25
feb 2017
CATEGORIA

Hellas Verona

COMMENTI 83 Commenti
VISUALIZZAZIONI

7.405

PECCHIA SOTTO ESAME

E’ arrivato il momento di analizzare il lavoro di Pecchia. Avrei preferito rinviare la discussione a fine campionato (il tema potrà essere ripreso) ma dopo quello che ho visto a Frosinone mi sembra giusto parlare anche delle scelte dell’allenatore e di come ha presentato il suo Verona nella partita (ad oggi) più importante del campionato. Modulo rivoluzionato, Fares (mancino puro) a destra, Cappelluzzo titolare insieme a Pazzini, Ganz ancora in panca. Scelte che prima del fischio d’inizio non mi avevano per nulla convinto. E infatti il Verona ha fatto una fatica tremenda a reggere l’urto della capolista, il Frosinone. Fares era spaesato, i meccanismi sembravano inceppati, la squadra in confusione.

Nel secondo tempo Pecchia ha cambiato modulo, capendo l’errore iniziale. Ma regalare un tempo ad un avversario così è da pazzi, soprattutto in una situazione critica come quella gialloblù, con la vittoria in trasferta che manca da una vita e il gol che non arriva da un bel po’. L’Hellas è stato preso a pallate per un tempo. Quando ho visto il Frosinone sbagliare almeno tre limpidissime occasioni, mi sono aggrappato alla “legge del calcio”. Gol sbagliato, gol subìto. Speranza vana. Nel secondo tempo il Verona ha mostrato discreti segnali di reazione, senza riuscire a pareggiare. Pecchia è ancora alla ricerca della squadra perduta. Ha lasciato fuori alcuni suoi vecchi pallini, ha cambiato uomini e modulo, non ha ottenuto i risultati sperati e al microfono ha cercato di apparire sicuro, fiducioso, tranquillo. Indicazioni purtroppo poco incoraggianti. A questo punto del campionato, se vuoi conquistare uno dei primi due posti, dovresti essere già lanciato e non alla ricerca del giusto assetto e della formazione più affidabile.

Il tempo per recuperare non manca, Pecchia ha avuto il coraggio di cambiare, ma il campo non gli ha dato ragione. E’ riuscito ad ottenere il massimo dai giocatori a disposizione? Io credo di no. Avrebbe potuto fare meglio se la società avesse agito diversamente sul mercato? Probabilmente sì. Ma come è successo con alcuni suoi colleghi passati da queste parti, è lui ad aver avallato questo mercato, ribadendo che la squadra è forte, in crescita e in grado di vincere per tornare in A. E se le cose non vanno bene, il primo ad essere messo sotto esame è (giustamente) l’allenatore.

7.405 VISUALIZZAZIONI

83 risposte a “PECCHIA SOTTO ESAME”

Invia commento
  1. superciukko scrive:

    Della partita di ieri sera è rimasta impressa anche a me quel senso di paura di sbagliare e la conseguente mancanza di propensione a saltare l’uomo. Nel tennis si chiamerebbe “braccino”; non credo esista un termine simile nel calcio.
    L’altra cosa che mi è rimasta impressa è il fatto che ogni uomo che usciva per la sostituzione ha dato abbracci molto forti all’allenatore, non avevo mai visto tanto “calore” intorno all’allenatore. Anche alla fine si sono abbracciati tutti, non le solite pacche sulle spalle.
    Questo è segno che i giocatori sono stretti intorno all’allenatore e fanno fronte comune.
    Un bel segnale che mi fa ben sperare, che spero porti a quei risultati che sono l’unica medicina per far passare la paura.
    Con tante grazie a chi lancia il sasso della contestazione e poi tira via la mano inveendo contro i (conseguenti) fischi preventivi di una parte della tifoseria.

    • bardamu ( ex lucab ) scrive:

      Anche a me nono sono piaciuti i fischi preventivi, ma meglio quelli dei fischi o mugugni durante la partita come con la spal. Per fortuna, invece, ieri durante la partita ho sentito solo sostegno da tutti i settori ( da quei pochi che c’erano in ogni settore… ).

    1. bardamu ( ex lucab ) scrive:

      Quanta negatività… Come buttava la serata l’ho capito appena arrivato in piazzale Olimpia: poche auto, poca gente in giro. All’ingresso del cancello ovest solo gli stewart ( mai successo nemmeno in lega pro ).
      Per pensare a un Bentegodi così desolatamente vuoto devo tornare con la memoria agli anni tristi del pre-Bagnoli, quelli di Capuzzo e D’Ottavio per capirsi, quando in curva ci si poteva sdraiare sui gradoni senza seggiolini.
      Temo che il primo anno di A abbia fatto più male che bene all’ambiente. Qualcuno ha pensato che si potesse tornare ai fasti degli anni ’80.
      Che la contestazione ci stesse l’ho già scritto, magari meno vibrante visto che l’anno scorso non si era ritenuto di far nulla e ce ne sarebbe stato, invece, ben più motivo. Ma abbandonare lo stadio mi sembra eccessivo.
      Poi, durante la partita, l’atteggiamento del pubblico è stato giustissimo, con applausi meritati a Franco Zuculini e Pazzini e il solito sostegno ai colori. Ma da questo punto di vista non nutrivo dubbi.
      Della partita non mi va di parlare. Aspettiamo bressa per capire se il brodino caldo di ieri sia stato corroborante o meno.

      1. fenomeno scrive:

        Io confido nell’imponderabile nel calcio che sovverte le certezze nel giro di poco tempo…una squadra brutta ed impaurita come ieri sera l’ho vista poche volte però a volte basta una vittoria, un po’ di morale per cambiare registro…mi auguro avvenga questo e che d’incanto si ritorni quelli di pochi mesi fa…a volte succede, spiegazioni logiche a questa metamorfosi non riescono proprio a trovarne…

        1. viniciocaposhellas scrive:

          Siamo Pazzini-dipendenti.
          Gioco di Pecchia inutile e stressante.

