11
set 2017
AUTORE Mario Zwirner
COMMENTI 36 Commenti
VISUALIZZAZIONI

1.467

L’ELOGIO DI MARCO MINNITI

L’estate che sta per concludersi, sotto il profilo politico e dell’azione di governo, ha visto un protagonista assoluto: il ministro degli interni Marco Minniti. (Il quale ha un preciso “credito formativo”: è un comunista, non un catto-comunista…)
In un Paese dove le chiacchiere prevalgono sui fatti, dove il potere politico ha limiti tali da produrre regolarmente il nulla di fatto, Minniti ha dimostrato che – con competenza e determinazione – qualcosa si può fare. Perfino limitare drasticamente gli sbarchi di migranti, che durante l’estate sono più che dimezzati.
A chiacchiere siamo tutti dei Salvini: abilissimi a risolvere qualunque problema con ruspe, blocchi navali e grida “rimandandoli tutti a casa loro!”. Nel concreto devi tenere conto del Paese e del contesto reale, non di quello immaginario. E la gestione dell’immigrazione deve appunto concretizzarsi tenendo presente il contesto internazionale, i limiti nei poteri del nostro esecutivo, le presenza “ingombranti” (e non da poco) come quella del Vaticano di Francesco.
Minniti c’è riuscito anzitutto archiviando l’irresponsabile buonismo catto-comunista delle porte aperte a tutti. E poi muovendosi su più fronti: il codice per le Ong, la trattativa e gli aiuti con la frammentazione dei poteri esistenti oggi in Libia: da Serraj ad Haftar, dai sindaci ai capi tribù; ottenendo alla fine anche il sostegno della Ue a guida tedesca.
Medici senza frontiere e soci denunciano ora gli abusi e le torture nei campi di accoglienza allestiti in Libia. Minniti invita, giustamente, le Ong ad assumerne la gestione: compito magari non previsto come, per altro, non era previsto che facessero da scafisti ai mercanti di esseri umani…Senza aggiungere che, da quando sono crollati gli arrivi bloccando le navi ong, è crollato anche il numero dei morti in mare.
Marco Minniti ci aiuta inoltre a comprendere un’altra questione cruciale: che il problema non sono gli stipendi né i vitalizi dei politici, ma cosa sono capaci di fare. Quanto valgono e quanto meritano di essere pagati. Per la torma di dilettanti a cinque stelle (e non solo) approdati in Parlamenti 500 euro al mese sono uno sproposito. Per Alfano ministro degli Interni 50 euro erano sufficienti. Per il suo successore 50 mila al mese sono nulla rispetto a quanto sta facendoci risparmiare sui costi enormi e sui mille problemi indotti dall’immigrazione fin’ora incontrollata; e che lui, quantomeno, sta cominciando a gestire.
Non posso dunque che tessere l’elogio di Marco Minniti. Con una speranza: che finito il lavoro agli Interni, diventi ministro della Pubblica istruzione. Dove assistiamo alla “invasione” dei diritti dei docenti ( migrazione al Sud compresa) a scapito del diritto all’insegnamento degli studenti.

1.467 VISUALIZZAZIONI

36 risposte a “L’ELOGIO DI MARCO MINNITI”

Invia commento
  1. diogene scrive:

    Li chiamano “consensi elettorali”.
    In realtà sono solo “voti” e non è la stessa cosa.

    Raramente si vota per dare il consenso a qualcuno.
    Spesso si vota per NON dare il consenso a qualcun altro.

    Ma, soprattutto, si vota sulle speranze. Il ragionamento che spesso vince è “peggio di così non può andare”.

    E così arriva la Raggi.
    E Di Maio.
    E Salvini.

    1. Marco scrive:

      Cosa c’è di peggio di un pallone gonfiato?
      Un pallone gonfiato palloso.

      • martello carlo scrive:

        22:32: devi aver pensato, dopo 90′ di tribolazione: porco cane, quel palloso di MARTELLO CARLO pure di calcio se ne intende… Con i 3 palloni incassati sei diventato palloso pure tu. :-D
        Cerca di crearti altri interessi perché l’ HELLAS di soddisfazioni te ne darà ben poche; per esempio, cerca di imparare a mettere insieme un ragionamento su qualsiasi argomento che superi le due righe: si chiama PARTECIPAZIONE. ;-)

      1. martello carlo scrive:

        IL COLORE DELLE MUTANDE DI COTA.
        L’ ex governatore del Piemonte è stato prosciolto da tutte le accuse formulate dai pubblici ministeri Enrica Gabetta, Giancarlo Avenati circa la rimborsopoli regionale, però il fatto non mi convince: hanno controllato se le mutande di COTA erano veramente VERDI? Perché se fossero state veramente tali, anche se le avesse comprate con i suoi soldi, si sarebbe dovuto condannarlo ugualmente.
        Nel frattempo alla regione hanno messo le MUTANDE ROSSE.
        A quanto ammonta il sequestro della procura di Genova? 48 mln? Se in italia esistesse la giustizia, per danni morali e materiali alla LEGA, LI DOVREBBERO PAGARE I DUE SUMMENZIONATI PM, sulla base della responsabilità personale dei magistrati, votata con referendum dall’ 80%degli italiani.

        Per il ns. SILVESTRO, il sequestro è sì un fatto UNICO nella storia giudiziaria, ma LA LEGA NON SI E’ COSTITUITA PARTE CIVILE e quindi il giudice ha RITENUTO ( bontà sua ) che l’intera Direzione fosse a conoscenza e/o collusa, tanto più che tale direzione ha sostenuto sempre la verità, cioè che ROMA ( come sede del parlamento e della burocrazia ) è LADRONA. Aspettiamo 10 anni come MASTELLA e forse i fondi verramnno dissequestrati.
        Col casino istituzionale in atto nel paese dove vengono implicati ministri, capi di governo e parenti, arma dei carabinieri e la solita magistratura, SILVESTRUCCIO DDE NOANTRI, si preoccupa delle offese ad un paese marcio di MAFIA.

        D’ altronde in tempi in cui FACEBOOK censura la MELONI per aver pronunciato la parola PATRIOTA come denigratoria , razzista e altre demenzialità del genere, è entrata in vigore la legge FIANO che vieta la pubblicazione della foto di MUSSOLINI ( mentre mi sembrerebbe più opportuno proibire la pubblicazione della SUA ), e anche in SPAGNA, in vista del referendum catalano, il governo centrale vuole bloccare i finanziamenti del governo regionale per la realizzazione della consultazione del 1° ottobre sull’indipendenza, cosa è più vietato ai NOVELLI FASCISTI MASSONI GLOBALI fautori del PIANETA DELLE SCIMMIE?

        Sai SILVESTRINO, a proposito di ladri, cosa diceva nel 2013 l’ allora segretario del PD, tale MATTEO RENZI?
        ” DOPO LA VICENDA MPS, IL PD DEVE STARE SOLO ZITTO.”

        QUINDI STAI ZITTO PURE TU E VAI A VOTARE SI’.

        • Silvestro scrive:

          Ci siamo confrontati sulla zanzara anofele assassina con un sacco di post, sull’argomento si è scomodato perfino Zwirner, mentre la condanna di Bossi stava per passare sotto silenzio. Sono queste le nostre priorità?

          Il problema non è discutere se a Roma si ruba si o no, ma che il fondatore della Lega ha costruito la sua fortuna politica all’insegna di ‘Roma ladrona’ mentre si è rivelato anche lui un ladrone a Roma cui ha partecipato anche la sua famiglia.
          La piaga della ruberia diffusa e trasversale non significa pretendere un “bonus ladrocinio” che all’occorrenza giustifica tolleranza o impunibilità: è una autentica fesseria.

          Come ho già detto altre volte la differenza tra i partiti non è la diversa onestà degli eletti ma l’atteggiamento del partito nei confronti del suo rappresentante quando condannato.
          MPS: ci sono dei giudizi in corso. Cosi su due piedi non mi risulta che ci siano membri PD tra gli imputati ne tanto meno Segretari o Presidenti di partito. Perché è ovvio che c’è qualche differenza non nel reato in sé, ma nell’immagine che la politica trasmette agli elettori.

          Certo, fa buon gioco mescolare la mafia, con gli scandali dei carabinieri, senza escludere le intemerate di facebook, la legge Fiano, nonché i problemi della Spagna con il referendum della Catalogna. Se ci metti anche l’atomica Nordcoreana le colpe Bossi, a fronte di tutto questo, sono una quiquilia.
          Ma il benaltrismo è solo un modo per eludere il problema. Non è ne consolatorio ne la soluzione.

