12
gen 2018
AUTORE micheloni
CATEGORIA

Uncategorized

COMMENTI 64 Commenti
VISUALIZZAZIONI

2.665

PRIMI COLPI? … DICIAMO COLPETTI

Qualcosa si muove in casa Hellas.
Se ne parlava da settimane e nel giro di due giorni sono arrivati alla corte di Pecchia una prima e una seconda punta. Petkovic dal Bologna e Matos dall’Udinese. Resta al palo l’altra “voce” di mercato Boyé, ufficialmente bloccato dal nuovo tecnico del Toro Mazzarri, ma che alla fine andrà a giocare da qualche parte essendo stanco di scendere in campo per una manciata di minuti a partita.
Come mia abitudine non amo i processi alle intenzioni e quindi mi astengo da giudizi personali su questi due primi acquisti che vanno in ogni caso ad arricchire un reparto offensivo che per vari motivi ha rappresentato il principale gap del Verona in questa prima parte di stagione, seguito da una fragilità difensiva non meno imbarazzante.
Resta da piazzare Pazzini, fuori budget e temo fuori progetto… a questo punto auguriamoci che ciò avvenga il prima possibile.
Fossi in Fusco cercherei una sistemazione anche per Kean a cui un mezzo girone in B farebbe più che bene alla sua crescita., vista la pochezza disarmante dimostrata nelle tantissime occasioni avute sinora.
Discorso Bessa.
Con l’arrivo dei nuovi, scordiamoci di rivederlo come falso nueve. Non è un esterno. Non è un regista basso. Non è un incontrista. È un trequartista dai piedi raffinati e un buon tiro da fuori, ruolo però non previsto da nessuno dei moduli ad oggi attuati dal tecnico.
Giocare fuori ruolo e giocare male?… a questo punto meglio cambiare aria, si sarà detto il giovane brasiliano e se le cifre sono quelle che girano sui giornali e siti vari, conoscendo l’avidità del nostro Presidente Non Parlante, difficilmente resterà in Gialloblù.
Annunciato anche il ritorno di Boldor… ma se lo scorso anno faceva la riserva di Caracciolo e Bianchetti come si può sperare possa diventare un valore aggiunto del reparto difensivo? Mistero!

Confidando che il parcheggio in gialloblù degli esuberi del Bologna sia finito (ad eccezione di Maietta che riprenderei a braccia aperte), attendiamo sempre dalla Lazio la giusta contropartita per aver rimesso in sesto Caceres. Sempre che ciò non rappresenti invece la contropartita di Setti per il favore fattogli da Lotito il cui peso politico in Lega favorì la richiesta del Verona di farsi anticipare parte del paracadute nonostante la dura opposizione del presidente del Napoli Aurelio De Laurentis.

Nel frattempo alla voce ”uscite” tutto tace… e Setti ne sono certo non ci dorme la notte.

… al prossimo giro de “mercà”… …

2.665 VISUALIZZAZIONI

64 risposte a “PRIMI COLPI? … DICIAMO COLPETTI”

Invia commento
  1. Mtt scrive:

    Caro Mauro è evidente che ci prepariamo per la B. Il presidente dirà che negli ultimi 4 anni siamo stati in A per 3 anni. Dobbiamo fare attenzione noi dell Hellas perché stanno salendo i tifosi del Chievo. Li abbiamo snobbati ma sono bravi. loro sempre in A. Noi viviamo di espedienti

    1. altolago scrive:

      Brenzone …l’unico paese del lago dove al referendum ha vinto el si. Suore maledette.
      Dai Micheloni fa un bel articolo novo che ve conto parchè i giornalisti veronesi i sta così tranquilli.l

      • stefano 50/60 scrive:

        i giornalisti, i giornali, son come i magistrati e altre lobbies itagliche..loro fan il loro lavoro e non sbagliano mai nè hanno mai colpe…..si attribuiscono colpe sui grande temi della vita, i terremoti le inondazioni la fame mondiale etcetc ma sulle vere colpe non son mai loro a farne parte….detto ciò, ed in relazioni ai giornali, a meno che dei cittadini liberi stampino gratis le testate, senza sovvenzioni statali intendo, mi dite come fa un giornale di proprietà a stampare libero da condizionamenti ?….stamane c era de bendetti, sigh, che insultava scalfari, ri sigh, da li si può capire la sincerità e l obiettività della stampa…..come pretendere che una mignotta ti risponda sorridente se le chiedi come fa a far passare di nascosto un casco di banane alla frontiera….