          • fregghy scrive:

            Concordo, continuando così per me non andiamo da nessuna parte perché non variano mai lo spartito e tutte hanno preso le contromisure…In questo periodo di magra Pecchia doveva inventarsi qualcosa di nuovo ma a quanto pare prosegue per la sua strada…

          1. maxrugo scrive:

            Per Enrico: Del neri ha fatto i punti quando non servivano piu’ ma lasciamo stare.
            Per maxhellas: il Verona gioca sempre nello stesso modo, ma come dicevo lo scorso anno, il modulo in se non ti da la vittoria e non ti fa perdere, ma la differenza la fanno la qualita’ dei giocatori e la qualita’ delle loro prestazioni.
            A Carpi avresti vinto se Nicolas non fosse uscito o se Romulo avesse messo dentro il tiro al 92 e sono sicuro che tutti avremmo fatto i complimenti.
            A Frosinone la prima palla gol l’abbiamo avuta noi nonostante tutto, poi e’ stato dato un rigore molto generoso e ci siamo dovuti scoprire.
            Col Bari abbiamo vinto, bene anzi no solo cul0, con la Spal potevamo perdere ma potevamo anche vincere, col Benevento non so che partita hai visto ma per me meritavano noi.
            A La Spezia siamo andati sotto e siamo tornati in vantaggio con due autogol per poi chiudere la partita solo nel finale, ma in quel caso tutti ad osannare il mister perche avevamo vinto.
            A frosinone se la prima palla gol va dentro o il tiro di Bessa non esce di due centimetri si pareggia o addirittura si poteva fare bottino pieno.
            Insomma il calcio non e’ matematica, ci sono episodi che fanno girare una partita e partite che fanno girare una stagione, quindi DATEVI UNA CALMATA il Verona lottera’ per i primi due posti fino alla fine del campionato e questo era quello che si chiedeva alla societa’ e non di andare in A con tre mesi di anticipo.

            • enrico scrive:

              scusa ma non ha fatto neppure l’intero girone di ritorno che cavolaccio dici…. cioè se siamo qui a discutere che con delneri finalmente il verona giocava e faceva qualche punto allora meglio parlare del sesso degli angeli e capisco come mai ci meritiamo un presidente del genere obbiettivita’ zero.. solo cieco e inutile supporto senza cognizione di quanto c’è in campo e in panchina .
              bho… viva CANTARE CANTARE

              • fenomeno scrive:

                Del Neri è arrivato alla quindicesima giornata….

              • Simone scrive:

                Enrico, analizzare la stagione scorsa ad ora ha senso zero. Che Delneri sia un buon allenatore credo pochi lo possano mettere in dubbio, e lo sa anche Setti. Ma se la situazione di partenza già era piuttosto grave, a dicembre non si vincono delle partite anche per via di una certa sfiga (ne avremmo meritati molti più di punti oggettivamente, vero), e a dicembre/gennaio fai partire Marquez, Rafael, Sala, Hallfredsson – più Zaccagni e Valoti ma vabbé – e fai arrivare in prestito secco giocatori che non sono mai stati titolari ad eccezione di Marrone (che faceva panchina a Carpi) per un tot, e se aggiungi che da gennaio non sono più arrivati gli stipendi, ha voglia a fare analisi tecniche. L’unica cosa importante ora è vincere stasera. E fare il maggior numero di punti possibile nelle prossime sei partite.

            • Maxhellas scrive:

              Per la calmata, quella ci hanno pensato i Setti-mercati degli ultimi 3 anni a darmela. Quindi sono molto calmo.
              Per il gioco espresso, resto della mia opinione (che è solo mia e non vuole essere migliore o più ferrata della tua e della altre qui espresse): il “bel gioco” (non parlo dei risultati) l’abbiamo visto per 13 partite. Poi il buio, improvvisamente e senza più risvegli. Un cambio così repentino mi preoccupa. Nel senso che tende a confermare i miei timori sulla tenuta della società. Timori che già l’anno scorso hanno avuto solida conferma purtroppo. Spero tanto di sbagliarmi. e comunque stasera sarò li, come sempre, a voce alta, ma con enormi dubbi.
              Ciao.

              • maxrugo scrive:

                L’Atalanta nel mercato estivo 2016 ha comprato i seguenti giocatori
                Kessie (c, Cesena, FP),
                Suagher (d, Carpi, FP),
                Caldara (d, Cesena, FP), gia venduto alla Juve
                Paloschi (a, Swansea),
                Spinazzola (c, Perugia via Juventus),
                Petagna (a, Milan via Ascoli),
                Zukanovic (d, Roma),
                Cabezas (a, Independiente del Valle),
                Vidovsek (p, Dravograd),
                Konko (d, Lazio),
                Grassi (c, Napoli),
                Berisha (p, Lazio),
                Pesic (a, Tolosa)

                e venduto questi
                Paletta (d, Milan, FP),
                Bellini (d, fine carriera),
                Borriello (a, Cagliari, SV.),
                Diamanti (a, Palermo),
                Cherubin (d, Bologna, FP),
                Gakpé (a, Genoa, FP),
                De Roon (c, Middlesbrough),
                Radunovic (p, Avellino),
                Cigarini (c, Sampdoria),
                Monachello (a, Bari),
                Djimsiti (d, Avellino),
                Brivio (d, Genoa)

                A gennaio
                Acquisti: Gollini (p, Aston Villa), Cristante (c, Pescara), F.Rossi (p, Teramo rp), Mounier (a, Atalanta), Hateboer (d, Groningen)
                Cessioni: Stendardo (d, Pescara), Pinilla (a, Genoa), Gagliardini (c, Inter), Sportiello (p, Fiorentina), D.Bassi (p, svincolato), Suagher (d, Bari), Carmona (c, svincolato)

                cosa avresti detto se gli stessi giocatori li avesse comprati/venduti il Verona?
                Percassi vuole rovinare l’atalanta?

