05
mag 2017
AUTORE Mario Zwirner
COMMENTI 54 Commenti
VISUALIZZAZIONI

2.433

DIFESA E LARDO SUGLI OCCHI

Non avessimo il lardo sugli occhi, capiremmo che quanto sta avvenendo col tentativo di rivedere le norme sulla legittima difesa è un autentica follia.
Follia politica del governo di sinistra-centro pensare che recuperi i voti moderati inseguendo Lega e centrodestra su questo terreno: la copia non vale mai l’originale. Senza dire che il pasticcio estremo di poter sparare al ladro a fuso orario è tutta acqua al mulino della stessa destra.
Ma follia politica anche quella di Lega e centrodestra di spostare tutto il tema della sicurezza sul diritto all’autodifesa da parte del cittadino. Perché in questo modo crei un alibi gigantesco allo Stato, lo assolvi cioè dall’aver eluso al suo primo dovere che è quello di garantire lui, Stato, la sicurezza dei cittadini.
Cittadini che per questo anzitutto pagano le tasse. E poi per la pubblica istruzione, per il servizio sanitario.
Quindi due esempi precisi: mettiamo che la pubblica istruzione sia allo sfascio (più di quanto già non sia), che non abbia più senso andare a scuola perché nulla impari e nessun futuro lavorativo ti si prospetta. Invochiamo, pretendiamo, una drastica riforma del sistema scolastico o invochiamo il diritto all’auto-istruzione? Il diritto a comprare libri a spese nostre e ad andare al poligono dell’istruzione per essere abilitati ad usarli?
Se la sanità è allo sfascio, come già in tante regioni, pretendiamo una drastica riforma del sistema sanitario o invochiamo anche qui il diritto all’auto-cura? Ad andare in farmacia a comprare ciò che serve e poi al poligono sanitario per essere abilitati ad operarci col bisturi e farci noi la terapia oncologica?
Mi sembra evidente che la vera deterrenza per ladri e criminali non la eserciti il cittadino armato e libero di sparare, bensì uno Stato capace di arrestarli, con leggi adeguate a lasciarli in carcere tutto il tempo che serve, e con tutti i posti che servono nelle carceri stesse.
C’è anche un problema di professionalità dei tutori dell’ordine. Perché basta un Igor, che non sia così scemo da postare in rete o da usare il cellulare, e in migliaia e migliaia da mesi e mesi non riescono a beccarlo…

2.433 VISUALIZZAZIONI

54 risposte a “DIFESA E LARDO SUGLI OCCHI”

Invia commento
  1. Silvestro scrive:

    Martello (27 maggio 2017 alle 11:12) andiamo per ordine:
    Il globalista di kampagna ti ricorda che il 40% proponeva ed esprime volontà precise che altri non sanno indicare. Quello che tu attribuisci univocamente al 60% è solo una tua lista di desideri che trascura innanzitutto le implicazioni internazionali per impegni e accordi già in atto. Ma manca anche l’indicazione di priorità, modalità e tempi, nonché costi e coperture finanziarie. Nonostante questo non c’è nemmeno una qualsiasi maggioranza propositiva che indichi concretamente come muoversi.
    Il motivo è fin troppo evidente: Ciascuno dei punti elencati, oltre a grosse incognite, premia inevitabilmente alcune categorie sociali e ne penalizza altre. E questo significa limitare i consensi. Meglio quindi muoversi sul generico, offrire visioni celestiali condivisibili da tutti, ovvero semplificare proprio come fai tu.

    Il globalista campagnolo ti segnala che il neocolonialismo è una diversa declinazione dell’imperialismo cui ti accennavo nel mio post precedente. I popoli più forti, cioè le ex potenze coloniali c’entrano eccome. Lo trovi ampiamente documentato perfino su wikipedia. Come ex giornalista non stai facendo una bella figura.

    SOROS ti piaccia o no, vive negli USA dal 1956, ha cavalcato ogni tipo di crisi bellica, finanziaria ed economica del globo degli ultimi 60 anni ed ha superato indenne ben 16 presidenze americane. Trump che non ha certo il suo curriculum, appartiene comunque da un ventennio alla medesima classe dirigente. Immaginare che possa solo scalfire le attività di Soros è una illusione infantile.

    Se ci sarà una rivoluzione non sarà certo per merito di quegli imbonitori piccolo borghesi che tentano di distribuire gratis pillole di felicità a tutti pur di mantenere inalterato il loro stile di vita. Saranno le masse a determinare i cambiamenti più radicali. Quelle moltitudini sempre più numerose, diseredate ed affamate, che non hanno niente da perdere.

    • martello carlo scrive:

      IL PICCOLO GLOBALISTA DI KAMPAGNA, crede ancora che complicazione sia sinonimo di intelligenza.
      E’ per questo che ho aggiunto “PICCOLO”
      L’ intelligenza al servizio della cultura si traduce sempre in SEMPLIFICAZIONE, SINTESI.
      La cultura ( anche se approssimativa ) senza intelligenza si traduce sempre in CONFUSIONE, cosa spesso abusata, oggi con e per i globalisti di paese.
      Vuoi un esempio di complicazione per fessi? La legge a DISCO ORARIO sulla LEGITTIMA DIFESA.
      Detto questo, spero che la finirai di dire che un partito che fa leggi incostituzionali a getto continuo è l’ unico che ha un programma dettagliato e proposte per attuarlo.
      Se poi per te è un merito indicare come, dove, quando dobbiamo precipitare nel BARATRO, oltre che PICCOLO, aggiungo TRAGICAMENTE RIDICOLO.
      Sul neo colonialismo non mi sono corretto perché il lapsus era evidente. E chiarissimo, che mi riferivo al NEOIMPERIALISMO SPECULATIVO, con il quale, insisto, a parte la sua parte rincoglionita, il popolo non c’ entra un cavolo, anzi lo subisce a tute le latitudini, crea CONCENTRAZIONI DI RICCHEZZA, SPOSTATI E PREMESSE PER IL MELTING POT NEL QUALE TI TROVERAI BENISSIMO: gente senza speranza, supina, fatalista, rinunciataria pronta a diventare SCHIAVA.
      Arrivare quasi ad ESALTARE un delinquente come SOROS, che non cavalca le crisi, essendo un AVVOLTOIO, ma le PROVOCA è tipico di un animale della FATTORIA.

