01
dic 2018
CATEGORIA

Sport

COMMENTI 71 Commenti
VISUALIZZAZIONI

2.181

ALLENATORE NUOVO, PROBLEMI VECCHI

3 partite con il nuovo allenatore ed ecco già evidenti i problemi di sempre. L’allenatore è nuovo e fa quel che può ma i problemi di questo Padova sono quelli vecchi. Quelli che partono da quest’estate, da quando cioè la rosa è stata costruita con un budget evidentemente troppo basso e puntando troppo sui giovani. Giovani che senz’altro tra qualche anno esploderanno perché le qualità le hanno ma ora rischiano di vivere un campionato infernale. Una stagione dall’epilogo davvero infelice, l’unico in grado di uccidere veramente una passione che già adesso sta stentando parecchio nonostante la riconquista della serie B.

A Cosenza si è rivisto il Padova che fa fatica a costruire, che non tira in porta, che negli ultimi sedici metri si vede poco e male, ma anche il Padova che, come era successo a Foggia e a Brescia, riesce ad andare in vantaggio e poi cala vertiginosamente alla distanza, sprecando tutto nei minuti finali. L’attenuante dell’ingiusta espulsione di Mazzocco c’è, ma è troppo poco per giustificare tutto quello cui (non) abbiamo assistito nel secondo tempo.

Erano queste ultime due le partite da vincere, contro Carpi e Cosenza, scontri diretti per non retrocedere. Se è andata così male con queste due come possiamo solo sperare di riuscire ad avere la meglio contro Palermo, Lecce e Benevento? La preoccupazione cresce inevitabilmente. E il mercato di gennaio davvero appare al momento l’unica luce in fondo ad un tunnel sempre più scuro.

2.181 VISUALIZZAZIONI

71 risposte a “ALLENATORE NUOVO, PROBLEMI VECCHI”

Invia commento
  1. patrick scrive:

    Non so quanti di voi abbiano goduto della enorme figura di m… capitata al povero Barile lunedi sera….
    In studio Sergio Gasparin, che per sempliciotti di provincia come La Coste sara’ solo uno stupido vicentino, invece personaggio di spessore enorme nel mondo del calcio, con una testa che ragiona in modo indipendente, è stato splendido ascoltare come ha smerdato quel conduttore per modo di dire….
    Una frase in particolare resta indelebile: qui a Padova, a differenza di quasi tutte le piazze venete, la stampa e i media non sono tifose del Calcio Padova. Non c’è quell’ atteggiamento che respiri pro squadra della propria citta’.
    E’ vero, lo reputo sacrosanto. Ovviamente il Barile si è subito trincerato dietro il solito vittimismo, è sempre colpa della stampa, o sciorinando i suoi 4, 5 premi Pulitzer, sono un giornalista indipendente e dico quello che penso, altra buffonata.
    Attaccata da altri ospiti si è rifugiato offeso nel silenzio, con gli occhioni da cane bastonato.
    Che scena impareggiabile….
    Qui la stampa non significa che è contro la squadra, a parte rare situazioni in calo per fortuna negli ultimi anni, ma che non fa gruppo, è democristiana, come nel caso di cosenza legato al rigore, bisognava alzare la voce eccome su quel caso scandaloso!
    Solo Volpe ( non Edel badate bene…) sul Mattino ha scritto come dio comanda, sottolineando bene il fattaccio.
    Come il caso Samb l’ anno scorso quando BIsoli in sala stampa all’ Euganeo diceva che sembrava di stare in trasferta coi giornalisti ospiti a dominare la scena…ecco, questa è una delle cose piu’ tristi di questa realta’…
    ci vuole piu’ attaccamento da parte di tutti, non svolgere il compitino o farsi belli con voti che non stanno ne in cielo ne in terra il giorno seguente.
    Sembra una piccola cosa, invece da qui passa orgoglio, senso di appartenenza e difesa della propria realta’.
    Magari un Gasparini a Padova!!

    • Cane Pazzo Tannen scrive:

      Concordo.
      Se dovessimo salvarci, a mio parere, Bonetto dovrebbe valutare seriamente l’opportunità di avanzare una proposta a Gasparini per l’inserimento in società.

    • svissero scrive:

      cmq a me non mi e piaciuto neanche Berlinghieri …sembrava fuori dal mondo di non sapere in che merda ci hanno cacciato ….sembrava schifato di tutto quello che c era in studio e mai ha detto che e colpa loro …mah… un altro che a fine stagione che se ne va siche piu di tanto non ne puo fregare

    • acp scrive:

      guardi borile, leggi il mattino. cossa goi da concludere?

      • Il romano scrive:

        Ma non era Bisoli ,acp, i mali di questo Padova? E insistiamo : con Pinzimonio, Berlingueri, Dell’arca, Chinell ato. Speriamo bene. Sempre Forza Padova!

      • patrick scrive:

        pippa bacca padovana, io leggo tutto quello che ruota attorno al mondo calcio padova..così ci si fa un’ idea ESAUSTIVA di una realta’ che ami…ovvio che il mattino non lo sviscero ma cmq lo guardo nei dettagli…e come detto ultimamente, esclusi i tristi preziusi e edel, c e un volpe che sta facendo un ottimo lavoro…se lo lasciano lavorare in santa pace…..
        sei giovane, onanista e poco curioso…ma ripeto che finche’ continui a frequentar gente come la coste che pensa solo all estetica e fa incubi tutte le notti per il suo vivere a mirano in esilio, non migliorerai mai….

        • acp scrive:

          io la realtà la vedo con mesi d’anticipo. effetto collaterale di un quoziente intellettivo elevato.

          apprezzo comunque la tua lotta contro il conformismo mondano di lacoste.

          corn way of life.