                • Simone scrive:

                  Sì, ma occhio, l’Atalanta ha un settore giovanile (che non è solo la primavera) su cui spende da decenni cifre che noi ci sogniamo. Per poter puntare a quello, cosa che immagino voglia fare Setti, ci vorranno anni e investimenti veri. Ma ci vorrà tempo. E culo, perché non è che ogni anno può andar bene come quest’anno all’Atalanta. Sta di fatto che dal 1990 si è fatta 21 anni di serie A. Noi 8.

                  • el Santo scrive:

                    Simone, sinceramente, Setti non farà nulla per il futuro del Verona!
                    Aspetta una buona occasione, avrà il suo profit, niente di scandaloso, et adieu et bonne chance.

                  • Simone scrive:

                    Chiaro che sui giocatori della primavera non ci puoi puntare mai interamente per giocare una A dignitosa, e probabilmente neanche una B. E che li devi mettere in un contesto di squadra costruita in una certa maniera (acquisti importanti ma anche e soprattutto intuizioni importanti, fondamentali per una squadra di dimensioni medio piccole). Ma in questa Atalanta ci sono 7 giocatori provenienti dalle giovanili (dopo, ripeto, l’è l’anno bon, chiaro; altro esempio è la grande Ajax degli anni ’90, mica sempre ti può andare di lusso a certi livelli). Non sono pochi.

                  • enrico scrive:

                    non punta nessuno sui giocatori della primavera… NESSUINO stara’ investendo per carita’ ma non ce né uno che sia diventato un campione… che giochi titolare fisso ,che faccia la differenza me sa tanto di giri de schei e de poche cifre che gravitano attorno all’eccellente settore giovanile dell’atalanta… aspetta ma alla finale di viareggio gheravamo noi giusto no lori x fare un esempio he…. è tanto acclamato famoso il settore dell’atalanta ma a parte tanti giovani in giro per vincere uno scudetto me par che i vaga tutti a tor esteri che paragonati ai nostri giovani possono giocare in a i nostri son tutti in lega pro massimo in B (panchina) giusto? il settore giovanili e le primavere sono salvo rarissimi giocatori che escono con il contagoccie quasi inutili si tengono su ed è un bene ma non si investe veramente perché non da frutti… meglio sempre prendere giocatori gia pronti e innestarli giusto per.. nelle varie primavere.. la juove li prende gia belli che pronti di solito li tiene poco se vanno bene x la prima squadraa passano subito seno via andare…..

              • Jordan scrive:

                Io xono convinto che non è il verona che è calato ma gli altri che sono cresciuti e rinforzati. All’inizio il nome Hellas incuteva timore e nessuno sapeva come giocavi da quando abbiamo preso i 4 gol con il novara tutti hanno capito che aggredendoci sulla corsa ci avrebbero fermati e da li non c’è stata più storia. Adesso per cambiare registro bisogna cambiare allenatore con uno che da nuovi stimoli e rimette in gioco tutti titolari e non.

            • Andrea scrive:

              Quoto anche le virgole.

              Assurda una contestazione simile quando sei quarto e nei play off e a due punti dalla promozione diretta, con un calendario più agevole perché comunque le prime tre le hai già incontrate.

              Assurdo.

            • Bruno scrive:

              Sì va bene, ma se gli episodi ti sono sfavorevoli da dieci partite qualche domanda te la devi pur fare.
              Se Dionisi non era quello scarso che è, finiva 3 a 0 se la vuoi mettere sugli episodi.
              Latina, avellino vicenza cittadella, hai detto niente … praticamente 4 partite regalate, il Verona se lo può permettere?
              Io le uova non le avrei tirate, su questo siamo d’accordo. Uno striscione ironico farebbe molto più male al presidente.

            1. viniciocaposhellas scrive:

              E intanto l’allenatore che doveva esserci all’Hellas ieri ha fatto un cambio al 90 e l’ha azzeccato!
              El solito cul de Mandorlini…..

              1. maxrugo scrive:

                Ultima cosa: se si voleva manifestare il proprio dissenso a giocatori e societa’ per il momento difficile e siccome il “tifo” per la squadra e’ il nostro vanto, allora quello si doveva far mancar per almeno 15 minuti o un tempo, la prossima partita.
                Sarebbe stato piu’ civile e dignitoso, ci fregiamo tanto del fatto di essere migliori delle altre tifoserie ma i comportamenti non fanno altro che qualificarci come una qualsiasi tifoseria del meridione. A quando le macchine dei giocatori incendiate?

                1. MaxP scrive:

                  Mirko…se vedo che te ste gongolando…presente in tutti i blog!! ;-)

                  1. mir/=\ko scrive:

                    volevo dire Binti….

                    1. mir/=\ko scrive:

                      chissà se Maurizio Setti sarà allo stadio domani sera!! sono proprio curioso di capire se vorrà correre il rischio di doversi confrontare "civilmente" con la piazza!! da quando è a Verona, non è mai stato contestato. anche se non posso assolutamente immaginare un hellas che pareggia o peggio esce sconfitto dal Vinti con la Ternana… quindi stai tranquillo Maurizio… "STAI SERENO"!

                      1. maxrugo scrive:

                        Bene ieri abbiamo assistito alla teronada del giorno.
                        Adesso me domando: la situazione è risolta? I problemi della squadra svaniranno per effetto di qualche insulto e del lancio di uova, o adesso semo dei tifosi più fighi perché emo fato sta teronada? Boh!?

