclamato che non sa nulla di ciò che avviene attorno a lui?

      • risiko italico scrive:

        Bardamu, nel topic del dott.Aldegheri non si sta parlando del confronto fra un cretino e un professore specialista in materia, ma tra un giornalista e detto professore.
        Nel voto, e solo nel voto, in Democrazia, vale il principio di “uno vale uno”.
        In tutto il resto mi pare di no.

        • martello carlo scrive:

          La tua considerazione è la dimostrazione di quanto angusta sia la tua visione che sottovaluta dove possono portare concetti come quelli espressi da BURIONI e sostenuti da ALDEGHERI.
          BARDAMU ti sta dicendo ( non so se ne sia favorevole o meno ) che potrebbero portarci dritti dritti a qualche forma di dittatura, e non ha per niente torto ( ed è lo spunto principale che ci suggerisce questo blog ).
          Vista la situazione del paese ed il dibattito in corso sull’ antifascismo dei CENTRI SOCIALI e dei bacchettoni politicamente ” corretti “, non so più nemmeno io se essere favorevole o contrario, anche perché spesso chi ritiene gli altri dei cretini conclamati molto spesso è il primo della schiera.

    • martello carlo scrive:

      Beh, la tua fiducia nella scienza è encomiabile, ma a volte produce mostri ( talidomide ).
      In altri tempi sono convinto che ALDEGHERI e soci avrebbero parlato di strapotere delle multinazionali del farmaco, magari poi finendo alle fatidiche 7 sorelle.

      Per quanto poco ti possa interessare, la mia critica ad ALDEGHERI, era incentrata su quella mitizzazione dell’ ” UNO NON VALE UNO ” che generalizzando conduce dritto dritto alla NOMENKLATURA.

      • Norberto scrive:

        Non si tratta di fiducia nella scienza; Martello. So bene che a volte la scienza si piega al volere dell’ideologia o dell’economia. Nel caso specifico bisogna solo prendere atto che la politica e la scienza sono su piani diversi e che sull’utilità di un vaccino si possono solo portare argomenti scientifici che un giornalista-politico non ha.

        • martello carlo scrive:

          Non conosco bene i fatti; sostanzialmente mi sento di darti ragione perché molto spesso la salute umana è usata dai politici pretestuosamente, ma dire che la politica non si debba confrontare ( senza mettersi sullo stesso piano, naturalmente ) con la scienza, peraltro in un modo così altezzoso, non ha senso, anche perché BURIONI non è l’ unico scienziato al mondo, né le sue tesi sono universalmente condivise e questo è già un elemento che autorizza qualsiasi persona a confrontarsi con questo PADRETERNO.
          Se poi pensiamo che una tale LORENZIN sui vaccini ci ha costruito addirittura un partito…. e ci sarà pure qualcuno, poveraccio, che lo vota, si può capire come la scienza ( medicina, in questo caso ), essendo opinabile, si possa, anzi si deva confrontare con la politica ( adeguatamente informata, naturalmente ).

    1. martello carlo scrive:

      GRAZIE ALDEGHERI, grande lezione: lei non vale “uno”, BEZOS non vale “uno”, ma neanche MUSSOLINI valeva “uno”.
      La superiorità culturale della sinistra non è acqua, però da quanto vedo, GRASSO vale meno di uno: un buco nero di idee e di leadership: quello, se non ha un martelletto di legno in mano è una NULLITA’

      • risiko italico scrive:

        Martello, ma cosa dici: Aldo Grasso è il critico televisivo del Corriere, ottimo giornalista, mai ruffiano.
        Quello che tu citi col “martelletto” è PIETRO GRASSO.
        Quando si dice la foga polemica a tutti i costi.

        • martello carlo scrive:

          Caro RISIKO ITALICO, non è tutta roba da buttare: non leggo il CORSERA ( altrimenti non sarei così equilibrato ) e ALDO GRASSO per me è MENO DI UNO, cioè non lo conosco proprio.
          Il commento su PIETRO, prendiamolo come a sé stante: è valido anche fuori dal contesto: lo volevo dire dopo la forte delusione per averlo visto e sentito parlare una volta sceso dal trono e ho colto l’occasione.
          Il mio errore, se così si può chiamare, è dovuto al sostanziale disinteresse per l’ argomento vaccini che considero, non di primaria importanza nella campagna elettorale, da qualsiasi parte sia stato iniziato, ma anche da parte di chi lo rilancia.

      1. Attilio scrive:

        Caro Risiko, il teorema dice che non puoi far capire ad un creino (martello) che è un cretino.
        Quanto ai vaccini, è giusto ricordare e sottolineare quanto siano pericolosi i 5S, Salvini e Zaia.
        Ciò nonostante il tema vero sono i migranti. Su questo nessun professore ci sta aiutando a risolverè il grande problema.

        1. Portateliacasatua scrive:

          Eh si . Proprio così . Però per lo stesso motivo Renzi non dovrebbe mai parlare di economia visto che e’ un cazzaro assoluto e non ha sicuramente gli skills per poterne parlare . Per non dire poi della ministra dell’istruzione ………..

        Rispondi a martello carlo

        Accetto i termini e condizioni del servizio

        Accetto i termini sulla privacy

        *