17
apr 2017
CATEGORIA

Hellas Verona

COMMENTI 67 Commenti
VISUALIZZAZIONI

5.191

VERONA IN ALTALENA E IN BUONA COMPAGNIA

La Spal sembra scappata via. Tre vittorie di fila hanno lanciato la neopromossa formazione ferrarese a più cinque da Verona e Frosinone. Solo un mese fa l’attuale capolista era nel mirino dell’Hellas, mentre il Frosinone sembrava in fuga. E’ un campionato equilibrato, incerto, nel complesso modesto, ancora apertissimo quando mancano sei giornate alla fine. Sono sempre più convinto che se il Verona dovesse centrare la promozione avrà bisogno di pesanti rinforzi per essere competitivo in serie A, ma ci sarà tempo per affrontare questo argomento.

La vittoria con il Cittadella è arrivata al termine di un match non esaltante, equilibrato, dove la qualità superiore dei gialloblù ha fatto la differenza. A questo punto della stagione va benissimo anche così, soprattutto se ripassiamo le ultime prestazioni dei gialloblù al Bentegodi (pareggi con Ascoli e Pisa, ko con lo Spezia). Era troppo importante tornare al successo in casa, dare un segnale alle inseguitrici e riconquistare un pizzico di autostima per affrontare le insidiose due trasferte consecutive di Bari e Perugia. Pecchia ha allontanato le voci che lo davano a rischio esonero, anche se le sue scelte non mi hanno convinto del tutto (Romulo terzino, Valoti ancora fuori).

Il bello di questo campionato in altalena è che ogni partita può finire con qualsiasi risultato. Le prime possono cadere contro le ultime e ogni pronostico può essere ribaltato in qualsiasi momento. Gli esempi sono tantissimi, dal Verona al Frosinone, dal Benevento, allo stesso Cittadella, passando per il Bari, il Perugia e tante altre. Squadre che non trovano continuità, che procedono a corrente alternata, senza riuscire a spiccare il volo verso i propri obiettivi. La lotta per i play off è apertissima, così come la lotta per evitare play out e retrocessione diretta.

5.191 VISUALIZZAZIONI

67 risposte a “VERONA IN ALTALENA E IN BUONA COMPAGNIA”

Invia commento
  1. mir/=\ko scrive:

    Fares = Zero!!!! ma Trojaniello cosa fa in questa rosa??? avrà un ruolo oppure è così indegno da non essere neppure minimamente presentabile?? le esperienze di Salerno e Terni sono state lo scorso anno per Gennariello fallimentari!! ma almeno veniva schierato ogni tanto… le sue chances le ha avute!! per essere peggio fi Fares vuol dire fare letteralmente "scaresse"!!! complimenti Fusco… ottimo acquisto!!!!!!!

    1. alkwor scrive:

      Mi pare innegabile che quest’anno il Bentegodi sia freddo e a volte ostile, anche quando si vinceva con 3 gol di scarto non ho mai sentito troppo calore attorno a questa squadra.

      Il motivo può essere la delusione dell’anno scorso (ma allora dovrebbe essere Setti il bersaglio), alcune prestazioni sconcertanti di quest’anno o una certa quasi fisiologica stanchezza dopo anni da “miglior tifoseria d’Europa”.

      è innegabile che la regola che basta l’impegno per non essere fischiati durante la partita, è sospesa, se non decaduta, altrimenti perchè si dovrebbe fischiare Souprayen?

      il simmia preventivo alla lettura delle formazioni, che risparmia Pazzini e si rinforza con Pecchia, mi sembra più una goliardata che altro, ormai (e parte dalla curva, che almeno durante la partita canta, anche se, almeno per la mia impressione, meno di altri anni).

      Per il resto, Verona confuso e brutto come una vignetta di Aristide, anche il Cittadella era più organizzato, ma ancora con buone possibilità di andare in A.

      Il campionato è equilibrato e combattuto per regolamento (liste over limitate, tetto salariale), quindi azzardare pronostici è pressoché impossibile.

      • bardamu scrive:

        Sottoscrivo tutto. Anche in trasferta si va sempre in meno. I motivi possono essere molti, ma sicuramente l’entusiasmo e la gioia di stare insieme sono andate scemando in quest’ultimo periodo.
        Sull’allenatore ho poi idea che si fosse prevenuti fin dall’inizio. Anche quando la squadra giocava bene e vinceva non l’ho mai sentito lodare da nessuno, ed appena le cose hanno cominciato a girare male c’è stata quasi una forma di soddisfazione da parte di alcuni nel poterlo insultare liberamente.
        Un’ultima annotazione sulla partita. Per la seconda volta quest’anno non ho potuto essere allo stadio e l’ho vista, registrata, dopo aver letto tutti i commenti.
        Da quello che avevo letto mi aspettavo un primo tempo dominato dal Cittadella e ho visto un’altra partita, con occasioni da ambo le parti e un’organizzazione di gioco non eccelsa per entrambe le compagini.
        Devo dire che mi è capitato di provare sensazioni simili in qualche occasione anche dopo aver visto personalmente la partita allo stadio, soprattutto in trasferta.
        Rivista in TV fa tutto un altro effetto.

        • Andrea scrive:

          Il problema di Pecchia l’è che l’è teron.

          Per alcuni in curva questo è, ahimè, un problema insormontabile.

          • GINO DAL BAR scrive:

            …no dai, non penso che ghe sia gente cosi’ prevenuta…el problema de Pecchia l’e’ che dopo la partia col Novara, e parlemo de novembre…ha vinto poco, e ha convinto ancora meno, e tante volte mettendoghe del suo con scelte poco comprensibili…
            ….dopo, nonostante tutto semo ancora li’…ma secondo mi l’e’ piu’ per demeriti degli avversari che per meriti nostri…
            Per come la vedo io, e’ un buon allenatore dal punto di vista tecnico, ma ghe manca ancora tutto el resto…ovvero, saper gestire lo spogliatoio (vedi i rigori dove i zugadori i se strappa el balon de man….), la gestione dei cambi (mai una volta, un cambio decisivo…)…il coraggio di lasciar fuori chi, invece di aiutare, e’ deleterio….e tanti altri piccoli fattori che trasformano un allenatore in un ottimo allenatore…
            …ovviamente non potremmo mai averne la controprova…ma probabilmente con un altro in poanchina al suo posto, forse questo campionato sarebbe stato molto piu’ semplice..
            …e non credo proprio sia pronto per affrontare la serie A…
            …detto questo,,,stan che vien te are’ che i le conferma e magari el ne porta diretti in Europa lig.. . :D :D :D

            • EvoDevo scrive:

              Ciao Gino,
              In un progetto di immediata risalita in A prendevi un altro allenatore, non Pecchia.
              A me non dispiace dal punto di vista tecnico ma difetta di esperienza.