    • Spinoccia scrive:

      L’ho visto anch’io.
      Ti dò ragione su tutta la linea. Certo nessuno dice che si debba arrivare ai livelli di Vighini, però a Padova da sempre c’è una stampa con l’atteggiamento che hai descritto correttamente. Ho visto giorni fa il Mattino per caso e mi ha fatto invelenire vedere prima il Cittadella del Padova ora che non c’è neache più la scusa della differenza di categoria. In TV non va meglio, tant’è che l’unica trasmissione dedicata interamente al Padova è stata tagliata.
      Borile (che non tifa Padova) non lo vedevo da un paio d’anni almeno. Trovo intollerabile la sua spocchia, che si acuisce con l’avanzare dell’età, e i teatrini con con Schiavon (che tifa Cittadella) e il tizio pelato (almeno lui tifa Padova) di cui non ricordo il nome sono avvilenti oltre a mettere in serio imbarazzo gli ospiti.
      Aggiungerei anche che ho molto apprezzato quando Gasparin gli ha fatto notare che la domanda “perchè secondo te il Padova da inizio anno ha cambiato almeno 5/6 giocatori nel ruolo di regista?” al malcapitato Belingheri non abbia proprio senso farla. Il conduttore, visibilmente stizzito, non ha saputo dire di meglio che lui è convinto di aver fatto in 30 anni solo domande intelligenti.

      Di certo se il Padova va male non è colpa della stampa ma si può senz’altro affermare che da queste parti la coesione semplicemente non esiste. Credo peraltro sia un fenomeno sociale localizzato qui nella nostra città perchè, come altre volte sottolineato, il padovano stesso (di città) per primo considera il Calcio Padova come un fenomeno troppo popular e di basso livello per meritare la sua attenzione. Non parliamo poi della passione.

      • Filippo scrive:

        Gasparini quello delle torte col bancarottiere dalle carbonare, altro ospite fisso di Borile?
        Dai patty su… non fa calcio ad alti livelli da quando l’uomo è andato sulla luna, di cosa stiamo parlando?

        Io a Padova preferirei un bel gruppo di imprenditori facoltosi e con una visione manageriale a lungo termine. E ce ne sarebbero da fare il pil dell’Estonia.
        Bonetto da solo non può farcela, Oghourlian più che Zio Paperone mi ricorda Bernhardsson (a proposito di torte). Se a Gennaio non metti sul piatto almeno un paio di milioni, affidati ad un ds serio (Zamuner mi sta deludendo), l’anno prossimo torniamo a calcare il prestigioso palcoscenico della Serie C.

        • patrick scrive:

          hai sparato una serie di cagate in serie da far risorgere i morti…
          e naturalmente appartieni all’ ala corvi porta sfiga che vede tutto nero…
          come cazzo si fa a non amare e rispettare bonetto, il miglior presidente che l acp abbia mai avuto…
          no, avanti ancora con gli imprenditori dello scheo che qui storicamente non hanno mai combinato un beato cazzo.
          compratevi uno, dico un libro sul calcio padova e leggetevi la storia della nostra societa’.
          perche le figure di merda sono dietro l angolo. sempre.

          • Filippo scrive:

            una lettura superficiale mia cara
            Ho scritto Bonetto non può farcela da solo, non Bonetto è un incapace
            Il resto non sto nemmeno a commentarlo, perché partendo da un assunto sbagliato per un difetto di comprensione, tutto il resto è spazzatura

    • Marcantonio scrive:

      …e pensare che i loro lettori/spettatori, mica sono di un’altra città!! Sono di padova e provincia!!

    • Lacoste76 scrive:

      Cara Patrizia, il problema è proprio che Padova è così.
      Il problema del Padova è Padova città e Padova e i padovani.
      Gli snob, quelli che godono del male del pdova, quelli che preferiscono volley e rugby, quelli che acclamano il Cittadella come esempio di virtù, quelli per i quali tifare la propria squadra è da proletari, quelli che “a Padova non abbiamo solo il calcio come a Vicenza”, quelli che non si abbonano…SONO DI PADOVA CITTÀ.
      I 100 tifosi doc sono di Padova città.

      I provinciali che tu snobbi, da padovano medio che non ha un suo orgoglio personale ma geografico, sono il bene della tifoseria padovana. Togli la provincia contadina (siamo proprio sicuri?) e resta ben poco

    1. effebi scrive:

      ci sta a perdere col palermo ma questi ci han presi per il culo han giocato 10 minuti fatti i 2 gol poi han detto ok va bene cosi…..pinzi bellingheri troppo lenti per la serie b 3 a 1 e il genio mette chinellato che a gennaio va via cisco e marcandella in panchina….foscarini non ne azzecca una..

      1. Stefano scrive:

        Prossime 3 Lecce Benevento verona . dove vutto ndare……

        1. acp scrive:

          padova non mi merita.

            1. acp scrive:

              attendo le scuse di bonetto.

              1. francescosolesino scrive:

                e poi in serie b bisogna correre e noi non corriamo duriamo un tempo vedi berlinghieri pinzi pulzetti io non capisco come mai foscarini non veda serena che e uno che corre il centrocampo del padova guarda caso e andato in tilt da quando manca Broh l unico che pressa e fa contropiede

                1. francescosolesino scrive:

                  e poi ha preso un allenatore che non allenava da un anno e poi guarda che ha fatto e poi chi richiamo cestaro vi ricordo che il primo anno ci siamo salvati ai playout pur spenedndo valanghe di soldi nel mercato estivo si poteva prendere ardemagni e cacia che erano svincolati io prenderei ancora cutolo e x la facia sinistra prenderei favalli

                  1. francescosolesino scrive:

                    xrche a cittadella c,e un certo marchetti che pesca sempre bene in lega pro vedi koume preso x 400000 euro e venduto x 5 milioni poi ha scoperto settembrini poi adorni che ha sempre fatto campionati in c e d e poi scappini che l anno scorso non giocava con la cremonese e poi si è fatto dare in prestito dalla spal finotto lui e uno che conosce la lega pro

                    1. tifoso ignoto scrive:

                      Chi dice che Bonetto ha speso poco in campagna acquisti e dunque è normale
                      che siamo in zona retrocessione vi invito a dare un’occhiata nel sito Transfermarket la
                      classifica del valore delle rose delle squadre di serie B 18/19.
                      Troviamo il Palermo in testa alla classifica e giustamente è anche in testa
                      al campionato, significa che ha speso tanto ma col giusto riscontro di classifica
                      In penultima posizione veleggia il Padova superato solo dal Cosenza in
                      compagnia del Livorno del Carpi ma appena piu su c’è il Cittadella un poco
                      piu su ancora il Lecce attualmente 3′ e 2′ in campionato a dimostrazione che
                      non è spendendo tanto ma spendendo bene che si fanno le buone rose