      Io difendo le mie conquiste da piccolo borghese, con orgoglio e un SANO EGOISMO, una accoglienza graduale e filtrata contro il tuo IPOCRITA ALTRUISTA USURAIO e STROZZINO affare generalizzato che impedisce alla natura di fare il suo corso, cioè raggiungere l’ equilibrio tra risorse e popolazione, come l’ EUROPA sta già facendo con sacrifici che rischiano di diventare INUTILI.
      Qui, come già in Africa e in medio oriente certa gente, specie se fanatici religiosi, porterà solo la distruzione già attuata nei loro paesi.
      La tecnologia finirà, se DIO VUOLE, il compito di disinquinare la terra e aprirà al MLD di superstiti le porte di GAIA. ( ipotesi CASALEGGIANA, visionaria ma non troppo, e nemmeno troppo lontana ).

      PS: tra TRUMP e soros, c’ è una differenza fondamentale: il primo è un capitalista che crea lavoro, il secondo è un USURAIO che il lavoro lo distrugge col latrocinio, mettendosi in tasca il frutto del suo sporco lavoro da buon COLLABORAZIONISTA.

    1. Silvestro scrive:

      Martello (24 maggio 2017 alle 11:18)
      Rimango al livello di colui che voleva cambiare Italia e Costituzione col 40% (non il 29,5%) che è comunque molto di più di quel 60% che pretende il cambiamento lasciando le cose come stanno, ma che soprattutto non sa cosa vuole nonostante le grandi promesse. Lo ritengo un vanto.

      Chiariamo anche l’argomento Trump:
      Ribadisco la KOGLIONATA (che è una espressione tua e non mia) e la confermo sia nei termini che nei contenuti. Nei termini perché quasi 3milioni di voti di differenza cioè il 2% degli elettori non sono proprio “uno scarto minimo”; nei contenuti perché col sistema elettorale USA chi vince anche per pochi voti, si prende tutto.

      Sul tutto il resto cosa vuoi che ti dica. Puoi definirlo come vuoi ma l’establishment americano ha lo stesso atteggiamento imperialista da sempre. Più che il Presidente di turno è la classe dirigente industriale e finanziaria che detta l’agenda politica USA. Lo sono una prova il recente accordo con l’Arabia Saudita per la fornitura di armi. Questo nonostante i wahabiti siano i principali finanziatori dell’ISIS, e dimenticando che Osama Bin Laden e gli stessi attentatori del 11 settembre erano nati e cresciuti sul territorio saudita. Una controparte che definire ‘moderata’ sarebbe un eufemismo.
      Il Presidente in realtà è uno strumento che nello specifico ha dichiarato di combattere quell’insieme di interessi che lui stesso rappresenta a pieno titolo da sempre. E’ cosi poco credibile che, come ho già segnalato, uno dei suoi primi interventi è stato quello di togliere a Wall Street tutti quei limiti che Obama aveva posto circa l’uso dei risparmi per investimenti finanziari a rischio, tornando a prima del 2007.
      George Soros ne sarà dispiaciuto.

      • martello carlo scrive:

        L’ hai detto tu, rimani al livello di ” QUELLO “, cioè di colui che doveva ABBANDONARE LA POLITICA, ma non può, come gli agenti di FBI e CIA. Gli hanno dato un compito, sa troppo e deve portare a termine il compito assegnatogli ( l’ avvoltoio gli sta volando intorno ).
        E’ proprio quel compito che ha rifiutato il 60% che ancora riesce a pensare con la propria testa.
        Aggiungo che In un paese che MANIFESTA PER FARSI INVADERE, il 40% di rincretiniti, è una percentuale perfino troppo bassa.

        Sull’ imperialismo e le sue implicazioni, penso che meglio di tutto valgano le cifre.
        Da un’ indagine demoscopica, alla domanda ” l’ immigrazione è un grave problema per l’ ordine pubblica e la sicurezza nel ns paese? ” le risposte sono così ripartite:
        cittadini parlamentari
        molto d’ accordo 34,8 6,0
        abbastanza ” 34,0 34,7
        poco ” 20,2 51,5
        per nulla 11,0 7,8

        Ecco, l’ imperialismo è il distacco tra popolo e PLUTOCRATI che è stato ben interpretato da TRUMP e che rappresenta META’ del popolo americano, quello non drogato ( sia letteralmente che dai corrierini americani tipo NYT ).

        TRUMP continua sulla vecchia strada? Può darsi, e ciò nulla toglie al fatto che la gente contro le FAKE NEWS PADRONALI comincia ad averne le tasche piene e noto con grande piacere che il DEEP STATE cerca in tutti i modi di farlo fuori, rischiando una RIVOLUZIONE FRANCESE d’ OLTREOCEANO, l’ occasione per tagliare la testa a qualche RE DELLA SPECULAZIONE, cosa ormai INELUDIBILE.

