25
dic 2016
CATEGORIA

Hellas Verona

COMMENTI 114 Commenti
VISUALIZZAZIONI

6.049

IL VERONA C’E', L’ARBITRO NO

Non mi sento di crocifiggere Nicolas, che in occasione del gol del Carpi ha sicuramente sbagliato. Ritengo ugualmente grave l’errore di Siligardi che a centrocampo si è fatto soffiare il pallone ingenuamente, dando il via all’azione del vantaggio avversario. Il grande, vero scandalo di Carpi-Verona è stato l’arbitro. L’argomento non mi entusiasma, ma quando vedo ingiustizie enormi e direzioni di gara da arresto, non riesco a tacere. Probabilmente il signor Pasqua non può arbitrare a Natale. Battute a parte, questo fischietto ha dimostrato di non essere all’altezza di una partita “maschia” com’è stata Carpi-Verona. I giocatori di Castori l’hanno messa sulla rissa, randellando dall’inizio alla fine, reagendo in modo scorretto e provocatorio a situazioni tutto sommato normali e venendo quasi sempre graziati dall’arbitro, che non ha avuto le palle di estrarre il cartellino rosso, graziando i giocatori anche da quello giallo. Chiudo qui la questione fischietto e torno a parlare dell’Hellas, argomento secondo me più interessante.

La squadra di Pecchia avrebbe meritato la vittoria. Ha sempre cercato di fare la partita, ha reagito con carattere al gol preso e nella ripresa ha fatto di tutto per conquistare i tre punti. Una superiorità schiacciante confermata anche dalle cifre (tiri, passaggi riusciti, pericolosità ecc…). Bene la difesa, che ha sbagliato poco e ha dato una bella sensazione di solidità. Bene anche il centrocampo, sorretto dalla solidità di Fossati e Zaccagni e con un Bessa in ripresa. La nota dolente a mio avviso è stato l’attacco, poco incisivo se consideriamo le tante occasioni create. Romulo e Siligardi hanno mostrato enormi limiti in fase di conclusione. Per fortuna c’è Pazzini che non ha bisogno di sbagliare 3, 4 palle gol prima di fare centro.

Questione Ganz. A parole tutti lo esaltano e lo difendono, Pecchia in primis (“siamo contenti di lui”, “si allena alla grande”, “è un ottimo professionista”, “mai pensato di cederlo”). La realtà è che l’attaccante è sempre più lontano da questo Verona, anche perché l’allenatore sembra intenzionato a dare sempre più minutaggio a Gomez, tenendo Simone in panchina tra le ultime scelte. Mi piacerebbe vedere in tre o quattro partite di seguito Ganz titolare al fianco di Pazzini con un trequartista alle loro spalle (Bessa, Siligardi o anche Romulo). Pecchia non sembra ancora convinto di questa soluzione. Io invece la trovo perfetta, soprattutto adesso che gli esterni offensivi fanno fatica a trovare la via della rete. Ma a parte i giudizi sugli attaccanti scelti da Pecchia e le loro difficoltà, sono dell’idea che uno come Ganz andrebbe utilizzato molto di più.

6.049 VISUALIZZAZIONI

114 risposte a “IL VERONA C’E', L’ARBITRO NO”

Invia commento
  1. fenomeno scrive:

    41 punti, 12 vittorie, 5 pareggi, 4 sconfitte, 40 goal fatti, esci da Verona e tutti ti dicono “eh ma voi avete una corazzata, fate la B con i Romulo ed i Pazzini”….ascolti due trasmissioni o due telecronache e tutti “il Verona ha una rosa ampissima”…e noi qua

    eh ma Troianiello

    eh ma Maresca

    eh ma Ganz

    eh ma il Paracadute

    eh ma il ridimensionamento

    …en ma nasi in mona……Buona Anno a tutti…anche a Pirandello e le sue maschere

    • Simone scrive:

      “Ah, no! Volti la pagina, signora! Se lei volta la pagina, vi legge che non c’è più pazzo al mondo di chi crede d’aver ragione!” Dai che ultimamente sen quasi drio andar d’acordo, anche se a ‘distanza’, non rovinar tutto tirando de novo fora a sproposito il buon Luigi. Buon anno e godemosela!
      P.S. Peca’ che la pausa la sia arriva’ adesso che avevamo ripreso la strada dopo il periodo di difficoltà. Ma va ben stesso, Avanti i Blu (cit. dovuta, stame ben anca ti, omo)!

    1. superciukko scrive:

      eh ma… la super rosa da A del Frosinone…. eh ma il Cesena in crescita… eh… l'intelaiatura del Carpi .. eh meio nar in mona che la va ancora rica.. bon anno

      1. Dandy scrive:

        Eh ma Catapecchia..eh ma il gioco prevedibile..eh ma le cavallette…Mirkorello, Caramhellas, MAX…bon 2017 insulsi!

        1. MaxP scrive:

          I risultati che continuano ad emergere dimostrano che alla fine non siamo così male e la vetta attuale della classifica rispecchia il nostro valore rispetto alle altre…se poi le vincessimo tutte sono d'accordo che sarebbe meglio!!

          1. mir/=\ko scrive:

            scusa Simone: se il mercato è impazzito ed è improponibile pensare anche di poter tesserare un giocatore da 3 mil di euro, come ci consolideremo in A?? con gli investimenti alla "Luppi"?? non credo!! e quindi?? speriamo nei futuri Jorginho?? andiamo avanti all'insegna dello "sperare" nella plusvalenza del giocatore estratto dal cilindro del settore giovanile o da qualche mercato straniero di seconda o terza fascia???

            • Simone scrive:

              Se un giorno arriverà una nuova e più ricca proprietà ben venga, a meno che non sia la Redbull, altrimenti ci vorrà tempo. Di esempi secondo me ce ne sono tre. O ti crei una rete di osservatori importante stile udinese, o punti su giocatori esperti ma che dovrai cambiare ogni tot stile Chievo, o potenzi il settore giovanile tipo Atalanta. La via che ha scelto Setti mi pare sia la terza. Poi ovvio che per stare a certi livelli i soldi li devi comunque spendere. Ma difficile pensare a certe cifre, specie in B. Il vento è cambiato, specie dall’anno scorso.

            1. mir/=\ko scrive:

              Se il Carpigiano ha fatto mercato in estate con 2 mil. di euro, difficile ne possa mettere sul piatto 3 per tale Orsolini!! anzi: credo che non ci sarà un budget. semplicemente non ci saranno denari in cassa. si dovrà ricorrere a prestiti o a svincolati!! purtroppo peseranno anche gli stipendi da corrispondere ai giocatori da epurare. per vedere in altre compagini pseudo atleti come Zuculini, Albertazzi, Maresca e Troianiello, bisognerà continuare a pagargli lo stipendio. e questo peserà parecchio, dovendosi sommare agli stipendi dei nuovi arrivi.

              • Simone scrive:

                Non è quello il punto. Ip problema è che il mercato a livello di prezzi è impazzito specie negli ultimi due anni. Orsolini lo valutavano quella cifra la scorsa estate, ora che è una realtà giovane del calcio italiano varrà almeno il doppio. Almeno. Quindi difficile che possa perseguire quella via, non essendo un multimilionario. Questi acquisti non ce li possiamo più aspettare. Semplicemente. Poi si può sperare che arrivi lo sceicco di turno, ma non vedo perché sinceramente. Quindi la politica della società è cambiata e probabilmente cambierà sempre più. Inevitabile. Sta a Setti tracciare il come, finché ci sarà lui. E credo che lo stia facendo capire ormai da tempo.

              1. mir/=\ko scrive:

                Simone: sono d'accordo con te. ovvio che la società non potrà certo puntare su esuberi di squadre di A o su giocatori titolari nelle dirette concorrenti di B!! ma di squadre ne abbiamo incontrate parecchie sino ad ora… quasi tutte. e credo ci siano ottimi giocatori anche nelle squadre di medio bassa classifica… il fatto è che si tratta di giocatori per i quali queste società (se disponibili) chiederanno cifre importanti… non certo spiccioli!! quindi effettivamente sarà dura per Fusco reperire pedine realmente pronte e di valore. c'è poi da trovare squadra ai giocatori che verranno tagliati. altra "mission impossible"… il budget sarà sicuramente esiguo come in passato e l'appeal dei giocatori tagliati pari allo zero!! altri Maresca e Troianiello????

                • Simone scrive:

                  Ti faccio un esempio: Orsolini, ottimo giocatore su cui i cinesi del Milan sembra abbiano bloccato l’operazione, lo scorso anno fu cercato dal Leeds United. La trattativa si arenò perché l’Ascoli chiese, mi pare, quasi 3 milioni. Abbastanza improponibile in effetti.