                      1. Cane Pazzo Tannen scrive:

                        A mio parere l’unico obiettivo da perseguire è quello di evitare la retrocessione diretta e cercare di giocarci la salvezza ai play-out.
                        Ad oggi la squadra è da retrocessione diretta, ma se riusciamo ad operare bene a gennaio (bisogna sganciare soldi e prendere la gente giusta… a tal proposito inizia per esempio a girare il nome di Calaiò che è fermo da maggio per squalifica… no buono…) i play-out li possiamo raggiungere.
                        La salvezza diretta per me è una chimera anche perché a gennaio, pur investendo, è molto difficile fare miracoli. La squadra verrà migliorata (ci vuole poco…), ma a nel mercato invernale difficilmente trovi giocatori che ti fanno fare un salto di qualità notevole.
                        Ad oggi sono 4 le squadre abbastanza nettamente più scarse delle altre: Livorno, Carpi, Padova e Cosenza (il Foggia e il Crotone non c’entrano nulla con la zona bassa: i satanelli, pur calati, hanno una rosa di tutto rispetto e avrebbero 16 punti e il Crotone, con la rosa che ha, non ci credo possa rimanere invischiato fino a fine campionato nei bassifondi).
                        Ergo, bisogna quantomeno cercare di arrivare primi tra queste quattro per sperare di fare il play-out (e attenzione a non arrivare a più di 4 punti dalla quint’ultima altrimenti le ultime 4 vanno giù direttamente).
                        Una mano in tal senso potrebbe darcela più avanti il regolamento che verrà stabilito per le retrocessioni dalla B o le promozioni dalla C di quest’anno. Siccome l’anno prossimo la B al 95% sarà a 20 squadre (altrimenti il putiferio di quest’estate non sarà valso a nulla… e sarebbe incredibile…) dobbiamo sperare che decidano di far retrocedere una squadra in meno in C (e non invece di dare una promozione in più alla C). Tale aspetto potrebbe evidentemente essere decisivo visto che vi sarebbero solo 2 retrocessioni dirette.

                        La situazione è pessima: si sperava che la scossa del cambio allenatore e la vittoria (un po’ fortunosa) di Ascoli ci desse lo slancio per imboccare il bivio giusto nell’importantissimo doppio confronto con le pericolanti Carpi e Cosenza (2 partite da cui mi aspettavo 4 punti), invece le cose sono andate come peggio non si poteva.
                        Partita deludente e scialba con il modestissimo Carpi.
                        A Cosenza, dopo un discreto primo tempo fino al rigore del vantaggio, abbiamo cominciato a rinculare e a soffrire.
                        Poi l’arbitro ci ha rovinato la partita (è evidente), ma il punto ormai lo dovevi portare a casa, pur tra mille sofferenze.
                        Era fatta: al 94esimo è inconcebile lasciar saltare un uomo libero in area di rigore su calcio d’angolo in cui sei schierato… l’inferiorità numerica non contava nulla in quel frangente… ennesima disattenzione veramente imperdonabile che non fa che confermare gli enormi limiti di questa rosa…
                        Credo che quella del San Vito sarà purtroppo una batosta che lascerà il segno…

                        Speriamo però di reagire perché francamente una via crucis del genere è veramente dura da reggere… Come dice Lacoste, mi sa che il DNA ci sta facendo pagare l’eccezionale evento della vittoria della scorsa stagione con un campionato di B in cui stiamo andando peggio della squadra di Penocchio…

                        Ultima considerazione: mi sembra evidente che una nuova retrocessione in C sarebbe un autentico disastro per questa piazza che ne ha già viste di ogni…
                        Personalmente seguo il Padova fin da bambino, dalla stagione ’86/’87 per la precisione. Ecco, dalla stagione ’98/’99 (quindi nelle ultime 21 stagioni) abbiamo assistito prevalentemente alla serie C (due anni di C/2 addirittura), ad un fallimento (non giuridico, ma sportivo) e, quindi, addirittura ad un campionato di serie D (che per quanto divertente possa essere stato, visto che per i tifosi si è un po’ tornato a respirare il clima di un tempo per quanto riguarda le trasferte) che rappresenta una macchia indelebile.
                        Quello che voglio dire è che, pensando anche al deprimente contesto dell’Euganeo, non credo che riuscirei francamente a reggere l’ennesima batosta… insomma, ancora la serie C (e all’Euganeo) no… non ce la farei…

                        • Lacoste76 scrive:

                          È evidente che se il Padova retrocedesse sarebbe una batosta insuperabile per la tifoseria.
                          Farebbero 1000 abbonati se è tanto.

                          Del resto quando parlo di DNA, non mi riferisco ad una stupida cabala ma all’analisi di una serie di fattori sociali, politici ed umorali che contribuiscono Ad affossare questa squadra.

                          La storia dice che dal 1962 siamo la peggior squadra italiana. Ha fatto più serie A di noi chiunque:
                          Udine Verona Chievo Vicenza ferrrara bologna Modena Parma Piacenza Cesena Bergamo Brescia Como Cremona Milano Genova Ancona Ascoli Pescara Foggia Lecce Bari Palermo Catania Messina Salerno Napoli Avellino Roma Perugia Cagliari Sassuolo Empoli Livorno Pisa Firenze, Reggio Calabria, Crotone, Catanzaro.

                          PRATICAMENTE SIAMO INFERIORI A QUASI TUTTA ITALIA. Abbiamo fatto una comparsata equiparabile peraltro a Treviso , Benevento, ternana, pistoiese, Venezia, carpi.

                          CIÒ NON ACCADE PER CASO PER 50 ANNI. È una città da sport minori come rugby e pallavolo, manca imprenditoria con soldi veri, manca una classe politica vicina all’imprenditoria (basti pensare alla vicenda Plebiscito, manca uno stadio per il calcio, manca una città che ami la squadra. Mancano televisioni che parlino solo del Padova e non del Cittadella o del campodarsego. Manca un saper coinvolgere studenti universitari ad andare allo stadio, c’è da sempre troppa tensione politica. Manca l’orgoglio di avere una squadra vincente. Manca la fame di avere una squadra vincente. C’è tanta ignavia.

