14
mag 2017
CATEGORIA

Sport

COMMENTI 76 Commenti
VISUALIZZAZIONI

2.485

ANNUS HORRIBILIS

Poche, pochissime settimane. E un campionato che si preannunciava memorabile in senso positivo, visto il filotto di risultati da ottobre a fine marzo, si è trasformato in un “annus horribilis”, da dimenticare al più presto.

Oggi abbiamo vissuto il finale che mai ci saremmo aspettati. E dal fischio finale della gara che ha meritatamente consegnato all’AlbinoLeffe (ripescato pochi giorni prima dell’inizio della stagione e arrivato nono) il passaggio del turno, il dubbio ci tormenta: qual è il vero Padova? Quello che ha battuto il Venezia e il Parma all’andata, che ha portato a casa un sacco di partite soffrendo fino a oltre il 90esimo, che ha lottato unito e compatto oppure quello sbandato, senza idee e alla frutta visto oggi?

Credo che, come spesso accade, la verità stia nel mezzo. Ma mi prendo qualche ora di tempo per analizzare a fondo tutti gli aspetti della vicenda. Ora come ora sono troppo amareggiata per trovare le parole con l’equilibrio che la professione mi impone.

Domani sera a “Biancoscudati channel”, dalle 21 su Telenuovo, cercheremo di capire cosa è successo. E cosa soprattutto non è successo. Mi spiace perché la sensazione prevalente è che alla fine si salverà ben poco di un anno che pareva fino ad un certo punto stesse portando alla costruzione di qualcosa di duraturo. E si ripartirà con una sorta di rifondazione, anche se parecchi giocatori hanno contratti pluriennali.

A domani sera intanto. Da martedì mattina cercherò poi di essere più lucida anche nell’analisi finale che ora proprio non riesco a mettere insieme come dovrei.

2.485 VISUALIZZAZIONI

76 risposte a “ANNUS HORRIBILIS”

Invia commento
  1. Patrick scrive:

    1. prima di spalare m. sulla piazza padovana, che facciano uno sforzino i sapientoni giornalisti locali, capitanati dal duo inscindibile di calcio in chiaro tv7 triveneta, e vadano a rivedersi le presenze della giornata playoff nel weekend. numeri ridicoli ovunque, anche in piazze recentemente di categoria superiori vedi livorno o con un bel gruzzolo medio di abbonati vedi reggio..ovunque non si è andato oltre i 4000 presenti. ma di cosa stiamo parlando?? basta disinformazione! la delusione ci sta e tanti padovani, anche di quelli che scrivono qui, dovrebbero vergognarsi per la loro assenza, l’ orario sicuramente ha in parte inciso, ma è tutto in linea col trend nazionale. aggiungiamoci prezzi senza senso gestiti male dalla societa’ con un solo giorno di vendita alle biglietterie durante la settimana, per evitare il ricarico mafioso del sistema, l’ avversario non di richiamo, la spocchia di molti che pensavano ad una passeggiata ( eora me risparmio diexe euri e vago setimana prosima con la lucchese, seto che beo!! ). non giustifico la situazione, ma smettiamola di sparare fandonie, perche la lega pro è questa!! ovunque, salvo pochissime piazze del centro nord e il sud che spesso e volentieri non fa testo.
    2. superata la delusione per una giornata terribile, concordo con tutti quelli che non pensano ne vogliono un reset totale. sono convinto che siccome abbiamo a che fare con gente seria, la squadra non verra’ smantellata, ma assolutamete ringiovanita.
    3. le due priorita’ sicuramente: stadio e anche centro sportivo, di cui non si parla praticamente mai, ma è di enorme importanza. mi sono sempre chiesto se la societa’ in merito ha progetti o idee…..
    4. il prossimo anno prezzi popolari, campagna abbonamenti a tappeto e ben pubblicizzata.
    5. rescindere il contratto ad alfageme.

    • Enrico M. scrive:

      Rispetto ai giocatori, Io insisto sul fatto che ricominciare ogni anno da zero è un lusso che non ci possiamo permettere. Con le risorse economiche che abbiamo, cambiare senza prospettive concrete di miglioramento è solo uno spreco.
      Ripeto che l’errore principale di quest’anno è stato cambiare troppo in rosa e cambiare allenatore senza avere garanzie di fare un salto di qualità. Quindi concentriamo soldi e tempo sul correggere gli errori (Brevi, Alfageme, Felipe, età media troppo alta) e sul cercare qualche innesto di qualità. No a rivoluzioni.
      Zamuner, se ha fatto una cosa buona, è qualche contratto pluriennale. Partiamo da ciò che abbiamo e cerchiamo di crescere. Non è tutto da buttare. Con un buon allenatore e 3-4 innesti questa squadra è competitiva per i primissimi posti.

    • L'altro Maurizio scrive:

      Purtroppo il reset sarà quasi inevitabile per età e mercato. Favalli non ha firmato e sicuramente andrà in B a parametro zero, come Russo ma è nostro.Dettori può avere mercato e Neto credo smetta.Alfageme improponibile e De Cenco da recuperare. Dietro abbiamo uno di 38 su cui si devi riflettere. Poi ci sono gli scontenti che non hanno mai visto il campo con Brevi e che non vedono l’ora di cambiare aria e di corsa. Un po’ di ferie mentali anche per noi tifosi non faranno male. Su tutto e tutti comunque i possibili nuovi assetti societari.

    1. acp scrive:

      allenatori,giocatori si cambiano facilmente. i tifosi no. la disaffezione di questi ultimi 3 mesi è molto più preoccupante dell’eliminazione di domenica.

      alfageme è un talento incompreso.

      • Enrico M. scrive:

        ACP anche io insisto su Alfageme ma in senso opposto.
        E’ rapido, ha accelerazioni brucianti e questo crea l’impressione che possa essere decisivo, peccato poi non lo sia quasi mai. Nei suoi 12-13 anni in Italia è andato in doppia cifra una sola volta. Più che talento incompreso direi che è la classica eterna promessa e alla sua età (va per i 33) questo significa pur qualcosa.
        Il motivo per cui partendo da buone basi non è mai esploso è secondo me prima di tutto tecnico (oltre la rapidità non c’è molto). Ma la cosa più grave è che a questi limiti (in parte comprensibili per un giocatore di lega pro) si aggiunge mancanza di senso tattico (non ha la capacità di giocare per la squadra, gioca da solo) e arroganza.
        Non dimentichiamo infine che è stato preso per fare il titolare, che Brevi ha insistito su di lui dandogli molto spazio e che a fine stagione è stato scavalcato nelle gerarchie da tutti gli attaccanti in rosa.
        Per me mandarlo via è oltre tutto un esempio per far capire come NON si deve comportare un giocatore del Padova.

