20
dic 2016
CATEGORIA

Hellas Verona

COMMENTI 50 Commenti
VISUALIZZAZIONI

4.785

DOMINIO ED ERRORI

Nelle giornate più nere il Verona non avrebbe vinto contro questa Entella. Nelle giornate più nere avrebbe addirittura perso, giustiziato da Moscati ad inizio ripresa. Invece all’Hellas è andata bene e sinceramente il risultato è meritato. L’Hellas ha fatto molto di più della Virtus.

Le cifre non mentono: più tiri, più azioni d’attacco, più passaggi riusciti, più possesso palla e molto altro. Insomma, se c’era una squadra che doveva vincere questa era il Verona. L’Entella ha attuato la tattica più logica: intensità, densità, ordine e ripartenze. Ho letto tanti elogi per la formazione allenata da Breda. Sarò di parte, però io ho visto una squadra limitata, volitiva certo, ma piuttosto debole e con un atteggiamento che personalmente non mi entusiasma.

Il Verona ha dominato il match, nonostante le difficoltà legate proprio all’atteggiamento degli avversari e ai problemi che attanagliano l’Hellas in questo periodo. La squadra di Pecchia non è serena, segnata dalla sconfitta nel derby e dalle recenti batoste che non sono state del tutto riassorbite.

I gialloblù hanno messo in campo tanta grinta, tanta buona volontà ed anche tanti, troppi errori. Passaggi sbagliati, cross fuori misura, semplici appoggi trasformati in regali per gli avversari. Ho visto delle imprecisioni sorprendenti per giocatori professionisti. Ma nel complesso il mio giudizio è positivo. Contavano prima di tutto i tre punti. Sono arrivati. E al di là degli errori, il carattere della squadra mi è piaciuto.

4.785 VISUALIZZAZIONI

50 risposte a “DOMINIO ED ERRORI”

Invia commento
  1. GINO DAL BAR scrive:

    @Fioravanti: con Windows 8 non riesco a postare (mi dice sempre che il mio commento va in moderazione), con tutti gli altri sistemi operativi, Android compreso, si.
    Ghenti da ammodernare mi, o elo un problema tecnico?

    1. mir/=\ko scrive:

      di quelli che hai citato, caro Mastiffo, non verrà nessuno!! forse vivi in una realtà parallela: purtroppo alla guida della società c'è il discepolo di Gianbattista Pastorello, versione Emiliana!! investimenti ZERO e tasche piene!!!!! questo vorrà fare mercato senza sborsare un euro… quindi, altro che rinforzi… i soliti bidoni bucati

      1. hellasmastiff scrive:

        se si leggono i convocati in difesa vorei sapere come si è fatta questa campagna acquisti da parte di fusco e pecchia………….

        segnalavo dimarco autore l’altra settimana del gol dell’empoli segnato dal georgiano….

        mattiello + bovo e moretti i fedelissimi di ventura che sanno giocare col pallone come pochi impostando da dietro………….

        per zuculini serve un buon centrocampista che fa le due fasi…….. grassi l’ideale ma ha molte richieste dalla A…… uno tra brugman e memushaj non mi dispiacerebbe….

        davanti oltre a parigni serve gente che da fiato a pazzini e un esterno di livello…

        far tornare il polacco wholekz è cosa fondamentale mai chiesta in conferenza a fusco dai giornalai veronesi………

        1. superciukko scrive:

          auguro a Luca Fioravanti e a tutti i "partecipanti" al blog, Buone Feste, all'insegna, speriamo, di tante gioie e soddisfazioni, sportive e non solo. E se poi le sofferenze (sportive) ci saranno… fa niente, siamo abituati. ..e poi ci si gusta di più il risultato.

