28
gen 2018
CATEGORIA

Sport

COMMENTI 96 Commenti
VISUALIZZAZIONI

9.925

LA VITTORIA DELLA FUGA

Che sensazioni indescrivibili regala questo finale di giornata. Un sabato che si è trasformato nell’apoteosi del campionato biancoscudato, con la vittoria nel derby di Vicenza per 1-0, in un “Menti” in cui i tifosi berici hanno fatto di tutto per far sentire ai giocatori la loro vicinanza, nonostante il fallimento societario e la quasi sparizione dal girone ad inizio gennaio, in un “Menti” in cui i tifosi del Padova si sono presentati in oltre 1.600 per far capire alla squadra che, quando il gioco si fa duro, i duri cominciano a giocare, anzi non hanno mai smesso per la verità!

A fare la differenza stasera la grande reazione del Padova nel secondo tempo. La caparbietà di Pulzetti e compagni. La voglia di portare a casa il risultato a ogni costo. E’ grazie a questo mix esplosivo che Guidone, imbeccato dal neo acquisto appena entrato Sarno, ha indovinato la traiettoria giusta segnando forse uno dei gol più emozionanti e pesanti della sua carriera.

Già. Più 8 dalle dirette inseguitrici. E’ ufficialmente iniziata la fuga. E a sancirla non poteva che essere una vittoria, strameritata, contro il Vicenza. In casa sua. Troppa roba per dormire stanotte. Mi sa che sarà una notte insonne per molti e per una volta lo sarà per un bellissimo motivo.

9.925 VISUALIZZAZIONI

96 risposte a “LA VITTORIA DELLA FUGA”

Invia commento
  1. Stefano scrive:

    TOP

    Cappelletti/Sarno (Padova): il primo è micidiale ogni volta che se ne va palla al piede, penetrando la difesa avversaria come una lama nel burro. Il secondo gioca l'ultima mezz'ora cambiando l'inerzia della gara, tra appoggi di classe e conclusioni dirette a rete. Solo un grande Perina nega a lui e ai compagni la gioia del gol nel finale. DINAMICI:: commento da tutto c /// invece il pullitzer della lessinia ha incentrato intervista da barile (ops!) tutta sul fatto che cappelletti deve tornare in difesa e che a centrocampo non ne ha azzeccata una (più che altro un attacco a bisoli……) ….

    • Mario2 scrive:

      Beh cappelletti è un difensore, ha fatto bene per quelle che sono le sue qualità..tuttavia mandorlini e mazzocco farebbero probabilmente meglio..Stasera male in difesa per le due voragini lasciate nella ripresa, per il resto loro sono venuti per il punto (vedi ultimi minuti) e per protestare ad ogni fallo

    1. Stefano scrive:

      Chissà perché e' uscito marchi ! Intendevo Fabris!

      1. Stefano scrive:

        Marchi credo proprio sara' utile da qui alla fine

        1. Stefano scrive:

          Pari . Ok così : prossima c'e' samb Reggiana / feralpi ha perso . Non male . Troppi cartellini risparmiati agli ospiti

          1. acp scrive:

            padova-samb 1-2. il giocattolo si è rotto.

            1. Lacoste76 scrive:

              Critica l’elitarismo chi si sente cittadino e dice la parola provinciali con accezione negativa
              Non capirò mai la superiorità geografica. La provincia forgia, la città è molle.

              • Mario2 scrive:

                Io ho conosciuto quest’ anno un tifoso che abita proprio a Padova..e mi sono sorpreso

              • Patrick scrive:

                si capisce da come scrivi che nn conosci nemmeno la provincia. chiuso nella tua gabbia dorata in stile tracy spencer. ti merito questo ideo..fondamentale per la mia recente puberta’. ps il padova all’ epoca giocava in C1. https://youtu.be/gPALPa5lFns

                ps2. Dice Patrick lo statistico: il Padova ha giocato in A l ultima volta quando Buffon esordiva a Parma in massima serie ( annata 95-96): tra poco appendera’ i guanti al chiodo e nel frattempo ha fatto in tempo a completare un’ intera carriera e giocare 5 mondiali senza che noialtri ci si è riaffacciati nella massima divisione…ora come prevedibile, pare in arrivo ripensamento in stile italiota..l’ immortalita’ va sempre cavalcata in sto paese di balordi…ancora 2 anni di carriera….che sia la chiusura del cerchio:…anche per noi? ;-)

              1. Stefano scrive:

                1-1 800 paganti oltre agli abbonati e 1500 su sportube

                1. Lacoste76 scrive:

                  0-1

                  Bisoli:”qualcuno sentiva già la promozione in tasca, questa sconfitta servirà”

                  1. Stefano scrive:

                    360 biglietti acquistati in prevendita oltre a 320 settore ospiti …… minchia che entusiasmo

                    1. acp scrive:

                      plebiscito ultimo chiodo sulla bara della partecipazione popolare.

                      padova-venezia dell’anno scorso rimarrà ineguagliata per molto tempo. purtroppo

                      1. LucaPd scrive:

                        Domani bisogna vincere, altro che pareggio. Tanto di cappello a Zamuner per il mercato.

                        1. Stefano scrive:

                          Anch'io vorrei vincerle tutte ma proprio tutte. Pero' so che se almeno non perdiamo domani, il distacco resta invariato e gli scontri diretti sarebbero a favore … detto questo , portiamola a casa !

                          1. Stefano scrive:

                            Quindi dall'intervista di bisoli si e' appreso che sarno non si e' quasi mai allenato e che quasi sicuramente rischierera' cappelletti a centrocampo (spero non lo faccia per testardaggine ) . In ogni caso il mister e' lui e quindi…… domani a me il pareggio basta .

                            • Spinoccia scrive:

                              Mah… ascoltando l’intervista su PDSport pare proprio che Bisoli sia molto convinto! Insomma Cappelletti finora avrebbe sbagliato ruolo… Secondo me è abbastanza certa la sua presenza domani e francamente non so cosa pensare dato che abbiamo pur sempre un Mandorlini a disposizione, per quanto ultimamente sembri abbastanza sottotono.
                              Fidiamoci del mister ( ma io spero che Fabris sia disponibile già dalla prossima).

