02
nov 2017
AUTORE gaburro
CATEGORIA

Sport

COMMENTI 8 Commenti
VISUALIZZAZIONI

1.598

ANALISI DEI DUE GOL SUBITI CONTRO L’INTER

Incredibile come anche i commentatori di Sky (con tanto di ex difensori in studio, vedi Costacurta e Minotti) abbiano cannato l’analisi del primo gol subito dal Verona contro l’Inter ad opera di Borja Valero.

Questa l’azione: Candreva porta palla sulla destra e la pennella in mezzo all’area col contagiri, Icardi rimane ad attaccare il centro-porta, accennando all’ultimo istante e con la palla giá in volo un’accelerazione millimetrica verso il primo palo e Borja Valero si inserisce sul secondo. La palla scavalca entrambi i centrali gialloblu e arriva allo spagnolo che, indisturbato, segna. 

Come si è comportata la linea difensiva del Verona? Il gol era evitabile?

Mentre Fares e Souprayen affrontano Candreva, Heurtaux cerca di recuperare il primo palo aspettandosi il cross. La sua corsa è quindi (giustamente) convergente. Icardi corre verso la porta marcato da Caracciolo, che non può come sostenuto dagli esperti commentatori, “passare” l’uomo a Heurtaux, per il semplice fatto che Icardi rimane costantemente dietro ad esso e il primo centrale deve mantenere quella posizione di anticipo per evitare che passino eventuali palloni tagliati tra linea e porta. Solo all’ultimo istante potrebbe staccarsi un pelo (Icardi che va a contatto con l’ex Udinese), ma non certo per marcare Borja Valero. L’unica speranza sarebbe stata quella di giocare d’anticipo ma viste le posizioni e la velocitá della palla dubito sarebbe riuscito a strisciarla.

Qualcuno ha addossato colpe a Nicolas, reo di non essere uscito, ma era una palla difficilissima e l’ingombro dei tre giocatori davanti a lui notevole. Il passo avanti che ha fatto, poi, ha influito poco sull’eventuale possibile miracolo in parata.

La domanda sorge spontanea: in tutto questo gioco di centimetri, il buon Romulo, dove era? È inaccettabile che in una linea difensiva che può prepararsi a difendere un cross con così tanto anticipo (Candreva l’ha condotta in fascia) il terzino opposto sia cosi fuori posizione. Di metri! Egli dovrebbe chiudere la diagonale all’altezza del secondo palo, allineato o quasi ai centrali. Il brasiliano era invece altissimo e, peggio ancora, fermo. Cioè non ha accennato minimamente a rimediare. Si noti che a inizio azione Borja Valero è più lontano di lui dalla porta!

Dormita grave, anzi gravissima.

Contro l’Inter posso accettare che Icardi stacchi di testa meglio dei miei centrali, ma non di prendere un gol per posizionamento così macroscopicamente errato del reparto.

E che dire del secondo gol?

Un corner contro senza nessun giocatore al limite dell’area a contrastare eventuali conclusioni da fuori. Non può succedere.

Il tutto all’interno della miglior prestazione stagionale: come a dire che di margini di miglioramento, ancora, ce ne sono.

1.598 VISUALIZZAZIONI

8 risposte a “ANALISI DEI DUE GOL SUBITI CONTRO L’INTER”

Invia commento
  1. RobyVR scrive:

    Un brao alenador el sa sia far le analisi dei gol ma sopratuto èssar realista e la “miglior prestazione stagionale” in na partia dove i ta lassà zugar parché tanto i savea de poder risolvarla in qualsiasi momento, dovarea far pensar che grosi margini de miglioramento no pol èssarghene visto che la squadra la fa cagar da almanco una ano. Pechia l’è semplicemente mia bon con na squadra mediocrissima messa a disposision da na società che la usa el Verona come bancomat, metetela via, no ghe speranse.

    1. Jolly Roger scrive:

      Concordo sull’analisi. Come unica aggiunta, la deviazione di Nicolas che ha causato il corner da cui è scaturito il secondo goal, dagli spalti mi è sembrata evitabile. Il buon Nicolas deve acquisire più sicurezza a discapito della spettacolarità.
      Poi siamo d’accordo, con i se e con i ma non si va da nessuna parte; a corner battuto, non si può lasciare Perisic indisturbato al limite dell’area e stop.
      Sul pimo goal vero: su Borja doveva esserci il terzino. Però non si deve nemmeno giocare con i paraocchi, perlomeno non a questi livelli. Un difensore dovrebbe leggere la situazione e capire che si è da soli e quindi cercare il movomento che copra maggiormente il campo. Uno tra Caracciolo e Hertaux non doveva andare su Icardi. Mi rendo conto però che queste accortezze probabimente differenziano i grandi difensori dagli onesti mestieranti, che invece ragionano sul fare il proprio compitino.