                          Chi guarda solo questi campionato è miope.

                          • svissero scrive:

                            sei the Monstre di giorno farmacista di notte doctor………

                          • Marcantonio scrive:

                            E’ da tempo che blateri di questo DNA, certo un po’ tutti qui, capivamo cosa volessi dire, :) , ma è la prima volta che lo esamini e spieghi così bene :) tale da generare in noi un vero e proprio discernimento :)

                            È una città da sport minori come rugby e pallavolo
                            aggiungici pure giocando pure il golf, massima espressione della competizione fisica nello sport.

                            E’ una città un po’ snob che considera il calcio un po’ ruspante, roba da plebaglia e si autocompiace di considerarsi un gradino più su.

                          • Lacoste76 scrive:

                            Nel lungo elenco ho sicuramente dimenticato qualcuno, ad esempio Siena.

                        1. fabio.pd scrive:

                          quello che mi fa ben sperare…è che abbiamo al timone del Padova una persona responsabile e sana come Bonetto, non abbiamo il penocchio di turno. Sicuramente aggiusterà il tiro a gennaio, ne sono convinto e sono ottimista, il campionato è ancora lungo. Sabato voglio vedere 11 leoni. Contrariamente a ciò che si è portati a pensare, io sono convinto che il Padova si esprima meglio con squadre di “alta classifica”: Questa è una mia opinione personale….

                          1. massimo scrive:

                            Io penso che il male principale di tutta questa situazione è che la Società non è adeguata per la Serie B.
                            Non ho mai difeso Bisoli, ma credo che le colpe non siano tutte sue.
                            Per fare la serie B ci vuole competenza e soldi, tutto quello che manca a questa Società.

                            Penso che la salvezza si possa raggiungere attraverso i Playout perchè, come già detto, le squadre invischiate sono 5 : Livorno,Carpi ( che vedo giù dirette) Padova,Crotone e Cosenza, tutte le altre, guardate bene, si salvano dirette.

                            Il mercato di Gennaio è un vero mistero. Credo che anche le altre, in particolare il Crotone, cercheranno rimedi e rinforzi, bisogna vedere chi lo farà meglio .
                            Per il Padova l’unico dubbio è quanto la Società vorrà comunque investire, tenendo conto che ci sono 31 giocatori e 2 allenatori a stipendio. E Bonetto non mi sembra in grado di spendere più di tanto, il MISTERIOSO socio forse.

                            • patrick scrive:

                              Societa’ non adeguata per la B???? Fino ad un mese fa tutti a definirla la salvezza di questa citta’.
                              piu’ che il Dna il vero male di questa realta’ provinciale è la sua mentalita’ borderline, che palesa una non cultura calcistica pazzesca…..
                              Non si puo’ buttare tutto nel cesso oggi 3 dicembre. Cazzo non si puo’.
                              Tutti a sparare sentenze, a riesumare Cestaro ( ma vergognati….), io vi reputo totalmente esauriti.
                              D’ altra parte mi ricordo scene simili se non peggio l’ anno scorso a +7 sulla seconda….
                              La situazione è difficile e complessa? Sì, assolutamente.
                              La situazione è irrecuperabile e compromessa? NO, col cazzo.
                              Io non ci sto a quei giornalisti che ieri gia’ parlano di piede nella fossa e baratro sopraggiunto, anzi mi stanno ampiamente sui coglioni, perche’ si tratta solo di onanismi personali.
                              Complimenti a Stefano Volpe per l ottima disamina di ieri, con voti EQUILIBRATI e corretti, non le sparate di Padova Goal con serie di 4, 4,5 a caso…senza guardare una partita nel suo complesso.
                              Che scriva sempre Volpe e non Edel su quel giornale, decisamente altro pianeta.
                              Badate bene: io non difendo per partito preso questa squadra, dove la mediocrita’ regna sovrana.
                              Ma nel perseguire il piagnisteo e il lamento generale non si ottiene un cazzo.
                              Qui ci vuole equilibrio e sono il primo ad essere seriamente preoccupato.
                              Ma c’è un limite a tutto questo e leggere idiozie contro una societa’ che c ha riportato in B dopo 4 anni e in maniera così autorevole, io mi chiedo, ma qui sapete cos’è il passato recente o ragionate con il culo ?

                            1. Lacoste76 scrive:

                              Ma la cosa peggiore del DNA è che anche se nessuno lo esplicita come me, tutti sono consci del DNA.
                              Appena si perde subentra quell’amarezza di chi sa che tutto andrà come tante altre volte, cioè male.

                              Appena si va male scatta il paragone con Cittadella che di certo ha acuito la negatività del nostro DNA.

                              Appena si va male, un tifoso pensa che oltre a vedere una squadra di merda la vedrà in quel cesso di Euganeo ed ecco che smette di andarci.

                              Appena le cose vanno male la stampa da un lato soffre, dall’altro cavalca quella rabbia del padovano bastonato.

                              Appena le cose vanno male ti guardi intorno e le altre venete stanno quasi sempre meglio di te.

                              Tutto ciò peggiora ancora le cose.

                              L’unico che poteva cambiare quest’imerzia era Marcello Cestaro con i suoi miliardi perché qui per vincere serve il doppio dei soldi di una normale città. Io penso davvero che a pdova il calcio dovrebbe sparire per tanti anni per rinascere tra 10 anni depurato di tutto.

                              1. Nanan scrive:

                                Il Lecce di Meluso è secondo,però ha fatto un mercato dove ha speso tanto prendendo tutta gente di categoria rifacendo la squadra.in attacco pettinati 13 gol lo scorso anno e la Mantia 12 gol ,quest ‘ ultimo è costato 800 mila di cartellino.purtroppo nel calcio attuale bisogna spendere e cittadella e Chievo sono eccezioni difficili da imitare.comunque come contributi abbiamo preso quasi 6 milioni,il monte ingaggi che abbiamo a mio avviso è al di sotto di questa cifra dato che prestiti e giovani non penso che prendano tanto.probabilmente lo scorso anno hanno speso parecchio e dovevano rientrare.situazione difficile per il mercato di gennaio,…calaio mi ricorda rocchi ….grazie abbiamo già dato.

