10
set 2017
AUTORE micheloni
CATEGORIA

Uncategorized

COMMENTI 26 Commenti
VISUALIZZAZIONI

1.589

VR-FIO BENEDETTA MANITA

Detto tra noi, sconfitta per sconfitta, lo 0-5 contro la Fiorentina è il miglior risultato possibile. La “manita” infatti mette a nudo i tanti, troppi problemi della squadra gialloblù.
Centrocampo lento e fragile, difesa insicura e attacco non pervenuto. Non c’è nulla da salvare della partita contro gli amici viola.
Per Pecchia che da oggi dovrà convivere con l’ironia nei suoi confronti dalla tifoseria gialloblù, è il momento di giocare a carte scoperte. Siamo solo alla terza di campionato e la rosa è quella che è, ma se non arrivano segnali confortanti nelle prossime tre gare (Roma all’Olimpico e doppio turno casalingo contro Samp e Lazio) l’auspicio è che non si ripeta l’agonia di due anni orsono con Mandorlini e le sue zero vittorie in 18 gare.
Ho apprezzato il suo prendersi completamente la colpa della sconfitta in conferenza stampa post-partita. Gli fa onore non solo perché così facendo protegge la squadra quanto perché la sconfitta è in larga parte “realmente” colpa sua.
Il tempo delle prove è finito e a malincuore vanno prese delle decisioni drastiche.
Fares è assolutamente inadatto alla serie A benché con la Fiorentina sia risultato alla fine uno dei meno peggio. Vederlo titolare è il più grande mistero dopo la Santissima Trinità. Insistere su di lui è da testardi e presuntuosi e dopo anni di Mandorlini, io di arroganza ne avrei anche piene le tasche (premesso che nel caso del mister ravennate i risultati erano quantomeno dalla sua).
Lo stesso dicasi per Nicholas un portiere che molto raramente ci ha fatto guadagnare punti e che al contrario ha invece sulla coscienza più di una sconfitta. Se Silvestri è più scarso del brasiliano allora il problema si fa non serio ma drammatico; benché di ciò si debba ringraziare il DS Fusco che non ha ritenuto doversi attivare in sede di mercato. Un portiere insicuro o inaffidabile indebolisce qualsiasi difesa, figuriamoci una di per sè non eccelsa come quella gialloblù.
Difesa che una volta di più si è dimostrata a dir poco imbarazzante. Lenta, insicura, traballante, con una condizione atletica da fine campionato anzichè da inizio torneo. Difesa che ha dimostrato comunque di prediligere la linea a 3 rispetto a quello a 4. Almeno con i due esterni di centrocampo che rientrano i difensori diventano 5, il che oggi come oggi male non fa.
A centrocampo Zuculini e Buchel hanno le medesime caratteristiche: lenti, macchinosi, prevedibili. Bessa è buono solo dietro alle punte. Rómulo con tutti i suoi limiti non può restare in panchina.
Infine Pazzini, che si sa non è Toni. Il Pazzo ha bisogno di un altro attaccante che gli liberi pressione e spazi. Kean è quanto passa il convento ma è un obbligo provarci. Magari l’accoppiata “nonno-nipote” (calcisticamente parlando ovvio) potrebbe essere meglio del nulla visto sinora.
Su Verde che dire… a me sembra ancora “verde”, ovvero acerbo per la A.
Se ritiene caro Mister Pecchia di avere una rosa inadeguata, abbia il coraggio di farsi da parte e ne guadagnerà il suo curriculum (nessuno le imputerà infatti una eventuale retrocessione). Se invece alla salvezza ci crede davvero cominci a dimostrarlo.
È il momento delle scelte. Le faccia! Solo così la “manita” contro la Viola avrà avuto un senso.