          1. fenomeno scrive:

            Certo che è abbastanza penoso leggere gente che vomita addosso a Pecchia e Fusco per certe scelte vedi Maresca, Zuculini, Troianello quando la squadra è prima in classifica e soprattutto nella parte iniziale della stagione ha fatto vedere un ottimo calcio…Maresca, Zuculini e Troianello sono tre giocatori che Fusco e Pecchia conoscono benissimo e quindi sono stati preso con cognizione di causa…il loro rendimento è inferiore alle attese, ok, ma è difficile pensare che si imbrocchino sempre tutti gli acquisti…

            • RH scrive:

              Posto che pecchia sul mercato è contato come il 2 di cuori a briscola (squadra costruita su viviani, poi venduto).
              Credo che la critica all’acquisto di Troianiello(a parte la resa mediocre, e la provenienza del giocatore e il conseguente rimando a ‘qualcosa di fusco’) sia proprio data dal fatto che era evidente a tutti che mancava un difensore, e invece di completare la rosa si è scelto di prendere un giocatore in un ruolo più che coperto (l’ala, dove hai siligardi, juanito, luppi, fares e all’evenienza romulo, senza contare che hai fatto giocare lì anche valoti e bessa – 7giocatori per 2 maglie, 8 se pensi che il ruolo l’ha coperto anche ganz in coppa).
              Zuculini abbiamo visto tutti che se integro da qualcosa in più alla squadra. Che fosse una scommessa la sua fragilità lo si sapeva anche prima. È andata male, ma io non mi sento di criticarlo per questo..
              Su maresca, vale il discorso troianiello sul fatto che bisognava intervenire dietro piuttosto che a cc. Probabilmente non si è voluto rischiare checchin come 7centrocampista proprio per i dubbi sulla tenuta di zuculini.
              Posto che Greco(Greco-Maresca sarebbe stata scelta che ci sta, tuttosommato) fuori rosa è uscito essere una scelta programmata, di fatto si è escluso Viviani per Maresca(+5 milioni di ‘pagherò..’). Già senza aspettare che maresca sia stato un flop avrei detto che ha fatto na cassada

              • fenomeno scrive:

                Il fatto che già ad inizio campionato si potesse pensare che Maresca e Troianello non fossero scelte azzeccatissime ci sta ma credo anche che se ad inizio campionato ci avessero detto che alla 19esima giornata saremo stati primi con 37 punti tutti ci avremo fatto la firma…quindi star qui a “insultare” Pecchia e Fusco mi sembra quantomeno esagerato…e poi quello che non capisco… Fusco ha fatto un mercato per accontentare gli amici, Pecchia non sa allenare ed è troppo mollo, Bianchetti è una tragedia, Ganz non lo fanno giocare, non abbiamo terzini, i difensori sono scarsi, Romulo gioca da solo, Luppi è scarso, Siligardi el fa de pecà, Souprayen non ne parliamo e semo primi….qua mi sa che dobbiamo ringraziare lo spirito santo… :-)

                • RH scrive:

                  Totalmente d’accordo che certe critiche siano a sproposito, ma nemmeno dire che va tutto bene. È vero che siamo primi ma se giochiamo sempre così lo restiamo per poco, e certe scoppole fan male.
                  Il dilemma è ‘quando una critica passa da costruttiva a distruttiva’?
                  Se la polemica su stipendi e spogliatoio è una cazzata clamorosa, alcune tematiche di gioco sono vere e condivisibili (ad esempio, che per completare la rosa servono 3/4 pedine, o che ultimamente se troviamo un minimo di organizzazione nelle avversarie facciamo molto più fatica di quanto ci si può aspettare dalla primadellaclasse). Fusco incompetente? Pecchia da mandare a casa? No. Ma nemmeno Fusco miglior DS del mondo e pecchia nuovo Prandelli(la cui carriera, a proposito, sta calando a picco.. guai a dar qualcosa per assodato nel calcio!). Entrambi hanno molto da lavorare perché ancora non hanno concluso nulla, ma meritano fiducia finché sono in linea con gli obiettivi
                  (E paradossalmente siamo in linea con l’obiettivo “vero”, ovvero salire, ma non lo siamo con quello “dichiarato”, ovvero “mettercela tutta”)

                  • mir /=\ ko scrive:

                    ecco il pagliaccio avinizzato “dal bar”!!!!!!! alla cazzo sarai tu… maschera della stupidità

                  • GINO DAL BAR scrive:

                    …d’accordo co RH, e sopratttutto sulla parola equilibrio.