      • fausto scrive:

        La tua ostinazione su Alfageme meriterebbe sicuramente cause migliori.

        • acp scrive:

          giocatore da 15-20 gol con l’allenatore giusto. giocatore da schema preciso utlizzato tutto l’anno come tuttofare alla neto. ovvi risultati. ma direi che tutte le nostre punte sono state mal gestite e mal utilizzate

          • fausto scrive:

            Su questo sono d’accordo con te, avevamo schemi??? che non aiutavano di certo chi giocava di punta

            • Martina Moscato scrive:

              Ha fatto una giusta analisi Angelo Montrone ieri sera. I due esterni che fino a un certo punto garantivano sgroppate e superiorità numerica ad un certo punto sono stati arretrati e quindi la squadra si è allungata e l’unica strada per (non) arrivare in porta è stata il lancio lungo. Altinier, peraltro, che negli ultimi tre campionati ha realizzato 17, 16 e 14 gol, dunque sotto porta non è decisamente “uno qualunque”, ha giocato troppo lontano dall’area di rigore. E infatti il primo tiro in porta domenica contro l’AlbinoLeffe l’ha fatto a metà secondo tempo da 40 metri!

            • acp scrive:

              altinier su tutti, con generosità e impegno ha svolto sempre un lavoro che non era per lui e che lo ha profondamente danneggiato.

              non parliamo poi del centrocampo sempre sbagliato.

              padova non si può confrontare con piazze inferiori. padova deve pretendere il massimo sempre. la mentalità perdente di molti va sradicata.

      1. acp scrive:

        il 25 giugno voterò per padova e il padova. bitonci sindaco.

        1. Spinoccia scrive:

          Il povero Bergamin ieri incalzato selvaggiamente e maleducatamente si arrampicava sugli specchi sbrodolando frasi non sempre connesse, come può fare un fiorettista che cerchi di parare i colpi inferti da uno armato di machete… Non so come abbia fatto a mentenere la calma quando, nel tentativo di prendere fiato, ha provato a rivolgersi a Marchetti ma gli è stato impedito dal conduttore che nel suo delirio di onnipotenza gli ha letteralmente chiuso la bocca e inveito contro chi gli faceva notare che forse avrebbe almeno dovuto lasciare parlare i propri ospiti.
          Il nostro Bergamin è senz’altro una brava persona, troppo buona ed educata per rispondere a tono. Magari non esattamente a proprio agio davanti alle telecamere e, da bravo veneto d.o.c., poco avezzo all’ars oratoria.
          Al conduttore auguro di tutto cuore che prima o poi vada ad intervistare il presidente del Napoli De Laurentis. Quello si sarebbe uno scontro alla pari!
          Non me ne voglia chi ci ospita, ma l’altro canale esce sconfitto dal duello (questa assurda contemporaneità che si protrae da anni è ridicola!), risultando meno interessante sia per qualità degli ospiti che per cronica mancanza di “pepe”. A quanto pare quest’ultimo viene sempre rinviato al post-trasmissione, con l’immancabile filmetto del genere porno-soft anni 80/90. Forse che il lunedì sera è una serata riservata ai soli uomini?!? ;)

          • Patrick scrive:

            una cosa indecente, hai pienamente ragione, l’ arroganza costante e la scortesia di quel personaggio toccano ormai vertici da record….io mi chiedo come fa un’ emittente a non cambiare conduttore…ha peso? conta? lui sa?
            oramai dobbiamo passare a contare la sua uscita migliore ogni puntata: A MIO MODESTO PARERE PENSO CHE….
            è veramente un personaggio distrruttivo, bergamin si è difeso come ha potuto, ma gia’ un bonetto padre non si fa mettere i piedi in testa nello stesso modo……
            tele nuovo offre chicche mondiali nel seconda serata… :-)

          1. Stefano scrive:

            Francamente tutto questo pessimismo lo trovo fuori luogo. E’ vero, siamo usciti ai playoff al primo turno. Però abbiamo una squadra di base buona da cui ripartire il prossimo anno con 4-5 innesti di spessore.. Per me le priorità sono: due attaccanti di peso da doppia cifra e un nuovo allenatore di spessore

            • Diego scrive:

              Aggiungerei un centrocampista e un difensore. Secondo me ci devono essere 16 “titolari”, da turnare senza incaponirsi. Sono d’accordo su allenatore. Lancio un sondaggio. Chi? Io vedrei molto bene Petrone…

            1. Tifoso a 1/2 scrive:

              Il campionato è finito in modo pessimo, i B&B hanno messo i soldi e hanno chiesto anche scusa alla città e ai tifosi, il comportamento è di assoluta dignità e rispetto.
              Il gran passo fatto dalla società è stato dare piena fiducia e carta bianca al DG per tutto il campionato senza mai sopraffarne la figura e il ruolo, cosa vista non molto spesso a Padova.
              Detto ciò trovo alquanto incredibile che chi ha avuto la responsabilità sulla costruzione e gestione della squadra non abbia detto o fatto un gesto che fosse in linea con quanto detto e mostrato da Bonetto e Bergamin.
              Da allenatore e DG niente…
              Alcune frasi dell’allenatore mi sono rimaste impresse “la responsabilità è mia” detta alla fine del match senza sentimento e senza vera presa di coscienza, oppure la risposta “fino al 30 giugno sono allenatore del Padova” detta come cosa dovuta mi hanno lasciato basito.
              Fino alla partita con l’Albinoleffe davo 6+ all’allenatore; dopo il match è diventata una stagione da 5.
              Una partita a volte è la sentenza per l’intero campionato e fa venire i nodi al pettine. Anche perchè c’è modo e modo di perdere. Dispiace perchè inevitabilmente Brevi ha dato ragione a chi parlava di gestione dell’orario, dosare le forze verso fine campionato, la tempistica di ritiro, usare lo stesso modulo e tutto quello che di non positivo era uscito sia da questo blog che dalla carta stampata.
              Il suo protettore invece? “ho la coscienza a posto, convinto di avere fatto un buon lavoro, pur con qualche errore”; non ha mai menzionato l’allenatore per almeno una parte della responsabilità. Allucinante..
              Cioè un salvatore quando ha avuto bravura/fortuna di confermare il suo pupillo prima della Reggiana e adesso non riesce a valutare che caspita di errori sono stati commessi? O dare un segno dando le dimissioni?
              Forse c’è qualche stretto legame che non può essere toccato; non facendo i verginelli queste dinamiche sono presenti in tante altre società, ma dal momento che questa “tresca” guarda più agli interessi personali che al bene del Calcio Padova non mi sta più bene.
              Ecco una cosa sola che posso imputare alla società: l’ingenuità.
              Perchè per fare calcio serio bisogna creare una struttura professionale in tutto ciò che gravita attorno alla società, dall’elettricista a chi si occupa di marketing, dal segretario fino all’allenatore.
              Professionalità significa impegno e risultati. E l’umiltà di riconoscere gli sbagli fatti per poter crescere l’anno dopo e cercare di non rifare gli stessi.
              Stranamente alla squadra non riesco ad imputare più di tanto, a parte qualche episodio isolato di un elemento. Anche perchè se arrivi cotto fisicamente e psicologicamente (inteso come mancanza di fame) quando dovresti essere al top che ci puoi fare? Nemmeno la Juventus fa 9/10 di campionato con gli stessi uomini,, non si può umanamente essere in forma ed affamati quando poi conta (alla fine).
              L’impegno c’è sempre stato e alla fine i ragazzi sono andati sotto la Fattori per prendersi i fischi, pertanto ritengo uomini pure loro.
              Sono d’accordo con chi dice che non serve rivoluzionare la squadra, abbiamo almeno 10 elementi validi, altri non abbiamo potuto costatare realmente la bontà visto il loro poco utilizzo

