13
apr 2018
AUTORE Mario Zwirner
COMMENTI 47 Commenti
VISUALIZZAZIONI

2.163

MONDO CANE IERI, OGGI E DOMANI

Mondo cane è il titolo di uno splendido film documentario del 1962 di Jacopetti e Prosperi; un film pieno di scene amare perché dura e difficile era la vita allora per tante persone. Anche se nel raccontarla gli autori non lesinavano con l’ironia
Non ostante il titolo Jacopetti e Prosperi avevano omesso di parlare dei cani, dei loro problemi e delle torture che già allora venivano loro inflitte.
Nessuno si sognava, allora, di mettere sullo stesso piano animali e esseri umani, o addirittura di mettere al primo posto gli animali, i cani che allora erano cani da guardia non da compagnia né primo oggetto del nostro affetto e delle nostre attenzioni.
Il mondo cane di ieri.
Oggi il mondo è cambiato è diventato un mondo cane nel senso letterale del termine: dato che oggi i cani vengono prima degli umani. Basti vedere quanto accaduto in Trentino dove il pastore maremmano Miro, accusato di disturbare i vicini, è stato sottratto alla padrona e mandato in canile
Ma lei, la padrona ha lanciato l’hashtag “FreeMiro”, liberate Miro, e c’è stata un’autentica sollevazione popolare come nemmeno contro Weinstein e la violenza sulle donne: raccolte in un lampo oltre 250 mila firme; e il tribunale del riesame di Trento ha dovuto calare le braghe e liberare Miro da quell’autentico lager che, come noto, sono i canili.
Ora quanti anziani soli e abbandonati abbiamo nelle nostre città? Anziani che magari, come successo a Venezia, vengono ritrovati mummificati 7 anni dopo la morte?
E quante firme sono state raccolte per assistere e tutelare, oltre a Miro, i nostri anziani? Nemmeno una.
Quanti bambini abbiamo che vengono usati come strumenti di guerra dai loro genitori quando si separano; bambini che vengono straziati nei loro affetti più profondi; affetti, sensibilità – mi sia consentito dirlo – che non sono paragonabili a quelli di un cane o di un animale?
E quante firme, quante petizioni, sono state fatte per rinchiudere in canile questi sciagurati dei loro genitori? Nemmeno una.
Chi se ne frega degli anziani, dei bambini stuprati nei loro affetti!
L’importante è FreeMiro, liberare il pastore maremmano.

Quindi quale sarà il mondo cane di domani? Quello in cui verranno raccolti milioni di firme per proibire lo spry contro le zanzare, perché è crudele e incivile sopprimere così questi poveri animaletti.
Tanto gli anziani saranno morti, i bambini estinti e i cani scorrazzeranno liberi per il pianeta.

2.163 VISUALIZZAZIONI

47 risposte a “MONDO CANE IERI, OGGI E DOMANI”

Invia commento
  1. martello carlo scrive:

    Questa VOLGATA ( non VULGATA che rischierebbe di dare alla parola una dignità latina che non merita ) su BERLUSCONI “IL MALE ASSOLUTO”, così bene MIN CUL POPCATO in declinazione BOLSCEVICA persino dei virgulti CHIPPATI del M5S da tutta la crème della cultura ARCI GAY che ben si potrebbe iconizzare col faccione da vignaiolo di OLIVIERO TOSCANI, ritengo sia ora di portarlo ad un livello più alto di quello VIRALE.
    Sento persone, anche di rispetto, che lo accusano di essersi occupato principalmente di sé stesso piuttosto che dell’intero paese durante i suoi governi (se penso ai BENETTON e a DE BENEDETTI, mi viene l’ ORTICARIA ), che è stato molto distratto ( il suo maggior peccato per bacchettoni ), da una frenetica attività sessuale ( per altro normale, non alternativa ), e da affaracci sporchi allo scopo di mandare a ramengo questo stato tassaiolo con microevasioni ( ancora tutte da dimostrare ) a fronte di macroversamenti ( accertati ) da parte delle sue aziende.
    Capisaldi della GIUSTIZIA POLITICIZZATA, sono stati:
    - RETROATTIVITA’
    - decorrenza dei reati, non da quando si commettono, ma da quando se ne godono i frutti.

    Le ragioni di questi acrobatici accanimenti? Provo a dare una mia spiegazione con cui spero di provocare durissime critiche:

    - La sua vicinanza ad uno dei maggiori statisti italiani che stava affossando il PCI, politicamente e moralmente
    - La rottura del MONOPOLIO CATTO COMUNISTA dell’ informazione basato sul controllo assoluto della RAI, unica emittente
    - L’ assoluta presa di distanza e non partecipazione dalle manovre pro ECU/EURO e da PRODI, graziato da TANGENTOPOLI, per la distribuzione dello spezzatino dell’ IRI.
    - Una visione ANTIBUROCRATICA, e quindi anche PER UNA RIFORMA PROFONDA DELLA GIUSTIZIA ( il vero campo minato )
    - Trasformazione in senso REGOLATO dal centralismo al federalismo ereditato da quello anarchico e RUFFIANO di D’ ALEMA.

