23
giu 2017
AUTORE gaburro
CATEGORIA

Sport

COMMENTI 25 Commenti
VISUALIZZAZIONI

2.862

L’HELLAS CHE STA NASCENDO È POCA COSA (AL MOMENTO)

Mi pare vi sia dell’eccessivo ottimismo nell’aria… Ora: non è mia intenzione fomentare prematuri allarmismi, ma ci sono alcune considerazioni che in piena campagna acquisti mi sento di dover fare…

1) il modello NON PUO’ ESSERE il Crotone! Primo perchè si è salvato in maniera rocambolesca, ma soprattutto perchè era una societá che avrebbe accettato una retrocessione immediata senza fare una piega…

2) la rosa era una delle migliori della B…. ma la A è un’altra cosa e qui sento parlare di scommesse come fossero giá navigate certezze…

3) pensare che vi siano delle vittime predestinate e che quindi la salvezza possa essere piú facile di altre volte non aiuta ad approcciare bene con la stagione. Che Spal e Benevento partano dietro è tutto da dimostrare e… la terza? Chi sarebbe??? Al momento non esiste.

Detto questo:

- Nicolas non può asdolutamente essere considerato un potenziale titolare in A. Setve un portiere, e forte.

- L’unico difensore all’altezza è Ferrari. Poi vedo una manciata di buoni profili per la B. Basterá aggiungere un solo centralone esperto??? Non credo. E poi bisogna vedere chi sará; sento nomi poco affidabili. La difesa è il reparto cardine per chi si vuole salvare…

- Viviani stopperebbe Zuculini… ma sono giocatori diversissimi che necessitano di mezz’ali altrettanto diverse. Viviani-Bessa-Fossati in A è un centrocampo privo di filtro. Quindi bisognerebbe lavorare ad averli in rosa entrambi.

- Ben vengano punte esterne giovani a completare la rosa, ma ricordiamoci che attualmente l’Hellas non ne ha manco una. Quindi svezziamo volentieri qualche giovane di buone speranze ma in rosa serve qualche gol in più. Dipendere da Pazzini in toto avrebbe gli stessi rischi di quanto per anni si era scritto sulla Toni-dipendenza.

 

2.862 VISUALIZZAZIONI

25 risposte a “L’HELLAS CHE STA NASCENDO È POCA COSA (AL MOMENTO)”

Invia commento
  1. bardamu scrive:

    è il 3 luglio e comincio a preoccuparmi anch’io. Anche perchè sarà vero che il mercato chiude tra due mesi ma fare un ritiro senza la squadra grosso modo titolare non mi sembra un buon inizio. E’ vero che i contratti potrebbero essere depositati in Lega solo a partire da oggi e che la società potrebbe essersi mossa così bene da non lasciar trapelare nulla, ma possiamo dire che è improbabile?
    Sulle considerazioni del topic mi trovo completamente d’accordo.
    Sperare nelle disgrazie altrui sarebbe demenziale. Due anni fa, con la squadra che era stata allestita e con le concorrenti che avevamo ero praticamente certo che ci saremmo slavati….

    1. Umberto Olivieri scrive:

      Solo una precisazione…l’anno scorso non si è salvato il crotone ma è retrocesso l’empoli. In effetti concordo che non è un buon modello da prendere come esempio dalla società.
      Non credo ci sia un empoli anche quest’anno

      1. Jolly Roger scrive:

        Che dire: finalmente uno che dice CHIARAMENTE le cose come stanno. L’Hellas, per come è adesso e per i nomi (veri o falsi che siano) che si fanno è destinato alla retrocessione (con tanto di umiliazione inclusa, direi).

        Poi magari al 31 Agosto avremo una rosa all’alltezza, ma se l’obiettivo era quello di portare in ritiro l’ossatura della squadra, beh: o l’obiettivo è clamorosamente fallito, o affronteremo la serie A con una squadra tremendamente scarsa.

        L’aria di sbaracco che si respira, aggiungo, è preoccupante: Toni se ne va, Cassano ci snobba (premesso che manco lo vorrei), Romulo pronto per andare, Pisano che preferisce la B Inglese, giocatori semi-sconosciuti che preferiscono Spal, Benevento o Bologna…

        • el pooro limon scrive:

          Come obiettivo clamorosamente fallito?!?!
          Te ricordo che oggi è il 27 di giugno e che il ritiro inizia l’8(nare) luglio…
          Ah ma forse el tuo lè el lamento preventivo!!!
          Effettivamente Te vedo ben come “scugnizzo” :-)

          • Jolly Roger scrive:

            Vorrà dire che invece di Jolly Roger cambierò il nick in Mario Merola :)
            Scherzi a parte, non mi lamento preventivamente…Ma l’ 8 Luglio è praticamente domani…Siamo sereni ?