                1. mir/=\ko scrive:

                  secondo voi Setti farà mercato a gennaio?? parlo di almeno 3 elementi di buon lignaggio per sistemare le falle nei 3 reparti… onestamente vi chiedo cosa ne pensate. farà un mercato serio per non lasciare nulla di intentato??? io sono dubbioso ma in attesa di gradite sorprese. ditemi la vostra opinione. grazie

                  • Simone scrive:

                    Secondo me dipenderà innanzitutto da chi e quanti giocatori riusciranno a piazzare. Fusco poi ha parlato recentemente di mercato come ”opportunità”, quindi chiaro che a qualcosa stia pensando. Ed è altrettanto chiaro che qualcosa serve se vuoi lottare per i primi due posti fino alla fine. Ma è anche vero che il mercato di gennaio è difficile, e i giocatori buoni è difficile che te li diano, specie da squadre della tua categoria che hanno il tuo stesso obiettivo. Anni fa si presero due buoni giocatori dalla A, che non erano titolari nelle rispettive formazioni ma che erano di qualità ed esperienza. Difficile pensare ad arrivi del genere secondo me, ma staremo a vedere.

                  1. london scrive:

                    ho detto caro maxx che i primi 30 punti sono venuti anche per quello, infatti la media punti delle ultime 8 gare è da media classifica.o non è vero?
                    fenomemo,maxx, rispondime..al stadio onestamente ve far che ghe sia l'entusiasmo degli altri anni, nonostante te si primo?
                    e come gho dito a Simone non ghe son mia solo mi a stadio.

                    • fenomeno scrive:

                      No, ma l’entusiasmo dello stadio non dipende da Mandorlini o Pecchia…dopo 10 anni di merda tutti avevano voglia di ritornare in serie A e l’entusiasmo era massimo…già il secondo anno di A la gente si era abituata e si mugugnava per questo e quello…purtroppo funziona così, tutto è relativo…vi ricordate gli anni novanta quando c’erano le famose sette sorelle ed ogni anno le italiane vincevano coppe dei campioni e coppa UEFA?… Dopo qualche anno vincere una coppa sembrava una cosa routinaria di poco conto oggi sarebbe celebrata come una conquista straordinaria…a Verona sta succedendo la stessa cosa…siamo primi ma maresca ma Troianello ma questo e quello…ormai viviamo solo in funzione di un futuro che non arriva mai…aspettando Godot

                      • Maxx scrive:

                        Esatto, fenomeno.
                        Che volendo, in quel periodo c’era sì l’entusiasmo ma c’erano anche quelli che si portavano a casa le traverse. In QUELL’ENTUSIASMO non mi riconosco. Colpa/merito di Mandorlini?

                        Fa sorridere che quando le cose andavano benissimo (non bene, benissimo!) la FC Mandorlini nemmeno si pronunciasse a favore del VERONA (non di Pecchia).
                        Mandorlini ha fatto il suo, ora non è più allenatore dell’Hellas. Chiunque guidi l’Hellas, per me, sarà da sostenere. Poi, come detto, può rispettare o meno la mia idea di calcio (che assomiglia un po’ di più a quella di Pecchia che di Mandorlini)

                        • Simone scrive:

                          Maxx, questo è il pubblico italiano. Dopo 10 anni di merda arrivò una proprietà finalmente seria (prima Martinelli, e poi con Setti si è fatto il definitivo salto di qualità, almeno fino a due stagioni fa, ora l’aria è cambiata e sta tentando di fare con quello che ha, in modo differente da prima – e ci sarà con ogni probabilità un ridimensionamento, che spero possa comuque permetterci di rimanere a livelli discreti) che ha portato attraverso TUTTI i protagonisti a far risalire il Verona. Il fatto ridicolo e mistificante sta nel pensare che i risultati siano portati da una persona sola. Tutte le società che hanno fatto bene nel tempo lo hanno fatto cambiando molto. Com’è normale che sia. Il punto è questo. E lì ci sta che in quel periodo l’entusiasmo sia cresciuto, proprio per i dieci anni passati prima. Dalla passata stagione la parabola è discendente, e non esiste un mago Merlino che possa cambiare la cosa, se non una società con denari da investire che al momento non c’è. Quindi prima si capisce questa cosa e prima si inquadra la situazione. E si apprezzerebbe maggiormente i risultati che nonostante tutto sta ancora ottenendo questa squadra. Poi uno la può accettare di più, uno meno la situazione. Io non condanno nemmeno chi non l’accetta di per sé del tutto, perché è anche bello “sognare” pensando che tutto sommato arrivare al punto in cui società del nostro livello sono arrivate da anni (Udinese, Atalanta, Chievo, Cagliari, eccetera) non sia impossibile, ma mi pare fuori luogo pensare che a Verona possa arrivare un colosso a cambiar le cose. Qualcosa di meglio magari sì, ma non un colosso.

                    • Simone scrive:

                      Oltre al Verona, seguo una squadra inglese che negli ultimi dodici anni naviga nella serie b inglese (Championship) e si è fatta pure 3 anni di C (League one). E un paio di volte l’anno ho la fortuna di andare a vederla. 20.000, e trasferte da non meno di 2.000 tifosi, con punte da 8.000, che cantano incondizionatamente dall’inizio alla fine. Se certe cose sono date solo dai risultati (mai stato, se non in parte negli anni settanta e soprattutto ottanta) o dai gusti personali, staremmo proprio cadendo in basso.

                    1. Maxx scrive:

                      Ps. Pur capendolo, continua a non piacermi

                      1. Dandy scrive:

                        Ormai ne sono sicuro, par dir ste cagade London nol pol che esser Mandorlini!!!

                        • Maxx scrive:

                          “…perchè gli avversari pensavano di avere contro una squadra di categoria superiore e pensavano a non prenderle chiudendosi dietro…”
                          Con Mandorlini noi giocavamo così anche in lega pro div. 1.
                          Significa che credevamo di essere da lega pro div. 2.

                          Dear london, abbiamo fatto 30 punti perché meritavamo 30 punti, e probabilmente anche di più. E se non ne abbiamo fatti di più è perché non siamo stati umili e cinici. Con un po’ di cattiveria in più…

                          L’allenatore dell’Hellas è Pecchia e sta facendo giocar bene la squadra. Ritengo che anche per te sarebbe il caso di accettare la situazione e tifare COMUNQUE il Verona.

                          • london scrive:

                            Ovviamente sono sempre al mio posto a sostenere l’hellas, intanto, e ghe mancarea..
                            Poi ti dico che a me il gioco di pecchia piace fino ad un certo punto, troppo giro palla poco incisivo ed inoltre poco carattere in generale.tante volte con Mandorlini ho visto brutte partite ma vinte con le bale, grazie al suo carattere e al fatto che i “suoi” uomini davano sempre quel qualcosa in più per lui.
                            Con pecchia non vedo nè un grande gruppo nè calcio champagne (ad eccezzione di qualche parita all’inizio).Ripeto che per me ora han capito come affrontarci e che soffriremo fino alla fine, probabilmente passeremo per i play off.
                            Tu pensi che se pazzini si facesse male (come successo l’anno scorso a lui e Luca) saremmo primi?
                            Poi oggettivamente, al Bentegodi non noti quella mancanza generale di entusiasmo che ci dovrebbe essere per una squadra prima?rivedi lo stesso entusiasmo degli anni scorsi di lega pro o di b, dove vinsar con i gol de lepiller o pichelmann all’ultimo minuto te eri contento par na settimana?
                            Allora probabilmente non son l’unico che al stadio vede che ghè qualcosa che non va, che non te trascina.

                            • Simone scrive:

                              Quando si tratta di Verona, del lato estetico ad un tifoso deve fregare fino ad un certo punto. Fermo restando che oggettivamente questa è una squadra che quando gioca, gioca in maniera piacevole, altrimenti non avrebbero fatto articoli incensanti su Gazzetta e giornali vari dopo lo Spezia. Il carattere di una squadra si deve formare ed è dato principalmente dai giocatori. Questa squadra di giocatori di carattere non ne ha molti (i leader veri non ne vedo, se verranno fuori col tempo non lo so, ma non ne vedo – non ci sono i Ceccarelli, i Maietta, gli Agostini, i Moras, i Toni, eccetera – giocatori che prendevano in mano la situazione anche a livello di spogliatoio quando serviva). Al Bentegodi non vedo quell’entusiasmo che ha contraddistinto il nostro tifo per anni (non solo negli ultimi cinque). E se questo fosse dovuto al fatto che chi siede in panchina sia Pecchia non sarebbe da veronesi. A livello di tifo siamo ancora tra le realtà più importanti d’Italia, almeno tra le provinciali. Ma ho l’impressione che qualcosa sia stato perso. Spero in una ripresa.