    Mi sembra abbastanza per giustificare una persecuzione all’ ultimo sangue dei poteri prevaricanti e per dire che BERLUSCONI E’ STATO UN MARTIRE DEL CONSERVATORISMO PIU’ RETRIVO.
    Per renderci conto di ciò che ha dovuto affrontare, bisogna riferirsi a CRAXI, condannato a fuggire all’ estero dagli americani ( ed a morirvi da ESULE per i fatti di SIGONELLA ) e dai loro LECCA….CULO INTERNI che si sono rifatti vivi anche recentemente con la vicenda LIBICA.

    Mi aspetto una dura contestazione dai mangiasapone cresciuti all’ ARCI GAY dopo essere stati adeguatamente preparati alla “BUONA SCUOLA”.

    AVVIRATI DI TUTTO IL MONDO UNITEVI.

    1. Marco scrive:

      Sta vincendo salvini su tutta la linea.
      Grande grande grandissima performance.
      M5s ridicolizzati: il nulla assoluto come le polemiche di martello.

      Ormai salvini ha la strada spianata come Benito un secolo fa.
      A lui il potere.
      A lui l’onere e l’onore di provarci.
      Ripristino dell’autorità
      Tirare fuori gli attributi con la Merkel macron

      • Marco scrive:

        Chi ogni giorno suda e lavora ha bisogno di un salvini che non stia a fare il gioco dell’oca o a nascondino
        Facesse anche un decimo di quello che ha promesso sarebbe sempre tantissimo
        Mediaticamente: basta dire “boschi” e il PD è schiantato qualsiasi cosa dica faccia o non faccia

      1. Silvestro scrive:

        Ma siamo in Parlamento o siamo alla scuola media alle prese con i primi pruriti adolescenziali.
        Assistiamo ai primi palpeggiamenti, qualche bacio lingua-in-bocca, un futuro dipinto di rosa, salvo poi improvvisamente manifestare sospetti, tradimenti, bugie, malintesi, allontanarsi salvo poi rivedersi.
        Si, come in tutte le buone famiglie c’è anche la reputazione, ci sono anche i parenti che intralciano. C’è il nonno Berlusconi, che pretende ancora di dettare legge; c’è il papà Casaleggio che ha le redini della borsa.

        Ma gli elettori, i cittadini, le loro richieste, le aspettative?
        Diciamolo senza peli sulla lingua: Sono un intralcio, un fastidio. Se non ci fossero sarebbe un perfetto quadretto di due famiglie che cercano con pazienza di trovare un accordo.

        La prima Repubblica? Ma in confronto a questo spettacolo erano dei dilettanti.

        • martello carlo scrive:

          Mi hai convinto: torniamo alle urne e stavolta voteremo in massa RENZI padre e padrone dell’ unico partito che ha governato bene il paese dall’ unità ad oggi: IL PD
          COSI’ TI VA BENE, O CONTINUERAI A ROMPERE Facendo LA PARTE DELLA VEDOVA INCONSOLABILE?

        1. martello carlo scrive:

          Non è che ne vada particolarmente fiero, ma ne rivendico la primogenitura, speriamo salvifica.
          Mi riferisco alle considerazione di ORFINI.
          “Roma, 18 apr. (askanews) – Il presidente del Pd Matteo Orfini cita “Un sacco bello” di Carlo Verdone per ironizzare sulla ‘politica dei due forni’ di Luigi Di Maio.” paragonandolo a ENZO in cerca di un compagno di viaggio per un tour del sesso in Polonia.

          IL 7 aprile 2018 alle 15:37 nel topic “FLICK O FLOCK CAMBIA POCO NULLA”, in risposta ai provocanti parallelismi di un certo MARCO, che mi paragonava ad un grillino qualsiasi, rispodevo:
          “TONINELLI chi? MITRAGLIETTA BERGAMASCA con la testa da magrebino agli ordini del CAIRO?
          Finora ho sopportato, ma ora è troppo. Avrei preferito che tu mi dessi del DIBBA, controfigura di ENZO di “UN SACCO BBELLO”.”.
          Cambia il personaggio, ma non la sostanza: sono tutte figurine della raccolta ” CASALEGGIO E ASSOCIATI ”

          SILVESTRO vuole sminuire ciò che emerge da questo sito definendolo ” UN PICCOLO BLOG “, ma voglio fargli una confidenza: DA LASSU’ QUALCUNO CI e TI GUARDA.
          :-D ……………………………………………………. :-D ………………………………………………………………. :-D

          • Marco scrive:

            Ma cosa stai dicendo? Non si capisce niente
            Sei proprio tale e quale a toninelli niente non trovi niente

          • Silvestro scrive:

            Non cambia una virgola di quanto ho già detto.

            Leggo che stai già gufando su M5S-PD (19 aprile 2018 alle 17:05).
            Lo so; stare all’opposizione è più comodo, ci sono meno responsabilità e si può sempre chiagnere.

            Ma temo che sarai deluso. Il primo lingua-in-bocca Salvini/Di Maio si sta già consumando stasera. Per il preservativo dobbiamo aspettare ancora un po’, ma le premesse sono incoraggianti.

            PS.: il ‘piccolo blog’ è riferito solo al numero esiguo dei blogghisti attivi.