      1. mir/=\ko scrive:

        anche a me iniziano a far sorridere certe scelte giornalistiche spacciate per imposizioni della pseudo società di Setti!! Setti non si fa trovare?? si nega ai giornalisti?? imparate allora dagli inviati di "striscia la notizia"!! intanto certe domande "scomode" le potete fare pure all'avvocato Fusco, visto che sembra essere il frontman del Carpigiano!! e portate pazienza, ma francamente io, in conferenza, non ho visto tutto quel fervore che mostrate in studio!!!!!!! e poi scovate Setti e a telecamera accesa ponetegli dei quesiti…!! si negherà rifiutandosi di dare risposte??… ok, registrate e mandate in onda!!! si chiama giornalismo… abbiamo diritto di vedere cosa dice o cosa "non dice" colui che sta guidando un patrimonio comune come il Verona Calcio. anche una fuga è una risposta… la peggiore

        1. altolago scrive:

          Ciao Stefano.
          Faccio un paio di proposte:
          -Se il finto allenatore viene dimesso na bela bira prima dela partia. Occhio ho detto birra mica barolo.
          - Se il sigaro in bocca ad un c.retino i le aresta o i le deferise e el mola el Verona na bela cena con tuti quei che i ghe sta.
          Ciao

          • Cesare Settore Superiore scrive:

            Se i para via l’idiota in panchina (cosa che ritengo quasi impossibile) le birre ie 3 a testa.
            Se invece i arresta el strassarol oppure el fallisce e quindi el va via par sempre, la cena ve la offro mi a voialtri 2.
            E dovunque volete, magari anca da Umberto a Castelleto de Brenzone. Credo che el lacustre el le conossa. O no?

            • stefano 50/60 scrive:

              a casteleto Cesarone gò un bel poco del me passato…te spiegarò…

              • altolago scrive:

                Cesare e Stefano:
                sicome se i le aresta o meio el fallisi o dito che offro mi ne fermen a Porto de Brenzone ala Taverna del Capitano. El meio pese de lago mi vago li a magnarlo. E ti Stefano ocio che no lesa to moier sa te nasee a combinar a casteleto (no dale suore era?)….
                Anca Luca se el se agrega el ne fa piaser.

                • stefano 50/60 scrive:

                  ciao Alto lago…ahahaha le suore de don beato nascimbeni lassele perdar che le vaga en bici sensa selin su la lamiera ondulada….taverna del capitano…el moscolo….luoghi da favola e tempo passà li coi me veci a pescar magnar e bear…..dopo casteleto el me ricorda dei primordi del me laoro e de un posto che tè dirò, ma de persona….el lago nol gà paragoni, lè el paradiso terestre….par quanto riguarda el primo amor, l’ Hellas, dominica sarò là, e farò el mè dover…..comunque vada…..ma restar en man de quel mafioso lì no era……la dignità lè la prima roba che ne diffarensia dai gobi e dai digamerda…..

                • No vedo l’ora che el fallisa…

            • altolago scrive:

              Se el fusse vera che i le arestesse (ma meio ancora se el fallisse ), cena e birre a gogò.
              Sul lago sen a casa mia e offro mi, zio can basta che el suceda.
              A proposito come ela che nessun giornalista(?) el commenta la notizia dell’espresso?
              Ciao butei a domenica.

          • stefano 50/60 scrive:

            parchè no ….bongiorno Altolago……caso mai bar primo febrar se lè dè tò gradimento…

            • altolago scrive:

              He ma mi son rigorosamente en curva da malà nel servele qual son.
              A proposito visto che i te envida en curva nord dai tristi a bear en bianco, se te ghe bisogno vegno anca mi a far en pò de destriga.
              Così i torna ai giardineti o ale funsioni e i lasa star le robe serie.