            • Simone scrive:

              Gino, asa star che l’accento non bolzanino El g’ha el so peso per alcuni. Non è solo questo aspetto ovviamente, ma associato ad altre cose il suo peso specifico el ghe l’ha eccome. Detto questo, condivido la linea societaria del contratto annuale all’allenatore. Soprattutto perché un contratto pluriennale ad un allenatore secondo me si può fare soltanto quando questo ti dà sicurezze vere e al contempo quando c’è sotto la forza di un progetto (parola abusata e concetto piuttosto raro nel calcio odierno) forte e reale. Su Pecchia: non so se ha problemi con la gestione del gruppo. Personalmente non sono mai stato di questo avviso in maniera forte perché non ho mai sentito dichiarazioni in questo senso e anzi ci sono giocatori che lo hanno lodato con dichiarazioni pubbliche. Poi ci sta che qualcuno non sia contento (Ganz, altri non so), ma lì si parla di scelte tecnico tattiche, magari dovute anche a determinate situazioni (fisiche ma pure contrattuali? Vedi allenatore aziendalista e dichiarazioni di Fusco). Il problema, questo sì, semmai lo vedo nella gestione di alcuni singoli. E, giusto per non girarci tanto intorno, su Rómulo nello specifico. Il perché debba giocare sempre e comunque non lo so. Le spiegazioni sono due: o pensa, legittimamente, che date le sue qualità il colpo prima o poi lo tira fuori e da lì puoi vincere e magari lui si riprende pure , oppure perché uno col suo contratto non puoi non farlo giocare (e qui la società può avere un suo peso?). Sul gioco, non gioco e sui risultati : boh, il fatto che sen ancora secondi significa che ad ora comunque nel complesso sten facendo meglio di altre squadre pure attrezzate e con allenatori esperti (in particolare Carpi, bari e Frosinone stesso, che di punti fattibili ne hanno perso parecchi e con arbitraggi tra l’altro generalmente più a favore rispetto ai nostri), e questo significa che probabilmente i valori delle squadre non sono di differenza abissale come per esempio in A. Sul gioco, checche ne dica Fusco la filosofia di gioco è cambiata, eccome. Ma par mi giustamente. Giocare a centrocampo con Fossati Bessa e Rómulo non è semplicemente più possibile. Perché se attaccati, come succedeva regolarmente, questi vanno tutti in difficoltà, mettendo ulteriormente in sofferenza la difesa, che sa la g ha limiti oggettivi. La scelta da quel punto di vista, maturata dopo gennaio, l’è sta a mio avviso col tempo (g alo messo un po’ troppo? Forse) de voler proteggere innanzitutto la difesa coi due Zuculini (ora sarà probabilmente con bruno e Fossati), e con Bessa a fare gioco liberato da compiti difensivi. Da lì il motivo principale del cambio di gioco. Infine: altro difetto secondo me sta proprio in questo essere eccessivamente aziendalista (ma d’altronde la società l’ha scelto anche per questo), e la cosa oltre che sul discorso Rómulo (a proposito, perché si è visto un Rómulo pre e post contratto?), pure sul mercato, specialmente quello di gennaio. Non dico che avrebbe dovuto lamentarsi, ma dare l’idea di chiedere qualcosa in più alla società questo sì.

          • Mi scrive:

            Il problema di Pecchia è che viene dopo Mandorlini, il secondo/terzo allenatore più vincente della storia del Verona, e da parecchi trattato come il peggio cane perché non faceva un gioco spettacolare (Setti compreso soprattutto quando ad inizio stagione ha detto di volere una squadra che gioca un bel calcio, alludendo che quello prima era m..da).
            Pecchia si è presentato dicendo che il suo gioco sarebbe stato un bel gioco e la partenza iniziale ha aumentato ulteriormente le aspettative di tifosi e stampa.
            Ora in cul il bel gioco, ma la promozione penso che si possa esigerla, così come qualcuno l’anno scorso esigeva la permanenza in A

      1. viniciocaposhellas scrive:

        Come puzza di bruciato il nuovo infortunio di Pisano…..

        1. mir/=\ko scrive:

          Scusa Gino, spiegami una cosa: cosa cavolo significa "se vuoi vedere una squadra vincere sempre e il bel gioco guarda la TV stasera che c'è la squadra che fa per te il Verona è un'altra cosa"???? D'accordo con te al 100% sui fischi beceri "a prescindere" contro i giocatori… io ad esempio preferisco prendermela con Setti!! i giocatori non c'entrano nulla… vedasi ad esempio Bianchetti: ha fallito ovunque perché i suoi limiti sono enormi e peraltro conclamati!! la colpa è di chi ha deciso di tesserarlo!!!! tornando al Verona io non accetto questa sorta di confine nel quale alcuni tifosi relegano il Verona; ovvero tra le squadre destinate ad una vita sportiva fatta irrimediabilmente di mediocrità!!! io non sono assolutamente d'accordo nell'accettare supinamente questa dimensione imposta da gente come Setti & Co. io spero in un Verona in grado di competere con le big in serie A e per questo non mi posso accontentare di gente come Setti… sarò un visionario ma lo spettacolo a cui stiamo assistendo è indecoroso per una realtà come la nostra!!! ai tempi di Pastorello larga parte del tifo sembrava essere in linea cin questo mio modo di vedere le cose… oggi mi sembra che tutto si sia appiattito e che larga parte del tifo sia disposta ad ingoiare qualsiasi rospo sull'altare del concetto "se vuoi vedere il bel gioco ed una squadra vincente, guarda la Juve… il Verona è altro"…. gradirei una risposta priva di offese becere??? ne sei capace???

          • Simone scrive:

            Mirko, in questo caso, ma non sempre, la verità secondo me sta nel mezzo. Ovvero: Verona non può competere con le grandi realtà del calcio italiano, è successo solo per qualche anno (4 in tutto) negli anni ottanta, con la Canon come sponsor, eccetera. Potrà succedere ancora? Qua e là magari sì, qui nello specifico ho dei seri dubbi. Ma ci sta. Detto questo, io credo che in questo contesto storico in cui la serie A non è ‘sto granché nella seconda metà della classifica e in particolare nelle zone basse, e in più questa serie A è a 20 squadre e 3 retrocessioni, una piazza come quella del Verona ci può stare benissimo. Che non vuol dire 20 anni di fila in A o coppe europee. Vuol dire che finché la situazione è questa, il Verona potrebbe benissimo stare in A, magari con qualche retrocessione ogni tanto ma con le basi per una pronta risalita, al di là del discorso paracadute. Può Setti garantire questo? Ti do ragione sul fatto che i dubbi in questo senso ci possono stare eccome, perché credo che le premesse che c’erano al suo arrivo siano cambiate in modo radicale (per capirci, probabilmente non ha più dietro chi gli dava “sicurezza” a livello economico), quindi ora dubito vorrà più spendere granché di suo. L’unico motivo reale per il quale trovo assolutamente giustificato incazzarsi dato il tutto, è se dovesse arrivare un’offerta congrua per rilevare la società e lui la rifiutasse. Perché significherebbe che ci vuole speculare oltre il lecito (parlando da tifoso).