            Magari Fusco ha un modo di lavorare volto a tenere il profilo basso (a differenza del Sean che ne sparava 10 al minuto)…Però io preoccupato da quel (poco) che leggo lo sono… E lo dico.

        1. fabio scrive:

          ciao a tutti,
          senza polemica invece di lamentarsi su tutto e tutti su chi va (che prima era scarso) e su chi viene (che se viene le scarso) conoscendo la situazione monetaria dell’hellas proviamo a buttar li qualche nome papabile cosi magari il mastiff o altri dicono se possono andare:

          io proporrei ARIAUDO/TROEST/FAUSTO ROSSI/CARRIZO/HONDA (E QUI HO ESAGERATO UN PO)

          mi aspetto messaggi privati di FUSCO per ringraziamenti : -)

          1. die980 scrive:

            Caro Mister,

            sottoscrivo in toto quanto scrivi ed un paio di domande sorgono spontanee:
            1) qual è la vera disponibilità economica dell’Hellas?? Davvero non possiamo nemmeno competere con Benevento e Spal per quanto riguarda ingaggi ed acquisti? (informazioni estrapolate dai vari siti “specializzati” in calciomercato)
            2) cosa vuole fare Setti? Una comparsata in A sperando nella botta di c**o o crede veramente che Nicolas sia da A, che un difensore risolva i nostri problemi dietro, che giocare con quei tre a centrocampo sia saggio e che Siligardi, Luppi, Fares (se rimane a verona) & co. siano spalle sufficienti al buon Pazzini?
            Non vorrei essere in Pecchia….

            Sarà anche presto ma se il buongiorno si vede dal mattino “semo mesi mal”.

            Che dici mister??

            Un abbraccio e buona estate

            Diego

            • RH scrive:

              I “siti specializzati” si chiedono:
              1. Di cosa ha bisogno quella squadra? (es. Il Verona ha bisogno del portiere)
              2. In quale catbgoria di squadre rientra a livello di budget/blasone? (es. Il Verona è una neopromossa, associamo Verona ha bisogno, a portieri per neopromosse = il Verona è su Leali/Skorupski)
              3. C’è un giocatore scontento/poco utilizzato? (es. Sepe ha fatto mezza stagione buona, ma da un anno marcisce in panchina a napoli = Verona su Sepe)
              Variante 1, la suggestione romantica
              a. La Ex Squadra (es. Pegolo gioca poco e non è amato dal suo pubblico, ha lasciato ottimi ricordi a Verona = il Verona è su Pegolo)
              b. Gente del Vivaio. Vedi sopra, ma l’indiscrezione è confermata dal fatto che per regolamento sarebbe utile che.. (es. Sempre Pegolo)
              C. Vicino casa (es. Marchetti ha problemi di rinnovo + Marchetti è un portiere da SerieA, che però non è più sulla cresta dell’onda, tipo Perin, Neto o Donnarumma, per intenderci, e comincia ad avere i suoi anni, condizione importante per questo punto+ Marchetti è veneto = Verona è su Marchetti)
              Variante 2, il fumo, sperando nell’asta o comunque nel far circolare il nome.
              L’agente chiama le testate di riferimento e rilascia l’intervista: “il mio assistito è forte, e ha richieste dalla A”. Al che il compiacente giornalista spara nomi: ” hai sentito la squadra y o quella x?” -”con entrambe ci sono stati dei contatti, ma solo a livello di colloquio, la piazza x sarebbe gradita ma si metteranno d’accordo le società. Ma ho ricevuto chiamate anche dall’Olanda(es. Radunovic, -e ci elo?- ha mandato l’agente o il preparatore a parlare di scontentezza, di talento da serie A, e che lo vedrebbe bene al Verona)
              Variante 3, l’avvistamento.
              a. Emissari visti qua e là, incontri segreti e società amiche. (es. Fusco a Milanello = Verona su Gabriel/ legame “storico” con Spezia -solo che perché a Bologna no ghe mia portieri in vendita- = Verona su Chichizola).
              b. La pista estera. (es. Fusco lavora molto in sudamerica+ ti piazzano il nome del giocatorino che si è messo in mostra durante la libertadores o qualche campionato che nessuno di noi segue, ma di squadre note come fucine di talenti, tipo River/Racing/Penarol/una qualsiasi squadra del Brasileirao + video su YouTube delle più belle parate e se non l’hai mai sentito sei ignorante, o comunque è stato buono lo scout e il DS che ha anticipato la concorrenza= Verona sul portiere del Penarol)