          • martello carlo scrive:

            TOGHE ROSSE SI CHIAMANO ed è inutile che ti ricordi che da “mani pulite ” ( oggi potremmo dire ” manette facili ” dopo il pentimento di DI PIETRO ) sono stati distrutti tutti partiti, meno il PCI, il partito più tangentizio di tutta la compagnia ma che non ne sapeva nulla: faceva tutto GREGANTI, ( compresi i contatti col KGB ), il delinquente che dopo qualche annetto di galera venne riaccolto a braccia aperte fino all’ EXPO.
            E’ impossibile che tu creda che siete e siete stati al governo, ci avete portato dentro l’ EURO e avete svenduto l’ IRI e il paese perché siete delle verginelle e non perché vi ci ha mandato certa magistratura, quindi o sei un idiota o sei un imbroglione colluso per quel poco che conti.
            E’ evidente che sto sprecando il mio tempo e le mie parole con questi discorsi spot. Se insisti con queste battutine, perché altro non sono, non mi tirerò indietro e ti seppellirò sotto un’ antologia necrologio degli scheletri nell’ armadio del tuo strafottuto partito togato.

            Tornando a pallino io me ne fotto della procura di Genova, anzi per me sarà una ragione in più per votare SI’ al referendum e LEGA alle prossime elezioni come milioni di cittadini che sono stufi di farsi prendere per i fondelli.

          1. martello carlo scrive:

            E’ L’ OCCASIONE GIUSTA PER FAR CAPIRE A CERTA MAGISTRATURA CHE LA DEVE FINIRE DI FARE POLITICA.
            Il sequestro dei C.C. della LEGA comporta l’ impossibilità di affrontare la campagna per il referendum sull’ autonomia di LOMBARDIA e VENETO prima e quella delle prossime elezioni poi.
            Il sospetto che sia una mossa del potere centralista, un boicottaggio è suffragato dal divieto di utilizzare i normali certificati elettorali e dal marcato accorpamento con le amministrative.
            E’ la dimostrazione che:
            - il timore di perdere anche solo in parte l’ assistenzialismo in carico alle due regioni è reale e turba il sonno di mezza italia
            - i referendum non sono solo velleitari, un sogno, ma che esiste veramente la possibilità di ottenere una maggiore autonomia
            - che l’ autonomia è vitale per la DEMOCRAZIA, non solo del NORD ma di tutto il paese di fronte alla strafottenza centralista romano/mafiosa dove si stanno scontrando per i contratti miliardari delle commesse pubbliche ( vedi CONSIP ) le lobby meridionali, in ispecie quelle della CAMPANIA dove si concentrano i 3/4 dei magistrati italiani. e da dove nascono guarda caso tutte le maggiori truffe politiche del paese.

            Il POPOLO VENETO, non ha bisogno di qualche milione sequestrato pretestuosamente, bensì dei 20 MILIARDI che questo stato scialacquatore distribuisce in prebende per mantenersi a galla.

            SE, dico SE qualcuno avesse avuto ancora dei dubbi, con questa poditoria intromissione non può più esimersi dall’ andare alle urne e votare un SI grande come il campanile di S. MARCO.

            ALLA FAAIACCIA DEI GATTI AVVOLTOIO.

            • Silvestro scrive:

              In fin dei conti non hai detto niente di nuovo.
              Salvini non si è costituito parte civile un po’ perché sarebbe stato imbarazzante schierarsi apertamente contro il fondatore del partito, un po’ perché il Bossi mollato dai suoi avrebbe potuto spifferare molto altro.
              Le conseguenze sono queste.
              Tutto il resto è un deja vu; una dietrologia nemmeno originale perché è la stessa fin dai tempi di “Roma ladrona”.

              PS: Invece potrebbe essere una occasione unica. Se fate le vittime già ora, qualora le votazioni non avessero l’esito sperato, avrete l’opportunità per confermare che siete un bersaglio politico.

              • martello carlo scrive:

                Non vorrai mica dire che Roma NON E’ ladrona e pure STRACCIONA. Però apprezzo l’ organizzazione di certi romani come ad esempio casa Pound e Forza Nuova.

                Domani ci risentiamo ora ho un altro programmino.

            1. Silvestro scrive:

              Per non dare l’idea che questo sia un blog dove tutto finisce a tarallucci e vino, potremmo approfondire i motivi che hanno portato la magistratura al sequestro dei fondi della Lega. Il sequestro è avvenuto a seguito della condanna penale in primo grado di Bossi, Belsito e revisori contabili per uso di fondi pubblici a scopo personale.

              E’ vero, come dice Salvini, che è l’episodio è unico nella storia giudiziaria dei politici italiani, ma a differenza delle urla che invocano “un attacco alla democrazia” “vogliono farci fuori” c’è un motivo preciso e legalmente ineccepibile che giustifica la decisione.

