13
gen 2018
CATEGORIA

Sport

COMMENTI 58 Commenti
VISUALIZZAZIONI

2.442

L’ENNESIMA FARSA ALL’ITALIANA

Ho letto in un commento di uno di voi una frase che suona più o meno così: “Preferisco battere l’avversario sul campo dimostrandomi più forte di lui piuttosto che vincere perché l’avversario si è suicidato”.

Ecco appena ho letto questa riflessione ho deciso di farla mia nell’iniziare questo post di commento all’ennesima farsa calcistica all’italiana che si sta consumando dalle parti di Vicenza. Che la piazza vicentina non mi stia particolarmente simpatica è normale: tifo Padova e ci mancherebbe altro! (L’antipatia, calcistica, peraltro è assolutamente reciproca). Ma mai e poi mai avrei augurato al nemico vicentino una fine come quella che sta facendo, peraltro molto simile a quella che ha fatto il Padova con Penocchio nell’estate del 2014. I derby quest’anno li avrei voluti disputare tutti sul campo magari con rischio di perdere, ma giocandomela fino in fondo. Invece, forse, non sarà così. E’ stata presentata istanza di fallimento al tribunale per il club berico: forse il curatore fallimentare riuscirà a non staccare il respiratore fino a fine stagione, forse il Vicenza sarà la seconda squadra esclusa dal girone B dopo il Modena, radiato a novembre. In ogni caso non sarà più la stessa cosa da qui in avanti.

Si rischia di avere nel girone un club con mille difficoltà oppure di vederlo sparire, cancellando le retrocessioni a fine stagione. Siamo di fronte all’ennesima brutta figura dei vertici del calcio, in questo caso della Lega Pro, che permettono a società non in regola con i conti di iscriversi ugualmente al campionato, prendendo in giro prima di tutto i propri tifosi, quelli che ti danno da vivere, quelli che rinunciano a qualunque cosa pur di venirti a sostenere, che litigano a casa per non perdersi una sola trasferta.

E’ una situazione inaccettabile. E per nulla favorevole nei confronti del Padova che forse avrà nel raggruppamento due avversarie in meno ma potrebbe anche ritrovarsi a giocare la prossima partita ufficiale il 3 febbraio, dopo che l’ultima l’ha giocata il 29 dicembre. Magari con le dirette concorrenti che nel frattempo hanno azzerato il vantaggio biancoscudato. Una situazione di fronte alla quale dire che sono allibita è dire poco rispetto al reale stato d’animo attuale.

2.442 VISUALIZZAZIONI

58 risposte a “L’ENNESIMA FARSA ALL’ITALIANA”

Invia commento
  1. Lacoste76 scrive:

    Quindi ricapitolando la vicentinità calcistica:

    Retrocessione 1——> riammissione
    Retrocessione 2——>riammissione
    Retrocessione 3——>un anno di serie C e poi ripescaggio grazie anche al nostro fallimento (poi solo formalmente evitato) con nostra ripartenza dalla D che libera un posto non occupabile da altre squadre retrocesse e dal Pisa che non aveva lo stadio a norma
    Retorcessione 4—->avvenuta
    Fallimento1——>avviene, ma mentre Venezia, Padova, Trieste, Napoli, Parma, Firenze, Salerno, Como, Treviso, Piacenza, Modena, Palermo, Messina, Taranto etc ripartono da una o più categorie inferiori, loro ripartono puliti dai debiti dalla medesima categoria o addirittura superiore in caso di promozione sul campo.

    Ah già, la fortuna non esiste e il DNA NEPPURE. VERO PATTY?

    • Patrick scrive:

      peccato, avevi scritto un post quasi perfetto ma come tuo solito, alla fine l’ ignoranza di provincia affiora implacabile….ti ricordo che il vicenza segue il caso bari che ha avuto lo stesso sviluppo l’ altr’ anno..almeno in questo non sono pionieri….
      di sicuro fanno schifo, sono altresì convinto che molti vicentini siano imbarazzati per tutto questo…
      cio’ detto, ora si devono beccare 4 punti di penalizzazione e sono penultimi… e spero retrocedano in D.
      aspettiamo fine stagione, non è ancora detta l ultima parola….
      impossibile ? chissa’….

      • Lacoste76 scrive:

        Non ho scritto che sono i primi in assoluto. Anche i muri sanno del Bari.