          1. altolago scrive:

            cominciè a tirar la cinghia. Sento aria de rivolusion zio scannato.

            1. Luca scrive:

              CURVA SUD MARCHE
              Un giro di birette le offro Anch'io se volete!

              1. altolago scrive:

                A proposito un appunto per i difensori del trio banana’s:
                fusco ieri: Fossati resta a Verona, nessuna trattativa in corso
                Tg gialloblu oggi: trovato l’accordo fra parma e Verona per Fossati
                Entanto voialtri giornalisti andè ale conferense de matos e feghe domande tecniche. Quando ve rendarì conto de esar tratè da paiasi disinelo che ve baten le mane.

                1. Simone scrive:

                  Detto questo, altolago, come già scritto altre volte, per me il Verona si meriterebbe una società capace di portare il Verona a stabilizzarsi in questa A di 20 squadre con 3 retrocessioni (in caso di A a 18 o a 16 con 4 retrocessioni il discorso sarebbe diverso). E dopo gli anni ottanta abbiamo avuto tre società che nei presupposti avrebbero puntato a questo: i Mazzi, Pastorello e Setti. Tutte realtà sgonfiate, specie le ultime due, col tempo per motivi che sappiamo. Quindi, sperando sempre di vincere a Crotone e dì essere smentito nella mia previsione di inizio stagione, io mi auguro sempre che arrivi al più presto una nuova proprietà che faccia certe promesse (come le tre precedenti) ma che le possa e le sappia mantenere anche nel lungo tempo.

                  • altolago scrive:

                    Volevo dire “vecchio”.
                    Evidentemente abbiamo un concetto diverso di soffrire.
                    Per me voleva dire prepararsi mentalmente alla partita fin dal lunedì; vedere solo la propria squadra (la simpatia per altre squadre è una cosa, il tifo è un’altra); voleva dire girare l’italia in lungo e in largo; voleva dire difendere i propri colori sempre, comunque e ovunque; voleva dire dopo una sconfitta magari non meritata avere un blocco allo stomaco che ti impediva di mandare giù qualsiasi cosa; voleva dire tornare a scuola e avere perfino i professori che ti lasciavano in pace il lunedì se le cose erano andate male; voleva dire di essere in grado magari per una partita importante riuscire a portare con te allo stadio mezza classe, anche chi non era mai venuto in uno stadio.
                    Potrei continuare all’infinito ma siccome parliamo di una banda di cialtroni (società e dirigenti vari) la passione la metto da parte e anche le disquisizioni tecniche.
                    La differenza sostanziale con le tue idee è che per te, mi sembra di capire, è naturale essere ridotti così perchè questo è il tasso tecnico della squadra.
                    E io mi abbono, seguo la squadra anche in trasferta, sapendo in partenza che il risultato sarà negativo?
                    Boh!

                    • Simone scrive:

                      Nessuna squadra gioca per perdere. Ma ci sono squadre che è più probabile che perdano rispetto ad altre. Se perdi male come con Fiorentina o Udinese non va bene. Se perdi come con l’intee O altre mi rattristo ma non mi incazzo con la squadra. Il mio modo di seguire il Verona e di amarlo è mio. Credo di avere dei punti in comune con alcuni aspetti della mentalità storica e altri meno. Ma quello non rappresenta un problema perché non mi ergo da esempio. Il pensiero verso la squadra è quotidiano, l agitazione pre match intatto da sempre, il malessere dopo determinate sconfitte pure come la gioia dopo determinate vittorie. Ma per come sono fatto non è mai stata una partita a farmi cambiare idea sul reale valore della squadra. Per me i risultati sono generalmente in primis lo specchio del valore della società. Su cui ho già detto. Infine: seguire con passione una squadra anche all’estero è un’esperienza che consiglierei a tutti. Anche se naturalmente o vien da sè, pure in modo casuale (a me capitò ormai tot di anni fa proprio in relazione al Verona), o non ha senso parlarne.

