07
gen 2018
CATEGORIA

Hellas Verona

COMMENTI 97 Commenti
VISUALIZZAZIONI

11.016

PECCHIA SEMPRE PIU’ INCOMPRENSIBILE

A Napoli è andata come previsto, anzi meglio del previsto. Pensavo sinceramente che il Verona venisse sommerso di gol. Ne ha presi solo due, dopo aver subìto lo strapotere della capolista dall’inizio alla fine. Decisamente meno comprensibile l’allenatore Fabio Pecchia che ha deciso di affrontare la corazzata partenopea con un centrocampo leggerissimo, tenendo in panchina Bruno Zuculini (non al meglio), Fossati, Valoti per giocarsi la carta Calvano come secondo cambio. Scelta che fatico a capire. Un centrocampista riaggregato quasi per disperazione, diventa improvvisamente elemento imprescindibile in testa alle gerarchie del tecnico. Vicenda strana, molto strana. Se prima Calvano era fuori rosa ed ora decisamente dentro, qualcuno deve aver sbagliato. A Napoli Pecchia lo ha inserito al posto di Bessa quando l’Hellas era sotto 1-0 e avrebbe dovuto cercare almeno di pareggiare (quindi attaccare). Come terzo cambio (dopo il raddoppio del Napoli) l’allenatore ha inserito Felicioli (un difensore) al posto di un esterno offensivo come Verde. Ok, il match era praticamente già deciso, ma perché non dare altri minuti a Lee o a Valoti che sono giocatori del Verona e non prestiti?

Di Pazzini abbiamo già parlato e quindi non torno sulla questione. Pecchia ha fatto delle scelte condivise con l’amico Fusco e al momento il risultato è semplicemente penoso: 13 punti in 20 partite, un disastro. L’allenatore ha dimostrato con i fatti di non avere le idee chiare su ruoli e giocatori, cambiando tante formazioni, tante posizioni e moduli. Ho il timore che la squadra abbia raggiunto il suo massimo livello e che senza rinforzi veri non riuscirà ad accelerare ulteriormente, rischiando invece di essere addirittura presa dal Benevento. E’ vero, Udine a parte, la squadra ha offerto discrete prestazioni, ma se giochi senza bomber come fai  a segnare? E se non segni non fai punti, ovvio.

 

11.016 VISUALIZZAZIONI

97 risposte a “PECCHIA SEMPRE PIU’ INCOMPRENSIBILE”

Invia commento
  1. viniciocaposhellas scrive:

    Dedicato a quello stappava il prosecco alla nostra retrocessione in C:
    https://calciohellas.it/2018/01/18/vicenza-definitivamente-fallito

    • hellesso scrive:

      Schwoch è solo uno dei tanti di passaggio. Sinceramente sono molto dispiaciuto del fallimento del Vicenza. Non per i giocatori ma primo per i tifosi e poi perchè loro sono sempre stati per me gli avversari numeri uno. Ho dei ricordi bellissimi di questi derby, vedere la nord piena anni fa tutta biancorossa mi piaceva particolarmente perchè era la partita che sentivo di più. Sono sempre dell’idea che se non ci fossero gli avversari non avremmo mai potuto amare cosi tanto il Verona. Spero in una pronta risalita, perchè giocare contro Carpi, Benevento, Nessuno, Crotone non mi interessa.

      • viniciocaposhellas scrive:

        ….sinceramente dei quei 4 deficenti che tifa quela squadra lì fallita che vien a Verona a tirar sassi e spaccar macchine al parcheggio , io, ne faccio volentieri a meno.

    1. maxrugo scrive:

      Domenica intanto ci giochiamo una bella fetta di salvezza, una vittoria vorrebbe dire molto sia in temini di punti che riguardo agli socntri diretti.
      ad ora ce l’andremo a giocare così se fosse per me:
      Nicolas
      ferrari caracciolo hertaux Felicioli
      Romulo Buchel Zuculini Verde/Matos
      Cerci Pazzini
      Messa così per me sarebbe una squadra che potrebbe arrivare sicuramente quart’ultima,

      invece per Pecchia
      Nicolas
      ferrari caracciolo hertaux Fares DP
      Romulo Buchel Zuculini
      Bessa DP
      Cerci Verde

      • Franco scrive:

        Aggiungo, magari pecchia giocasse col 4-3-1-2, con Bessa a sostegno di due punte.. gioca con Bessa(o Valoti) a sostegno di una punta, che poi punta non è visto che gioca Cerci lì, o kean che non solo non è una punta, ma non è nemmeno un giocatore di calcio. Sempre che non stravolga tutto inventando Bessa mediano, o romulo trequartista, o chissà che altra novità avrà in mente. A me di setti non frega nulla, tanto o lu o n’antro, nissuni vegni a butar schei ‘a ufete’, mi preme che due incompetenti, supoonenti e falsimodesti come Pecchia e Fusco se ne vadano fuori dai c0gli0ni alla svelta, non ne posso più della loro mediocrità unita al modo istrionico di gestire la squadra di Verona

      • Franco scrive:

        Silvestri.
        Ferrari Caracciolo Heurtaux.
        Romulo Fossati Zuculini Bessa Verde.
        Cerci Pazzini.

        Non hai terzini, non hai qualità e due come Bessa e Fossati che ce l’hanno marciscono in panca, siamo sempre in inferiorità numerica a metà campo(se manca uno dei due fisicamente forti) o in debito di fosforo(se ci sono entrambi). usalo sto 352 orcomondo! Gli attaccanti forti lì hai, Cerci e Pazzini: dighe poco! Il problema è che non rientrano? fanne correre 8 in maniera più intelligente e fai “densità” in mezzo, ma lascia che i due lascia che siano freschi in zona gol invece di mettere un inutile kean.
        Sicuramente il 4411 ha dato miglioramenti rispetto all’improponibile 433 di inizio anno, ma ancora ci sono troppi giocatori importanti sacrificati (Bessa e Pazzini) , e noi che di giocatori importanti ne abbiamo pochi dobbiamo esaltarli!

        • hellas76 scrive:

          Anche io proverei i 3 dietro…non hai terzini ne gente che sappia dare i tempi di gioco in mezzo ma gente come Fares, supradin, Romulo, che hanno corsa e cross e sgravati o limitati almeno dal lavoro difensivo in cui sono osceni potrebbero dare segni di utilità in ripartenze da dietro…in mezzo metti i picchiatori, non solo Zuculini a correre dietro al mondo..

        • Simone scrive:

          Nessuna squadra al mondo gioca con otto giocatori e due davanti che aspettano il pallone. Nel calcio moderno è una cosa impossibile a meno che tu non abbia dei grandi giocatori davanti o che tu possa permetterti di giocare prevalentemente nella metà campo avversaria. L’attaccante moderno salvo casi particolari partecipa ovunque alla fase difensiva. Puoi tutt’al più concederne uno, due no di certo.

          • Franco scrive:

            La grande Spal(Antenucci, Floccari, Borriello, e nemmeno Paloschi fa tutto sto lavoro sporco anche se dei 4 è il più mobile) lo fa. Trotta e budimir tornano? Belotti e Ljajic/Niang? Per non parlare di Kalinic e Suso. Ah e tutte queste ci sono davanti in classifica, giusto per dire,; e due delle quali hanno avuto una rosa leggiore della nostra in questa prima parte di campionato.
            dai valà, “attaccante moderno” me toca senter.. ti varda le statistiche o guardiola che lé meio, tipico de ci no ha mai sentì la sveglia delle 8 dopo 3ore de sonno alla domenica mattina per nar alle partie da bocia, o le biasteme dei allenatori quando se perdea, le pache viola sui zenoci prese in categoria e soprattutto il clima che so vive dentro uno spogliatoio. qua bisogna fare i gol, non la caciara da intelletuali da talkshow con pardo, caressa e compagnia. L’equilibrio è un mezzo per raggiungere lo scopo di salvarsi, non il fine ultimo! sacrificare i talenti al fine di adattarsi al calcio moderno… cosa mi tocca sentire..!