                              Per quanto riguarda l’appello di Bonetto ad accorrere in massa sinceramente non nutro molte speranze che abbia grande ascolto, e mi dispiace molto. Su Listicket sono visibili ampie zone vuote in tutti i settori, ad iniziare dalla ovest ma anche la Fattori al momento è venduta solo per un 50% circa. A mio avviso se si arriva a 6500 unità è un miracolo.

                            • fabio.pd scrive:

                              ….mai accontentarsi!!….se ci accontentassimo di un pareggio: 1) giocando in casa 2) primi in classifica 3) buona rosa di giocatori……siamo messi male……..

                            1. Lacoste76 scrive:

                              Io sono grande estimatore della media inglese, tutti parlano di sambenedettese ma non dimentichiamo che “virtualmente” la seconda è la Reggiana che si trova in media inglese a -6 in virtù delle due partite che ha finora saltato. Inoltre non ha finora lo scontro diretto a sfavore, ed è l’unica ad averci soffiato un obiettivo di mercato. Occhio alla Regia

                              • FedericoPD scrive:

                                In media inglese il Padova è a +1, mentre la reggiana viaggia a -10 .
                                Per la media inglese la vera avversaria è il sudtirol, che è a -5 , quindi a 6 punti dal Padova.

                              • Cane Pazzo Tannen scrive:

                                Concordo sulla Reggiana. Ad oggi è secondo me la squadra più pericolosa in prospettiva.

                              • Treves de'Panfili scrive:

                                condivido al 100%
                                squadra solidissima, paga la partenza lenta.

                                aggiungo una cosa: propongo, da sabato fino a fine campionato, di concentrare l’attenzione sul problema stadio con cori, striscioni e quant’altro sia necessario a mantenere il focus. non ce ne facciamo niente della B con uno stadio del genere

                              1. Nanu Gol scrive:

                                Patrick, in passato no, assolutamente. Posso garantirti che i cugini da parte di mia madre venivano tutti i sabato sera nel padovano perché da loro non c'era un cazzo. Negli ultimi anni Padova è morta esattamente come Vicenza, perché i bar da aperitivo che trovi qua sono gli stessi che trovi da loro. Tutto ciò è figlio di quella maledetta cultura di massa che chiamano globalizzazione, che ci vuole tutti uguali e standardizzati, discorso lungo e comunque poco inerente… Ad ogni modo il complesso di inferiorità direi che gli è rimasto ben dentro!
                                Sul fatto dell'elitarismo direi che il padovano è fatto un po' così, ognuno col suo giro e poco propenso ad aprirsi verso chi ha uno stile di vita differente. Anche la politica gioca molto in questo senso: se da loro i camerati di Piazza San Lorenzo dividevano la curva tranquillamente con i compagni e tuttalpiú si ignoravano qui semplicemente non sarebbe stato possibile, a causa anche del passato stesso di Padova, una città dove tuttora ci si odia e dove fino a pochi anni fa ci si prendeva a sprangate. Diciamo che se questo ha influito negativamente sul numero delle presenze in curva, ha sicuramente favorito la compattezza, dal momento che fino a pochi anni fa di divisioni non se ne parlava proprio. Oggi ho la sensazione che le cose siano in evoluzione, vedo che Educazione Padovana ad esempio si trova in ovest e non in Fattori. Staremo a vedere.

                                • Lacoste76 scrive:

                                  vicenza è la città più morta che io abbia mai visto, due mesi fa un giovedì sera in centro non c’era una sola persona e non è esagerazione.
                                  Per fare serata in Veneto solo Padova e Treviso (Venezia centro storico ovviamente è un discorso a parte).

                                  • Patrick scrive:

                                    vicenza è un buco e non ha uno straccio di universita’..
                                    poi mi parli del giovedi..giorno praticamente morto ovunque alle nostre latitudini…
                                    peccato che se vai nella zona fiera della citta’ esiste una zona espressamente dedicata a locali di vario genere che noi qui ci sogniamo…
                                    poi lo so che a te basta fare il figurone con l’ abito in piega con il moscow mule in mano all aperitivo….ognuno ha le sue ambizioni…..

                                    • Lacoste76 scrive:

                                      A Padova c’è movimento discreto ogni sera.
                                      Io bevo solo vino, zero superalcolici, solo qualche grappa e rhum non allungato.

                                      Treviso che non ha università (tolta qualche facoltà sede staccata di Padova) è tre volte più viva di Vicenza e praticamente alla pari di Padova.
                                      Ovvio che tu non puoi saperlo perché vai a Treviso solo per il triste raduno alpini

                                      • Treves de'Panfili scrive:

                                        manifestazione in centro completamente senza senso. fine a sè stessa. non si avvicina la città così, la si allontana ulteriormente

                                      • acp scrive:

                                        lacoste piazza duomo.

                                        patrizia stavolta ti meriti un 10 e lode.

                                      • Patrick scrive:

                                        uei fighetta, concordo che tu alla festa degli alpini scapperesti urlando mamma dove sei, ma era per dire che sia treviso che vicenza sono piccole rispetto a padova…e proporzionalmente offrono di piu’..su tv in effetti sono meno afferrato di te…cmq il discorso tuo, nanu, legato a questioni politiche gestite a vicenza e meno gestite da noi, in parte non mi torna…..di sicuro la mentalita’ spesso spocchiosa o elitaria della nostra citta’ ( la coste ne è l’ esempio lampante pur vivendo in provincia..pensa fosse nato in piazza del duomo a pd…) contribuisce al tutto…
                                        io dico solo una cosa..bellissimo fare manifestazioni come quella di sabato per il compleanno dell’ acp ( eventi dove gente con la puzza sotto il naso come la coste mai partecipera’), meno apparire come alieni o dischi volanti nel contesto del liston polleggiato patavino..cioè la cosa che piu pesa che si nota facilmente è il non sentirsi a proprio agio nel cuore della citta’, come se fossimo appestati o stranieri tra le nostre vie..la cosa piu’ importante che andrebbe recuperata sarebbe il riconoscersi a casa, fare squadra con quello che ci circonda, al costo di qualche compromesso….se si vuole pesare maggiormente in tante questioni……non so se mi sono spiegato…
                                        ps. non è che il nuovo socio franco armeno è l’ asso nella manica di bonetto pro nuovo Euganeo? lo spero vivamente…..

                                1. acp scrive:

                                  mercato eccellente.zamuner si conferma un grandissimo direttore, merita un rinnovo. ora in campo dovremo chiudere in maniera barbara e rapida il campionato. sabato si gioca per un solo risultato.