                    Sbagliato criticare continuamente e alla cazzo come un mirko qualunque, ma sbagliato anche continuar a dire siamo primi e nascondere la testa sotto la sabbia per non vedere i problemi.

                    La squadra nelle utltime 6 partite ha avuto probabilmente un calo mentale e fisico, i quali hanno fatto venir fuori i problemi di carattere, di organico, e di conseguenza, di gioco.

                    Pero’ bisogna avere l’onesta di ammettere che i problemi ci sono senza nascondersi dietro a puttanate tipo la nebbia di Vicenza, o dire che lunedi’ sera “abbiamo fatto una grande prestazione su un campo impraticabile” (el campo impraticabile el l’ha visto solo Pecchia…).

                    A Vicenza abbiam giocato e perso male perche’ loro hanno dimostrato piu’ grinta e piu’ voglia di vincere rispetto a noi…lunedi’ sera abbiamo giocato male, con un atteggiamento che e’ piaciuto poco (se lo stadio nel secondo tempo canta “adesso fora i cojoni”…ghe’ sara’ un motivo…) contro una squadra mediocre e rimaneggiata, ma abbiamo fatto 3 punti lo stesso …grazie anche a po’ de culo…ma i problemi ci sono.

                    Siamo quasi a gennaio, ci sara’ una corposa pausa e il mercato, quindi Pecchia e Fusco devono solo sedersi a un tavolino e discuterne. Niente da rivoluzionare, ma alcune cose da sistemare.

                    A Ganz e’ stato preferito Gomez fino dalla coppa Italia, quindi ovvio che non sia idoneo al gioco di Pecchia, lunedi’ abbiamo giocato con un 4 5 1 senza esterni di ruolo in campo, ma con 4 esterni in panchina per vari motivi, quindi ovvio che anche li’ ci sia qualcosa da fare, oltre alle evidente alternative in difesa che mancano.

                    Siamo primi, ma ambiremmo a restare tra le prime due da qua fino alla fine del campionato…e se pol far…e bissogna farlo.

                  • fenomeno scrive:

                    Si però non si può avere ovo, galina e cul caldo…raramente si vedono squadre che fanno possesso palla o tiki taka che dir si voglia che hanno il sacro fuoco…il fraseggio continuo ti porta inevitabilmente ad avere meno aggressività…se stai basso in trincea e riparti e più facile tirare fuori la grinta, la garra, la sensazione che stai sputando sangue…se invece giochi come il Verona di quest’anno questa sensazione non la dai ma non è che vanno in campo passeggiando e non si sbattono…sono concetti diversi di gioco…poi ovvio in nessuna squadra del mondo va tutto bene, tutti hanno i loro problemi ed una rosa da completare ogni volta che c’è una sessione di mercato ma a tutto c’è un limite, proviamo qualche volta a goderci quello che stiamo facendo senza pensare al prima od al dopo…due mesi fa a lamentarci perché si vinceva troppo facile e non c’era gusto ora a farne una “tragedia” perché non siamo più brillanti ed abbiamo una rosa di cadaveri…E Q U I L I B R I O

              • Simone scrive:

                Dallo scorso anno il mercato del Verona ha indubbiamente un occhio di riguardo sul bilancio. E molto probabilmente d’ora in poi sarà sempre così. Lo si evince anche dai toni e le parole di Setti. Fusco credo abbia fatto nel complesso in buon lavoro considerando questo, anche se è vero che in alcuni ruoli effettivamente manchiamo. Oltre al discorso terzino, direi anche un centrocampista incontrista, data la scommessa andata al momento purtroppo male di Zuculini (giocatore che sarebbe stato molto importante, come ha confermato Fossati). Ed ora si è aggiunta pure la grana Cherubin.