            • Simone scrive:

              Delle rose ne abbiamo già parlato. E delle nominate te sè che solo il Crotone per me ci è leggermente inferiore. I nostri due attaccanti da te nominati non fanno quel lavoro (Cerci perché ogni tot partite si infortuna e deve poi rincorrere la condizione, Pazzini perché non ce la fa), i due del Crotone hanno caratteristiche di altro tipo (fisicità) e sgobbano parecchio (budimir in patria era paragonato come caratteristiche a mandzukic), come belotti (che quest’anno è spesso out) e tutti gli altri (Antenucci è una seconda punta, borriello sta facendo fatica e paloschi averlo..), Suso è un esterno d’attacco, kalinic quest’anno male ma anche lui faceva quel tipo di lavoro (“È una prima punta forte fisicamente capace di fare reparto da solo, nella fase di non possesso aiuta la squadra nei ripiegamenti difensivi”). E quando te vè sul personale, lassa perdere. Mi g ho un bocia che zuga a balon, vo a vederlo de sabato e lavoro de notte 5 volte la settimana..

      • Simone scrive:

        Perché dovrebbe giocare Felicioli per Fares? E perché domenica non dovrebbe giocare Pazzini visto che nelle partite in casa con le dirette concorrenti ha di base sempre giocato lui? Per me l’unico dubbio riguarda semmai Cerci, perché non sappiamo come sta fisicamente. Io dico: Nicolas Ferrari Heartaux Caracciolo Fares Rómulo Zuculini Büchel verde Pazzini cerci (Kean o Bessa).

        • viniciocaposhellas scrive:

          442

          Nicolas

          Ferrari – Hertaux – Caracciolo – Fares

          Romulo – Buchel – Zuculini – VErde

          Cerci – Pazzini

          • viniciocaposhellas scrive:

            non giocasse Cerci spero toccherà a Matos far vedere chi è.

            Per la prima volta nella stagione c’è abbondanza di punte.

      1. alkwor scrive:

        Fusco come DS vuole solo gente motivata, così disse: ovvero se i giocatori pretendono un euro in più perchè lo valgono o hanno legittime ambizioni personali, se ne stanno dove sono.
        Quindi il bacino da cui attingere si restringe a vecchie glorie perennemente rotte, riserve disperate che cercano un improbabile rilancio, giovani che non hanno dimostrato nulla.
        Il bacino si restringe ulteriormente perchè non sembra che Fusco sia in grado di attingere a campionati o squadre che non siano la B Italiana o il Bologna.
        Infine, se sono in squadra e chiedono un euro in più o rifiutano un trasferimento (in peggio di sicuro), sono messi fuori rosa o subiscono mobbing.
        Fusco, come DS, non ha problemi ad affermare l’assurdo nelle conferenze stampa, dichiarando l’opposto di quello che avviene dopo 2 giorni (Cassano e Caceres su tutti): credibilità presso i tifosi, poca o nulla (quella non dipende dal budget a disposizione).
        Pecchia, con quell’aria da cane bastonato, mi fa tenerezza, a volte.
        Fusco mi fa inc@zzare.
        Poi, mi auguro, Boldor segnerà una doppietta a Torino con la Juve e ci salveremo all’ultima giornata, però permettetemi di non scommetterci 10€ sopra.

        • viniciocaposhellas scrive:

          Il DS è bravo quando ha un budget con cui lavorare.

          Con budget zero è difficile per tutti.

          Naturalmente i DS bravi non vengono a Verona a lavorare senza budget.

          Setti ha trovato la persona giusta , lavora con quello che ha ed è disposto a metterci la faccia.

          • Mariino scrive:

            Secondo me Fusco non e’ cosi incapace nel suo lavoro.Credo che lui e il piadinaro sappiano benissimo che Pecchia e’ inadeguato al momento in serie A.Il fatto che il ds gli abbia messo a disposizione una rosa inadeguata e’ l’ulteriore conferma che al piadinaro l’eventuale e quasi certa retrocessione non gli rechera’ danno.Il discorso e’ tutto qui

            • viniciocaposhellas scrive:

              Credo nessuno lavori per retrocedere.
              Tutti vogliano il Verona salvo.
              Anche Fusco , Pecchia e il piadinaro..

              Domenica obbligo di vittoria.

        1. viniciocaposhellas scrive:

          Non mi spiego il modus operandi della società su Pazzini.
          Cederlo gratuitamente per risparmiare 1 mln di ingaggio mi và bene.

          Ma con 1 mln chi si può prendere al suo posto?

          Io credo nessuno!

          Pertanto è meglio che Pazzini giochi e molto.

          Adesso ha anche chi lo può aiutare.. Pektovic e Matos

          1. Franco scrive:

            Fusco proprio non lo capisco. Boldor non penso abbia richieste, non ha bisogno di ‘adattarsi’ visto che conosce già ambiente, allenatore e campionato; Il rammarico del tardivo mercato di agosto è un problema che no si pone visto le sue premesse, boldor è pronto subito!
            anche fosse realmente lui l’unico colpo per la difesa, era così impensabile aspettare il 31 gennaio a prenderlo? Se non altro perché occupa un posto in lista essendo un 95. Che sia una seconda scelta anche per la peggior difesa della serie A lo sappiamo, lo conosciamo bene.. Magari non si presenta comunque nessuna occasione fino a fine mercato, ma non vedo perché precluderla con una operazione inutile ancora a metà. Ora siamo obbligati da regolamento a cedere (o sprecare risorse dandole ai fuori rosa) per acquistare, anche arrivasse l’occasione di prendere un giocatore discreto ma insoddisfatto a gratis.. avendo posti in lista occupati a caso da gente come Calvano, Coppola e Boldor (e penso pure cherubin) poi. Che incompetente questo ciarlatano. Fastidioso, ruffiano e incompetente. Setti facci la grazia e caccialo

            • viniciocaposhellas scrive:

              In effetti anch’io faccio fatica a capire perché sprecare uno slot “over” per Boldor.

              Evidentemente qualche uscita è già prevista…

              In ogni caso benchè aiutato dal fatto che conosce ambiente e allenatore, credo che giocherà zero minuti.

              Concordo: è un’entrata che poteva restare in stand-by fino al 31/01.

            1. maxrugo scrive:

              Fa scalpore il probabile investimento di 5 milioni di euro da parte della Spal per l’acquisto di Kurtic. Premesso che lo sloveno non vale i denari proposti e la Spal si potrebbe pentire presto di un errore di valutazione, tralasciando l’aspetto tecnico, parliamo del solo aspetto economico.

              Ci sono quattro squadre in lotta per non retrocedere e probabilmente resteranno quelle fino alla fine. Da un lato Crotone e Verona che non vogliono spendere un centesimo, che guardano ai bilanci e che pensano molto di più al futuro a lungo termine che all’attualità.

              Dall’altro lato Spal e Benevento, due società che vogliono salvarsi subito, anche a costo di rimetterci tanti soldi e certezze per il futuro. I campani hanno appena acquistato un centrale difensivo poco conosciuto, Billong, per 2 milioni di euro; la Spal ne sta invece per investire 5 per una riserva dell’Atalanta. Ricordiamo che appena un anno fa il Benevento ha ricevuto un punto di penalità dovuto al ritardo del pagamento dei contributi Inps e delle ritenute Irpef relative alle mensilità di gennaio e febbraio 2016.

