23
gen 2017
AUTORE Mariobasket
CATEGORIA

Sport

COMMENTI 5 Commenti
VISUALIZZAZIONI

2.660

QUALCOSA E’ CAMBIATO

Ma che bontà, ma che bontà, ma che cos’è questa robina qua? (“Ma che bontà”, Mina – testo di Enrico Riccardi)

Tre partite tre vittorie. Quello che doveva essere il mese terribile si sta trasformando nel mese del rilancio della Tezenis. Una rinascita cominciata a Treviso, rifilando alla De’ Longhi la prima sconfitta in casa, continuata nell’emozionante sfida contro la Fortitudo, premiata dal record di pubblico stagionale all’Agsm Forum, e proseguita a Piacenza.
Se una rondine non fa primavera, tre perle possono sicuramente contribuire a riscaldare questo gennaio gelato, i cui prodromi nell’Epifania di Roseto non promettevano nulla di buono. Qualcosa è cambiato, decisamente in meglio.
Non è affatto un caso che la riscossa sia seguita all’appello “della merda” lanciato da coach Dalmonte dopo il k.o. nell’Abruzzo già sotto la neve. Forse la squadra si è sentita con le spalle al muro, forse è scattata la scintilla che ha portato alla consapevolezza di dover cambiare radicalmente l’atteggiamento mentale. Quel sacro fuoco che negli anni d’oro è stato spesso l’arma in più per la Verona dei canestri.
Ed è arrivata anche la riposta alle critiche più trancianti a Dawan Robinson, senza dubbio l’Mvp nelle ultime due vittorie. Poi la Scaligera butta lo stesso un occhio al mercato, ma per eventuali altri ritocchi.
Adesso sarà fondamentale non montarsi la testa (evento alquanto improbabile), evitando i toni trionfalistici e continuando a stare sul pezzo, sperando che la società consenta a Daniele Della Fiori di poter cominciare a sviluppare il programma triennale, senza dover ricominciare tutto da capo, come è capitato negli ultimi anni.
In chiusura ringrazio tutti gli amici del basket che mi hanno manifestato affetto e vicinanza in questo periodo. Sono tornato in pista, anzi, on the court!

2.660 VISUALIZZAZIONI

5 risposte a “QUALCOSA E’ CAMBIATO”

Invia commento
  1. Simone scrive:

    Mario, dopo 15 gg dall’utlimo commento posso chiedertene uno nuovo sulle ultime prestazioni della Scaligera?

    • tom scrive:

      Faccio le veci di Mario! ;)

      Ad oggi non vedo molte differenze rispetto a 15gg fa.
      Qualcosa è cambiato, di certo. Contro Trieste (prima in classifica) abbiamo perso all’ultimo tiro, poi netta vittoria in casa. Il trend sembra segnato, speriamo che le due prossime partite lo confermino. Match apparentemente facile fuori casa: serve una vittoria “serena”. Quasi-derby molto sentito in casa contro Mantova: serve una vittoria esaltante.

      Con altri 4 punti la RS della scaligera si potrà definire effettivamente svoltata.
      Altrimenti servirà un altro post di Mario, con analisi delle cause di un trend invertito solo a metà…
      Saluti!

    1. Vittorio scrive:

      Mi è piaciuto il discorso che ha fatto Zanus Fortes nella tua trasmissione sull’allenatore: un professionista che sta curando la difesa e che sta mettendo le cose a posto, soprattutto a livello mentale. Sono contento ma non basta. A questo punto il rinforzo di cui si parla sembra necessario però vorrei sottolineare che Robinson mi piace. Giocatore d’esperienza, molto fisicato e soprattutto difensore, se non fa c@zzate incredibili come a Trieste, ci siamo.
      Portannese si è reso conto di essere Portannese, bravo!

      1. tom scrive:

        Ciao Mario, bentornato!
        Hai ragione, tre rondini di solito tendono a fare primavera, soprattutto se “consecutive”.
        Atteggiamento in difesa radicalmente cambiato: show dei lunghi su blocco alto, Brkic e Pini scivolano molto bene sul piccolo e rallentano l’azione. E di conseguenza l’intensità in difesa nei restanti secondi è spesso decisiva.
        Se anche gli esterni mantengono questa continuità con una suddivisione dei tiri non “Frazier-centrica”, allora i playoff sono a portata. Ma, ripeto, l’importante è vedere mentalità e intensità cambiate: fino a Roseto compresa la Tezenis era proprio inguardabile, anche a livello emotivo, e tutto l’ambiente ne risentiva.
        Buon proseguimento Mario!

        1. gino scrive:

          Mon montemose la testa!!! Però occorre uno che possa lavorare con mano libera: a Giorgio pedrollo incarichi di rappresentanza e spazio a Della Fiori gm…

        Lascia un Commento

        *