        Una cosa bisogna ammettere del TYCOON: deve aver ben studiato il PRINCIPE. Nel suo discorso a RIAD, praticamente ha detto: musulmani dei mie speroni, vi do le armi, eliminatevi da soli, io non ci metterò il naso, ma smettetela di rompere a casa mia.
        NON MI SEMBRA UN DISCORSO DA BUTTARE, ANZI.

        SOROS & C, WALL STREET? A quello, come ho detto, ci penseranno gli americani, quando quelli come te saranno ridotti a dormire sotto i ponti: LE ARMI NEGLI USA NON MANCANO DI CERTO.

        Ricaricati le batterie prima di rispondere.

        • Silvestro scrive:

          La riforma costituzionale non c’entra con tutte le tue considerazioni.
          Ma per non esagerare con le affermazioni, mi ispiro alle tue esternazioni più equilibrate: considero un cretino colui che dice sempre NO ad ogni scelta politica, senza sapere poi cosa vuole. Questo soggetto spesso è anche quello che dice KOGLIONATE (sempre su tuo suggerimento).

          Sull’imperialismo hai una visione piuttosto miope.
          In passato significava conquiste territoriali con invasioni e guerre, deportazioni e riduzione in schiavitù dei popoli.
          Oggi questo è più sfumato, le conquiste territoriali sono sparite (o quasi) ma il predominio diretto o indiretto sulle nazioni, l’egemonia politica, lo sfruttamento economico, delle risorse territoriali e umane sono ancora largamente in uso. Sono parte integrante di quell’imperialismo che gli USA praticano da sempre e che poggia sull’idea che i popoli più forti abbiano il diritto di imporsi su quelli più deboli.
          L’immigrazione è l’effetto di queste scelte, perché, da sempre, le comunità più disagiate cercano altrove condizioni migliori di vita.
          Le indagini demoscopiche non possono certo cancellare la storia stessa dell’uomo.

          Le armi a RIAD sono la solita politica americana di sempre. Obama ha fornito 60 miliardi di armi ai sauditi (non sappiamo dove sono finite) ed è stato criticato aspramente per non essere intervenuto con decisione nella lotta all’ISIS. Trump supera questo record di forniture militari, vende loro 110 miliardi di armi, dice “io non ci metterò il naso” e tu concludi “NON MI SEMBRA UN DISCORSO DA BUTTARE, ANZI”.
          No comment.

          • martello carlo scrive:

            “LA RIFORMA COSTITUZIONALE NON C’ENTRA CON TUTTE LE TUE CONSIDERAZIONI.”
            “SULL’IMPERIALISMO HAI UNA VISIONE PIUTTOSTO MIOPE”.

            Il mio errore è di seguirti sulla strada di chi in nome dell’ antifascismo adotta metodi SQUADRISTI al 30/40% e di esprimere concetti che sono troppo larghi per le tue vedute da GLOBALISTA DI KAMPAGNA.

            Questa tua limitazione ti impedisce di capire che riforma costituzionale e NEO ( così capisci meglio la differenza tra il tuo scolastico concetto e quello che è in atto ma che non riesci a vedere ) COLONIALISMO sono intimamente legati da un disegno di appropriazione da parte di pochi delle risorse mondiali e qui I POPOLI PIU’ FORTI NON C’ ENTRANO PROPRIO UN CACCHIO.
            Ormai sono 30/40 gli individui che posseggono la maggior parte della ricchezza del pianeta, e sono la stessa BANDA che negli anni ’90 con i massoni pelosi di casa ( cosa ) nostra hanno svenduto agli anglosassoni ( per lo più EBREI ) la privatizzazione del paese.
            Questa BANDA, sfruttando l’ abrogazione del Glass-Steagall Act del 1933 da parte di BILL CLINTON nel ’99 che consente con periodiche crisi del sistema il trasferimento di enormi ricchezze dalla produzione alla speculazione, ha bisogno di RIDURCI TUTTI AL TUO LIVELLO, tagliandoci le radici per insignirci del titolo di PROGRESSISTI MULTICULTURALISTI.
            Le guerre non si dichiarano più, le INVASIONI non sono più tali, dal momento che gli imbecilli sbrodolano per i discorsi dei MATTARELLA di turno sugli stati e sui confini ormai obsoleti da distruggere ( e qui mi domando che cacchio ci stia a fare al Quirinale se non a farci cantare come coristi stonati l’ INNO NAZIONALE ). Se poi ci metti i predicozzi del sostituto del PAPA, francesco, il quadro dello sbrodolamento ( del cervello ) progressista è completo.

            Per farti tacere una volta per tutte ( ma sono convinto che il telecomando anche stavolta avrà il sopravvento ), ti dico secondo me cosa vuole il 60% che ha votato no al referendum:
            - no ad ulteriore cessione costituzionalizzata di sovranità alla UE delle BANCHE e quindi alla BANDA
            - fermare l’ invasione indiscriminata
            - difesa dei diritti dei lavoratori contro l’ appiattimento schiavista che ne sarebbe la diretta conseguenza
            - revisione dell’ UE in senso FEDERALE, a cominciare dall’ EURO con la salvaguardia delle specificità periferiche territoriali
            - ripristino di un capitalismo sano con la reintroduzione della separazione tra banche finanziarie e commerciali.

            Mi fermo qui: per te, globalista kampagnolo, l’ orizzonte comincia ad essere troppo complicato e ti costringerebbe ancora ai NO COMMENT.

