14
mag 2017
CATEGORIA

Hellas Verona

COMMENTI 31 Commenti
VISUALIZZAZIONI

5.279

BRIVIDI AL BENTEGODI

Forti emozioni al Bentegodi. Tensione prima del fischio d’inizio. Brividi e pelle d’oca nel vedere la Curva Sud cantare e sventolare tante bandiere gialloblù. Un calore eccezionale trasmesso a tutto lo stadio e poi ai ragazzi di Pecchia. Il Verona gioca bene, il Carpi si difende e riparte. Tutto come previsto, caldo compreso. Pazzini sembra meno brillante, ma quando ha la palla combina sempre qualche numero importante, risultando alla fine tra i migliori anche senza segnare.

Mentre sentivo i tifosi cantare e spingere la squadra con tanta potenza ed entusiasmo, pensavo all’effetto che avrebbe un sostegno così in uno stadio senza pista, con gli spalti vicini al campo. Uno stadio all’inglese da 20-25 mila posti, moderno, accogliente e senz’altro ancora più difficile da espugnare per gli avversari. Riadattare il Bentegodi sarebbe a mio avviso la soluzione più sensata.

In attesa di festeggiare il ritorno in A  mi sento in dovere di sottolineare il comportamento della tifoseria scaligera che, nonostante lo shock per il vantaggio del Carpi, non ha smesso di incitare la squadra e al termine del primo tempo ha applaudito. Quando il Verona gioca con il cuore, dando il massimo, provando in tutti i modi ad attaccare, segnare, vincere, la gente risponde così. Tutto molto bello, anche se nella ripresa non sono mancati momenti di sconforto misti a nervosismo e disperazione. L’incrocio dei pali colpito da Bessa, i miracoli di Belec, l’inserimento di Troianiello, la velocità in contropiede del Carpi… Ad un certo punto sembrava la classica giornata nera. Mancava solo il gol del Frosinone e in un attimo sarebbe stato incubo vero. Invece nel finale è cambiato tutto. Ganz ha firmato una rete pesantissima dal profumo di promozione, soprattutto dopo l’altra notizia da sballo: il gol vittoria del Benevento siglato da Ceravolo al minuto 93′.

La situazione ora è chiara a tutti. Con un punto a Cesena sarà serie A, mentre il Frosinone dovrà passare dai playoff (auguri).

Dopo direzioni arbitrali indecenti, errori incredibili, critiche pesanti e dubbi sulla buonafede di alcuni fischietti, sono rimasto piacevolmente sorpreso dalla direzione del signor Pasqua che all’andata fece disastri. Ho visto un arbitro obiettivo, che non ha voluto fare il fenomeno e che nel complesso ha distribuito bene i gialli. I rigori non dati? Secondo me non c’erano.

Infine Pecchia. Mi è piaciuto nelle scelte iniziali. Ha avuto il coraggio di tenere fuori un senatore come Pisano, autore di un gol pesantissimo a Chiavari, puntando ancora su Romulo esterno basso. Segnale di coerenza e coraggio. Non mi è piaciuto nella gestione dei cambi. Giusto sostituire Luppi che non era al massimo e aveva combinato molto poco, ma Troianiello ha fatto addirittura peggio. Avrei messo subito Ganz e poi mi sarei giocato la carta Valoti, tenendomi Troianiello per gli ultimi minuti.

Adesso manca l’ultimo piccolo tassello. Conquistata la serie A si apriranno tanti altri interrogativi. Avremo modo e tempo per parlarne.

5.279 VISUALIZZAZIONI

31 risposte a “BRIVIDI AL BENTEGODI”

Invia commento
  1. superciukko scrive:

    Peccato per il risultato, ma abbiamo fatto un partitone. Giovedì basta un pareggio, ma se la squadra gioca così la portiamo a casa. L'unica cosa che oggi ci ha fatto vedere il Carpi è l'importanza di un bravo portiere

    • Maxx scrive:

      Partitone non direi, ma col caldo che c’era (ed è la prima partita “estiva”) s’è fatto molto.
      Il carpi ha sprecato meno energie, eppure alla fine erano quelli dell’Hellas che macinavano più strada. Tanto, tantissimo cuore anche quando di energie non ne avevano più. Hanno risposto alla grande ai Butei.