              Per questi motivi difficilmente il Verona spenderà 5 milioni di euro in un sol colpo. Per fortuna la salvezza non passa dai soldi spesi e quasi certamente una tra Benevento e Spal (il Verona si augura entrambe) si pentirà degli investimenti fatti senza senno in sede di mercato.

              Non scomodiamo il ricordo di Vicenza, Treviso, Ravenna, Triestina, Modena, Mantova, Padova, Rimini, Pisa e chi più ne ha, più ne metta (e stiamo parlando di squadre del ricco Nord Italia), ma misuriamo gli esempi attuali di Atalanta e Chievo. Negli ultimi anni i bergamaschi hanno investito solo soldi entrati dalle innumerevoli ed esagerate cessioni. Non molto distante il club di Campedelli che da anni non investe grandi somme negli acquisti e negli stipendi, addirittura non punta nemmeno sui propri giovani e preferisce acquistare vecchie volpi o giocatori già pronti, scartati da altre società.

              Mettiamola sui numeri. Chievo 2017/18. Cessioni: Inglese 10 milioni, Mpoku 1.8, Provedel 1.2, Kupisz 0.7, Ekuban 0.56, Pucino 0.5, Calderoni 0.5. Acquisti: Garritano 1 milione, Rodriguez 0.5, Valjent 0.5, Jaroszynski 0.4, Tomovic 0.3, Rigione 0.2, Gaudino 0.05. (Fonte transfermarkt).

              Attivo di oltre 12 milioni di euro! La super Atalanta da queste ultime due stagioni ha un attivo dal mercato di circa 63 milioni di euro!

              In Italia è difficile trovare chi investe del proprio. Oggigiorno o ci sono grossi finanziatori stranieri (Roma, Inter, Milan), o famiglie potenti (Juve, Napoli e Sassuolo), o altrimenti tutto arriva dalle plusvalenze di mercato (Lazio, Fiorentina, Atalanta, Udinese, Chievo…).

              Sognare, o semplicemente pensare, ad un Setti che investe nel Verona è utopia, ma non perchè è Setti, ma perché è così che funziona il sistema calcio italiano. A fronte di una dozzina di squadre che reggono l’urto e hanno risultati sportivi ed economici di buon livello, ce se ne sono decine e decine che falliscono e spariscono per sempre.

              Non vogliamo difendere l’immobilismo di Setti, ma stiamo solo cercando di capire dove può portare questo calcio. Il presidente e il diesse assicurano che la società è sana, non ha problemi economici e può dormire serena guardando al futuro: se è vero, è una cosa molto rara in Italia. Chiedere al Milan se vede un futuro così roseo.

              I risultati del Verona purtroppo non vanno di pari passo, ma l’obiettivo dichiarato da giugno scorso è la salvezza, nessuno ha mai parlato di Europa. Manca un intero girone, l’obiettivo è a soli 2 punti (più per demeriti altrui, ma poco importa) e molti giovani iniziano ad avere pure mercato. Se qualcuno sogna il Barcellona, può cambiare tranquillamente città. Questa è la realtà e stavolta nemmeno tanto nascosta, anzi mai come quest’anno Setti, Barresi e Fusco sono stati tanto chiari: niente soldi, modello Crotone, valorizzazione dei giovani. Per arrivare a modelli come Chievo o Atalanta, è necessario passare da stagioni di sacrificio. Per arrivare a modelli come Vicenza e Modena, si fa molto prima!

              Nel frattempo andatelo voi a dire alla Spal che, se retrocede, non ha un paracadute e ha un contratto di 2 milioni di euro netti da dare a Borriello…

              FONTE: HELLASNEWS
              http://www.hellasnews.it/bastano-5-milioni-per-salvarsi/

              • Mariino scrive:

                Hai detto:”mai come quest’a nno Setti, Barresi e Fusco sono stati tanto chiari: niente soldi, modello Crotone, valorizzazione dei giovani.”Si giovani come Kean prestito Yuve e Lee panchina.Giovani tipo Tupta di proprieta’ che scalda la panchina.L’unico finora e’ Fares dove loro hanno insistito un po’.Il resto e’ solo agonia e’ incapacita’ del duo Fosco Pecchio

                • NIKE scrive:

                  Seguo l’Hellas dai tempi di Cadè e Valcareggi purtroppo anche a me negli ultimi tempi mi è sopraggiunta una sorte di rassegnazione ed apatia cosa molto strana che non mi era capitata nemmeno nei periodi bui di Lega Pro.
                  Comunque i nodi verranno presto al pettine la prossima partita sarà la partita chiave non solo per la stagione in corso.
                  I veronesi hanno la qualità di essere molto pazienti e credo che se malauguratamente non arriverà la vittoria contro il Crotone si scatenerà il putiferio con la contestazione all’unico responsabile di questo scempio, ormai ha capito anche lui che è seduto su una polveriera ha giocato fin troppo, la corda ad un certo punto si spezza, Game is over signor straccivendolo

              • Jordan scrive:

                Infatti la Spal se retrocede non prende il paracadute,noi si, quindi cosa ghe ne frega più de tanto al sensa calseti se retrocedemo?? Noialtri coio… riempimo el stadio anca in B e tutto resta normale. Anno nuovo vita nuova schei in cassa dalle cessioni de Bessa,Pazzini, Verde,Fares,Romulo ecc. acquisti dalla serie B ingaggi metà della metà e se tornemo su bene se no ciccia, l’importante le bear birra e cantar. DB

              • NIKE scrive:

                Clamoroso il Bugiardino mette a segno un’altro dei sui eccezionali colpi, strappato a molti concorrenti approda a Verona il famoso Boldor da Bologna( e da chi se non sempre quella). Ioreputo Kumpulla Casale e Riccardi 100 volte superiori a questo il cui curriculum parla chiaro

              • Nucky scrive:

                La Spal spende semplicemente perchè vuole restare in A, perchè ha necessità di restare in A, a differenza nostra dove abbiamo un proprietario a cui non cambierà nulla a livello economco sia in caso di retrocessione che di promozione, L’amara verità è che non esiste programmazione, il caso Cassano, il caso Pazzini, Kean arrivato a fine mercato, Caceres resuscitato e poi rispedito alla Lazio, Calvano che passa dalla Lega pro alla Serie A semplicemente per arricchire il curriculum in vista di essere ceduto a qualche squadraccia, i rinnovi di Nicolas e Souprayen, se questo vuol dire programmare AIUTO!!!

                • NIKE scrive:

                  Era già tutto previsto un libro letto e riletto la stessa campagna acquisti di gennaio di 2 anni fa dove arrivarono a Verona illustri sconosciuti che sono rimasti tali a parte qualche rara eccezione

              • fenomeno scrive:

                Eh ma questo lo capiscono in pochi….si fa prima a gridare al ladro e spalare merda a destra e manca….a parità di risorse però si potrebbe dare più senso di appartenenza e più “veronesità” alla comunicazione ed all’assetto societario ed un po’ più di logica all’aspetto tecnico…

                • NIKE scrive:

                  E intanto mentre il Pinocchio di Via Belgio è alla ricerca di scarti da portare a Verona il fodo cagnolino Fuffi-Setti corre da Lotito all’assemblea di lega pe elemosinare qualcosa.
                  Che bei personaggi

              1. viniciocaposhellas scrive:

                Matos e Petkovic , segnale positivo.
                Bisogna dare atto a Fusco che con budget zero, ha portato a Verona 2 giocatori integri e che hanno voglia di giocare.
                Soprattutto è riuscito a metterli a disposizione del mister da subito.

                Non commento Boldor , che difficilmente troverà spazio.
                A proposito non capisco come si possa inserirlo in lista visto che gli unici spazi in lista liberi sono quelli lasciati da Albertazzi e Caceres.

