07
nov 2017
AUTORE Mario Zwirner
COMMENTI 43 Commenti
VISUALIZZAZIONI

930

LA SICILIA DICE POCO, SU RENZI NULLA

La Sicilia, il voto alle regionali siciliane, ha distrutto il Pd e in particolare la leadership di Matteo Renzi, che ora se la sogna di potersi ricandidare a premier. Questa è la visione e la versione correnti.
Una visione, direi, alquanto miope: ridotta a guardare la pagliuzza, ignorando la trave.
C’è infatti una piccola trave europea, che riguarda la socialdemocrazia di tutti i Paesi del nostro continente: ovunque in caduta libera, ovunque ridimensionata, la socialdemocrazia, dalle urne.
Da quando infatti un welfare, per anni e sempre più generoso nelle elargizioni, ha dovuto fare i conti con la realtà di conti pubblici ormai insostenibili, da allora il modello storico della socialdemocrazia è entrato in crisi. E a tutt’oggi la socialdemocrazia non ha trovato una proposta di governo tale da convincere i suoi ex elettori a tornare a casa.
Il quadro generale è questo. Se lo teniamo presente diventa molto riduttivo, per non dire ridicolo, attribuire al voto siciliano i problemi del Pd e di Renzi. Senza aggiungere che, rispetto all’andamento della socialdemocrazia europea, quella nostra, il Pd Renzi o non Renzi, non se la cava proprio malaccio.
Al momento l’alternativa qual è? La nostra sinistra-sinistra che di governare, cioè di impegnarsi a dare risposte concrete, non si cura: le basta testimoniare la sua purezza teorica…e magari impegnarsi a far perdere la sinistra riformista. Obbiettivo questo appena raggiunto in Sicilia.
Quanto al resto le elezioni sicule poco hanno detto che già non si sapesse. Gli elettori dei 5 Stelle continuano a votare, qualunque cosa combinino gli amministratori locali pentastellato, perché la loro resta una scelta alternativa a tutto il resto del tanto detestato partitume.
C’è la ripresa del centrodestra. C’è. Ma con un piccolo problema: ha vinto in Sicilia dove la Lega è irrilevante. Mentre qui al Nord, nel nostro Veneto in particolare, la Lega c’è eccome; mentre irrilevante, o quasi, è Forza Italia…

930 VISUALIZZAZIONI

43 risposte a “LA SICILIA DICE POCO, SU RENZI NULLA”

Invia commento
  1. martello carlo scrive:

    Due giorni fa scrivevo:
    CHE PAESE DA NAZIONALE DI CALCIO.
    Oggi devo scrivere:
    CHE NAZIONALE DI CALCIO DA PAESE….. di……

    Miliardi persi, credito italiano a picco nel mondo, immagine da popolo di debosciati, di nazione disfatta, non affidabile che sta andando a fondo e che gli stessi immigrati dai paesi dell’ Africa più nera arrivano ormai a definire TERZO MONDO.
    Lo sport rappresenta spesso il valore di una nazione e lo sapeva benissimo l’ UNIONE SOVIETICA che arrivava al doping più generalizzato pur di mettersi al collo qualche medaglia.
    Lo sport è un indice della salute di una nazione, essendo l’ antidoto allo sbandamento nella droga ( ora spacciata giorno e notte dalle nuove risorse nella più completa indifferenza ( collusione? ) delle istituzioni ), nella sfiducia delle nuove generazioni e la garanzia di avere un domani degli adulti all’ altezza, a tutti i livelli.

    La disfatta rappresenta specularmente la disfatta del paese a guida sinistra. Il fatto stesso che OGGI non ci voglia mettere la faccia, che continui con nonchalance ad alluvionarci di congressi, di comitati, di convegni, di talk show per risolvere i propri problemi come se fossero quelli degli italiani, che ha okkupato tutte la maggiori cariche dello stato, dalla presidenza della repubblica, a quella del senato, alla camera con maggioranze da SPUTO, è la fotografia dell’ abisso in cui ci hanno fatto finire con un’ azione che dura sin da MANI PULITE.

    QUI NON SI TRATTA PIU’ DI CONSIDERARE LA SINISTRA, CON UNA CERTA SUFFICIENZA COME UNA MASSA DI ESALTATI CONFUSIONARI CHIC, MA DI ESPELLERLA PER SEMPRE DAI SACRI LUOGHI DELLA DEMOCRAZI CON DELLE SCELTE MATURE.