        La tua ignoranza di calcio emotivo, non ti fa capire che questa rinascita galvanizzerà tifoseria e squadra PROPRIO COME AVVENUTO A BARI, e quindi è molto più probabile che finiscano in zona playoff che retrocedano.

        La tua ignoranza sociale e di tifo ti fa scordare che di certo nessuno si vergogna, loro pensano che la “nobile provinciale” resti tale all’infinito e la loro spocchia calcistica rende impossibile alcuna forma di vergogna.

        Come sempre il tempo sarà galantuomo e darà a Cesare Lacoste ciò che di Cesare Lacoste è. ;-)

    1. fabio.pd scrive:

      “”società e allenatore non hanno capito quanto ho amato questa maglia”"….mi incomincia veramente a piacere Sarno!!

      1. Giacomodarecanati scrive:

        Quindi non NON siamo falliti ma siamo spariti e finiti in D
        Loro sono falliti e il 27 li troveremo agguerriti e pronti a giocarsi partita e resto del torneo

        Il dna lacoste e’ qui perfettamente dimostrato

        • Cane Pazzo Tannen scrive:

          Diciamo che le normative giuridiche e sportive consentono dei paradossi. Prendiamo Padova e Vicenza.
          Il Padova (o meglio la vecchia società Calcio Padova Spa) non è fallito dal punto di vista giuridico (è stato concesso un concordato preventivo liquidatorio – che è una procedura concorsuale), ma dal lato sportivo è esattamente come se lo fosse (gli effetti subiti infatti sono stati: la mancata iscrizione alla Lega Pro e la ripartenza con una nuova società dalla categoria inferiore, anche grazie all’intercessione del sindaco).
          Il Vicenza, invece, è giuridicamente fallito, ma grazie alla concessione dell’esercizio provvisorio concluderà il campionato (se tutto andrà come il DNA Vicenza suggerisce) e sportivamente parlando non subirà alcun danno visto che, con la del tutto probabile salvezza, la prossima stagione ripartirà dalla serie C come se non fosse successo assolutamente nulla.
          Anzi, paradosso dei paradossi è che da tutto ciò ne trarrà solo giovamento visto che, nel mentre, una nuova società rileverà all’asta fallimentare marchio, titolo sportivo, storia, trofei e quant’altro. Ovvio che a quel punto qualche industriale si farà avanti e sarà pronto ad investire.

          Non so perché anche a Modena non siano riusciti a fare una cosa del genere. Probabilmente non ve ne erano i presupposti o è mancata la volontà.

          Fallire a stagione in corso dà questa opportunità di vedersi concesso l’esercizio provvisorio (che se tutto va a buon fine ti para il sedere), cosa che evidentemente non è fattibile se uno fallisce d’estate perché evidentemente non ci sono i tempi tecnici per iscriversi al campionato.

          Ciò detto, il tutto è profondamente ingiusto. Non è infatti ammissibile che una società fallita non subisca alcun danno dal lato sportivo.

        • Marcatonio scrive:

          Se il Padova, pur potendolo fare non si inscrive al campionato, non è proprio colpa di nessun altro se non del Padova stesso. Chiuse le iscrizioni sei fuori…. il nome e società del Padova erano quindi in “stallo”, non restava che battere una nuova via ed è stato fatto.

        1. Lacoste76 scrive:

          2018/19
          Si giocherà in campionato Vicenza-Padova

          Il dna lo vuole.

          Ora che il Vicenza si è salvato è tutto più chiaro.

          Samba in B

          1. Stefano scrive:

            Quella sotto e' la spiegazione tecnica e in fa una grinza … però anche il Modena e' fallito …. ma e' scomparso …. loro no !!!!!!!

            1. Mario2 scrive:

              Spero si siano informati bene su sarno, lo scorso campionato ha avuto la pubalgia, che non sia il vero motivo per il quale è finito fuori lista

              • Cane Pazzo Tannen scrive:

                A quanto so, dopo la fine della stagione scorsa è finito fuori rosa per screzi con la società (il Foggia lo voleva cedere e lui ha rifiutato varie offerte e destinazioni che evidentemente non lo aggradavano).

              1. acp scrive:

                l’euganeo resterà così com’è fino alla fine dei nostri giorni.

                • Marcantonio scrive:

                  Comunque meglio così com’è che un obbrobrio di “ritocco”… quello stadio è nato male e non è rimediabile, salvo prenderlo in mano completamente.