      Per il bravo portiere probabilmente hai ragione, ma oltre ai 6/7 miracoli, belec ha fatto 3/4 cappelle per le quali il Nostro sarebbe stato crocifisso (a parte il gol dove è stato poco reattivo – tra l’altro gli sarebbe stato imputato che Ganz era dentro l’area piccola – e l’uscita errata su Pazzini con palla che stava rotolando in porta scaraventata via da Gagliolo sulla riga): ha mancato due prese semplicissime, per sua fortuna una volta la palla è finita ad un suo difensore, un’altra è finita a Pazzini troppo decentrato.
      Sparare sul portiere ormai è lo sport nazionale bentegodino.

      • superciukko scrive:

        boh..Maxx opinione mia è che quella di sabato in quanto a intensità è stata la migliore dell’anno. Fra l’altro ci sono stati momenti in cui ho visto una serie di “verticalizzazioni” di prima che credo di non aver mai visto quest’anno. Questione portiere: non è certo mio stile sparare per sport. A fine campionato posso però affermare che Nicolas non da assolutamente tranquillità alla difesa e che, con tutte le attenuanti del caso, non si può stare a guardare un tiro da 30 metri senza la minima reazione. Oltre il resto. Il confronto con il portiere del Carpi non si pone nemmeno perchè lui ha fatto si una mezza cappella nel caso del gol, ma ha anche fatto almeno 3 interventi miracolosi che fino a qual momento stavano segnando le sorti della partita.
        Se pensi che in serie A possa andar bene .. .auguri…:)

        • Maxx scrive:

          Mi è sparito il commento. Provo a rifarlo.
          Non erano 30 mt. Nemmeno quello del pubedeoro contro Giuliani lo era, ed era molto più lontano.
          Quel che fatico a digerire è che il gol di Cacia contro il varese o di Iturbe contro la Lazio o di Ciccio Lepiller contro il grosseto erano prodezze balistiche dei nostri, mentre il gol di letizia (casuale secondo sua stessa, candida ammissione) più vicino (3/4 mt fuori dai 16 mt) e che ha assunto una traiettoria incredibile, sia una papera del portiere.
          A Nicolas manca la serenità e l’autostima che aveva prima di sitadéa; e non riesce a trasmettere sicurezza nemmeno al reparto. Prima di allora era considerato, da tutti, un buon portiere.

          • enrico scrive:

            il gol che ha fatto il carpi sabato perdonime ma le un gollonzo se guardate bene la palla cade improvvisamente con un effetto molto strano secondo me Nicolas pensava andasse sopra la traversa… è il classico gol fortunoso… si si poteva evitare chiudendo prima ma butei se lo rifa’ altre 10 volte Nicolas lo para o va in curva un pallone cosi… non sa neppure lui come l’ha calciato quel pallone

          • Simone scrive:

            Chiaro che non basta, superciukko. Qui a differenza di allora non vedo una base solida di giocatori su cui poter costruire una stagione da serie A. La società, nel caso giovedì andasse come tutti auspichiamo, sarà chiamata a fare un lavoro importante in vista della prossima stagione.

          • superciukko scrive:

            Maxx mi hai fatto tornare la voglia di rivederli quei gol e di confrontarli con quello subito sabato.
            Beh che dire… la risposta è nelle immagini: autentiche prodezze. Lo vedi dai disperati tentativi dei portieri di arrivarci. Forse l’unica eccezione può essere quello del Ciccio contro il Grosseto, ma anche li il “tentativo” è stato fatto.

            https://www.youtube.com/watch?v=a1EwDfhrvFs
            https://www.youtube.com/watch?v=C3yy05OvrM0
            https://www.youtube.com/watch?v=kRLiTKuq3uQ
            https://www.youtube.com/watch?v=MEW3TT1po3M

            Altra considerazione:
            quanto bene giocava (in quelle stagioni li) il Verona del monomodulo??? :) :)

            Comunque la questione andrà affrontata da venerdì (spero).
            E nonostante tutto non mi manca l’onestà intellettuale di far notare che la nostra media gol subiti nel girone di ritorno è da primato (in positivo ), per cui il merito va sicuramente condiviso.
            Ma in Serie A temo non basti

          • Simone scrive:

            Sul gol preso dal Carpi concordo sul fatto che l’errore principale sia stato di Fossati che, imbambolato, non è andato a chiudere lo spazio. Ma anche Nicolas non mi è parso privo di colpe. Non so se era totalmente coperto ma non ha accennato nemmeno ad un movimento. L’impressione non è stata delle migliori. Qualche dubbio sul fatto che poi sia sempre stato considerato un buon portiere prima di cittadella ce l’ho, Maxx. Qualche partita incerta pure prima di quella gara c’era stata. Poi che da lì abbia perso ulteriore serenità è sotto gli occhi di tutti. Peccato perché avrebbe doti fisiche e atletiche per essere un buon portiere. Ma evidentemente gli manca molto di tutto il resto. Fatica a leggere i tempi d’uscita, non poche situazioni e non sa giocare coi piedi, caratteristica sempre più importante nel calcio moderno. Il fatto che da quella partita non riesca più a dare serenità e quindi fiducia al reparto poi non è poco, perché per un portiere sicurezza e personalità sono doti indispensabili. Il prossimo anno a mio modo di vedere ci sarà da pensare a qualcun altro anche in quel ruolo.

      • avanti i blu scrive:

        Sul gol loro di ieri ho visto un errore e non era del portiere ma di chi doveva chiudere sul giocatore del carpi!

        • Maxx scrive:

          Esatto. Fossati ha tardato tantissimo a leggere la situazione e, quando l’ha fatto, ormai non c’era più possibilità di intervenire. Purtroppo avevo notato questa disattenzione prima ancora del passaggio e avevo immaginato che sarebbe stato pericolosissimo.
          Gol molto simile a quello preso coi mussi da calcio d’angolo 4 anni fa.
          Ciao Giaco.

          • Simone scrive:

            I tempi di chiusura la maggior parte dei centrocampisti del Verona quest’anno non ce l’hanno per caratteristiche purtroppo. Ecco perché l’arrivo di Bruno e il recupero seppur momentaneo di Franco sono stati fondamentali in questo senso. È stato il problema tecnico principale di questa stagione. Detto questo, bisogna anche dire senza ipocrisie che Nicolas è un portiere che non dà sufficienti garanzie, mi dispiace. È sicuramente uno dei giocatori da sostituire per la prossima stagione. E indipendentemente dalla categoria.

    1. viniciocaposhellas scrive:

      Stasera in Brà!
      Daiiiiiiii
      Hellasss Heeeellass quando in campo entrerai…….

      1. bkl scrive:

        quando un portiere resta fermo su una palla alla sua portata di braccio non ci sono dubbi che le responsabilità sono sue.
        purtroppo gli errori dei portieri sono da sempre penalizzanti e spesso determinanti. speriamo riprenda fiducia in se stesso e sia caricato il giusto ma non troppo..
        in fondo il campionato potevano giocarselo anche prima.

        1. mir/=\ko scrive:

          il pericolo è proprio questo: confidare nel Cesena… io non lo farei minimamente!! credo che il Cesena voglia congedarsi onorevolmente dal proprio pubblico… cosa chiederemmo noi a parti inverse??? di far vincere il Cesena??? dai su!! non diciamo cacate….. è dimostrato poi che con una difesa scadente come la nostra (portiere su tutti!!) può succedere davvero di tutto!! andiamo a Cesena cercando di fare il meglio possibile con impegno e agonismo raddoppiati!! le motivazioni derivanti dall'obbiettivo in palio certamente saranno fondamentali per il Verona e spingeranno i giocatori!! pensiamo a noi stessi e lasciamo stare Foschi & Co.

          • Angossa scrive:

            Ma ti gheto ancora el coraio de scrivar dopo tutte le stronsade / gufade che t’è scritto da giugno scorso?

            Non dovevamo fare un anonimo campionato da metà classifica? MUSSO! Volante pure!

          1. hellesso scrive:

            Che ne serva solo un punto a me mette i brividi…confido nel buon Foschi che riesca a convincere resto della società e squadra che per loro è meglio il Verona in A che in B giusto per avere meno competizione (ma questo lè solo un me punto de vista).
            Noi però non dobbiamo fare calcoli perché ogni volta che li femo lo ciapemo nel de drio.

            1. Cristiano scrive:

              a cesena per vincereeeeeee!!