    1. Silvestro scrive:

      La visita del Presidente USA in Cina merita qualche riflessione in continuità con l’esame degli effetti della globalizzazione e delle ricette USA nell’era TRUMP ad un hanno dal suo insediamento.

      La premessa innanzitutto è sulla Cina, vero e proprio protagonista dalle globalizzazione quando col suo ingresso nel World Trade Organization (Wto) nel 2001 apri le porte agli stranieri solo a condizione che in molti settori definiti strategici gli investitori si prendessero un socio locale paritetico, e gli trasferissero il loro know how. In 10 anni in questi settori sono diventati cosi bravi e competitivi da rimpiazzare totalmente la produzione occidentale con tutte le conseguenze già esaminate.

      TRUMP che non perde mai occasione per fare lo sborone, si è presentano accusando la Cina :”Lo sbilancio commerciale è enorme, è eccessivo, state approfittando di noi”. Ma poi Xi Jinping snocciolando le cifre economiche del suo Paese e ricordando che uno dei maggiori creditori del debito USA è proprio la CINA ha indotto in Tycoon USA a più miti consigli.
      La conclusione è che TRUMP porta a casa un misero accordo di circa 9 miliardi di dollari. Il trionfalismo con cui ha dichiarato accordi di 250 miliardi sono buoni per i beoti perché si riferiscono alla firma di memorandum non vincolanti proiettati su 10 anni. Un risultato però l’ha ottenuto: Le società USA che investono in Cina potranno detenere più del 50%. Il ceo di Goldman Sachs, ha subito creato assieme ai vertici cinesi il China Investment Corporation, un veicolo finanziario per favorire gli investimenti delle imprese statunitensi in Cina. Servirà a creare nuova ricchezza in USA? Certamente si per Goldman Sachs, ed i vari Soros e JP Mogran. Per i lavoratori, viceversa ci sarà un rafforzamento della concorrenza cinese in settori fino ad ora trascurati.

      Un capolavoro diplomatico per “America first”.

      • martello carlo scrive:

        COME LE AMEBE, ORMAI LA SINISTRA SI STA ESTINGUENDO. PER ECCESSO DI SACRIFICI UMANI “. Così commenta PAOLO GUZZANTI l’ agonia del pensiero unico in fase di fissione nucleare.
        Capisco quindi il tuo girovagare per il mondo cercando con TRUMP di compensare la rivincita del nemico N° 1 italiano.
        Magra consolazione consolarsi con lo SBORONE USA quando ne hai in casa uno da RIGNANO sull’ARNO.
        Comunque sempre meglio di niente: voi come dei cani da punta che devono avere qualcuno da sbranare, divulgate le fake news della stampa okkupata per sminuire il grande successo sulle pari opportunità tra imprese usa e cinesi nei rispettivi paesi, il che nei confronti di un paese KAPITALKOMUNISTA, rimedia dalle fondamenta alla distruzione degli interessi americani da parte del presidente nero per arrivare al premio NOBEL.

        COME DICI TU, GIUSTAMENTE ” UN CAPOLAVORO PER L’ AMERICA FIRST “.

      • Gatón scrive:

        Occhio al correttore automatico.

      1. Guido scrive:

        “C’è la ripresa del centrodestra. C’è. Ma con un piccolo problema: ha vinto in Sicilia dove la Lega è irrilevante. Mentre qui al Nord, nel nostro Veneto in particolare, la Lega c’è eccome; mentre irrilevante, o quasi, è Forza Italia…”
        Nessuno che riprenda questa frase che sintetizza la vera difficoltà del C.D.. Risparmio di soffermarmi sulle divisioni del C.S. perchè i giornali ogni giorno ne riferiscono i particolari. La Lega di Salvini ha tolto il Nord, continuando in un percorso di “nazionalizzazione” del partito, anche se il campione di riferimento: la Lepen è stato sconfitto sonoramente. Credo che Zaia (e pure Maroni), non sia tanto d’accordo con Salvini e stia lavorando, neanche tanto sottotraccia, per ristabilire la linea del partito che ha il suo consenso sostanzialmente al Nord e, soprattutto, su una linea politica che poco si sposa con la Nazionalizzazione della Lega. La scelta del referendum per aver maggior autonomia e la successiva richiesta di statuto speciale, riprende in altra forma il vecchio pallino del federalismo. Credo che Zaia abbia un obiettivo di medio lungo termine, riproporre la struttura federale del Paese che consenta a tutte le Regioni di avere un ruolo di piena autonomia e fare del Veneto una “copia” della Baviera.