                              • Simone scrive:

                                Ma dai, questa è una squadra che ha caratteristiche prettamente tecniche, costruita così. E ovvio che giochi così. Non te ghe mia giocatori con le caratteristiche da combattente, non c’entra l’allenatore su sto punto ma le caratteristiche dei giocatori in primis. E la stabilità societaria poi conta moltissimo. Non te pol continuar a pensar che un uomo el g abbia poteri sovrumani. Se el contesto l’è bon le robe le funziona, altrimenti se fa fadiga. Guarda Delneri st’ano, giusto per far un esempio. E magari anca el Verona, senza continuar a lamentarte.

                              • london scrive:

                                Appunto perchè del lato estetico mi interessa fino ad un certo punto ho apprezzato il ciclo Mandorlini.Perchè c’era quel qualcosa che andava oltre.E parlo di quel clima di orgoglio, di impresa, di battaglia che si è respirato ad ogni partita.di tutti che remavano dalla stessa parte.giocatori che si erano identificati nella squadra e nella tifoseria, che han versato lacrime vere quando se ne sono andati e che per il loro mister avrebbero fatto qualunque cosa.ho visto un mister che ci ha messo la faccia per anni, che si è messo muso contro muso per difenderci, giocatori che se un compagno subiva un brutto fallo tutti a difenderlo e restituirlo,giocatori che valevano 6 ma qui han dato 10,etc etc.
                                Ora vedo un gruppo di professionisti che fanno il loro lavoro, per la loro carriera.ma non gente che si è calata nell’essere veronese.
                                E questo secondo me si percepisce anche allo stadio, specialmente per una squadra che se prima dovrebbe essere incensata.basta sentire la lettura delle formazioni e sentire il clima che si respira per capire che qualcosa è cambiato.

                            • Maxx scrive:

                              Se si fosse fatto male Toni? O Cacia? O Ferrari?
                              Io voglio bene a Mandorlini per ciò che ha fatto, ma per me il calcio è un’altra cosa. Andare a Pergo o a Terni col terrore di perdere non è da Hellas.

                              Trovare qualche cosa che non va non è difficile. Trovare quello che va è per gente che AMA la propria squadra. E chi ama la propria squadra la sostiene, da Pecchia a Souprayen; sapendo che c’è sempre qualche cosa di meglio.

                              • Maxx scrive:

                                Non spiegarlo a me. Io potrei anche capirlo. E’ london che ha detto che abbiamo fatto 30 punti perché gli altri ce li hanno regalati chiudendosi dietro.

                              • fenomeno scrive:

                                Maxx, se io penso che chiudendomi dietro e ripartendo ho più possibilità di vincere lo faccio, punto…e se lo faccio non significa che ho paura ma che ritengo quella la tattica più giusta..si chiama calcio non chi ha paura dell’uomo nero…andare sempre all’attacco come ad esempio sta facendo il pescara per te allora è da coraggiosi, per me da scriteriati.

                              • Maxx scrive:

                                Vabbè fenomeno; a me non piaceva e non ne ho mai fatto mistero. Ma quello che mi premeva far notare era che chiudersi dietro, per london, era sinonimo di “paura di prenderle”, non di tattica. Noi abbiamo giocato così per molti incontri. Avere paura di sorrento, pavia, pergocrema… non dovrebbe essere da Hellas, nemmeno per london.

                              • Maxx scrive:

                                Non era terni… Era quando hanno espulso Maietta…

                              • fenomeno scrive:

                                si chiama tattica maxx…poi ti può piacere o meno….

                              • Maxx scrive:

                                A terni siamo entrati in campo con 7 difensori (Scaglia, anche a centrocampo, rimane un difensore…) A me dava l’impressione di paura, ma posso sbagliarmi.

                              • fenomeno scrive:

                                Maxx non esagerare, non siamo mai andati a prego o terni col terrore di perdere…esiste il calcio tiki taka e possesso palla ed il calcio stiamo dietro la linea della palla e ripartiamo, esiste il barca ed esiste l’atletico Madrid…puoi preferire una cosa o l’altra ma non puoi far passare l’altra per cose da inetti datati…con quello che tu chiami terrore di perdere il Leicester ha vinto la premier…e se e se e se e se me nona la gavea le rue…

                        1. london scrive:

                          Simone,le squadre solo tecniche ma senza cuore appena vanno in difficaoltà crollano.
                          E in serie A lo noti benissimo con la juve, che da anni vince prorpio perche a differenza delle altre squadre che sono tecnicamnete dotate, hanno in più il senso di appartenenza.
                          Lo dicono tutti nel mondo del calcio e i risultati lo dimostrano.
                          Tra l'altro ti scordi un piccolo particolare, che te ghe unbudget de media 8 volte superiore alle altre e due nazionali in squadra, che visti i gol fatti mi sembra chela differenza la stia facendo.ed essar a pari punti de naltra con 4-5 squadre tachè la quasi imbarazzante.lè come se ghe fusse prima la juve a pari del crotone, con seconde sassuolo,chievo e pescara a due punti.

                          • fenomeno scrive:

                            Ma non dire cavolate dai, vincere un campionato è sempre difficile a qualsiasi livello…abbiamo qualche buon giocatore ma non Messi e Cristiano Ronaldo…Pecchia sta facendo bene, non denigriamo sempre tutto e tutti

                          • Simone scrive:

                            London, ancora.. Forse non ti è chiaro che il budget superiore alle altre non ti è servito per fare una squadra ammazza campionato ma per sistemare (se spera) il bilancio per rendere di nuovo la società tranquilla da quel punto di vista. De nazionali ghe n’emo uno che l’ultima partita con l’Italia l’ha giocata più di quattro anni fa, e non l’è mai sta titolare. Giocatore, Pazzini, che comunque infatti sta rendendo, e pure al di sopra delle attese. Per il resto ghemo Nicolas, Bianchetti, Caracciolo, souprayen, Bessa, valoti, Zaccagni, Luppi, Siligardi. Il paragone con le grandi realtà europee, anche proporzionalmente, non sta in piedi. Non a caso, ripeto ancora, Setti fin da inizio stagione ha parlato di obiettivo “provarci ma senza obbligo”. Basta mistificare la realtà, please..

                          1. london scrive:

                            Simone invece de far el simpaticon spiegaghe a gino del bar che tè dito anca ti che al stadio ghe poco entusiasmo.o vedito campane a festa?e al stadio me par che non son da solo.
                            e invece de sottovalutar tutto ghe ne riparlemo a febbraio-marzo quando te sarè terso-quarto

                            • Simone scrive:

                              Guarda che t’ho da risposto de sotto. E guarda che anca mi son convinto che sta squadra la possa passar dai playoff. E el le da anche Setti perché sa perfettamente che la squadra è stata costruita per fare bene e per provarci fino alla fine ma non per dominare il campionato. Forse l’è ora che te lo capisi anca ti.

                            1. RH scrive:

                              “Ora vedo un gruppo di professionisti che fanno il loro lavoro, per la loro carriera.ma non gente che si è calata nell’essere veronese”
                              Quoton daffogo.

                              Romulin, qua se la ricordemo tuti la pantomima per rinnovare a suon di milioni, sotto contratto col Verona, ma con stipendio da juventin. Ma in conferenza stampa giura amore e gratitudine. Chelavacadetomare.

                              • RH scrive:

                                Brao o strasso che sia, veder pecchia-fusco-troianiello sulla panchina del Verona l’è come veder la fiola morosà con un teron.

                              1. GINO DAL BAR scrive:

                                …ma sio ancora indrio a discutar de Mandorlini????

                                • Simone scrive:

                                  E pensa che semo primi col Frosinone in una fase di ristrutturazione societaria in una B in cui dopo anni sembra stia venendo fuori anche qualche talentino interessante seguito da squadre di A, con titolari Nicolas, Bianchetti, souprayen, valoti, Zaccagni, Luppi, Siligardi. E reduci da una grande partita a Carpi (la squadra più forte come valore di mercato della rosa) dove avremmo meritato pure la vittoria.. Se vede che el web el stimola el lamento perpetuo in qualcuno.

                                • Simone scrive:

                                  No, l’è london che ogni tanto ghe vien nostalgia. Se te vol darghe un suggerimento anca ti molti te ne sarebbero grati..

                                1. mir/=\ko scrive:

                                  fenomeno: a differenza di pagliacci e poveracci delobotomizzati che offendono sistematicamente chi non si allinea al Setti pensiero, tu almeno contesti aspramente la mia avversione nei confronti di questa società in maniera educata e con dati alla mano. io resto della mia idea, soprattutto in relazione al trend che emerge dai dati da te riportati. vedremo cosa farà il presidente a gennaio. è palese la presenza di alcune falle in ruoli chiave!!