            1. D.D. scrive:

              DIGO la mia sperando DE IMBROCCARGHE altrimenti… pazienza.
              Lunedi ero allo stadio come sempre ed a me il primo tempo è piaciuto.
              Onestamente il secondo tempo in linea con le ultime prestazioni, anche se questa volta cuore-CUL-grinta non sono affatto mancati.

              Rispetto le prime esorbitanti prestazioni trovo che la squadra sia sotto tono da un punto di vista PSICOLOGICO, motivo le mie sensazioni.

              Mentre prima nella zona nevralgica del campo si giocava (impostava) a UNO/DUE tocchi, ora il portatore di turno tende o a tener troppo palla o peggio a lanciare lungo e male.
              Mentre prima il giocatore che giocava a due tocchi chiamava quasi sempre il compagno per un eventuale triangolazione, oggi lo stesso chiede la palla sul piede.
              Lo stesso baricentro invece di aggredire la “seconda palla” si limita a riprendere posizione e quindi ad arretrare.
              Sono a mio avviso tutti segnali di mancanza di lucidità e soprattutto sicurezza derivati dalle due/tre scoppole prese. Non credo siano fattori imputabili ad una scarsa condizione fisica, il Verona corre, ma corre molte volte male.
              Non a caso il mister a fine gara BARA parlando di miglior prestazione dell’anno. Lo fa perché vuole riportare alto il morale di una truppa che lungo il cammino ha perso alcune certezze.

              Ora in un cammino di crescita, passare da queste fasi credo sia più che normale e quindi accettabile…

              MA allo stesso modo i giocatori (compreso il mister) devono accettare eventuali BRONTOLII e BRUSII che arrivano dal pubblico poiché chi tifa, nel bene o nel male, fa parte in primis di questa famiglia chiamata H.Verona e poi di questo sport.
              I nostri beniamini sono pur sempre dei privilegiati. (i zuga a balon, sono giovani, guadagnano bene e gli battano pure le mani… ;) vi immaginate voi nei vostri lavori che qualcuno vi applauda?)… quindi poche storie e pedalare.
              Francamente a Verona il clima ostile sono anni che non si vede più, brontoloni quello si, sempre stati
              MA generosi come pochi.

              Avanti sempre, ciao butei e buone feste.
              A Carpi ovviamente si vince con gol di Souprayen.

              • Simone scrive:

                Analisi che mi pare equilibrata ed intelligente. Fermo restando che, con tutto l’ottimismo che si può avere, dubito rivedremo ancora il Verona delle prime 13 giornate con quella continuità, per una serie di motivi. Anzi, credo che essere ancora primi tra due giornate sarebbe già tanta roba. A Carpi gol di Hulk Troianiello al 90esimo con pallonetto da fuoriclasse festeggiato da tutti i compagni mentre si strappa la maglia.

              1. Luca Fioravanti scrive:

                Voglio precisare che non ho visto un Verona stratosferico, ma una squadra che ha fatto di tutto per vincere, attaccando, sbagliando, provandoci sempre e rischiando qualcosa. Con onestà non condivido tutte le critiche che ho letto sulla prestazione di ieri. Negli ultimi anni ho visto partite decisamente più brutte rispetto a quella di ieri. Non ero allo stadio, ma in tv, quindi la sensazione può essere diversa.

                • Michele scrive:

                  Giusto. Con Mandorlini, le partite erano quasi tutte così, e solo grazie al miracoloso Toni e, per un anno, all’esplosivo Iturbe, abbiamo ben figurato per due stagioni. Si è visto poi senza Toni. Ma anche con Mandorlini quante partite orrende, giocate negli ultimi trenta metri (i nostri) e perse.