                                  1. Mario2 scrive:

                                    Concordo con chi afferma che il mercato di gennaio sia stato ottimo, soprattutto in considerazione degli ultimi due colpi. Qualità indubbie per lanini, spero non pecchi di umiltà. Ottimo fabris, mezzala e all’ occorrenza terzino. Spero che bisoli non si fissi con cappelletti in mezzo al campo (ps. il mio escluso sarebbe trevisan) che se non ha la giocata facile perde ogni riferimento e anche il pallone, vedi il contropiede e successiva punizione rimediati sabato al 90′.

                                    1. Nanu Gol scrive:

                                      Secondo me i vicentini hanno numeri superiori ai padovani per un semplicissimo motivo: una storia calcistica migliore! Che poi volendo è lo stesso motivo per cui anche i veronesi hanno numeri superiori ai padovani… Ecco, aggiungiamoci lo stadio che li aiuta parecchio!
                                      Non vedo perché ci dovrebbe essere un complesso di inferiorità per questo: in tutto il mondo la consistenza numerica di una tifoseria ha come prima motivazione il blasone calcistico…
                                      Non ci metterei nemmeno la città tra le motivazioni perché il Vicenza ha sempre avuto tanti tifosi dalla provincia, anche in tempi non sospetti quando da queste parti la provincia era cosa sconosciuta. Anzi parenti miei di quelle parti mi confermano che in città il Vicenza da quasi fastidio oggi come oggi. Ma hanno comunque uno zoccolo duro di tifosi più numeroso del nostro per il motivo già spiegato.
                                      Conoscendoli posso dirvi che hanno un grande, enorme complesso di inferiorità sia verso Padova che verso Verona. Parlo proprio a livello cittadino. Il fatto che siano sempre li a ripetere ogni due secondi che non ci considerano dovrebbe essere indicativo.

                                      • Treves de'Panfili scrive:

                                        ovvio, i successi della squadra nel lungo termine sono determinanti e proporzionali al pubblico.
                                        ma io credo che il caso loro vada un po’ oltre, tutto sommato saranno 15 anni che mangiano merda eppure hanno 6500 abbonati e sono venuti da noi in 2300………..noi da loro in 1500 da primi in classifica…..semplicemente ci sono piazze più calorose ed altre meno.
                                        sul complesso di inferiorità non lo so…onestamente non conosco bene i vicentini, ma faccio fatica a pensare cosa potrebbero invidiarci e viceversa (a parte lo stadio e la storia calcistica dei ’90)

                                        • Cane Pazzo Tannen scrive:

                                          Vorrei aver mangiato la presunta merda che ha mangiato il Vicenza negli ultimi 15 anni…

                                        • Patrick scrive:

                                          che mangiano merda da 15 un emerito cazzo…hannos sempre fatto B giusto un anno di C e poi ripescati….con A sfiorata qualche anno fa…dai nn diciamo fesserie..per favore.che poi sia una piazza ruspante meno segaiola mentalmente sono d accordo…tifano tutti o quasi lane….da noi ci facciamo spesso la guerra interna, tra politica strumentalizzazioni fazioni e una citta’ che resta abbastanza puttana, ma a cui contribuiscono anche atteggiamenti reiterati negli anni da varie parti in causa….

                                          • Treves de'Panfili scrive:

                                            ecco patrick ha espresso quello che volevo dire io. comunque secondo me, senza scavare nel passato sportivo delle singole squadre, semplicemente esistono piazze più calde e altre meno…non mi sembra una cosa strana…

                                      1. tifoso scrive:

                                        Grazie Lacoste per aver posticipato orario di inizio si padova-samb, così posso andare a sciare anch’io!

                                        1. QuoreSqudato scrive:

                                          Mi sfuggono le ragioni di ordine pubblico che possono portare a spostare l’orario di inizio della partita di sole due ore dalle 16.30 alle 18.30.
                                          Forse con il buio il traffico si coordina meglio?

                                          ufff… avevo appena ottenuto il permessino dalla moglie per il pomeriggio di sabato… sto’ abbonamento l’ho fatto solo per la causa Bonetto, finora sono riuscito a vedere solo le partite del lunedì sera

                                          • Cane Pazzo Tannen scrive:

                                            Provvedimento completamente privo di senso… se era per l’ordine pubblico allora dovevano farla giocare alle 14.30.
                                            Italia, FIGC e Lega Pro allo sfascio completo…

                                          • Marcantonio scrive:

                                            E’ sempre più difficile, anche quando sembra facile, tentare nell’impresa di seguire la propria squadra del cuore per un intero campionato. Ma dico, se da tempo sai che giocherai di sabato, se sai che giocherai alle 16.30….allora puoi tranquillamente confermare una cena tra parenti alle 20 e 30…. eh no! Appena confermi, ecco che ti spostano l’orario!
                                            Non è serio, non ci volevo credere….mi tocca fare un’altra figuraccia….con i parenti :lol:

                                          • Patrick scrive:

                                            palesemente una stronzata..non ha senso posticiparla al buio col rischio nebbia e rischio maggiore di scontri..che poi coi samba mai accaduto nulla di che….paese di merda, federazione da abbattere uno per uno…ci fanno pagare i fatti di vicenza……questo il livello medio del nostro calcio…sempre piu’ indietro su tutti i fronti…
                                            edel e ferro stasera in sauna si scambieranno baci e abbracci!

                                            • filippo scrive:

                                              attenzione alla menata dello striscione antisemita
                                              secondo me cova qualcosa

                                              • Cane Pazzo Tannen scrive:

                                                L’ho letta ieri quella dello striscione “antisemita”… A me onestamente non sembrava avesse proprio nulla di antisemita quello striscione. Era semplicemente una presa per il culo verso i vicentini (mi sembrava chiaramente che il significato fosse come dire: “ma che uomo è questo che mangia i gatti?”). Poi ovviamente bisogna cavalcare l’onda e allora ecco astrusi ragionamenti e collegamenti sulla frase dello striscione (ovvero il titolo del libro di Primo Levi) e il fatto che sabato fosse il giorno della Memoria: il tutto per trovare un appiglio (da arrampicata sugli specchi) per tirare fuori l’antisemistismo che, ripeto, in questo caso a mio parere non c’entra proprio nulla.