            • Maxx scrive:

              Ci metterei anche un altro motivo, col rischio di sembrare un complottista.
              Quando l’Hellas era in testa alla classifica e stava prendendo il largo, il netagradele rosa e gli altri giornali sportivi in genere “giocavano (e ciocàvano) contro”. Si vendevano meno quotidiani, che tra l’altro NON erano (o relativissimamente) sponsor del campionato e ciò infastidiva. Figurati ora che i netagradele sono stati rimpiazzati dai media che sono la maggior fonte di reddito dei vari campionati…

          • GINO DAL BAR scrive:

            …a me risulta che avete giocato male e che ne avete presi 4…il resto non so…
            …perche’ se tu conoscessi in minima parte quello che ha fatto Pastorello a Verona, non continueresti a martellare ovunque da mesi con questo paragone…
            Pastorello era solo un prestanome stipendiato profumatamente da Tanzi, non ha mai tirato fuori una lira che sia una, di tasca propria per il Verona, e non gli e’ ne mai potuto fregar di meno del Verona…te pol mainarte dei tifosi…lo ha solo sfruttato per far fare una svagonata di miliardi ai propri figli, sempre sulle spalle del Verona…e se n’e’ andato lasciando una marea di debiiti…uscendone pulito pulito…e probabilmente ricavandone anche una scrittura privata riguardante il cartellino di un giocatore (Gilardino), grazie alla quale, si dovrebbe esser intascato anche lui una svagonata di miliardi che sarebbero spettati al Verona…mentre 2 veronesi si “svenavano” per pagare i debiti scaturiti dallle sue malefatte…

          1. mir/=\ko scrive:

            Gino Paiasso dal Bar: adesso dimmi il motivo per il quale mi tiri in ballo in uno dei tuoi commenti qui sotto… (vedasi citazione "mirchi qualunque allo stadio…). intanto non sei per nulla coerente con te stesso, visto che insistiti nel ritenermi un tifoso "ceolotto" e per giunta fake da tastiera!!! quindi secondo la tua teoria che eufemisticamente definisco "meramente rancorosa" io non dovrei nemmeno frequentarlo il Bentegodi… infatti a Pasquetta non c'ero!! hai ragione… unica partita nella quale sono stato assente!! io tifoso da tastiera che a differenza tua "perfetto tifoso hellas" mi faccio quasi 150 km ogni altra sett per vedere la mia squadra!!! ma tu che caxxo ne sai… tu sei semplicemente il perfetto tifoso gialloblù!!! e puoi pure rcommentare senza sapere!!! continua così Anonimus dei bastioni!!! saluti… PS: sarà un caso ma in mia assenza il Verona ha vinto e giocato bene, mi hanno riferito… Bene, speriamo di vedere un finale di campionato con nuove e ritrovate motivazioni!!!!!

            1. GINO DAL BAR scrive:

              @MI
              …brao, assa perdar ala’, non te fe altro che contraddirte…chi e’ che scrive che guardo le partie dal divano, e che quindi da’ giudizi sugli altri senza conosserme? Mi o ti?
              Mai parla’ de come se fa a vivere e soprattutto a tifare, fischi e insulti non c’entrano niente col “tifare”…ho scritto solo che insultare e fischiare i nostri zugadori durante le partie non ha mai fatto parte della nostra mentalita’, che non hanno senso soprattutto fatti quando la nostra squadra e’ in vantaggio….e che secondo mi l’astio che alcuni vomita sul web contro tutto e tutti, dopo el se riflette sugli spalti…te salti fora incazzatp (tetto sentio ciama’ in causa?)…rispondendo che l’e’ sempre sta cosi’ perche’ una volta t’e’ visto uno in Curva che insultava Rafael o t’e’ sentio uno che sigava Mandorlini cambia (che se proprio, come esempio…in C, dalla Ovest e’ sta fatto piu’ volte cori contro Remondina…ma l’e’ un allenatore e non indossa la nostra maglia e colori…)
              Ripeto, mai sta insulta’ o fischia’ i zugadori durante le partie da ultimi in C…lo femo adesso da 2 o terzi in B?? E vuto dir che la mentalita’ non sta cambiando?
              Vuto veder le squadre che vinse sempre e che fa bel gioco?…bene, guarda la television stasera, ghe la squadra che fa par ti, el Verona l’e’ un po’ diverso…e se proprio te ghe da andar al stadio a insultar…ciapetela almeno con l’altra squadra, l’arbitro o la tifoseria avversaria…de solito funsiona cosi’…
              …saluti e baci, soprattutto alla signora..

              • Maxx scrive:

                Gino, io e te su alcune cose la vediamo diversa. Ma immagino che anche tu, vedendo il sondaggio tggialloblu dove il 31% pensa che fischiare la squadra durante la partita sia giusto, sia rabbrividito!

                • GINO DAL BAR scrive:

                  …spero che abbia vota’ tanti che al stadio non ghe va…oppure, sta semplicemente finendo un’epoca e semo noialtri, piu’ vecioti, che non riussemo a rassegnarse… se te pensi che emo zuga’ de Pasquetta alle 15.00 come se niente fosse (bastava metterla in orario serale…), e “l’anomalia” non l’era certo quei che de Pasquetta i era in giro con la fameja e con gli amici a mangiar costine e luganeghe ai ferri…
                  …e i le ciama progresso :D :D

              • Mi scrive:

                “Con meno lamentele me par de no, anca l’anno scorso in A dalla 5 di andata sembravamo checche isteriche alla ricerca del bel gioco…. o no?? ”
                Questo è quello che ho scritto!!!! Non ho insultato nessuno, forse tu ti sei sentito colpito nel vivo di portatore della verità!!
                Ti do ragione solo sul fatto che ognuno sente ciò che vuole. Se segui la partita in est come me, non so come l’anno scorso, ma anche l’anno prima, che avevamo fatto un ottimo campionato, tu non sentissi, no una persona, ma più e più che gridavano MANDORLINI CAMBIA. Non mi interessa che lo si gridasse anche a remondina, anzi questa è la dimostrazione che anche negli anni di C c’era un malcontento manifestato da parte di alcuni. Non mi interessa neppure che l’allenatore non indossa la maglia, perché virtualmente lo fa, mi sembra una giustificazione puerile.
                Con Simone ho cioccado l’anno scorso perché non condividevo il modo di contestare Mandorlini e di difendere delneri. Da ultimo del bel calcio non me ne frega niente, vedo il VERONA da 40 anni e de partie de merda ghe ne ho viste, ma quest’anno ci hanno venduto che finalmente vedremo giocare ed attaccare, invece vedo più passaggi in drio che avanti, io vorrei vedere solo grinta sudore e coi.ni.
                Gli insulti a parenti e signorine varie li lascio a te, che si questo sicuramente mi superi.