                  • maxrugo scrive:

                    Michele ma va a c…oricarte un par de ore.
                    Certi tifosi dovrebbero essere condannati a 10 anni di Salvioni.

                  • Maxhellas scrive:

                    Michele, la tua “oggettività” è solare. Si vede che il tuo non è un pregiudizio, ma il frutto di un’analisi serena ed imparziale. E comunque guarda che Toni è arrivato nel 1° anno di A mentre Mandorlini allenava il Verona già da 3 stagioni. E in quelle stagioni Toni non c’era. Davanti c’erano, distribuiti nei 3 campionati precedenti, Le Noci, Ferrari, Berrettoni, Gomez, Bjelanovic, Lepiller, Cocco, Sgrigna e Cacia.
                    Ma forse tu eri distratto, o guardavi altrove.

                  • hellesso scrive:

                    Giusto. Con Pecchia, le partite erano quasi tutte così, e solo grazie al miracoloso Pazzini e, per un anno, all’esplosivo Bessa, abbiamo ben figurato per metà stagione. Si è visto poi senza Pazzini a Vicenza. Ma anche con Pecchia quante partite orrende, giocate negli ultimi trenta metri (i nostri) e perse.

                • Angossa scrive:

                  Giusto. A Vicenza e Cittadella non siamo proprio esistiti, quindi son curioso di vedere come ci ripresentiamo in trasferta sabato.

                  • Simone scrive:

                    Secondo me rivedere un Verona brillante fino a fine dicembre sarà dura. Non prevedo belle partite ma una squadra che tenterà di portare a casa punti tipo come l’ultima o col Bari. E consideriamo che abbiamo due partite toste adesso. Il prossimo anno, da gennaio, spero si saprà ripartire nel modo migliore, magari anche con qualche innesto di mercato.

                • Simone scrive:

                  Questo è un periodo di difficoltà, in cui stanno probabilmente venendo fuori le lacune tecniche e soprattutto caratteriali della squadra. Comunque sì, vittoria sostanzialmente meritata e così doveva essere. Non farei tanti altri discorsi. Tentiamo di finire l’anno il meglio possibile (anche se a Carpi la vedo durissima) e poi fa gennaio ripartire. Lo sprint da sempre si fa da marzo.

                  • Simone scrive:

                    Sì. Il Cesena è una squadra potenzialmente da playoff ed è in ripresa. Quindi sarà dura, anche perché noi non stiamo ancora bene. Dicevo del Carpi perché ha una rosa assolutamente importante (non inferiore al Frosinone secondo me, se non forse davanti), vuole risalire ed è la prossima.

                  • bardamu ( ex lucab ) scrive:

                    a me “preoccupa” ( per modo di dire, era ) di più la partita casalinga col cesena. Ho visto la partita che hanno fatto a benevento: nel secondo tempo hanno sprecato diverse occasioni ma hanno schiacciato il benevento nella loro area, e i padroni di casa sono stati abilissimi e fortunati a segnare nell’unico contropiede che sono riusciti ad imbastire.
                    Ma si fa tanto par discorar. Rimango convinto che questa squadra sia tecnicamente superiore a tutte, e che con un briciolo di volontà e carattere possa battere chiunque in serie b, sia tra le mura amiche che all’estero.

                1. Luca scrive:

                  CURVA SUD MARCHE
                  NON DATE VIA GANZ !SE DATE VIA GANZ SARA' UN CASINO!
                  BUTEI LIBERI!