              Il fatto è che due o più di questi identikit possono andar bene per più squadre, e allora vai di fantomatiche aste, sorpassi, valutazioni, e via discorrendo

              Tolti i riscatti, e i giocatori in scadenza o svincolati che FIRMANO(perché quei che ciacola come il barese sono solo panzanate), prima di Luglio sarà immobilismo visto che NON POSSONO FIRMARE. Quando TgGB era mediapartner dava notizie attendibili solo perché dette direttamente da Sogliano, e a trattative concluse o ai dettagli, ora il filo si è spezzato e si va avanti di illusioni,suggestioni ed esclusive, quando in realtà è solo menzogna e collegamenti logici fatti dal primo tizio che si è creato l’immagine dell’Esperto, dopo che su una sparata che nemmeno in Siria di accoppiate squadra-giocatore ne ha beccati un paio, ed è abile a scrivere e a vendersi paventando credibilità.

              • die980 scrive:

                ..alla faccia…hai fatto un corso specializzato su tecniche di depistaggio/calciomercato/cortina fumogena?? :)
                Non ti contraddico in nulla se non nel fatto che credo un contratto possa essere firmato anche adesso ma con decorrenza luglio.
                Ad eccezione di questo le mie domande rimangono comunque li….quant’è effettivamente il nostro budget in termini di acquisti e di stipendi? Setti ha poi intenzione di “costruire” qualcosa o vuole solamente giocare con il Verona come io faccio con Football Manager (toh, quest’anno puntiamo su 20 prestiti, profili inesperti e super giovani…magari va bene e ci scappa qualche milionata di plusvalenza se c’era il riscatto etc..).

                Un saluto

                Diego

                • RH scrive:

                  Nessun corso specifico: anni di sogni infranti, impressioni, logica e confessioni raccolte qua e là.
                  In teoria non si può parlare con un giocatore sotto contratto di un’altra squadra se non è a scadenza. Immagino che sottotraccia qualche contatto ci sia, specie tra intermediari e agenti(penso sia quello il motivo per cui costino così tanto. Vuoi anticipare la concorrenza? Paghi un tipo con una licenza che è autorizzato a parlare col giocatore) ma è improbabile che trattative non ufficializzabili vengano “intercettate” dagli esperti, quando alle società, che poi alla fine pagano, fa comodo tacere. Fare calcoli in giugno sui nomi che 9 su 10 sono invenzioni (hanno sotto una logica le “sparate”, e infatti qualche volta ci imbroccano, ma è casuale), e la 10 è un contatto, la vedo inutile.
                  Sulle disponibilità del Verona si può solo sperare, e attenersi alle parole di Setti: soldi pochi, si cerca di pareggiare entrate ed uscite, con una squadra giovane, salvezza a costi contenuti per più stagioni possibili, e se si scende non è un dramma, ci si riprova. in fondo loro si espongono mica poco con i denari! Il monte ingaggi, parola di Setti, sarà aumentato del 20%, la spesa per i cartellini non ne ha parlato, ma con molta probabilità non partiremo con 25 giocatori da SerieA, ma con una discreta ossatura, qualche scommessa e qualche giocatore da B ad alternarsi tra panchina e titolarità. Quello che mi fa sperare è che 3 candidate alla retrocessione ci sono: SPAL, Benevento e Crotone, che al momento sono più deboli di noi, e per cui la A è un sogno e non chiedono di più, perciò non so quanta voglia(oltre che possibilità)abbiano di spendere. Possono imbeccare qualche prestito (Falcinelli) ma noi possiamo vantare qualche elemento da A e altri da buona B. Imbeccare prestiti, risvegli, o giovani può capitare a loro come a noi, e la bagarre avrà anche un genoa incasinatissimo (ma infognato nei peggiori giri) e un ceo a cui statisticamente non può andare di QL per sempre con rose assemblate con pochi soldi. Sarà da sudarsela ma non partiamo retrocessi.