                • Simone scrive:

                  Qua se parla de bel gioco, brutto gioco,… mi parlo e ho sempre parla de gioco funzionale alle caratteristiche della squadra. Che l’è ben diverso. El problema l’è che qua pur dicendo le stesse cose anche 342 volte, ghe gente che no le capisse e magari i te ne mette in bocca altre. Lasando perdere l’anno scorso (evidentemente no t’è mai capio el senso dei me ragionamenti), quest’anno Pecchia in
                  mezzo agli errori che par mi l’ha fatto, una cosa giusta el l’ha fatta: quando l’ha capito che a centrocampo i tre giocatori di inizio campionato (Fossati Rómulo Bessa) no i poteva più reggere perché i andava in crisi cronica se attaccati (cosa che non succedeva ad inizio campionato ma fa un certo punto si), al centrocampo el g’ha cambia fisionomia, trasformandolo in un centrocampo meno tecnico ma più coperto col tempo col ritorno)purtroppo a singhiozzo) del Franco e l’arrivo del Bruno (che altrove nol zugava e qua l’è diventa fondamentale). Chiaro che questo l’ha cambia El modo de zugar della squadra, e in modo piuttosto netto. Ma andar avanti come prima l’era impensabile perché de drio semo qualitativamente piuttosto scadenti e in generale con pochissimi giocatori di personalità (tolto El Franco no ghe ne vedo), e con quel centrocampo erimo ancora più scadenti a livello di interdizione, e questo fa sì che la squadra la perdesse certezze partita dopo partita. Quindi oltre a non veder più un certo tipo de zugo, te saresi anda verosimilmente incontro a tanti gol presi. Questo cambio mi reputo el sia sta necessario, e fatto da Pecchia proprio perché l’ha capito i limiti de sta squadra.

                • GINO DAL BAR scrive:

                  …insulti a signorine varie? Ma sa scrivito? Ti forse te sembravi una checca isterica…personalmente l’anno scorso g’ho creduo fin a quando se podea crederghe…altro che alla 5 giornata
                  Ho sentio anca Del Neri cambia…anca Vavassori Cambia…anca Giannini cambia…sa c’entra con gli insulti? Tipo a quei contro Suprayen o i simmia alla lettura delle formazioni? O i fischi ai passaggi sbaglia’ o ai retropassaggi?
                  Mandorlini cambia elo un insulto? Remondina va fan culo…era un insulto… ma dov’erito quando i le cantava?…invece de dirghe agli altri che i guarda le partie dal divano…
                  Me son sentio “colpito dal vivo” quando te scrivi che “cito Vighini come vangelo”…quelo lo considero un insulto…
                  E se te scrivi che te me lassi perdar…perche’ rispondito ancora continuando a contraddirte??? (peca’ non ghe sia le faccete che rugola dal ridar…)

                  • Mi scrive:

                    Perché continui a scrivere falsità e provocazioni senza rispondere seriamente mai nel merito… ognuno sente quel che vol…. ti continua a far l’unico supertifoso del blog e tanti auguri par la “tua de signora”

                    • GINO DAL BAR scrive:

                      …riportami le “falsita’?
                      Risponder nel merito a cosa???? Non t’e’ espresso un concetto degno de sto nome, se non voler metterla sul personale con divanate e vighinate varie, o scrivendo solo contraddizioni…o sul fatto che al Bentegodi l’e’ sempre sta cosi’??????
                      …portero’ con somma gioia gli auguri di “MI” alla mia compagna (faccetta che rugola dal ridar)

                  • GINO DAL BAR scrive:

                    … e del bel gioco non me n’hamai poduo fregar de men, guardo el risultato…preferisso brutti e vincenti come domenica….che belli e perdenti come, ad esempio, con Del Neri…

              • GINO DAL BAR scrive:

                …e dov’elo che t’e’ discusso con Simone, che m’e’ sfuggio?

              1. GINO DAL BAR scrive:

                Piu’ che sulla partita, volevo fare una riflessione sulla periolosa deriva verso cui sta andando la nostra tifoseria.
                Ieri, essendo Pasquetta, credo fosse presente solo lo zoccolo duro della tifoseria, quindi non spettatori occasioni o mirchi qualunque…quindi sentire insulti e fischi verso i nostri giocatori, a partite dalla lettura delle formazioni sino al secondo goallls, da parte di abbonati o persone che frequentano il Bentegodi da anni…qua a Verona…secondo me non sta ne’ in cielo ne’ in terra. C’era persino gente che insultava e fischiava i nostri giocatori quando, in vantaggio per 1 a 0…se la prendevano comoda…ma se rendemo conto?
                Inutile sconderse deddreo a un deolon…ma il processo di chievizzazione e’ iniziato da tempo, e sta portando i suoi frutti anche sugli spalti…
                E’ una mia opinione personale, ma penso che alcuni blog, i social (de feisbuc non gi ne parlemo, lo frequento pochissimo, ma quando me capita de lezar i commenti…el me par veramente uno sfogatoio per frustrati…), dove la rabbia e l’acredine spesso regnano sovrane, dove si scrivono anche bufale che rischiano di diventare virali (tipo qua, quando qualche settimana fa qualcuno scriveva che c’era un’istanza di fallimento nei confronti di Setti….),e dove spesso non ghe nessun tipo de controllo… abbiamo un ruolo piuttosto importante nel cambiamento che sta avvenendo nella nostra tifoseria…cioe’, la mia impressione e’ che quello che nasce on line…si stia riflettendo anche sugli spalti…
                Tutto cio’ per dire che…cerchemo de usar sto “mezzo” con un po’ de criterio…

                • maxrugo scrive:

                  Gino tutto vero purtroppo, tutto sacrocsanto e aggiungo che non ghe niente da far, i mirki me sa che l’avranno vinta.
                  Per certi tifosi ci vorrebbero 4/5 anni de lega pro, con in panca Salvioni e presidente Mirzakhanian

                • schetch scrive:

                  D’accordo.
                  Scritto lo stesso concetto di là…

                • Andrea scrive:

                  Ti quoto.

                  Ieri persino il giornalista di Sky ha detto che dovremmo darci una calmata.

                  Se il Verona non andasse in A, le responsabilità prime sarebbero di squadra-allenatore-società, ma anche il tifo ci ha messo del suo.