                                          1. Nanu Gol scrive:

                                            15 anni che mangiano merda dici? Io ho visto che in questi 15 anni sono stati ripescati tre volte e se ne sono sempre fatti motivo di vanto. Ho visto che 20 anni fa hanno vinto una coppa Italia e sono arrivati ad una semifinale europea quando noi stavamo retrocedendo in C1. Ci siamo fatti 13 anni fra C1 e C2 mentre loro erano in B. Direi che la differenza è tutta qua, non li farei più calorosi di noi, anche perché la bravura qui non è stata determinata dal portare tanti tifosi in trasferta, ma dall'aver saputo resistere quando tutto nel Calcio Padova andava a rotoli…
                                            Cosa ci invidiano loro? Beh parti dal presupposto che vivono in una città in cui non c'è nulla, e soprattutto i giovani per divertirsi debbono spostarsi a Padova o a Verona

                                            • Patrick scrive:

                                              d accordo su tutto a parte le ultime due righe…mi pare che si divertano molto piu a vicenza che a padova…tra locali e vita notturna…certo se escludiamo i 2000 bar di padova per aperitivi alla la coste..altro non c’è….padova è morta da anni in tal senso…su verona nn mi esprimo.
                                              comunque ripeto: uno dei loro meriti piu’ grandi è che il vicenza è un patrimonio di tutta la citta’, da noi si creano le faide, si strumentalizza, si cerca di far di tutto per rendere il PD patrimonio di un elite, quando non lo è.
                                              il calcio dovrebbe restare sempre popolare, ma spesso ho l impressione che chi per un motivo chi per un altro non si voglia tutto questo.

                                            1. tifoso ignoto scrive:

                                              Con 8 punti di vantaggio, il mercato diventa una sagra: tutti vogliono venire a Padova.
                                              Mai si è vista una messe di acquisti così corposa a gennaio, praticamente un’altra
                                              mezza squadra. Vorrei capire quanto inciderà nelle finanze ma sopratutto quanto
                                              andrà a condizionare gli equilibri dello spogliatoio tutta questa gente in arrivo.

                                              • Il vecchio MAX scrive:

                                                Beh,a conti fatti numericamente sono usciti 4 giocatori e ne sono arrivati 5 ,quindi c’e’ un solo giocatore in piu’ rispetto all’inizio.Economicamente e’ ragionevole pensare che il bilancio acquisti- cessioni di gennaio sia in attivo,anche se si sono tenuti segreti gli incassi dei cartellini di Cisco,De Risio e Tabanelli e il costo del cartellino di Salviato.Di sicuro non si sono fatte follie,visto che sono arrivati 3 prestiti e Sarno si era svincolato,e la cosa non mi dispiace affatto,anzi.Mi sembra che ci sia mossi con raziocinio,eccetto forse il caso di Mazzocco,che sinceramente avrei mandato a giocare in prestito da qualche parte perche’ e’ un patrimonio della societa’ che si sta bruciando. Anche nel primo anno di C con De Poli arrivarono 5 nuovi giocatori a gennaio,quindi non si tratta di una novita’ assoluta.Riguardo al problema degli equilibri di spogliatoio sinceramente non mi preoccupo molto perche’ normalmente non ci si mette a creare casini a 14 giornate dalla fine,tantopiu’ se ti ritrovi primo con un discreto vantaggio sugli inseguitori.Al limite il rischio potrebbero essere le motivazioni per chi arriva sapendo che parte dalla panchina e che tra tre mesi se ne andra’ via.Quello che e’ certo e’ che Bisoli,con una rosa del genere,puo’ giocare con 10 moduli diversi,e questo,ragazzi,non capita quasi mai.Questa Societa’ non ha lasciato nulla al caso ,non ha lesinato energie e questo deve esserle riconosciuto al di la’ di quello che succedera’ sul campo.Ora la parola spetta alla squadra e ai tifosi padovani.

                                              • Lacoste76 scrive:

                                                Secondo me c’entra anche il nuovo socio. Mi sembra di vedere un atteggiamento diverso ed una maggiore propensione alla spesa. Se così fosse Bonetto sarebbe stato uno stratega ineccepibile.

                                              1. acp scrive:

                                                i magnagati hanno mangiato merda negli ultimi 15 anni? nello stesso periodo noi abbiamo banchettato da candeo.

                                                non sono alla nostra altezza.

                                                1. Stefano scrive:

                                                  Arbitro manuel volpi : la sambenedettese con lui ha vinto a Reggio Emilia . Con noi un precedente : 2015 padova cuneo 1-3 … ha precedenti 5 vittorie degli ospiti su 14 partite (non poche ……) quindi a livello di "cabala" non il meglio per chi gioca in casa. Ma solo a livello di cabala …………..,

                                                  1. Stefano scrive:

                                                    Ah dimenticavo ……. ci ha arbitrato a Teramo lo scorso anno (0-0)

                                                    1. Giorgio scrive:

                                                      :-) :-) RICEVUTA VIA EMAIL. E’ SPAM????

                                                      Uno dei temi che più ha fatto parlare, in queste settimane nella nostra provincia, è stato quello della sorte del Vicenza Calcio, che, al termine di un periodo di gestione particolarmente tribolato e confuso, ha rischiato – e tuttora rischia – di scomparire dal panorama sportivo vicentino e nazionale.

                                                      Arrivata davvero a un passo dalla fine, la società è riuscita per ora a proseguire la propria attività in virtù dell’intervento del Tribunale di Vicenza che – carte e bilanci alla mano – ne ha decretato il fallimento, affidando l’esercizio provvisorio al curatore fallimentare, il dott. Nerio De Bortoli.

                                                      Si è trattato, questo, di un passaggio fondamentale nel tentativo di garantire ancora un futuro al Vicenza Calcio, che è oggi tra le società calcistiche italiane con più storia sportiva alle spalle e, con i suoi oltre 6 mila abbonati, è tra quelle con il maggior seguito di appassionati e di tifosi in proporzione agli abitanti e al campionato giocato.
                                                      Il curatore fallimentare è al lavoro in queste settimane per mettere in atto tutte le azioni utili a non disperdere non soltanto la storia e il blasone sportivo biancorosso, ma anche e soprattutto quel patrimonio intangibile fatto di autentica passione sportiva e di attaccamento alla società che si respira non soltanto in città ma anche in buona parte della provincia. Mi sono reso conto anche personalmente, in questa occasione, di quanto il Vicenza Calcio sia oggi ancora presente e profondamente radicato nell’immaginario collettivo di tantissimi vicentini.
                                                      Il dott. Nerio De Bortoli, sostenuto dal sindaco di Vicenza Achille Variati, ha presentato nei giorni scorsi al mondo economico vicentino i progetti e le iniziative in corso per cercare una soluzione alla crisi. L’obiettivo più urgente è far fronte alle scadenze dei pagamenti del 16 febbraio prossimo, passaggio preliminare da superare per dare basi più solide al possibile salvataggio della società.