              1. L'altro Maurizio scrive:

                Alla fine della fiera se siamo usciti è colpa di chi è andato al mare. Quante analogie tra la politica ed il calcio. ..dove vige sempre l’immunità.
                L’orario non ha influito contro, ma poteva influire a favore. Sofismi divertenti, considerando che solo noi abbiamo giocato in clima balneare. Il quarto posto ed eliminazione al primo turno con play off allargato a 9 squadre, sarebbe un risultato migliore di un quinto posto con 4 che si qualificano.
                Usciti al primo turno di coppa dal Seregno, serie D, eliminazione dalla coppa Italia lega pro, eliminazione primo turno di play.
                Contento voi , contento tutti.
                Trovo le scuse dei B.B. ai tifosi, l’unica cosa degna di nota…quando in realtà il danno lo hanno subito loro.Riflettere su tutto e tutti…

                1. il pusillanime scrive:

                  Plebiscito
                  Nuovi Soci
                  No dietrologia
                  No trasmissioni del lunedi
                  No carta stampata
                  Ragionamenti propri su fatti concreti e non supposti

                  1. Il vecchio MAX scrive:

                    Spero che almeno per una sera non chiedano a Zamuner se la vita e’ un sogno o se i sogni aiutano a vivere,qual e’ il suo soprannome e non facciano il collegamento speciale con la sagra del bovoletto di Voltabrusegana.

                    • Patrick scrive:

                      ahahahhaahahah, come ti capisco! sono riusciti a ridere pure stasera, dando a quanto pare la colpa ai tifosi???cmq mi guardero’ la replica completa…in compenso sbaglio o hanno segato il pulitzer campanale?

                    • L'altro Maurizio scrive:

                      Certo con Brevi era meglio …gli avrei fatto una sola domanda, cosa si sono fumati per decidere di mettere la partita alle 14.30?
                      Oggi e’ uscito il calendario dei veri play off, a/r e sono tutti di sera….che coglioni gli altri…a 31 gradi si vola.
                      La miglior battuta l’ha detta il grande Giacomo…bastava una semplice tac invece di tanti esami del sangue.

                    1. Albi scrive:

                      Vado controcorrente e so già che mi prenderò gli insulti di qualcuno. Per una volta proviamo ad essere ottimisti? Lasciamo perdere l’orrenda partita di ieri e pensiamo per un atttimo che siamo arrivati quarti, con gli stessi punti della terza è che siamo stati anche secondi a 6 punti dalla prima. Invece di buttare tutto come spesso accade dalle nostre parti, cerchiamo di ripartire da qui, pensando che con 4 o 5 ritocchi di peso l’anno prossimo potremmo essere noi il Venezia. Non sono certo un fan di Brevi ma chi di calcio ne capisce un po’ sa benissimo che il campionato non lo avremmo vinto neanche con Ancelotti in panchina. Detto questo, via Brevi ok, ma non facciamo rivoluzioni francesi dopo un quarto (quasi terzo) posto. Tagliare teste alla cieca non porta quasi mai qualcosa di buono.

                      1. gintonic scrive:

                        a bepi bergamin andrebbe fatta una statua solo perchè si sottopone alla tortura di parlare con borile pur di far sentire pubblicamente la propria voce
                        io con uno così non prenderei neanche il caffè

                        1. acp scrive:

                          bindi: da cedere
                          russo: tenere
                          cappelletti: pure
                          sbraga: da cedere
                          emerson: a 3 si, a 4 no
                          favalli: se resta bene, non mi svenerei per il rinnovo
                          madonna: se qualcuno lo vuole e paga, può andare
                          de risio: tenere
                          mazzocco: pure
                          berardocco: ciao
                          dettori: da mettere all’asta
                          mandorlini: da tenere al 100%
                          altinier non serve dire
                          alfageme da confermare
                          de cenco pure
                          neto grazie di tutto, cambiamo pagina

                          biennale a zamuner. 4 anni a bitonci. un allenatore. padova in B.

                          • Il vecchio MAX scrive:

                            Per me possono cedere anche tutti,perche’ nel calcio nessuno e’ insostituibile.Detto questo,concordo con il discorso Emerson.E visto che un altro anno di difesa a tre non avrei proprio voglia di sorbirmelo….
                            De Cenco devi tenetertelo per forza,visto che il Padova ha l’obbligo del riscatto e che a luglio,con l’infortunio che ha avuto,non credo avra’ mercato. Il problema e’ che non e’ adatto a far coppia con Altinier e penso costi di ingaggio forse anche piu’ di lui.Una piccola considerazione su Dettori:e’ l’unico giocatore al mondo che riesce a scartare 4 giocatori e ritrovarsi poi nello stesso punto da dove era partito. Per certe giocate e’ una delizia agli occhi,ma poi se guardo il sito del Padova vi leggo che ha fatto 2 gol e un assist,contro i 9 assist di Emerson. Forse hanno sbagliato,non lo so,ma l’impressione del tanto fumo e poco arrosto alla fine me la da.Per quanto riguarda il DS, a me basta che sia uno che prima di tutto sappia scegliere l’allenatore giusto per la nostra piazza. Il campo ha dato il verdetto alle scelte di Zamuner :ha avuto ragione nel confermare Brevi,ha avuto torto nel tenerlo dopo il pareggio con l’Ancona,che di fatto ci ha tagliato fuori per il secondo posto. Ho i miei dubbi che con un altro allenatore il finale sarebbe stato diverso,senz’altro non sarebbe comunque stato possibile fare di peggio .Il personaggio in se’ mi piace per il suo equilibrio,diciamo che sa “vendersi” bene,e visto che e’ alle sue prime esperienze nel ruolo,gli concederei una prova d’appello.Non dimentichiamoci,pero’,che a Pordenone,anche senza di lui,hanno ottenuto praticamente gli stessi risultati .Si e’ presentato a Padova dicendo che avrebbe cercato un allenatore che puntasse a far divertire il pubblico e poi ha portato un allenatore del filone di Pea e Brini. Ha puntato sull’usato sicuro e ha costruito una squadra vecchia ,visto che ieri c’erano 5 giocatori dai 34 anni in su. Un limite evidente ,accentuato dal fatto che la panchina che ha costruito non si e’ dimostrata all’altezza per un necessario ricambio. Se e’ per colpa di Brevi o no ci si puo’ discutere all’infinito,pero’ da che mondo e’ mondo,se un panchinaro vuole conquistarsi il posto in squadra,quando ha l’occasione ,e tutti ne hanno avuta qualcuna ,eccetto Monteleone,non puoi limitarti al compitino o addirittura steccare completamente. E questo e’ quello che oggettivamente si e’ visto dai vari Boniotti,Berardocco e compagnia bella. Poi c’e’ il discorso del posto over non occupato,della scelta di Felipe e soprattutto del mancato investimento su un paio di giovani sconosciuti ,magari dalla serie D ,che divenissero di proprieta’,come Cornelio Donati,Iaquinta o Montrone del passato.
                            Per finire,credo che sia tutto da rivedere lo staff medico,quest’anno veramente imbarazzante per troppe situazioni.

                          • mario2 scrive:

                            Terrei il preparatore atletico dello staff di brevi, più impegnato a nascondere i palloni quando sei in vantaggio che a far correre la squadra quando serve

                          • Er Bomba scrive:

                            Bindi e Madonna da tenere assolutamente
                            Alfageme è sputtanato. Ieri ha fatto 2-3 falli in attacco da prenderlo a calci in culo

                          • Enrico M. scrive:

                            Alfageme da confermare?
                            Cosa c’è di peggio di un calciatore scarso? Un calciatore scarso, svogliato e presuntuoso. Se piace il genere tronista che quando ha tempo e voglia fa il calciatore professionista teniamolo pure.

                          • acp scrive:

                            30mila euro di incasso. li darei tutti come aumento al responsabile del marketing.

                          1. francescosolesino scrive:

                            ma avete mai visto uno schema su punizione o sui calci d angoli e come brevi e il terzo playoff che perde e nato perdente no abbiamo lanciato nesuun giovane marcandella da gennaio ha segnato sei gol in serie d con l adriese qui da noi mai giocato

                            • L'altro Maurizio scrive:

                              IL solito, palla sul primo palo, colpo di testa all’indietro e uomo sul secondo che la mette dentro. Il gol di ieri.

                            1. francescosolesino scrive:

                              io mi domando ma una partita intera a cisco poteVA giocarla al posto di quel simil giocatore di alfagene e poi gli altri ammuffiti in panchina

                              1. Stefano scrive:

                                bindi: tenere
                                russo: tenere
                                cappelletti: tenere
                                sbraga: cedere
                                emerson: tenere
                                favalli: tenere
                                madonna: tenere
                                de risio: cedere
                                mazzocco: tenere
                                berardocco: cedere
                                dettori: tenere
                                mandorlini: tenere
                                altinier: tenere
                                alfageme: cedere
                                de cenco: cedere
                                neto: cedere

                                Zamuner: tenere
                                Bitonci: votare
                                Plebiscito da andarci di corsa senza se e senza ma
                                Padova in B e in 2 anni siamo in A

                                • svissero1 scrive:

                                  bindi e favaro tenere
                                  russo cappellletti madonna de risio mandorlini altinier de cenco tenere tutti gli altri o venderli chi ha un minimo di mercato o darli via gratis io prenderei 3 difensori forti i 2 attacanti della feralpi e sopratutto un allenatore che gioca con 3 dico 3 attacanti xk si va in serie B solo se si vince quasi tutte le partite e se ne perdono al max 3

                                1. antonio 64 scrive:

                                  giocatori pagati,stati in ritiro insieme per ritrovarsi per regalarci gioie infinite, ma andate a lavorare e che si vergognino tutti giocatori e brevi ,nn meritiamo una squadra del genere fanno schifo.

                                  1. Nonostante Lutterotti:) scrive:

                                    Dopo una sconfitta devastante, che ha svuotato i tifosi di ogni residua energia verso questa squadra, provo comunque a mettere dei punti fermi.
                                    -La società , certo ci sono stati degli errori, ma la coerenza nel rispetto dei ruoli, e L’equilibrio nelle prese di posizione sono un valore tangibile. Ricordiamoci il plauso generale quando le cose funzionavano, per non aver esonerato subito L allenatore, accettando le indicazioni di Zamuner. onlus appassionata!
                                    -Zamuner, tutto sommato credo abbia lavorato bene, non azzeccando tutte le scommesse, ma comunque con un bilancio positivo. Alchimista in progress
                                    -La squadra, mi pare abbia sempre dato quello che poteva dare in termini di impegno e applicazione. Anche oggi, semplicemente non ne avevano proprio più. Spremuti, ma non svogliati. Rigenerabili
                                    -La tifoseria, costantemente vicina alla squadra, uno zoccolo duro che non è da buttare. Difficile crescere numericamente, in Lega Pro, con uno stadio anticalcio, una squadra che ottiene risultati ma con un gioco solo speculativo….Dura. Encomiabili
                                    Cosa non mi torna…
                                    -Staff medico, difficile comprendere come in questi anni gli infortuni avessero decorsi così fantasiosi, e le diagnosi potessero variare cosi repentinamente. Da verificare
                                    -Preparazione fisica, per 4 mesi, all inizio ed alla fine siamo stati nettamente in difficoltà atletica, dovendo appoggiare un gioco che richiede molto dispendio fisico, i conti non tornano. Da revisionare !
                                    -Il mister: non ho mai digerito il suo (non) gioco, sopportando comunque in nome del sostegno alla squadra. Oggi lo posso dire: inadeguato! Eravamo da mesi su un piano inclinato, e non ha modificato nulla presentandosi all appuntamento più importante aggrovigliato alle sue incrollabili quanto malconce certezze, con una testardaggine sconcertante. La scelta del orario poi diventa inconcebile, come non aver minimamente immaginato una variabile di gioco al su 3-5-2. La costruzione della squadra come lui ha voluto, senza un attaccante agile e sgusciante, l’ ha privata di ogni opportunità di variare il proprio assetto, così come rinunciare a priori al centrocampista in grado di fare gioco. Lo spreco del parco giocatori mai utilizzati, un ulteriore danno alla società. Incommentabile

                                    • fausto scrive:

                                      Basta con sta storia del 3-5-2 il Padova e tutti gli altri che usano questa disposizione fanno il 5-3-2 e noi più degli altri perché i tre centrocampisti giocano pochissimi metri più avanti dei difensori con sempre davanti 80 metri x raggiungere la porta avversaria, .