              LA LEGA NON SI E’ COSTITUITA PARTE CIVILE, ovvero non si è dichiarata parte lesa in una attività illecita da cui si dichiara totalmente estranea. Il altre parole, il giudice ha ritenuto che l’intera Direzione del movimento fosse, a conoscenza e/o collusa e/o consapevole dell’illegalità in atto (Direzione di cui Salvini, peraltro, faceva già parte).
              Vero o falso, trovo veramente inaudito che una persona come l’attuale segretario della Lega, che da sempre vive solo di politica, non abbia dato la giusta considerazione al fatto. E’ vero che Bossi è tutt’ora il Presidente, che come per altri non è stato espulso; sarebbe stato troppo clamoroso. Ma considerando che il movimento è cresciuto all’insegna dello slogan di “Roma ladrona” il prezzo da pagare mi sembra adeguato.

              1. filiberto scrive:

                Quando il ‘Duce’ aveva il 99% dei consensi imbavagliati.

                Da Amor di patria. Libro di lettura della V° classe elementare . Edito, Libreria dello Stato 1937.

                Ara il campo in Romagna. Conduce il motoscafo nell’ Adratico. Tra poco leggerà un canto della Divina Commedia. Trattiene alcuni diplomatici, parlando inglese. Passa in rivista le truppe volontarie della Milizia Nazionale. Premia gli agricoltori. Detta lettere e leggi. Inaugura un congresso di scienze. Commuove il popolo e persuade i dotti. Riceve gente di ogni rango e d’ogni paese. Incanta dei filosofi a convegno. Entusiasma la Regina tra le Regine : Margherita di Savoia I ritrattisti più celebri sono andati a Roma per ritrarlo…
                Bisaglia diceva che era la carega che fa l’uomo, evidentemente a certi personaggi è andata buca scivolando nel ridicolo.

                1. Silvestro scrive:

                  Martello 14 settembre 2017 alle 08:51

                  Si, lo capisco; ti manca improvvisamente il punto di riferimento più importante: Quello che dava certezza ed enfasi alle tue paure ti ha tradito.
                  Sei cosi sconvolto che la tua ASSOLUTA AUTONOMIA DI GIUDIZIO ha confuso un falso uppercut a Silvestro con un autentico sberlone a Martello. Eppure c’è una bella differenza.
                  Ma non devi disperare: Il giornalista con una ‘intelligenza superiore’ non può tradire cosi platealmente i tanti seguaci che lo seguono fedelmente da sempre.
                  Vedrai che tornerà in sé quanto prima: ci vuole solo un pretesto.

                  • martello carlo scrive:

                    Solo polemiche di infimo livello, peraltro ripetute fino alla noia, cercando di influenzare e distrarre il conducente.
                    Non una risposta a tono, insomma solo colpi bassi: SQUALIFICATO.
                    SEI suonato e fuori tema come il PD.
                    SPERO CHE TI RIMETTA PRESTO E TI RIDUCANO LA SQUALIFICA

                    • Silvestro scrive:

                      Il tema è l’argomento del topic prima, e l’OPINIONE poi, introdotto da te, ma che era stato ampiamente affrontato prima ancora dell’intervento di Zwirner.
                      Tutto il linea con la discussione, arricchita dalle TUE frasi, vecchie e nuove, dichiarate con molta arroganza.

                      Nel blog chi dice fesserie, e fa lo sborone, deve mettere in conto anche che qualcuno ne prende nota e puntualmente le ripropone al momento opportuno. Ma poi non se ne deve lamentare.

                      • martello carlo scrive:

                        Mi sembra che proprio tu per primo abbia introdotto nei topic l’ OPINIONE e forse è stata una delle poche tue idee da apprezzare.
                        Continua a prendere nota: le mie fesserie sono delle perle di saggezza.

                        Va bene, squalifica ridotta; termina a mezza notte di oggi, sempre che tu sia già in grado di connettere.