                      • Ogni tanto serve un poca de filosofia spicciola e popolare.
                        Quali sono i 4 peccati mortali che a un uomo non si potranno mai perdonare?
                        1) Imbriagarse con el vin tristo
                        2) Andar in leto con na dona più brutta della propria
                        3) Robar par i altri
                        4) Tifar par 2 squadre de balon
                        Simone, spero mi spiegherai con calma e in dettaglio come fai a seguire una squadra oltre all’Hellas Verona. E’ un concetto a me sconosciuto e praticamente inammissibile, ma mi son cressudo su con la sciarpa delle Brigate al col fin dai primi anni 70.
                        Magari adesso i valori iè cambiadi…

                        • stefano 50/60 scrive:

                          mi fate morire di piacere Cesare e Altolago…..questo è essenza di tifo..è amore fede partecipazione..il resto è il nulla…..mi unisco a Voi…il calcio senza passione e con la musichetta al goal è merda…è bottagisio….è andar allo stadio perchè non sai che cazzo fare…..quando si mangia beve guarda il calcio e scopa è passione….sennò è ceo…diga……è merda….è morte……

                        • Simone scrive:

                          Doman te conto anca quela, Cesare.

                        • altolago scrive:

                          en do seto sta fin adeso……

                      • altolago scrive:

                        Va bene io continuerò a seguire il Verona a modo mio e tu alla tua maniera.
                        Per me è una società ciofeca, un allenatore mediocre e superbo che non sa ammettere i propri errori, un ds senza anima.
                        In segno di protesta se l’anno prossimo ci sarà ancora questo organigramma, dopo decine di anni di presenza previo abbonamento, e con enorme dispiacere, me ne starò a casa.
                        Non faccio parte di quelli che se gli trombano la moglie è contento perchè pensa che è ancora bella.
                        At salud.

                  1. altolago scrive:

                    Simone, domanda semplice semplice:
                    partendo dal presupposto che tu allo stadio, anzi al tempio, ci vieni, ma ti diverti?

                    • Simone scrive:

                      Io non vengo allo stadio per divertirmi ma per soffrire. Leggiti questo per capire cosa intendo:http://www.delinquentidelpallone.it/il-calcio-non-e-divertimento/ Se volessi venire allo stadio per divertirmi andrei a guardare altre squadre o andrei in altri lidi tipo cinema, discoteche (ma ormai lì anca no) o circo.

                      • altolago scrive:

                        si ciao.
                        Io non ho vent’anni per cui senza calcio non vivo.
                        Adesso quando torno a casa dopo la partita riesco a mangiare se ho fame e dormire se ho sonno anche se ne abbiamo prese 5. Da quella fase ci sono passato da giovanissimo. Oggi ho imparato a gestire le mie emozioni in maniera diversa.
                        Ci arriverai anche tu, ricordatelo.
                        Ho già dato abbastanza per non avere più di quelle fisime.
                        Però se quella è la tua realtà la rispetto perchè è stata la mia e quella di tanti altri.
                        C’è solo una cosa che mi lascia perplesso:
                        Come fai a parlare con così tanta cognizione di tattiche, moduli, ruoli se sei così preso.
                        Io onestamente si e no che mi ricordavo prima di una partita contro chi giocavamo e dopo ero così indaffarato a , diciamo così, seguire le vicende esterne che effettivamente del risultato me ne fregava men che meno.
                        Da ex vero BGB non mi convinci.
                        Comunque ciao.

                        • Simone scrive:

                          Mi piacciono gli aspetti tattici perché amo il calcio. Il mio modo di seguire la squadra è: allo stadio non faccio parte di nessun gruppo, seguo le partite con passione ma in maniera indipendente, ne parlo quasi tutti i giorni con amici (non solo del Verona ma del calcio in generale, io di squadre “del cuore” ne ho due, il Verona e una inglese, che seguo ovviamente più da lontano ma dì cui non mi perdo nulla grazie ad alcuni compagni di passione di cui alcuni tifosi del Verona come noi) alcuni dei quali molto competenti e dai quali ho imparato molto e coi quali mi confronto spesso. Tendo a mantenere una certa lucidità mentale perché sono così per indole, chi mi conosce lo sa. Non posso essere un esempio per quanto riguarda il tifo “collettivo”, né ho intenzione di diventarlo. So solo che per seguire certi tipi di squadre, specie in certi periodi oggettivamente difficili, bisogna sapere a cosa si va incontro. Ad inizio stagione mi ero fatto una bozza di classifica finale e il Verona l’avevo posizionato penultimo sopra il Crotone e sotto il Benevento.