                        • Maxhellas scrive:

                          Cosa proponi?
                          Un esposto in Procura?
                          Una lettera aperta al giornale?
                          Dibattito in Gran Guardia sul tema “Da Carpi a Verona: che fare?”
                          Processione col Vescovo per chiedere l’intercessione a qualche santo protettore dei magliai?
                          Una garbata lettera protesta in stile Troisi-Benigni in “Non ci resta che piangere”?
                          Dai, fuori qualche idea, proponi, illuminaci.

                          • maxrugo scrive:

                            La proposta e’ semplice, il Verona ha giocato male 3/4 partite quest’anno (Vicenza Latina Avellino Cittadella). A Frosinone ci sono stati errori dei giocatori e del mister e non abbiamo giocato benissimo, specie nel primo tempo, ma un pareggio lo potevamo portare a casa senza che ci fosse nessun scandalo. Con spal e benevento la prestazione c’e’ stata, almeno a parer mio, sempre che non giudichiamo la partita solo dal risultato.
                            Quindi adesso la situazione e’ critica ma non c’e’ niente di perduto o compromesso, domani abbiamo una partita in cui possiamo vincere solo facendo una prestazione pari a quella che abbiamo fatto con Benevento e spal.
                            Quindi tirare le uova ad una squadra che e’ in piena corsa promozione e con tutte le possibilita’ ancora intatte di centrarla, non mi pare una scelta azzeccatissima, perche’, se qulcuno di voi qui ha giocato a calcio, sa benissimo che queste manifestazioni non creano certo le premesse ideali per migliorare le prestazioni dei giocatori, anzi, questi giocheranno con piu’ paura e timore di sbagliare.
                            Pertanto queste “contestazioni” sono fatte sopratutto per legittimarre il proprio essere tifosi ma non sono e non saranno mai di “aiuto” al miglioramento del rendimento della squadra.
                            Con l’aggravante che gli stessi che tirano uova oggi domani magari vanno a festeggare la promozione con i giocatori. Ipocrisia allo stato puro.
                            I giudizi si danno alla fine.

                            • Maxhellas scrive:

                              O gli stessi che hanno festeggiato 2 promozioni per poi gioire e infierire 2 anni dopo….
                              Il Verona quest’anno ha giocato bene per 12 giornate. Poi il nulla, al di là dei risultati. Il Benevento in casa ci ha surclassati ed abbiamo pareggiato alla fine (meno male). Col Frosinone se il 1° tempo si chiudeva sul 3-1 per loro non c’era nulla da dire. Con la Spal in casa ci è andata molto bene. A Latina e ad Avellino prestazioni imbarazzanti, tipo molte dell’anno scorso come impegno. Col Perugia partita mediocre. Col Vicenza lasciamo perdere… Per non parlare dell’assenza dal campo con Novara e Cittadella. Col Bari vinto in zona Cesarini. A Carpi calcio champagne (gh’è da dir).
                              Praticamente 2 squadre diverse quelle viste fino alla 13a e quelle dalla 14a giornata ad oggi. Inspiegabile.
                              E siccome nessuno lo spiega e giocatori, allenatore e DS continuano a blaterare frasette precotte, alla fine la gente si rompe le balle di farsi prendere per il culo.
                              Quindi ben vengano le uova, magari anche a Setti la prossima volta.
                              Che a sta gente qua no ghe dovemo un ostrega, par quel che i ha fato. I’è altri che i n’ha riportadi su qualche anno fa. Gente che a Verona l’ha lassà qualcosa. I vari Ferrari, Maietta, Rafael, Moras, Ceccarelli, Abbate, Hallfredsson e via dicendo.

                            • Jordan scrive:

                              Giustissimo contestare ma più che tirare uova alla squadra sarebbe meglio che i capi tifo ( sempre che esistano ancora) chiedano un faccia a faccia con il Presidente e che si chiarisca una volta per tutte che intenzioni ha la società ma no in trasmissioni TV in sede faccia a faccia.

                              • Maxx scrive:

                                Maxrugo, se la volontà che esprimi è la stessa che ha il presidente, che cos’ha Setti da temere?

                              • Maxx scrive:

                                Sarei stato MOOOOOOOLTO più d’accordo con questa soluzione.

                              • maxrugo scrive:

                                Ripeto non c’e’ niente da chiarire, la societa’ ha detto che vuole andare in A, ha costruito una squadra che ce la puo fare senza essere una squdra schiacciasassi, siamo noi tifosi che ci siamo illusi che a marzo saremmo stati gia’ in A.

                          • bardamu scrive:

                            Contestare è giustissimo. Pochi tifosi ne hanno più diritto di noi che durante la partita sosteniamo a pieni polmoni la squadra. Da troppi anni ci si disinteressava del comportamento dei giocatori e il motto era “di questa partita non ce ne frega un c…”.
                            Certo che non c’è proporzione tra quello che si sarebbero meritati i nostri “eroi” l’anno scorso, in tempi precoci, quando forse si sarebbe potuto ancora fare qualcosa per rimediare al disastro, e quello che è stato fatto ieri.
                            Per quanto riguarda Pecchia poi, mi spiace, perchè all’inizio ci ha fatto divertire e vincere, ma sono troppe partite che è in palese confusione. Non c’è più tempo. La partita di Frosinone era l’ultimo appello. Va cambiato subito.
                            Sulla società che dire? Lì siamo impotenti. Non possiamo convincere facoltosi simpatizzanti del Verona a prenderlo in mano. Possiamo solo assistere agli avvicendamenti e formarci una vaga idea su quello che accade veramente nelle segrete stanze.
                            L’ultima volta che siamo intervenuti pesantemente per far mollare la società ad una famiglia veronese mal ce ne incolse.
                            Certo non ci si può chiedere di amare Setti. Nè mi pare che lui ci tenga particolarmente.
                            Questo per ora abbiamo, e speriamo di non doverlo pure rimpiangere in futuro.