                                    • L'altro Maurizio scrive:

                                      Il dg ha detto che Brevi ha fatto meglio dello scorso anno…allucinante.
                                      Si continua a pensare che i tifosi di calcio siano degli analfabeti.
                                      La chicca e’ stata, i giovani giocano solo se sono bravi, ma chi li ha portati questi ragazzi?
                                      A questo punto, Lacoste ha ancora piu’ ragione, perche’ lo ha detto prima, durante e dopo.
                                      In nessuna squadra del mondo un allenatore fa’ quel cazzo che gli pare e svuota lo stadio.
                                      Mi spiace per i due B.B, ma ne usciranno piu’ forti…tra disfare alla Cestaro e affidarsi ciecamente all’ uomo del destino…ci sara’ una via di mezzo?
                                      Ci si vede a settembre…

                                      • Nonostante Lutterotti:) scrive:

                                        Condivido, probabilmente B&B dovranno porre qualche correzione all approccio con la gestione tecnica della squadra. Anche questo fa parte del processo di crescita.
                                        Certo la disaffezione che il Nostro ha generato….è qualcosa di portentoso…..

                                        • L'altro Maurizio scrive:

                                          Se lo avessero esonerato, anche la scorsa notte, probabilmente avresti fatto 1000 in piu’.
                                          Perche’ di notte? Se prima di dormire uno dei due B rifletteva sul fatto che il Padova aveva vinto solo con il freddo…pensando ai 31 gradi del giorno dopo, forse…
                                          Detto questo…forza Bonetto…perche’l'ho visto in tv molto provato e commosso…le vogliamo bene e come a Ferrara, dal prossimo anno si inizia a vincere…non molli perche’ noi non molliamo di un cm.

                                          • Nonostante Lutterotti:) scrive:

                                            ….il giorno dopo….
                                            Grazie a Bergamin e Bonetto per quanto fatto. Non dimentichiamo che senza di Voi, semplicemente non esisteremmo più!
                                            Forza!, si ricomincia, per continuare il nostro percorso, avendo appreso dagli errori, e facendo tesoro delle esperienze.

                                    1. Er Bomba scrive:

                                      Canello la tocca pianissimo

                                      • Enrico M. scrive:

                                        A me sembra che stia semplicemente seguendo la marea.
                                        Prima del crollo scriveva questo: http://m.padovagoal.it/2017/03/20/la-cicala-e-le-formiche/74434/
                                        Come molta critica: Brevi era bravo quando vinceva, è un incapace ora che ha perso. Una critica un po’ meno volubile è più coerente secondo me aiuterebbe l’ambiente ad essere più maturo. Semplicemente nel calcio chi gioca male e punta a non prenderle 90 volte su 100 non porta a casa nulla.

                                      1. Fabio scrive:

                                        Che brevi non sia da riconfermare lo sanno anche i sassi.
                                        Se solo ci provassero probabilmente ci sarebbero veramente 100 abbonamenti il prossimo anno.
                                        In molti anni che seguo il Padova non ho mai visto un allenatore tanto odiato dalla piazza, ha superato di gran lunga il secondo Dal Canto.
                                        In ogni caso, credo che i suoi meriti li abbia avuti nella striscia da ottobre a marzo, a parte l’anno delle D non ho mai visto un Padova fare risultati in serie com questo.
                                        Il suo più gran difetto, oltre al fatto di non aver dato un gioco, è quello di essere stato testardo fino alla fine.
                                        Domenica scorsa, contro il Lumezzane si era visto qualcosa di buono dopo 2 mesi cambiano modo di giocare.
                                        Lo avevano capito tutti, anche i muri, che con il 352 (o 532 che dir si voglia) senza Madonna e Favalli al top, e senza Neto non si andava da nessuna parte.
                                        E lui cosa fa? Ripropone il solito schema, con i soliti giocatori spremuti fino alle ossa. Emblematico il cambio De Risio Berardocco quando sei già sotto e quando non avevi ancora tirato in porta.
                                        Testarso, spocchioso e antipatico.
                                        Bye Bye e a mai più Brevi.

                                        P.S. Ciliegina sulla torta non è venuto a prendersi i fischi, cosa che hanno fatto Altinier ed Emerson in primis che almeno hanno dimostrato di essere veri uomini che ci hanno messo la faccia.

                                        1. Stefano scrive:

                                          Plebiscito per una rinascita. Questa è la nostra vera battaglia.

                                          1. francesco scrive:

                                            Io da ieri dico addio, per sempre, all’euganeo. Mi sono fatto almeno una 20 anni di stagioni. Ma adesso basta.

                                            Chi continua ad andarci imho diventa complice di quella nefandezza.

                                            I risultati hanno come sempre condizionato il giudizio di molti su questo allenatore veramente scarso, io continuavo a dire che giocavamo malissimo e che subivamo sempre gli avversari. Ma i soloni di turno mi davano contro.

                                            Alla fine si e’ visto chi aveva ragione.

                                            E ho ragione anche sull’euganeo, se si vuole una soluzione l’unica cosa da fare e’ smettere di andarci, punto e basta.

                                            Tutto il resto sono le solite masturbazioni mentali da ultras trogloditi.

                                            • Enrico M. scrive:

                                              Francesco, sono anche io tra quelli che non ha mai esaltato Brevi, nemmeno nei momenti migliori. La verità è che tutti (compresa la stampa) ci siamo lasciati ubriacare dalle vittorie di Parma e Venezia e dal periodo positivo. Avevamo tutti voglia di sognare un Padova in lotta per la B. Ce la siamo presa con gli episodi e con arbitri, non volendo vedere i segnali di quei limiti che poi ci hanno fatto crollare. Lo capisco e non colpevolizzerei nessuno. tranne forse i giornalisti che troppo spesso corrono dietro ai tifosi e non dovrebbero cambiare bandiera a seconda dei risultati.
                                              Rinunciare al tifo però no. Mai.
                                              In sintesi, per me Brevi è un allenatore mediocre e senza idee, non è l’unico ad avere sbagliato e spero che B & B riflettano a 360 gradi e non solo cacciando, com’è giusto, l’allenatore

                                            • L'altro Maurizio scrive:

                                              Francesco qui? Penso che questo blog fosse l’ambiente più ostile al mister.

