17
ott 2017
CATEGORIA

Hellas Verona

COMMENTI 39 Commenti
VISUALIZZAZIONI

4.529

PRIMA MISSIONE COMPIUTA

Battere il Benevento in casa era più di un obiettivo, era una missione. Il Verona l’ha compiuta soffrendo, sprecando, combattendo. Un successo nel complesso meritato contro una squadra ultimissima, ben disposta in campo, ma anche molto modesta. Per Pecchia è stata una grande prestazione. Per me le grandi prestazioni sono altre. Nella prima mezz’ora si è visto pochissimo: nessuna palla gol, gioco indecente, zero idee. Valoti, schierato ancora fuori ruolo, ha avuto la prima vera occasione verso il 35′ prima della follia di Antei che ha spianato la strada ai gialloblù.

Non vorrei soffermarmi troppo sull’analisi di questa partita. Ne uscirebbero giudizi poco confortanti. Ritengo più opportuno mettere il risalto il risultato, i tre punti conquistati, la zona retrocessione lasciata alle spalle e il futuro che ora appare un po’ meno burrascoso. Domenica prossima è in programma il derby con il Chievo. Il Verona parte nettamente sfavorito e tutto sommato non è un male quando giochi gare di questo tipo. Potrebbe essere proprio il derby il match della vera svolta e del rilancio di giocatori rimasti finora un po’ troppo in ombra. Bessa è tra questi, ma non è il solo.

4.529 VISUALIZZAZIONI

39 risposte a “PRIMA MISSIONE COMPIUTA”

Invia commento
  1. Dragan Piksie scrive:

    Le considerazioni importanti sono tante io ne elenco alcune dal mio modesto punto di vista:

    - Pecchia

    Il Mister mi convince sempre meno. Il gioco dell’anno scorso è impossibile da replicare in tutte le partite di serie A, ma a detta dello stesso Mister, la nostra identità non dovremo mai perderla.
    Contro il Benevento si è visto poco il gioco della scorsa stagione, si è visto spesso il lancio lungo, facciamo poco movimento in fase di possesso, siamo lenti, macchinosi e prevedibili, il pressing è occasionale e la squadra rincula spesso indietro.
    Ogni partita cambia l’11 di partenza, in pratica non da continuità (infortuni a parte ovviamente)
    Valoti esterno centra come i cavoli a merenda e a me Valotino è molto piaciuto anche se purtroppo ha l’aggravante dei gol mangiati (dighe poco..)

    - Rosa

    Con la prima vittoria ho capito il nostro livello di scarsità o ve la giro se preferite, ho capito quanto siamo poco competitivi per questa categoria. Un po’ sfortunati lo siamo stati ma ragazzi avevamo di fronte la squadra peggiore della A e con un uomo in meno per buona parte della partita…La vittoria è meritata ma ci sono ancora troppe cose che non vanno, in primis una rosa costruita su troppe scommesse e con solo 3-4 giocatori di categoria : Pazzini – Cerci – Romulo – Bessa (quest’ultimo stenta ma è anche vero che il suo reparto non ha giocatori di spicco che possono prendersi in carico il reparto e sgravare il povero Bessa al primo anno di serie A dalle troppe pretese a suo carico)
    Setti qui si è preso la sua ASSOLUTA RESPONSABILITA’.

    - Fusco
    Posso dire che mi piaceva e lo stimavo sino alla fine di questo mercato grigio, povero, senza costrutto.
    l’avv. Fusco può dire tutto ma non fare demagogia prendendo in giro il popol gialloblù con parole del tipo: Kean era la prima scelta (un ragazzo di 17 anni !!!), abbiamo una squadra competitiva, dobbiamo guardare al Crotone…
    Il Crotone è stato un caso e ha rappresentato un autentico miracolo lo scorso anno essendosi salvato soprattutto per demerito dell’Empoli che ha sciupato l’incredibile. Il Crotone ci ha creduto, ce l’ha messa tutta (cosa che noi ancora non abbiamo dimostrato se non in poche occasioni) è stato bravo ma ha fatto tutto la squadra toscana… il campionato del Crotone dell’anno scorso non fa statistica, rappresenta un evento eccezionale e come tale va pensato.