        • martello carlo scrive:

          EC ( di stampa ). l’ indagine è la seguente:

          cittadini ——— parlamentari
          molto 34,8 6,0
          abbastanza 34,0 34,7
          poco 20,2 51,5
          per nulla 11,0 7,8

          speriamo che venga bene

      1. Gatón scrive:

        A proposito di lardo sugli occhi, la nazionalità non è quanto indicato in una casella del passaporto o della carta d’identità, bensì la cultura nella quale sei cresciuto e di cui sei permeato.
        Mi fanno schifo tutti quelli che proclamano è inglese, è francese, è Italiano.

        • diogene scrive:

          ma cosa dici ……
          che modo sbagliato
          stai parlando di identità non di nazionalità

          e ti accomuni a tutti quelli che mettono tutto in un calderone come quelli che telefonano a “il rosso e il nero”: è colpa dei buonisti di sinistra che fanno venire qui i musulmani con i barconi

          ti basta scaricare la copla? ti senti meglio? vuoi salvaguardare l’identità degli italiani ? in che modo ?
          quando vedrò gli italiani, quelli che tu dici esistere ancora, rinunciare ad andare in macchina per non pagare il petrolio agli arabi allora mi ricrederò

          c’è qualcosa di esistenziale sotto, non c’è solo l’identità

          • Gatón scrive:

            Ancora domande e mai proposte concrete.
            Te lo ripeto, coloro che considerano prevalente un connotato amministrativo rispetto ad un bagaglio culturale, al fine di giustificare certi comportamenti inaccettabili, MI FANNO SCHIFO !

        1. martello carlo scrive:

          SILVESTRO crede che io mi sua eclissato a causa di TRUMP, il TAPINO…..
          e riporta una mia previsione degna di ISAIA:
          “…solo degli idioti o dei manipolatori potevano credere o far credere che tutto ciò che TRUMP ha detto si sarebbe tramutato e si tramuterà in realtà….”, e ancora:
          ” “CIO’ CHE CONTA E’ IL SUO PENSIERO, LA SUA VISIONE, IL SUO PROGRAMMA” tra cui ” controllo dei flussi immigratori e cambiare le regole di WALL STREET“e nell’elenco degli interventi ci mettevi:
          “- controllo dei flussi immigratori”
          “- cambiare le regole di WALL STREET”.
          Le piattole, i pidocchi del NWO, che proliferano nello STATO PROFONO USA, nonostante corrano il rischio di far sfociare i loro sporchissimi interessi di KOMUNISTI/MARXIANO/SIONISTI in una guerra civile, pur di contrastare il SUO PROGRAMMA votato, guarda caso dalla MAGGIORANZA ( e non cavillare sull’ argomento con le solite KOGLIONATE) degli americani produttivi, sono la dimostrazione che TRUMP ha vinto contro un SISTEMA che nel MICROCOSMO ITALIANO è ben rappresentato dai servi di JP MORGAN & PADRINI ETRUSCHI.
          La storia l’ abbiamo già subita nel nostro piccolo con BERLUSCONI, ma solo adesso scoprono le fughe di notizie dalle PROCURE, a dimostrazione ulteriore dei GOLPE commessi da certi magistrati ( parecchi) contro la democrazia.
          DOVRETE ESSERE PROCESSATI DA UN TRIBUNALE MILITARE PER I DISASTRI CHE AVETE PROVOCATO.

          Io sono uscito da qui perché ho accettato delle sfide, che sto vincendo: qualche volta tornerò per sollazzarmi con te e quel pinco pallino di pseudo filosofo che sa solo fare domande sghembe che finiscono sempre in un binario morto… e perché ZWIRNER è sempre un pozzo di antica saggezza.

          • Silvestro scrive:

            Beh vedo che ho toccato un nervo scoperto.
            Due brevi sottolineature:

            Parlare di “ sporchissimi interessi di KOMUNISTI/MARXIANO/SIONISTI” nel contesto USA mi sembra un gran fesseria.

            Affermare che Trump ha ottenuto “guarda caso la MAGGIORANZA …. degli americani produttivi ..” è quantomeno superficiale. Il sistema elettorale USA ha premiato Trump ma il conteggio dei voti è 65,8 milioni per Hillary e 62,9 Milioni per Trump.
            Per usare il tuo linguaggio hai detto una KOGLIONATA.

            PS.: Un pensiero sull’attentato di Manchester. La Brexit come il programma USA mira ad un isolazionismo/sovranismo che vorrebbe cancellare secoli di colonialismo e storia. Se è comprensibile la paura e timori della popolazione, trovo vergognoso chi per puro consenso elettorale cavalca questi sentimenti con soluzioni semplici e taumaturgiche.

            • martello carlo scrive:

              Vedo che i tuoi ragionamenti sono rimasti al livello di colui che voleva cambiare la costituzione e l’ italia intera col 29,5% dei voti.
              Vedo altresì che ti fai scudo di uno scarto minimo di voti per negare che 63 MILIONI di americani, quelli che lavorano e VIVONO sulla propria pelle gli esiti di una globalizzazione selvaggia senza ” PERCEPIRE ” dal NYT l’ esatto contrario, sono contrari all’ abbattimento delle frontiere, alla “ disintegrazione “, all’ invasione, all’appiattimento multiculturalistico ed alla REINTRODUZIONE IPOCRITA DELLO SCHIAVISMO.
              Classificare una KOGLIONATA il definire KOMUNISTA/SIONISTA la politica portata avanti dai più grossi banchieri e finanzieri mondiali come i ROCKFELLER, i ROTSCHILD, SOROS, ecc. che mira ad accentrare in pochissime mani la ricchezza mondiale e ci sta riuscendo giorno dopo giorno, non è degno di un essere non solo pensante, ma che percepisca la realtà intorno a lui.
              Ho sempre sostenuto che il KAPITALISMO SPECULATIVO e KOMUNISMO sono due facce della stessa medaglia.
              KARL MARX, teorico del socialismo che ha portato al socialismo reale, era ebreo, come si sa.
              Nei paesi KOMUNISTI si è realizzato il più grande, assoluto esproprio della ricchezza a favore di una OLIGARCHIA ( NOMENKLATURA ) ai danni del popolo.
              Parlare di sionismo, komunismo, all’ ” interno del contesto USA ” non è una fesseria, ma la dura realtà: il ruolo degli ebrei ( anche americani ) nella rivoluzione russa fu fondamentale: Roosevelt, Lenin per non fare l’ elenco dei maggiori esponenti bolscevichi e della massoneria erano ebrei, per non parlare dei finanziatori, tuttora presenti sul mercato del globalismo espropriatore ( anche di radici ).
              Insomma, stiamo parlando del POPOLO ELETTO.
              Per carità, io non ho sposato pari pari questa tesi, ma sono consapevole che qualcosa di catastrofico si sta realizzando sulle nostre teste e nell’ era di INTERNET, la manipolazione di miliardi di testicoline come la tua, più che probabile, E’ CERTA.
              Certo, che uno speculatore come SOROS, che ci ha fatto dilapidare 40000 MLD di riserve auree, di cui 15000 finiti nelle sue PROPRIE tasche, con la complicità, diciamo ignorante di CIAMPI, poi diventato PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA, invece di essere ricevuto dalla GUARDIA DI FINANZA, vada a colloquio segreto con GENTILONI, dovrebbe far pensare anche i più diseredati mentali.
              Non è che sei uno dei fortunati cui hanno già trapiantato il CHIP?

          • martello carlo scrive:

            PS: io credo in CESARE BECCARIA.

          1. diogene scrive:

            allora trump dice non è una guerra di religione quella contro l’islam ma contro l’estremismo

            e non sento alcuna reazione

            • martello carlo scrive:

              Ogni tanto vi leggo, ma nemmeno di fronte al vuoto, predicatori nel deserto, siete capaci di dire cose di un certo interesse.
              Povero ZWIRNER, tante sagge opinioni gettate al vento…..

              • Silvestro scrive:

                Con le rivelazioni sull’entourage presidenziale USA, che giorno dopo giorno vengono alla luce, Robin Write, regista e attrice di “house of cards” su precisa domanda risponde «Trump? supera la fiction: ci ruba le idee…».

                Quando gli entusiasmi ed i godimenti suscitati dal Tycoon si sgonfiano, le grandiose aspettative si trasformano gradualmente in cocenti delusioni, è ovvio che i fans si defilano.

                • martello carlo scrive:

                  Speriamo in RENZI, nella BOSCHI e nei relativi PADRINI.
                  AHHHHH AHHHHHH AHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHH
                  Dovevo tornare qui per ridere a CREPAPALLE.

                  • Silvestro scrive:

                    Poiché anch’io sono tra quelli che mettono in cornice le perle di saggezza ed i pensieri profondi che il blog ci propina, segnalo che a ridosso della vittoria di Trump, L’11-11-2016 MARTELLO CARLO trionfalmente pontificava:

                    “…solo degli idioti o dei manipolatori potevano credere o far credere che tutto ciò che TRUMP ha detto si sarebbe tramutato e si tramuterà in realtà….”
                    Avevi proprio ragione !!!

                    ma nello stesso intervento affermavi ancora :
                    “CIO’ CHE CONTA E’ IL SUO PENSIERO, LA SUA VISIONE, IL SUO PROGRAMMA”
                    e nell’elenco degli interventi ci mettevi:
                    “- controllo dei flussi immigratori” (bocciato due volte)
                    “- cambiare le regole di WALL STREET”
                    su questo effettivamente è stato di parola: ha eliminato gran parte dei vincoli posti da Obama e quindi le banche potranno tornare a rischiare in borsa i risparmi dei clienti come nel 2007. Gran bel risultato.

                    Sul resto rimango in attesa ma nel frattempo puoi continuare a farti delle belle risate.

            1. diogene scrive:

              secondo “il giornale”, fonte ispiratrice di telenuovo, trump è vittima della rivolta dell’establishment
              l’establishment sta cercando di ribaltare il verdetto popolare

              intanto di verdetto popolare non c’è proprio un bel niente, visto che i voti polari di trump sono risultati 3 milioni in meno di quelli di clinton

              poi quando trump smentisce le smendite del suo staff, cosa sta facendo ?
              ma per “il giornale” i FATTI NON ESISTONO, esistono le interpretazioni

              1. diogene scrive:

                Dollaro in caduta libera contro l’euro.
                Vorrà pur dire qualcosa, no ?

                Grandi affari con gli arabi, proprio con gli islamici peggiori, quelli che trattano “meglio” le donne.
                Forse così il sig. trump pensa di dare jobs alla middle class.

                Ma le opinioni di zwirner ci parlano di quanto è bella la diparità.
                Evidentemente il sig. zwirner ha comprato un orologio digitale ancora ai tempi della tatcher , la pila si è scaricata e il suo orologia segna ancora 1975

                1. diogene scrive:

                  ai populisti trumpisti della prima ora ed anche all’ineffabile zwirner va chiesto

                  allora, i lavoratori del mid-west , adesso, stanno meglio ?
                  la globalizzazione è stata fermata ? (ricordo che l’altrettanto ineffabile sig. tremonti disse all’indomani dell’elezione di trump che quel giorno era finita lìera della globalizzazione)

                  sig. zwirner ci fa UNA RIFLESSIONE anzichè propinarci le sue OMELIE ?