1.589 VISUALIZZAZIONI

26 risposte a “VR-FIO BENEDETTA MANITA”

Invia commento
  1. bruce scrive:

    Che Pecchia manchi di cattiveria è palese anche se non credo debba essere per forza una dote necessaria, per esempio secondo me contano di più le idee e il saper cambiare a partita in corso (mi viene in mente Carletto Ancelotti). Siamo la squadra che meno ha speso in sede di calciomercato e con l’allenatore meno pagato della categoria, che però al netto dei difetti non mi sembra uno sprovveduto. Il tanto invocato Pazzini ieri non mi è piaciuto, sul portiere già si è detto, ma il punto focale secondo me è il centrocampo, formato da giocatori con i piedi buoni ma che mancano totalmente in fase di interdizione per cui giocare in altra maniera non mi sembra possibile, concetto rimarcato anche dall’opinionista Sky Giancarlo Marocchi. Paragonare Pecchia a Giannini mi sembra forzato, il romano tentò un modulo totalmente inadatto alle caratteristiche dei giocatori. Per finire ieri per la prima volta in quasi trent’anni che seguo il Verona sono rimasto deluso dal comportamento della Curva, prese in giro all’allenatore che resta comunque una brava persona e un serio professionista e neanche una parola contro il vero responsabile di questo disastro…

    • Mariino scrive:

      Un allenatore scarso in una societa’ avara e pitocca.

      • bruce scrive:

        E’ probabile che non diventerà un grande allenatore ma al momento la cosa che mi preoccupa è che non vedo nessun giocatore pronto per affrontare questa categoria, vuoi per mancanza di motivazioni, inesperienza o pura incapacità e dubito che un cambio di guida tecnica possa modificare quello che è il nostro destino, come scritto nel blog se l’allenatore vuole salvare la faccia dovrebbe dimettersi ma i problemi resterebbero immutati per il semplice fatto che questa rosa NON è adeguata.

        • Maxx scrive:

          “E’ probabile che non diventerà un grande allenatore…” (cit.)

          Se non sbaglio Sarri quand’era qui sentiva frasi ben più sarcastiche di questa. Eppure mi sembra che ora sia considerato uno dei migliori (se non il migliore in assoluto) tra i tecnici italiani. E mentre noi lo prendevamo in giro per gli schemi su calcio piazzato, ora sta facendo vedere il gioco su azione più bello e fluente della serie A.
          Forse Pecchia non diventerà un grande allenatore, ma probabilmente non è nemmeno giusto giudicarlo in una società in crisi. Come lo era anche quella all’epoca di Sarri.

    1. Parmenide scrive:

      Ma veramente se retrocediamo ci sono ancora 25 milioni di paracadute? Hahahahahahaha …. Non posso crederci!
      Di temi che sto sognando….

      1. Giordano Argento scrive:

        Una cosa è certa, il Verona di Giannini sembrava pieno di brocchi ed era in fondo alla classifica, con un allenatore diverso ha invertito la rotta sino alla promozione. Con una rosa così misera l'unica speranza è prendere un allenatore che conosca la categoria e la gestione di un campionato di sofferenza quale sarà il nostro.

        • Simone scrive:

          Giannini è stato probabilmente il peggior allenatore passato da Verona. Con un’ottima rosa (migliorata rispetto all’anno precedente in cui non andammo su in modo che è meglio non ricordare ) è riuscito a fare schifo. Quest’anno non vedo un tipo di rosa adeguata. Non è una differenza da poco.

        1. stefano 50/60 scrive:

          buongiorno…vedo che salta ancora fuori l’ argomento Mandorlini nei tuoi post……bene, dico la mia……dopo il 1990 abbiamo avuto due fasi nelle quali abbiamo visto qualcosa di buono e un pò duraturo diciam così…una con prandelli una col Mandorla……col bresciano, che da bon basabanchi nol se smentisse, appena ha sentito l’ odore della grana via venexia da zampalesta zamparini ha levato le tende, buon allenatore ma persona un pò ambigua…..col prepotente da ravenna, come tu lo definisci, ci siam rialzati da un vero oceano di merda ritrovando la gioia di scalare categorie su categorie e di farci due anni degni di serie A, l’ ultimo della retrocessione è da addebitare in larghissima parte ad una proprietà che sta smantellando tutto per poter vendere al primo che cuccano……tieni presente che a vedere il Verona ci son andato, vado ed andrò finchè ci sarà squadra maglia nome ed in qualsivoglia cazzo di categoria……a sto punto ti chiedo : se il tuo datore di lavoro ti snobba, forse odia e comunque gli stai sui coglioni, in pubblico dice il contrario ma poi ti addita come l’ unico responsabile delle sue puttanante e della sua incapacità a sto punto ti chiedo : diventi mansueto o ti girano i coglioni ? grtazie dell’ eventuale risposta, forza Verona solo e buona giornata…