                • RH scrive:

                  Penso sia proprio il contrario.
                  Tanta, tantissima coda al botteghino (porta un amico a 5€, o gente della zona che passa un pomeriggio diverso allo stadio), ma curva mezza vuota e baracchini fuori lo stadio pieni de udo. Zoccolo duro sì, ma tanti ‘buoni soldati’ che magari hanno morose, amici, famiglie che hanno a disposizione solo queste giornate qua, lavoro stagionale con pranzi vari, o semplicemente hanno molti km da fare, e farli con i bollini neri sulle autostrade non è il massimo; non era certo questa la partita adatta a fare fantomatiche analisi sulla tifoseria

                  • GINO DAL BAR scrive:

                    …non sapevo delle promozioni, ma intorno a me (in Est) ho visto solo abbonati e nessuna faccia nuova, tanti bambini in piu’, quello si, ma non sono certo loro il problema…poi non so in altre zone…ma i “scimmia” alla lettura delle formazioni, i continui e insensati insulti a Soprayen, i fischi a ogni errore…non sono una novita’ di ieri, ma durano da diverse partite (i fischi in realta’ sono iniziati lo scorso anno…)….ieri, in uno stadio mezzo vuoto, sono semplicemente risaltati di piu’…in una partita in cui abbiamo si giocato male, ma dove stavamo vincendo dopo mezz’ora…magari fossero stati solo un episodio…

                    • RH scrive:

                      sia in curva che in ovest i volti nuovi c’erano, ma soprattutto mancavano molti volti noti..
                      è matematica che i 11000 che presenziano il bentegodi ora non possono essere gli stessi 9000 della LegaPro, ma nemmeno sono i 17000 in serieA; non significa che tutti i 9000 siano duri e puri e quelli che non c’erano son fischiatori, ma penso che una buona parte dei volti nuovi non sappia ben comportarsi sugli spalti, a differenza della quasi totalità dei reduci da legapro. Chi è venuto su con “sani principi” sa che peso dare a certe figure “storiche” e a “certe indicazioni”, e che peso dare al chiacchiericcio di fb o dei blog. Ci sta che gli aficionados dell’ultimo minuto non sappiano dove apprendere la cultura da Verona e la ricerchino sulla pagina internet di questo o quel canale, seddicente portatore di cultura gialloblu.
                      Meno volti noti(per mille motivi), e più volti nuovi cambiano le proporzioni, perché se fischiano in più persone e cantano in meno, si sente più chi fischia di chi canta (specie per la differenza di posizionamento microfono e telecamere: personalmente non mi ero accorto della differenze fischiatrice da altre partite, eppure già da qualche spezzone personalmente sentito postumo attraverso sky, sembrava di essere al circo), non significa che la tifoseria sia cambiata. Le mele marce ci sono, ma non sono ancora “La Tifoseria Del Verona”

                      • GINO DAL BAR scrive:

                        …guarda, io ti dico quello che sento allo stadio, non ho idea di quello che facciano sentire le pay tv (che comunque le g’ha una regia alle spalle che te fa sentir quel che vol lori…), ma ti assicuro che fino a un anno fa certe cose non si sentivano proprio (e volendo andar indrio…gnanca quando eravamo ultimi in C…all’epoca se ricorrea piuttosto all’ironia tipo “io credo risorgero’ “).
                        La cosa che pù mi ha stupito ieri, e che si sono sentiti anche quando eravamo in vantaggio…ovvio che non voglio generalizzare, ma ripeto, fino a qualche tempo fa erano cose mai udite al Bentegodi…
                        Dopo, credo, spero, me auguro, ma son quasi convinto….che le nuove leve non le vaga su internet per scoprire come sesse comporta al stadio…credo che tutti, bene o male, i g’abbia sempre qualche punto de riferimento “umano” piu’ anziano dal quale istruirse…

                    • fregghy scrive:

                      Confermo quanto detto da Gino anca mi son in est e de facce nove a parte qualche rara eccezione non ghe n’era….riguardo a fischi, simmie e quant’altro penso de non aver mai ciocado tanto come st’ano con gente che la dise de tifar par la me stessa squadra….ma forse son fatto mal mi che nonostante le miserie viste in tanti anni ancora me sgolo per incitare invese de fischiar o insultar il nostro glorioso Hellas….

                • Maxx scrive:

                  Concordo al 100%.

                1. stefano scrive:

                  Ciao a tutti ed in particolare a Ginodalbar. Ho letto il Tuo post e aggiungo la mia analisi. Probabilmente, e sottolineo probabilmente, dopo la caduta in serie B a piacenza, sono trascorsi troppi anni in cui proprietà, giocatori, allenatori e le situazioni che parecchi di costoro han fatto scaturire, hanno messo a durissima prova la fede non tanto nella maglia, quella per me è incisa nella carne, ma la fiducia che da sempre il tifoso dell’Hellas, quello con la fede appunto, da alle persone che vestono o amministrano quei colori. Non serve che queste persone siano dei re mida o dei fuoriclasse per avere il sostegno del popolo gialloblù ma serve che diano tutto al limite dei loro limiti. Credo che in molte occasioni da quella infausta data, con il grande comunicatore di montorio in panca a piangere sulla spalla di collovati, non ci sia stato dato l’impegno che meritiamo dal momento che io, come molti di noi, amiamo tifiamo spendiamo ci incazziamo piangiamo e gioiamo per questi colori. Forse è questo che fa nascere quell’atteggiamento ipercritico che sta accompagnando questo campionato dell’ Hellas. Troppe corna, troppi campanellari troppi manager troppi scienziati troppi saccenti supponenti. E’ quasi conseguenziale che dopo questo lungo periodo, e dopo aver riassaggiato alla grande la serie A, le ferite del passato fan fatica a rimarginarsi.
                  Per quanto concerne poi, Ginodalbar, internet ed affini, lascia che Ti dica una cosa . metti dietro un paravento, schermo del pc, una persona normale e questa lo sposterà per vedere chi c’è dietro, mostrando il grugno per sorridere, bere un gotto assieme, o mandarlo a cagare. Ma mettici dietro una persona la cui lingua o la mano scrivente è più lunga di un altra cosa e da costui uscirà il peggio dell’essere umano. Succedeva anche prima di internet, per info vai in piazza dante e vedi la buca dei delatori, delle spie o dei cosiddetti anonimi. Son state rivelate più cose lì a suo tempo che da stò giochino di internet che, abbi fede, è utile ma purtroppo è come le perline e gli specchietti per la scoperta dell’ Africa. O se preferisci come le calze di seta o le penne a biro per…i paesi dell’est.

                  • NIKE scrive:

                    Ci siamo sempre lamentati in passato e nel presente dell’eventualità di una fusione, ed ora ecco quà, sembra che il processo sia iniziato da parte degli stessi tifosi con chievizzazione allo stadio e sulle tastiere

                  • GINO DAL BAR scrive:

                    …mah… siamo stati ultimi in C per quasi tutto un campionato, con una squadra costruita, sulla carta, per risalire subito in serie B….assistendo a spettacoli calcistici orrendi (un Verona Legnano 2 a 3…rimarrà indelebile…), con una società guidata da un Arvedi allo sbando, e da un Cannella che sapevamo tutti da chi era stato messo lì…ma il sostegno, nonostante tutto, c’è sempre stato anche allora…e con molte meno lamentele rispetto ad adesso…

                    • Mi scrive:

                      Con meno lamentele me par de no, anca l’anno scorso in A dalla 5 di andata sembravamo checche isteriche alla ricerca del bel gioco…. o no?? i mandorlini cambia diventadi un tormenton li sentiva solo mi?? Gli insulti a rafael??? Mi ricordo un anno in c, andavo ancora in curva, c’era un volto noto che quando rafael all’inizio della partita si avvicinava alla porta sotto la curva urlava: VIADOS!!! ecc ecc
                      …. ma iera altri tempi!!!!

