11
set 2017
AUTORE gaburro
CATEGORIA

Sport

COMMENTI 6 Commenti
VISUALIZZAZIONI

478

FIATO SOSPESO

A questo punto la squadra deve trattenere il respiro… e con lei la città. Qualsiasi discorso fatto in precedenza, piu o meno motivato, va congelato. Ho sentito critiche sul gioco e sul mister. Avevo scritto in tempi non sospetti di far lavorare Pecchia. E avevo ricordato che la B è lunga e dura. Non si può essere sempre brillanti. E nemmeno pensare di asfaltare sempre.

Pecchia era inesperto? Vero… ed è stato una scommessa della società. Se non salirà in A si potrà contestare. Ma se centra l’obiettivo…

A me sembra che la sua idea di calcio, quella pura, si sia apprezzata all’inizio. Ed è difficile dire che non fosse bella o redditizia. Poi quando la squadra è tornata sulla terra serviva più gestione che pallone, e in questo mi è parso di vedere che all’inesperienza del tecnico si sia sommata quella di una società non sempre in grado di capire i momenti, comunicare nel modo giusto, tutelare.

Non dimentichiamoci che anche Luca Toni era alle prime armi.

La squadra è cambiata, si è adattata alla categoria, ha imparato a vincere anche quando la gamba non ha girato.

Mi pare che soffra ancora molto le squadre che la sanno aggredire. Ma ci prova almeno a cercare altre vie x costruire.

Pazzini è stato risorsa e in certi momenti limite. Risorsa x i gol. Limite per una partecipazione alla manovra non sempre brillante.

478 VISUALIZZAZIONI

6 risposte a “FIATO SOSPESO”

Invia commento
  1. 7748 scrive:

    Io trasecolo.
    Quindi con le squadre di prima fascia è inevitabile prendere imbarcate e giocare male?

    Nel triennio di A con Mandorlini abbiamo fatto 8 punti con il Milan, 6 con il Torino, 5 con la Juve, 5 con la Lazio, 4 con la Fiorentina, 4 con la Doria, 3 con il Napoli, 2 con l’Inter e 2 con la Roma.

    Poteva non piacere il gioco di Mandorlini, ma almeno i giocatori sapevano cosa dovevano fare.

    P.S. la SPAL all’Olimpico con la Lazio un punticino se lo è preso.
    Come la mettiamo: Semplici si era dimenticato di dirgli che la partita era già persa in partenza?

    1. Franco scrive:

      4411
      Nicolas;
      Ferrari, Bianchetti, Caracciolo, Boldor;
      Pisano, Casale, Badan, Suprayen;
      B.Zuculini;
      Cappelluzo.

      1. Alkwor scrive:

        Il contenuto è condivisibile e fino a giovedì non mi riguarda il futuro ed il passato di Pecchia.
        Però la domanda che tutti si fanno è: il Verona ha fatto un campionato al di sotto delle possibilità?
        Se sì, perché?
        La mia idea è che potevano avere tranquillamente qualche punto in più, giusto per essere già in A un paio di partite in anticipo. E che Pecchia ci ha messo del suo per averci messo mesi per riprendere un cammino buono.
        se Pecchia vuole fare possesso palla in serie A, prevedo grane.
        È paradossale e un po’ ingrato, ma anche se raggiungessimo l’obiettivo, ci penserei bene prima di confermarlo.

        • Simone scrive:

          Analisi parziale a mio avviso. Pecchia ad inizio campionato aveva proposto un gioco che le ajtre non capivano. Quando le altre l’hanno capito, sono venuti fuori i limiti anche della rosa. Rimediato in parte col ritorno parziale di Franco e l’arrivo di Bruno a gennaio. Che ci ha messo un po’ a carburare. Mai vista una squadra priva di incontristi a centrocampo. Neanche Barcellona e Real Madrid giocano senza. Noi ci abbiamo giocato praticamente fino a febbraio.. Una volta arrivati, ha cambiato il modo di giocare in maniera piuttosto evidente. Forse , poi, dimentichiamo che altre squadre come Frosinone, Carpi stesso (gioco pessimo per una squadra di qualità), Bari e Spezia, allenare da allenatori esperti e con rose di qualità, hanno perso di fatto più punti di noi…

          • NIKE scrive:

            Ma nessuno pensa che il calo dell’Hellas ,nella parte centrale del campionato, sia stato voluto con una preparazione impostata con un’avvio bruciante ed un finale in crescendo? Il campionato di B è lungo ed estenuante periodi di appannamento sono fisiologici, per cui penso che Pecchia ha gestito bene l’intera stagione

      Lascia un Commento

      Accetto i termini e condizioni del servizio

      Accetto i termini sulla privacy

      *