      • Giangian scrive:

        Ecco , dopo questo commento sei pronto per sederti con Bergomi e Minotti ……. Non hai capito proprio l’analisi ; Sia Romulo e sia Fossati nn hanno svolto correttamente la fase difensiva , Herttaux e Caracciolo dovevano curarsi Icardi , punto e basta !! Corri tu dietro ad Icardi e leggi la situazione visto in un nano secondo , della partita contro l’Inter salviamo la buonissima prestazione del collettivo , malgrado tutto . Personalmente ritengo Nicholas colpevolissimo sul secondo goal ( sia sul creare l’angolo che sul non provare a parare la conclusione “centralissima” )….

        • Jolly Roger scrive:

          Butei stemo parlando di seria A non di terza categoria. Se ti trovi in 2 in mezzo all’area non vai sullo stesso uomo e stop. A prescindere dagli errori in fase difensiva degli altri….
          Pure se lo fai in 3 categoria ti prendi parole.
          Ha, mi risulta che i commentatori di sky qualcosina abbiano vinto…io Costacurta e Baresi andare in 2 sullo stesso uomo non li ho mai visti.

      1. Kay scrive:

        Sono d’accordo con la tua analisi mister…non dimentichiamoci la pericolosita’ di Icardi in area,la bravura negli inserimenti di Borja Valerio e inoltre i nostri centrali non sono ancora molto affiatati avendo giocato assieme poco. Tutto assieme unito alla dormita di Romulo e fossati…Sul secondo gol sentire persone che dicono colpa di Nicholas perche’ il tiro di Canbdreva era fuori di un metro secondo me non meritano risposta, perche’ tanto non lo capite andate avanti solo per partito preso senza nessuna logica. Per me il tiro era insidioso, ben tirato potente , ha pure rimbalzato davati al portiere cosa che spesso li mette in difficolta’ e non cosi’ fuori porta come pensate…ah dimenticavo anche il tiro di Perisic era prendibile guardandolo alla televisione..poi da campo un altra cosa…Mister lo dica pure agli altri di questa pagina…grazie per la spiegazioni tecniche in questo modo possiamo tutti imparare qualcosa e si spera che i dialoghi futuri siano migliori…sono in ritardo colpa di Pecchia di nuovo.

        1. gab scrive:

          devo dire con soddisfazione che ho pensato la stessa cosa. Romulo dove stava andando? (verso la bandierina), doveva assolutamente accorciare sulla linea dei centrali e fare la diagonale. Credo che i commentatori di Sky siano troppo presi dall’incensare le prime quattro della classifica. E’ imbarazzante vedere il dopopartita di Sky. E’ drammatico pensare come il giornalismo si sia intristito in tal modo. Caressa docet..

          1. bacci scrive:

            Analisi perfetta.
            L’errore del primo gol non mi sorprende. Romulo è un giocatore che pensa più alla giocata individuale cercando di metter in risalto più sè stesso che la squadra (e infatti a fine partita se la rideva con spalletti e i sud americani interisti).
            Sul secondo gol ti chiedo un parere: non credi che l’errore sia dovuto al fatto che la squadra (mr compreso) sia talmente insicura, visto gli scarsi risultati, da concentrarsi in settimana maggiormente a certi aspetti (marcatura in area) trascurandone altri (marcatura uomo fuori area)?
            Quando raccogli poco in termini di punti, non c’è il rischio di avere una “coperta corta” anche nell’apprendimento dei concetti preparati in settimana?

            1. Giampi scrive:

              Complimenti Gaburro per l’analisi. Qualcuno aveva criticato i tuoi blog precedenti, poco tecnici/tattici approfondendo altre dinamiche e risvolti (es. di ambiente esterno, l’affrontare questa serie A con enormi divari tra squadre di alta classifica e bassa, ecc.) ma che in una squadra di calcio professionistica contano tantissimo e che da tecnico anche di una quadra di serie D di vertice tu conosci benissimo, per cui apprezzo sempre i tuoi interventi e questo ultimo lo completa alla grande.
              Sarei curioso di sapere la tua opinione dal punto di vista di allenatore, in merito alla contestazione con striscione della curva contro Pecchia. Al di là che la contestazione sia giusta o meno, avere la “piazza” contro può condizionare il suo lavoro da tecnico? In bocca al lupo per la promozione col Gozzano.

            Lascia un Commento

            *