                  • acp scrive:

                    completamente d’accordo. se avrà un futuro è un progetto che sicuramente contesterò con la mia usuale grazia e sensibilità civica.

                • Lacoste76 scrive:

                  Basta sentenze, che ne imbrocchi 1 su 3 se va bene :D

                  • acp scrive:

                    il catechismo della madama inizia a farti effetto. troppo arcobaleno nei post. tra poco mi aspetto il rinnegamento del DNA.

                    fano-padova non me la ricordo più. prossima partita fra 20 giorni quasi. no se poe.

                    • Patrick scrive:

                      madama mi eccita assai…………ottimo approccio, acp…
                      nn posso vedere quella nuova curva sud incastonata nella struttura..
                      CI VUOLE UNA NUOVA CURVA DA 5000 POSTI DE FI NI TI VA!!
                      non quella minchiata!!!

                1. Il vecchio MAX scrive:

                  L’anno scorso,nel periodo in cui Altinier era in gran spolvero,per puro divertimento ,quando potevo,cercavo di” seguire ” qualche attaccante del nostro girone per vedere se ce ne fosse almeno uno che avrei messo al posto del nostro attaccante senza alcuna remora.Alla fine mi sono segnato ,cerchiato in rosso,un solo nome : Ettore Gliozzi.
                  Se non si e’ liqueffatto( e con i giovani non si sa mai) e Bisoli permettendo (non e’ matematico che sia disposto a rivedere qualche virgola sui suoi dogmi su cosa debba fare un centravanti che parta dall’inizio della gara),potrebbe darci una grossa mano.L’ho osservato in un paio di gare intere del Sud Tirol(oltre che negli high-lights) e mi aveva veramente impressionato.
                  Nessuna sorpresa per il desiderio di De Risio di andarsene. Certo,poteva scegliere un modo meno ingenuo e piu’ corretto di salutare la piazza,ma sinceramente anche un cieco avrebbe visto che era,prima dell’ultimo acciacco,in forma straripante e che Pinzi stava con la lingua fuori, ma per Bisoli e’ sempre stato il numero 2. Vi ricordo che venne a Padova per lo stesso motivo,e cioe’ che a causa di un infortunio perse il posto e,ristabilitosi,non riusci’ a riprenderselo.
                  Ha fatto una stupidaggine ( e per De Poli non e’ una novita’) ed ha il grosso problema che non garantisce continuita’ di rendimento perche’ e’ piu’ svarowski di Neto Pereira,per cui onestamente e’ difficile puntare tutto su di lui.
                  Certo che sarebbe buffo se l’Avellino,a tre punti dai play-out, finisse in C e noi in B…Sebbene io sia cattivissimo,mi accontenterei che avvenisse anche solo la seconda eventualita’.

                  1. Cane Pazzo Tannen scrive:

                    http://www.padovasport.tv/calcio-triveneto/il-vicenza-si-salva-parola-di-de-bortoli-bonavina-consulente-legale/

                    Come sempre e in eterno paraculati a Vicenza… DNA…
                    Cioè, vi rendete conto che questi, dopo anni di accumulo esponenziale di debiti e una società decotta da almeno un decennio, la prossima stagione saranno in Lega Pro, come se nulla fosse, con una società risanata e ripulita (che conseguentemente attirerà agevolmente nuovi capitali) pronta a puntare agevolmente ad una immediata risalita in B (che per DNA si concretizzerà ovviamente subito)?!?
                    Mah… Che schifo…
                    Altro che solidarietà ai vicentini… Che, per inciso, da sempre mi stanno sulle palle per la loro boria e snobismo (peraltro finto) verso di noi…

                    1. Marcantonio scrive:

                      Spero si giochi al più presto, anche perchè stando fermi stanno aumentando i giocatori con acciacchi.. :lol:

                        1. Enrico M. scrive:

                          La partenza di De Risio deve secondo me far riconsiderare le priorità del mercato dei centrocampisti. A questo punto diventa più importante trovare un sostituto con le sue caratteristiche piuttosto che un trequartista. Ricordiamoci che il rendimento del centrocampo è stato anche basato sull’alternanza. Il calcio di Bisoli è dispendioso e i vari Pinzi e Belingheri hanno già mostrato un calo. Servono alternative con benzina nelle gambe.