                                  • GINO DAL BAR scrive:

                                    …il paradosso è che un troll che da mesi scrive incessantemente, ripetendo sempre gli stessi concetti, cazzate a vanvera come un mirco qualunque, con l’unico intento di provocare, si lamenti poi, offendendo (pagliacci, poveracci, “delobotomizzati”…termine tra l’altro sconosciuto nella lingua I Tagliana…forse intendeva “lobotomizzati”…), di venir offeso…
                                    …spero che chi continua a risponderghe, le faga con uno scopo prettamente “sociale”, non de certo per averghe un confronto civile con un tifoso dell’Hellas…visto che lui di certo non lo e’…
                                    Tanti auguri per un felice 2017, piccolo troll…e che la vita porti un po’ di allegria anche a te.

                                  1. schetch scrive:

                                    Molti dicono che ora gli avversari sanno come giochiamo, ma Mandorlini per caso,Del Neri, Ancelotti, Guardiola, ecc ecc cambiano o cambiavano modulo o stile di gioco ogni partita secondo voi? Ionon vedo sti cambiamenti radicali. Il probelma vero è che non hai una base costruita in prospettiva e con un Romulo o Pazzini fuori categoria e le scamorze affiancate (ne salvo pochi), fai poco anche se Pecchia fosse una girandola di moduli, quelli che ti salvano partite si conoscono come lo è stato Toni: a far la differenza ci vorrebbe ben altro che Siligardi & c. Hai voglia a tirar la coperta corta…
                                    Hellas Uber Alles.

                                    1. fenomeno scrive:

                                      A me personalmente che giochi o non giochi Ganz non me ne frega nulla…io vedo una squadra in testa alla classifica che è andata a carpi ed il carpi non ha mai tirato in porta…certo l’ultimo mese non è stato brillantissimo ma prima o poi un periodo così capita a tutti in un campionato…pecchia ha il suo modulo e le sue idee ed è giusto così, i risultati sono dalla sua parte e viva pecchia

                                      • Luca Fioravanti scrive:

                                        A me invece interessa capire se utilizzando Ganz di più e magari in coppia con Pazzini il Verona possa o meno andare meglio.

                                        • fenomeno scrive:

                                          Però meglio di così è dura nel senso che non possiamo pretendere di stradominare il campionato, siamo primi, abbiamo degli equilibri ben consolidati, non credo che inserire Ganz e cambiare modulo possa portare grossi benefici anzi si rischia di perdere le nostre caratteristiche e snaturarci….mi sembra abbastanza evidente che il periodo di crisi sia nato da una flessione fisica…se questa squadra corre va bene così, Ganz non serve a nulla o meglio serve in caso manchi Pazzini….parere ovviamente personale

                                          • Paolo scrive:

                                            Siamo ancora primi. Grazie tante, ma il primo posto attuale è frutto quasi esclusivo dei 30 punti raccolti nelle prime 13 giornate, quando ci trovavamo a +5 sul Cittadella e a +6 sul Frosinone. Nelle successive 7 partite il Verona ha raccolto la miseria di 8 punti su 21, la media di una squadra che punta alla salvezza, non alla vittoria del campionato. Poi, in tale lasso di tempo abbiamo subito 13 gol segnandone solo 6; un po’ poco per quello che poco tempo fa era un attacco prolifico e implacabile. Inoltre, se siamo ancora primi dopo 20 giornate con solo 38 punti vuol dire che le altre stanno viaggiando su ritmi no lenti, di più!

                                            Nel 2012-2013 dopo 20 giornate il Verona aveva 39 punti in classifica, ma era solo TERZO (!), dietro al Livorno con 43 ed al Sassuolo con 48 (!).
                                            Nel 2011-2012 dopo 20 giornate Il Verona aveva 38 punti come quest’anno, ma era SECONDO a 3 punti di distanza dal Torino con 41 ed aveva dovuto affrontare squadre di caratura assai superiore alle armate Brancaleone con cui sta avendo a che fare quest’anno (e ben più forti dell’Hellas dei vari Abbate, Cangi, Scaglia, Esposito, Mancini, Russo, Berrettoni, Bjelanovic e Pichlmann).

                                            Certo che ogni stagione fa storia a sé e che mai alla vigilia di questo campionato mi sarei aspettato di vedere il Verona in testa (mi aspettavo un arrivo ai Play-Off intorno al quarto posto, come il Bologna del 2013, costruito da Fusco in condizioni “simili” a quelle del Verona attuale), ma se dopo aver vinto solo 2 partite in 2 mesi sono ancora primi, vuol dire che dietro all’Hellas a livello di costanza e tecnica non c’è proprio una mazza di niente e che il Verona avrebbe dovuto ammazzare questo campionato senza pietà. Tolto il Frosinone, che sembra aver una buona struttura, non c’è una sola squadra degna di definirsi tale. E nonostante tutto, ad una giornata dal giro di boa sono ancora lì a giocarsi il titolo d’inverno alla pari coi ciociari. La ritengo una situazione assai grave, tenendo conto di come erano messi dopo il trionfo di La Spezia della 13° giornata. Spero che vincano contro il Cesena, perché perdere la testa proprio al traguardo della prima metà del campionato non sarebbe proprio un bel segnale, non con tutto il vantaggio che si aveva accumulato nella prima parte della stagione. Vedrei a rischio la stessa panchina di Pecchia. Se invece dovessero vincere ed anche bene, tanto meglio. La squadra disputerebbe le vacanze da campione d’Inverno e con la mente molto più serena. Spero davvero che la portino a casa, in tal senso.

                                            • Simone scrive:

                                              Proporzionalmente abbiamo molti più introiti delle avversarie, sicuro, Ma la gran parte di questi introiti non è che siano stati spesi per costruire uno squadrone, ma per ripianare il bilancio, e per ricreare dopo la crisi dello scorso anno una situazione stabile da questo punto di vista. PSG, Bayern eccetera hanno fatto squadre importanti in questi anni, non è che le entrate avute le hanno usate per tenere il bilancio sotto controllo. Ed è logico perché la loro forza economica non è nemmeno lontanamente paragonabile alla nostra. Infatti hanno sempre vinto. In Inghilterra lo scorso anno è avvenuto il classico miracolo sportivo, ma non è che se il Chelsea o il Manchester United non hanno vinto hanno fallito. Perché a livello di concorrenza per il titolo là c’è davvero tanta roba. Non a caso quello inglese è l’unico campionato, tra quelli più importanti, in cui negli ultimi 4 anni hanno vinto 4 squadre diverse. Infine no, non sono affatto d’accordo: la difformità con l’anno della promozione non sta affatto la differenza con le altre. Quell’anno dalla A scesero il Lecce (la migliore delle tre mandata però in C per illecito sportivo), Novara e Cesena. Il Livorno fu una sorpresa (di quella squadra una certa carriera l’hanno fatta solo Duncan, allora giovanissimo, e Paulinho l’anno dopo) e il Sassuolo ad inizio campionato non era dato tra le favorite perché quello fu l’unico anno dell’epopea squinziana in cui l’ex confindustria non invertì nella squadra, anzi vendette pure qualcuno dalla stagione precedente. L’anno dopo infatti i valori vennero fuori: il Livorno tornò in B come ultimo senza appello e il Sassuolo si salvò con un punteggio basso facendo investimento pesanti a gennaio. Quest’anno vedo squadre interessanti, qualche individualità con potenziale futuro, e le due squadre retrocesse dall’anno scorso hanno mantenuto praticamente le rose che hanno permesso loro di lottare fino all’ultimo per restare in serie A. Noi invece abbiamo cambiato molto, mantenendo sì 2/3 giocatori importanti per la categoria, ma costruendo poi la squadra anche su scommesse che in carriera non hanno dimostrato di essere ‘sto granché o che devono ancora dimostrare tutto (Nicolas, Caracciolo, Bianchetti, Souprayen, Bessa, Valoti, Zaccagni, Luppi,…).

                                            • RH scrive:

                                              Secondo me, “proporzionalmente” abbiamo molti più introiti delle avversarie, sia a livello di “paracadute” che dalla vendita giocatori(Gollini, solo per fare un nome, venduto a 5mln, Ionita a 4) che dal pubblico pagante (abbonamenti più alti come costi e secondo numero di abbonati, anche se credo poco ai numeri di beri, gonfiati o nascosti da mafiette varie e amici che procurano…).
                                              A questo va detto che il costo della macchina è maggiore. Per questo, Proporzionalmente è verissimo che siamo come PSG, Bayern, ecc.
                                              è altrettanto vero che el balon l’è tondo, e l’anno scorso ha vinto il Leicester, che il Nizza è primo a +7 dal PSG, e che settimana scorsa il Lipsia(che avrà anche i soldi di RB, ma come valore della rosa è al 9posto, segno che hanno investito sì, ma hanno investito bene..)era appaiato al Munchen.
                                              Bravo Nizza, Bravo Leicester, ma la stagione del PSG, o dei vari Chelsea, City e United l’anno scorso è da definire fallimentare, egualmente alla nostra se non dovessimo centrare la promozione diretta.
                                              La difformità con l’anno della promozione è principalmente la sostanziale differenza con le altre, che se qualche anno fa c’era con tante(non con tutte, e anzi potenzialmente empoli e sassuolo erano migliori, guardando col senno di poi), oggi c’è un vero e proprio solco, economicamente e come livello di rosa, tra il Verona e la mediocrità di tutte le altre, Carpi e Frosinone comprese.(livellato sì, ma mediocre!)