                                • Spinoccia scrive:

                                  Ti leggo sempre con piacere Nanan e quasi sempre sono d’accordo con le tue analisi tecniche e i tuoi commenti.
                                  Su Calaiò ho fatto lo stesso identico tuo pensiero: mi è venuto immediatamente in mente Rocchi.
                                  Calaiò giocatore di 37 anni fermi da 6 mesi.
                                  Quanto tempo gli servirà per rientrare in condizione? Che motivazioni potrà avere essendo a fine carriera?
                                  Io non credo che serva gente con un nome noto e un buon curriculum come se questo dovesse essere esibito quale biglietto da visita. Serve gente che possa giocare dalla prima partita, già in forma ed allenata e che abbia grandi motivazioni.
                                  Un altro Rocchi non serve.

                                1. Spinoccia scrive:

                                  Padova-Cremonese 1-1: primo tempo vantaggio per noi e pareggio al minuto 86
                                  Foggia-Padova 2-1: primo tempo vantaggio per noi e sconfitta finale al minuto 85
                                  Brescia-Padova 4-1: primo tempo vantaggio per noi e sconfitta finale (con goal al minuto 86 e 89)
                                  Crotone-Padova 2-1: primo tempo vantaggio per noi e sconfitta finale al minuto 85
                                  Perugia-Padova 3-2: goal decisivo per sconfitta al minuto 92
                                  Crotone-Padova 2-1: primo tempo vantaggio per noi e sconfitta al minuto 94

                                  Tutto ciò su sole 14 partite giocate, non 50.
                                  Come fa un tifoso a reggere una statistica tragicomica come questa?
                                  Quale squadra nella storia del calcio può esibire numeri del genere quando ancora non si è chiuso il girone di andata?
                                  Forse il Dio del calcio ci sta facendo pagare il campionato vinto l’anno scorso, memore del fatto che il tifoso biancoscudato deve per forza mangiare merda al banchetto del calcio?
                                  Qualcuno mi dia una risposta perchè un’annata così io non credo di poterla reggere.

                                  I secondi tempi indegni continuano purtroppo a tornare inesorabili. Ieri dopo il primo giocato abbastanza bene, anche se onestamente siamo passati in vantaggio per caso, mi ero illuso che la musica potesse essere cambiata. Però Foscarini, a differenza di Bisoli che negava la realtà e pensava solo a difendere il proprio operato, è onesto e ammette la difficoltà degli ultimi 10 minuti del primo tempo. Vero, verissimo. La debacle è iniziata proprio lì e sarebbe continuata anche restando in 11 in campo. Foscarini aggiunge anch che ci sta di arretrare ma bisogna anche ripartire e controbattere ma questo non è mai avvenuto e, aggiunge lui, è da considerare cosa grave. Altrettanto verissimo: la squadra è un pugile suonato messo all’angolo in attesa del KO che puntualmente avviene nei minuti finali. Sembra quasi una regola matematica tanto si avvera con precisione ineluttabile.
                                  Cosa possiamo aspettarci dalle rimanenti 4 partite prima del mercato? Solo un miracolo ci salverà dall’ultimo posto.
                                  E non basteranno 3 elementi (forti e pronti a giocare già dalla prima di ritorno). A mio avviso ne servono almeno 5:
                                  Un esterno destro adattabile anche a sinistra
                                  Un centrale
                                  Un regista
                                  Un interno di centrocampo
                                  Un attaccante

                                  La rosa attuale è tremendamente scarsa e deve essere sfoltita al più presto. I seguenti giocatori sono totalmente inadeguati per un torneo di serie B:

                                  Salviato (rendimento scarso già l’anno scorso)
                                  Ceccaroni (mediocrità evidente)
                                  Zambataro (troppo crudo)
                                  Della Rocca (misteriosi problemi fisici)
                                  Belingheri (ormai ex-giocatore)
                                  Pinzi (ormai ex-giocatore)
                                  Sarno (rendimento scarso già l’anno scorso)
                                  Guidone (mediocrità evidente)
                                  Chinellato (rendimento scarso già l’anno scorso)

                                  SE TORNIAMO IN C E’ LA FINE.
                                  Sulla statistica sopra esposta la squadra non può certo accampare scuse. E’ ora di darsi da fare, anzi il tempo è già scaduto. Non guasterebbe una presa di posizione della Fattori

                                  • Marcantonio scrive:

                                    Non guasterebbe una presa di posizione della Fattori

                                    Certo il vento o prima o dopo cambierà e potrà essere bufera…. io resisterei alla tentazione di buttare all’aria tutto.

                                  • patrick scrive:

                                    togli brescia che non centra nulla con questa statistica.
                                    e tieni conto che ne abbiamo ripresa una anche noi alla fine.
                                    col cazzo si perdeva ieri 11 contro 11.

                                  1. Lacoste76 scrive:

                                    IL PADOVA SI SALVERÀ
                                    Bonetto non se ne va da perdente e per questo comprerà giocatori buoni a gennaio e non sarà troppo tardi perché il livello medio è scarso.

                                    Poi a giugno, quando sarà chiaro che lo stadio non si fa Bonetto lascerà, stufo (per me lo è già ora) del fardello.

                                    DNA PERDENTE DAL 1962 I PEGGIORI IN ITALIA.

                                    • Marcantonio scrive:

                                      Ciao lacoste….dover sei stato tutto sto tempo?

                                    • Nonostante Lutterotti:) scrive:

                                      Il Padova si salverà!
                                      Soffriremo ancora, ma impareremo a lottare, perderemo ancora, ma vedremo le vittorie, a gennaio un mercato attento e preciso, rinforzerà la squadra nei contenuti e nell’animo, è l’applicazione metodica di Foscarini, ci tirerà fuori dalle secche. Ai play out festeggeremo una sacrosanta permanenza in B.

                                    1. acp scrive:

                                      E’ FINITA.

                                      del resto quando non si fanno che io generosamente comando poi va a finire così. io so io. e voi?