              1. Cristiano scrive:

                e adesso basta con sta sindrome da complotto che alla fine diventa un alibi per i giocatori senza palle (molti dei nostri)

                1. Cristiano scrive:

                  la sindrime da complotto ce l hanno un po tutti, ad inizio campionato eravamo noi gli aiutati, ora altri.
                  ma se vogliamo ben vedere oggi per salvare i playoff devono puntare il Frosinone.

                  1. stefano scrive:

                    Salve a tutti. Stamane in giro per lo sgobbo ho sentito alla radio il mister della spal. Alle domande di rito dei conduttori, programmi mercato obiettivi etcetc, ha risposto con grande semplicità, in omaggio al suo cognome, e con udite udite grande onestà. Le politiche societarie van condivise ha detto, ma se mi chiedono qualcosa tipo la salvezza allora è bene chiarire che bisogna cercare anche sul mercato estero, quello italiano è spesso antieconomico, e mettersi in testa di spendere sennò da qui a molti anni le retrocessioni immediate delle neo promosse saranno la regola. Sentendo anche gasperini, lì la situazione è differente a livello di politica societaria, anch’esso ha però detto che per andare in europa a fare turismo ci può stare, ma se si vendono troppi giocatori allora si rischia europa e anche campionato…ha però precisato che percassi in genere reinveste…..a buon intenditor……morale ? penso che solo a Verona, ovviamente Hellas, ci sia un cospicuo zoccolo duro di persone che sostengono e spendono comunque per vedere la maglia sudata al di là della categoria…..in questo sicuramente siam sempre scudettati…..

                    1. bardamu scrive:

                      Bello stadio, anche se, sinceramente, mi sarei aspettato qualche spettatore in più. E’ un’annata così, purtroppo, speriamo che l’entusiasmo e l’attaccamento ai colori tornino presto quelli degli ultimi anni.
                      Buona partita del Verona che avrebbe senz’altro meritato la vittoria, anche se pure il Carpi ha avuto alcune occasioni ( ma alla fine il tabellino riportava 15 tiri per il Verona contro 7 o 8, non ricordo, del Carpi; e anche pesando le occasioni quelle veramente da gol del Verona sono state almeno il doppio di quelle del Carpi, se non di più ).
                      Ti dò ragione sulle scelte di Pecchia e anche sulla gestione della partita dell’arbitro; ma il guardialinee ha sbagliato la valutazione sul fuorigioco di Pazzini nel secondo tempo, l’hanno detto con chiarezza persino su scai.
                      Infine sul portiere: Maxx ha ragione ad evidenziare gli errori anche del portiere carpigiano e probabilmente non è vero che a portieri invertiti avremmo vinto, però si vede che Nicholas non ha più nemmeno la fiducia dei compagni di reparto che spesso lo invitano ad uscire quando dovrebbe essere lui a chiamare il pallone.
                      Per quanto riguarda l’ultima partita non sono così tranquillo come tanti. In questo finale di stagione si sono viste squadre che non hanno più nulla da chiedere alla classifica giocare alla morte.
                      Lo stesso Cesena che negli spogliatoi di Trapani prima della partita aveva già festeggiato la salvezza ha battuto una squadra che invece di punti aveva un disperato bisogno.
                      Credo sarà una partita vera, come è giusto che sia, ma alla portata di questo Verona di fine stagione, in salute anche sotto il profilo della condizione atletica.
                      Forza Verona!!!

                      1. viniciocaposhellas scrive:

                        Grande Verona direi!
                        Abbiamo messo sotto un Carpi che a qualità ed esperienza non ha niente da invidiare a nessuno.
                        Forma fisica eccellente! Bravo Pecchia!
                        Avversario costretto nella propria metà campo.
                        Pazzini e Bessa hanno fatto il diavolo a 4 per segnare , ma solo portiere in giornata di grazia e palo ci hanno fermati.
                        Poi Ganz…. un tiro un gol (cosa pretendere di più)!
                        Giovedì sarò in Brà!
                        Dai Hellasssss

                        1. schetch scrive:

                          D’accordo sulla gestione cambi. Troianiello a quel punto della partita c’entrava come i cavoli a merenda….ma prendere un gol da 50/60 mt.è la vera macchia della partita che meritavamo di vincere a mani basse.

                          Hellas Uber Alles.