                  1. martello carlo scrive:

                    MINNITI HA CONVERTIYOIL PAPA. Oh,oh
                    Il nostro ospite è ritornato, più in forma che mai, tanto che SILVESTRO non riesce ad uscire dall’ angolo: ieri ha DOVUTO accettare i complimenti al min. degli interni che non gli sta per niente simpatico ( primo gancio ), oggi l’ uppercut de ” l’ OPINIONE “.
                    E’ indubbio che sia un grande incassatore, specie dopo le ultime riprese dell’ incontro vaccini e dopo che non gli arrivano più i clandestini di una volta.
                    Persino il PAPA ha sbandato; deve aver interpretato la FRENATA che gli ha fatto sbattere la testa sulla papamobile come un segno divino e, come succedeva a DON CAMILLO deve aver sentito una voce dall’ alto che gli diceva: CHECCO, CHECCO, ti sei dimenticato di me? Ti sei scordato del tuo gregge o vuoi sacrificarlo come ISMAELE? Se qualche DIO te l’ ha imposto, quello non ero certo io. FRENA anche tu prima che sia tardi!
                    Mi ero perso l’ inciso sull’ integrazione che, come fa notare ZWIRNER, nasconde varie preoccupazioni, ma la principale ( mi piacerebbe pensare ) sia quella del pericolo musulmano che moderato certo non può essere. Il dolore della botta deve averlo convinto che il martirio non dev’essere poi tanto piacevole.
                    Che stia mettendo la testa a posto o che si preoccupi anche lui di elezioni? Se così fosse, relativamente al SOGLIO, potremmo avere non due ma ben TRE PAPI.
                    No, io credo piuttosto che si preoccupi di quelle del PD, che ha contribuito a portare alla rotta, rischiando di farlo scomparire dalla scena e nemmeno lui se lo può permettere: dopo aver perso i grandi elettori OBAMA, CLINTON & C., rischia di perdere anche la sua SPALLA a PALAZZO CHIGI.

                    • Silvestro scrive:

                      Il titolo de L’OPINIONE è “VACCINARSI CONTRO LA PRESUNZIONE” e riguarda il casino creato dai no-vax. Io non so cosa tu abbia dedotto, ma per capire ti riporto testualmente le parole conclusive dell’intervento: “non è che con la presunzione di sapere tutto diventiamo più liberi e più capaci di organizzarci la vita. Purtroppo è il contrario; se non riconosciamo una autorità di riferimento, rischiamo al 99,9% di essere solo delle pecorelle smarrite”.
                      Parole che condivido in pieno; ma se questo non ti è chiaro, credo che tu abbia seri problemi di comprensione.

                      Su Minniti è vero il contrario. Zwirner, che notoriamente ha sempre manifestato una avversione viscerale per qualsiasi comunista, persona o organizzazione che sia, ha voluto riconoscere l’operato di un Ministro che più comunista di Minniti è difficile trovare. Ho sottolineato la circostanza e ne sono soddisfatto.

                      La miglior difesa è l’attacco; ma l’uppercut, se cosi lo vuoi chiamare, lo subisci tu. Infatti questa volta sia per l’operato del ‘comunista’ che per i vaccini ti manca la robusta spalla su cui solitamente piangi e che consolida le tue convinzioni.
                      In altre parole ‘il giornalista che ha una intelligenza superiore’ ti ha deluso due volte di seguito.

                      • martello carlo scrive:

                        ORDINE SILVESTRO, ORDINE.
                        Non puoi fare il SALTAFOSSI e andare sul leggero scadendo su problemi che non lo sono, com’ è d’uso della TUA AUTORITA’ SGOVERNATIVA che devia su finti problemi tipo IUS SOLI e le FOTO DEL DUCE: VAFFA I VAX, non ci sono epidemie in arrivo, c’ è solo il carrierismo della LORENZIN e la FUFFA del PD.
                        Vuoi imporre tu, l’ AUTORITA’ del blog, il terreno su cui combattere senza affrontare la folgorazione del PAPA a cavallo della papamobile sulle via di CARTAGENA?
                        E va bene, ti conto fino al trenta, rialzati e andiamo sull’ OPINIONE di ieri, ” VACCINARSI CONTRO LA PRESUNZIONE “.
                        Come sai, la mia AUTONOMIA DI GIUDIZIO è ASSOLUTA, quindi ZWIRNER o non ZWIRNER, ribalto la sua opinione PARTENDO DAL FONDO che smonta tutto ciò che ha detto prima, compreso il 13° vaccino contro la PRESUNZIONE ( una dei giochi di parole a sensazione che a volte influenzano tutta la sua opinione ): l’ AUTORITA’ E’ ANDATA A FARSI FOTTERE e quindi non ci resta che la PRESUNZIONE INFORMATA, che poi è il nocciolo della DEMOCRAZIA.
                        Ma cosa si vuol delegare, a questo punto!
                        Forse il ” nostro ” credo di fronte ad un PAPA che tradisce la propria fede in nome di chissà quali fratellanze bibliche e che mette in serio pericolo la stessa sopravvivenza del cristianesimo?
                        Forse il governo del paese di fronte a centinaia di traditori che passano da un partito all’ altroa pulendosi il deretano con la tanto strombazzata DELEGA?
                        Forse davanti al casino creato da DONNE IN CARRIERA con una legge improvvisata e frettolosa davanti all’ URGENZA DELL’ ASSENZA DI EPIDEMIE?
                        Bastano questi pochi esempi, oltre alle prime due OPINIONI e al tuo ” CONDIVIDO IN PIENO ” a far cadere tutta l’ impalcatura.
                        Mi spiace, succede; non tutte le ciambelle riescono col buco, e questa, più che una ciambella è una SACHER, gustosissima ma non adatta ad un paese che ha il DIABETE.
                        IL BUCO C’ E’, MA SOLO NELL’ ACQUA.