                1. Alkwor scrive:

                  Da un articolo sul bilancio del Verona, appena uscito (@Fioravanti: perché non ne parlate su questo sito?), il Verona è più o meno in pari e si autofinanzia, a giugno 2017.
                  Spende 22 e incassa 22.
                  La Rosa valeva ben 9 milioni, di cui 2 erano di Viviani e 2 del fortissimo Franchetti (queste si che sarebbero cose da verificare)

                  1. mir/=\ko scrive:

                    a me del bilancio non frega nulla di nulla. io non ho mai definito Setti un delinquente!!! semplicemente reputo Setti, nel mondo del calcio, un imprenditore mediocre che non dimostra nemmeno trasparenza e vicinanza al club e ai suoi tifosi!!! è del tutto assente e dimostra palesemente con il suo silenzio assordante un solo interesse: quello monetario!!!!! per non parlare della totale assenza di programmi e di un dilettantismo spaventoso, con errori a ripetizione, personale mediocre e prese di posizione tardive…

                    1. Maxrugo scrive:

                      Il bilancio d’esercizio dell’Hellas Verona FC è pubblico e da oggi è disponibile con una spesa di lieve entità su diversi siti internet (Registro imprese ad es.), e pareggiamo in extremis il derby con il Chievo il cui bilancio è disponibile da ieri. L’esercizio chiuso al 30 giugno 2017, approvato dall’Assemblea degli Azionisti del 6 dicembre 2017, relativo alla quinta stagione di Setti alla Presidenza del Verona, vede un risultato negativo di Euro 216.684, grazie al paracadute di Euro 25 milioni. Le plusvalenze dell’esercizio ammontano complessivamente ad Euro 6.047 migliaia (Euro 4.376 migliaia relativamente a Gollini, Euro 1.250 migliaia per Helander, Euro 421 migliaia per altri giocatori) a cui vanno sommati ricavi per prestiti per Euro 1.389 migliaia (Euro 1.000 per Helander sempre al Bologna). Le minusvalenze ammontano complessivamente ad Euro 473 migliaia (principalmente riferibili a Lazaros). Il costo del personale ammonta complessivamente ad Euro 21,6 milioni di cui Euro 20,9 milioni per tesserati. Tra gli altri oneri, il contributo promozione che il Verona dovrà versare nel 2018-2019 a favore della Lega Serie B. Considerando tale onere i contributi netti ricevuti dalla Leghe ammontano a Euro 22 milioni. La gestione economica appare pertanto tutto sommato essere in equilibrio anche se fondamentale è l’apporto di paracadute e plusvalenze, che hanno permesso di mantenere in B una rosa, tutto sommato costosa per la categoria. Anche dal punto di vista patrimoniale la Società appare essere in equilibrio, certo senza avere grandi risorse da spendere per investimenti, ma quanto meno ha una situazione in ordine con il fisco (debito per circa Euro 500 migliaia a fronte di debiti tributari milionari di altre realtà calcistiche anche della zona). I debiti verso il personale ammontano a Euro 5,2 milioni ma si riferiscono alla retribuzione del mese di giugno 2017 oltre ai premi maturati che risultano essere pagati alla data di redazione del bilancio secondo le scadenze fissate dalla normativa federale. Anche la posizione verso il Comune di Verona migliora nel senso che il Verona si è fatto carico di oneri straordinari per circa 1 milione di Euro a fronte di un debito che al 30 giugno 2017 ammonta ad Euro 2,1 milioni. Non vi sono debiti verso le Banche. Vi sono debiti verso altri finanziatori per Euro 10,4 milioni, relativamente ad anticipi diritti televisivi 2017-2018 per Euro 5 milioni, anticipo campagna acquisti per Euro 2,6 milioni e anticipo seconda rata cessione Gollini per Euro 2,2 milioni. Il valore netto contabile dei cartellini dei giocatori è pari ad Euro 8,9 milioni (Euro 13,6 milioni nel 2016). I principali valori si riferiscono a Euro 2,4 milioni (Viviani, ceduto poi in estate), Euro 2,1milioni (il giovane Franchetti), Euro 1 milione per Bessa. Nell’anno non sono stati fatti versamenti dall’azionista, per cui la gestione 2016-2017 si è autofinanziata. Nella relazione sulla gestione si da informazione che nel mercato estivo dopo il 30 giugno 2017 è emersa una plusvalenza di Euro 300 migliaia circa dalla cessione di Siligardi, Si da inoltre informazione di una verifica iniziata a luglio 2017 della Guardia di Finanza di Verona su incarico della Procura della Repubblica di Modena avente ad oggetto l’attività di agenti FIFA nell’ambito dei rapporti contrattuali con gli sportivi professionali. Abbiamo dato una prima veloce lettura e ci riserviamo ulteriori approfondimenti del bilancio al 30 giugno 2017. Ne emerge tutto sommato, come ribadito in recenti interviste, come la società sia tutto sommato in equilibrio. Ora serve eventualmente cercare di essere un po’ più in equilibrio per poter fare degli investimenti che permettano un sereno e duraturo futuro. E la permanenza in A aiuterebbe sicuramente. Un’ultima considerazione rivolta all’Amministratore Unico Maurizio Setti. Per favore, mettete questi dati a disposizione del pubblico e dei media in modo trasparente. Non costa nulla e sareste tra le pochissime società a farlo. Di seguito si riporta un sunto dei risultati economici del Verona durante la gestione Setti. Fonte: Verona Col Cuore

                      1. mario scrive:

                        IL PROBLEMA STA A MONTE: cioè su Setti, e i soldi “spariti”, mi riferisco al paracadute scorso, ai diritti tv quest’anno e alle cessioni di quest’anno. SE I SOLDI CHE DOVEVANO SERVIRE PER FARE UNA SQUADRA DI CATEGORIA, non si sa dove finiscano, è chiaro che poi ci si ritrova con Calvano quasi titolare, e un allenatore senza esperienza in A (che però è il meno pagato della categoria)
                        I DISASTRI SPORTIVI DELL’HELLAS SONO LA LOGICA CONSEGUENZA DEL FATTO CHE NON CI SONO INVESTIMENTI SUL CLUB, e non parliamo di “mettere soldi nell’Hellas”, ma di non portarli via
                        IO MI AUGURO CHE I GIORNALISTI DI VERONA SI STANCHINO DI ESSERE PRESI IN GIRO DALLA TRIADE (Setti, Fusco, Pecchia) e inizino a “battere” stile incudine, su “DOVE SONO FINITI I SOLDI”?

                        • fenomeno scrive:

                          Io non so dove sono finiti i soldi…si legge però che lo scorso anno il monte ingaggi del Verona fosse di 14 milioni di euro che suppongo diventino una ventina con le tasse, oltre ai giocatori ci sono una sessantina di dipendenti da pagare ogni mese, affitti di immobili, stadio ecc…direi che soldi da pagare ce ne sono parecchi, se poi quelli che entrano sono maggiori di quelli che escono non so, ci sono i bilanci e qualcuno potrebbe fare dei conti dettagliati….però qualche volta consideriamo anche quali sono i costi please altrimenti qui sembra che entrino soldi da tutte le parti e non ci sia alcun costo….se quasi tutte le società di calcio hanno debiti e chiudono bilanci in rosso qualche motivo ci sarà…tutti ladri?…forse si…ma allora siamo in buona compagnia

                          • NIKE scrive:

                            Intanto il Pinocchio di Via Belgio è da giorni che rincorre scarti mezze calzette di squadre disposte a parcheggiare i propri bidoni

                            • NIKE scrive:

                              E mentre il Pinocchio di Via Belgio è alla ricerca di scarti da portare a Verona Fuffi il fido cagnolino Setti corre da Lotito all’assemblea di lega per elemosinare qualcosa

                        1. Dandy scrive:

                          Segnalo a tutti (giornalisti in primis) che è uscito il bilancio. Così almeno quelli dei "soldi spariti" parlano con cognizione di causa.