                            • maxrugo scrive:

                              Iil fatto di tifare a piani polmoni NON TI DA’ PROPRIO NESSUN DIRITTO.
                              Solo perche’ nel’immaginario collettivo il Verona dopo 3 mesi di campionato sembrava poter andare in A senza fatica non significa che la cosa fosse scontata.
                              La squadra e’ stata costruita per giocarsela per la prozione, questo sta facendo, tra alti e bassi che hanno avuto tutte le squadre PUNTO.
                              L’anno scorso si contestava Mandorlini dicendo che ormai avevano capito come giocavamo che non aveva alternative che era un testone, quest’anno di Pecchia si dicono le stesse cose, non e’ forse che magari siamo noi tifosi che poco ci capiamo e alla fine se si vince si gioca bene e se non si vince si gioca male?
                              Mandiamo via Pecchia magari chiamamiamo un DelNeri… fantastico risoti i problemi.
                              L’anno scorso io avrei tenuto Mandorlini quest’anno e’ giusto continuare con Pecchia.
                              Il Verona non e’ una squdra schiacciasassi ma si puo’ giocare la seria A fino alla fine e questo e’ la sola cosa che CI E’ DOVUTA.

                              • Simone scrive:

                                Enrico, Delneri era probabilmente la prima scelta di Setti per questa stagione (a torto o a ragione, ora non mi interessa questo punto), ma Delneri non se l’è sentita. E sinceramente data la sua carriera, la sua età e la possibilità di essere richiamato da una panchina di serie A (l’Udinese è stata la seconda squadra in A ad aver cambiato allenatore, dopo soli due mesi), unita al fatto che comunque veniva da una retrocessione brutta sotto molti punti di vista (anche societari, inutile nasconderlo) ed al fatto che il progetto societario era chiaro (“Non ho l’obbligo di vincere: ho l’obbligo di dare continuità” – tradotto, il risultato più importante è mantenere sana la società), lo capisco. Inutile rivangare il passato, le decisioni sono state prese e c’è stato un perché. Ora c’è un presente da valutare e rilanciare. La società ha deciso di non intervenire a gennaio in maniera importante come altre, ora la società deve fare come sempre le sue scelte.

                              • Maxx scrive:

                                Enrico, prima di dire agli altri che scrivono cagate sarebbe il caso che non le scrivessi tu.
                                Delneri ha fatto 22 punti in 24 partite, media 0,917, che proiettato sulle 38 partite non arriva ai 35 punti. L’Udinese si è salvata con 39.

                                C’è da dire che la squadra era psicologicamente, moralmente e fisicamente a terra ed aveva un gioco molto scolastico, risollevarla sarebbe stata un’impresa. Ma Delneri NON era in media salvezza.

                              • enrico scrive:

                                scusa se l’anno scorso chiamavi delneri subito senza attendere oltre mezzo campionato ti salvavi… e chiaro che l’interesse non c’era di salvarsi ok?? delneri era in piena media punti salvezza non diciamo cagate perfavore. mandorlini a fatto fare un gioco orrendo alla squadra e per di più ha fatto intendere che se falliva lui doveva fallire tutto il verona (pensa te che modesto che era) ora o cambi o fai esattamente come l’anno scorso cioè (figura di m) io son stufo non ci perdo neppure tempo ad incazzarmi qualcosa non mi torna ed è sempre più chiaro… farsi prendere pero’ in giro fa abbastanza fastidio la squadra fa abbastanza schifo è senza carattere l’allenatore è mollo e il presidente se ne infischia altamente… quindi x me l’hellas el pol andar in mona stano e vao in mona piase mi…. DB
                                Seno vengo io a fare l’allenatore ho fatto 3 ore di corso allenatori e giocherei con il 4-4-2 e metto i giocatori nei loro ruoli fideve..

                            • Maxx scrive:

                              Bravo Luca. Deciso ma allo stesso tempo pacato.
                              Vorrei aggiungere una cosetta: mi è stato chiesto cosa ne pensassi della contestazione di ieri. Rispondo qui.
                              Quelli che sono andati ne avevano tutto il diritto, purché siano quelli che NON hanno gioito quando le cose, con lo stesso allenatore, lo stesso presidente e gli stessi giocatori, andavano bene.
                              Io ero uno di quelli.
                              Cambiare idea è sinonimo di mettersi in discussione. Io sto cambiando idea su un gioco che in tutta sincerità mi piaceva e ed un team che ho avvallato, quindi/ma per coerenza, non ho né voglia né diritto di contestare.
                              E’ cambiato qualcosa ed è palese. Non so se sia stata la cose gusta da fare tirar uova a chi, anche sabato, l’impegno (pur con confusione) ce l’ha messo.

                        1. Bepi scrive:

                          le ultime 14 partite giocate sono un esame più che sufficiente per decretare la bocciatura dell’allenatore pecchia a Verona

                          1. london scrive:

                            Pecchia è semplicemente inesperto. L'errore è stato fatto da chi ha deciso di mettere un allenatore inesperto e che doveva fare gavetta in una squadra che doveva vincere il campionato. Un allenatore esperto, a differenza di uno giovane che magari ha anche buone idee, gestisce meglio certe situazioni sia di campo che di spogliatoio proprio grazie all'esperienza.
                            Anche il segnale che dai fin dall'inizio,mettendo un allenatore alle prime esperienze non dai l'idea di volere amazzare il campionato.