          1. Silvestro scrive:

            Martello (19 aprile 2018 alle 00:49)

            Innanzitutto devo ricordarti che la responsabilità del voto è sempre e solo dell’elettore. I partiti hanno il dovere di illustrare in modo convincente quello che intendono fare in futuro per il Paese. Centro-destra e M5S ci sono riusciti, la sinistra no. Quindi, se ti può far piacere, è fin troppo evidente che, in queste elezioni la sinistra ha fallito.

            Io quindi sto facendo il tifo per i vincitori. Vorrei vedere al più presto all’opera i partiti forieri di tanto consenso. Vorrei che i promotori di una grande rivoluzione, gli alfieri del grande schock fiscale, del ribaltamento dei tavoli internazionali, i paladini del sovranismo, si mettessero all’opera e dimostrassero in concreto come realizzare le loro promesse. E’ questo che vuole l’elettore o no.

            Ma a distanza di quasi 50 giorni siamo ancora qui con i tiki taka, i veti personali, le meline degne del più squallido teatrino stile prima repubblica che avete sempre denunciato a gran voce, senza nemmeno cominciare ad affrontare il “da farsi”. E questo è cronaca.

            Quindi una volta tanto, lascia perdere Renzi, Turati, Togliatti, che lasciano il tempo che trovano e non hanno niente in comune con quello che succede ora. Stare sempre con la testa girata all’indietro, recriminare, cercare colpevoli è molto comodo quando stai all’opposizione. Ma ora, che avete vinto, basta chiacchiere, è ora dei fatti.
            ED IO NON VEDO L’ORA.

            PS: Sorvolo ovviamente sulle minacce più o meno velate, sulle velleità secessioniste, perché, se vuoi cambiare il Paese devi innanzitutto partire dalle regole ci sono non da quelle che vorresti.

            • martello carlo scrive:

              Non vado per le lunghe:
              Tu continui a non voler vedere la realtà: ” la responsabilità del voto è sempre e solo dell’elettore. I partiti hanno il dovere di illustrare in modo convincente quello che intendono fare in futuro per il Paese. Centro-destra e M5S ci sono riusciti, la sinistra no.”.
              IN REALTA’ ? E’ RIUSCITA BENISSIMO CON I FATTI.

              “BASTA CON LA SINISTRA SPECULATIVA SERVA DEI PADRONI!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!”

              Che bello slogan in stile SESSANTOTTINOI fino a ieri al governo e nella magistratura, MANCA SOLO IL SIGILLO DI UN GOVERNO M5S/PIDIOTI.

            1. diogene scrive:

              FMI all’ Italia: ridurre le spese e tassare le ricchezze (come detto ormai in mille occasioni: l’Italia ha un debito pubblico immenso e per contro un cospicuo patrimonio privato, in casi e denaro nei risparmi, azioni, fondi di investimento ecc ecc)

              Quindi gli scenari sono:

              1: PATRIMONIALE E TASSE: le può fare il foverno M5S+PD
              2: RESISTERE A FMI E AGLI ATTACCHI CHE PRESUMIBILMENTE CI SARANNO DA PARTE DEI MERCATI: lo vuole fare il CDX da solo
              3: MEDIAZIONI, MEDIAZIONI e ANCORA MEDIAZIONI con pietose bugie raccontate agli italiani fra le due soluzioni sopra descritte

              Tutto il resto è agitarsi di aria.
              Si tengano presente i dati economici: i risparmi degli italiani nell’ultimo periodo hanno continuato a crescere e il debito pubblico ha continuato a crescere

              secondo me, non c’è da divertirsi

              • martello carlo scrive:

                Ma tu ce l’hai un immobile, una casetta, magari per viverci?
                Hai mai provato a metterla sul mercato se non altro per vedere se è possibile e quanto vale?
                Il mercato è MORTO, ammazzato da MONTI/MERKEL/NAPOLITANO: la tua casetta vale ZERO.
                Il fantastico patrimonio immobiliare italiano, valutato ante 2011 ca. 3/4000 MLD non vale più nulla, quindi cosa vuoi patrimonializzare!!!
                Ah, i grandi capitali, quelli a PANAMA o alle CAYMAN come quelli guadagnati dalla cantieristica italiana che questo stato di burocrati che ad altro non pensano se non a gonfiarsi le tasche di tasse ha fatto fallire facendo scappare all’ estero i diportisti di tutto il mondo.
                Oppure i capitali li prendi ad imprenditori come quello con 3 MLD di credito verso lo stato, mai pagati e ridotto sul lastrico con la casa all’ asta che magari andrà a finire per 4 baiocchi nelle tasche di qualche mafioso?
                QUI SI TRATTA QUINDI DI ABBASSARE LE ALIQUOTE PER AUMENTARE IL LAVORO E QUINDI, ALLA FINE, IL GETTITO FISCALE, NON DI INTRODURRE NUOVE TASSE CHE NON SI CAPISCE CHE FINE FACCIANO.
                SERVONO LAVORATORI, NON MANTENUTI: QUESTI LA PATRIMONIALE SE LA MANGEREBBERO IN QUALCHE ANNO E RICOMINCEREMMO DACCAPO.
                CERTO, PER MENTALITA’ ATAVICAMENTE BOLSCEVICHE E’ PRESSOCCHE IMPOSSIBILE ARRIVARE A TALI, LAPALISSIANE CONCLUSIONI.
                PAROLE AL VENTO.