                                                      Mi permetto di segnalarti questo progetto e di allegarti una particolare proposta di sponsorizzazione che il dott. De Bortoli sta sottoponendo in questi giorni al mondo economico vicentino. Si tratta di un intervento economico di entità contenuta (3.000 euro), ma che, se sottoscritto da un buon numero di sostenitori, potrebbe consentire di affrontare le prime emergenze e di sostenere la fase successiva di effettivo rilancio della società.
                                                      Ti invito, ovviamente in piena libertà, a valutare la possibilità di aderire al progetto e ti allego per conoscenza il testo del contratto di sponsorizzazione che viene proposto. Posso anticipare che, al di là del contratto, i nomi delle aziende aderenti saranno riportati in una pagina speciale che il Vicenza Calcio pubblicherà sul Giornale di Vicenza al termine dell’operazione.
                                                      Il Presidente
                                                      Certo il calcio è un tema che non ha a che fare con il “core business” delle nostre aziende, ma in questo specifico caso credo che possa essere giusto e benemerito contribuire con un piccolo aiuto a dare futuro a una società sportiva così fortemente innervata tra la gente e a non deludere i tanti giovani che praticano sport attraverso il Vicenza Calcio.
                                                      Per eventuali maggiori informazioni e dettagli sull’operazione e sui progetti in corso, puoi prendere contatto con lo stesso curatore fallimentare, dott. De Bortoli, di cui, vista l’urgenza che questo progetto di salvataggio assume, riporto qui il numero diretto di cellulare: XXXXXXXX o direttamente con il responsabile marketing del Vicenza Calcio, dott. Nicola Rossi, al numero XXXXXXX, email: marketing@vicenzacalcio.com.

                                                      1. acp scrive:

                                                        ora chiamo zwirner e gli propongo la mia nuova creazione, una sitcom dal titolo “la nobile (e il) provinciale” . satira sulla società moderna occidentale

                                                        1. acp scrive:

                                                          il menti è affascinante, è cittadino, è decadente, è aggregante, è vivibile. è uno stadio per il calcio e per il tifo.

                                                          noi invece abbiamo LA MERDA.

                                                          l’esultanza della curva al gol l’ho rivista 300 volte. è il calcio.

                                                          • Patrick scrive:

                                                            bravo acp, parole sacrosante, non la fighetta del la coste che ha da ridire pure sul menti…
                                                            perche’ lui è fashion, è metrosexual, è eternamente insoddisfatto..:-)
                                                            e pensa di farlo a ragione….troppi maggiordomi da piccolo! :-)
                                                            la premiata ditta edel borile mi fa una tenerezza..ma avete visto stasera spezzoni della trasmissione su tv7? di fatto si è parlato piu’ del campodarsego che del padova..patetico..
                                                            rivedetevi questa diretta invece…godete e guardate che assemblaggio di personaggi…
                                                            sono inguardabili, ma variopinti e bizzarri…
                                                            ecco, da noi ci vorrebbe piu mescolanza e meno elitarismo…
                                                            https://youtu.be/MlOvH_b-LXc

                                                            • Lacoste76 scrive:

                                                              Il Menti, scoperto per più 3/4, senza parcheggi, con ingressi da terzo mondo e viabilità inesistente, non è un gioiello. Certo è 1000 volte meglio dell’Euganeo ma io voglio pensare che Padova meriti un futuro magari lontano, all’altezza di Modena, Trieste, Udine, Reggio Emilia.

                                                              Per fortuna Bonetto pensa in grande non in modo mediocre. Del resto a te va bene il progetto Bonavina e questo la dice lunga, caro Patrick.

                                                              • Patrick scrive:

                                                                Dicesi stadio in centro citta’ e costruito quasi un secolo fa, ci arrivi o no? ovvio che nn ci siano molti parcheggi e che cmq la maggior parte dei locali ci si rechino a piedi o con mezzi diversi..
                                                                Le coperture potrebbero tranquillamente essere previste, se non erro c’è pure un progetto in tal senso di rimodernamento del menti.
                                                                Gli altri sono tutti stadi molto piu recente con i propri difetti, parcheggi a Trieste?? ci sei mai stato?
                                                                Per la quinta volta riscrivo qui che io non concordo col progetto bonavina che per me in primis deve prevedere una curva NOSTRA all’ altezza e di fatto definitiva, dove posso entrare e sentirmi orgoglioso di quel settore. quindi per me restano imprescindibile la dimensione almeno 4500 5000 posti coperta, poi incassatela pure, del telo mare al posto della nord certo non convengo ma su questo possiamo discutere…
                                                                Bonetto lo tengo in palmo di mano da sempre, alla faccia dello stile pane e salame imperante su questo blog per lungo tempo, intendo l’ approccio Bergamin, tifoso splendido..ma…. non all’ altezza calcistica professionale del suo collega..
                                                                che guarda caso sta scrivendo una pagina storica della nostra societa’.
                                                                vado allo stadio dal 1982 e mai ho vissuto una stagione così.
                                                                La coste, torna dall’ estetista…

                                                                • Patrick scrive:

                                                                  il punto è che tu continui a ripetere ossessionato che qui c’è gente invidiosa di te…forse qualcun’ altro, io mai te l assicuro…..
                                                                  ci vuole una curva per crescere come tifoseria non per rimanere i soliti..e questo passa anche dalla tipologia e dalla dimensione del settore….almeno 4000 4500 in un contesto come l euganeo…che ha gia comunque la sua capienza..cosa centra il mazza che è molto piu’ piccolo? ma hai visto gli angoli aperti dello stadio ferrarese, per un purista onanista come te sarebbe un colpo al cuore…..
                                                                  tutto va dimensionato a quel che si possiede..una curva come dico sarebbe giusta e chi se ne stra incula di queste minchiate sugli occasionali ( ancora sti discorsi retrogradi fai? persino in curva si è capito che fare muro contro chi viene ogni tanto non ha senso..tanto la citta’ se è puttana tale rimane…) o sugli spazi vuoti…
                                                                  cio’ detto se bonetto come spero ha un progetto migliore mi trova in prima linea…ma le dimensioni della fattori devono rimanere tali e quali…
                                                                  hai rotto il cazzo con il tuo elitarismo da sfiga’ che ti fa sempre rimanere in 4 gatti…
                                                                  è la fighetta che non puo’ mai per la cena, filippo…

                                                                • filippo scrive:

                                                                  meglio di Sandra e Raimondo
                                                                  ma la cena?

