17
ott 2017
AUTORE gaburro
CATEGORIA

Sport

COMMENTI 14 Commenti
VISUALIZZAZIONI

2.978

ROMULO HA CORSO PER TUTTA LA SQUADRA

Il gol spettacolare di Romulo ha scacciato interi camion rimorchio di pessimismi… Dopo una gara sofferta ma giocata meglio degli avversari, con agonismo ma senza mai fretta, dopo un’espulsione sacrosanta e una traversa che urla ancora vendetta, due erroracci di Valoti e un buon impatto del centrocampo con le forzeciociare Verde ha pennellato e il brasiliano ha trafitto con una naturalezza che appartiene solo a coloro che alla palla sanno dare “del tu”.

Il Bentegodi esplode in un urlo liberatorio, misto di gioia e incredulitá (sai com’è… un gol su azione non si vede tutti i giorni!) e lui cosa fa? Si posiziona come dovesse affrontare una finale dei cento metri alle Olimpiadi e poi scatta (uno scatto vero) fino a centrocampo.

Geniale. Fantastico. Sorprendente.

La più bella esultanza della storia del cslcio. Perchè?

Perchè non è frutto di vanitá personale (vedi orecchie, violini o magliette varie) ma riassume uno stato d’animo collettivo. In quella corsa ai mille all’ora verso il centrocampo c’era gioia e soffrrenza, incoscienza e voglia di non arrendersi. Romulo in quel tragitto era la squadra, tutta intera, che voleva far capire come non si volesse arrendere, come guardasse in faccia il destino prendendolo di petto. Sfidandolo anche.

Il Verona ha sei punti in classifica. Parco bottino dopo  otto partite ma sufficiente in questa serie A 3.0 per lasciarsi dietro non solo il Benevento (quasi giá spacciato a Ottobre, assurdo), ma anche Sassuolo, Spal e Genoa, tre realtá che hanno speso decisamente di più e hanno organici di tutto rispetto.

Dura? Certamente, lo sará.

Restano peró due dati incontrovertibili:

1) il Verona non è gia retrocesso in autunno come qualche pessimista singhiozzava un mese fa.

2) la nuova Serie A richiede parametri di valutazione diversi anche da parte dei tifosi, se è vero come è vero che  Udinese e Cagliari hanno gli stessi punti e l’Atalanta dei miracoli solo tre in più. Bisogna iniziare a esulrare anche per i pareggi…

2.978 VISUALIZZAZIONI

14 risposte a “ROMULO HA CORSO PER TUTTA LA SQUADRA”

Invia commento
  1. Franco scrive:

    “Romulo” e “squadra” nella stessa frase è un controsenso. Non condivido nemmeno una sillaba, dalla cervellotica spiegazione dell’esultanza (studiata e non spontanea, e peraltro “spreca” uno scatto!) alla spiegazione della classifica (dopo aver giocato contro Crotone e Benevento, non puoi non avere ALMENO 6 punti).
    E nemmeno le considerazioni. Per me, il Verona può giocarsela ma serve qualcosa di diverso, anche considerato che il mercato di gennaio ci priverà di Caceres (verrà sostituito adeguatamente?), mentre rafforzerà le altre (che perlomeno sostituiranno gli allenatori inadeguati come juric o bucchi, e inoltre hanno speranza che la loro società investa).
    Il parametro del tifoso NON DEVE essere il risultato. Mai.

    • Marco scrive:

      Guarda che col Crotone hanno perso punti squadre come il Torino, la Spal, e il Benevento stesso, che a sua volta con l’Inter ha segnato un gol e preso due pali. E sono arrivati qui con l’imperativo di fare risultato. Facendo pochissimo. Gli altri punti li abbiamo fatti meritatamente con Sampdoria e Torino. Non proprio squadrette. Sul mercato di gennaio spero in un tot di rinforzi anch’io, e non solo per sostituire Caceres.

    1. RobyVR scrive:

      Beato ti che te sì come Tonino Guerra del’Unieuro.

      Te l’è dito… ema vinto con un “gol spetacolare” in contropiè… contro na squadra che la zugava quasi da un tempo in diese, ultima in clasifica, avendo fato i soliti mile pasagi e poco o niente de tiri in porta. Ema vinto nonostante la solita totale asenza de un’idea de zugo.

      Beato ti che te sì come Tonino Guerra dell’Unieuro.

      • Simone scrive:

        Ma eto visto la partita o ero solo visto un gol in contropiè? Le occasioni de Valoti, Pazzini, Rómulo, eccetera no le contito mia? Se te te lamenti, quei de l’inter Che i ha vinto a Benevento tributando e demeritando sa g hai da far? Vai de antidepressivi..

        • RobyVR scrive:

          Sito sicuro che ti no te vien al stadio dopo una discreta dose de canoni? O sito uno de quei che la partia el le guarda in striming o, pezo, in television e pagando.