                                            1. pusillanime filippo scrive:

                                              l’epilogo di ieri è il gran finale dell’ultimo mese e mezzo
                                              9 partite, 7 sconfitte, 1 pari con squadra già retrocessa, 1 vittoria contro squadra già sicura dei playout e senza alcuno stimolo

                                              alla partita da dentro o fuori sciolti come neve al sole. dedicato a chi diceva che tutti stavano tirando i remi in barca in previsione playoff. Un conto è tirare i remi in barca, un conto è staccare la spina al macchinario che ti tiene in vita. Quando la riattacchi, ammesso che la riattacchi, sei già morto.

                                              Brevi: post Padova – Reggiana società in scacco dell’allenatore. Per dar fiato ad un’utopistica coerenza avallata ogni scelta, persino le più cervellotiche e dementi, vedi Coppa Italia, Salò, Ritiro a Pieve, Porte Chiuse, 2.30. Per quelli che sostengono che in un frigorifero non sarebbe cambiato nulla, rivedersi scene da abbeveratoio iniziate al decimo della ripresa. I nostri andavano a bere, gli altri correvano – vedasi scatto al 96esimo per andarsi a prendere il rigore del 3-1. Ma tanto la partita dovevano farla loro. E infatti…
                                              Zamuner: vittima o complice? Per me entrambe le cose, vittima nel non aver potuto fare un mercato degno a Gennaio causa carenza di budget, complice nell’aver avallato le scelte di cui sopra. Ha sottovalutato il problema, pensava che i valori tecnici superassero l’inadeguatezza del mister. Smentito dai fatti. Forse avrebbe dovuto investire qualche euro in meno in estate sui giocatori e qualcuno in più su un allenatore più preparato.
                                              B&B: per me troppi dissidi interni, troppo lassismo nelle scelte (vedi sopra). Un altro anno a -3M di perdite per arrivare quarti e uscire al primo turno di playoff lo reggete? Non penso proprio. Entro metà Giugno serve un piano chiaro per il 2017-2018. Da par mio, o Banzato o Morte.
                                              Tifoseria: luci e ombre. Personalmente, mi martello i coglioni per aver persino difeso ed elogiato Brevi ad un certo punto. Un abbaglio incredibile, potere dei risultati. La realtà era quella di Ottobre, allenatore inadeguato e come allora andava esonerato. Oggi conta poco purtroppo recriminare. Media spettatori nella regular season superiore anche se di poco a quella dello scorso campionato. Certo, Parma e Venezia in casa aiutano. Nel complesso numeri invariati, il che serve a ribadire ancora una volta il concetto: lo zoccolo c’è, risultati e stadio (in quest’ordine) faranno fare il salto di qualità. Sperando che gli strascichi di questa stagione finita nel peggiore dei modi non si ripercuotano sulla prossima stagione.
                                              Quello su cui questa tifoseria, e questa città devono lavorare è la voglia di vincere, la voglia di primeggiare. Faccio mie parole di Lacoste proferite in separata sede: PERDERE CONTRO L’ALBINOLEFFE E’ INACCETTABILE.
                                              Ecco, questo doveva essere chiaro a chi scendeva in campo ben prima di scendere in campo. Invece per tutta la stagione, e nell’ultimo mese e mezzo soprattutto, abbiamo assistito alla sagra del bonton. “Sostenere sempre la squadra, i conti si fanno alla fine”. Eccerto, alla fine però lo stadio si vuota e quelli che urlano sono gli stessi che urlavano a Ottobre, e nel frattempo hanno preso dei coglioni da tutti gli altri (piccolo inciso: i leoni da tastiera su FB che nelle scorse settimane ci hanno insegnato come ci si deve comportare, un paio di nomi li ho in testa tra l’altro, ieri sono scomparsi. Da chiamar Chi l’ha Visto, temo per la loro salute, in preda al panico per il dover giustificare la propria nullità credo abbiano compiuto l’estremo gesto: cancellarsi dal social network).
                                              Questo non va bene, in Serie A come mi ricorda sempre anche un altro frequentatore di questo blog ci si è andati anche perché gli ultras dopo uno 0-0 presero a schiaffi i giocatori la domenica sera fuori da noto ristorante del centro, dove questi si erano permessi di gozzovigliare come se niente fosse. E non venite a farmi moralismi sulle buone maniere e il calcio di trent’anni fa, io voglio vincere e sono stufo di mangiare merda. Perché a Lecce dopo il derby con il Foggia gliene han fatte passare di ogni. E ad Alessandria tira un’aria che qualcuno dovrebbe aver paura ad andar per strada. Per cui stocazzo le cose succedevano trent’anni fa, succedono ancora oggi e i vecchi metodi sono sempre i migliori in certe circostanze. Se gli schiaffi servivano allora, che avevamo a che fare con Uomini con la U maiuscola, figuriamoci oggi che hai a che fare con gli Alfageme di turno. A proposito, se Ruopolo non doveva più mettere piede a Padova, questo è meglio che non si faccia vedere nemmeno ai confini della Provincia. E fuori dalle balle anche i compagni che la scorsa settimana l’hanno difeso a mezzo stampa dai fischi. Calciatore INUTILE, ribadisco I-NU-TI-LE, e pure dannoso dato che tra una sistematina al ciuffo e l’altra ha rischiato di farsi espellere per inutili falletti da bulletto di periferia almeno 3-4 volte.

                                              Ora va chiuso il cerchio, B&B siano chiari: entro la fine dei playoff dobbiamo avere già idee chiare per la prossima stagione. Non facciamo come nella stagione D/Lega Pro che abbiamo vinto a Febbraio e poi siamo andati in ritiro con 8 giocatori. E se non ce la fanno, o non hanno più voglia, un solo grido: O Banzato, O Morte!