                                                                • Lacoste76 scrive:

                                                                  Sei fuori dal mondo. 5000 per la nostra curva?
                                                                  3500 sono perfetti, se no in C (perché nella nostra storia faremo ancora C) e B ti trovi mezza curva vuota e in A e nei derby ti trovi gli occasionali che vogliono spendere poco a centro curva che non cantano. A me i reggiani fanno tristezza in quella curva enorme mentre la ovest di Ferrara con i suoi 3700 è perfetta.

                                                                  Il telo dietro la nord è inaccettabile, da terzo mondo del calcio.
                                                                  A Trieste sono stato due volte e ho parcheggiato allo stadio e comunque Trieste ha una comfromaziOne particolare in ogni caso il Rocco non è paragonabile al Menti.

                                                                  Smettila di invidiare il mio stile, impara e comprati qualcosa, che sotto casa hai negozi bellissimi

                                                          1. massimo biancoscudo scrive:

                                                            Bellissima serata a Vicenza, vittoria meritata con un secondo tempo di livello assoluto. Bel colpo d’occhio sia la nostra che la loro curva ed in generale lo stadio. I nostri cori forse un po’ troppo sofisticati e i lanciatori dovevano spargersi un po’ di più e dotarsi di megafono. Detto questo….io ho fatto tre trasferte al Menti e…..tre vittorie. Più in generale, negli ultimi anni, a parte la trasferta con l’Alto Vicentino, ogni volta che sono andato… abbiamo vinto. Come detto 3 su 3 a Vicenza, 2 su 2 a Verona, vittoria a Trieste, vittoria a Brescia, vittoria a Pordenone. Forse è il caso che venga più spesso….Una postilla sugli scontri prima della partita. Diciamo che alcuni (molto pochi per fortuna) non aspettavano altro e già con gli autobus in partenza hanno cominciato un lancio di petardoni addosso alle forze dell’ordine tenendo aperte le porte dei bus. Per fortuna fra i poliziotti ci sono persone responsabili altrimenti, se ci avessero caricato seriamente, non so come sarebbe andata a finire. Perchè questi personaggi devono ancora circolare per gli stadi? Boh Comunque buon compleanno al nostro caro Padova e a tutti noi tifosi biancoscudati, abituati a soffrire. E’ nel nostro DNA come direbbe Lacoste, ma a volte riescono anche delle bellissime clonazioni….

                                                            • acp scrive:

                                                              il dna è sotto 3 metri di terra. l’alchimista lagunare le ha provate tutte per farlo resuscitare ma non c’è stato verso. defunto e non compianto.

                                                              • Lacoste76 scrive:

                                                                Durante i tuoi sacrileghi attacchi al DNA abbiamo fatto 5 punti in 3 partite

                                                                Poi hai abbassato la testa nel tuo cappottino da marinaretto parlando del Dna vicentino e pronosticando sconfitta e siamo tornati a vincere in trasferta.

                                                                DNA perdonalo, non sa quel che dice.

                                                                • acp scrive:

                                                                  sei chiaramente nella fase della negazione. rassegnati, il dna è morto e il fatto che nel periodo più buio abbiamo mantenuto un vantaggio rilevante ne è un chiarissimo segnale.

                                                                  nessuno rispetto per chi tifa un marchio di trappole per gatti. vivono nel passato.

                                                                  • fabio.pd scrive:

                                                                    con tutto il rispetto che ti porto, acp,…..ma “cappottino da marinaretto” è eccezionale come definizione, calza perfettamente, in effetti ce l’hai e tieni sempre il bavero alzato !! Posso dire: siete tutti fantastici con queste continue battute!

                                                            1. Cane Pazzo Tannen scrive:

                                                              Prima di andare sotto terra, oltre che rivedere il Padova in serie A, spererei di vedere uno stadio degno di questo nome nella nostra città… no rattoppi asimmetrici con vele e una minicurva incassata in un mega loculo…

                                                              1. Treves de'Panfili scrive:

                                                                Non capisco le polemiche sui numeri diversi mossi da padovani e vicentini.
                                                                I vicentini sono sempre stati e sono tuttora più numerosi dei padovani, grazie ad una città più provinciale e più grezza e quindi più ruspante e attaccata alla squadra. Se i numeri si dovessero misurare tenendo in considerazione solo il pubblico proveniente dalle città, escludendo le province, il distacco sarebbe ben più evidente.+
                                                                Detto questo, vorrei proprio vedere il percorso che avrebbe seguito la tifoseria vicentina se 25 anni fa fosse stata strappata dal Menti e deportata in piena campagna, in un postribolo da 40.000 spettatori senza curve e con le piste d’atletica…..
                                                                I padovani che nutrono complessi d’inferiorità verso i vicentini negando la loro superiorità in termini numerici non li caprò mai e poi mai. Il nostro derby naturale è con venezia, non con loro.

                                                                1. Mario2 scrive:

                                                                  Complimenti a zamuner se gli ultimi due acquisti saranno formalizzati

                                                                  1. Stefano scrive:

                                                                    Bellissimo il filmato del calcio padova : musica compresa … grande Bisoli nello "scarico della tensione " : avanti la prossima !!!