                          • Mario2 scrive:

                            Credo anche io verrà sostituito..tabanelli e pulzetti ogni tanto hanno qualche problema e comunque mancherebbe un centrale

                          1. Lacoste76 scrive:

                            Visto che c’è tutta questa attenzione, allora è peggio…c’è rassegnazione.

                            A me non sembra normale che dopo il progetto di Bonavina, nessuno dellla tifoseria organizzata e della dirigenza abbia mosso qualche critica o espresso una posizione.
                            Se attenzione vi è stata, significa che le parti in causa ritengono SODDISFACENTE QUESTA SOLUZIONE…e allora che così sia…basta dopo “No ciamarse pentii”

                            1. Lacoste76 scrive:

                              Noi parliamo del Vicenza che non morirà mai,, di Cisco e De Risio dei quali tra due anni neppure ci ricorderemo più.

                              NON SI PARLA PIÙ DI STADIO.

                              La nostra casa, quel monumento ove passiamo le domeniche, un edificio che subisce restauri ogni 20 anni se si è fortunati e che può resistere 100 anni.

                              Da due anni, dopo 15 anni di silenzio, si riparla di stadio e noi ce ne freghiamo. Bonavina se ne esce con un progetto allucinante e nessuno dice nulla, ultras, aicb, dirigenza, stampa. STO RIVIVENDO LA RISTRUTTURAZIONE SCELLERATA DEL 1999/00 quando si poteva bloccare la costruzione della sud capendo cosa sarebbe venuto fuori.

                              Poi non lamentiamoci quando avremo uno stadio con una parete di tubi e teli di plastica dietro la porta nord e 1/3 di stadio lasciato al degrado.

                              Basterebbe costruire due curve dietro le porte. Basterebbe questo, senza neppure demolire le curve esistenti con i loro ufficetti tanto cari a Coni etc.

                              Almeno teniamo vivo il tema.

                              1. Il vecchio MAX scrive:

                                Il calcio della serie C vive di questi miseri ricatti,vedi caso Diniz. La scelta sara’ tra guadagnarci niente o perdere 6 mesi di mensilita’ lorde da versare a De Risio. In pratica,a conti fatti,non c’e’ scelta,come ogni ricatto che si rispetti.

                                1. Stefano scrive:

                                  Alla fine il 28/1 andrà in scena "orgoglio gattofilo" e ci troveremo ad affrontare ambiente e squadra caricati a 1000 dall'ennesimo "salvataggio" in extremis . Quanto meno abbiamo 12 gg per prepararsi ad uno scontro che per i wcentini sarà molto basato su orgoglio e senso di appartenenza : non poteva che andare così

                                  1. mario2 scrive:

                                    comunque la serie d a vicenza non la vedono manco stavolta..fallimento pilotato a quanto pare..qualcuno che ci mette i soldi lo trovano e se la squadra resta questa si salvano ai play-out mal che vada

                                    1. acp scrive:

                                      buttatelo in tribuna.

                                      1. Marcatonio scrive:

                                        PADOVAGOAL:colpo di scena nella cessione di Carlo De Risio all’Avellino. Il Padova ha puntato i piedi bloccando il giocatore…. nelle ultime ore il Padova ha intavolato con il Brescia una trattativa per uno scambio De Risio-Cattaneo

                                        mi sa che c’è stato qualche litigio….

                                        1. acp scrive:

                                          de risio richiesto in B è solo l’ennesima conferma di quanto superiore sia la mia conoscenza tecnica del gioco. giusto però cederlo a queste condizioni. purtroppo il fattore fisico conta. andrà sostituito.

                                          • fabio.pd scrive:

                                            ognuno (ogni giocatore) fa i suoi calcoli di convenienza….lui gli avrà fatti. Io però rifletto e dico….ma un minimo, UN MINIMO, di attaccamento alla maglia !!!….. a maggior ragione adesso con la potenziale promozione in B,,,, A Padova – secondo me – nessuno lo avrebbe escluso dalla squadra….Mahh….per me l’unica spiegazione accettabile potrebbe essere l’avvicinamento ai suoi cari, alla sua terra….(non so nemmeno dove sia….ma fa lo stesso…)

                                          • Cane Pazzo Tannen scrive:

                                            Premessa: dispiace senza ombra di dubbio perdere un giocatore molto valido come De Risio che non ha giocato molto per il fatto che quest’anno c’è molta concorrenza a centrocampo e per essere stato anche parecchio acciaccato. Quando è entrato e ha giocato ha però sempre dato il suo valido contributo.
                                            Ciò detto, quando un giocatore viene allettato da proposte oggettivamente, o soggettivamente, migliori e, quindi, non è più convinto appieno di rimanere, è meglio farlo andare.
                                            Anche io sono convinto che oggettivamente la destinazione Avellino non sia poi così migliore di Padova (o meglio, lo è sicuramente a breve termine vista la proposta di 2 anni e mezzo di contratto, ma poi chissà), ma evidentemente per il giocatore è meglio così (ritornerebbe anche vicino a casa).
                                            Insomma, sono dinamiche normalissime nel calcio professionistico e nulla si può dire al giocatore che non ha mai fatto mancare impegno e dedizione.
                                            Ovvio che dovrà essere adeguatamente sostituito…

                                          • Patrick scrive:

                                            ma con la propria squadra che rischia di salire il prossim anno, in parte non capisco la scelta di di risio…con passaggio ora a gennaio tra i cadetti….sinceramente una piazza come avellino non la trovo cosi invitante con tutti i problemi che si ritrova….provare a portare in porto la stagione qui e starsene a pd? bonetto ci stara’ provando…

                                            • Marcatonio scrive:

                                              Da quello che scrivono… è l’offerta di due anni e mezzo di contratto ad allettare il calciatore, se ci teniamo, facciamoglieli noi, altrimenti lo si lasci andare.

                                              • Patrick scrive:

                                                a me sta storia puzza…non è chiara…ragazzi, avellino parliamo…….nn mi pare nemmeno in una posizione rosea di classifica…..i siti pompano spesso le situazioni in sto periodo, dove c’è poco di cui parlare….poi sara’ pur vero che qualcosa di vero’ c’è, ma non mi torna qualcosa..

                                            • Lacoste76 scrive:

                                              Cedere Cisco in serie A è doveroso
                                              Cedere De Risio all’Avellino è follia.

                                          1. Albi scrive:

                                            Dopo anni di ripescaggi vergognosi giustizia è fatta (speriamo).

                                            • Cane Pazzo Tannen scrive:

                                              Mai dare i vicentini per morti visto che di segnali ne abbiamo avuti in abbondanza negli anni passati.

                                              Come ho scritto nel precedente post di Martina, Sono convinto che di riffa o di raffa potrebbero sfangarla anche stavolta.
                                              Seppur più difficile in serie C, potrebbero riuscire a concludere la stagione in corso tramite il fallimento pilotato (certo, ci vuole che butta dentro denaro fresco necessario per finire il campionato – a tal proposito Padovagoal parla di circa 2,5 ,mln di euro) e ripartire nella prossima risanati e sempre in serie C.
                                              Se ciò non dovesse accadere potrebbero poi sempre sperare e appigliarsi a una possibile promozione dell’Arzichiampo (o, sempre per restare in tema, su un ripescaggio dello stesso in serie C – dopo ottimo/buon posizionamento nei play-off che in D si fanno a tale scopo – se non dovessero vincere il campionato) che potrebbe poi fondersi con il “nuovo” Vicenza partendo dalla serie C.

                                            1. Il vecchio MAX scrive:

                                              Con tutto il rispetto,non ci vedo niente di speciale nell’affermare che si preferisca VINCERE dominando sul campo piuttosto che a tavolino… Credo che neppure il piu’ cinico dei tifosi sarebbe capace di pensare il contrario. Magari suonerebbe piu’ decourbertiniano preferire di PERDERE ,o,se non si riesce ad arrivare a simili vette morali,per lo meno a GIOCARSELA sul campo piuttosto che acchiappare 3 punti grazie al giudice sportivo o alle disgrazie altrui.
                                              In secondo luogo,per amore di obiettivita’,mi sembra fuori luogo calcare molto la mano sul fatto che il Padova verrebbe oltremodo danneggiato dalle eventuali 3 soste,visto che dovrebbero comunque farle tutti,Gubbio escluso.
                                              Se non sbaglio all’andata ci si e’ lamentati perche’ la sosta del dopo Fano arrivava nel mezzo di un percorso appena iniziato.
                                              Adesso che ci capita il culo di non dover interrompere niente,anzi,potenzialmente di averne 2 di fila,ci si mette ancora a piangere ? Perche’ non tener presente,ad esempio,che i 3 nuovi pezzi da novanta(e teoricamente Salviato,Gliozzi e Cattaneo,se arriva, lo sono senz’altro) avrebbero 15 giorni di tempo in piu’ per mettersi alla pari con gli altri ?Perche’ sorvolare sul fatto che si passa il turno di Coppa,tra l’altro senza infortuni e ammonizioni ?Cos’e',una penalizzazione ?Perche’ dimenticare che se saltasse la gara di Vicenza si dovrebbero comunque incamerare i 3 punti,e quindi non sarebbe comunque possibile per gli avversari azzerrare il piccolo distacco che abbiamo ? Paradossalmente, e’solo giocando la partita che si potrebbe ,in caso di sconfitta,venire addirittura superati ! Chiaro,non si puo’ avere la moglie ubriaca e la botte piena, il problema di trovare le prime effettive avversarie meglio rodate di noi esiste e quindi bisognera’ trovare le adeguate contromisure e non sottovalutarlo.Sinceramente non credo ce ne manchino i mezzi.