                    1. Beppe scrive:

                      Maurizio Setti è interessato al Modena FC?http://hellaslive.it/news/maurizio-setti-e-interessato-al-modena-fc/

                      1. altolago scrive:

                        Si ma se devo scegliere fra Pazzini e un pisquano qualsiasi non mi pongo neanche il problema.
                        Pazzini per il Verona è essenziale. Ma c’è un piccolo ma.
                        Se il tuo giocatore più importante non lo metti neanche nelle condizioni di giocare secondo le sue qualità farai sempre fatica.
                        Quest’anno con il modulo folle dell’allenatore stiamo prendendo l’ennesima barcata di gol. Domanda semplice: ma perchè bisogna partire dalla nostra metà campo e non si può aggredire una squadra da subito, evitando così rischi inutili e continui.
                        Le statistiche (visto su TMW) dicono che il portiere del Verona è il più impegnato in tutta la serie A. quindi andando avanti di questo passo batteremo il record delle reti subite, ma anche quello delle occasioni d’attacco non avute.
                        Magari un atto di umiltà dell’allenatore e provare a modificare il modulo, visto anche che dal mercato arrivano solo scarti? Sempre pronto a ricredermi se il nuovo centravanti (in prestito) farà faville.

                        • NIKE scrive:

                          Partiamo dalla nostra metà campo e non da quell’avversaria perchè quest’anno siamo sullo stesso livello di 4-5 squadre le altre sono nettamente superiori,per cui giocando come dici tu le reti prese sarebbero 92 e non 46

                          • altolago scrive:

                            Bene perfetto.Partiamo da dove per andare dove?. Quanti tiri in porta facciamo a partita?
                            Ha a proposito con questo gioco siamo in classifica….? Dimmelo tu che io non me lo ricordo.
                            Ps potevi aggiungere che con questo gioco abbiamo preso ” solo” 46 gol. A 96 ci arriviamo comunque per la fine del campionato.
                            Aggiungiamo anche che a conferma di quanto dici sia il ds che l’allenatore dichiarano che con le squadre superiori è ovvio perdere.
                            Bene questo è il calcio visto da Voi. Io la vedo in maniera diversa.

                        • Simone scrive:

                          Il Verona quest’anno sta giocando in contropiede. Sfruttando per quanto possibile le caratteristiche dei vari Romulo, Fares, Caceres (che ora non c’è più), eccetera. Sul modulo (442/4411) non ho sentito tutti ‘sti catastrofismi a dire il vero. Si può discutere semmai sul valore della rosa e su alcuni errori tattici e soprattutto dei singoli. Questo Verona non ha le caratteristiche, la qualità né la forza di aggredire l’avversario nelle partite in cui siamo nettamente inferiori allo stesso (e in quelle in cui lo abbiamo fatto abbiamo comunque faticato proprio perché davanti anche con la presenza di Pazzini evidentemente si fatica). Tattica grosso modo sempre adottata in serie A negli ultimi anni tra l’altro, dove abbiamo sempre avuto il problema della fase difensiva. Pazzini non è il nostro giocatore più importante a mio avviso. Finora i giocatori che si sono dimostrati più importanti sono stati Caceres (da quando ha recuperato la condizione, ora andato), Cerci (quando recuperato, peccato che le ricadute per lui siano sempre dietro l’angolo) e Romulo. Davanti hai giocato di base con Pazzini nelle partite in cui potevi stare maggiormente nella metà campo avversaria (ha giocato dall’inizio con Fiorentina, Sampdoria, Lazio, Benevento, Chievo, Cagliari, Bologna, nella altre da subentrato al di là degli infortuni – per esempio col Genoa avrebbe sicuramente giocato se non fosse stato per quello) e con Kean in quelle in cui potevi provare il contropiede. Il canovaccio è stato quello. Ora Petkovic in teoria dovrebbe portare immagino una nuova caratteristica davanti, e cioè potrebbe tenere qualche pallone in più per far risalire meglio la squadra. Chiaro che la qualità è tutta da dimostrare. E lì capisco tutto il pessimismo. Che pure io ho.