                            • NIKE scrive:

                              l’anno scorso Juric del Crotone era esordiente ed è andato in A

                              • london scrive:

                                A parte che juric l’anno prima aveva allenato il mantova..ma appunto un esordiente deve partitre da squadre senza ambizioni, poi se fa bene meglio per lui, ma no su una squadra che deve essere l’ammazza campionato e con in rosa giocatori che per età e carriera fai fatica a gestire.
                                Vedi i vari gattuso e f.inzaghi che si sono scottati in A sono ripartiti da lega pro o B senza pretese.

                                • Simone scrive:

                                  Nicolas bianchetti souprayen caracciolo boldor zaccagni valoti bessa luppi fares siligardi gomez (quello inutile da tutta la scorsa stagione) bruno Zuculini. Rosa ammazza campionato? Ammazza…

                                  • viniciocaposhellas scrive:

                                    L’esonero di Pecchia è fuori dai miei pensieri (benchè necessario) soprattutto perchè essendo una scommessa di Setti e conoscendone il suo egocentrismo, non lo farà mai! Da uomo di non-calcio , ha sbagliato la scelta principale , l’allentaore! Cosa se vi ricordate che Fusco rimarcò durante la sua prima conferenza stampa.
                                    Quello che mi chiedo è perchè uomini di calcio come Mazzola e Toni , non vengano interpellati per scelte sportive.

                                  • viniciocaposhellas scrive:

                                    Penso piuttosto ad una crisi mistica dell’allenatore, premesso che dell’ultima partita non ho visto niente , sentita la formazione 352 con Fares a dx , Cappelluzzo titolare, ho pensato bye bye Pecchia.

                                  • viniciocaposhellas scrive:

                                    Oggi un centrocampo con: ì 2 Zuculini , Fossati, Romulo, Zaccagni. e un attacco con Fares, Bessa, Ganz, Pazzini . Non li trovi in nessuna squadra di B. Quindi non nascondiamoci dietro l’alibi squadra non adeguata.
                                    Solo la difesa piange , soprattutto a sx.

                            1. Lona scrive:

                              Quindi cosa proponi per cambiare la situazione.?

                              1. mir/=\ko scrive:

                                State cadendo ancora nel solito errore… quello di considerare il Verona "l'ammazza campionato della situazione"!! cavolate!! un grosso errore di valutazione!! Pecchia non è in confusione; Pecchia ha in mano una accozzaglia di scarti. tutto qui!! il campionato scorso ha sancito la disarmante pochezza qualitativa di molti degli interpreti tutt'ora in rosa. e siamo finiti dietro Frosinone e Carpi quasi senza lottare e perdendo la faccia!! cosa vi aspettavate in B, miracoli??? oltretutto con un presidente pastorelliano, con un mister emergente e con un mercato miserabile?? una serie di fortunate circostanze e i molti demeriti delle concorrenti hanno permesso al Verona di disputare una buona prima parte di campionato, illudendo tutti di poter essere davvero la big della competizione. i veri valori stanno venendo a galla!! tutto qui….

                                1. stefano scrive:

                                  Ma Luca, pensi davvero che si possano fare analisi tecniche? Io penso che avesse ragione De Laurentiis quando diceva che senza i soldi del paracadute eravamo già falliti. Siete voi i giornalisti, indagate. Questo carpigiano vuole solo gli altri 15 milioni. Il mercato della prossima stagione sarà solo in uscita e resteranno solo macerie in stile Pastorello. Non ci possiamo fare niente, tranne evitare di passare proprio da creduloni.
                                  Agata Christie sosteneva che 3 indizi fanno una prova: primo indizio, un allenatore inesperto, secondo indizio, un mercato di gennaio inesistente, terzo indizio 1 punto nelle ultime 6 trasferte. DI cosa vogliamo parlare?

                                  • ciccio2 scrive:

                                    si bravo… stefano…(bravo si fa per dire….4 in matematica) …vuole i 15 milioni rinunciando ai 35 della A …. ma che film hai visto? masochism-man? dai…. se dobbiamo criticare facciamolo ma non tiriamo fuori cose senza senso….

                                  • Luca Fioravanti scrive:

                                    Credo non sia giusto scrivere come se il Verona stesse scivolando in Lega Pro. Il momento è difficile, le critiche alla società ci stanno, ma se una squadra dimostra una superiorità schiacciante nella prima parte della stagione e poi tante difficoltà ad andare in gol e a concretizzare, si può analizzare anche il campo, le scelte di Pecchia, il carattere del gruppo e tante altre cose.

                                  1. Marco scrive:

                                    Ora è in po' troppo facile mettere in discussione l allenatore, il crollo di risultati è così evidente che x forza il mister ne è responsabile, almeno in parte, non avere un modulo base ed una formazione pseudo standard è segno di grande confusione, dettata probabilmente dalla rosa a disposizione, certo che non si è mai vista una crescita in questi mesi, nel gioco, negli schemi, nel fasi di attacco o difesa

                                    • pennabianca scrive:

                                      Credo che Pecchia, la fiducia che gli è stata data fin’ora, se la sia guadagnata con una prima parte di campionato magistrale.

                                    1. AK 47 scrive:

                                      GRANDI BUTEI ERA ORA. AVANTI CON LE UOVA. Martedì SERA UOVA MARCE AL CARPIGIANO
                                      AK 47

                                      1. Cristiano scrive:

                                        io sono un tifoso, non un tecnico.
                                        ragiono di pancia.
                                        ma ascoltando i tecnici, è ormai abbastanza comune la critica che vede pecchia in confusione, la squadra non sa cosa fare, le scelte sono confuse.
                                        urge il cambio tecnico.
                                        anche una soluzione interna se si vuole spendere poco.