                  1. Silvestro scrive:

                    TRUMP??
                    Nessuno è più disposto a parlarne con un minimo di entusiasmo.
                    Tutti pregiudizi?

                    http://www.corriere.it/opinioni/17_maggio_18/cresce-tensione-trump-a8089ab8-3b41-11e7-935a-b58ef33c02e7.shtml

                    1. diogene scrive:

                      se un fascista come te adesso può essere considerato un socialista, vuol dire che il mondo si è spostato totalmente a destra

                      in effetti penso che sia così, in questo momento il valore dominante in occidente è l’individualismo
                      e ciò è molto pericoloso, visto che nell’islam domina invece l’identità razziale e socio-culturale

                      uhmmm siamo in territorio minato

                      • Gatón scrive:

                        Ho detto che mi davano del, non che lo ero.
                        E tu avresti dovuto scrivere “se un socialista come te poteva essere considerato fascista”.
                        Un po’ di coerenza, per favore.

                      • diogene scrive:

                        GUARDA CASO OGGI SU REPUBBLICA C’E’ QUESTO ARTICOLO

                        Classe operaia e piccola borghesia sono scomparse:
                        Istat certifica aumento delle disuguaglianze

                        :::::::::::::::

                      1. diogene scrive:

                        TRUMP – qualche commento ??

                        Legge Elettorale: Bene il PD e Bene la Lega, Male gli ALTRI

                        1. Gatón scrive:

                          A proposito di consumismo farmaceutico, più che i pazienti ritengo siano i medici che esagerano nelle prescrizioni, in particolare per quei medicinali a completo carico del cittadino.
                          E le date di scadenza servono quasi esclusivamente ad aumentare il fatturato delle case farmaceutiche.

                          • diogene scrive:

                            sei COMUNISTA ? sei GRILLINO ?

                            CRESCITA ECONOMICA = CRESCITA DEI CONSUMI
                            CAPITALISMO = BENESSERE = PROFITTI delle Aziende

                            provaa rispondere
                            dai provaci almeno

                            • Gatón scrive:

                              Ne’ l’uno ne’ l’ altro, cerco di usare la mia CPU.
                              Se l’ aumento dei consumi deve essere legato all’aumento della popolazione NO.
                              Se deriva da una migliore qualità della vita, SI.
                              Le aziende devono guadagnare, altrimenti chiudono, ma devono pagare giuste tasse sugli utili, vedi articolo della birra.
                              Certe cose non possono essere lasciate all’iniziativa personale.
                              Il welfare (assicurazione sanitaria e pensionistica) deve essere OBBLIGATORIO e controllato dallo Stato.
                              Troppo facile mettersi tutto in tasca e vivere da cicale, salvo poi piangere il morto e pretendere l’aiuto della comunità quando le cose non vanno più bene.
                              Istruzione indissolubilmente legata al merito, leggi profitto scolastico.
                              Adesso mettimi tu nella casella che più ti pare consona.

                          1. diogene scrive:

                            Ognuno di noi ha il lardo sugli occhi.
                            E ognuno di solito vede il lardo degli altri.

                            Ecco quello che vedo io: LARDO SUGLI OCCHI DI ZWIRNER

                            Opinione di Zwirner numero 1

                            La notizia da commentare non è la vittoria di Macron è la solenne – inequivocabile – incontrovertibile – sconfitta di Marine Le Pen. Marine Le Pen ha detto “il popolo sono io”. Ebbene, questo significa che il popolo è circa il 25% della popolazione

                            Opinione di Zwirner numero 2

                            Trump licenzia Comey e innesca la guerra contro la magistratura. In linea con il “destro-pensiero” che la magistratura è di sinistra ed è un organismo anti-popolo

                            Opinione di Zwirner numero 3

                            In relazione alle elezioni del sindaco di Verona:Salvini parla di Verona come città “da liberare”.
                            NEssun commento dai destri-pensanti ?

                            1. diogene scrive:

                              veramente pensavo che silvestrando fosse riferito a me perchè chiedevo il tuo pensiero
                              tutti hanno il paraocchi, per definizione perchè tutti ragionano con la sola testa che hanno, si basano su quello che hanno elaborato nel corso degli anni (confuta pure) e nessuno ha la verità assoluta tranne me

                              negli usa si difendono da soli eppure zwirner non ha mai attaccato gli usa perchè lo fanno
                              spiegami i passaggi logici di zwirner se non quelli dettati dal paraocchi che “i criminali non dovrebbero essere un problema perchè uno stato degno di tale nome difende i cittadini da tali criminali”
                              io la vedo molto vicina alla polemica fine a se stessa, non vedo nulla di costruttivo

                              quanto ai costi dell’aspirina, io non ho risposte se non quella che accontenta la mia mente : è il mercato
                              il mercato vuol dire tante cose complesse, tantissime variabili
                              lo so che la risposta sembra essere elusiva ma non ne ho altre