                                              • Diego scrive:

                                                Concordo. Soprattutto nel aver cercato di essere ottimista anche con un mister che non mi convinceva. Tra l’altro: non era lui che in una delle prime interviste diceva che i campionati si vincono a marzo – aprile??? E se lo sai non fai una preparazione adeguata? La mia idea è che,di fatto, la squadra ha esaurito voglia ed energia, causa le sconfitte in serie di aprile. Poi mi piacerebbe sapere se è successo qualcosa a Salò… Berardocco, ad esempio… che senso ha prenderlo e non farlo giocare se per tutto l’anno tu, allenatore, dici che ti manca un regista !!!
                                                Boh… Esame di coscienza per tutti, via i rami secchi e aggiustare la rosa. Un allenatore esperto di promozioni sarebbe la manna….

                                              1. L'altro Maurizio scrive:

                                                La cosa migliore è disintossicarsi fino a luglio. Lasciamoli riflettere. ..sperando che ne esca qualcosa di buono e di vincente.
                                                Ciao ragazzi.

                                                1. Giorgio scrive:

                                                  La società nella sua inesperienza ha provato ad organizzarsi nel modo migliore. Un D.G. e/o tecnico con carta bianca.
                                                  Ha sempre accettato tutte le decisioni dell’area tecnica senza intervenire anche quando doveva farlo.
                                                  Alla fine ci ha messo la faccia oltre che i soldi e chiesto scusa alla città.
                                                  Brevi e Zamuner invece si sono attaccati a mille scuse, più Brevi che Zamuner…… senza neanche rendersi conto del danno economico creato ai due BB.

                                                  Adesso attendo fiducioso Bonetto che ha detto lasciatemi 2/3 giorni per sbollire e poi dirò la mia.

                                                  P.S. Secondo mè è da rifondare anche una parte di tifoserie.

                                                  1. Er Bomba scrive:

                                                    Solo lo stadio nuovo può salvare il Padova

                                                    1. Sandro 1975 scrive:

                                                      Poca voglia di scrivere
                                                      Sconfitta che avrà pesantissime ripercussioni su un’ambiente ormai distaccato e alla deriva. Ieri 3.000 persone neanche la quota abbonati. Qui si continua a far finta di non vedere che ormai ai Padovani del Padova non frega più nulla. Troppa mediocrità, troppo pressapocchismo, troppa merda mangiata, Pizzichettone, Pro Sesto ieri, AlbinoLeffe ieri e oggi, Stadio che è l’anti tifo. Unica squadra in italia dove in tribuna est I canti della tua curva non si sentono.
                                                      Sono deluso di tutto, serve una scossa elettrica che può darla solo un progetto serio come nuovo capitale o Plebiscito.

                                                      1. Cane Pazzo Tannen scrive:

                                                        Logico “coronamento” di un finale di stagione indegno.

                                                        1. acp scrive:

                                                          hanno avuto tante occasioni per sterzare ed evitare la caduta nel baratro. non l’hanno fatto e oggi abbiamo rovinosamente toccato il fondo. una sconfitta devastante. personalmente è il peggior momento da quando seguo il padova, sono stufo e se non ci saranno cambiamenti notevoli io l’anno prossimo lo passerò lontano dall’euganeo ma mai lontano dal padova.

                                                          di uno che si mette in tuta nera con 27 gradi io non parlo. bastava levarlo da quella posizione, bastava poco per far meglio ecco bastava poco ed è questo che mi fa incazzare. la società mi ha profondamente deluso da quel ritorno di coppa in poi.
                                                          rinnovatevi poi forse rinnoverò il mio abbonamento.

                                                          la squadra? quelli che sono entrati con i putei in braccio sono i primi da spedire altrove. le rivoluzioni sono buone e giuste. via minimo 12. minimo.

                                                          la desolazione di oggi sugli spalti deve far riflettere in modo serio e profondo. un punto bassissimo. mi ha profondamente amareggiato vedere quei putei messi in angolo con la ovest vuota.

                                                          vi lascio con un tocco d’arte:
                                                          https://www.youtube.com/watch?v=k9IfHDi-2EA

                                                          • gintonic scrive:

                                                            quoto tutto

                                                            solo una cosa: non me la prenderei con zamunier, se non per non aver preso una punta a gennaio.ma credo che sia colpa sua solo in parte.

                                                            non dimenticherò mai il cambio De Risio-Berardocco sullo 0-1

                                                            • Enrico M. scrive:

                                                              Zamuner ha scelto Brevi e l’ha riconfermato dopo l’inizio disastroso. Zamuner ha scelto Alfageme pensandolo come titolare al posto di Neto. Zamuner ha sbagliato completamente il mercato di gennaio. Mi sembra ci sia “qualche” per metterlo in discussione.

                                                          1. Enrico M. scrive:

                                                            Dopo un finale disarmante, resto sempre più convinto che gli errori decisivi siano stati commessi in estate:
                                                            - dopo un tira e molla che ha destabilizzato l’ambiente, cambiare un allenatore esperto, che aveva fatto bene e aveva un buon feeling con la piazza, per prenderne uno che dopo quanto fatto ha fatto vedere qui probabilmente allenerà solo al fantacalcio
                                                            - rivoluzionare la rosa dell’anno passato (5o posto) senza riuscire a spostare di granché il livello tecnico (4o posto). L’anno scorso eravamo una squadra solida in difesa e Neto-dipendente in avanti. Lo stesso quest’anno.
                                                            Ora per favore decisioni nette e senza tentennamenti e ballottaggi. Via Brevi con il primo treno per Milano. Mettiamo mano allo staff medico. Se si vuole mandare via Zamuner (io lo farei), lo si faccia subito perché il mercato è già cominciato. Per favore però non rivoluzioniamo di nuovo la squadra. Sarebbero soldi e sforzi buttati. Ripartiamo dalle cose positive e correggiamo i difetti. Gettare via il bambino con l’acqua sporca è la tentazione dopo una grande delusione. Ma sarebbe ripetere l’errore commesso l’estate scorsa. Cambiando il 70% della rosa ogni anno non si costruisce un progetto e non si va lontano.

                                                            1. tifoso ignoto scrive:

                                                              cominciare alle 14,30 o alle 20.30 cambia poco se non hai la testa, doveva andare in affanno anche l’albinoleffe allora perchè il caldo è per tutti e invece ha fatto la sua miglior partita del campionato(con la squadra rimaneggiata). E’ una questione di stanchezza? boh! il padova da due settimane sapeva di essere 4° e si era risparmiato al contrario dell’albino che invece ha dovuto soffrire per guadagnarsi il 9°. Ma quel poco di buono che s’era visto contro il Lumezzane con un modulo diverso non si poteva replicare anche oggi e invece Madonna e Favalli che ormai non riescono a fare un cross che sia uno da mesi non si doveva capire che era alla frutta sto 3-5-2? Quindi non è una questione di stanchezza o di preparazione ma di motivazioni prima di tutto e in seconda del modulo consunto a cui nessuno piu credeva.