    - Classifica

    E’ ineccepibile che chi prende in mano i numeri di queste prime giornate, puo’ dire che il Verona è salvo ed è in linea con il target ma non vedere i grossi limiti di questa squadra tecnici (soprattutto) e tattici vorrebbe dire coprirsi gli occhi con grosse fette di soppressa…

    La mia è una lettura purtroppo in chiave pessimistica ma non riesco a farmi una ragione del contrario…spero ovviamente di sbagliarmi e che a Gennaio riusciremo a rinforzarci con l’arrivo di 3 – 4 giocatori di alto profilo per il campionato che dobbiamo fare (mi illudo spesso e volentieri).
    Vedere Fares, Souprayen, Buchel,,Nicolas, che sbagliano e la gente pronta a fischiare è pura tristezza e devo dire che non se lo meritano…. i limiti sono limiti, ci sarebbe da prendersela solo con un signore che veronese di nascita non lo è…

    1. RobyVR scrive:

      Premeso che par mi podema far schifo fin a fine campionato ma che l’importante l’è salvarse e sperar che Seti el meta in vendita el bancomat, se in ondese contro ondese te fe angossa e in ondese contro diese con l’ultima in clasifica te tiri in porta tri olte in 60 minuti significa che ghe un forte problema de zugo. Purtropo no i te da mia un rigor ogni mile pasagi e l’otuso che ghe sentà in panchina nol le capisse mia. Calcio sciampang…

      1. mir/=\ko scrive:

        Dragon Piksie…. QUOTO OGNI SILLABA.100%….

        1. Testascalsa scrive:

          Come mi stavano sulle balle quelli contro Mandorlini mi stanno sulle balle ora quelli contro Pecchia.
          Ieri dovevamo vincere e abbiamo vinto, se Valoti non sbagliava due goal già fatti la partita sarebbe stata molto più semplice, secondo tempo loro chiusissimi e abbiamo sofferto solamente gli ultimi 10 minuti (e su una azione e basta) come avrebbe sofferto qualsiasi altra squadra nella nostra situazione.
          Abbiamo fatto punti con tutte le squadre alla nostra portata, perso (forse) 1 punto con la fiorentina e ripreso con il torino.
          Ma qua a Verona bisogna rompa i cojoni sempre e vince sempre il partito dei maicontenti.

          • NIKE scrive:

            Infatti si vince solo per fortuna, quando si perde siamo una squadraccia di serie B, Fares messo in croce fino all’altro ieri (migliore in campo nelle ultime partite e prima chiamata in Nazionale), se oggi è un giocatore in crescita lo si deve a Pecchia, che ha capito che deve lavorare sulla testa del ragazzo dandogli fiducia, e non certo a Mandorlini.
            Oltre a questo credo che il tecnico attuale ha altri meriti, siamo in linea con i programmi iniziali della società.
            Gli allenatori da tastiera continuano a criticare le formazioni e uomini messi al posto sbagliato, come ieri per Valoti, ma qual’è la posizione giusta di Valoti esterno di centrocampo dx? allora non giocava Romulo, esterno di centrocampo sx? allora andava messo fuori Bessa, qualcun’altro dirà trequartista dietro le punte, ma è quello che ha fatto giocando a sx dando una mano in copertura a Fares ed accentrandosi per supportare le punte-
            Secondo me Valoti ha fatto una buona partita ha preso dei voti bassi in pagella per i 2 goals mancati perchè si è trovato spiazzato cosa che non capita ad un vero attaccante d’area che lui non è. Più ottimismo e meno critiche campate in area please

            • maxrugo scrive:

              Premetto sono un allentore da tastiera e me ne vanto :-)
              Non si discute la prestazione di Valoti ma, considerando che in un 4-3-3 le caratterisctiche dell’esterno alto dovrebbero essere quelle di saltare l’uomo e crossare, non si capisce perche’ avendo Verde in panca che ha queste caratteristiche metti Valoti che queste cose non le sa fare.
              Quindi o cambi schema o cambi uomini.
              Fares ha una capacita’ di stare in difesa molto limitata, basti pensare ai primi minuti dove in un’azione del benevento c’erano ben due uomini liberi sul secondo palo, quindi mi chiedo perche’ farlo giocare terzino? Fallo giocare esterno alto e terzino metti un terzino (ok col Benevento eravamo contati pero’ in generale Fares lo si deve far giocare “ala” e non “terzino”).
              Per me giocheremmo meglio con kean e pazzini in attacco con 5 a centrocampo (cerci/Verde romulo zuculini/Fossati Bessa Fares/Valoti da far giocare eventualmente dietro le punte in un 3 4 1 2). dietro a scelta Herteaux/caceres/ferrari/caracciolo
              Poi se domenica mette Fares centravanti e Pazzini in porta e vinciamo per me va benissimo.