                                      1. QuoreSqudato scrive:

                                        Intanto ho disdetto DAZN. A qualcuno dovevo farglielo pagare ‘sto schifo.
                                        Divento piccolo e meschino quando il Padova mi delude così.
                                        E diciamo la tutta: rode parecchio che ad appena 20 km più su, si stia così bene.
                                        Ma cosa abbiamo fatto di male per meritarsi questo?

                                        1. nanan scrive:

                                          non si prende un gol al 94 su calcio d’angolo in quel modo in una partita vitale e fondamentale….zambataro e minesso fermi immobili che non marcano ,belingheri che si sposta seguendo l’uomo e lasciando libero lo spazio dove si inserisce garritano liberissimo .errori gravissimi che si ripetono .l’arbitro sicuramente ha condizionato con l’espulsione,ma certi giocatori scesi in campo ieri non sono da serie b (zambataro,belingheri,purtroppo anche pinzi,guidone,chinellato) ,purtroppo qui e’ la societa’ e il ds che hanno sbagliato certe valutazioni.per salvarsi bisognerebbe rifondare la squadra con 5-6 innesti da alta classifica ,quindi bisogna tirare fuori tanti soldi e anche se ci fossero,dubito che ci sia la volonta’ di spendere tanto, inoltre sappiamo bene che certi giocatori di valore difficilmente accetteranno di venire in una squadra con una classifica disperata.poi zamunner e’ in grado di prendere certi giocatori ,anche se ci fossero i soldi?purtroppo mi sto rassegnando.

                                          • stef scrive:

                                            Hai ragione su tutto, soprattutto sul fatto che di fatto la squadra andrebbe rifondata (servono 5-6 innesti, altro che uno per reparto!!!) e posto che ci siano sul mercato giocatori che valgono ben difficilmente questi accetteranno di impegnarsi in una situazione disperata.
                                            Il tutto condito dal dubbio sulla possibilità/volontà da parte della società di spendere tanto e la capacità di ingaggiare certi giocatori…..

                                            I nostri antenati padovani devono aver commesso dei peccati che stiamo purgando noi, dopo tutta la fatica per arrivare in B ci tocca fare una comparsata di una stagione per poi retrocedere subito in C, una città come Padova, guarda qui vicino cosa riescono a fare … ma questa é la situazione/destino di merda e ce ne dobbiamo fare una ragione.

                                            Posto che si deve lottare fino all’ultimo, a questo punto però forse è meglio vedere se a fine mese si intravvede una speranza di salvezza (=fare punti con Palermo in casa, a Lecce, a Benevento e in casa con Livorno, esticazzi…), in caso affermativo provare a fare sti famosi innesti poi vedere come andrà sperando di fare un girone di ritorno a mille.
                                            In caso contrario la cosa più saggia da fare è prendere atto della situazione senza via d’uscita, non spendere un euro, parlare coi giocatori ed individuare da ora il gruppo che costituirà l’ossatura della squadra del prossimo campionato di C (ne abbiamo molti da serie C in squadra, quasi tutti…) e far fare loro tutto il girone di ritorno con l’obiettivo di avere un gruppo già rodato per il prossimo campionato, e con qualche euro da spendere tentare l’immediata risalita in B.

                                            Sarà la disperazione, ma oggi la vedo così.

                                            • svissero scrive:

                                              e vedi bene

                                            • patrick scrive:

                                              si sei disperato fai bene a dirtelo, perche porca di quella puttana siamo ancora in zona playout e carpi e livorno hanno perso. quindi finitela ogni anno per qualsiasi motivo di trasformare questo spazio in un pianto di bambini….
                                              si analizza, si critica, si discute…ma non siamo retrocessi per il cazzo!!
                                              un gol cosi lo prendono a tutte le latitiudini…sono i misteri del calcio.
                                              cosa diavolo centra il confronto col benevento???? era stra ultimo e staccato…quante cazzate mi tocca leggere…

                                              • stef scrive:

                                                giustamente disperato (solo come tifoso, ocio…) perché guardo partite e campionati da tanti anni e ho la pretesa di vedere come stanno le cose e che piega stanno prendendo, altro che pianto da bambini.
                                                Del Benevento non ho parlato, non capisco cosa hai scritto …

                                          1. tifoso ignoto scrive:

                                            Il Padova sabato ha perso la partita nel momento in cui il Cosenza ha pareggiato.
                                            Con l’uomo in meno non ha avuto la forza morale nè la lucidità per contrastare
                                            la rimonta, sentivano che l’avrebbero persa e si è notato subito dallo
                                            sbandamento immediato. Presagivano che sarebbe andata come a Foggia e a Brescia, lo percepivamo
                                            noi tifosi e lo percepivano i giocatori in campo tanto da lasciare buchi enormi
                                            in difesa, speravano nella buona sorte che li salvasse dalla sconfitta, ma mentre loro c’hanno
                                            creduto fino in fondo, i nostri avevano mollato da un bel pezzo

                                            1. Spinoccia scrive:

                                              Da padovagol di pochi minuti fa:

                                              Ma un centravanti di categoria non sarà il solo rinforzo, perché si cercano anche due centrocampisti, un esterno sinistro e un difensore centrale, considerato il grave infortunio occorso a Ravanelli. Ci saranno anche diverse cessioni e l’organico verrà sfoltito in modo robusto

                                              Bene, esattamente quello che ho scritto io.
                                              Sarà altrettanto importante però lo sfoltimento. Di quelli che ho scritto forse si può tenere uno tra Salviato e Zambataro come riserva per la fascia destra ma gli altri o via o fuori rosa, specie se sono dannosi per lo spogliatoio.

                                              Patrick, Brescia l’ho messa nella statistica solo perchè abbiamo beccato goal anche lì (addirittura 2 volte) dopo l’85simo. Non è ammissibile prendere 7 (!!!) goal allo scadere o a tempo scaduto in 14 partite. Vorrei poi vedere quanti di questi 7 da palla ferma. Secondo me almeno 5.

                                              1. fabio.pd scrive:

                                                c’è tutto il tempo, se vogliamo, per recuperare, l’importante è fare qualcosa. Che cosa? tagliare i rami secchi: giocatori che pensano di svernare a Padova, mi viene in mente chissà perchè DallaRocca…se si può a gennaio viaaa….intanto fuori dallo spogliatoio. Tirare fuori le palle in campo come sanno fare ….se vogliono. Lo sappiamo tutti. A gennaio io non mi aspetto che arrivi “l’uomo dei sogni”. Magari. Gli uomini ce li abbiamo in casa.