                      • GINO DAL BAR scrive:

                        …a parte che l’esempio che faseo l’era de un anno de C…ma el mondo l’è belo perchè l’e’ vario…ognuno le vede (e le sente) a modo suo…ripeto, mi fischi e insulti, al stadio, come quest’anno non li ho mai sentii…su un altro muro se discutea del stesso discorso…ho visto che anche Vighini l’ha fatto un blog su sto discorso…ghe sta persino chiesto a Pecchia in sala stampa cosa el ghi ne pensa dei fischi (domanda MAI e poi MAI sentita in sala stampa del Verona…), un commentatore sky (he non seguo, per carità…) l’ha parlà della stessa cosa…e me par che sia gli stessi che fino a qualche tempo fa i se complimentava con la tifoseria del Verona perche’ incitava sempre e comunque la squadra anche sotto di 2 o 3 a zero…
                        …dopo, se volemo dir che a Verona l’è sempre sta così…also le man e me arrendo….

                        • Mi scrive:

                          No, io ce l’ho solo con quelli che sanno tutto come te, che danno giudizi sugli altri senza conoscerli e pretendono di insegnare a vivere e tifare, cosa è giusto e cosa no.
                          Ripeto e dopo ti lascio perdere così come ho fatto con tal Simone: io per mio personale modo di vedere non fischio… mi permetto però di osservare che su internet c’è pieno di non fischiatori scandalizzati, che se venissero allo stadio e cantassero forse coprirebbero fischi e mugugni…. invece SKY e birra in man e dopo tutti su internet… (forse la verità da fastidio)
                          Adieu!!!!

                        • GINO DAL BAR scrive:

                          …dai su…assa star…”Remondina cambia” el partea da un preciso settore della Ovest nel secondo anno de C…chissa’ dove te eri ti….ripreso forse da qualcuno (onestamente, mai sentio) l’anno scorso…te si tifoso solo ti…Vighini l’era solo un esempio come gli altri che ho tiporta’…se te ghe l’e’ col mondo, e te vol ciocar con tutti…continua pure a insultar anche i zugadori del Verona…nel to caso,…l’e’ comprensibile…

                        • Mi scrive:

                          Cosa vol dir che anca Vighini l’ha fatto un blog sull’argomento? Ela ‘na citazione dotta? Doverito a vedar le partie i ultimi du anni??? Eto mai sentio Mandorlini cambia, dal divano l’è fadiga oppure te gavei le cuffie tre par sentir sa dose Vighini…

                        • GINO DAL BAR scrive:

                          …”cito Vighini come vangelo”?????…si, ciao, brao….saluti e baci alla signora….quando scrivevo dell’astio che ghe in internet…eco, te si el classico esempio…tette contraddici da solo, tra l’altro….te canti (solo ti)…fischia solo gli altri, ma l’e’ giusto perche’ non podemo esser contenti…e al Bentegodi…l’e'e’ sempre sta cosita….lassem perdar, va la’…ho sbaglia’ mi…
                          …e po’ l’era “Remondina cambia” el “tormentone”…no Mandorlini…

                        • Mi scrive:

                          Te ripeto quello che ha già detto: lunedì c’era stadio e curva mezzi vuoti, io e altri 4/5 butei gli unici a cantare in est centro, in curva cantava si e no in 40…
                          … e su internet tutti a dire che bisogna sostenere a prescindere e che sono gli altri a mugugnare e fischiare… allora io dico dove ca.zo eravate?? A fare la gita fuori porta? Su internet a scrivere? Davanti a Vighini??
                          Citi Vighini come vangelo lui ed i suoi ad ottobre hanno detto che a febbraio saremmo stati in A, sono gli stessi che pubblicano il comunicato della curva, e la notizia di Inzaghi a Verona l’anno prossimo, per non parlare delle altalene semo forti, no demo strassi…. ma daiiiiii…..
                          Io non fischio, ma dire che va tuto ben e che ghemo da essar contenti NO!!!!

                      • Simone scrive:

                        No pian. Un conto i è le critiche, un conto sono le lamentele singole magari dettate dagli episodi, un conto sono singoli casi, un conto è fare l’impressione di tifare contro a prescindere, magari già col “vai di simia” alla lettura delle formazioni.

                  1. Alex89 scrive:

                    Ah perchè è questo il bello di questo campionato? Si, se fossimo in Inghilterra sarebbe proprio un bel campionato, oltremanica sono abituati a ben altro calcio, fatto di grinta, velocità e classe. Il campionato di serie A fa pena e quel poco di bel calcio che si poteva vedere in serie cadetta ha deciso quest’anno di non farsi più vedere facendoci assistere ad uno dei campionati più scarsi mai visti. Ad ogni modo, i più scarsi non sono quelli in campo, ma sono quelli che vanno a Vercelli ad esempio, quelli che si fanno 240km per fare polemica contro tutto e tutti, quelli che si fanno 2h e 40 di macchina per insultare i giocatori a fine primo tempo, quelli che sono juventini nell’animo ma che per qualche strano motivo seguono il Verona. Poveri falliti, voi si che siete veramente scarsi. ONORE AI BUTEI, TUTTO IL RESTO è MORANTE

                    1. superciukko scrive:

                      @ Mi, condivido quello che scrivi eccetto un solo fondamentale punto: tu scrivi che “siamo li… ma non certo per merito nostro”.
                      A sei partite dalla fine non si può più dire così: il nostro punteggio è figlio dei diversi momenti che abbiamo vissuto, ma nessuno ci ha regalato nulla nelle partite sin qui disputate: anzi!!
                      E’ da mesi che non ci concedono rigori (nemmeno più protestiamo) e che ci decimano la squadra con falli sistematici spesso nemmeno puniti. Arriviamo a dire che ieri c’era un “sacrosanto” rigore per loro (sacrosanto???? per me sacrosanto erano quelli non concessi a noi ultimamente).
                      Ieri a mio avviso è stata una partita bruttissima, io non ho visto alcun miglioramento: ma la vittoria non ci è stata regalata, è stata merito dei singoli che il Verona HA. Sarà una squadra costruita con i fichi secchi ma da anni abbiamo il capocannoniere o comunque qualcuno che va vicino ad esserlo. Forse poi non ci siamo accorti che la nostra difesa sta diventando la migliore del campionato come gol subiti.
                      Le tanto celebrate “altre squadre più attrezzate di noi”, squadre che vengono citate di volta in volta come esempi di seria programmazione o come squadre che hanno investito su allenatori vincenti o che hanno fatto mercati importanti SONO DIETRO DI NOI ciò a questo punto del campionato significa che SONO PEGGIO DI NOI ad esclusione della “sorpresa” SPAL (la quale, va comunque detto, ha ricevuto una serie “impressionante” di favori arbitrali decisivi… non dati magari sul 3 a 0 quando non servivano a nulla).
                      La memoria dovrebbe essere lunga per tutti non solo quando giudichiamo noi stessi.
                      Sui “spalmatori di cakka seriali” e sui fischiatori: con i primi continuo a non considerarli in quanto sono depressi che cercano un po’ di visibilità virtuale per essere convinti di avere un esistenza, sui secondi li reputo un elemento tristissimo che purtroppo (stavolta si) accomuna il nostro pubblico a quello di altre piazze. Alla faccia della nostra diversità. Purtroppo ci sono ma tranquilli…. in caso il campionato finisse bene li riconoscerete perchè saranno i primi a buttarsi nella fontana di Piazza Brà

                      • Mi scrive:

                        Mi sembrava chiaro che intendevo dire che è più demerito degli altri, e che non vincere un campionato del genere è un delitto. Ieri non ho visto una squadra convinta ed aggressiva come la situazione avrebbe richiesto. È andata bene, sono contento, due bei tiri da fuori di bessa, una mezza papera e vittoria portata a casa.
                        Non sono comunque contento di come i nostri in campo “onorano” i nostri colori. Si critica il pubblico, come già detto io vivo la partita facendo il tifo, ma perché così ho sempre fatto, penso che questi ragazzini viziati non si meritino proprio niente, ed il mio sostegno è per la maglia e per quei 3/4 che la sudano.
                        Romulo, troianielli vari e chi ancora li mette in campo mi fanno ribrezzo…
                        Il comunicato della curva tra l’altro mi sembra andasse in tal senso.

                        • Maxx scrive:

                          Sì. Ma quali sono i nostri meriti, visto che siamo virtualmente in A nonostante:
                          - Una rosa indecente
                          - Un allenatore indecente
                          - Una società indecente

                          Il blasone? La tifoseria fischiante? Il paracadute?
                          Ti ricordo che, nonostante un “campionato del genere” (cit.), una neopromossa è in testa e ci sono altre squadre “di cartello” che veleggiano in fondo alla classifica…

                          • Mi scrive:

                            Difficile interloquire quando si fa finta di non capire:
                            NO scusate…. ho sbagliato… ieri abbiamo visto e vinto una grande partita, ci stava perdere con lo spezia (che ieri ha perso con il Cesena) ed anche il pareggio interno con l’Ascoli.
                            A Perugia e Bari firmiamo per un pari, poi con il Vicenza si sa è un derby, non si può mai dire, poi loro stanno lottando per non retrocedere… ecc ecc
                            Va meglio ora, siamo tutti più felici???
                            Io quest’anno mi aspettavo di meglio, e soprattutto una mentalità vincente….
                            Dopo che da due anni fracassate i maroni con il “non gioco”

                            • Maxx scrive:

                              Abbiamo pareggiato a Novara e tutti a sputare nel piatto. Cosa dovrebbe dire un frosinone che ha investito, che ha fatto un ottimo mercato riparatore, che ha una società sana, un allenatore magico e che ieri ci stava perdendo meritatissimamente 3 a 1 in casa a 5 minuti dalla fine (nonostante gli aiutini)?
                              Quello che voglio dire è che ci lamentiamo della rosa, della società e dell’allenatore che secondo alcuni sono scarsissimi. Se siamo lì vuol dire che siamo meno scarsi di tante altre squadre che invece vengono prese ad esempio. Da qualche parte (o nella rosa, o nell’allenatore, o nella società, fate vobis – di certo non perché la categoria arbitrale ci ama).

                            • Simone scrive:

                              Ma dai, Frosinone, CarpI, Bari cosa dovrebbero dire, visto che haoo rose che puntano in alto ed allenatori esperti? Semo solo noialtri che fadiga (e semo secondi, ma scesi dal terzo)? Se no la va ben se pol anca andar altrove. Srguir le partie pensando de doverle vinser tutte pensando de dover stravinser el campionato perché se è nettamente meio delle altre mi no l’ho mai sentia qua a Verona.

                      • Maxx scrive:

                        Anche qui concordo. E, per Mi, vorrei aggiungere una cosa: tra mugugnare (che vien spontaneo quando qualcosa non va) e fischiare la differenza è enorme.
                        Ieri purtroppo ho dovuto saltare a causa del lavoro, l’ultima volta che era successo mi ero perso la tripletta di Tiboni!
                        Credo che sitadéa a pasquetta e wcenza al 1° maggio non siano casuali.

                        • Simone scrive:

                          http://www.delinquentidelpallone.it/il-calcio-non-e-divertimento/ Forse bisogna mettersi d’accordo su cosa significa essere tifoso. Uno può avere opinioni sul valore della rosa, dell’allenatore, sulla società, sul futuro, eccetera. L’opinione personale può anche non essere positiva (anche se credo lo sia molto di più di quella che era ai tempi post Pastorello), ma il sostegno e il modo di seguire la propria squadra dovrebbe “funzionare ” a prescindere da tutto questo. O almeno questo era il punto che mi pare ci distinguesse da molte altre tifoserie. Se i segnali del tifo non sono all’altezza di quello che dovremmo essere: questa è la cosa che più mi preoccupa per il futuro.

                          • Maxx scrive:

                            Nessun tipo di amore è “divertimento”; o meglio, lo è quando hai certezze. Ed è lì che ti freghi.
                            Puoi diventare non-interessante con una donna, antipato-saccente su un blog o strisciato nel calcio. Giammai.
                            Preferisco di gran lunga il “born to tribular”; ovviamente senza fischiare.

                      1. viniciocaposhellas scrive:

                        Dai Butei , ghe gente che vien al stadio con l’unico obiettivo de sbrocar in modo indecoroso contro supradyn, nicolas, romulo, arbitro , segnalinee ecc.
                        Sono dei frustrati sicuramente , ma quanto rompono …… .
                        Al gol de Bessa sono rimasti seduti a scorlar la testa , quasi che ghe despiasesse!
                        Dopo sono stati invitati gentilmente a correggere il tono vista la presenza dei buteleti.
                        Stò pensando di lasciare il binti a sta bela gente, non li sopporto e non posso tutte le partite chiedere un pò di ritegno.
                        Sarebbe un peccato per le tante persone stupende conosciute allo stadio in questi anni.