              • fenomeno scrive:

                Al solito sempre concorde con quello che scrivi con un’eccezione su Fares…Fares esterno d’attacco non ce lo vedo perché non salta mai l’uomo nel breve…lui deve arrivare in corsa da dietro negli spazi e crossare, cosa che sa fare molto bene…per me in serie A può fare solo questo ruolo…e se ci gioca con continuità imparerà anche a fare le diagonali, mica sono difficili eh…

              • Simone scrive:

                … 2. Non è che Verde non giocherà più da titolare, eh. Dipende dall’avversario, dalla partita che vuole impostare e appunto dal centrocampo che vorrà mettere. Aggiungerei poi il piccolo particolare che a molti sfugge che i giocatori che possono giocare una partita sono 14 e non 11. E non di rado quei tre subentranti possono cambiare la partita.. 3. Valoti non è certo un incontrista puro. Ma è uno che dà più equilibrio, innanzitutto perché ha più senso tattico. E in questo senso ha fatto miglioramenti evidenti. Non a caso è uno dei giocatori che hanno sempre messo piede in campo quest’anno. 4. Io comincerei a prendere in considerazione il fatto di poter tenere qualche volta Bessa in panchina. Giocando con Chievo per esempio io giocherei, premesso che sarà 433, con Fossati, Zuculini e Rómulo.

                • Simone scrive:

                  Fossati e Zuculini hanno giocato insieme tot partite lo scorso anno. Zuculini nella zona centrale davanti alla difesa e Fossati leggermente laterale a dare una mano e a fare gioco. Nessuna novità. Per me Büchel è più un doppione di Zuculini anche se con caratteristiche un po’ diverse. Dare equilibrio: con un centrocampo privo di incontristi (Fossati lo ha fatto bene ma non è Zuculini), e con Bessa/Fares a scendere, un Valoti di lì è il giocatore/centrocampista offensivo che in rosa ha le maggiori caratteristiche a livello di interdizione e di senso tattico (in attesa di Zaccagni che secondo me è più forte ma sta deludendo). Ha discreti tempi di inserimento ma sa anche contrastare più di un Verde, e con Bessa e Fares da quella parte, in un 433 ci può stare in questo senso. Questo al netto del modulo che anche a me piacerebbe diverso dalk’attuale.

                • maxrugo scrive:

                  Fossati, Zuculini sono doppioni si pestano i piedi gia’ visto NO BUONO
                  Se non metti Verde in una partita in cui giochi con l’ultima in classifica e devi vincere assulatamente, magari anche rischiando qualcosa, non vedo qunado potrà giocare.
                  Infine a sto punto vorrei capire cosa intendi per “dare equilibrio”

              • maxrugo scrive:

                Sottolineo che col Benevento il Verona ha strameritato di vincere e che anche squadre tecnicamente molto piu’ forti di noi farebbero fatica a segnare contro una squadra che si difende tutta nella sua area, seppur in 10 uomini, per questo ho gia’ scritto che paradossalmente l’espulsione ci ha quasi “penalizzati”, infatti il gol e’ venuto su un contropiede.

                • IL SAGGIO DICE scrive:

                  E io resto convinto che per 90 minuti in 11 vs 11 l’ avremmo persa o pareggiata. In difesa facciamo pena , loro in contropiede ci avrebbero puniti , soprattutto vista anche la nostra condizione atletica che mi ricorda quella di due anni fa. Gente sempre rotta o che dopo un’ ora ha giá finito la benzina.

            • Simone scrive:

              Condivido sul discorso valoti. A meno che non si voglia discutere sul modulo di base ma quello è un altro discorso. Fares: in realtà fu provato in quel ruolo da Delneri con una certa continuità ma a livello difensivo fece parecchie pecche. Io sono sempre convinto che possa giocare da terzino ma in un 352 più che in una linea difensiva a 4. Comunque il ragazzo è ancora giovane. Stiamo a vedere che succederà. Di certo, salvo infortuni, Souprayen lì d’ora in poi giocherà pochino..

            • Fenomeno scrive:

              Scusa mi spieghi che c’entra mandorlini nel discorso fares?…fares è un 96, quando c’era mandorlini aveva 18/19 anni…che doveva farlo…e comunque mandorlini l’ha fatto esordire in serie a e messo terzino in un udinese Verona….