          • Mauro Micheloni scrive:

            Caro Stefano, ti rispondo volentieri. La mia personale idiosincrasia nei confronti di Maldorlini esula dalle vittorie e successi ottenuti, quanto da un gioco che a parte due anni mi ha letteralmente depresso e atteggiamenti spocchiosi e megalomani anche quando avrebbe avuto il dovere morale di chiedere scusa (vedi manite varie e risultati tennistici o 12 sconfitte consecutive). I suoi successi sono storia dell’Hellas e nessuno li potrà mai intaccare. Le considerazioni sulla persona permettimi sono soggettive e io la penso così. Credi che con lui ci salveremmo? Forse che si. Ha carattere e grinta da vendere (esattamente quello che manca a Pecchia), ma al solo pensiero del suo 6-3-1 mi sento già male.

            • stefano 50/60 scrive:

              buongiorno a Te e piacere mio visto che amiamo la stessa maglia…….che il Mandorla non fosse esattamente un educanda era già noto da quando calcava i campi da gioco….che lui avesse uno schema monotematico era chiaro ma è stato anche lapalissiano che ha fatto giocare e risuscitare nik ferrari, scusate se è poco, ha fatto le nozze coi fichi secchi, cioè con giocatori dall’ indiscutibile valore morale ma dall’ altrettanto indiscutibile basso tasso tecnico, che ha sopportato la doppiezza dell’ attuale proprietario nei suoi confronti, e qui sarà stata una cosa a pelle penso perchè un allenatore che ti fa salire e fare due anni splendidi, per te magari noiosi, in serie A e il terzo gli consegni una squadra che avrebbe trovato facilmente posto in un astanteria ospedaliera ( ero a racines e otto diconsi otto giocatori eran già rotti in ritiro), e ha rivitalizza to luca toni, capocannoniere, che francamente era non sul tramonto ma sulla notte calcistica dopo firenze, la gli avevan proposto una scrivania…..abbiam vinto col milan….pareggiato con la iuve stellare…vinto a firenze…ci è stata rubata l europa a roma con la lazio….abbiam distrutto la lazio in casa….la doria ….il genoa…le petole smocaiade dighensi due volte in casa….battuto il napoli fortissimo in casa…..menga poc come diceva un luca toni che, tra l ‘altro, non ha fatto un buon addio da Verona…..il gioco non era bello ? mah, opinioni…..ma nel calcio contano i freddi numeri, smentiti come “aridi” dalle vecchie tavole logaritmiche del professor brasca sulle quali ho sgobbato come un….facchino, stavo per dire una parola che ormai è considerata offesa e punibile a termini di legge…….in ogni caso Ti ringrazio sinceramente della Tua risposta, è un piacere disquisire con chi ama il Verona….ps, aggressioni a salerno..a sorrento….a livorno..a cittadella…cattivo il ravennate o…..o chi dice pane al pane etc è uno da eliminare ? a Te l’ ardua sentenza….

              • Simone scrive:

                Quel Verona aveva ottimi giocatori per le categorie in cui giocava (e considerando che eravamo il Verona). Ferrari era un giocatore da B, in C ha avuto un inizio difficile, è rinato sicuramente grazie alla sua fiducia ma era pur sempre un giocatore da B in C.. Maietta e jorginho hanno fatto il salto di qualità altrove, cacciatore si è rivelato un giocatore da tranquilla serie A, hallfredsson pure, Rafael, Agostini cinha sempre giocato, … Non me la sento di dire che oggi la situazione della rosa e societaria sia paragonabile..

            • k scrive:

              meglio sarebbe richiamare Bordin,Mandorlini non lo vedrei male come suo secondo o allenatore dei portieri-basta che non faccia nè schemi nè squadra.