                    1. diogene scrive:

                      io dico: Mah, speriamo.

                      E’ evidente che “occhio non vede, cuore non duole” che è la cosa principale che sta a cuore alla stragrande maggioranza dei cittadini, Intanto siamo nella situazione di “non vedere”, però, nell’immediato, cosa altro si può fare ?

                      Si sta ripetendo la politica di Berlusconi: accordo con Gheddafi affidandogli il ruolo di cane da guardia. Coperchio su una pentola a pressione con la scommessa: il coperchio resisterà (e allora noi tutti contenti) o scoppierà (e allora sono cazzi per tutti).

                      Mah, speriamo, mi sa che non possiamo fare altro.
                      Mettiamo la testa sotto la sabbia e … speriamo.

                      Come per i cambiamenti climatici e gli uragani. Adesso che gli americani sono finiti sott’acqua, dovranno rendersi conto che non si scherza.
                      Senza raccontare le storie della Groenlandia verde

                      • Gatón scrive:

                        Spero che non voglia dire che questi uragani sono figli delle decisioni di Trump sul clima.

                        • diogene scrive:

                          No. Non dico che gli uragani siano figli di decisioni (decisioni ?) di mr. Trump.
                          Evidentemente queste categorie di ragionamenti ti appartengono se le hai espresse.
                          Vedi tu, che non riesci a voltare pagina.

                          Per contro, resta incontrovertibile che mr. trump abbia avuto una posizione di negazione di impatti sul clima prodotti dalle attività umane.
                          E – fact checking please – il dir. zwirner ha scritto anche una Opinione su questo blog di sostanziale allineamento a trump.

                          Non ho memoria, ma chiaramente ciò non è una prova, di tue prese di posizione o semplici esposizione del tuo pensiero, pro o contro che fosse.

                          Stessa cosa sui migranti.

                          • Gatón scrive:

                            Non mi sono mai aprioristicamente schierato a favore o contro questo o quello.
                            Ho sempre cercato di giudicare l’operato dei politici, sia di casa nostra che di altro Paese, condividendo certe iniziative e criticandone altre.
                            Tanto per farti contento, in materia di assistenza sanitaria sono con Obama, per quanto riguarda l’immigrazione con Donald Duck.

                      • martello carlo scrive:

                        Ti riferisci ai piagnistei SINISTRI, delle ONG, COOP per i campi profughi in Libia?
                        Noi gli struzzi? Che ci pensi l’ ONU ( che tra l’ altro ha benedetto la primavera libica ), con l’ UNHCR, o siamo gli unici a dover salvare l’ Africa che avanza al ritmo di 7 figli/donna nelle zone desertiche sub sahariane?Vedrai che se non lo farà SOROS il tappo non salterà, perché senza il miraggio di quei fessi di italiani, i campi si svuoteranno.
                        Eppoi, con i campi nel deserto, saltano la scusa di mafia capitale della LEGGE DEL MARE e l’ accordo di DUBLINO: NOI NON C’ ENTRIAMO PIU’ PER NULLA.
                        Piuttosto noi dovremo preoccuparci della disoccupazione della nuova nuova occupazione creata dai governi di SX per fare da badanti alle nuove risorse e di trovare un posto alla BOLDRINI.

                      1. martello carlo scrive:

                        Grande rientro di ZIRNER ( oserei dire per enfatizzare una RENTREE DA ETOILE della comunicazione ), sia per l’ argomento che per come l’ ha trattato.
                        Lo dico perché…. me l’ ha sollecitato il SILVESTRO, come ha sollecitato il suo ritorno.
                        Posso continuare se il gatto lo vuole, dicendo che avevo veramente nostalgia dei suoi saggi baffoni che mi ricordano le sue origini, origini che forse molti nel Veneto quasi rimpiangono.