        • martello carlo scrive:

          Non si capisce bene cosa tu voglia dire:
          - la lega è divisa tra autonomisti e ” nazionalisti “?
          - eliminare ” NORD ” cambia la ragione sociale e divide il movimento?
          - F.I. al nord è irrilevante, mentre la lega senza ” nord ” rischia di perdere consensi e quindi tutta la Regione potrebbe passare di mano?

          Mi sembra che tutte le tue supposizioni, partano da un concezione della LEGA, se non razzista, molto localista.
          Ciò significa considerare che i buoni, gli efficienti, i produttivi sono solo qui e tutti gli altri sono IRRIMEDIABILMENTE parassiti, mafiosi, brutti e cattivi.
          Personalmente penso che questo modo di pensare non consentirà mai l’ affermazione del federalismo e dell’ autonomia che significano rinsaldare l’ unione del paese intorno alle singole responsabilità.
          Ci sono alternative? Non credo, a meno che qui non ci sia gente, molta gente disposta a conquistare l’ INDIPENFDENZA CON LA FORZA, cosa che, oltre che frutto di fantasie inutili, non sarebbe conveniente per alcuno

        1. diogene scrive:

          LEMMINGS

          Il governo polacco raccomanda “fate figli come conigli”.
          Per battere l’ Islam, risfoderiamo il nostro DIO degli eserciti e facciamo figli per la patria.

          Gaton, ci tai bene da quelli parti?

          • Gatón scrive:

            Il mondo è già oltremodo sovrappopolato.
            Purtroppo gli unici ad averlo capito son in minoranza.
            Gli altri a sfornare figli nel nome di Dio, Allah, o chi per esso.
            Il mare dei lemmings sarà la catastrofe ecologica.

          1. martello carlo scrive:

            CHI SONO I VERI IMPRESENTABILI – IMPRESENTABILE MA ASSOLTO 15 VOLTE

            ZWIRNER ancora una volta si è dimostrato una campione del giornalismo indipendente, tracciando un ritratto ( caricatura, vera musica perle mie orecchie ) dei suoi colleghi prostrati al MAINSTREAM italiota più servile, sottomesso com’ è al controllo GRAMSCIANO della propaganda “comunista” sostanzialmente riconducibile alla triade REPUBBLICA/LA STAMPA, CORSERA e RAI.
            A parte la presa d’atto che la magistratura è diventata un pericolo per la democrazia, l’ evidenziare il recente comportamento di certa carta straccia e di certa tele spazzatura, è, più che corretto, DOVEROSO: per come è stato trattato ( anche da qualche personaggio di questo blog ) il caso DE LUCA, arrestato dopo una persecuzione giudiziaria da cui è uscito assolto per 14 volte e l’ inchiesta RAI sui rapporti tra ” malavita ” e CASA POUND, su cui è stato creato un polverone per un episodio che se fosse accaduto ad un giornalista qualsiasi ( ed è accaduto, basti pensare a DEL NOCE/STAFFELLI o a qualsiasi giornalista che si sia avventurato in un campo zingari o nelle ZONE FRANCHE IMMIGRATE ), è la dimostrazione di come la pluralità e l’ obiettività dell’ informazione sia continuamente calpestata con i nostri stessi soldi, come quelli spesi per comprare voti da parte del deputato di SX, certo EDY TAMAJO, di cui leggo notizia quasi esclusivamente su LIBERO, IL GIORNALE e qualche giornaletto locale.

            Mi preme però, uscendo da questi avvenimenti recenti, citare ancora uno dei casi più eclatante di disinformazione ad uso politico asservito al pensiero unico che però è di assoluta attualità, vista l’ emergenza:
            NEW TOWNS berlusconiane e ASE renziane, insomma terremoto dell’ AQUILA vs. quello del centro italia: immaginate cosa sarebbe successo al governodi cdx se ad un anno e 1/2 dall’ evento 1/5 delle ” CASETTE ” non fossero state consegnate, obbligando i terremotati a passare il secondo inverno nelle roulotte ( o, se fortunati, nelle NEW TOWN ).
            Certo in questo caso non si trattava di costruire condomini antisismici dotati di tutti i servizi, e nemmeno delle BARACCHE come in IRPINIA o al BELICE, qui si trattava di consegnare, UDITE UDITE, le “ ASE “, cosa, ben più impegnativa.
            Bene, sapete cosa si nasconde dietro a questo acronimo? Si nascondono nientepopodimeno che le ” SOLUZIONI ABITATIVE DI EMERGENZA “.