                        1. Dragan Piksie scrive:

                          Onestamente ho finito di pensare perché questo Verona si è smarrito da Gennaio in poi … ieri poi siamo stati vergognosi nel primo tempo per poi avere un po’ più di grinta nel secondo ma lontani nell’offrire una prestazione convincente. A questo punto prendo tutto quello che c’è da prendere e arriviamo in serie A.
                          Premesso che il Cittadella grossi pericoli a Nicolas non ne ha certo creato (incrocio dei pali a parte sul finale).

                          In entrambi i casi, promozione mancata o promozione ottenuta, necessita un giro di vite importante nel creare uno zoccolo duro di giocatori che creino un progetto a lunga durata nella massima serie o idem se rimaniamo in serie B.
                          Ieri ho visto veramente cose imbarazzanti come passaggi sbagliati a 10 metri, una mancanza di cattiveria in generale o almeno si è vista solo in alcuni frangenti / episodi, gente senza spina dorsale
                          Abbiamo smarrito il gioco, siamo lenti, compassati, prevedibili, raramente pericolosi…

                          Non se il buon Pecchia abbia in mano la squadra, forse si ma servirebbe più uno psicologo che un allenatore.
                          Bianchetti e Caracciolo sembravano al Palio del Recioto di Negrar, Romulo rimane “Romuletto” non facendo mai la differenza, Fossati purtroppo è involuto, Fares perso, Troianello sbaglia un cross elementare tutto solo, scivola, gli scotta la palla tra i piedi..
                          Io spero che questi signori (giocatori, allenatore e società) abbiano il coraggio di non dire che giocano contratti per il pubblico altrimenti veramente sarebbero dei disonesti oltre che dilettanti della peggiore specie.

                          Sui fischi la penso in modo diverso rispetto al cliquè del tifoso del Verona: se uno ha i mezzi e non onora la maglia io lo fischio (anche se non sono capace) se uno è limitato ma da il massimo non farò mai alcun cenno di contestazione.

                          Vi ricordate l’anno della retrocessione con l’Osvaldo (1989 – 1990) ? Correva l’anno dei Giacomarro, Acerbis, Gaudenzi…etc, come si poteva fischiare o contestare una rosa come quella ? Hanno onorato sempre la maglia e fatto il loro massimo, si è retrocessi con una società che aveva deciso di retrocedere, ma il gruppo non ha mai tradito e ha interpretato con onore il triste ruolo di retrocessa annunciata.

                          Non mi porrò più interrogativi di questo Verona neanche lontano parente di quello apprezzato durante quasi tutto il girone di andata. Andiamo in serie A se ce la facciamo ma a Giugno, caro Setti, bisogna cambiare registro e dare un segno concreto di professionalità, ne va del ns. prossimo e importante futuro

                          • Mi scrive:

                            Sono d’accordo con te al 100%, ma dopo tutto quello che si è detto negli anni scorsi….
                            …. quest’anno bisogna sostenere una squadra smidollata e con la mentalità perdente a prescindere…
                            Solo perché siamo ancora in corsa in un campionato di morti. Ricordate remondina?? Provate a fare uno sforzo che ce la fate: quell’anno abbiamo perso la promozione all’ultima in casa.
                            Almeno quest’anno ci sarà la “gita a Cesena “…. corsi e ricorsi….

                          1. world scrive:

                            dimmi te che garanzie può darti valoti………..come dove quando………..unico suo picco espressivo la partita vinta a ferrara.
                            profilo assolutamente inadeguato alle necessità di concretezza del momento.
                            discontinuo, abulico.
                            inutile poi parlare di rosa da rivedere se si sale in A.
                            è assolutamente impensabile proporre la rosa attuale se non rinforzandola e adeguandola per un buon 70%, inutile pensarci ora, che senso ha.

                            1. Mi scrive:

                              Ciao Luca, penso che sulle montagne russe non ci sia solo la squadra del Verona, anche il tuo collega dell’altro blog mi sembra si debba mettere in pace con il cervello visto che a seconda del risultato il commento è trionfalistico o pessimista.
                              La tua analisi mi sembra invece equilibrata e condivisa dai più che sento io allo stadio: siam sempre lì tra i primi tre posti, ma non certo per merito nostro.
                              Il secondo appunto vorrei farlo su chi scrive (tifosi): tutti a contestare i mugugni sembrate in 10.000 eppure ieri allo stadio si stava larghi in est tanto quanto in curva, (tutti a fare la gita con braciolata?) e a cantare, parlo per la est dove sono io, eravamo solo io ed il mio piccolo gruppo di amici, per i mugugni invece… dove c…zo siete quando c’è la partita? Al bar? Su internet? A mandare i messaggini a Vighini?

                              1. i perché …..PER ME ..stanno nel prenderci per i fondelli da molto tempo …con i BLA BLA di “BISOGNA LAVORARE LAVORARE LAVORARE” CON ALLENAMENTI CHE INIZIANO ALLE 11 ……………… MA DAI ……MAI VISTO IN VITA MIA …….CATA PECCHIA BARBARO ATTILA …….QUINDI ……ecco PERCHÉ manca il gioco, ….manca verticlizzare i passaggi manca il gioco senza palla manca il gioco a memoria la formazione sempre cambiata …… la confusione continuata ……. il continuo cambiar di ruolo ecco il palleggio sterile, le finezze inutli, il possesso palla, il portar palla e non lanciarla ..tutto solo per piacersi,… ma senza costrutto e senza creare occasioni da gol ……………..ecco il perché non sappiamo segnare né tirando le punizioni, né dai calci d´angolo,……….. ecco perché tutti esaltano i ns giocatori …ma in realtá tutti gli allenatori ci “umiliano” ……quando penso ai contropiedi che facciamo, dove arriviamo in 3 contro 2 e non riusciamo …..a segnare …perché perché perché ………LAVORATE VERAMENTE AZIENDALISTI PASTORELLIANI DEL BLA BLA BALLE ……….COMUNQUE BENE la vittoria arrivata per i colpi di fuori classe e per la fortuna che gli avversari sbagliano e ANCHE per i FARINIANI infarinati APPAGATI ED INVERGOGNATI DA TANTA …..mafiositá evidente nel palazaccio …..( E PENSARE CHE INVECE DI “”PAGARE UN LORO DESIGNATORE” basterebbe un “GRATIS” sorteggio, come quando abbiamo vinto lo scudetto per evitare I tanti PERCHÉ ………

                                1. viniciocaposhellas scrive:

                                  Buon Verona, la qualità c’è e fa la differenza!
                                  Tristissimo vedere gente che ulula a qualsiasi errore e nemmeno esulta ai gol. Rimanete a casa!

                                  1. AK 47 scrive:

                                    Vittoria all’apparenza anonima in un campionato indecifrabile aspetto la conferma a Bari per esprimermi uleriormente. anche se alla fine …Buona Pasqua Luca.
                                    AK 47

                                  Rispondi a fenomeno

                                  *