                • diogene scrive:

                  i risparmi degli italiani aumentano

                  il costo delle case si è abbassato anche in altre parti del globo dove la merkel non arriva

                  a furia di fare proposte impossibili ci state facendo arrivare la patrimoniale e non ve ne state rendendo conto

                  • martello carlo scrive:

                    Premetto che sono quasi onorato che tu mi risponda direttamente: per me è un successo.

                    LA GENTE RISPARMIA PERCHE’ LE E’ STATA TOLTA LA SPERANZA NEL FUTURO, ma sono spiccioli da POVERACCI.
                    E’ la stessa gente che se va all’ ospedale quando ritorna a casa si trova con la casa occupata dal RACKET.
                    Sono gli insegnanti che si vedono umiliare, minacciare senza difese e tutele da una scuola GENDER, ANARCHICA, insomma la ” BUONA SCUOLA ” dei costituzionalisti della magistratura dei diritti a senso unico.
                    Sono quelli lasciati col culo scoperto dai ROBIN HOOD della CASTA ( leggi NOMENKLATURA ) che supplisce alle proprie ruberie consentendo quelle degli altri, COME SE LA PROPRIETA’ PRIVATA FOSSE UN ATTRIBUTO SOLO LORO.

                    Hai ragione, il costo delle case si è abbassato anche in altre parti del mondo, SPECIALMENTE NEGLI USA DOVE LA CLASSE MEDIA SI E’ VISTA FOTTERE I RISPARMI DI UNA VITA DA LEHMAN BROTHERS & C. PER DARLA IN REGALO ALLA MAFIA DELLA SPECULAZIONE EDILIZIA ( vedi “The Big Short” ) , MA ALMENO LI’ C’ E’STATA UNA ADEGUATA RISPOSTA CON L’ ELEZIONE DI TRUMP.
                    Spero altrettanto in Italia, ma ne dubito: siamo troppo MAFIOSI ISTITUZIONALIZZATI.
                    L’ Italia è troppo un paese marginale e inquinato per dettare le regole del REDDITO DI CITTADINANZA (NEANCHE FOSSE LA SVEZIA) per rilanciare il paese: qui, l’ unica via per uscirne è fare come l’ IRLANDA e il LUSSEMBURGO, credimi.
                    Con la Legge di Stabilità 2017, sono stati istituiti i PIR, piani individuali di investimento nelle piccole imprese a tassazione ZERO, MAI DECOLLATI…. e sai perché?
                    PERCHE’ LA GENTE NON SI FIDA PIU’ DEI LADRI DI STATO EMERSI DALLE CRISI BANCARIE E LA CONVINZIONE E’ CHE SIA UN’ ULTERIORE FREGATURA, ALTRIMENTI FAREBBE ESATTAMENTE COME L’ IRLANDA ED IL LUSSEMBURGO.
                    VOX POPULI VOX DEI.
                    BASTA TASSE SENZA SPENENDING REWIEW E CLASSE DIRIGENTE SUDISTA: VOGLIAMOSOMIGLIRE AI PAESI SCANDINAVI.

              1. Marco scrive:

                Solite fughe dalla realtà del martello uguale a toninelli
                Martello uguale ai 5s : Bla Bla Bla minacce di chissà che cosa.
                Azioni e risultati concreti: nulla

                1. giorgio scrive:

                  Se non c’è nessun TITO tra gli italiani che, come BROZ sapeva tenere insieme la Jugoslavia ( che alla sua morte si è giustamente divisa), si faccia un BEL DIVORZIO come auspica il NOSTRO MARTELLO ( e che anche il sottoscritto aveva già augurato in altro Post) e….ognuno per la sua strada!
                  Così ciascuno, poi, potrà dare al SUO POPOLO quello che più gli aggrada: flat tax, una vera legittima difesa, pensionandi felici, nuova moneta sovrana per il Nord o reddito di nullafacenza, finti rifugiati da guerre inesistenti ( ma pagatori di pensioni e portatori di culture medioevali a gogò) per il Sud ….
                  Insomma…una NUOVA ITALIA divisa in due come la Corea od il Vietnam….Poi vedremo quella che andrà meglio…

                  • martello carlo scrive:

                    Non sono ammissibili infatti certi ultimatum, certi dictat, l’ assoluta pretesa di imporre la propria volontà ed indirizzo economico da parte delle regioni assistite del paese che tra l’ altro alzano ancor più l’ asticella.
                    In Europa non funziona così: è la GERMANIA che detta le regole e noi, al nord le dobbiamo subire, nolenti o nolenti e sarebbe veramente letale se CONTINUASSIMO a subire anche l’ irresponsabilità di chi non si sente obbligato, nemmeno a livello regionale, a mantenere un minimo di ordine nei bilanci.
                    Non credo sia troppo generalizzante identificare come MERIDIONALE la burocrazia che comanda a bacchetta e male il paese, OSTACOLANDONE l’ attività ed il LAVORO..
                    Ripeto, SALVINI si è preso dei rischi, puntando alla riunione sotto l’ egida dell’ efficienza che, come evidente, è ben rappresentata al nord dal CDX: MATTARELLA non potrà non tenerne conto, altrimenti si ricomincia dalle sorgenti del PO.