                                                1. patrick scrive:

                                                  Non si puo’ fare sempre un minestrone senza guardare le partite nella loro interezza.
                                                  ieri rispetto a svariate sconfitte pietose, elenco perugia, crotone, foggia, carpi, ecc… il tutto ha avuto una evoluzione diversa.
                                                  sino all’ espulsione inventata e relativo dubbio rigore stavamo tenendo bene il campo.
                                                  loro squadretta tutto cuore e corsa con due occasioni nate per caso nel primo tempo.
                                                  la svolta con il suddetto episodio.
                                                  da li la partita cambia ed è ovvio. ti riprendono, 10.000 tifosi spingono, sai di essere sotto di un uomo, ci sta che ti difendi come puoi.
                                                  giocavamo a cosenza e non a sassuolo, cosa dovevamo fare ? attaccare all arma bianca? mi ha stupito la mossa di guidone, perche’ un bisoli di turno non lo avrebbe mai fatto.
                                                  certo, cisco e clemenza fuori….ma qui bisognerebbe capire l allenatore e qualcosa non torna…
                                                  becchi un gol in quel modo ridicolo al 94 e ti crolla il mondo addosso.
                                                  ma ieri non è stata una partita come le tante degli ultimi tre mesi. per me no.
                                                  risultato finale? perso certo, questo conta.
                                                  ma senza quel TORTO ENORME, altro che non basta a giustificare il nostro secondo tempo! , non sarebbe mai finita così e sono convinto che finiranno dietro di noi quei lupi cosentini.
                                                  la mediocrita’ c appartiene e a gennaio bisognera’ intervenire.
                                                  ps. mi chiedo come facciate a ridere al 95′ ieri in trasmissione su tele nuovo dopo una sconfitta del genere..bisogna sempre fare finta di niente e fare battutine ridicole ? ma per favore dai..un po’ di serieta’……
                                                  ps 2. purtroppo quel volto da cane bastonato del foscarini non so quanto aiuti a spronare la squadra..brava e competente persona….ma…….

                                                  • tifoso ignoto scrive:

                                                    Nel secondo tempo ancora prima del rigore/espulsione il padova stava arrancando
                                                    parecchio ed erano arrivati già in porta parecchie volte, quando la squadra viene
                                                    aggredita sembra perdere fiducia si difende in maniera disordinata, o la va o la spacca,
                                                    senza un’idea di contropiede, affidandosi alla buona sorte. Ad Ascoli sembrava davvero
                                                    cambiata la mentalità, ha rimontato e poi difeso bene il risultato. Qui si è invece tornati
                                                    indietro, frastornati intimiditi collezionano falli a ripetizione(e relative ammonizioni) e poi devono imparare
                                                    che in area le mani devono stare attaccate al corpo non aggrappandosi all’avversario,
                                                    questo vuol dire mancanza di lucidità, sperando sempre di passarla liscia.
                                                    Foscarini deve imporre calma e ordine in difesa,dando punti di riferimento
                                                    precisi. Veramente mai come quest’anno sembra che la difesa sia allo sbando
                                                    E’ qui che bisogna lavorare di più

                                                  1. Stefano scrive:

                                                    Inadeguati come il Benevento lo scorso anno in a . Poi hanno fatto mercato è un ottimo Ritorno ma non è’ bastato

                                                    1. Spinoccia scrive:

                                                      Padova-Cremonese 1-1: primo tempo vantaggio per noi e pareggio al minuto 86
                                                      Foggia-Padova 2-1: primo tempo vantaggio per noi e sconfitta finale al minuto 85
                                                      Brescia-Padova 4-1: primo tempo vantaggio per noi e sconfitta finale (con goal al minuto 86 e 89)
                                                      Crotone-Padova 2-1: primo tempo vantaggio per noi e sconfitta finale al minuto 85
                                                      Perugia-Padova 3-2: goal decisivo per sconfitta al minuto 92
                                                      Crotone-Padova 2-1: primo tempo vantaggio per noi e sconfitta al minuto 94

                                                      Tutto ciò su sole 14 partite giocate, non 50.
                                                      Come fa un tifoso a reggere una statistica tragicomica come questa?
                                                      Quale squadra nella storia del calcio può esibire numeri del genere quando ancora non si è chiuso il girone di andata?
                                                      Forse il Dio del calcio ci sta facendo pagare il campionato vinto l’anno scorso, memore del fatto che il tifoso biancoscudato deve per forza mangiare merda al banchetto del calcio?
                                                      Qualcuno mi dia una risposta perchè un’annata così io non credo di poterla reggere.

                                                      I secondi tempi indegni continuano purtroppo a tornare inesorabili. Ieri dopo il primo giocato abbastanza bene, anche se onestamente siamo passati in vantaggio per caso, mi ero illuso che la musica potesse essere cambiata. Però Foscarini, a differenza di Bisoli che negava la realtà e pensava solo a difendere il proprio operato, è onesto e ammette la difficoltà degli ultimi 10 minuti del primo tempo. Vero, verissimo. La debacle è iniziata proprio lì e sarebbe continuata anche restando in 11 in campo. Foscarini aggiunge anch che ci sta di arretrare ma bisogna anche ripartire e controbattere ma questo non è mai avvenuto e, aggiunge lui, è da considerare cosa grave. Altrettanto verissimo: la squadra è un pugile suonato messo all’angolo in attesa del KO che puntualmente avviene nei minuti finali. Sembra quasi una regola matematica tanto si avvera con precisione ineluttabile.
                                                      Cosa possiamo aspettarci dalle rimanenti 4 partite prima del mercato? Solo un miracolo ci salverà dall’ultimo posto.
                                                      E non basteranno 3 elementi (forti e pronti a giocare già dalla prima di ritorno). A mio avviso ne servono almeno 5:
                                                      Un esterno destro adattabile anche a sinistra
                                                      Un centrale
                                                      Un regista
                                                      Un interno di centrocampo
                                                      Un attaccante

                                                      La rosa attuale è tremendamente scarsa e deve essere sfoltita al più presto. I seguenti giocatori sono totalmente inadeguati per un torneo di serie B:

                                                      Salviato (rendimento scarso già l’anno scorso)
                                                      Ceccaroni (mediocrità evidente)
                                                      Zambataro (troppo crudo)
                                                      Della Rocca (misteriosi problemi fisici)
                                                      Belingheri (ormai ex-giocatore)
                                                      Pinzi (ormai ex-giocatore)
                                                      Sarno (rendimento scarso già l’anno scorso)
                                                      Guidone (mediocrità evidente)
                                                      Chinellato (rendimento scarso già l’anno scorso)

                                                      SE TORNIAMO IN C E’ LA FINE.
                                                      Sulla statistica sopra esposta la squadra non può certo accampare scuse. E’ ora di darsi da fare, anzi il tempo è già scaduto. Non guasterebbe una presa di posizione della Fattori.