            CHE PAESE DA NAZIONALE DI CALCIO.

            1. Marco scrive:

              Nazionale di calcio come Italia che vota in sicilia : tantissima astensione e poi un misto di mafia di destra e citrulli a 5 punte
              Cialtroneria e cialtroneria

              • martello carlo scrive:

                In base al tuo ” ragionamento “, i tifosi dell’ HELLAS dovrebbero essere cialtroni e cialtroni, il che, a parte te ( soggetto persino a DASPO permanente ), non è possibile, dato che tra i tifosi c’ è un felino di mia conoscenza che con la cialtroneria non ha niente, ma proprio niente a che fare………. anzi.

                Questa è semplicemente una nazionale SBRACATA, senza legge, senza testa, né ordine, che rappresenta benissimo un paese governato dal PD e dai relativi traditori cacciatori di poltrone.

              1. Gatón scrive:

                O.T.
                Tutti scandalizzati per le dichiarazioni di don Lorenzo Guidotti.
                In fondo è come se avesse detto che uno che va contromano in autostrada a 300 all’ora ed ha un incidente se l’è cercata…

                • Silvestro scrive:

                  ….. E quindi non ti ricovero neanche all’ospedale e ti lascio li a morire. Giusto?

                  • martello carlo scrive:

                    No, no, vanno incoraggiate e prese come termine di paragone per dimostrare quanto migliore sarebbe una società musulmana.

                  • Gatón scrive:

                    La pietà è sempre dovuta, specialmente da parte di chi si propone quale intermediario tra l’umanità e la divinità.
                    Senza nulla togliere alle responsabilità di chi ha commesso il reato, mi pare comunque di capire che il discorso sia stato fatto per ammonire i giovani ad evitare di mettersi in certe situazioni, dalle quali non si può certo cavarsela dicendo di avere il mal di testa.

                    • diogene scrive:

                      l’hai letto il post del prete ?
                      mah
                      ci sono cose ovvie, se vai al mulino ti infarini, se fai una vita pericolosa accetti i rischi bla bla

                      il prete ha messo un carico da 90 sui magrebini accolti e sallusti e salvini si sono messi a fare la morale

                      mi spiace, è un gioco mediatico e politico venato di razzismo e non dire che non è vero
                      apprezzo l’onestà intellettuale non le strumentalizzazioni

                      stiamo ai fatti: il prete ha detto : non ho pietà di te perchè te la sei cercata. Eppure questo prete avrà sicuramente detto che dio ama tutti e perdona tutti
                      questo prete no e sallusti dice che è un prete d una volta
                      esatto, quelli della santa inquisizione ?

                      che delusione

                    • martello carlo scrive:

                      Beh, a dire il vero un bel po’ di ” fregola ” adolescenziale tra le femminucce c’ è in giro, basta guardare dalle parti di MODENA, ma CHI SIAMO NOI PER GIUDUCARE?
                      C’ è LA BUONA SCUOLA GENDER che è preposta a formare le nuove leve, quindi don Lorenzo Guidotti lasci lavorare l’ LGBT e l’ ARCI GAY che da sinistra predicano lo sfascio famigliare e il self made sex, tanto più che nemmeno il suo LEADER MAXIMO ha preso posizione, e nemmeno lo ha fatto sulle 80000 ragazze infibulate in italia.
                      Che paese di m…a.

                1. Marco scrive:

                  Tuo padre è morto di cancro ai polmoni?
                  Ben gli sta. Fumava come un turco.

                  1. martello carlo scrive:

                    E’ colpa della BANCA D’ ITALIA, no è colpa della CONSOB, anzi di DRAGHI.
                    Insomma, una cosa è certa, PER ORA: qualcuno che doveva controllare non l’ ha fatto.
                    Semplice TRASCURATEZZA, DOLO o SPECULAZIONE?
                    Ne dovremmo vedere delle belle, in assenza di sabbia.