                  1. Silvestro scrive:

                    Caro Martello: (18 aprile 2018 alle 13:52)

                    Non credo di essere mai stato cosi chiaro come in questi giorni.
                    Le fantasiose proposte elettorali di Salvini e Di Maio, sono irrealizzabili nella stessa misura, perché, SONO STANCO DI RIPETERMI, mancano modalità, tempi e soprattutto costi.

                    Di Maio ha taroccato gli obiettivi e allora? Anche Salvini l’ha fatto; lo ha segnalato perfino Zwirner: La no-Fornero è diventata una fantomatica quota-cento che è ben altra cosa, e la flat tax al 15% è gia passata al 25% sempre senza altre indicazioni.
                    In questa fase i due movimenti vincenti, quanto a fesserie, sono ancora alla pari.
                    Ma la verità è che con queste promesse hanno vinto le elezioni, ed ora ne l’uno ne l’altro sanno come venirne fuori e (mia interpretazione) tornerebbero volentieri all’opposizione.

                    Ma Matterella, osannato e magnificato dall’intero schieramento politico, ha messo le cose a posto, proprio come facilmente prevedibile.
                    La Casellati verificherà quanto sia realizzabile un governo Lega-M5S con indicazione anche del Presidente del Consiglio.

                    I fatti, RIPETO I FATTI, dicono che le seghe mentali sono solo tue.

                    Lo so che ti brucia; ma è per questo che io godo.

                    • martello carlo scrive:

                      Ma tu per chi parli?
                      Per RENZI, per MARTINA, per la LORENZIN o per il PARTITO CHE NON C’ E?
                      Non so se ridere o piangere: il partito dei TURATI, NENNI, TOGLIATTI, ridotto a inginocchiarsi davanti a dei coatti come DIBBA cui sembra abbiano messo una CHIP, una SCHEDA PREPAGATA nella zucca, per trattare qualche poltrona dalle 3 gambe……
                      Quello che ancora non riesci a capire, viste le critiche che fai al M5S ( che sta facendo una figuraccia da quartieri spagnoli ), è che non è merito suo l’ aver ” vinto ” le elezione, MA E’ TUTTO DEMERITO VOSTRO.
                      Quanto al CDX, non mi risulta che abbia cambiato qualcosa del programma iniziale e devo ammettere la mia stessa sorpresa, nell’ aver trovato in SALVINI un bel LEADER, uno che sa il fatto suo, una promessa per il futuro.
                      A te auguro la REQUIEM AETERNAM tra le braccia di TONINELLI e FICO e una notte tranquilla: STAI SERENO.
                      :-( :-D :-D

                    • Silvestro scrive:

                      Non solo Salvini ha snobbato l’incontro con la Casellati ma il grande centro-destra coeso e determinato, che ha vinto le elezioni, si presenta dal Presidente del Senato diviso e separatamente.

                      Mi piacerebbe sapere perché nel quadro di questa grande unità di intenti, Salvini può porre il veto al PD mentre Berlusconi non può porre in veto a M5S.

                      Magari ci è sfuggito che sono molto affiatati sulle divergenze.

                    • Silvestro scrive:

                      “Positivo l’incarico alla presidente Casellati perché il perimetro di un governo di centrodestra-5 stelle è esattamente quello deciso dal popolo italiano. La Lega è pronta a governare anche oggi, basta che gli altri smettano di litigare”

                      Ma poi Salvini ha annunciato che non andrà all’incontro con la Presidente del Senato.

                      Non c’è occasione migliore per chiarire a quattrocchi e non ai media. Mah!!

                      (però, anche se sottovoce, sto godendo)

                    1. martello carlo scrive:

                      IO, NEL MIO PICCOLO, LA VEDO COSI’:
                      Qualora, sulla base delle solite manovre etero dirette, magari tramite WEB, si mettesse in piedi un governo di QUARAQUAQUA che si interessa di tutto, compresi i favolosi DIRITTI CIVIL LGBT, fuorché di risolvere i problemi del paese che sono ESSENZIALMENTE ECONOMICI, si andrà incontro alla SPACCATURA del paese stesso.
                      La farò breve: insieme a DI MAIO, a fare una brutta fine potrebbe essere anche SALVINI che ha tolto la parola NORD da sotto i piedi di ALBERTO DA GIUSSANO: qualora fallisse si tornerebbe a parlare di secessione: non è possibile che il sud venga salvato dai CENTRI PER L’IMPIEGO in pieno deserto dei TARTARI.
                      E’ ora di sapere dove vanno a finire i miliardi delle nostre tasse che non ritornano, i MLD dei fondi europei che non vengono utilizzati da una parte del paese che è peggio della GRECIA, tutte le detassazioni per le imprese meridionali anti disoccupazione giovanile, ecc.
                      Che un DI MAIO qualsiasi che non si sa da dove venga se non che è nato ad AVELLINO, si permetta di dire che nel suo piccolo non accetta un LEADER, CHE NON E’IN GRADO DI VEDERE NEMMENO COL CANNOCCHIALE, solo perché è stato tolto di mezzo da un giudice FERIALE a nome ESPOSITO, non è accettabile.
                      Questi ci comandano da sempre, sia politicamente che burocraticamente, ci fanno fallire e dicono che non abbiamo fatto niente per loro.
                      Ma CASALEGGIO, ARTOM & C. non sono forse valdostani? APPUNTO, sono SABAUDI, i predestinati a perpetuare la rovina di questa espressione geografica CHE CORRE DIETRO AI PETI GASSOSI DEGLI ALTRI PER FARE I GOVERNI.