                                                                    1. filippo scrive:

                                                                      diversi modi di fare “giornalismo”
                                                                      a Wcenza il giornalino locale sostiene che il magico LANE ha “[...] messo paura alla capolista, alla squadra che con ogni possibilità andrà in serie B per assenza di antagonisti decenti”… Ancora meglio: “Dopo aver visto andata e ritorno il Padova, i rimpianti sono smisurati. Se il Vicenza non avesse dovuto fare i conti con i suoi noti e drammatici problemi, questo sarebbe stato un campionato da vincere. Lasciamo stare il torneo delle stelle dell’anno scorso con Venezia e Parma: è sufficiente pensare a quello di Lopez, tre spanne sopra a questo Padova. E se poi ti ritrovi di fronte a scelte tipo Cappelletti regista, Pinzi trequartista e il match winner Guidone in panchina… Davvero, il mondo è mal spartito”.
                                                                      Ora, per quanto deontologicamente patetico esprimere la propria frustrazione con toni da gallina isterica, si noti dall’altro una faziosità tipica del tifoso, incapace di accettare il verdetto del campo e sempre pronto a sostenere la sua squadra, anche di fronte all’indifendibile. Si potrà obiettare che un giornalista dovrebbe essere equidistante al netto del proprio bias (o in questo caso del proprio tifo): vero, così come si dovrebbe cercare di spronare l’ambiente anche quando le cose vanno male, per il bene comune. Nel caso specifico mi sembra che l’articolista ci riesca più che bene – sia fatto di proposito o solo di riflesso come reazione scomposta per la bruciante sconfitta non è dato sapere.

                                                                      Veniamo ora al nostro, di giornalino:
                                                                      “La prima della classe ha fatto di più dei “cugini” biancorossi, non cancellando comunque i difetti palesati anche in questa occasione, complici alcune scelte dell’allenatore che non hanno convinto.”
                                                                      Cappelletti play in effetti è risultata incomprensibile ai più, nonostante nel secondo tempo anche lui sia salito notevolmente di tono sfiorando la rete. Che l’incipit di una cronaca post storica vittoria ammazza campionato sui vituperati cugini mangia felini sia una stoccata all’allenatore fa quantomeno sorridere. A posteriori poi, al di la dei singoli, si poteva chiaramente vedere un canovaccio: farli sfogare nel primo tempo, e sapendo che una squadra che sostanzialmente si allena a singhiozzo da metà Dicembre non avrebbe retto novanta minuti a quei ritmi, assediarli nella ripresa. Tant’è che lo stesso Bisoli poi ha confermato essere questa l’idea di fondo in conferenza stampa post partita. Non potevano essere più comprensibili le scelte che non hanno convinto, alla luce di queste spiegazioni?

                                                                      Ancora:
                                                                      “Ma la vera sorpresa è la posizione di Cappelletti, avanzato nel cuore del centrocampo, con Pinzi spostato sulla trequarti: d’accordo avere la coperta corta in mezzo, ma perché rinunciare a Mandorlini, Mazzocco o Tabanelli per “inventarsi” un centrocampista inedito e togliere dalla regìa l’ex bresciano?” Finalmente poi l’allenatore soddisfa la nostra amata penna veronese: “Il Padova della ripresa, come gli è capitato più volte, suona invece un’altra musica. L’allenatore rivede le sue scelte e presenta un assetto più logico: dentro Guidone per Gliozzi e Pinzi “faro” del gioco.” Guidone per Gliozzi era da aspettarselo, visto che lo stesso Bisoli aveva parlato di problemi di condizione di entrambi in settimana. Il cambio a centrocampo è stato semplicemente di posizione, Cappelletti ha continuato a fare il mediano agendo però più da interno che da regista. Con un atteggiamento più difensivo ha liberato sia Belingheri che Pinzi, i quali si sono visti molto di più in fase offensiva andando anche vicino al gol.
                                                                      La disamina termina con un j’accuse sulle “polveri bagnate limite (vistoso)” e – meno male vien da dire – con il logico (questo si) riconoscimento al talento di Sarno.

                                                                      Potete poi andare a rivederVi le intemerate live dell’altro gran Visir del giornalismo Padovano, che dai salotti buoni di Triveneta attaccava il DG prima, l’allenatore poi sull’inconcludenza dell’attacco, sostenendo che si sarebbe dovuto vincere tre, quattro a zero. Che l’abbiamo pensato un po’ tutti in Curva Nord, ma poi c’è modo e modo di dire le cose no?

                                                                      Ecco, il contrasto stridente tra la difesa oltremodo faziosa del Wcentino con l’attacco supponente, alla ricerca della sterile polemica, del gialloblù prestato alla causa biancoscudata fa sorridere. Si troverà mai una via di mezzo tra l’essere i paladini della libertà di pensiero e il soppesare con un minimo di attenzione per l’ambiente le proprie sentenze?

                                                                      • LucaPd scrive:

                                                                        Purtroppo il gialloblù si è scazzato con Bisoli e quindi da super permaloso qual’è si sarà fatto il nodo al fazzoletto e avrà sempre qualcosa da ridire. Vi posso assicurare che si vive benissimo anche senza guardare Borile, personalmente tutto quello che mi serve sapere(o vedere) sul Padova lo trovo on line.
                                                                        I wcentini lasciamoli parlare..noi abbiamo fatto la partita che dovevamo fare e non abbiamo rubato niente. L’avevo scritto settimana scorsa.. dovevamo tenere botta all’inizio e così è stato.. nel secondo tempo li abbiamo asfaltati.

                                                                      • fausto scrive:

                                                                        Complimenti, condivido in toto

                                                                      1. Lacoste76 scrive:

                                                                        Ha ragione Stefano a riportare l’attenzione sullo stadio.
                                                                        Il Menti è vecchissimo e fa abbastanza cagare (checchè se ne dica) considerando che siamo nel 2018, ma è uno stadio di calcio dove il tifo si sente e l’atmosfera è quella che deve esserci.

                                                                        L’Euganeo non è più accettabile. Non possiamo vivere per andare in trasferta.
                                                                        Io ricordo Parma, Venezia, Vicenza, i derby all’Euganeo sembrano partite normali.

                                                                        Basta. Col Plebiscito è morto tutto visto che il tacón EuganeoBonavina presenta lacune incolmabili e ad effetto domino.
                                                                        Solo il Plebiscito era modificabile con costi compatibili con l’era moderna.

                                                                        • Patrick scrive:

                                                                          quando commenti in quel modo il Menti mi sembri Edel nei suoi patetici editoriali che scovano il peletto nell’ uovo….solita goduria onanista….il Menti è vecchio, caldo, vintage ed efficiente . punto. nelle nostre condizioni non possiamo dire altro.
                                                                          se non l’ avete ancora visto questo video è da pelle d’ oca…
                                                                          https://youtu.be/bcYaeY8N9XQ

                                                                        • filippo scrive:

                                                                          concordo con Lacoste.
                                                                          a me non è piaciuto in se, ma è sicuramente uno stadio per il calcio.
                                                                          i wcentini che blaterano di superiorità del loro tifo dovrebbero passare 24 anni all’Euganeo prima di lanciarsi in considerazioni risibili.