                  • Simone scrive:

                    Mercato: i contratti per la nuova stagione potranno partire tutti dal 1 luglio perché il mercato parte da quella data. Ma non è che le società non si possono muovere prima di quella data. Anzi, i movimenti di mercato e le trattative generalmente partono da prima, com’è logico che sia. Il bravo giornalista è quello che in questo caso riesce ad intercettare la notizia. Infatti, ripeto, alcuni affari sono già stati fissati. Solo che il contratto firmato, è firmato con data posticipata appunto al 1 luglio. Per far allenare il giocatore prima di quella data con la nuova squadra serve avere un accordo con la società che detiene l’attuale cartellino, accordo che generalmente viene dato senza alcun problema. Valutazione personale sul Verona e altre squadre: sul Verona dello scorso anno ho detto la mia, e cioè che era una squadra che poteva e doveva puntare alla promozione ma non più di tot altre, e con alcuni buchi tattici non di poco conto (il discorso centrocampo toccato qui da Gaburro, che credo se ne intenda di calcio un po’ di più rispetto alla media di chi scrive qui, è uno di questi, secondo me il più importante, ma non il solo – non a caso è servito molto l’arrivo di Bruno Zuculini, che Pecchia ha voluto forzare fin da subito perché aveva capito essere un giocatore indispensabile ed unico in rosa per caratteristiche e doveva ambientarsi il prima possibile). I fatti credo siano sotto gli occhi di tutti. Ci l’è el musso e ci l’è quel che le neta mi g’ho la me idea… Sulla questione Crotone: chiaro che mi riferivo al paracadute da 25 milioni. Riuscire a fare tre anni anziché due garantirebbe al Crotone, come a noi, al Palermo e all’Empoli gli anni scorsi per esempio, 10 o 15 milioni di entrate in più in caso di retrocessione a partire dal campionato che seguirà il prossimo.. Alla luce di questo, io mi impegnerei un po’ di più per salvarmi se fossi in loro (ma spero non sia così naturalmente). Ecco perché dico occhio al Crotone.

                  • die980 scrive:

                    Ciao,

                    francamente nutro dei dubbi circa l’affermazione “SPAL, Benevento e Crotone al momento sono più deboli di noi”. Non so su che base lo dici ma per me non è così. Il Chievo poi è un discorso a parte. I ceoloti partono nel mercato con idee chiare (vedi quello che sta accadendo adesso) e mandano in ritiro la squadra all’80% già fatta. In questo modo hanno un inizio di campionato importante che garantisce loro ampia fetta della salvezza! Questo vuol dire programmare e avere le idee chiare. Nel frattempo Avenatti e Falletti sono al Bologna e Ganz (che io ad esempio per 1..1,5 mln di € avrei provato a comprare per poi provare a rilanciare in B o alternativa in A) a titolo definitivo al Pescara. I nostri elementi da A (su cui possiamo scommettere) attualmente credo siano soltanto Pazzini e Romulo (in partenza?). Sono il primo a sperare che Bessa e Fossati si consolidino nel massimo campionato ma appunto è una speranza! La difesa in toto (contando la dipartita di Pisano) è da serie B….e il centrocampo non ha gente di esperienza e fisico (servono boscaioli non giocatori da calcetto!). Davvero, mi auguro che all’apertura ufficiale del mercato il buon Fusco annunci qualcosa (anche più di qualcosa) di consolidato e di una certa garanzia altrimenti altro che sudarsela…

                    ciao

                    Diego

                  • RH scrive:

                    Il discorso non è che si possono comprare giocatori solo a scadenza, ma che una società, non può contrattare con il giocatore direttamente prima dell’apertura della finestra del calciomercato. In questo senso, i blocchi del mercato fatti alle spagnole, perché trattando sudamericani, per non affidarsi a giri strani, quasi più ricatti che altro, hanno fatto leva sulle volontà dirette dei giocatori, e le società di appartenenza l’hanno denunciato.E infatti chi ufficializza ora, lo fa pagando le clausole. Che poi si mettano d’accordo de scondon può essere, anzi, sicuramente è così, ma non vengono certo a dirlo ai giornalisti, e quindi, a noi. (Sulle “conferme da Newcastle”, fare copia-incolla da dimarzio o farlo cliccando prima ” traduci” dal tal tabloid non è difficile)
                    Soprassiedo sulla valutazione che fai delle altre squadre e dei nostri giocatori, non mi trovi mai d’accordo, e come dicono più giù a lavare la testa del musso si perde ranno e sapone. Solo che il Crotone non è che non prende il paracadute se fa solo due anni, ma prende 25 invece di 15 se ne fa 3. Mai discusso se 10 siano tanti o pochi visto che di costi di una società di A non me ne intendo. Di certo, alla spesa è comunque connesso un rischio

                  • Simone scrive:

                    Al di là del fatto che si possa o meno parlare con un giocatore prima della scadenza, se si acquista un giocatore lo si fa in primis tramite la società d’appartenenza, poi col giocatore e il suo agente. I giocatori acquistati ad ora, perché ce ne sono, hanno semplicemente firmato il nuovo contratto con data posticipata al 1 luglio. Se si comprassero solo giocatori in scadenza non ci sarebbero certe cifre, gonfiate dai petrodollari e dagli agenti e le loro “commissioni” ovviamente. Sulle chiacchiere del mercato del periodo, a volte lo sono, a volte no. Talvolta è la società o il ds stesso che conferma l’interesse verso un giocatore o non lo nega (vedi per esempio kean). Io credo che un presidente di una squadra di calcio per farlo debba potersela permettere economicamente, perché in questo mondo è abbastanza normale sforare se si ha un minimo di ambizione e voglia di rilancio. Cosa che infatti è successa durante i primi tre anni di Setti. Il cambio di atteggiamento, dichiarazioni e strategia che c’è stato negli ultimi due anni direi che è molto indicativo in questo senso. Ora non spenderà più come prima. Questo è il punto. Con tutto ciò che esso inevitabilmente comporta e comporterà. Sull’ossatura della squadra, definirla discreta per la A mi sembra fuori luogo. La serie A a certi livelli in risa l’hanno fatta attualmente solo Pazzini (33 anni e andrà per i 34) e Rómulo, sul quale però sembra reale l’interesse del Newcastle (ci sono articoli a riguardo anche da quelle parti…). Il resto è tutto un punto di domanda, e molti punti di domanda sono parecchio grossi. Mi fa piacere che finalmente un addetto ai lavori come Gaburro abbia evidenziato la non idoneità del nostro centrocampo a fare filtro. Se i problemi in questo senso si sono visti in B, figuriamoci in A. Al momento tra l’altro, oltre alla questione Rómulo, c’è pure da dire che Pisano è andato in Inghilterra, Ferrari al momento è del Bologna (e non so quanto volentieri se ne disferanno) e Zuculini, comunque tutto da vedere in A, è al city che vuole monetizzare. E ha un ingaggio altino, a meno che non vorrà abbassarselo non di poco. Il Crotone: come squadra non è un granché ma non dimentichiamoci che sarà al secondo anno di A, ecse si salvasse anche quest’anno, avrebbe il paracadute assicurato in caso di retrocessione l’anno successivo. Uno sforzo potrebbe valere la candela. Il Benevento ha risorse economiche maggiori delle nostre (rdg docet) e la Spal sembra attiva sul mercato. Il Genoa finché avrà contatti importanti sarà sempre un gradino sopra , sul Chievo glisso, perché ormai va riconosciuto loro di saver lavorare in un certo modo, anche se è più facile in un ambiente più tranquillo divevoer sktro le pressioni sono da sempre dall’altra parte.

            1. h.v.a.c scrive:

              Spero di sbagliare ma rispetto a quattro anni fa l’impressione è che manchi un progetto e che si navighi a vista, la linea societaria sbandierata da Setti e fatta sembrare come una scelta è in realtà l’unica via da seguire data dal fatto che da due anni a questa parte i soldi sono pochi. L’unica cosa che mi fa ben sperare sono Fusco e Pecchia, due persone serie e preparate e che sono sicuro faranno il massimo per portarci alla salvezza nonostante le ristrettezze economiche. Detto questo Forza Hellas!!

              1. Andrea71 scrive:

                Concordo in pieno. Un immobilismo preoccupante … considerando che servono 4 / 5 titolari.

                1. Sick boy scrive:

                  Non molto d’accordo sul punto 3: chi lo dice che Benevento e Spal siano due squadre materasso? a quel che si sente sono due societa’ con un discreto portafoglio…

                  1. Targhebort scrive:

                    Mi aspettavo questo tipo di post da Vighini o da Barana ma non da te, che scrivi sempre senza farti prendere dalla faziosità ( il primo) o dal trovare ad ogni costo il pelo nell’uovo ( il secondo).
                    Posso capire che il popolino medio si fa prendere dall’ansia ma chi scive sui blog o scrive certe cose perchè è al corrente di come andranno le cose e se no è inutile scrivere tanto per farlo.

                    SIAMO AL 23 GIUGNO NO AL 31 AGOSTO.

                    Diamo fiducia ad una società che ci ha riportato in serie A.

                    • gaburro scrive:

                      beh è una risposta a quanto sento e leggo ora… non è definitiva… infatti penso che alla fine Fusco fará molto piu mercato di quanto non si ipotizzi ora

                    1. Mariino scrive:

                      Gaburro pesa a rinforzare la tua squadra va la

                      1. jep scrive:

                        per fortuna.. pensavo di essere l’unico a pensarla esattamente così.
                        Il Verona è una squadra da ricalibrare.
                        A parte Ferrari e Bessa non ho visto giovani promesse..

                      Lascia un Commento

                      *