                                                              1. Albi scrive:

                                                                Non riesco a commentare…

                                                                1. L'altro Maurizio scrive:

                                                                  La cosa peggiore e’ che non sono nemmeno arrabbiato e chi era allo stadio con me ha visto che mi sono spostato e non ho proferito parola contro l’allenatore, credo l’unico in ovest. Pero’ mister qualcosa non mi torna e non mi torna da Forli’.
                                                                  Non mi torna che lei abbia avuto una fiducia incondizionata da tutta la piazza, che nessun allenatore in questa citta’ aveva solo osato immaginare anche dopo aver vinto, vedi Parlato. Penso che ha pianto per mesi per non avere il migliore Felipe fatto giocare poco e poi il suo sostituto fatto giocare zero. Penso alle decine di ragazzi under 21 che vedremo in futuro in altre categorie, Tendarlini su tutti, mai schierati.Penso alla nostra esclusione dal primo turno di coppa nazionale ad opera di una squadra di dilettanti, alla semifinale di coppa contro il Venezia, penso a Salo’ e penso ai 31 gradi di oggi. Un campionato in due vittorie esterne a Parma e Venezia…che pero’ si compensano con due sconfitte in casa…voto 5-
                                                                  Essere arrivati quarti nei play off allargati vale zero…qui nessuno e’ fesso.
                                                                  Si goda le vacanze.

                                                                  1. mario2 scrive:

                                                                    ho visto ora le interviste di bonetto e bergamin…rispecchiano lo stato d’animo del tifoso padovano…spero che qualcuno si renda conto di chi ha fatto stare male, bonetto tratteneva le lacrime a fatica e non solo per i soldi che ha perso (tutti noi nelnostro piccolo ce li abbiano messi del resto)..ci sta perdere, ma almeno vai fuori con i crampi ad ogni singolo muscolo del corpo..invece da domai prenoteranno le ferie..

                                                                    1. chicco scrive:

                                                                      6/6/99 Padova-Lecco 0-1 (bastava pareggiare,retrocessi)
                                                                      25/5/03 Padova-Albinoleffe 1-2 (inutile la vittoria al ritorno)
                                                                      31/5/09 Padova-Ravenna 1-1 (Passaggio conquistato vincendo a Ravenna)
                                                                      14/6/09 Padova-Pro Patria 0-0 (promozione conquistata vincendo a Busto)
                                                                      4/6/10 Padova-Triestina 0-0 (salvezza conlnquistata vincendo a Trieste)
                                                                      2/6/11 Padova-Varese 1-0
                                                                      9/6/11 Padova-Novara 0-0
                                                                      14/5/17 Padova-Albinoleffe 1-3 (bastava il pari per passare)

                                                                      Partite spareggio giocate all’euganeo 8: 1 vittoria,4 pareggi,3 sconfitte
                                                                      23 anni di euganeo,tre promozioni,nessuna festeggiata allo stadio ma sempre in traferta.
                                                                      Beh dai tutto sommato l’euganeo non porta così male…
                                                                      #viadaquaalpiùpresto
                                                                      #notemevedialtro

                                                                      1. mario2 scrive:

                                                                        Deluso dalla mancanza di personalità da parte di alcuni giocatori anche esperti..non sono neanche arrabbiato, ormai ho fatto il callo a tutte queste delusioni all’euganeo (e sottolineo il luogo)..tanto il 31 luglio al primo turno di coppa italia sarò li..spero che alfaturbo passi delle buone vacanze, se le è meritate

                                                                        1. White Shielded scrive:

                                                                          Io vi avevo avvertito di non vendere prima la pelle dell’orso. Ma sono stato trattato da alieno… negli ultimi 20 anni partite come quella di oggi non sono una novità, speravo di no ma la temevo.
                                                                          A settembre.

                                                                          1. svissero1 scrive:

                                                                            “che mai ci saremmo aspettati” e no Martina cara ;) c era chi purtroppo l aveva ampiamende predeto sia xk Brevi non aveva MAI datto un gioco sia xk eravamo stracotti da 7 partite xro hai ragione nel dire annus horribilis x la prima volta si contesta la diriggenza x sbagli clamorosi di scelte e di tempistiche si contesta Zannumer x sbagliate scelte in primis il mister x non parlare del mercato invernale inconsistente di giocatori vecchi di doppioni e di quello che ci serviva neanche l ombra si contesta BREVI beeee stendiamo un velo pietoso il peggiore mister da quanto seguo il Padova cioe 40 anni e dico tutto i giocatori certi giocatori che non valgono nemeno la serie D Mah!!! un altro anno perso mi sa che questa dieigenza non vogliono e non possono andare in B siamo distinati noi Padovani alla serie pro x anni mettiamoci in testa che questo e il nostro DNA 3 sodisfazzione quest anno vittoria col parma e venezia in casa loro e retrocezione dei magnagatti e BASTA purtroppo

                                                                            1. francesco scrive:

                                                                              Almeno è terminata questa sofferenza… Brevi al capolinea… Una testa dura. Certo non si può dire che non abbia coerenza, ma chi non sa mettersi in gioco ed ammettere di avere un’idea sbagliata è un perdente per definizione..
                                                                              Infatti è sempre stato un perdente… per carità una brava persona, ma un perdente…
                                                                              Grazie alla società, di più non poteva fare.
                                                                              L’anno prossimo mi aspetto che sostituisca i “vecchi” con giovani di buone speranza e che pretendano dal nuovo allenatore di farli giocare.. non fare proclami inutili e se non ci fossero le risorse economiche almeno avere una squadra che ci faccia divertire…. Al massimo un vecchio per reparto..
                                                                              Grazie Padova e forza sempre

                                                                              1. L'altro Maurizio scrive:

                                                                                Cosa è successo? Che una partita che doveva essere giocata alle 20.45 con 15 gradi e 6000 tifosi è stata giocata alle 14.30 davanti a 3000 persone con più di 30 gradi e che alla fine nessuno si è arrabbiato.
                                                                                Brevi faceva l’indiano quando gli hanno chiesto se aveva deciso lui l’orario.
                                                                                Buone vacanze a mister e gocatori…meritate.

                                                                                1. tifoso scrive:

                                                                                  Prima resettiamo meglio è. Sarà la società a capire gli errori e cercare di porvi rimedio compatibilmente con le loro possibilità. Non facciamone una tragedia, ci sta e avanti col prossimo anno

                                                                                Lascia un Commento

                                                                                *