                          1. Andrea scrive:

                            Di tutta un’intera partita giocata, il problema su cui scrivere addirittura mezzo articolo è l’inserimento di Calvano?

                            • Luca Fioravanti scrive:

                              Il caso Calvano è significativo invece.

                              • Andrea scrive:

                                E’ entrato al 78° del secondo tempo.

                                Il titolo del pezzo, giustificato dalla prima metà dell’articolo, parla di “scelte incomprensibili” e le lega proprio ad una sostituzione che avviene a 12 minuti dalla fine, quando stavi perdendo per un gol “dubbio”.

                                In altri termini: si giudica l’operato di un allenatore sugli ultimi 12 minuti finali e non sui 78 precedenti, dove -a detta dei commentatori di stampa nazionale e di Sky- il Verona aveva giocato secondo le sue possibilità, in relazione all’organico a disposizione, contro la squadra che gioca in assoluto il più bel calcio del campionato ed è meritatamente prima in classifica.

                                Nella seconda parte dell’articolo, poi, in modo un po’ malizioso vista l’aria che tira a Verona, attribuisci a Pecchia la scelta di non far giocare Pazzini per motivi “amicali” (“amico di Fusco”) e non per scelta tecnica.

                                Anche qui: se Pazzini è così bravo e solo Pecchia non capisce come farlo giocare (capocannoniere lo scorso anno in B con Pecchia, lo ricordo), visto che la società vorrebbe cederlo non farà nessuna fatica a piazzarlo: devono solo fissare un prezzo adeguato che tanto ci sarà chi lo acquisterà.

                                Invece, ho la vaga sensazione che non sarà facile cedere Pazzini: perché in A sono 4 anni che non combina nulla, basta vedere i report.

                                E se non bastasse vedere i report, basta vederlo in campo quest’anno: dove comunque ha passato i 1000 minuti di gioco e dove lo abbiamo apprezzato solo per aver tirato -bene- i rigori.

                                • Luca Fioravanti scrive:

                                  Secondo il mio punto di vista, alcune scelte sono difficili da comprendere. Ricordo ad esempio l’anno scorso a gennaio quando Fusco dichiarò: Gomez sarà il nostro rinforzo. Poi Gomez non si rivelò tale e venne addirittura tagliato in estate. Pagato, ma tenuto fuori rosa. Non sarà stato un mostro, ma qualcosa in A aveva combinato il buon Juanito.
                                  Souprayen è stato il punto fermo del Verona dell’anno scorso. Gli è stato prolungato il contratto, avrebbe dovuto giocarsi il posto con Felicioli, ma solo dopo tanto tempo l’allenatore si è accorto dei limiti di questo ragazzo. Limiti che tutti avevano visto già in serie B.
                                  Su Pazzini mi sono già espresso e quindi mi fermo qui. Ma le scelte strane di Pecchia sono molte. Decisioni fatte spesso in buona fede che evidenziano una certa inesperienza e a volte tanta presunzione.

                                  • NIKE scrive:

                                    Questo Pulcinella napoletano o meglio Pinocchio travestito da DS del Verona dice tante panzanate che nessuno più gli crede. Caceres gli ha chiesto di essere ceduto perchè la Lazio gli ha fatto una proposta Ahaha ma lo sanno anche i muri che era tutto già stato scritto ad agosto. E poi il ritorno di Boldor giovane di belle speranze da lui definito è la chicca del secolo ma se ha fallito anche in serie B sarebbe più giusto a questo punto rilanciare Kumbulla che è un giocatore di proprietà. Ormai caro Pinocchio hai fallito è vero che senza soldi non si fa mercato ma tu hai mostrato incompetenza tecnica non sai andare a cercare giocatori a basso costo sconosciuti ma di valore e poi la vicenda Albertazzi ti ha smascherato. Fuori dalle@@

                                  • Simone scrive:

                                    Il discorso a mio avviso è che abbiamo dei giocatori limitati, dal punto di vista fisico (sotto più aspetti), tecnico e di esperienza. Di Giocatori insostituibili ne vedo tre, dì cui uno che è entrato in condizione da novembre e che ora è andato, uno che gioca tot partite, sembra sulla via del recupero ma poi ricade in infortuni, e Rómulo. Sono convinto che una formazione base ci sia, ma che dipenda A. dal tipo di partita che vuoi fare, B. Dalla condizione dei giocatori e dagli infortuni, C. Dall’avversario. Ora che mi sembra chiara l’idea con cui si vanno ad affrontare le partite, e Fusco non può non averlo capito (avrebbe dovuto già dalla scorsa estate ma ormai è andata), sul mercato si agisca di conseguenza nel modo migliore. Prima di cominciare a farmi un’idea più precisa a riguardo voglio aspettare un altro po’. Ad ora è chiaro che non ci siamo ma non mi va di sparare giudizi affrettati.

                                  • Sick boy scrive:

                                    Q8 tutto Fenomeno, e aggiungo che preferirei delle idee confusionare di pecchia,che diktat societari

                                  • Luca Fioravanti scrive:

                                    Non ho iniziato e non sto portando avanti una battaglia personale contro Pecchia. Valuto quello che vedo e che ritengo sottolineare per discuterne. Tanto per essere chiari, il maggior responsabile di questa situazione resta sempre il presidente Setti.

                                  • fenomeno scrive:

                                    La cosa che non capisco di Pecchia è la girandola di uomini e ruoli…lo scorso anno Fares non giocava mai, quest’anno pedina insostituibile in mille ruoli…Zaccagni lo scorso anno stava trovando continuità, stava facendo buonissime partite, sembrava veramente bravo poi…sparito…Bearzotti grande partita da terzino con la Samp, quella dopo di nuovo titolare ma esterno alto poi sparito anche quando non avevamo terzini…Valoti lo fa giocare due partite poi sparisce…Bessa punta, pensa mediano incontrista, Bessa sta facendo schifo ma non si leva mai anzi…si fa ammonire da diffidato prima del Crotone…Romulo rifinitore l’ultima chicca…terzino, esterno, rifinitore…a centrocampo dove vorrebbe giocare e dove ha fatto le migliori cose in carriera mai…Fossati tra i più positivi nell’inizio stratosferico dello scorso anno poi piano piano sparito…queste sono una serie di cose incopmprensibili…che non significa siano cose sbagliate, magari saranno giustissime ma c’è chi non le capisce…saranno limiti miei

                                  • Andrea scrive:

                                    Eddai, Luca: Gomez andava recuperato. Cosa poteva dire, Fusco, in presentazione?

                                    E ci hanno provato a recuperarlo: di partite in B ne ha giocate: ma il ragazzo, a cui come tifosi abbiamo sempre voluto bene, era proprio spompo.

                                    Ricordo un gol impossibile da sbagliare (lo faccio io a 50 anni!) a due metri dalla porta di testa contro l’Avellino su cross pennellato al bacio: era 0-0.

                                    Su Souprayen posso anche essere d’accordo: ma la squadra non la fa Pecchia, la fa il budget di Setti.

                                    Qui si continua a fare il tiro incrociato su un allenatore che “sta facendo le nozze coi fichi secchi” (non parole mie ma del vostro -competente- opinionista Gaburro) che gioca da inizio d’anno senza una punta vera: perché Kean ha 17 anni, e l’altro il doppio. In mezzo non c’è nessuno.