                    1. martello carlo scrive:

                      O.T, ma proprio OUT.
                      La nazionale di calcio vista ( a tratti ) iersera è lo specchio di come s’ è ridotta l’ ITALIA: una massa di incompetenti incapaci raccomandati zombi senza testa, senza orgoglio, insomma una squadra che è fatta apposta per non andare ai mondiali ma che potrà risorgere solo con le NUOVE RISORSE.
                      VENTURA CANDIDATO PREMIER PER MDP.

                      1. Guido scrive:

                        In Sicilia il C.D. nel 2012 si presentò diviso: Musumeci (PdL, Alleanza di Centro, ecc.) prese il 25,73%; Miccichè (MPA, grande Sud ecc.) il 15,41. Assieme avrebbero superato il 40%. Vinse Crocetta (PD, UdC ecc.) col 38,40. Il M5S prese il 18%. Nel 2013 alle Politiche Nazionali ci fu la grande affermazione del M5S che divenne, seppur per poco, il 1° partito del paese. Il C.D. ha capito la lezione e si è presentato unito, risultato ha preso il 39,80% dei voti, secondo il M5S col 34,7, quindi il CS col 18,7, a seguire la sinistra col 6,10. Interessante vedere i voti in assoluto: Musumeci e Miccichè insieme nel 2012 prendono 833.134 e 830.821 del 2017. Curioso anche l’andamento del C.S.: Crocetta nel 2012 raccoglie 617.073, Micari oggi 388.886, c’è un però le liste del C.S. prendono 488.939 voti, ben 100.053 in più di Micari. In sostanza hanno scelto il C.S., ma sapendo che la corsa era tra Musumeci e Cancelleri, col voto disgiunto hanno scelto il primo. Per la cronaca l’UdC nel 2012 stava col C.S. nel 2017 la maggioranza (135.000 dei 210.000 voti) si è presentata col C.D.. Il PD in realtà ha perduto solo 6.000 voti, storicamente nell’isola è sempre stato minoritario. L’avanzata del M5S, da 368 a 722 mila, in realtà è in discesa dall’exploit fatto nel 2013, anche qui Cancelleri prende ben 200.000 voti in più della lista M5S. Questo per dire che la Sicilia è un mondo a sé dove il C.D. è sempre stato maggioritario e dove le alleanze sono una variabile costante e il voto disgiunto fa il resto.

                        1. Silvestro scrive:

                          Sicilia e siciliani si possono insultare e vituperare per 364 giorni l’anno. Ma il 365esimo, cioè il 5 novembre 2017 NO!!! assolutamente NO!!!.
                          Infatti in quel giorno un raggio di luce premonitore ha veicolato la vittoria del centro-destra; ha illuminato le menti siciliane facendo emergere la consapevolezza dell’onestà, della lealtà disinteressata, della fedeltà totale e ossequiosa al governo di Roma.

                          Infatti Musumeci ha già rilanciato il ponte sullo stretto, che Salvini ovviamente approva per dovere di coalizione.

                          De Luca, l’arrestato, nessuno lo voleva candidare. Non lo voleva Musumeci, nemmeno Salvini, ed anche Meloni aveva detto no. Ma il suo nome all’insaputa di tutti era nella scheda elettorale. Sembra che anche questo sia l’effetto del raggio di luce celeste.

                          • martello carlo scrive:

                            Renzi shock su Monte dei Paschi a ” DI MARTEDI “:” … è una banca in cui ci sono troppi misteri, a cominciare da David Rossi ”
                            Renzi shock su Monte dei Paschi a ” DI MARTEDI “:” … è una banca in cui ci sono troppi misteri, a cominciare da David Rossi ”
                            Renzi shock su Monte dei Paschi a ” DI MARTEDI “:” … è una banca in cui ci sono troppi misteri, a cominciare da David Rossi.”

                            La magistratura indaga o ha chiuso?

                            DE LUCA: mi dice che ha avuto 14 processi chiusi con assoluzioni, nel peggiore dei casi per la non sussistenza dei fatti.
                            ROBERTO SPADA non si può arrestare ( ed è tutto regolare )

                            Avete ridotto il paese ad un FAR WEST senza legge e non possiamo nemmeno armarci come gli americani per difenderci anche solo per sparando per aria, poi vi scandalizzate se la DESTRA SOCIALE tipo CASA POUND comincia a prendere piede.
                            Possiamo solo ringraziare la ” pazienza ? ” degli italiani se non ci sono ancora le CAMICIE BRUNE.