                                        1. Mychael scrive:

                                          Caro Gianluca, mettere in discussione Pecchia è lecito da parte tua, farlo dopo una gara tosta giocata in casa della capolista e persa (anche ma non solo) per l’ennesimo rigore negato (arbitro lince sul tocco di Rómulo quanto Mister Magoo sul fallo di mano in scivolata del difensore frosinate). Il Frosinone ha avuto tre limpidissime palle gol, il Verona? Pure (a meno che le parate nell’uno contro uno di Bardi su Bessa nel primo tempo e Zuculini nel finale a cui aggiungo il rasoterra di Bessa che ha lambito il palo, per te non siano nulla). Primo tempo della squadra laziale, secondo del Verona (o hai visto un’altra partita?). Abbiamo fuori per infortunio Pisano e Fossati, in campo Rómulo mascherato, e un paio di riserve che purtroppo non valgono i titolari (Ferrari, Capelluzzo, Fares). Si certo poteva giocare da subito con Luppi e non Fares ma a parte questo che avresti fatto tu? Bessa regista? Purtroppo Zuculini jr non fa la differenza ed è lentissimo. Ganz, Gomez, fuori forma, Siligardi e Bianchetti bocciati. Il Frosinone a Gennaio ha rinforzato la difesa e non prende gol da 5 giornate… se devi mettere in discussione qualcuno, questo qualcuno si chiama solo ed esclusivamente “Settorello”. Io ci credo soprattutto dopo oggi e se Pecchia capirà che “do ponte is mel che uàn”.

                                          • Jordan scrive:

                                            Via Pecchia troppo inesperto anche per la lega pro.

                                          • Luca Fioravanti scrive:

                                            Tu ricordi i vari episodi, quello che contesto io è aver regalato il primo tempo al Frosinone che avrebbe potuto chiudere 3-0 o 3-1. Dopo il vantaggio ha continuato ad attaccare mentre il Verona faceva fatica a rialzarsi. Questo dico. Poi nel secondo tempo sono cambiate tante cose e avresti potuto anche pareggiare. Contesto Fares a destra e se vuoi giocare con le due punte, piazzo Ganz vicino a Pazzini e poi lo sostituisco col volenteroso ma acerbo Cappelluzzo. Certo, Ganz non è in forma, è fuori da tanto, ma un tempo lo può fare. Un modo per dargli fiducia e recuperarlo anche dal punto di vista mentale.

                                          1. pennabianca scrive:

                                            Ieri non è mancato l’impegno, è mancato l’allenatore…
                                            Zuculini F., il migliore per distacco con la spal, messo in panchina, Fares schierato in maniera incomprensibile esterno dx, sono solo alcune delle decisioni a mio parere cervellotiche che mostrano la confusone dell’allenatore in questo momento. 5 sconfitte nelle ultime 6 trasferte, con ZERO (0) gol segnati, sono numeri che mettono in dubbio anche la qualificazione ai play off.
                                            Intanto Pecchia è soddisfatto della prestazione e Romulo certifica addirittura la partita di ieri come tra le migliori disputate negli ultimi tempi. (poca fatica se i termini di paragone sono le ultime trasferte di Latina, Vicenza e a vellino)
                                            Probabilmente martedi “spezzeremo le reni” alla Ternana, salvo poi perdere a Brescia (campo da sempre ostico) nella solita maniera barbina.
                                            Ho sempre sostenuto Pecchia riconoscendogli di averci fatto vedere all’inizio uno splendido Verona, ho sempre sperato che “quel Verona” tornasse, ma ora mi devo arrendere all’evidenza.

                                            • Jordan scrive:

                                              Pecchia stà provando l’impossibile,manca solo che inserisca anche Corrent e quando arrivi a questo punto vuol dire che non capisci più niente ed è l’ultimo colpo di coda prima dell’ esonero. Spero che questo avvenga prestissimo se si ha davvero l’intenzione di salire in A ma non sono convinto di questo perchè ci vorrebbero investimenti da capogiro per competere in quella categoria.

                                            1. Terenzio scrive:

                                              Dobbiamo forse ringraziarlo perché si prende la responsabilità di fare da parafulmine anche per le colpe della società? E chi se ne frega? Pensa che qualcuno gli sarà mai grato per questo? Vorrei vedere un mihailovic in una situazione come questa. Le sue dichiarazioni e quelle dello sfigato di turno (vedi romulo ieri) sono una vera presa in giro per i tifosi. Un allenatore in questi momenti deve avere le palle per rompere il meccanismo che si e' creato, non si può far finta che vada tutto bene. Branco di rammolliti

                                              1. Terenzio scrive:

                                                Sicuramente non è solo colpa di pecchia ma e' evidente che e' andato in confusione. Quale squadra a questo punto del campionato non ha alcuna certezza su formazione tipo, su quali sono i giocatori su cui puntare e quali quelli da mettere da parte, sul ruolo in cui utilizzare ogni giocatore. E poi veramente sto modo di presentarsi e rilasciare dichiarazioni da bravo ragazzo che ha studiato il manuale del buon allenatore che difende il gruppo ha rotto i coglioni. Ne esce un ritratto di persona senza spina dorsale. Un po' come la squadra che allena, sara' un caso?

                                                1. bkl scrive:

                                                  Pecchia ha avuto molto tempo e buon materiale per dimostrare il suo valore.
                                                  Dispiace ma ha fallito. Attendere oltre è da masochisti. Non ci sono reazioni, miglioramenti e risultati.
                                                  Con Pazzini ,. Romulo, Ganz devi asfaltare le squadre. invece becchiamo anche 4 goals..e quando va bene perdiamo di misura.