                      • Silvestro scrive:

                        Sono proprio questi post che mi fanno urlare BEN VENGA SALVINI pregustando una sana goduria.

                        Ma al di la dell’aspetto emotivo ci sono altre osservazioni più pragmatiche.

                        >> Salvini ha tolto NORD dal simbolo con l’obiettivo di cogliere molti voti anche al sud. Se questo si fosse realizzato, sono certo che i toni sarebbero stati di apprezzamento anche per quella parte del Paese. Ma poiché non è cosi allora il tuo discorso suona come “o le nostre richieste o secessione”.

                        >> Salvini peraltro ha toni diversi: “rispettiamo la volontà degli elettori”. Si tratta solo di stabilire quali: quelli del nord o quelli de sud. Ciascuno ha vinto nelle proprie aree e non vedo perché uno dei due debba prevalere sull’altro. Di Maio dice “no a Berlusconi” ma Salvini dice “no al PD”, i veti quindi ci sono da ambo le parti.

                        >> La logica direbbe che M5S e Lega governino assieme con qualche formula ‘ibrida’, ed allora bisognerebbe scendere nel concreto delle promesse elettorali dell’uno e dell’altro.

                        Ma mi fermo su questo punto perché sto già godendo.

                        • martello carlo scrive:

                          Sei proprio uno SFIGATO se godi con queste seg..he mentali, peraltro tipiche dei KOMUNISTOIDI.

                          Tu manco te ne accorgi, ma mi dai perfettamente ragione: perché rispettare il voto del sud e non quelli del nord o viceversa?

                          RISPETTIAMOLI TUTTI E DUE, UN BEL DIVORZIO, MAGARI CON UN PO’ DI ALIMENTI E SIAMO A POSTO.

                          Che bello una vacanza alle Tremiti, a Stromboli o ad Ischia e poi raccontare agli amici quanto bello ed esotico è stato il viaggio all’ estero.
                          Tra l’ altro le borboniche sono anche dolci, carine e……

                          PS: è un fatto però che non rispondi mai puntualmente.

                      1. Marco scrive:

                        Esito scenografico puntata “di martedì ”

                        M5s (taverna): 4 – Solo polemiche e Bla Bla stile martello. Dio cè ne scampi
                        Salvini : 10 e lode. Mattatore assoluto anche se fa specie sentirlo parlare di abbassamento delle tasse e non di flat tax…..mmmm si sente puzza di politichese
                        Martina: 4 – sbaglia i rigori e si fa infinocchiare da giornalisti del cavolo.
                        Bersani: 1 – solo pena. Parla solo a se stesso. Che pena

                        Salvini faccia le leggi in parlamento dovr ebbe averle già tutte pronte . Non ha neanche bisogno del governo. Abolisca la fornero la settimana prossima. Anche se lui, in campagna elettorale permanente, ci sta come un dio in terra

                        1. Silvestro scrive:

                          16/04/2018 – ARMI CHIMICHE E BOMBE ATOMICHE

                          Non era l’ampia visione storica di Zwirner, ma ieri ho evidenziato nella stessa misura la scandalosa ipocrisia sulle armi chimiche ed il tentativo di distinguere e giustificare queste morti da quelle da armi convenzionali.
                          Dietro l’orrore e la severa condanna che l’intero mondo occidentale ha manifestato per questo fatto si dimenticano 8 anni di guerra e bombardamenti a ben guardare realizzati con esplicito appoggio dei medesimi soggetti che ieri si impegnavano sul territorio per motivi diversi: ma erano sempre missili.

                          Martello:
                          “Tipico esempio di ironia che si incarta su se stessa”; è la stessa riflessione riproposta anche da Zwirner che, evidentemente, pure lui si incarta.
                          “Non si può parlare della SIRIA senza denunciare che il conflitto è soprattutto religioso tra sciiti iraniani e sunniti sauditi.” Ma le bombe no. Sono sicuro che i civili siriani esultavano ogni volta che i boati che gli piombano addosso erano occidentali e non governativi o sovietici.

                          Sottolineo volentieri la citazione dello stesso Zwirner quando sull’argomento esprime qualche dubbio sulla nostra intelligenza.