                  1. mir/=\ko scrive:

                    Poi Fenomeno, porta pazienza, ma su Troianiello avrei delle obiezioni da fare: il giocatore ha disputato metà dello scorso campionato a Salerno non incidendo minimamente e l'altra metà a Terni finendo in panchina e tribuna!!! ora, con tutte le attenuanti possibili che si possono concedere allo showman partenopeo Gennarino, era piuttosto palese la sua fase involutiva !!! cosa avrebbe mai potuto combinare a Verona un profilo simile?? oltretutto sembra proprio che il Verona vada cercando gli acciaccati cronici con il lanternino!!! da Albertazzi a Zuculini passando per Cherubin!!! pazzesco!!! ovvio: va bene tutto basta che sia gratis o al minor costo possibile… la gente sana e brava purtroppo costa!!! sia mai…

                    1. mir/=\ko scrive:

                      Fenomeno: il problema (Bisoli del WCenza insegna!!!) è che i campionati in B si vincono effettivamente a Marzo!! è ovvio che non puoi buttare tutto di una squadra prima in classifica! ma è pur vero che se vai avanti così non migliorando ciò che è palesemente penalizzante da qui a marzo la posizione in classifica potrebbe essere ben diversa e quasi sicuramente "deficitaria"!!! Frosinone e Benevento poi sono lì ad un passo e il Carpi sembra essere in ripresa!!! oltretutto il "ricco" Benevento migliorerà ulteriormente la sua rosa a gennaio, mentre lo "spiantato" hellas del presidente Pastorello da Carpi quasi certamente non farà mercato causa "ristrettezze economiche fasulle e ben pianificate"!!! il ruolino di marcia recente, le scoppole rimediate a più riprese e le prestazioni poco convincenti mostrate anche durante i match vinti, non sono certo in linea con chi ha ambizioni importanti da qui a fine campionato. quindi attenzione!!!!

                      1. hellas03 scrive:

                        il calo del Verona a parte tutti i discorsi che si sentono che non so quale sia vero (calo fisico, mentale, spogliatoio spaccato, stipendi non pagati ecc.) io lo vedo nei limiti che sta mostrando Pecchia (che come si e proposto a Verona a me piace) ti non saper cambiare il gioco del possesso palla non sta piu funzionando perchè gli avversari ci hanno capito e come ho visto anche lunedi, stanno aggredendo sempre anche in due tre il portatore di palla mandandolo in confusione a questo punto ci vorrebbe un’inverrsione e cercar di velocizzare il gioco

                        1. RH scrive:

                          C’è chi parla di vittoria schiacciante e chi ha toni da sconfitta. Entrambi in malafede, o quantomeno faziosi.
                          Sarà il lunedì sera e il lavoro appena finito, o la prospettiva di ricominciarlo immediatamente il giorno dopo, sarà che senza cutolo non ci si è sfogati abbastanza, sarà quel che sarà, ma la partita non è stata per nulla spettacolare, per usare un eufemismo, e senza le birre non so se ce l’avrei fatta a sopportarla tutta(merito anche di avversari in clima -darghe da magnar ale anarete sul lago-)
                          Ma amen, servivano i 3 punti e sono arrivati. Fiducia a Pecchia finché è tra le prime due, e speriamo sia un momento, i cultori del bel gioco sopporteranno, se in mente hanno un obiettivo più grande.. Probabilmente un Verona brutto sporco e cattivo e con la bava alla bocca mi coinvolge di più di chi ‘ha le potenzialità ma non si applica’, e l’impressione è proprio di una squadra forte in potenza ma che giochicchia e si lascia ad errori grossolani, per di più contro il modesto e rimareggiato entella visto qua.
                          Tutto sommato, l’è meio bever na bira sforsà che laorar de gusto

                          • RH scrive:

                            P.S. fossati maresca.
                            Nessuno muove accuse a fossati perché la ‘garra’ nonostante gli errori,l’ha sempre messa, e ha sfornato parecchie prestazioni da 8 da quando è qua, il più delle volte risultando decisivo e fondamentale per ogni bene della squadra, una flessione gliela si può anche perdonare (tuttavia sfido che ci sia qualcuno che dica che ieri fossati ha giocato bene). Il secondo è supponente, finito e deve ancora fare prestazioni sopra il 5.5 da quando è qua, oltre ad una lentezza disarmante. Ma d’altra parte i pescetti rossi li conosciamo bene, se non capiscono perché si è dato credito a chi ha vinto 5 anni di grandi successi, al pari non si capacitano del perché i poveri trojaniello supradin sili fares e compagnia siano SEMPRE criticati, mentre ad altri QUELLA VOLTA che sbagliano vien detto loro che hanno sbagliato la partita e nulla più