                        Ma veniamo al topic: concordo su tutto per quanto riguarda MINNITI, ricordando anche la sua azione da sottosegretario ai servizi segreti, cosa che deve essergli servita non poco per imporsi all’ interno del PD rispetto ai tanti buonisti che poi tanto buonisti disinteressati non sono.
                        L’ azione, ripeto è stata di ottimo livello, specie se pensiamo alle resistenze che ha subito all’ interno ed dall’ ESTERNO, non ultime quelle vaticane.
                        Non l’ avrebbe certamente potuto fare se non fossimo alla vigilia di elezioni col pericolo, vista la RABBIA dell’ opinione pubblica che rischiava di ridurre il PD a livello dell’ NPD ( si chiama ancora così? ) e l’ insistenza con la quale, e qui la mia opinione non collima con quella del REDATTORE, è stato tenuto caldo, caldissimo l’ argomento da SALVINI, con FI completamente latitante: le soluzioni messe in atto, al di là delle distorsioni della stampa di regime, sono sostanzialmente quelle protestate dalla LEGA.
                        Ricordo bene come il SILVESTRO letterale interprete del buonismo KATTOVATICANO definiva IMPOSSIBILE fermare LE MIGRAZIONI BIBLICHE, anzi che erano NECESSARIE per il futuro del paese.
                        Ricordare questo vuol dire NON DIMENTICARE CHE IL PD E’ RESPONSABILE DI AVER RIEMPITO L’ ITALIA DI 1/2 MILIONE DI CLANDESTINI ALLO SBANDO, AVERNE SUBITO, DIREI FAVORITO, LE INTEMPERANZE ED OGNI SORTA DI SOPRUSO E PREVARICAZIONE, OLTRE CHE AVER AUMENTATO LA POVERTA’ DEGLI AUTOCTONI, AUMENTANDO LA SCHIERA DI NUOVI OCCUPATI NEL TERZO SETTORE PARASTATALE CHE PRODUCE E CONTINUERA’ A PRODURRE DEBITO ANZICHE PIL AL COSTO DI %/& MLD/ANNO.
                        MINNITI potrebbe benissimo entrare in qualsiasi governo futuro, meno che su una riedizione di un governo di sinistra, che con i testoni che ci ritroviamo non è da escludere a priori.
                        Quanto ad ALFANO, altro che 50 €/die: quello dovrà pagare i danni.

                        BEN TORNATO.

                        • Silvestro scrive:

                          Lo so che avresti voluto evitare ogni intervento; ma sei stato costretto e quindi sottolinei cose diverse di quelle chiare e precise del topic, per minimizzare, direi sorvolare, il nocciolo dei problemi.

                          Minniti OK; non potevi dire altro, nonostante sia un comunista doc di lungo corso. Il suo percorso politico, le presunte interferenze ed altre teorie non spostano di una virgola i risultati del suo operato, ed appartengono semmai alle dietrologie cui sei molto affezionato.

                          La soluzioni di Salvini, sono le solite da sempre. Descritte molto bene dal blogger nel suo RENTREE DA ETOILE: “a chiacchere siamo tutti dei Salvini: abilissimi a risolvere qualunque problema con ruspe, blocchi navali e grida ‘rimandandoli tutti a casa loro!’. Naturalmente non va dimenticato che non è solo l’enfasi della stampa di regime ma anche Zwirner stesso ha sostenuto a lungo questa causa.

                          Le ONG fanno quello che hanno sempre fatto: salvano vite umane. Continueranno ad aiutare a casa loro i morti di fame nei territori in cui le condizioni politiche e di sicurezza consentiranno loro di farlo (e lo fanno da molto prima di Salvini).
                          Va peraltro ricordato che su tutte le organizzazioni no-profit Zwirner è sempre stato molto critico. Basta andare a leggere il topic “Messi, le Ong e i Miserabili” anche se oggi ce lo siamo già dimenticato.

                          Silvestro ha sempre sostenuto che il problema originale era ed è la Libia e che senza una soluzione politica in quei territori l’immigrazione era inevitabile. Vatti a leggere i post. Ma ho anche detto che oltre alla Libia se non cambiano le condizioni di vita nell’Africa del Sahel ciclicamente questi fenomeni si ripeteranno. Prendine nota.