                                    Se dopo 78 minuti di buona partita si esce con un articolo così, è chiaro che non si ha interesse a mettere in mostra quanto di buono è stato fatto ma -al contrario- si vuole trovare il motivo della critica, a prescindere (come diceva Totò).

                                    @Paolo: Io non mi permetto di dirti che non ci capisci nulla. Potrei anche dirti che pure Lee e Valoti al momento sono “pippe” (Valoti ha finora sbagliato 4-5 gol davanti alla porta: ma non gliene faccio una colpa. Quello abbiamo. Uno è giovanissimo, l’altro pare avere limiti caratteriali.

                                    Io non vedo nella panca di domenica dei cambi che avrebbero potuto cambiare la partita. E sul fatto che il Napoli abbia preso tre legni, quoto Simone: a Napoli ci sono squadre che ne hanno presi 6, di gol. Sono davvero forti e, se uno ama il calcio al di là del tifo, è un piacere vederli giocare.

                                    Chiudo dicendo che non sono un estimatore di Pecchia a prescindere: se andate a vedere dopo Roma ne avevo chiesto il cambio.

                                    Ma ora la squadra gioca e gli unici che non sembrano essersene accorti sono qui. Perché altrove la si giudica diversamente.

                                    Ciao.

                                • Paolo scrive:

                                  Andrea non ci stai capendo nulla; indipendentemente dal risultato in quel momento NON doveva entrare in campo Calvano, non con scelte ben più plausibili a disposizione del tecnico. Come cavolo è possibile che siano entrati in campo Calvano e Felicioli, una pippa aggregata per disperazione ed un giocatore del Milan che in tutta la stagione non ha mai trovato spazio, mentre Lee e Valoti rimangono costantemente confinati in panchina pur essendo giovani di proprietà del Verona e su cui scommettere anche per il futuro? Questo è quello che si contesta all’allenatore, nessuno ha detto che con il Napoli si potesse far di più; anzi, quasi tutti si aspettavano un risultato ben più rotondo.

                                  Tuttavia, seriamente, se il Napoli prende due pali ed Insigne spara alto davanti a Nicolas è merito di Pecchia che ha ben disposto la squadra o demerito degli avversari che su 13 tiri in porta (contro uno) ne han fatti fruttare solo 2?

                                  • Simone scrive:

                                    Tutte le squadre che incontrano il Napoli, specie se della nostra caratura, prendono quei tiri. Non tutte purtroppo prendono gol su due errori del portiere. Lì sta il piccolo rammarico. La fase difensiva non è stata il problema col Napoli. Semmai lo é stata quella offensiva perché hai fatto poco nulla. Non sei riuscito a fare contropiede, specie con gli esterni che rispetto ad altre gare non hanno saputo ripartire. Quanto demerito nostro e quanto del Napoli però in questo? Questa semmai è a mio avviso la domanda da porsi. Di sicuro non è dopo questa partita che comunque mi fascio la testa.

                                • Maxhellas scrive:

                                  Mentre Kean (sua unica alternativa) con molti più minuti, cosa diavolo ha fatto????
                                  Mi son perso qualcosa???

                                  • fenomeno scrive:

                                    Pazzini non ha mai avuto continuità quest’anno, MAI….avere continuità significa fare 4, 5 partite filate dall’inizio alla fine anche se fai cagare…giocare un pezzo qui uno la, uan partita qui uno la e vedere al tuo posto Bessa, Fares e Kean secondo te è dare a Pazzini la possibilità di entrare in condizione e rendersi utile?….si vede che di calcio giocato ne capisci poco…guarda le statistiche va…

                                  • Simone scrive:

                                    Pazzini ha giocato sempre prima dell’infirtunio. Dalla panchina nelle partite in cui si giocava in contropiede (Crotone a parte) e dove lui sarebbe servito zero, e da titolare nelle partite in cui avresti dovuto fare la partita. Ghe giocatori che i ha gioca’ meno e fatto di più. Col Genoa sarebbe stata l’ennesima partita per esempio in cui avrebbe potuto dimostrare di essere utile. Ma l’era fora per infortunio.

                                  • fenomeno scrive:

                                    La differenza è che Kean sta giocando con continuità Pazzini no…per un attacante con le caratteristiche di Pazzini giocare con continuità, mettere minuti nelle gambe e sentire la fiducia attorno è fondamentale…ma qui c’è gente che il calcio lo crede una statistica, bisogna respirare il clima di uno spogliatoio per capire certe cose…a tavolino il calcio è un’altra cosa…

                                  • GINO DAL BAR scrive:

                                    …il nocciolo e’ sempre quello.
                                    Appena promossi in A, 4 anni fa, il titolare sarebbe dovuto essere il capocannoniere della B, cioe’ Cacia. Le cose andarono in diverso modo, e.il titolare divenne Toni. Dopo 20 partite, per caso, qualcuno si sognava di chiedere “ma perche’ non gioca Cacia?” No. Perché? Perché Toni segnava gol a raffica.
                                    Credo che adesso il discorso sia leggermente diverso. Kean e’ solo piu’ dinamico rispetto a Pazzini, ma i risultati suoi finora sono scadenti…non vede la porta e pecca di inesperienza, e a giugno se ne andra’ (spero…).
                                    Quindi la domanda del tifoso “ma perché casso sentirlo a farlo zugar?”, credo sia piu’ che lecita.
                                    Vorrei vedere Pazzini giocare 3/4 partite di seguito, vederlo sbagliare 7/8 viale (tipo tutti quei sbaglie’ da Kean a Bergamo…), e poi poter dire anch’io, si, aveva ragione Catapecchia…
                                    …ma per ora lame sembra piu’ una crociata porta’ avanti da alcuni tifosi contro Pazzini che secondo mi non la g’ha alcun senso…

                                  • Simone scrive:

                                    In questo campionato, dopo un intero girone, Kean ha combinato poco, Pazzini sicuramente non di più nelle partite giocate. Appunto. L’idea che semplicemente il mercato del Verona non abbia portato una punta valida non ti viene? E ora, infatti, nonostante sia palese, quello che possiamo permetterci si chiama petkovic.

                            1. mir/=\ko scrive:

                              caro Vinicio, dipende sempre da come vuoi spendere e da quanto vuoi spendere!! io posso anche guadagnare 5 mila € al mese e spenderli tutti a putt…., facendo vivere come pezzenti i miei familiari!!! lo stesso vale in caso di forti situazioni debitorie: guadagno 5.000 € e ne ho 4800 di debito da saldare mensilmente!!! dove vado a mangiare??? di soldi Setti ne ha introitati parecchi… spesi come??? quando??? quanti???

                              1. viniciocaposhellas scrive:

                                Se Kurtic va alla Spal è molto probabile che il nostro Viviani parta, Fiorentina e Samp sembrano interessate.
                                Quindi 3/4 mln si guadagnano.
                                Se parte Bessa si guadagnano altri 3/4 milioni.

                                In teoria c’è un budget minimo per provare a prendere qualche giocatore.
                                Possibile che di questi introiti, 2 milioni non si possano spendere per ingaggiare qualche buon giocatore?

                                1. viniciocaposhellas scrive:

                                  Senza lillari non si lallara….
                                  Arriva Boldor perchè il profilo giusto : costo zero, stipendio basso, conosce l’ambiente e l’allenatore.

                                  Non fà na piega…..

                                  • viniciocaposhellas scrive:

                                    Bessa:
                                    notizia creata ad arte.
                                    C’è un’offerta (probabilmente in B) e la società la valuta , l’importante è far credere che è il giocatore che se ne vuole andare.

                                    Caceres:
                                    il giocatore ha deciso di essere ceduto! Noi vogliamo solo giocatori motivati.