                                            • london scrive:

                                              I 30 punti iniziali sono stati fatti esclusivamente perchè gli avversari pensavano di avere contro una squadra di categoria superiore e pensavano a non prenderle chiudendosi dietro.capito che giocandosela con noi si poteva batterci, hanno iniziato tutte a giocare.da qui in poi i miseri 8 punti in 7 giornate, che sanciscono il fatto che da qui alla fine sarà dura e cne ce la giocheremo sicuramente ai play off.

                                            • fenomeno scrive:

                                              Certo ma quei 30 punti sono stati fatti dal Verona di pecchia senza Ganz non dallo spirito santo….dal mio punto di vista è plausibile che si sia fatta una preparazione “leggera” che ha portato risultati immediati e poi ci sia stata una flessione come normale che sia, prima o dopo sta flessione capita a tutti…ora c’è la pausa, si riempie nuovamente il serbatoio e si riparte…pecchia e questa squadra hanno dimostrato di funzionare, lasciamo che il campionato faccia il suo corso, non puoi vincere da settembre a maggio…

                                            • Simone scrive:

                                              Io credo che la classifica invece sia sempre o quasi indicativa dai valori delle squadre. Nei massimi campionati, tranne che per quello inglese, negli ultimi anni hanno sempre stravinto le più forti (Barcellona in Spagna, con qualche parentesi di Madrid, Psg in Francia, Bayen Monaco in Germania e Juventus in Italia). Facendo spesso il solco. Evidentemente questo è un campionato dove vige un certo equilibrio. Dove qualsiasi squadra può perdere punti. Non siamo, neanche proporzionalmente, il Barcellona, il Psg, il Bayern o la Juventus dei rispettivi campionati. Siamo una squadra che deve puntare alla promozione e ha le qualità per lottare per questo obiettivo. Ma non siamo così superiori a tante altre. Dovremo lottare fino alla fine. E come sempre sarà da marzo che i punti saranno davvero pesanti.

                                            • Paolo scrive:

                                              Intendevo scrivere il Bologna del 2014.

                                      1. mir/=\ko scrive:

                                        denigrando?? querele?? mio Dio non sarai anche tu un tipo dalla "querela facile"!! della serie "una querela non si nega a nessuno"!! io non ho mai offeso il sign. Setti caro fenomeno. anzi ribadisco ancora una volta la mia ammirazione per il prodotto Manila Grace. ritengo il suo successo imprenditoriale nel campo della moda è strameritato. pure il Setti imprenditore del calcio del primo anno mi aveva lasciato ben sperare. io critico il dopo!!! critico, non offendo!!!!! dovrei essere querelato perché dico che vedo analogie tra la politica gestionale di Setti e quella di Pastorello?? perché critico un presidente che troppo aveva delegato e che si è trovato a non pagare gli stipendi ai suoi dipendenti?? perché lo ritengo un presidente che era partito con il progetto roboante di creare un centro sportivo di prim'ordine, una rete di osservatori ed un settore giovanile stile Udinese e soprattutto di consolidare il Verona in A, facendo della realtà scaligera il Borussia d'Italia!! gli riconosco il successo ottenuto col settore giovanile. ovvio, lì Setti va applaudito!! per il resto ringraziamo la Lega per il paracadute e per l'anticipo di parte di esso.

                                        • fenomeno scrive:

                                          Dimentichi però che il paracadute esiste da un po di anni e te l’hanno dato perché hai fatto tre anni di serie A e quei tre anni di serie A sono stati fatti grazie a Setti dopo dieci anni di merda caro mio…ed il fatto che sia riuscito a farsi dare un anticipo a mio avviso è un merito non una colpa

                                        1. Cristiano scrive:

                                          io ritengo la gestione Setti, una gestione discreta.
                                          non c è dubbio che la situazione per setti era peggiore, abbiamo fatto tre anni in serie a, abbiamo un settore giovanile e una società più organizzata.
                                          più di questo credo che il ns presidente poco possa fare.
                                          poi si può discutere come è lecito su tutto, ma io analogie con Pastorello non ne vedo.
                                          setti imprenditore l altro dirigente sportivo
                                          setti non ha figli o parenti procuratori.
                                          e poi un ultima cosa: non vi sembra normale che ci si possa guadagnare nel gestire una società di calcio? altrimenti perché un imprenditore dovrebbe farlo?

                                          1. fenomeno scrive:

                                            Comunque mirko se io fossi Setti ti querelerei…il tuo IP è pubblico, tu lo stai denigrando da mesi e mesi,,,,, :-)

                                            1. hellas03 scrive:

                                              X chi contesta la societa vada su http://www.hellastory.net e legga le due puntete dello stato patrimoniale. Vero giornalismo

                                                1. Dandy scrive:

                                                  Caro London, lo ripeto per l'ultima volta: nessuna avversione particolare al vecchio mister (qualche critica si, ma come la muovo anche all'attuale), ma non sopporto che si travisi completamente la realtà come fai tu. Il "prodotto Mandorlini" lo chiami tu…tanto per farti un esempio uno, ti ricordo che il primo anno di B con Setti avevamo uno squadrone che era quello che costava di più di tutta la B (gente scesa dalla A, gente che aveva fatto benissimo nel precedente anno di B, gente che è sempre stata una garanzia per la B è super ritocchi a Gennaio)…mai stati primi in classifica nemmeno una giornata…ah sì ma è vero, c'erano le corazzate Sassuolo e Livorno (il cui giocatore di punta era a noi noto Siligardi)…
                                                  Mandorlini ha fatto ottime annate (primo anno di B) e pessime annate (scorso anno), ma meriti e responsabilità vanno divisi con tutto il resto della società.

                                                  • fenomeno scrive:

                                                    Quel Livorno aveva si siligardi ma anche emerson, luci, belinghieri, duncan, donisi e Paulinho…

                                                  • fenomeno scrive:

                                                    Dandy però non stravolgere la realtà pure tu…quell’anno siamo andati in A senza avere sto grosso squadrone ed i meriti di mandorlini c’erano tutti…cacia e martinho ha fatto divinamente solo quell’anno…c’erano i laner, gli sgrigna…i grossi, rivas e carrozza che poi son sprofondati nella mediocrità, Jorginho che era una creatura del mister, emil che arrivava dalla b inglese, maietta dalla c1…quella squadra ha fatto 82 punti che sono tantissimi, rendi meriti quando ci sono se vuoi essere credibile nelle critiche dai

                                                  1. mir/=\ko scrive:

                                                    ho sempre espresso gratitudine nei confronti del sign. Fusco. Troianiello a parte (unica nota stonata e incomprensibile) ha lavorato ottimamente… e lo ha fatto con un budget ridicolo!! certe scelte low cost che stiamo pagando salatamente, sono dovute al budget striminzito. questo mi preoccupa e mi convince della totale incapacità del "camisa verta" di assicurare un futuro quantomeno decente al Verona.

                                                    • Simone scrive:

                                                      Piccola risposta per te sul discorso Redbull, venuto fuori sull’altro blog. Posso essere d’accordo sul fatto che non so se Setti potrà e saprà garantirci quello che sembrava garantirci anche in ottica futura fino a due anni fa. E se si presentasse al suo posto un Delvecchio (giusto per fare un nome a caso), io ne sarei più che contento. Sono anche d’accordo sul fatto che con l’arrivo della Nike i nostri colori sono stati perlomeno maltrattati. Ma occhio, perché la Redbull non è che si limiterebbe a maltrattare i colori. Li cambierebbe proprio, per politica aziendale. Così come cambierebbe il nome dello stadio e della squadra. Diventerebbe la Redbull Verona, colori sociali biancorosso, nome dello stadio Redbull Stadium. In altre parole diventerebbe un’altra squadra, cancellando di fatto da un momento all’altro identità e storia del Verona Hellas. Non a caso qualsiasi tifoso che vede associata la propria squadra alla Redbull (ultima il West Ham, affare che per fortuna sembra non si farà) si tocca le balle. Io non farei eccezione.

                                                    • fenomeno scrive:

                                                      Non mi sembra che questi cinque anni di setti siano non decenti…se non fossimo mai stati in serie a e fossimo ancora a metà classifica in serie b avresti ragione, così no…guarda che la nostra dimensione è questa

                                                    1. london scrive:

                                                      Perchè Dandy elo mia vera?talo fato così schifo quel periodo?ma par curiosità cosa te rende a ti felice nella vita se te ghè così tanta avversion par gli anni del vero Mister?