                          • martello carlo scrive:

                            “Bisogna essere scemi per credere che l’ intervento in Siria sia stato deciso per punire quell’ animale di ASSAD.”
                            ZWIRNER ( giustamente ) dixit .
                            Sembra che il più scemo di tutti sia DI MAIO, ultimo arrivato a farlo. Dico sembra, perché essendo napoletano anche se di periferia, si potrebbe pensare, col beneficio d’ inventario, al gioco dei 3 bussolotti, o dei due forni che dir si voglia.
                            Certo che, dopo aver cambiato tutta la dottrina pentastast…onzata ( facendo sparire completamente dal sito ufficiale il cuore del programma votato il 4/3, tanto che non si riesce più a trovarlo nemmeno col WAYBACK, sostituendolo con uno completamente diverso ), ormai l’ autorità del partito si basa solo sulle manovre di CASALEGGIO con la piattaforma ROUSSEAU e sul piatto forte della politica del libero SCAMBIO: il REDDITO DI CITTADINANZA.
                            Questo miraggio dovrebbe bastare per concludere un accordo con MARTINA per affossare completamente il paese.
                            Mi voglio rovinare la reputazione scommettendo su una cosa: DI MAIO FARA’ LA STESSA FINE DI BERSANI.

                            È giallo sul sito Cinque Stelle “Programmi votati e cambiati
                            Il programma che è presente sul sito del Movimento 5 Stelle è dunque totalmente diverso da quello presentato sullo stesso portale lo scorso febbraio. Il Foglio lancia un’accusa chiara: almeno venti Pdf che rappresentavano il cuore del programma votato dagli iscritti sarebbero stati sostituiti con altri documenti che aggiungerebbero anche quattro temi nuovi mai passati dal voto della base. Secondo le verifiche fatte dal Foglio il nuovo programma sarebbe stato caricato il 7 marzo, tre giorni dopo la chiamata alle urne. Con “Internet Archive”, utilizzando la funzione “Wayback Machine” è possibile rislaire alle pagine web modificate oppure cancellate. Dei vecchi programmi però non è rimasta traccia: tutto è stato cancellato.

                            • Silvestro scrive:

                              Questa tua critica e insistente avversione ai M5S francamente non la capisco.
                              Se hanno cambiato i programmi se la vedranno fra loro.

                              Ma non è neanche questo il motivo di disaccordo con Salvini e quindi che ti frega.

                          1. diogene scrive:

                            Come diceva qualcuno: meglio dedicarci ai cani

                            1. Silvestro scrive:

                              Sulla armi chimiche utilizzate in Siria le mie personali constatazioni sono piuttosto semplici:

                              >> Non si può bombardare impunemente un Paese sovrano
                              >> Non c’è alcuna volontà di eliminare un dittatore comunque sanguinario come Bashar al-Asad
                              >> Non ci sono prove incontestabili che l’autore sia l’esercito siriano
                              >> La politica estera viene utilizzata soprattutto per motivi personali/nazionali (non è la prima volta)
                              >> dei 500 mila morti siriani in 8 anni di guerra (di cui oltre la metà civili) non gliene frega niente a nessuno
                              >> E’ importante che i bombardamenti avvengano con armi convenzionali
                              >> perché se si usano armi chimiche si oltrepassa la ‘linea rossa’ e solo in questo caso è una vergogna.
                              >> Ma quello che più conta è che i profughi siriani non vengano qui.

                              • martello carlo scrive:

                                Tipico esempio di ironia che si incarta su se stessa.
                                Il 90% delle cose che dici sono reali ma vaghe.
                                Non si può parlare della SIRIA senza denunciare che il conflitto è soprattutto religioso tra sciiti iraniani e sunniti sauditi.

                              1. Marco scrive:

                                Pagella “capacità comunicative”

                                Di maio: 6 – resta sempre nel suo ambito, non fa progressi
                                Salvini : 7 – sempre palluto sempre in campagna elettorale. Piccolo scivolone: quando ha letto (male) il comunicato scritto da Silvio. Male anche quando dice “io parlo con tutti” e non è vero; male anche quando per partito preso dice che la chimica siriana è un pretesto
                                Renzi: 4 in condotta
                                Berlusconi : 9 perché si batte come un leone

                                Hellas: zero
                                Martello: zero come tonineli. Quando alla TV vedete toninelli pensate a martello

                                1. martello carlo scrive:

                                  @Silvestro 16 aprile 2018 alle 10:55

                                  Con te l’ inchiostro è sprecato

                                  1. Silvestro scrive:

                                    Tra una crocchetta per cani e l’altra, registro: “Faccio un appello: smettetela con gli insulti a vicenda, con le ripicche, i veti, i bisticci, le polemiche. ….. Continuo a mantenere un atteggiamento zen, sereno, costruttivo, pacifico e di buon senso – pontifica Salvini – Non capisco le polemiche e gli insulti”.

                                    Faccio fatica a capire.
                                    Dopo 25 anni di insulti e vituperio della Lega nei confronti del Sud, a partire da Bossi (ancora oggi al Senato), per passare da Borghezio, Calderoli, Gentlini risorto a Treviso, ed un largo entourage che ancora oggi trova ampia risonanza anche su questo blog, Salvini si ritaglia un ‘atteggiamento zen sereno e costruttivo’.

                                    Magari sta prendendo per il culo suoi elettori.
                                    E poi non dovrei nemmeno divertirmi.