                              1. Gatón scrive:

                                The Tax System Explained in Beer
                                Suppose that every day, ten men go out for beer and the bill for all ten comes to $100… If they paid their bill the way we pay our taxes, it would go something like this:
                                - The first four men (the poorest) would pay nothing.
                                - The fifth would pay $1.
                                - The sixth would pay $3.
                                - The seventh would pay $7.
                                - The eighth would pay $12.
                                - The ninth would pay $18.
                                - The tenth man (the richest) would pay $59.
                                So, that’s what they decided to do.
                                The ten men drank in the bar every day and seemed quite happy with the arrangement, until one day, the owner threw them a curve ball. “Since you are all such good customers,” he said, “I’m going to reduce the cost of your daily beer by $20″. Drinks for the ten men would now cost just $80.
                                The group still wanted to pay their bill the way we pay our taxes, so the first four men were unaffected. They would still drink for free. But what about the other six men? How could they divide the $20 windfall so that everyone would get his fair share?
                                They realized that $20 divided by six is $3.33. But if they subtracted that from everybody’s share, then the fifth man and the sixth man would each end up being paid to drink his beer.
                                So, the bar owner suggested that it would be fair to reduce each man’s bill by a higher percentage the poorer he was, to follow the principle of the tax system they had been using, and he proceeded to work out the amounts he suggested that each should now pay.
                                And so the fifth man, like the first four, now paid nothing (100% saving).
                                The sixth now paid $2 instead of $3… (33% saving).
                                The seventh now paid $5 instead of $7… (28% saving).
                                The eighth now paid $9 instead of $12… (25% saving).
                                The ninth now paid $14 instead of $18… (22% saving).
                                The tenth now paid $49 instead of $59… (16% saving).
                                Each of the six was better off than before. And the first four continued to drink for free.
                                But, once outside the bar, the men began to compare their savings.
                                “I only got a dollar out of the $20 saving,” declared the sixth man. He pointed to the tenth man, “but he got $10!”
                                “Yeah, that’s right,” exclaimed the fifth man. “I only saved a dollar too. It’s unfair that he received ten times more benefit than me!”
                                “That’s true!” shouted the seventh man. “Why should he get $10 back, when I got only $2? The wealthy get all the breaks!”
                                “Wait a minute,” yelled the first four men in unison, “We didn’t get anything at all. This new tax system exploits the poor!”
                                The nine men surrounded the tenth man and beat him up.
                                The next night the tenth man didn’t show up for drinks, so the nine sat down and had their beers without him. But when it came time to pay the bill, they discovered something important. They didn’t have enough money between all of them for even half of the bill!
                                And that, boys and girls, journalists and government ministers, is how our tax system works. The people who already pay the highest taxes will naturally get the most benefit from a tax reduction.
                                Tax them too much, attack them for being wealthy, and they just may not show up anymore. In fact, they might start drinking overseas, where the atmosphere is somewhat friendlier.
                                David R. Kamerschen, Ph.D.
                                Professor of Economics.
                                For those who understand, no explanation is needed.
                                For those who do not understand, no explanation is possible.

                                • diogene scrive:

                                  too simplicistic
                                  the matter is much greater complex
                                  this illustrates some principle and they are correct but cannot stand alone

                                  per quanto riguarda la CPU mi dispiace e mi fa pensare a quando leggevo Sartre sui temi della incomunicabilità
                                  però tocca a te provare a superare la incomunicabilità e spiegare cosa vuoi dire

                                  • Gatón scrive:

                                    Ti stai Silvestrando…

                                    • diogene scrive:

                                      non penso, e non perchè consideri la cosa un’offesa

                                      stiamo nel merito, cos’è che non condividi ? che la sanità italiana sia fra le migliori al mondo ? che la nostra scuola non sia fra le migliori al mondo ?
                                      non si tratta di confrontare la scuola di adesso con la scula di 50 anni fa, si tratta di confrontare la scuola italiana di adesso con quella degli altri paesi adesso

                                      e sul tema della sanità, io ho esperienza diretta che il comportamento medio delle persone che vanno dal medico di famiglia ci vanno con lo spirito di chi “va ad un buffet dove può prendere tutto quello che vuole che tanto è gratis”
                                      Gente che dice di aver letto in internet che se prendi l’aspirinetta devi prendere anche il protettore gastrico ecc ecc

                                      e qui i problemi sono due: 1) c’è un atteggiamento, un approccio consumistico. Stiamo bene se consumiamo. Lo so bene che questo èa alla bade dell’economia. L’idea di basare l’economia su ipotesi dirigistiche di chi sa quali sono i bisogni delle persone hanno dato frutti pessimi (vedi URSS)
                                      2) il sistema sanitario che consuma il 70% delle risorse nazinali è tale perchè è gratis

                                      ci dai una bella lezione del gatto-pensiero?

                                      • Gatón scrive:

                                        Non è certamente un’offesa, volevo dire che anche tu a volte leggi il nostro Parón de casa attraverso gli occhiali del pregiudizio.
                                        Nel dettaglio, ha usato le iperboli di sanità ed istruzione allo sfascio semplicemente per puntualizzare come la risposta non possa essere data con iniziative individuali.
                                        Quanto al consumismo farmaceutico forse era così prima che l’introduzione del ticket ridimensionasse drasticamente le prescrizioni non strettamente necessarie.
                                        A proposito di medicinali, mi sai spiegare perché in Italia una confezione di 20 compresse da 0,5 grammi di aspirina costa circa cinque Euro quando negli Stati Uniti, e non solo, con 5 dollari puoi acquistarne una confezione da 250 ?

                                1. diogene scrive:

                                  E’ sbagliato e non fa bene a nessuno dire che la scuola italiana fa schifo. E’ una delle migliori del mondo. Smentire con fatti, prego.

                                  E’ sbagliato e non fa bene a nessuno dire che la sanità italiana fa schifo. E’ una delle migliori del mondo. Smentire con fatti, prego.

                                  Certo che si può migliorare. Anzi, è un dovere dei cittadini responsabili.