                                                      1. mir/=\ko scrive:

                                                        buona sera "pagliaccio" (tale Gino dal bar…!!) al Mirko qualunque non interessa una beata "mazza" della presunta ricapitalizzazione del Verona Hellas!!! OK??? io valuto il prodotto che esce dal mercato estivo… e se imbottisci la squadra di prestiti, di parametri zero, di giocatori palesemente finiti e fai investimenti per 2 mil di euro, non posso certo essere felice!!! mi riferisco al futuro della società… ed anche al presente, visto che i campionati di B si vincono a Marzo!! e di strada ce n'è ancora tanta… il Frosinone è attaccato al nostro culo e può contare su una rosa più completa della nostra!! noi invece siamo in fase involutiva; abbiamo giocatori mai visti (Zuculini/Maresca/Troianiello/Albertazzi/Cherubin) e perdiamo pezzi in una difesa costruita alla "caxxo" in estate e numericamente corta!! tu goditi la ricapitalizzazione del Carpigiano… vedrai caro pagliaccio che in A ti ci porterà quella e non la squadra!!

                                                        • fenomeno scrive:

                                                          Ok, valutiamo il prodotto:

                                                          Campionato 2011-12: serie b, 78 punti, 4 posto e play off che sappiamo come son finiti

                                                          Campionato 2012-13: serie b, 82 punti, 2 posto, promozione in A

                                                          Campionato 2013-14: serie a, 54 punti, 10 posto

                                                          Campionato 2014-15: serie a, 46 punti, 13 posto

                                                          Campionato 2015-16: serie a, 28 punti, 20 posto, retrocessione in b

                                                          Campionato 2016-17: serie b, 38 punti, primo posto

                                                          Sinceramente il “prodotto Setti” non mi sembra così male.

                                                          • london scrive:

                                                            Direi più prodotto Mandorlini.
                                                            Tra l’altro mi sembra che la proiezione punti di quest’anno sia nettamnete inferiore a quella di 5 anni fa, nonostante budget astronomico, nazionali in rosa e mancanza di avversarie corazzate come allora.

                                                          • fenomeno scrive:

                                                            Ho messo per errore anche il campionato 2011-12 nel quale c’era ancora il buon Martinelli

                                                        • Maxx scrive:

                                                          Vedi Mirko senza scala, i pagliacci da bar creano confronto. A te nessuno più ti caga. Fatti una domanda (o magari più di una) e datti una risposta (quella invece è unica: non vali niente!)

                                                        1. mir/=\ko scrive:

                                                          maxx… complimenti davvero!!! il tuo "non vali niente" ti qualifica… io ho le mie idee!! non vi piacciono?? tanto meglio… eravate in tanti "pagliacci illusi" a dar ragione al sign. Bigon lo scorso anno. "squadra clamorosamente competitiva"!! qualcuno diceva il contrario e veniva deriso. ora la politica e' la medesima!!! io non valgo niente caro Maxx. ma tu resti un povero illuso. il classico illuso che poi tardivamente critica l'operato di Bigon… miserie!! non cagarmi proprio la prossima volta. fai come gli altri!!! meglio…

                                                          • fenomeno scrive:

                                                            Io contesto la tua avversione perché quando è arrivato il carpigiano c’era una società senza organizzazione e senza settore giovanile con un parco giocatori eccezion fatta per Jorginho mediocre…con Setti sono arrivati risultati, giocatori, plusvalenze e paracaduti…però plusvalenze e paracaduti li ha creati lui ergo per me se li può sputtanare quanto e come vuole se i risultati sono questi, se sta rubando qualcosa si sta rubando quello che ha creato lui..poi se mi dici che un terzino, un centrocampista in più ed un laterale che salta l’uomo ci servirebbero ovvio che ti dico di si…a proposito a me piace da impazzire Suso…però non è che perché c’è un Troianello mi devo dimenticare dei fossati, dei bessa, dei pazzini, dei Romulo e dei 38 punti in 20 partite

                                                          1. GINO DAL BAR scrive:

                                                            …per ci g’ha pasiensa de leserlo…analisi del bilancio parte uan…
                                                            http://www.hellastory.net/verona/le_ultimissime/bilancio_hellas_30_06_2016_quale_futuro_dopo_la_retrocessione_1_parte-2016-12-27-0918/
                                                            …a parte le alchimie contabili tipo le plusvalenze fittizie col Genoa, el giro assurdo per non pagare tutto il 30% della cessione di Sala all’Amburgo (cosa che nessun media aveva mai scritto), la diminuzione degli ingaggi nonostante 3 giocatori con stipendi milionari (Romulo, Marquez, Toni), la diminuzione delle spese per i procuratori di oltre 3 milioni di leori in un anno (…e stendiamo un pelo veloso su sto discorso…)…va sottolineato il fatto che Setti ha ricapitalizzato la società sborsando di tasca propria 7,5 milioni di leori…cosa che in passato un altro personaggio di certo non aveva fatto…quindi, forse, qualcosa del Verona, ghe interessa…
                                                            …sempre per la serie, evitar de scrivar critiche alla cazzo su robe che non se conosse come un mirco qualunque…

                                                            • fenomeno scrive:

                                                              adesso gino anche tu….pretendi troppo…

                                                            • Simone scrive:

                                                              Il tema legato ai procuratori mi sembra il punto più importante del calcio odierno. Se vuoi costruire squadre importanti, seppur proporzionate agli obiettivi, devi andare su giocatori di un certo tipo. E questi sono in mano ai procuratori generalmente. Che chiedono cifre sempre più alte (quello italiano e quello inglese tra l’altro sono i due campionati dove “se ne fa maggior uso”). E così si è creato un circolo vizioso che può essere sostenuto solo da grossi capitali. I debiti del Verona erano poca cosa tutto sommato rispetto ad altre realtà. Le strade da intraprendere secondo me sono due, e qui la scelta è del presidente. O si cerca di campare, magari puntando molto sul settore giovanile (vedi Atalanta) senza alimentare troppo il sistema, oppure cerchi di tenere la baracca in ordine coi bilanci, al di là delle categorie, in attesa magari di una buona offerta. Potrebbe essere che le due cose vadano a braccetto comunque nei pensieri di Setti. Chi vivrà vedrà..

                                                              • GINO DAL BAR scrive:

                                                                …sul discorso procuratori in Italia si potrebbe dire di tutto e di piu’, a partire fin dal calcio dilettantistico…(li’ chi ha il procuratore, e non e’ una rarita’, di solito trova sempre ingaggi, e spesso in categorie molto al di sopra delle proprie qualita’…figurate nei professionisti dove gira i milioni de leori…cosa ghe sara’ sotto…)
                                                                I procuratori comunque, di solito, guadagnano in percentuale sugli ingaggi dei giocatori: se prendi in esame le cifre del Verona, dove non giocavano ne’ Messi ne’ Ronaldo, il monte stipendi e’ sceso da 26 e rotti a 23 e rotti (femo il 15%?)…i costi per i procuratori, invece, da 4,9 a 1,67 (femo…el…70%????)…de regola, non savendo ne lezar ne scrivar…secondo mi le due percentuali le dovarea esser scese piu’ o meno de pari passo…
                                                                …qundi, cosi’, a occhio e croce…qualcosa che non quadrava nell’anno priima de Bigon, su quel discorso li’…el ghe sempre sta…ma ripeto, stendiamo un pelo veloso, va la’…e guardemo avanti.

                                                                • Simone scrive:

                                                                  “Secondo la normativa FIFA richiamata, i procuratori sportivi possono ricevere incarico dai clubs o dai giocatori affinché prestino la propria attività di intermediazione al fine di concludere un contratto tra un club e un giocatore o un trasferimento tra due clubs. Laddove l’incarico sia conferito lato giocatore, il procuratore sportivo avrà diritto ad un compenso da calcolarsi sulla base dello stipendio lordo del giocatore. Qualora invece sia il club a conferire l’incarico, il procuratore sportivo sarà remunerato con il pagamento di un importo predefinito rispetto alla conclusione del contratto di lavoro con il giocatore o la conclusione del trasferimento.” Credo e temo che i procuratori si facciano pagare in alcuni casi, con relativi trucchetti, anche sulla vendita dei propri assistiti. Come dire: io ti ho aiutato, tu ci hai fatto una plusvalenza, e su quella dammi un’ulteriore percentuale. Opinione/ipotesi personale naturalmente.

                                                            • Berthold scrive:

                                                              @Gino
                                                              Grazie per le dosi di Fosforo che inietti
                                                              E’ ondamentale per la trasformazione dei macronutrienti (polemiche sterili,vittimismo,strisciatismo,complottismo,visione bifocale a seconda di come gira il vento) in energia, partecipa ai ricambi cellulari cerebrali e alla trasmissione dei messaggi di origine ormonale.