                                              • Cane Pazzo Tannen scrive:

                                                Sì, egoisticamente nel complesso questa situazione può effettivamente portarci più vantaggi (quelli elencati) che svantaggi.
                                                L’unica cosa che temo è che alla ripresa, dopo oltre un mese di sosta se a Vicenza non si dovesse giocare, ci sarà proprio lo scontro diretto importantissimo con la Sambenedettese e, per quanto riposati e pronti potremmo essere, è innegabile che il feeling con il clima agonistico da partita ufficiale potrà non essere al top…

                                              1. fabio.pd scrive:

                                                …se devo essere onesto…….io sono indifferente alle sorti del vicenzacalcio, che risorgano dalla polvere come abbiamo fatto noi, che ci provino almeno…. E personalmente tutto questo…. ambaradan….sulle partite che non si disputano lo vedo come una opportunità, DEVE essere una opportunità: più tempo per la preparazione e per l’inserimento dei nuovi arrivati, meno infortuni per tutti i giocatori, meno chiacchere da parte di Bindi….pronti a scattare come una molla. Una situazione societaria, di squadra, di tutto quello che volete…..come quest’anno non bisogna perderla !!!!

                                                • Marcatonio scrive:

                                                  più tempo per la preparazione e per l’inserimento dei nuovi arrivati…. pronti a scattare come una molla,

                                                  Anch’io la pensavo così…ma riflettendoci su… si parla spesso di ricaricare le pile…. proprio in tema elettrotecnico
                                                  si potrebbe allora pensare a cosa succede alle pile quando le lasci là e non le usi più per molto tempo…. ecco che pronti a scattare come una molla potrebbe perdere proprio la carica per allentamento progressivo… e la pila meglio usarla e ricaricarla continuamente che non lasciarla là.
                                                  Ecco io tempo che alla fine questa lunga sosta, stia diventando troppo lunga… spero di sbagliarmi e che ripartendo ci si ritrovi gli stessi di prima.

                                                1. Nanu Gol scrive:

                                                  Nostalgia per quando andavo all'Appiani da bambino a vedere i derby con Triestina e Vicenza. È cambiato tutto, in peggio. Decisamente in peggio. A volte capisco un po' chi ripudia il calcio

                                                  1. Stefano scrive:

                                                    Adesso perdiamo de risio che quanto a interdizione a centrocampo il suo l'ha sempre fatto . Sempre avanti nessuno indispensabile ma ci attende un ritorno non facile

                                                    1. Stefano scrive:

                                                      Secondo me comunque concluderanno il campionato è troveranno anche chi li sostiene . Alla fine il 28/1 troveremo una squadra agguerrita con una tifoseria compatta . L'impressione e' che le soluzioni comunque non manchino a wcenza …..

                                                      1. tifoso ignoto scrive:

                                                        A mio avviso il problema è che la serie C non ha
                                                        visibilità, ha pochi soldi, troppi costi e pochissimi vantaggi.
                                                        Dal numero risicato di promozioni rispetto alla serie maggiore
                                                        al numero elevato di retrocessioni.
                                                        Consapevole di questi problemi la lega accetta iscrizioni assai
                                                        controverse, ritrovandosi poi in corso di campionato con problemi
                                                        spinosi quali fallimenti mancati pagamenti ecc.
                                                        I soldi veri sono tutti per quella decina di squadre che accede
                                                        alle coppe europee, per il resto solo briciole e la serie C non
                                                        vede neppure quelle.

                                                      Lascia un Commento

                                                      *