                                    • ciccio2 scrive:

                                      su Caceres ha DECISO la Lazio… non inventiamo storie… non bastano quelle che già ci sono? Glielo abbiamo messo in forma (perché fino a un mese fa era veramente messo male o comunque non era certo al 100%) ed ora è andato dove doveva andare e si sapeva sin dall’inizio.

                                  1. Maxhellas scrive:

                                    Come scrivevo qualche tempo fa, in tema di mercato di gennaio:

                                    si venderà o si cercherà di vendere tutto il vendibile (Pazzini, Romulo, Bessa e ,se hanno mercato, Fares, Valoti, Fossati ed altri eventuali), si prenderanno un po’ di prestiti secchi fino a giugno e niente più.
                                    Poi, grande festa a Boscomantico!

                                    A proposito, sarebbe interessante vedere chi “autofinanziano” tutte le plusvalenze che il Verona andrà a fare nei prossimi 22 giorni….

                                    1. Papo scrive:

                                      con Pecchia non gioca bene nessuno ….caceres giocava bene perché in campo faceva quel che voleva senza ascoltare il mister non so se avete fatto caso ma nella ultime partite andava sempre avanti e per conto suo ed era il migliore in campo chi segue la confusione di Pecchia fa figure da Pecchia

                                      1. Mariino scrive:

                                        Fioravanti un’ipotesi seria è che l’allenatore è un burattino nelle mani di Fusco.Calvano potrebbe essere sotto tutela del ds per intrallazzi con i procuratori e il mister è sempre sotto minaccia di esonero qualora non si piega ai voleri dell’avvocato

                                        1. Alkwor scrive:

                                          Quando è entrato Calvano ho pensato che gli stesse facendo fare curriculum (presenze in A) per valorizzarlo.
                                          Così Fusco poi può dire che è un patrimonio della società.
                                          Oppure è un fenomeno vero in settimana.

                                          ( che no se sbajemo, chiunque fosse entrato non sarebbe cambiata una cippa )

                                          1. viniciocaposhellas scrive:

                                            Settimana cruciale.
                                            Se vuoi mettere le toppe devi farlo ora!

                                            Se aspetti di perdere con il Crotone , di sicuro non verrà più nessuno.

                                            1. GINO DAL BAR scrive:

                                              …eppoi volevo porre una domanda: qualcuno riuscirebbe a spiegarmi razionalmente perche’ un giocatore giovane, che poteva maturate e crescere, tipo, chenneso’…Fares…In in campionato di livello piu’ basso…chenneso’, tipo la serie B …invece sia stato accantonato e abbia giocato, chenneso’…tipo 610 minuti in 42 partite…adesso e’ diventato, stando a dichiarazioni, un giocatore fortissimo, talentuoso, e con ampi margini di crescita…tanto da diventare titolare inamovibile in serie A? (anche se, vedendolo zugar, cosi’ forte …a mi non El me sembra…).
                                              ..che siocco che sei…perché l’anno scorso in panchina, evidentemente, c’era un altro allenatore…a cui era sfuggito tutto sto talento…questo invece che abbiamo quest’anno, l’ha visto subito…la dev’esser anda’ per forza visita :D i :D

                                              • Simone scrive:

                                                Infatti i voleva darlo in prestito l’anno scorso. Pecchia l’ha volu tenerlo e lavorarghe sora. Giocatore limitato? Come quasi tutti qui, solo che quest’anno ha fatto molto meglio degli anni scorsi, e infatti oltre ad essere stato convocato per la prima volta in nazionale, sembra avere pure un certo mercato. A meno che no i ne conta balle.

                                                • GINO DAL BAR scrive:

                                                  …si, la nassionale algerina dove farea ancora la me sporca figura anca mi a 45 anni…e te lavori su un zagador…lassandolo in panchina….dai, su….
                                                  Non ho niente contro Fares, ma tutte ste dichiarazioni su di lui, han rotto le balle…a parte Pecchia e Fusco…non ho mai sentio uno che sia uno, in questi 2 anni, che abbia detto che e’ forte..

                                                • fenomeno scrive:

                                                  Si certo il Napoli vuole Fares….e le marmotte fanno la cioccolata…

                                                  • Simone scrive:

                                                    Quindi par ti l’è una balla che ghe squadre interessate a Fares (da te preso in considerazione più volte tra l’altro). Quest’anno alo fatto pietà? Meglio Souprayen o felicioli terzino, specie ora che non ci sarà più Caceres? La Spal sembra stia prendendo Tonelli. Prendiamo Mario Rui di lì? Fioravanti, state mentendo sugli interessamenti su Fares?

                                                    • Simone scrive:

                                                      Gino, la risposta la possono dare i giornalisti oggi o la prossima estate in sede di mercato. De sicuro, specie con la partenza di Caceres, tra lu, Souprayen e felicioli no g’ho tanti dubbi su chi puntar come terzino sinistro. Sempre che non arrivi qualcun altro, cosa per altro esclusa dallo stesso Fusco.

                                                    • GINO DAL BAR scrive:

                                                      …la stessa stampa che riportava che Cioocolek El ghe interessava al Chelsea?

                                                    • Simone scrive:

                                                      Mica ho detto che fares andrà al Napoli. Ho detto che ci sono degli interessamenti in giro. Questo riporta la stampa. È vero o no? È vero o no che quest’anno è migliorato e probabilmente diventerà, da terzino, un giocatore fisso specie dopo la partenza di caceres? Mario Rui? Certo che lo vorrei, come avrei voluto tonelli. Ma tonelli probabilmente andrà alla Spal e rui resterà a Napoli. Noi lì avremo fares, Souprayen o felicioli. Non ho molti dubbi su chi scegliere tra i tre.

                                                    • fenomeno scrive:

                                                      Allora io ho sempre scritto che Fares potrebbe diventare un buon terzino sinistro da serie A perchè ha corsa nel lungo e crossa benissimo…ma deve giocare terzino con continuità, torniamo sempre lì…non deve fare mille ruoli…hai visto i giocatori del Napoli?…hai visto il controllo di palla ed i passaggi da due metri di Fares?…pensi il Napoli possa volere Fare?…Mario Rui è Maradona rispetto a Fares…a questo Fares sballotato a destra e manca…

                                              1. RobyVR scrive:

                                                … finalmente con Caceres ala Lazio jà uficializà che Fusco el ne tol par el cul. L’èra ora. Parea che ghe l’avessimo con lù.

                                                1. H/=\V scrive:

                                                  penultimi, 13 punti, 7 partie perse in casa ,pochi gol fatti e un sacco subiti…e ghe ancora qualcuno che difende Pecchia fusco o setti…per favore pietà !!!

                                                  1. Alberto Dema scrive:

                                                    Certo se vuoi mettere in vendita qualcuno devi pure farlo vedere…
                                                    E chi se ne frega se il Verona non è riuscito a recuperare la partita…
                                                    Siamo in crescita e il gruppo è unito!
                                                    Se poi pensiamo che chi ha cambiato allenatore ha dato una svolta a dir poco positiva al campionato, il progetto del buon DUO Setti Fusco è abbastanza chiaro.
                                                    Il Verona in B con i conti a posto…

                                                    1. Maxhellas scrive:

                                                      Fa piacere vedere che siamo tutti arrivati alle conclusioni che già anticipavo durante la stagione 2014/15 e che mi hanno procurato la totale censura sul blog di Vighini…che però adesso la pensa come me….
                                                      La società è quanto meno poco seria, se non retta da persone – cito Rafael – “votate al fallimento”.
                                                      Detto questo, scommetto, come già detto 10 giorni fa, che arriviamo ultimi e che il Benevento ci supererà agilmente.
                                                      Perché?
                                                      Perché è ovvio che gestendo lo spogliatoio in questo modo i risultati non arriveranno, soprattutto con le dirette concorrenti: la stagione 2015/16 non vi ha insegnato niente? Vittoria con Milan e Juve, ma sconfitte chirurgiche con le dirette concorrenti.
                                                      E a giugno, grande festa a Boscomantico!