              • NIKE scrive:

                I discorso di Fares era generico tanto per dire che si attribuiscono tanti meriti a Mandorlini e nessuno a Pecchia. Ho detto Fares tanto per fare un nome

                • fenomeno scrive:

                  Oddio, a Mandorlini c’è anche chi attribuisce tanti demeriti…destino comune di quasi tutti gli allenatori…a me quello che mi rende perplesso in Pecchia è il continuo cambiamento di ruoli e la progressiva perdita d’identità della squadra…lo scorso anno le prime 13-14 partite avevamo una squadra con una fisionomia ben precisa che faceva del possesso palla la sua identità…da li in poi tanta confusione ed un gioco che non si sa più cos’è…per farti un esempio, lo scorso anno inizialmente un sacco di possesso palla, Lunedì sera in vantaggio di un goal contro una squadra in 10 ed ormai alla frutta non riuscivamo a mettere insieme due passaggi di fila…boh

          • bardamu scrive:

            Non hai tutti i torti. Una cosa poi non capisco: se perdiamo è colpa di pecchia, se vinciamo lo abbiamo fatto nonostante lui… Ci vorrebbe un po’ di coerenza…

            • Franco scrive:

              gli altri segnano un gol. Se non ne fai, hai perso a causa di quel gol. Se ne fai due, hai vinto nonostante quel gol. E il discorso vale anche all’inverso: hai perso perché non ne hai fatti/hai vinto perché ne hai fatto uno in più. dipende dai punti di vista, non è incoerenza.. E il mio è che con un’altra guida tecnica avremmo (probabilmente) la possibilità di giocarci meglio le nostre carte, e (sicuramente) potremmo vivere le feste con più entusiasmo.

              Per quanto visto ieri, abbiamo vinto nonostante pecchia, perché ho visto una prestazione grigia ed incolore, ed una difficoltà costante, unito ad un senso di permanente casualità, partendo dalla formazione iniziale e passando per ogni errore banale avversario che ha permesso il compitino ai nostri. Questa squadra, di Cerci, Romulo, Pazzini, Bessa, Caceres, è molto di più del modestissimo benevento, che sbagliava continuamente anche le cose più elementari, in almeno 8/11 della squadra.
              6 punti, avendo già giocato contro Benevento e Crotone, penso sia il limite di decenza sotto il quale sarebbe stato meglio non iscriversi nemmeno.

              • bardamu ( ex lucab ) scrive:

                mah! io ho visto un nostro giocatore sbagliare persino la rimessa laterale… I giocatori che hai nominato sono, sulla carta, gli unici che hanno qualche valore tecnico, ma: Cerci l’anno scorso ha giocato solo una partita ( e si vede ), Romulo lo conosciamo, Bessa non ha mai giocato in serie A e Caceres non si spremerà di certo vista la sua prossima destinazione. Se guardiamo alle cifre spese per il mercato credo che anche il Benevento abbia speso più di noi.
                Poi l’allenatore non convince nemmeno me, ma ‘sta storia che si vince nonostante lui me sta un po’ sui ovi.

          • GINO DAL BAR scrive:

            …beh dai, non è questione de non esser mai contenti, ma solo di guardare la realtà in modo obiettivo.
            I 3 punti sono d’oro e importantissimi, e ci mettono in una buona situazione di classifica…cio’ non toglie che abbiamo fatto una fatica immane in casa, in 11 contro 10 per 60 minuti, contro una squadra che ha 0 punti in classifica (sempre perso…che non se sbajemo…) , e che è capitata in A quasi per sbaglio…
            …per dirne una sulla Pecchianate…Valoti sbaglia 2 goal…ma Valoti, che ha un ruolo indecifrabile in un 4 3 3…è quasi sempre in campo, e quasi sempre fuori ruolo, mentre i giocatori di ruolo (Verde, Lee, o anche Kean), spesso sono in panchina per far posto a lui…Quando ho visto entrare Kean…ho temuto togliesse Pazzini…ma non mi sarei stupito se avesse fatto una mossa così illogica…
            …boh, a me sta squdra da’ sempre piu l’impressione di sperare nelle invenzioni dei singoli per riuscire a risolvere le partite…piu’ che affidarsi a un gioco di squadra vero e proprio…

            • Testascalsa scrive:

              Gino, parto dal presupposto che siamo scarsi…quindi mi devo accontentare…ieri se qualcuno doveva vincere eravamo noi e l’1 a 0 è stretto.
              Sono due partite che stanno giocando almeno con il cuore quindi a me va bene così.