                                    • martello carlo scrive:

                                      Il tuo è divertimento amaro: se ci fosse ancora un governo di sinistra ora staremmo a bombardare la SIRIA: quello sì che sarebbe un divertimento genuino per i kompagni orfani di D’ ALEMA e NAPOLITANO.
                                      Invece avete lasciato sola l’ ALTO COMMISSARIA MOGHERINI a tentare di riunire sta meravigliosa UE del 3%, nel segno dell’ interventismo bombarolo.
                                      Comunque puoi stare ugualmente contento: quel gerontofilo di MACRON forse riuscirà, sparando qualche altro dei suoi affascinanti missili, a riportare una MAY in calore all’ interno della BCEU.

                                      • Silvestro scrive:

                                        E’ inutile che ci giri intorno; con i ‘se’ e i ‘ma’ non risolvi niente.
                                        State dando vita, giorno dopo giorno, a tutti quei teatrini della politica che avete sempre denunciato quando eravate opposizione. Il tempo delle chiacchiere e della sbruffonate è finito. Implorare l’alleanza di quella parte del Paese cui avete sempre sputato addosso, è uno spettacolo patetico.

                                        E tutto questo prima ancora di cominciare.
                                        MA COME MI DIVERTO!!!!!

                                        • martello carlo scrive:

                                          Hai presenti RISO AMARO? A me sembri tanto la MANGANO, sempre con le mani nel pantano a raccogliere erbacce ( non ho detto, bada bene estirpare ), quelle voi le ripiantate dappertutto, talmente siete inquinanti per il paese.
                                          Seguendo il ragionamento, posso arrivare a pensare che tu goda davvero: finalmente raccogli i frutti della zizzania e delle trame antidemocratiche seminate, per non andare più in là, dagli anni ’90 in poi.
                                          Quanto a me, il mio divertimento è sincero: l’ assenza di un governo, dopo 7 anni di oppressione comunistoide ci fa rifiatare anche se qualcuno tenta di sfruttare i gas ( siriani? ) per rimettervi in gioco.
                                          Spero che quelli che vi hanno dato gli ordini fino a ieri non ci riescano, si sta così bene così: nessuno ce li può dare, dato che non c’ è nessuno che li esegua come facevate voi.
                                          La guerra farà quello che deve fare anche senza di noi, l’ invasione continuerà come prima, per un certo periodo, finché nessuno rifinanzierà le cooperative ( già cominciano a non arrivare i POCKET MONEY ): PARADOSSALMENTE CI STIAMO ACCORGENDO CHE SENZA UN GOVERNO, COM’ E’ SUCCESSO IN ALTRI PAESI UE, SI STA MOLTO MEGLIO, E LO SPETTACOLO E’ GRATIS E ASSICURATO.
                                          :-D :-D :-D .

                                          • Silvestro scrive:

                                            A questo non c’ero ancora arrivato.

                                            MI STAI DICENDO CHE LO FATE APPOSTA PERCHE’ SENZA GOVERNO SI STA MEGLIO.

                                            E’ l’approccio giusto per migliorare la considerazione e l’autorevolezza italiana in Europa e nelle scelte di politica internazionale.

                                            E poi c’è chi lancia accuse di becera sottocultura del tanto peggio tanto meglio.

                                    1. giulaio scrive:

                                      Una volta tanti concordo ci Lei. La nostra è una società sempre più egoista dove preferiamo comprare crocchette per i gatti che aiutare uomini e donne in difficoltà. Spetta a noi combattere contro una società sempre più cinica che sta piano piano soffocando l'anima umana.

                                      1. Gatón scrive:

                                        Se non cambia il vento tra un po’ ci penserà la sharia a ricondurre al proprio ruolo tutti i cani, quadrupedi o bipedi che sia.

                                        1. martello carlo scrive:

                                          Beh, ZWIRNER, va bene, continuiamo a cercare divisioni: bianchi/neri, destra/sinistra, occidente/oriente, uomini/donne, ora ci mette anche umani/animali, come se la differenza fosse così netta ( basta leggere la STARNAZZATA di MARCO ) mi sembra una strada che non porta da nessuna parte.
                                          Vorrei CONCLUDERE denunciando che certi eccessi da CAFONI come gioielli, accessori vari, hotel di lusso per cani e gatti, non solo sono da deprecare, ma sono anche da SANZIONARE e PUNIRE, ma occorre dire che idealizzare l’ uomo mettendolo su un piano troppo superiore all’ animale è in molti casi esagerato, soprattuttoin un’ epoca in cui vanno di moda i BRANCHI.
                                          TIREM INNANZ.

                                          1. Silvestro scrive:

                                            Ma c’è anche l’orsetto bianco nanook nato nello zoo di Gelsenkirken in Germania, lo scoiattolo bionico con due ruote al posto delle zampe; ed infine quel ragazzo nudo che piscia dal ponte vecchio di Firenze, che poi non è tanto diverso da un animale.

                                            Parliamo anche di loro!!!

                                            1. Marco scrive:

                                              Che i cani ci piacciano più degli anziani ci è noto e ci sta benissimo
                                              Anzi quelli che vengono a fare le prediche, completamente inutili, ci stanno anche sul c.

                                              Invece, importante, chi ha notato che ieri salvini all’uscita da Mattarella ha parlato di riforma delle pensioni e non di abolizione della fornero?

                                              Che sorpresona! !!!!

                                            Rispondi a giorgio

                                            Accetto i termini e condizioni del servizio

                                            Accetto i termini sulla privacy

                                            *