                                                  1. AK 47 scrive:

                                                    Butei. questi sono. E’ tutto in funzione di quel maledetto paracadute al quale il carpigiano mira, come lo ha fatto l’anno scorso facendo di tutto per retrocedere e riuscendoci e quest’anno si ripete. Ricordate, anche tu Luca, le parole dello scorso anno ho l’obbligo di provare a vincere non di vincere. Adesso i nodi vengono al pettine tutti. Piuttiosto voglio capire se dobbiamo essere ancora noi vecchiotti a tirare le uova per primi ( come facemmo dopo il 6 a 0 di avellino) o la curva all’inglese comincia a farsi sentire. facciamogli capire che siamo tifosi ma non stupidi. Lui riuscirà a restare in B come mira ma non a nostra insaputa e col nostro consenso. E’ ora di smettere di cantare e contestare duramente questo nuovo Pastorello in salsa emiliana.
                                                    Hellas4ever
                                                    p.s.
                                                    anche oggi comunque un rigore contro (dubbio) ed uno più evidente non dato

                                                    1. hellesso scrive:

                                                      ma cosa volio commentar?!? un allenator che ogni volta el catà fora scuse (soprattutto metereologiche) el dimostra una pochezza caratteriale che non va bene per la nostra piazza. Vittimismo imbarazzante da squadre diversamente nordiche.

                                                      1. H.V. scrive:

                                                        pecchia….solo per le dichiarazioni pre e post partita VATTENE

                                                        1. Luca Ti condivido e per me sei ancora troppo buono e rispettoso – Dall´altare alla polvere! Dai sogni di gloria alla realtá della polvere e paltano!…….. $etti- “Toni”= $ocietá $tile pa$torelliana!!.- ………Fusco solo recita polvere negli occhi e “ciacole di scartini ..?”-………..Pecchia da messia da mesi in super confusione totale!!, Ma “incredibilmente soddisfatto” della nullitá di gioco,??, PER ME UN FALLIMENTO TOTALE CONTINUO E RIPETITIVO, da alcuni mesi !!! – ………….Giocatori, dai bla bla bla, osannati fenomeni, ma UMILIATI da molte “squadre OPERAIE sotto$valutate”-. INDEGNI aRBITRAGGI Killer, che vogliono obbedire al ban–to Farina, (scelto dal solito palazzo), per fare carriera.-……………. MORALE, O CHI DI DOVERE, PRENDE PROVVEDIMENTI IN PRIMA PERSONA E…..SUBITO FARE FATTI E FATTI,…….. oppure vuol dire che gli va bene un altro anno di B, come BEN programmato in anticipo…….ACCETTANDO ANCHE DI PASSARE ALLA STORIA HELLAS, battendo ogni record PASTORELLIANO………….Oltre che deluso mi vergogno di VOI, DI VOI, DI VOI, DI VOI, DI VOI ……..BASTA FALSITÁ E PAGLIACCIATE DI BOCCA, COME ABBIAMO GIOCATO BENISSIMO E CON BEL GIOCO E………. fatti……….. CIARLATANI, indegni di vestire la gloriosa maglia HELLAS VERONA!!

                                                          1. Carlo scrive:

                                                            Una sola domanda in quanto ritengo ci sia un solo responsabile di tutto ciò:…. ma perché il carpigiano è’ sempre muto?

                                                            1. Denis scrive:

                                                              ok Mychael… semo tutti allenatori e abbiamo tutti moduli rivoluzionari in testa … ma solo un genio incompreso poteva mettere monopiede Fares a destra…

                                                              1. Mychael scrive:

                                                                Cristiano… ostiòn…. critichi Pecchia per il suo ostinarsi con il 4-3-3 proprio il giorno in cui ha giocato col 3-5-2… tutti fenomeni coi numeri salvo non capir un c…sso de moduli.

                                                                1. Cristiano scrive:

                                                                  io sono stato sempre un difensore di pecchia e della società perche titenevo e ritengo che setti piu di cosi non possa fare e che le colpe sono piu dell imprenditoria veronese che non batte colpi.
                                                                  ora dico che, se si vuole la A, pecchia va sostituito con un allenatore di categoria, che non fa il 433, che abbia carattere.

                                                                  1. mir/=\ko scrive:

                                                                    Pecchia o non Pecchia cambierebbe poco!! la rosa è stata costruita al risparmio. dopo l'indegno campionato scorso nel quale il Verona ha palesato un'inconsistenza assoluta, si è deciso in società di cambiare molto, cedendo tutto il vendibile, e di acquistare un po' a casaccio in modalità "low cost", con scommesse a tutti i livelli. i nodi sarebbero venuti al pettine prima o poi e così è stato. l'exploit iniziale ha lasciato il posto al vero hellas! discreta compagine guidata da un emergente dall'ingaggio contenuto. cosa fare ora??? urge la classica scossa?? può darsi… ma secondo voi il "mediocre" Setti è disposto a cambiare mister accollandosi un nuovo ingaggio?? e a che pro?? la serie A è nei pensieri e nel cuore dei soli tifosi… non certo nelle intenzioni del "business man" di Carpi. per altro $€TTI aveva tracciato già ad inizio campionato la linea programmatica: "fare bene"!! nulla più… il Frosinone è superiore al Verona come squadra e soprattutto come società… e le neopromosse volano come spesso accade negli ultimi anni. purtroppo aveva ragione Bisoli che di campionati ne ha vinti 2: la B è lunga e i conti si fanno a marzo. e noi siamo già finiti a febbraio!!!!!! miserie targate $€ttorello. VERGOGNA

                                                                    1. Paolo scrive:

                                                                      Setti potrà’ consolarsi con il gettone B2 ( secondo anno). A gennaio si sono rafforzate tutte ma noi valorizziamo i giovani per poi fare plusvalenza come se la A fosse già fatta. Stiamo rischiando grosso ma Setti sa quello che fa! Hahahaha

                                                                      1. NIKE scrive:

                                                                        Credo che a questo punto per Pecchia tempo a disposizione ne è rimasto ben poco continua a sbagliare da molte settimane, io l’ho sempre difeso e stimato ma a questo punti anche io comincio ad avere seri dubbi sulle sue qualità

                                                                      Lascia un Commento

                                                                      *