                          • Gatón scrive:

                            Poveri siciliani, cittadini della regione più virtuosa che vi possa essere, vituperati senza alcuna colpa, in modo particolare da quei beceri razzisti xenofobi dei veneti che, forti della loro posizione di predominio nelle istituzioni, magistratura, forze dell’ordine e mezzi di comunicazione ne approfittano per mettere in cattiva luce la Sicilia, vera locomotiva dell’economia nazionale.

                          1. Marco scrive:

                            Martello-schifo
                            Senza appello

                            • martello carlo scrive:

                              Se c’ è qualcuno che fa schifo sono certi tifosi che l’ HELLAS non si merita: DASPO SUBITO e per SEMPRE.
                              :-D :-D …………………………………………………………………………………………………………………………………………..

                            1. Marco scrive:

                              Solito martello-illegibile e inguardabile
                              Livello veramente molto basso

                              • martello carlo scrive:

                                ILLEGGIBILE si dice, ILLEGGIBILE.
                                Per forza, se non sai neanche scrivere…….
                                E poi porti anche sfiga alla tua squadra del cuore :-D :-(

                              1. Silvestro scrive:

                                In termini più generali si può dire che ormai trovano consenso solo i partiti/movimenti antisistema variamente collocati nello scenario politico con programmi di governo tutt’altro che chiari.
                                Le cause si possono sintetizzare:
                                globalizzazione, lavoro, demografia, prospettive.

                                GLOBALIZZAZIONE: è un fenomeno voluto fortemente da tutti, destra e sinistra, liberisti e statalisti di ogni regione occidentale. Scaricare la colpa sulla sinistra è piuttosto riduttivo. Il sistema non è più attraente perché nessuno avrebbe immaginato che la “classe operaia” dei paesi in cui si delocalizza, sarebbe cresciuta professionalmente al punto da realizzare prodotti e servizi di qualità eccellente che da noi costerebbero molto di più. (Già ampiamente spiegato in post precedenti).

                                LAVORO: E’ una conseguenza e interessa tutti i paesi meno abbienti anche in ambito UE. Un operaio della Volkswagen-Skoda in Repubblica Ceca costa un terzo che in Germania ed è altrettanto produttivo. Ma anche laddove la situazione occupazionale è in forte crescita (USA) rimane insoddisfacente il livello retributivo e la qualità del lavoro stesso proprio per quanto già spiegato.

                                DEMOGRAFIA: Tutti i nodi vengono al pettine, ed anche l’invecchiamento della popolazione influisce e non poco sui costi del Welfare, sui costi generali dello Stato ed anche sulle scelte elettorali.

                                PROSPETTIVE: Le incertezze sul futuro, offrono spazi a tutti quei movimenti politici che alimentano paure, insicurezza, scenari tragici. Ma proposte concrete non ne vedo. La ricetta sovranista, di cui si è già parlato ampiamente, costituisce una inversione radicale di tutta la politica nazionale ed internazionale degli ultimi 30 anni che richiede un esame approfondito e tempi lunghi.
                                Per questo serve innanzitutto una coerenza temporale di governo e scelte di lungo respiro che da noi, allo stato attuale, non riesco nemmeno ad immaginare.

                                • martello carlo scrive:

                                  Certo che passare dall’ attribuire tutta la crisi bancaria regionale agli investitori veneti al dissertare di GLOBALIZZAZIONE, LAVORO, DEMOGRAFIA, PROSPETTIVE UNIVERSALI, equivale ad un triplo salto mortale carpiato, degno del soliloquio del povero RENZI a “ Di martedì “.

                                  POCHE CIANCE, SILVESTRO: in Sicilia il PD ha PERSO giustamente ed alla GRANDE. PUNTO.

                                  Perché ha perso?
                                  - non ha più niente né di democratico né di socialista
                                  - è diventato il partito più affidabile della grande finanza globalista e dell’ UE delle grandi banche, distruggendo il risparmio privato in italia e, quel che è più grave, la fiducia in esso.
                                  - ci ha sommerso di immigrati analfabeti da rieducare, da formare, da integrare, da istruire, di razze e religioni diverse con le quali prima o poi entreremo sicuramente in conflitto, gente da mantenere finché non saranno sdoganati come SCHIAVI
                                  - ha espulso, per far loro posto, fior di laureati costatici decine e decine di miliardi
                                  - ha espulso pensionati vessandoli di tasse, compromettendo i consumi e privando i giovani del loro sostegno
                                  - continua a vessare la classi produttive e i pensionandi consentendo agli ZONIN di portare la residenza fiscale nei paradisi CAYMANIANI, neanche fossero la REGINA ELISABETTA
                                  - non ha attuato, dopo averla utilizzata per i propri scopi, una seria riforma della GIUSTIZIA, il primo, grave problema del paese, sia dal punto di vista economico che politico

                                  eppoi ha un leader che ormai dovrebbe dimettersi e andare a fare coppia nei teatrucoli di periferia con GRILLO e ALFANO e VERDINI a fare da maschere .