                                  Zwirner fa propaganda a buon mercato.

                                  Il problema della sanità italiana (non solo italiana, sia chiaro) è l’approccio mentale consumistico degli italiani.
                                  Ho avuto modo di frequentare per qualche giorno un ambulatorio di un medico di famiglia. E’ impressionante osservare la quantità di gente che vuole farmaci farmaci farmaci.

                                  Non sono fesso: senza l’approccio consumistico non avremmo il benessere che abbiamo. Con i suoi pro e i suoi contro.

                                  1. halexandra scrive:

                                    Follia politica anche della Lega .e del Centrodestra? Assolutamente no, spiacente, qui il dott. Zwirner ha proprio sparato mancando tuttavia il bersaglio, tanto per restare in tema.
                                    Per il semplice motivo che la sacrosanta battaglia per la legittima difesa va di pari passo, da parte del cosiddetto “centrodestra”, con la altrettanto sacrosanta lotta per la certezza della pena, e con la da sempre asserita necessità di buttare all’aria il corrotto e marcio sistema della magistratura italiana.
                                    E poi lapalissiano che anche nel migliore dei sistemi possibili sarà impossibile introdurre il fattore criminalità zero assoluto, e quindi i cittadini onesti devono sempre e comunque potere reagire ad ogni offesa delinquenziale con la possibilità di annichilire fisicamente i malviventi, senza che ciò venga visto se non come un merito da ricompensare. E tra l’altro questo anche beninteso per la possibilità di difendere NON SOLO la propria vita ma anche i propri beni materiali.

                                    • Silvestro scrive:

                                      L’ultima modifica sulla legittima difesa è la legge del 13 febbraio 2006, n.59. Governo e maggioranza parlamentare erano saldamente di centrodestra ed il ministro della giustizia era addirittura il leghista Castelli.
                                      La “sacrosanta battaglia per la legittima difesa”: non era forse l’obiettivo anche il quella occasione.

                                      Può darsi che sia la memoria corta, una amnesia, o magari da quando il cosi detto centrodestra non è più al governo quella legge non va più bene. Chissà.

                                    1. diogene scrive:

                                      Spunti di discussione

                                      Oltre 10 milioni di francesi si sono espressi contro l’ Europa. E’ un numero molto importante.
                                      A Parigi il risultato delle elezioni è stato 90 a 10
                                      In generale si osserva quindi una netta frattura fra “città” e “campagna/provincia”, che è comune a tutto l’ Occidente (il riferimento è a brexit e trump).
                                      Altro dato: alle primarie del PD sono andati a votare “i vecchi”. I giovani stanno altrove.

                                      Morale ? BOH

                                      • diogene scrive:

                                        siccome è evidente e innegabile che tutti vogliono andare in città ed abbandonare la campagna, vuol dire che “il popolo” come lo intendono la meloni e il salvini NON ESISTE PIU’

                                        a proposito di meloni, che stronzetta. Ma non erano quelli di sinistra che quando c’era un risultato di elezioni non positivo, accusavano l’ignoranza degli elettori ? che stronzetta pura e semplice

                                      1. diogene scrive:

                                        Non ci avessimo il lardo sugli occhi capiremmo che cosa sta succedendo
                                        - La Lega fa una gran cagnara speculando su una una cosa seria, vale a dire il diritto di reagire in caso di aggressione, ma con l’intento neanche tanto nascosto di attaccare la magistratura. La magistratura – si sa – è fatta di 68-tini marxisti che considerano la proprietà privata un furto
                                        - gli altri inseguono impauriti del fatto che il tema sicurezza è molto sentito

                                        è grave che non si concluda nella maniera più semplice: non si tratta di dire “la difesa è sempre legittima” che per certi versi è sempre un’ovvietà, quanto di riconoscere che in caso di incidenti gravi, la magistratura deve sempre intervenire ma in modo più veloce ed efficace

                                        siamo solo alle propoagande elettorali e allo SHOW di zwirner che in queste cose ci sguazza (colpevolmente)

                                        niente di serio
                                        ahimè

                                        1. giulaio scrive:

                                          Per una volta concordo con Lei. Complimenti per l'articolo!

                                          1. Silvestro scrive:

                                            Siamo veramente alle comiche.
                                            Aumentiamo le pene, oppure possiamo sparare solo di notte. Reintroduciamo la pena di morte oppure aumentiamo la polizia per le strade. La fobia della sicurezza ormai è diventato un vero e proprio tormento. Ma se poi qualche banca ti fotte decine di migliaia di euro, che è molto di più di quello che ti ruberebbero nella abitazione, ce ne faremo una ragione, perché tanto, non entrano in casa.

                                            Ma andiamo per ordine. La pena di morte, come punizione estrema, non è un deterrente, lo dicono le statistiche, al di la del concetto di proporzione della pena. La pistola sul comodino: ti fa sentire molto più sicuro, anche se non la sai usare. Ma naturalmente dovrò dire a mio figlio, quando torna di notte dalla discoteca di non entrare in punta di piedi per non svegliarmi, ma di fare un po’ di casino. Se comunque gli sparo, sarò tranquillo perché in quel momento percepivo un pericolo.

                                            Ma devo dire che capisco anche le preoccupazioni di Zwirner, i vari Igor in circolazione prediligono le villette isolate sui colli euganei.

                                            1. Roberto scrive:

                                              perfettamente d'accordo.
                                              basterebbe un po' più di giustizia della pena x fare da deterrente..invece è proprio il contrario? ma io mi chiedo…è così difficile arrivarci? ?

                                            Rispondi a diogene

                                            *