          1. Simone scrive:

            Alcune considerazioni. Premessa: Viola più forte, Verona davvero preoccupante e scarso (soprattutto a centrocampo, come già detto in altre occasioni), ma partita preparata malissimo. Su Nicolas bisogna a mio avviso fare una riflessione forte: non si può giocare in A con un portiere che non dà sicurezza, specie se lotti per non retrocedere. Io auspico di vedere Silvestri al più presto, che non è un fenomeno ma non credo sia peggio, da come lo conosco. Se ci fate caso, quando il portiere incorre in queste giornate ne risente tutta la squadra. Fares: è stato il migliore. Rómulo non è partito dall’inizio per il semplice motivo che in settimana non si è allenato fino a mercoledì e non stava bene (ma perché la società non comunica certe cose prima della partita, se non altro per non creare polemiche ulteriori e inutili?). Centrocampo lento e scarso con Büchel (17 presenze lo scorso anno nell’empoli retrocesso) e Zuculini sul quale i dubbi erano leciti da subito, ha però una qualità teorica che è quella di interdire in quella zona. Non si è visto nulla in questo senso e questa è una colpa. In difesa giornaraccia di Ferrari , Heartaux che si è confermato tutt’ora inadeguato e Caceres sempre in ritardo (comprare giocatori tardi,e con un recente passato fatto di problemi fisici e poche presenze evidentemente pesa). Souprayen non è una novità. Se giochiamo col tridente anche davanti le scelte erano grosso modo obbligate (Rómulo, che comunque nei tre davanti è restio a giocare, ripeto, si è allenato solo due giorni questa settimana e non era al meglio)

            • Magni72 scrive:

              Fares il migliore ???

              ah ah ah hai visto un altra partita temo.
              nel primo tempo, SEMPRE lento, impacciato, non tiene mai un pallone,ogni volta che perde palla non rincorre mai l’avversario, lo vedevi che non sapeva dove andare. Non è colpa sua ma di chi lo fa scendere in campo. Non doveva giocare in serie B figuriamoci in A.
              Patrimonio dell’Hellas è stato definito….siamo alle assi allora.
              Altri pessimi sono stati Nicolas e Buchel. Il primo alterna buone parate a errori grossolani.
              Il secondo è lento peggio del greco Tchachidis…..passeggia per il campo.

              Non so che preparazione abbiano fatto ma se anche dopo 2 settimane di sosta, si sono presentati in queste condizioni, la vedo dura.

            • Simone scrive:

              Sulle scelte tattiche, io mi auguro pecchia cominci a pensare ad un modulo diverso (352), col quale davanti potremmo giocare con una prima e una seconda punta reali (Pazzini con cerci o Kean)e con Rómulo esterno di destra. Anche se posso capire che le condizioni fisiche di Pazzini e cerci (bisogna correre) non danno ad ora particolari garanzie in questo senso. P. S. Ancora con Ganz.. Quest’anno, al momento, in B siligardi sta facendo panchina a Parma, Luppi zero gol e zero assist con l’entella e Ganz non pervenuto nei pochi minuti giocati a Pescara con Zeman, che di attaccanti se ne intende.. Diamogli tempo ma qualche dubbio sul giocatore (che non vedo come seconda punta a fianco di un altro uomo d’area come Pazzini tra l’altro è fa pochissimo lavoro per la squadra, indispensabile nel calcio moderno a meno che tu non sia un fuoriclasse assoluto ) credo sia lecito averlo…

            1. k scrive:

              la tragedia lè che sabato prossimo andemo a roma con ancora souprayen,buchel,verde,fares e nicholas titolari.
              che pensaremo che se pol inserir silvestri,caracciolo,zaccagni,lee e fossati par cambiar le robe.
              che basta darghe un calcio nel kool a pecchia par invertir la rotta.
              metemosela via.m’è bastà vedar ieri la spal el benevento e el crotone,che i corea come ossessi e che ià tirà in porta più de noialtri in tre partie par capir che bell’anneto che ne speta.
              che il buon pantocratore ce la mandi soffice

              1. mario scrive:

                Secondo me inizia un miniciclo di 3 partite che ci dirà se possiamo salvarci, o agonizzare fino alla retrocessione
                E credo che tale ciclo sia anche decisivo sulle sorti di Pecchia
                Mi auguro che Silvestri giochi titolare (anche ieri due goal sono nati da errori di Nicolas, oltre che tutta una serie di altre incertezze dell’estremo gialloblu). Io auguro a Nicolas di allenarsi con calma, migliorare e diventare un portiere da A, ma per il momento non lo è.
                Due errori sul mercato: il portiere (ma aspettiamo di valutare Silvestri) e la punta centrale – Pazzini -, ma l’obiettivo della società era cederlo (lui ha rifiutato)
                Prima di dare giudizi attenderei le prossime tre partite, da cui dobbiamo ricavare almeno 4 punti.
                Forza Hellas

                1. Luca scrive:

                  CURVA SUD MARCHE

                  Simone, cosa ne pensi dei miei post? Tu che Sei un tuttologo, rispondimi, grazie!
                  Viola più forte? sui nomi? o sul manico?

                  • Simone scrive:

                    Luca, penso di averti già parzialmente risposto. Se vuoi aggiungo che non mi importa se Fusco e Pecchia siano napoletani, come non mi importava che Ficcadenti fosse marchigiano, maietta teron, eccetera, io le cose a mio figlio le spiego in modo diverso e credo più razionale, spiegandogli che il Verona è stato anche altro e a quell’altro una piazza con un pubblico importante dovrebbe puntare, e senza retorica; a me interessa che in primis la società sia all’altezza (l’insegnava pure Bagnoli che da brava persona qual era non si prese mai meriti eccessivi), perché tutto poi viene di conseguenza. A me questa società, l’ho detto e ripetuto da tempo, non sembra all’altezza della serie A. Per te lo era. E chi non era d’accordo con te si beccava puntualmente del Renso. I nodi vengono sempre al pettine. Vedremo…

                  1. Luca scrive:

                    CURVA SUD MARCHE
                    ERRORE manca l'h t9 scusate ancora!

                    1. Luca scrive:

                      CURVA SUD MARCHE

                      Articolo condivisibile quasi da tutti penso.
                      Però, c'è chi come noi tifosi soffre e chi invece fa esperienza sulle nostre spalle. Lo scrissi un anno fa, Verona non può permettersi un allenatore e un DS di Napoli, abbiamo sopportato troppo ed oggi è successo l'inevitabile, cori di scherno verso tutti, mancati quelli verso Setti che secondo me arriveranno a breve mah, per salvare il salvabile, cambio del tecnico subito altrimenti retrocederemo a novembre. Anno scorso pur di non far giocare Pazzini e Ganz insieme a rischiato di non vincere il campionato…. gli addetti ai lavori ridevano tutti già a dicembre. Miserie.
                      AVANTI CURVA SUD TUTTI A ROMA?

                      1. stezul scrive:

                        Complimenti! Sono d'accordo con ogni riga del post. Pecchia ritiene la sua rosa povera tecnicamente oppure è contento del mercato che è stato fatto? Parli chiaramente e, se pensa che la rosa sia inadeguata, si dimetta: certamente da un punto di vista professionale non avrà che da guadagnarci!!!

                        1. ak47 scrive:

                          Ciao Mauro. sono anch’io un ragazzo come te che ha visto vincere lo scudetto e sono preoccupato ma non tanto per il presente ma per il futuro. Spero di sbagliarmi ed essere paranoico ma ho l’impressione che stiamo vedendo un film già visto. Setti è un traghettatore col compito di completare l’operazione di qualche anni fa. Farci sparire. l’Hellas è il passato di cui sbarazzarsi in fretta. il futuro sia per la Verona che conta che per il sistema nazionale sono gli altri con buona pace di noi altri. Ti prego Mauro dillo forte e dillo alto(come diceva il grande James .Brown) tu che sei libero e non hai vincoli come le nostre penne locali. Hellas per sempre finchè ci saremo
                          un saluto
                          AK 47

                          1. bruce scrive:

                            *al nostro ineffabile proprietario

                            1. bruce scrive:

                              Post ineccepibile, se Pecchia non vuole essere complice di questa società e avere una cariera futura deve farsi da parte e questo non lascerebbe più scuse alla nostra ineffabile propretario…..

                            Rispondi a stefano 50/60

                            *