          • Simone scrive:

            Dai, lamentate de continuo. El me par un ruolo che te calza ben. Ci sa quanto te te lamentavi l’ultimo anno de A, o con quei de Fascetti, Cagni, Perotti o Malesani… te si un tipo indubbiamente piacevole..

            • Simone scrive:

              Te si originale come le calsete che vende i marochini. Te fo una domanda: ma secondo ti Pazzini perché no alo mia zuga’ dall’inizio prima che finisse il calciomercato? Te fo una man: A. Scelta tecnica. B. Scelta dettata da richieste societarie legate al contratto. Veden ci l’è quel che se bee tutto adesso…

            • RobyVR scrive:

              Te rispondo solo parchè te me roto i cojoni ti, se na zeca la se taca ai maroni te soporti un pochetin dopo bison che te la cavi.

            • Simone scrive:

              Gnanca ti te si obbliga a scriver nè a risponderme. Me pare el me contava de uno che ne l’abno Del scudetto de fianco a lu el se lamentava perché col Torino, col Napoli, con L Inter, con la Roma, con la Lazio aveino fatto fadiga e che aveino vinto par cul. Fatalità el se ciamava Roberto. A olte el caso…

            • RobyVR scrive:

              No te sì mia obligà ne a lezarme e gnan a rispondarme, mi me fo i cassi mei per lo più a parte quando un sempioto come ti el ven a rompar i cojoni.

      1. JACKZ scrive:

        Questa squadra è un mistero, ma mai quanto la trasformazione del buon Gaburro, partito come blogger “tecnico-tattico”, autore di contributi interessanti e per quanto possibile scevri da personalismi, soggettività, “narrazioni” varie e avariate.. e divenuto nel tempo l’ennesimo blogger “emozionale” di questo sito.. un’evoluzione da “diario di campo” a “diario del cuore” di cui sinceramente non sentivo la mancanza. Era bello leggere le Sue analisi tattiche delle partite passate, da un paio d’anni tocca leggere (sotto forma di brevi periodi a là hemingway) di “giocatori che prendono in faccia il destino”… Tralasciamo il paragone con l’Atalanta, che nemmeno Rasulo nei suoi momenti top. Saluto cordialmente, sperando in un nuovo cambio di rotta di questo blog.

        • pillolo scrive:

          Come si dice mi hai tolto il commento di bocca.

          Sono pienamente d’accordo con quello che hai scritto.

          Aggiungo che ormai se sei d’accordo va bene altrimenti sei un pessimista!

          AlèAlèBumBumVivaVivaViva!

        1. Simone scrive:

          A mio avviso è troppo presto per trarre conclusioni. Si possono fare tutt’al più solo riflessioni, seppur parziali. Le riflessioni che personalmente faccio ad ora è che le partite che non si dovevano sbagliare non sono state sbagliate. E questo è una buona cosa. Sul gioco: credo che nella testa di Pecchia passi al momento in secondo piano, essenzialmente per due ragioni: rispetto alla maggior parte delle squadre hai una qualità più bassa, e quindi più difficile da esprimere a certi livelli, ma soprattutto perché sta puntando a recuperare fisicamente e mentalmente alcuni giocatori che negli ultimi anni hanno avuto problemi di vario genere (Heartaux, Cerci, Caceres, ma anche gli stessi Romulo e Pazzini). Inoltre sembra alcuni giocatori fino a poco tempo fa insospettabili possano stare in questa categoria, seppur a basso livello, chiaro, vedi Zuculini, Caracciolo, Fossati,ed alcune note veramente liete come Fares. Considerazioni comunque momentanee, ripeto. Credo che lo step successivo si potrà eventualmente vedere solo quando e se (tutt’altro che scontato, attenzione) tutti i giocatori sopra elencati entreranno in uno stato di forma buona. Fino a quel momento a livello di gioco espresso non mi aspetto nulla di che. Piccola nota: Bessa sta trovando difficoltà in questa categoria, come pochi (ma buoni, Gaburro è tra questi se non erro) avevano preventivato. Anche per lui ci vorrà tempo, ma personalmente ho perplessità serie, per una serie di questioni, sul fatto che possa fare una certa differenza anche nella massima serie.

          1. Maxhellas scrive:

            Rimangono i dubbi sul gioco, come espresso lucidamente dal tuo collega Luca Fioravanti, di cui personalmente apprezzo l’onestà intellettuale. Buono il risultato. Ma, proprio guardando alla classifica, aumenta la consapevolezza che con poco di più durante il mercato (e/o magari con un allenatore un tantino più esperto) si poteva fare un campionato ben diverso. I soldi c’erano (paracadute dell’anno prima e varie cessioni dove sono finite??) ma non sono stati spesi.
            Continuo ad augurarmi, per il bene del Verona, che prima o poi arrivi una proprietà migliore dell’attuale.

          Lascia un Commento

          *