                                  • Silvestro scrive:

                                    Magari non te ne sei accorto ma è cambiato il topic.

                                    Sui risultati siciliani mi stati dando informazioni sconvolgenti:
                                    Mi hai elencato una serie di problemi che toccano marginalmente il territorio siciliano.
                                    Quindi mi stai dicendo che per i siciliani il senso di responsabilità e giustizia, ed il richiamo delle istituzioni nazionali è cosi profondo e radicato che se il governo avesse messo mano ai problemi che tu hai elencato, gli elettori avrebbero votato in massa per il PD trascurando gli interessi della Regione.

                                    Questo proprio non lo sapevo.

                                    Ma la Lega ha vinto?, quanto ha preso? Assieme alla Meloni sono 110mila voti, con un candidato della coalizione arrestato il giorno dopo: Un tripudio di consensi e di immagine.

                                    • martello carlo scrive:

                                      Ancora salti mortali o fai fatica a esprimerti?
                                      Con ” Questo proprio non lo sapevo. “, cosa vuoi dire che ai siciliani di quelle cose proprio se ne fregano e votano sulla base di pizzini o che ammetti tutto ciò che ho detto sul PD?
                                      Si può ammettere per una volta che anche per i siciliani gli interessi coincidano con una gestione non clientelare e parassitaria?

                                      Il risultato della Lega è clamoroso ed è quello che meglio rappresenta la voglia di riscatto dei siciliani ( a parte che in sicilia la mentalità è sempre gattopardesca ), ma a me interessa il dato del centro destra nel suo complesso, e, per uscire dall’ ambito, soprattutto quello di CASA POUND a OSTIA perché è un indice sicuro di quanto abbiate rotto gli zebedei agli italiani.

                                      Quanto al candidato arrestato, è un esempio ulteriore che la magistratura va rimessa in asse, come da punto 7 delle mie spiegazioni.
                                      SCUSAMI, MA NON POTEVA ESSERE ARRESTATO, CHESSO’, 6 MESI FA?

                                      PS: Renzi shock su Monte dei Paschi a ” DI MARTEDI “:
                                      ” … è una banca in cui ci sono troppi misteri, a cominciare da David Rossi ” ( quello che si è suicidato saltando da una finestra di ROCCA SALIMBENI – ndr ).
                                      VEDI TU………………………………………………………………………………………………………….

                                1. Marco scrive:

                                  Esempi, Dear diogene?

                                  1. martello carlo scrive:

                                    …..RIDERE PER NON PIANGERE.
                                    La destra sociale, finché i socialdemocratici di sinistra continueranno a far risiedere con la rivoluzione liberale le loro ruberie alle CAYMAN, potrebbe ritrovare la via del NAZIONALSOCIALISMO.

                                    1. diogene scrive:

                                      che la sinistra più o meno socialdemocratica sia finita , c’è poco da discutere e il Direttore che non è mai stato da quella parte è fin troppo tenero

                                      quello che non dice – mi sembra – il nostro Direttore, è che sia la destra sociale sia i comici 5S vogliono PIU’ WELFARE e PIU’ STATO non certo il libero mercato o la rivoluzione liberale

                                      la globalizzazione sta sconvolgendo gli equilibri, la gente si sente più insicura e la sinistra paga il fatto di essersi schierata dalla parte della globalizzazione e anche del buon senso

                                      è evidente che il buonsenso non paga elettoralmente quando i tempi sono sempre più bui

                                      un bell’esempio ? adesso che salvini può esultae per aver vinto in Sicilia, dobbiamo aspettarci che ci siano licenziamenti di forestali, riduzione del numero dei consiglieri regionali ecc ecc

                                      francamente: mi scappa proprio da ridere

                                    Lascia un Commento

                                    *