                                                            1. viniciocaposhellas scrive:

                                                              Luca,
                                                              analisi perfetta, concordo su tutto.

                                                              Pecchia mi ha taciuto! Partita straordinaria, 90 minuti intensi e giocati bene. Complimenti.
                                                              Unica nota negativa gli esterni… speriamo sia la volta buona che Jaunito rietra definitivamente!

                                                              Con il Cesena per la vittoria. Girare a 41 è da grandi!

                                                              1. Cristiano scrive:

                                                                procuratori:
                                                                quando paghi poco o nulla un giocatore, paghi poi il procuratore.

                                                                • Simone scrive:

                                                                  In realtà pure quando lo paghi molto.Raiola, per fare un esempio, dall’affare Pogna si è intascato mi pare una trentina di milioni. Ecco uno dei motivi per cui i prezzi salgono. Perché questi esseri si sono inseriti ovunque. Se vuoi portarti a casa un giocatore di un certo livello (e non intendo sempre eccelso), da loro devi passare. Ormai hanno un potere enorme. Le alternative credo siano puntare sul settore giovanile stile Atalanta (fermo restando che per vederne i risultati nel concreto ci vuole tempo, e a volte non basta manco quello – e comunque anche funzionasse, i giovani vengono avvicinati dai procuratori che ne condizionano inevitabilmente le scelte), su una rete di osservatori di prim’ordine (vedi Udinese), o su giocatori ultratrentenni che conoscono la categoria e che si spera abbiano ancora qualcosa da dare (vedi Chievo). Mi pare che Setti stia tentando la prima via.

                                                                1. hellas03 scrive:

                                                                  Pecchia che personalmente non dispiace come si e proposto con umilta, ultimamente però si sta dimostrando un po teston 2, cioè uno che vede solo il suo modulo, non capendo che ormai tutti lo hanno capito e prendono le contromisure, saper variare sarebbe il sistema migliore magari anche in conformità dell’avversario. Fin da l’inizio personalmente come allenatore da tastiera questo Verona l’avrei schierato con un 3-5-2 che piu o meno e quello che dice Fioravanti con gli effettivi presenti oggi schierato cosi: Nicolas, (tre di difesa) Pisano, Caracciolo, Bianchetti, (5 centrocampo) Romulo, Zaccagni, Fossati, Bessa, Valoti (suprayen) (2 attacco) Pazzini e Ganz. Sarebbe l’ideale e magari sapendo tornare anche a un 4-3-3 conforme l’avversario, ma ripeto purtroppo sto vedendo anche in Pecchia la testardaggine di um modulo solo. Buon Natale Gialloblu

                                                                  • Simone scrive:

                                                                    Non vedo come modulo ideale per questa squadra il 352. Pisano non è abilissimo a livello difensivo, lo è di più a spingere a lo vedo quindi in fascia. A centrocampo mancano gli esterni in questa formazione (Romulo ci sta, Valoti non lo è, semmai souprayen). Io credo piuttosto che il 433 potrà cambiare quando e se arriverà almeno un centrocampista capace di garantire filtro o dinamismo a centrocampo. Ad ora con quelle caratteristiche non ne abbiamo, e i due esterni d’attacco servono ad ovviare anche a questa mancanza, creando maggiore densità a centrocampo quando scalano. E’ il modo che secondo me ha trovato per mantenere un certo equilibrio dopo le varie batoste. Fa con quello che ha, in attesa del mercato di gennaio, variando comunque non di rado il modulo nel corso della partita.

                                                                    • hellas03 scrive:

                                                                      comunque con la rosa attuale x me (infortuni a parte) e un sistama attuabilissimo io ho elencato questa formazione ma nei tre centrali puoi inserire (Cherubin, Boldor, o Riccardi a volte bisogna aver il corraggio di provare i giovani) Pisano puo essere uno dei laterali di spinta con Romulo e suprayen, a centrocampo incontristi ce ne sono almeno 4 Fossatti, Zuculini, Zaccagni, Maresca e due che possono giocarsi il ruolo di mezzapunta (Bessa, Valoti) dopo il mio discorso e soprattutto che il mister non si fossilizzi facendo giocare sempre un 433 con a volte Bessa e Romulo alti e secondo me perdi di potenziale.

                                                                      • Simone scrive:

                                                                        Sì. Ma certi ragionamenti adesso non possono prescindere dagli infortuni (in difesa soprattutto). Poi, se ci sono giocatori che giocano poco nulla (vedi Boldor O Riccardi), è sicuramente perché Pecchia, che li vede tutti i giorni, non li reputa pronti. E lì ci dobbiamo fidare per forza. Sugli incontristi: non sono d’accordo. L’unico vero che abbiamo in rosa è Zuculini, che è infortunato e gioca poco nulla per questo da più di due anni. Fossati da questo punto di vista sta facendo bene, ma le sue caratteristiche principali sono altre (basta pensare che nasce trequartista e questo è il primo anno che gioca in questo modo), Maresca è più un giocatore di qualità ed ordine, e Zaccagni garantisce sì un certo dinamismo (ecco a mio avviso il motivo principale per cui ultimamente sta trovando sempre più spazio, al posto di Valoti), ma anche lui è più un giocatore di qualità (visto in allenamento un paio di volte, secondo me è un giocatore molto abile nell’uno contro uno, tanto che all’occorrenza non escluderei di rivederlo pure come esterno alto).

                                                                  1. Tiziano scrive:

                                                                    Quindi la colpa maggiore sul gol preso sarebbe di Siligardi che ha perso una palla a centrocampo (!) e non di Nicolas che ha fatto una sciagurata uscita fuori tempo su un attaccante in posizione defilata?

                                                                    A mio avviso Lasagna non avrebbe MAI segnato se Nicolas fosse rimasto tra i pali, nemmeno se il brasisliano fosse svenuto in quel momento.

                                                                    • Luca Fioravanti scrive:

                                                                      L’errore di Nicolas non si discute, ma se Siligardi non regala palla il Carpi non avrebbe mai segnato. Per questo dico che la responsabilità di Luca è piuttosto elevata.

                                                                      • Simone scrive:

                                                                        Nicolas non si sta rivelando un portiere capace di dare la sicurezza necessaria, e credo un pensiero su questo ruolo lo si debba fare, a gennaio o per la prossima stagione. Siligardi ha fatto l’ennesimo errore grave in uscita. Ma credo sia stato significativo anche il tentativo andato a vuoto di Bessa di fermare l’uomo che riparte. Ecco dove sta la pecca strutturale maggiore: non abbiamo gente a centrocampo capace di interdire, proprio per caratteristiche. Ed ecco perché anche Fossati una settimana fa disse che l’assenza di Zuculini è importante. Aggiungerei, opinione personale ma che credo abbia anche Pecchia, che giocare con la doppia punta (pazzini e Ganz) potrebbe essere ulteriormente deleterio proprio e principalmente per questo motivo.

                                                                    1. GINO DAL BAR scrive:

                                                                      Pecchia ha preferito far fare l’attaccante centrale a Gomez (che non è il suo ruolo) fin dalla prima di campionato (e se non ricordo male, anche dalla coppa Italia), provando, all’epoca, persino Ganz come esterno in qualche spezzone di partita…pur di non metterlo prima punta.
                                                                      Quindi mi pare evidente che Ganz c’entri poco o nulla nel tipo di gioco che adotta Pecchia.
                                                                      Ganz ha 23 anni, è giovane, arriva da un ottimo campionato di B, credo sia inevitabile (e anche giusto dal suo punto di vista) che a gennaio prenda un’altra strada (il padre poteva comunque evitarsi l’intervista da genitore arrabbiato del bimbetto che gioca nei pulcini…). Con la speranza che la società corra ai ripare prendendo qualcuno in grado e disposto a fare il secondo di Pazzini fino a giugno.
                                                                      Poi, io un po’ di fiducia nei Mister che vedono tutti i giorni i propri giocatori allenarsi, ce l’ho sempre: sono convinto che se ne valesse la pena…Pecchia avrebbe cambiato il suo sistema di gioco pur di inserirlo…(anche se poi entra in ballo un discorso di equilibri, con due punte come Pazzini e Ganz devi stravolgere il sistema di gioco per riuscire a supportarli…e per il resto della squadra…sopportarli :D :D )
                                                                      Considerando che nonostante l’ultimo mese e mezzo piuttosto travagliato, siamo ancora primi, e che Pazzini ha segnato reti 15 reti in16 partite….penso che alla fine andasse bene così e non ne valesse la pena…perciò, grazie di tutto, auguri per il futuro…(che tanto l’è anca in prestito secco…) e avanti un altro.
                                                                      …e uno che me auguro parta a gennaio…..e senza dubbio Romulo…Pecchia è obbligato a schierarlo sempre titolare…ma la sua indisponenza in campo e negli spogliatoi degli ultimi due mesi (fatalità dopo che i g’ha rinnovà el contratto…obiettivo raggiunto per lui…) da qua a fine campionato potrebbero diventare devastanti…

                                                                      • schetch scrive:

                                                                        Se par ti mejo sarea che andsse via Ganz e Romulo, con le arie che tira, vorea ben vedar cosa i fa i Nostri. Gomez sempre mezzo rotto e Troianello seconda punta…eco cosa i farà.Alternative a Gennaio non ne vedo de quel livello.
                                                                        Se Romulo el mette zizzania, cosa che penso anca mi, credo che non el sia l’unico nel panorama calcio. Pecchia el ghe l’avea da Agosto non se ne era accorto? Bisogna ciamarlo a rapporto!! come i fa en tutte le squadre quando uno l’è de sora de l’oio.
                                                                        Hellas Uber Alles.