                                                      1. tifoso ignoto scrive:

                                                        la fortuna ci ha voltato le spalle(errori arbitrali rigori fantasma espulsioni inesistenti papere del portiere)
                                                        del resto ne abbiamo avuta molta l’anno scorso, quando si perdeva o si pareggiava
                                                        le concorrenti perdevano o si annullavano a vicenda, e si stava a galla.
                                                        Dalle mie parti si dice: un alto e un basso fa un gualivo

                                                        1. Il vecchio Max scrive:

                                                          Nessun alibi.Nemmeno per Foscarini,pero’,visto che per sua stessa onesta ammissione non centrava niente col successo di Ascoli. La rosa non l’ha costruita lui, e’ innegabile, ma lui al momento sta fallendo clamorosamente la “cura”. Mi piacerebbe di vedere qualcosa di importante PRIMA del mercato invernale,tanto per capire se il problema era l’allenatore,visto che con rinforzi azzeccati a fare meglio di adesso son bon anca mi e perfino Bisoli.
                                                          Attenzione,comunque. Perche’ gli errori arbitrali non sono una scusante per la prestazione,ma hanno invece fortemente condizionato il RISULTATO .Quando una squadra si trova nella cacca,l’ultima cosa di cui ha bisogno e’ subire dei torti arbitrali clamorosi,e questo,scusate,e’ doveroso rimarcarlo. Che poi,dopo la ingiusta espulsione, noi sembravamo in 5 e il Cosenza in 15 questa e’ un’altra questione. Intanto il progetto Bonettiano del Padova UNDER 23 sta fallendo miseramente.
                                                          D’accordo,meglio retrocedere che fallire,pero’….GVy

                                                          1. Marcatonio scrive:

                                                            Si fa fatica, nonostante il netto rigore assegnato al padova, un rigore regalato agli avversari ed una espulsione assurda che fa da pendant alla non espulsione al giocatore del Cosenza, con tutto questo si fa fatica a giustificare l’assenza di gioco, l’errore già al secondo passaggio, la mancanza di grinta agonista, l’assenza di verve che ti fan quasi dire, e non vorresti, non è che fosse meglio prima?
                                                            E poi, leggi ciò che non vorresti leggere, un giocatore del Padova che scrive: ci prendono per il culo
                                                            ….pericolosissima affermazione che tradotta significa: inutile giocare.
                                                            Ecco, penso che di complotti possiamo scrivere solo noi tifosi, credendoci, non credendoci o facendo finta di non crederci…

                                                            • Enrico M. scrive:

                                                              L’allenatore è stato chiaro: nessun alibi. E su questo sono pienamente d’accordo. Pensiamo al gol del 2-1, l’avremmo preso anche giocando in 12 perché, e non è la prima volta, concediamo calci piazzati evitabili, ci addormentiamo sulle marcature nel momento decisivo ecc. ecc. Queste leggerezze mentali sono inaccettabili in una squadra in difficoltà e che deve lottare con le unghie per salvarsi. È una situazione complessa, con tanti problemi su più fronti, ma i calciatori non si nascondano dietro un dito e riconoscano i loro errori. Assumendosi le proprie responsabilità si cresce, cercando scuse si affonda. Sveglia!

                                                            1. svissero scrive:

                                                              premesso che oggi non cerano solo i giovani ma c erano i grand vecchi e abbiamo fatto cmq la figura di merda in giro x l italia .QUI non si vede nessuna luce QUI e buio pesto e forse qualquno rvuole Bisoli e quasiquasi llo penso anch io QUI c e da fare tabula razza c e gente che non corre non s impegna non suda la maglia che indossa QUI c e gente che fa buchi in difesa paurosi gente che non sa fare 2 passaggi di seguito gente che non sa che FARE della palla e poi QUI c e gente che non sa tirare in porta neanche a 2 passi da essa gente che pensa a se stesso senza guardare il compagno meglio piazzato QUI c e gente da serie D siamo destinati alla lega pro DIRETAMENTE

                                                              1. fabio.pd scrive:

                                                                …un primo tempo discreto…… Nel secondo tempo la squadra si è squagliata come un di gelato in pena estate. Non ho parole!! Inserire Guidone…..con tutto rispetto…ma per piacere…. Nell’antica Roma si era soliti fare qualche sacrificio per placare l’ira……..acp…..dove sei ?

                                                                1. effebi scrive:

                                                                  almeno i giovani fossero nostri….e i vecchi? gente da serie c

                                                                  1. Enrico M. scrive:

                                                                    Rigore+Espulsione=Vergogna.
                                                                    Ma prendere gol così, su calcio d’angolo, a difesa schierata e nel recupero… Troppo ingenui, troppo molli. Si rivedono sempre gli stessi limiti.
                                                                    Clemenza e Cisco 0 minuti in due. Chinellato e Guidone? No comment. Continuò a non capire…

                                                                    1. giacomodarecanati scrive:

                                                                      Errore di valutazione clamoroso tenuto conto di cosa rappresenta la B per Padova.
                                                                      Adesso rimediare a Gennaio sembra quasi impossibile perché andando avanti così il tunnel lo avremo davanti tutto da fare ….. altro che luce ………

                                                                    Lascia un Commento

                                                                    Accetto i termini e condizioni del servizio

                                                                    Accetto i termini sulla privacy

                                                                    *