                          1. Mi scrive:

                            Questa partita vista dallo stadio è stata una delle più brutte degli ultimi anni.
                            La palla viaggiava a due all’ora, con 5 centrocampisti non riuscivamo a fare tre passaggi giusti di fila per sfuggire al pressing della misera entella che non andava a mille, semplicemente noi eravamo fermi e lo era anche il pallone.
                            Neanche i passaggi in orizzontale ci riuscivano, ho ancora in mente un rinvio di suprayen nel secondo tempo, d’inferno piede, a tagliare tutto il campo per finire in fallo laterale… se l’avesse svirgolatu un po di più tirava nella sua porta.
                            Una prestazione tecnica complessiva, veramente pietosa, e solo i rumoreggiamenti ed l’invito della curva a tirare fuori gli attributi, hanno svegliato una truppa che stava aspettando di prendere una sberla. Almeno poi un po di voglia e di impegno si sono visti. Prima solo cose pietose

                            • Angossa scrive:

                              Vacca boia che film! E mi che pensava de aver visto una squadra che ha rischià solo una volta in tutta la partia de ciapar gol, che nel primo tempo l’ha creà 3-4 occasioni da gol e che nella seconda parte del 2° tempo l’ha sercà in tutti i modi de buttarla dentro. E che la ghe l’ha fatta!

                              ps. se Maresca el zugava come l’ha zugà ieri Fossati ancò ghera el blog pien de insulti.

                              • Mi scrive:

                                Appunto, mi parli di film e poi confermi che fossati ha sbagliato un casino di passaggi e non è stato l’unico. Le loro azioni molto più pericolose delle nostre sono state due forse dimentichi un grande salvataggio di Caracciolo (mi sembra) su contropiede innescato da errore romulo-suprayen. Anche il coro della curva me lo sono sognato? Anche che bessa in una nostra ripartenza all’inizio secondo tempo non ne aveva già più per riuscire ad accompagnare ed arrancava?
                                Giocavamo con l’entella senza 4/5 titolari, non con la giuve.
                                Essere tifosi vuol dire sostenere sempre allo stadio, come ho sempre fatto e faccio, non avere i prosciutti negli occhi

                                • Angossa scrive:

                                  E’ evidente che non siamo particolarmente brillanti nell’ultimo mese e mezzo, ma le squadre che aspirano alla promozione riescono a vincere anche quando giocano male. Noi nelle ultime 3 in casa non siamo stati bellissimi però abbiamo fatto quasi bottino pieno se non era per quel maledetto gol nel recupero del Perugia. Piuttosto è da migliorare il rendimento esterno, visto le ultime 2 prove nettamente insufficienti a Cittadella e Vicenza.
                                  Ti ricordo anche che stiamo parlando della squadra che ha fatto 30 punti nelle prime 13 partite e che è ancora in testa alla classifica. No parchè se un marzian el vien qua a lesar el to post el pensarea che te ste parlando de na squadra in zona retrocession.

                                  • Mi scrive:

                                    Non ho parlato di tutta la stagione, ma di una partita brutta dove tutti, quelli sugli spalti hanno visto la stessa cosa.
                                    Poi ottima la vittoria, a mi me piase vinsarle anca de cul…

                            1. fenomeno scrive:

                              Pecchia è molto furbo, per evitare di sentirsi dire che gli attaccanti fanno i terzini evita di farli giocare…:-)…..è divertente leggere come a seconda di chi sta in panchina le critiche di certe persone cambino radicalmente…detto questo boccata d’ossigeno per una squadra fisicamente in difficoltà ma difficoltà fisica che è la normalità durante un campionato così lungo, c’è chi cala prima chi dopo ma prima o dopo tutti ci passano…si finisce l’andata, si ricaricano le batterie e si va in serie A senza troppi affanni….ad maiora

                              1. Denis scrive:

                                in campo ci si va 11 contro 11 … mi ricordo bene il pareggio ad Empoli nell'anno della promozione, con gol di Ceccarelli all'ultimo minuto senza aver mai tirato in porta. La serie A passare anche da partite come quella o come quella di ieri sera, dove fai più fatica.