                          • martello carlo scrive:

                            Veramente mi stupisco, per quanto pessimista io sia nei tuoi confronti, di certe considerazioni prive di senso: perché io non avrei voluto intervenire ad un rientro così sollecitato e gradito?
                            Certo, il tuo modo gregario e partigiano di agire e di sub pensare, ti porta a presumere che io non l’ avrei fatto in quanto non condividevo giudizio di ZWIRNER su MINNITI solo perché è del ramo comunista del PD.
                            La mia autonomia di giudizio, magari sbagliando, è ASSOLUTA e certamente non mi sarei fatto specie ad esprimere opinioni contrarie, come in realtà ho fatto, contestando la critica a SALVINI ed alla LEGA in generale, ai quali continuo ad attribuire il merito di aver tracciato le linee di condotta per contrastare l’ invasione, costringendo il PD ad INGOIARSI MINNITI agli INTERNI.
                            INGOIARSI, ripeto, e non una scelta e quindi su MINNITI prima di esprimere un giudizio definitivo, al di là delle sue indiscutibili capacità, bisogna capire se è una pedina o il re della partita a scacchi che si sta giocando a livello elettorale.
                            Una cosa è chiara, in ogni caso il giudizio sul PD non può che rimanere del tutto negativo.
                            Come ho detto in risposta a DIOGENE, il grande vantaggio dei campi profughi in Libia, dove vedo molto positivamente il trasferimento degli eroi delle ONG, ci dà l’ occasione di buttare a mare la ormai sputtanata LEGGE DEL MARE e altrettanto vale per gli accordi di DUBLINO.
                            La mia paura è che il PD, i cui interessi non sono sopiti, non voglia i profughi ancora solo in Italia per alimentare appetiti COOPERATIVI: ne sareste capaci.

                            Consentimi alla fine una battuta: non vorrei, visti gli ultimi episodi di cronaca NERA, che più che le condizioni di vita dell’ Africa, contino gli appetiti sulla FIGA BIANCA così ben espressi da BELLO FIGO.

                        • martello carlo scrive:

                          E.C. %/& sta per 5/6 MLD/ANNO

                          • giorgio scrive:

                            CARLO…..
                            Hai sentito che anche il DON, dopo aver preso quella botta in fronte, ha iniziato a cambiare opinione sul numero di INVASORI da prendere in carico ( In Italia, s’intende) ???….
                            E’ proprio vero che:” Non tutto il male vien per nuocere “….
                            Speriamo che gli EFFETTI durino per un po’ e che, una volta GUARITO, non ritorni a pensarla come prima….
                            Non vorrei sembrare cattivo, ma….ci sarebbe più di una persona (in Italia) che avrebbe bisogno, ogni tanto, di una….ZUCCATA…o no?!

                            • martello carlo scrive:

                              E’ stata la frenata di DIO, quasi un ammonimento a fermare l’ invasione musulmana di un paese cristiano.
                              Un segno che deve, come dici tu, far riflettere più di una persona compreso qualcuno che scrive su questo blog. ;-)

                        1. Silvestro scrive:

                          Francamente sono stupito. Tutto qui? Si invoca il ritorno del blogger per giorni, gli appelli anche se con toni diversi sono generali, ed ora che Zwirner è tornato tutto viene liquidato con una battuta? Anzi il sottoscritto, definito uno stronzo perché si è astenuto dalla supplica generalizzata, è stato l’unico ad intervenire.

                          Magari Zwirner è diventato anche lui un ‘comunista centralista’ oppure il suo intervento in questo caso non rientra nella ‘intelligenza superiore’ che gli è stata generosamente attribuita. Forse, questa volta non c’è la spalla per solito piagnucolare e quindi è tutto più imbarazzate.

                          Ma non abbiate timore, vedrete che il vostro Zwirner tornerà in sè rapidamente. Non può permettersi di perdere degli ammiratori cosi fedeli e devoti.

                          1. Silvestro scrive:

                            Mi vengono due considerazioni:
                            La prima riguarda il ritorno di Zwirner giornalista; un ritorno invocato da molti, chi un modo sguaiato altri in modo più dimesso, ma non certo per merito mio su cui ho già motivato il mio scrupolo a invocarne il rientro.

                            Il secondo riguarda il merito del topic su cui non c’è molto da dire. UN INTERVENTO CONDIVISO TOTALMENTE, da annoverare tra le rare volte in cui ho apprezzato le riflessioni del blogger.

                            Da sottolineare quello che è evidente da sempre: che l’origine di questo flusso di immigrati era ed è la Libia, e che le soluzioni si trovano con interventi concreti, non in modo unilaterale, senza battere i pugni sul tavolo come alcune voci pretendono da sempre.

                          Rispondi a Silvestro

                          *