          • Andrea scrive:

            Infatti.

            Valoti ha sbagliato due gol fatti (forse tre, se si considera anche quello da appena dentro l’area), Pazzini ha preso una traversa.

            Questo solo nel primo tempo.

            Un po’ di obiettività non farebbe male.

            • Fenomeno scrive:

              È da tempo che scrivo che quello è l’unico ruolo che può fare in serie a fares…e se impara o meglio perfeziona le diagonali può diventare pure un giocatore importante visto che in quel ruolo c’è sempre carenza…

              • Andrea scrive:

                Sono d’accordo.

                Ho letto che anche il grande Gigi De Agostini (Il miglior terzino di sempre dell’Hellas, a mio parere) vede bene in prospettiva Fares.

          1. Andrea71 scrive:

            Post sintetico ma incisivo. Il “buono” è che siamo in un gruppo di squadre più largo di quelle previste inizialmente in lotta per la salvezza (Verona, Benevento, Spal e Crotone), ed in questo caso non è detto che tutte se ne possano tirare fuori in poco tempo. La prestazione non è stata esaltante e personalmente mi piacerebbe vedere un 3 – 5 – 2 che esalti le qualità di corsa di Romulo e Fares (sul quale mi devo ricredere perchè sta crescendo bene), che garantisca migliore copertura e sia più “flessibile” a seconda degli interpreti. Nicola – Caceres – Herteaux – Caracciolo – Romulo – Bessa – Fossati – Valoti – Fares – Cerci (Verde o Kean) – Pazzini. La sorpresa (flessibilità) potrebbe essere poi anche l’inserimento di Lee (o Verde stesso) in un ipotetico 4 (si abbassa Fares) 3 – 1 (Lee o Verde) – 2.

            1. fenomeno scrive:

              Vittoria doveva essere e vittoria è stata…per il resto mi auguro che questa vittoria possa dare quella tranquillità e quella sicurezza che ieri sera era difficile ci fosse…

              p.s. sorpreso positivamente da Caracciolo…

              • Andrea scrive:

                …e da Fares.

                Lì da esterno di difesa è un giocatore di categoria. Se migliora ancora un po’ dietro, può addirittura diventare un buon giocatore di categoria.

                Diamo atto a Pecchia e Fusco che ci hanno creduto.

              1. Maxhellas scrive:

                Condivido il giudizio di Luca Fioravanti. E’ bello avere in questo blog la possibilità di confronto con una persona razionale ed oggettiva.

                1. bardamu ( ex lucab ) scrive:

                  Si caro omonimo, difficile darti torto. Hai scritto poco ma giusto. Ieri abbiamo assistito ad una partita brutta, non da serie A. E, nonostante la superiorità numerica per la maggior parte della partita, abbiamo faticato tantissimo ad aver ragione di una delle due squadre alla nostra portata ( sulla carta non ce ne sono altre oltre a Benevento e Crotone, purtroppo…).
                  Meglio, per non deprimersi e pensare positivo, guardare alle cose buone: Cerci sta lentamente recuperando; i giovani Kean e Verde, che hanno delle qualità, possono solo migliorare; rispetto a due anni fa dopo otto partite abbiamo un punto in più ( con un calendario simile e con un livello generale della seconda parte del tabellone che appare inferiore a quello di quella maledetta stagione. Chissà, forse la quota salvezza potrà essere molto bassa ) e se il campionato finisse oggi saremmo salvi.
                  Ora arriva una partita molto sentita, checchè se ne dica, e tutto può succedere.
                  Credo che la partita col ceo ci potrà dire molto sul nostro destino.

                  1. viniciocaposhellas scrive:

                    Concordo!
                    Da salvare c’è solo il risultato e qualche buona prestazione dei singoli (Fares , Caracciolo).

                    Non esaltiamoci , battere il benevento (8 partite , 8 sconfitte) 1-0, con un uomo in più per 50 minuti è davvero il minimo sindacale.

                    1. alkwor scrive:

                      D’accordo su tutto.
                      A vedere come era compatto il Benevento e come il nostro gioco è estemporaneo e confuso, direi che il giudizio su Pecchia vien da sé, o forse Pecchia è troppo avanti per il nostro calcio, non so.
                      Le nostre individualità fanno (e faranno, si spera) la differenza, l’allenatore deve solo astenersi dal fare il fenomeno.

                    Lascia un Commento

                    *