                                                      • maxrugo scrive:

                                                        Vittoria con Milan e Juve, ma sconfitte chirurgiche con le dirette concorrenti. (anche grazie al mago Del neri che adesso fa lo stesso lavoro de Mandorlini e quest’anno aveva una squadra che dalla sua dipartita sportiva ha fatto 5 vittorie consecutive con un mister che in serie A aveva fatto finora 15 punti). comunque faccio notare che le vittorie arrivarono a campionato chiuso e sotterrato (gia’ matematicamente retrocessi), ora almeno col milan abbiamo vinto a campionato ancora aperto. Insomma considerazione che non prova niente non c’entra niente, ma così va.

                                                        • Maxhellas scrive:

                                                          Se non altro tra mago Del Neri e mago Pecchia finora non ci sono molte differenze.
                                                          La matematica ancora non ci condanna, ma neanche nel 2015/16 ci aveva condannato a gennaio. Dico solo che, secondo me, siamo già in B, non per ragioni matematiche, ma per quelle che perfino una persona moderata come Fioravanti individua nelle ormai evidenti (tranne forse a te) lacune della società.

                                                          Spero sempre di sbagliarmi, perché ti assicuro che non godo per nulla nel vedere il Verona in queste condizioni ed eventualmente retrocesso o perfino fallito.
                                                          Però, per quanto riguarda la retrocessione, la do già per scontata.
                                                          Per il fallimento, invece, non lo do per scontato, ma le probabilità ad esso associate mi paiono aumentare sempre più: non l’ho detto io che Setti non metterà più un Euro nel Verona. L’ha detto Fusco, riferendo il pensiero di Setti.

                                                          La mia speranza è attualmente legata SOLO al fatto che “cambieranno i giocatori, i PRESIDENTI, gli allenator”…….

                                                      1. RobyVR scrive:

                                                        Seti: ghe interessa solo monzar l’impresa el più posibile e dopo vendarla, speremo de èssar rivè ala fine con la retrocesion de st’ano.

                                                        Pechia: ghe interessa solo far esperienza par rivendarse altrove, el suo l’è un investimento tanto che el se fa pagar miserie, sperema de èssar rivè ala fine con la retrocesion de st’ano.

                                                        Fusco: ghe interessa solo comandar, da brao avocato e ex procurator, e dopo èssar sta mandà via da Bologna l’ha catà quel che gà dato carta bianca (purtropo solo quela), sperema de èssar rivè ala fine con la retrocesion de st’ano.

                                                        Quindi.. mi sto col Verona quindi, par el ben del Verona me auguro che sto capitolo qua el se sèra al più presto e sperema senza danni quasi irrimediabili come al’epoca de barbabianca.

                                                        1. fenomeno scrive:

                                                          Concordo Luca, scelte incomprensibili…ma è così difificile fare delle scelte logiche e dare continuità di ruolo ai giocatori?…boh…è partito con Bessa nei due di centrocampo e Romulo dietro Kean?…che senso ha?…e poi Calvano?…perchè???…non era più logico Fossati e Buchel centrali, Romulo esterno di destra, Verde dietro Kean ed il diffidato Bessa a rifiatare?…Bessa lo sta mettendo sempre e costantemente in ruoli che non gli appartengono…boh..

                                                          1. schetch scrive:

                                                            L’esonero del tecnico sarebbe una priorità in questa pausa, da considerarsi come un buon acquisto. Il problema è: Chi al suo posto? Sempre ammesso che Setti lo voglia fare ( fantascienza).
                                                            Hellas Huber Alles.

                                                            1. stefano 50/60 scrive:

                                                              Luca ciao…il Tuo elegante commento dice bene ciò che vuol dire senza tradire l’ etica giornalistica e posso capirlo…..la realtà, io posso dirlo da tifoso, è che siamo in mano ad una banda di lestofanti……è amara, ma è così……speriamo di ripartire magari dal basso ma dopo il baccalà berico e questo furbastro ci meriteremmo un presidente normale, come Martinelli…..a cui nessuno contestava i suoi limiti perchè lui per primo li diceva onestamente alla città..che ne pensi ?

                                                              1. Matteo scrive:

                                                                purtroppo Luca è dall'inverno scorso che lo è…ed i colpi de cul, vedi promozione grazie a scontri diretti a favore, capitano una volta nella vita

                                                                1. mir/=\ko scrive:

                                                                  SERVE UN COMPRATORE PER IL PROSSIMO ANNO!!! AAA PRESIDENTE CERCASI. DOPO IL PARACADUTE L'ABBANDONO DEFINITIVO DELLE SCENE DI SETTI!!! TUTTO COME DA SCONTATO COPIONE!!!

                                                                  1. altolago scrive:

                                                                    Attento Fioravanti che adesso arriva i 4 dell’ave maria che i te spiegarà che il Verona a napoli ha giocato bene, che il gol era da annullare ecc. Poi che pecchia è un bravo allenatore e che fusco l’è el meio e, ultimo ma non ultimo (fra lori ghe ne uno che el scrivi en inglese e alora no bisogna miga copiar) che el presidente l’è un vero presidente brao a far conti ecc.
                                                                    Ma dove vuto che andemo con paiassi en campo, en panchina e soto la scrivania e tastieristi insulsi……….

                                                                    1. Nessuna Resa! scrive:

                                                                      Ormai l’hanno capito anche i muri che l’aziendalista Pecchia, da bravo cagnolino fidato ed obbediente col padrone, fa tutto quello che gli dice Fusco (e quest’ultimo Esegue gli ordini del datore di lavoro Setti). E così quest’anno oltre a prestazioni indecenti sul campo, abbiamo pure visto come si fa mobbing nel calcio, prima Albertazzi (lo fanno pure da dilettanti e si fanno pescare con le mani nella marmellata!), poi Pazzini, forse adesso altri che vogliono convincere a cambiare aria….Calvano che faticherebbe a giocare in lega pro improvvisamente diventa la prima riserva a centrocampo! Persa ogni credibilità ed ogni decenza, mi auguro solo di liberarci il prima possibile di questi ignobili personaggi che stanno distruggendo il Verona e poi una volta cacciati da Verona di non vederli per molto molto tempo, gente così è la rovina di questo sport! SETTI VATTENE!

                                                                      1. ak47 scrive:

                                                                        Come era quel titolo di quella commedia?… ah si… Un servitore due padroni…Pecchia nella parte del servitore….Amarezza

                                                                        1. RobyVR scrive:

                                                                          Pechia, el servo del paron, el fa esatamente quel che ghe sta domandà: retrocedar in maniera anonima, sensa disastri, sensa dester sospeti. No ghe nessun mistero. Dopo che el sia scarso l’è un must necesario, penso che dopo Verona el tornarà nel’anonimato par un bel toco.

                                                                          1. mir/=\ko scrive:

                                                                            tranquillo Luca… arriva Petkovic che non vedeva la porta nemmeno in B, esclusa una stagione col Trapani delle meraviglie in cui l'ha imbucata ben 10 volte!!! stagione, peraltro, nella quale sarebbe stato impossibile "non segnare" anche per il peggior Raducioiu di sempre vista la presenza a fianco dei vari Citro, Barilla' e Coronado nella loro "annata di grazia"!! 35 presenze – 10 gol ed una marea di gol mancati!! 4^ punta del Bologna, non del Barcellona!!! al confronto, Di Carmine, sarebbe stato un top player!!!!!

                                                                          Rispondi a Alkwor

                                                                          *