                                1. london scrive:

                                  tenendo presente che l'entella era senza 3-4 titolari ieri…

                                  1. Denis scrive:

                                    ottimo intervento Luca… ero in curva ma mi sono rivisto la sintesi poco fa …
                                    5 occasioni a 1, vittoria meritata e di nuovo primi in classifica.
                                    È vero che abbiamo fatto tanti errori ma a ostriche e champagne preferisco lesso, pearà e un bicier de rosso.

                                    1. hellesso scrive:

                                      andrò contro corrente ma ieri ho visto cose nettamente migliori rispetto agli standard visti nell’ultimo mese e mezzo.
                                      Non è abbastanza per l’idea di gioco che ha Pecchia perchè ormai si vive di folate e il tanto sbandierato possesso palla e pallino del gioco ormai sono andati a farsi benedire..
                                      Speriamo duri..già alla vigilia a Carpi vedremo cosa sarà di questo nostro campionato. A Carpi sarà come giocare in casa ancora..no scuse.

                                      1. viniciocaposhellas scrive:

                                        Il Verona ha fatto schifo!
                                        Per fortuna ha vinto.
                                        Verona bello solo quando è entrata la seconda punta e Bessa è tornato a dirigere il centrocampo.

                                        Sentire Pecchia che parla di grandissima partita , mi fà capire quanto sia mediocre questo allenatore.
                                        Ma comunque l’è colpa del campo!

                                        Avanti con Supradyn e Romulao mille finte e 20 baloni persi.

                                        Caracciolo ancora migliore in campo.

                                        • putto scrive:

                                          Ciao, in questo momento è il risultato quello che conta. Serviva la vittoria ed è arrivata, come col Bari, con fatica. Per il bel gioco bisognerà aspettare tempi migliori. Intanto testa al Carpi e poi la pausa che potrebbe servire per intervenire sul mercato, anche se sarà difficile. P.S. Hai sentito la nuova canzone di Vinicio “La padrona mia”? Molto carina.

                                          • viniciocaposhellas scrive:

                                            Punti che servono come l’aria.

                                            Con il Bari ho visto due buone squadre in campo.
                                            Ieri i nostri non ne avevano più alla fine del primo tempo.

                                            Il mercato di gennaio serve!
                                            Nelle ultime due volte che siamo saliti in A ricordo che nel mercato di gennaio abbiamo portato a casa giocatori determinanti per la promozione: Marasco , Melis e Guidoni con Prandelli (se non ricordo male); Sgrigna e Agostini con Mandorlini.
                                            Due acquisti fatti con intelligenza servono.

                                            Oltre tutto c’è anche la pausa che capita al momento opportuno.

                                            Se vinci con Carpi e Cesena metti il turbo!

                                            Capossella lo ascolto sempre volentieri ;-)

                                        1. non ghe semo scrive:

                                          Pecchia te si proprio un bel fenomeno…zughemo in casa contro le riserve del real entella e te presenti na squadra con el solo Pazzini isolato nel deserto… te ghe messo 70 minuti ( e solo con invito specifico dagli spalti…) a capir de cambiar qualcosa e metter dentro la seconda punta…. ringraziemo San Zen che Moscati el ga tirado adosso a Nicolas sennò a sto punto voio vedar se te gavei el coraio de dir le cassade che te è dito nel dopo partia…
                                          Le sta proprio …la più bella partia che avemo zugà in casa….. va a tor par el c.ul i to paesani… diversamente nordici…..

                                        Lascia un Commento

                                        *