                                                                      • Simone scrive:

                                                                        Sono d’accordo, come scritto sotto, sul discorso Ganz (e sull’intervista del padre). Evidentemente per supportare due punte con queste caratteristiche bisognerebbe stravolgere determinati equilibri tattici di squadra, che tra l’altro si stanno riprendendo. E per farlo non hai secondo me in rosa dei giocatori adatti (zuculini a parte, scommessa che al momento è andata male). Non concordo invece su Gomez, che della prima punta ha tutte le caratteristiche (abile di testa, senso tattico e vede la porta). Il suo al momento credo sia un problema fisico, che andrà a risolversi con l’anno venturo. Su Romulo: ragionamento che ci sta, anche se è un giocatore importantissimo tecnicamente per la categoria. Non farei particolari drammi qualora se ne andasse. Ma a patto che venga sostituto a dovere. E lì la vedo dura. Considerando anche che si tratta del mercato di gennaio.

                                                                        • GINO DAL BAR scrive:

                                                                          …no no, appian…Gomez non si tocca. :D
                                                                          Juanito è stato adattato prima punta in qualche partita da quando gioca a Verona, ma è uno che per carattere…el se adattarea anca a far el guardalinee…però sia con Remondina che con Mandorlini e persino con Gigggggi…ha sempre fatto l’esterno (non sta darghe bado a quel che scrive Barana…)
                                                                          L’unica parentesi della sua carriera in cui ha giocato punta, è stato a Gubbio in C1 (mi pare che nei 6 mesi precedenti a Gubbio in C2 giocasse seconda punta o esterno…ma non son sicuro…).
                                                                          Fatalità Pecchia ha allenato il Gubbio quando Gomez era appena tornato a Verona, di certo l’aveva visto giocare nell’annno precedente, e quindi lo considera più una punta centrale
                                                                          Spero che Gomez torni in forma ed ad esser decisivo da gennaio in poi….ma secondo me s puo’ esser piu’ utile da esterno (come lo ha stato nei due anni in B con Mandorlini)…ma se te vol vinzar el campionato, un vice Pazzini di ruolo, lo devi prendere.
                                                                          .

                                                                          • Simone scrive:

                                                                            Certo, Gomez può giocare in vari ruoli, è il classico giocatore che ogni allenatore vorrebbe. Ma secondo me le caratteristiche per giocare da prima punta in B le ha. Detto questo, concordo che se se ne andasse Ganz, un’altra prima punta sarebbe indispensabile. Ma con caratteristiche più simili ad un Galabinov, giusto per fare un nome.

                                                                      • GINO DAL BAR scrive:

                                                                        @Fioravanti: con la mail in minuscolo si posta. :D

                                                                      1. mir/=\ko scrive:

                                                                        ciccio2… infatti, cosa cavolo avevi capito?? io ho parlato di impossibilità di sostituire 8 giocatori. ergo: mercato non esente da cavolate fatto in estate! colpa del DS?? no, del Pastorello da Carpi!!

                                                                        1. mir/=\ko scrive:

                                                                          ora vedremo cosa combinerà il ds Fusco con la sola forza delle idee… visto che a disposizione, nel suo tacquino societario, avrà soltanto quelle e ZERO quattrini!!! speriamo nell'aiuto del Bologna. fosse per me (e non solo, a quanto sento allo stadio…) taglierei almeno 2 giocatori per reparto: Troianiello/Siligardi – Maresca/Zuculini – Cherubin/Albertazzi… e poi cercherei dei sostituti validi e fisicamente pronti con l'aggiunta di due terzini!!! ma ciò risulterebbe impossibile pure per il miglior ds su piazza a gennaio!! in pratica ci sarebbero da reperire ben 7/8 giocatori… e questo senza il becco di un quattrino!! complimenti per il mercato estivo… altro che Juventus della B… ahahaha…

                                                                          • ciccio2 scrive:

                                                                            mangiato pesante…. 8 giocatori a gennaio?! MA un po’ di realismo esiste?! A memoria una delle poche squadre che ha cambiato 7-8 giocatori a gennaio è stato il sassuolo di difrancesco/malesani, salvandosi dopo gennaio…
                                                                            Per il resto ho visto sempre un mercato di gennaio PIETOSO…. i giocatori buoni e in forma non te li danno…
                                                                            devi accontentarti degli SCONTENTI e di quelli che NON GIOCANO in altre squadre… in altre parole spesso non cambi NIENTE di una squadra…. non siamo sulla playstation…

                                                                          1. Google74 scrive:

                                                                            D'accordo su arbitro e Ganz, ma non possiamo paragonare l'errore di Siligardi (ben più gravi i continuo goal mangiati) con quello di Nicolas, follia pura con Lasagna defilato e centrali in arrivo.

                                                                            1. mir/=\ko scrive:

                                                                              ciao Gino!! buone feste "paiazzo dal bar"!!… via Ganz?? inevitabile?? giusto?? eh beh, per forza… finché i giocatori buoni li prendi in prestito con la buffonata da miserie del "riscatto e contro riscatto" (ovvero prestito secco!!!! in pratica…), a cosa serve valorizzarli e prendersi dei rischi?? miserie ….

                                                                              1. hellesso scrive:

                                                                                El teston Pecchia el ga da ringrassiar solo che el vecio Pazzini el ne tien a galla perchè con el monomudulo ormai semo diventè troppo prevedibili.
                                                                                Senza de lu saressimo ultimi in classifica. Molto meio Ganz (uno di noi).

                                                                                1. Terenzio scrive:

                                                                                  Ci sono palloni con la squadra in uscita che non si possono perdere. La leggerezza e il pressapochismo con cui siligardi affronta questo tipo di situazioni, non nuovo a disastri di questo tipo, fanno capire che la sua intelligenza calcistica e' molto limitata. Si può perdonare uno se i suoi piedi non riescono a mettere in pratica cio' che gli suggerisce il cervello; ma se e' il cervello che non funziona, direi che due anni di cure senza risultati apprezzabili possono bastare. Siligardi fora dai ovi

                                                                                  1. Mariino scrive:

                                                                                    Buon Natale Luca.Mah qui c’e’ qualcosa di strano.Credo piu’ a qualcosa che riguarda una volonta’ del calciatore di andarsene gia’ a Gennaio a una squadra che lo ha cercato attraverso la societa’ di appartenenza .Basta promettrere di farlo giocare di piu’ e qualche euro in plusvalenza e il gioco e’ fatto.

                                                                                    • Bruno scrive:

                                                                                      Buon Natale.
                                                                                      E’ la Juve che decide dove andrà a giocare Ganz a gennaio.
                                                                                      Condivido la perfetta analisi di Fioravanti, il cambio di modulo di attacco sarebbe l’ideale e la potenza di fuoco davanti aumenterebbe notevolmente. Se Ganz non gioca nemmeno con il Cesena al fianco di Pazzini allora è sicuro che parte a gennaio.
                                                                                      Io lascerei sempre fuori Siligardi che aspettiamo da due anni ormai e che si è capito che nulla può dare di più di questo. Bessa dietro le due punte, questo ragazzo deve giocare sempre anche se fa fatica nelle partite fisiche.
                                                                                      Buona la battuta sull’arbitro, eh eh!

                                                                                    1. 7748 scrive:

                                                                                      Voler fare il 4-3-3 a costo di mettere sugli esterni Romulo e Bessa e sacrificarli facendoli giocare fuori ruolo è un delitto. lmeno con il Cesena vorrei vedere un bel 4-4-2 con Ganz e Pazzini davanti e Bessa subito dietro.
                                                                                      Cosa che si sarebbe potuto fare anche a Carpi, almeno negli ultimi 20 minuti.

                                                                                      • Maxx scrive:

                                                                                        Bessa (e non solo lui) era parecchio stanco e non faceva più molto filtro; si sarebbe dovuto sbilanciare un po’ troppo la squadra. Il modulo che hai detto, però, gradiremmo vederlo tutti.

                                                                                    Lascia un Commento

                                                                                    *