                          • schetch scrive:

                            Il mio pensiero non era fare il geometra, anche perchè dalla mia posizione allo stadio mi sembrava molto vicino alla linea di centrocampo, ma evidenziare un problema portiere che potrebbe anche non non avere nello specifico ( ma non del tutto esente) e di un cambio sbagliato che avrebbe potuto ribaltare il risultato. Metro più metro meno la sostanza non cambia.

                          • Mychael scrive:

                            Mi sa tanto che il tuo concetto di unità di misura è leggermente sballato. I campi di calcio vanno dai 100 ai 115 metri di lunghezza. Stando a quanto scrivi Letizia tirando da 50/60 mt. avrebbe dovuto calciare addirittura da dentro la sua metà campo, mentre in realtà ha tirato da non più di 4 metri dalla linea dell’area di rigore che dista circa 13/14 metri dalla porta. Tiro strano che si è abbassato all’improvviso (tipo la “maledetta” di Pirlo) ma sul quale Nicholas avrebbe almeno dovuto provarci e invece è rimasto di sasso. Forse per la A una valida alternativa è da prendere in seria considerazione.

                          1. AK 47 scrive:

                            Ciao Luca. premesso che il peccato originale è del presidente che con 25 milioni di paracadute ed una ventina di incassi dalle cessioni ha fatto una squadra low cost e di scommesse nell’unico anno che aveva forti risorse e poteva fare una squadra ammazza campionato ha fatto un esperimento adesso siamo qua a penare come al solito (va beh che è il nostro destino ma se per una volta non soffrivamo mica ci faceva skyfo). detto questo noi ieri eravamo in a perché tanto per cambiare ci hanno annullato un altro gol valido (pazzini) e ha dato un recupero misero con tutto il termpo che hanno perso bec in testa. come fai dire che pasqua ha arbitrato bene (si lo ha fatto in salernitana-Frosinone.) Ora Cesena. Sulla carta è una passeggiata. Loro salvi, Foschi ex direttore a Verona, invece non sara’ così o la vinciamo altrimenti la peneremo fino alla fine ed attenzione a chi mandano ad arbitrare (abbatista, aureliano…ecc), il cesena giocherà come il barca nella remuntada. Caro setti mi auguro di prendere quel punto altrimenti il tuo low cost ti ritornerà indietro come un boomerang e saranno dolori. Sulla partita di ieri tatticamente secondo me pecchia ha commesso due errori uno in partenza non schierando Pisano (Inutile Romulo va schierato a c.campo) non a caso il loro gol nasce da quella parte e poi Valoti sarebbe stato meglio di troianiello ma anche pecchia è una sommessa. soli contro tutti e vinciamo a cesena per la A e per arvedi che non sarà una passeggiata.
                            AK 47

                            1. Maxx scrive:

                              Dagli spalti, 2/3 episodi in area (uno in particolare, nel primo tempo) sembravano molto sospetti. 3 minuti di recupero, che altre volte in condizioni identiche anche tu hai biasimato, non possono essere considerati un “errore”. Non ha concesso un paio di “vantaggi”, ha permesso perdite di tempo sullo 0 a 1 (compreso un cambio al super-rallenty di VHSiana memoria) senza mai intervenire. Forse non ha fatto il fenomeno, ma per me gli arbitri bravi, “obiettivi” e con gli attributi sono diversi.

                              1. Luca scrive:

                                CURVA SUD MARCHE

                                AVANTI BLU !

                                1. hellasmastiff scrive:

                                  come d’incanto quando ha fatto fuori bianchetti l’hellas in difesa è tornato più tranquillo………. certo è per la massima serie è un reparto quasi da rifondare………… credo portiere compreso o servirà a fianco a lui uno di esperienza tipo storari o de sanctis

                                  manca poco e prendere il primo posto non è poi così un eresia buttata li………. l’hellas le barricate come il carpi non è capace a fare……….

                                  avanti hellas!!!!!

                                  • RH scrive:

                                    Non per contaddirti, ma bianchetti da quando ha rifiatato post-spalfrosinone ha giocato 10 partite e in quelle 10 abbiamo preso 5 gol. Parimenti ha saltato 4 partite: Pisa, Carpi, Vicenza, Entella : 5 gol subiti. Gli stessi gol, ma in meno della metà delle partite. E non certo contro attacchi super

                                Lascia un Commento

                                *