                                                                          non mi è chiara invece la ratio di lanciare petardi contro le forze dell’ordine prima dell’inizio della partita. I primi autobus arrivati al Menti portavano anche moltissimi tifosi che non avevano alcun interesse a cercare guai, spero che a qualche ottenebrato non salti in mente di distribuire DASPO come caramelle per ripicca…

                                                                        1. 1 scrive:

                                                                          Hanno vinto loro…. speriamo che ci lascino almeno i tre punti… magnagati non cambieranno mai!
                                                                          Buon compleanno Calcio Padova!

                                                                          1. fabio.pd scrive:

                                                                            …quanto avranno sofferto in questo weekend i wcentini e i cugini di campagna….supponenti e rosiconi….altro che pietra tombale come diceva un cittadellese qualche anno fa…..la ruota gira e girerà anche per voi…

                                                                            1. Cane Pazzo Tannen scrive:

                                                                              Considerazioni varie.

                                                                              Partita: il primo tempo al termine della frazione ha lasciato l’amaro in bocca, ma con il senno di poi si è in realtà capito che la partita era stata preparata così. Primo tempo di attesa consci del fatto che loro, visto tutto il contesto, sarebbero partiti belli forte e carichi.
                                                                              Poi nel secondo tempo si è capito immediatamente che la musica era cambiata e li abbiamo massacrati. Il risultato giusto era lo 0-3 e solo i nostri macroscopici errori sotto porta hanno impedito una vittoria larga.
                                                                              Ora la classifica si è messa molto bene per noi e diciamo che se battiamo la Samba ipotechiamo il campionato. A quel punto potremmo veramente perderlo solo noi con un crollo sul modello dell’Alessandria…

                                                                              Tifo: noi, a parte qualche sprazzo, deludenti… Bisogna dirlo. C’era Rocco che era disperato mentre lanciava i cori… Non so bene il perché di questa serata sotto tono a livello canoro (naturalmente parlo in proporzione al numero di presenti). L’anno scorso a Venezia, in circa 500 in meno, abbiamo fatto tanto, ma tanto, meglio.
                                                                              Quando si è in così tanti, per cercare di far cantare anche quelli più ai lati e distanti io consiglierei ai lanciacori consiglierei l’uso di uno o più megafoni. Visto che il loro utilizzo da quest’anno è stato finalmente di nuovo permesso, non capisco perché non usarli.
                                                                              La coreografia, invece, dalle foto che ho visto è venuta bene.
                                                                              Vicentini: curva gremita e si sono fatti sentire, non c’é che dire.
                                                                              Da segnalare che ieri i primi ad offendere sono stati loro (visto che in teoria ci snobbano… ma solo per finta…) a fine primo tempo. Noi abbiamo iniziato con i cori contro solo nel secondo tempo.
                                                                              Soliti striscioni molto tristi e il fondo è stato toccato con le emoticons… mah… Coreografia di per sé brutta con i sacchi neri della spazzatura e salvata solo dalla mega maglia che fa sempre il suo effetto.

                                                                              Chiudo dicendo che sono rimasto basito dall’editoriale di Edel. Primi a +8 eppure proprio non ce la fa a non cercare l’inutile polemica… Incredibile… Vada a vedere in pianta stabile il Cittadella.

                                                                              1. Stefano scrive:

                                                                                Stadio di wcenza ieri . Stadio di ferrara oggi in TV : questo e' il modo di vedere il calcio! Con il plebiscito persa una occasione storica . Qualunque "taccon" all'euganeo sara' una schifezza : un saluto sdegnato ai "100" finti dell'appello pro euganeo (magna tartine a sbafo )

                                                                                1. fabio.pd scrive:

                                                                                  primo tempo…..scontro tra i barbari e i gli hastati e i velites. Secondo tempo ingresso della cavalleria con accerchiamento degli avversari e…mazzata finale. “DAL BUIO…TORNEREMO IN UN BUIO ANCORA PIU’ PROFONDO”.
                                                                                  Che serata magica…ieri sera !! vicentini….quanta spocchia. Con tutti i loro problemi……hanno ancora fiato per insultare Bisoli soprattutto i signori della tribuna centrale: VERGOGNA !!

                                                                                  1. Nanu Gol scrive:

                                                                                    @Patrick: ieri dalla tv però ho sentito più di qualche coro vostro…

                                                                                    1. acp scrive:

                                                                                      il derby ormai è con il venezia. sti qua no i xe boni.

                                                                                      dio mio bisoli e le sue formazioni. abbia pietà di me per il resto del campionato.

                                                                                      serve un centrocampista. forte,

                                                                                      1. fausto scrive:

                                                                                        La cosa più godibile di ieri sera, la faccia di Vignoni a Diretta Biancorossa negli ultimi dieci minuti della partita, era una gioia vederlo anche perché era convinto di vincere.

                                                                                        1. Patrick scrive:

                                                                                          Vittoria da grande squadra ieri, primo tempo gestiti,nella ripresa li hai uccisi dimostrando tutto il valore della rosa.
                                                                                          Alla faccio dei benpensanti alla Edel o Borile, che riescono ovviamente a rompere i coglioni e cavare il pelo dall’ uovo anche sulla prestazione, arrivando a moralizzare scelte iniziali ed errori nella ripresa sottoporta..I veri problemi di Padova..
                                                                                          Aspetto tifo: splendida la nostra coreografia, mediocre la loro, ma a livello di cori noi ieri non bene, troppe pause, insistere sui cori lunghi ed articolati in quel piccolo stadio rumoroso non funziona, bisogna capirlo..ci vogliono canzoni secche o di massa…
                                                                                          Sorvoliamo sui penosi smile in curva a vicenza…
                                                                                          Mi sono goduto il Menti vuoto in attesa di uscire. Spettacolare impianto ed invidia pura per i magnagati.

                                                                                        Rispondi a Lacoste76

                                                                                        Accetto i termini e condizioni del servizio

                                                                                        Accetto i termini sulla privacy

                                                                                        *