                          • altolago scrive:

                            Io purtroppo son come tommaso (san). e vedo le cose per quello che sono.
                            Sarà che io ho del calcio una visione diciamo così “Bagnolesca” e le varie alchimie tattiche lasciano il tempo che trovano.
                            Sta di fatto che siamo penultimi , con una difesa orrenda e, credo di avere letto da qualche parte, quella che ha tirato meno in porta.
                            Il gioco del calcio per me rimane quello che se fai più gol di quelli che subisci in una partita, hai vinto; altrimenti no.
                            Oltre a tutto non riusciamo a tenere in piedi una partita per più di 60/70 minuti, fatto ancora più grave.
                            Se questo allenatore che rimarrà fino a che il sigaro ecc. non se ne andrà non cambia allenamenti e modulo di gioco la vedo grama.
                            Certo che avere visto Bessa e Fares giocare centravanti al posto di Pazzini è stata a mio avviso un’offesa al calcio.
                            Dopo tutte le opinioni sono valide o sbagliate, ma i punti sono quelli.
                            Ciao a domenica e che il dio della fortuna ce la mandi più che buona.

                            • Simone scrive:

                              Poi, io ho sempre detto e pensato che sta squadra, che tra le altre cose ha pagato un mercato ritardato, esperienza scarsa e condizione fisica nella prima parte non all’altezza, farà più punti nel girone di ritorno, a patto che fisicamente gli elementi chiave stiano bene (anche se uno purtroppo ora è andato) e che sul mercato si intervenga adeguatamente (finora perplessità più che legittime). Poi, questo è sicuro, col Crotone servono i tre punti.

                            • Simone scrive:

                              Boh. Nel senso che la formazione di base mi pare evidente. Nicolas Ferrari terzino destro Caracciolo e Heartaux centrali difensivi Fares terzino sinistro (di meglio oggi non abbiamo) Buchel e Zuculini centrali di centrocampo, Rómulo a destra, verde a sinistra, Cerci dietro la punta che è Pazzini in certe partite e Kean in altre. Giocatori fuori ruolo Ferrari in parte e Fares per ovvi motivi. Poi chiaro che se ti viene a mancare qualcuno bisogna adattare qualcosa. Bessa ha fatto il finto centravanti per mezza partita la prima col Napoli e fares a Crotone (in una settimana in cui Pazzini stava trattando col Sassuolo, e non era ancora arrivato Kean).

                              • Simone scrive:

                                Souprayen era il terzino sinistro titolare della scorsa stagione. Inadatto alla A, non c’è dubbio, ma da un certo punto in poi ha giocato solo se mancavano i titolari (ed è successo parecchie volte), anche in mezzo. Dopo Cagliari si è capito definitivamente che avrebbe giocato proprio in caso di estrema necessità. Tra Nicolas e Silvestri non saprei. Io Silvestri lo conosco bene perché seguo il Leeds, la sua precedente squadra. E ti dico che di errori ne ha fatto parecchi anche lui gli scorsi e, infatti ha perso la titolarità lo scorso anno nella B inglese. Nicolas quest’anno ha sbagliato con la Viola e con il Napoli ma nel complesso mi sembra migliorato rispetto allo scorso anno. Bearzotti è un’ala, che giocava in C l’ha scorsa stagione e ha fatto una discreta gara da terzino e una non positiva nel suo ruolo. Pensare di poterlo inserire come titolare mi sembra una forzatura advora francamente. Kean: dietro la punta io non lo vedo. Semmai non mi spiacerebbe, per caratteristiche, vederlo provare da esterno, ma in un 433 zemaniano per intendersi. Con questo modulo lo vedo solo punta. O seconda punta tipo come a Torino ma a partita in corso. Credo ci siano degli equilibri da rispettare anche perché hai un centrocampo titolare piuttosto imbarazzante per la categoria (Büchel e Zuculini). Bessa: io è dallo scorso anno che dico che in A faccio fatica a vederlo perché ha limiti fisici troppo evidenti e manca di altri fondamentali come la velocità. Su di lui è però curioso notare come abbia fatto le sue 4 migliori partite (a mio modo di vedere) in quattro ruoli diversi. La prima col Napoli da falsa punta, con la Sampdoria da interno di centrocampo, il secondo tempo col Milan da trequartista e l’ultima a Napoli da centrocampista nella linea a due (ruolo non suo ma dove ha fatto bene recuperando, al pari della prima, il maggior numero di palloni della partita). I gol presi: tre sono i difetti che vedo, e non c’entrano col modulo: 1. In determinate situazioni di gioco, quando ti prendono in velocità, la linea difensiva tende ad abbassarsi un po’ troppo perdendo le distanze dall’uomo da marcare. 2. Sui calci piazzati abbiamo difficoltà evidenti. Abbiamo però anche una squadra dalla fisicità scarsa rispetto alle altre quindi era piuttosto prevedibile purtroppo. 3. Errori individualità evidenti dovuti alla qualità che in parecchi elementi semplicemente non è da A ( Moltissime partite sono state condizionate da questo.

                              • altolago scrive:

                                Ciao Simone, scusa ma prima dovevo rispondere a chi fa dell’inutile sarcasmo.
                                Nella tua squadra ti sei dimenticato di inserire Souprayen che ha giocato terzino fino allo sfinimento (nostro).
                                Poi è una decisione del dottore che giochi in porta il brasiliano? Magari provare un altro portiere no vero?
                                Inoltre se hai una squadra malmessa quale la nostra perchè non insistere con Bearzotti per esempio; perchè non provare a giocare con lo iuventino dietro a Pazzini o viceversa.
                                Ma nessuno si domanda perchè Bessa quest’anno giochi così male e non sia mai incisivo?
                                Se in 20 partite hai preso 46 gol (tanti mi sembra), sopra la media dei precedenti tre anni di A forse il modulo che adotti non è il massimo.
                                Tanto male che vada prenderemo altri 46 gol, ma magari ne faremo qualcuno in più.
                                Poi insisto se domenica battiamo il Crotone va tutto bene.

                        1. Ziga scrive:

                          Mi dispiace Mauro… Così non fai altro che avvallare le scelte della società (la quale ha sempre operato in modo che noi traessimo appunto queste conclusioni)… Pazzini e Bessa devono restare se vogliamo salvarci punto! Qualità ne abbiamo già poca in rosa…

                          • altolago scrive:

                            Un allenatore anche meno preparato (???) di questo adatterebbe il suo gioco alla qualità dei singoli elementi.
                            Quì non succederà mai perchè gli interessi del sigaro in bocca ecc. non combaciano con la logica.
                            Comunque mettiamocela via: Bessa, Pazzini e chi sa chi altro partiranno a breve per garantire un lauto stipendio al di cui sopra.
                            Ps. basterebbe rileggere qualche intervista di Osvaldo Bagnoli per giocatre bene a calcio, anche quello moderno.

                          • micheloni scrive:

                            Le qualità di Pazzini non si discutono anche se le risultanze degli ultimi anni di serie A in quanto a score non sono granchè. Di fatto però non gioca. Vuoi perché da sempre sul
                            mercato, vuoi perché non ha le caratteristiche tecniche per reggere da solo l’attacco (alla Toni per intenderci). Se resta DEVE giocare, se non gioca tenerci 2 milioni lordi l’anno è solo un danno.

                            • Ziga scrive:

                              Io se fossi Pazzini resterei e mostrerei un bel dito medio per setti e Pecchia. Ora di finirla di fare terrorismo per mandarvi via i giocatori “scomodi” e fare sempre il cazzo che vuole sig, settiinfame…

                              • Simone scrive:

                                Pazzini se resterà, lo farà per il semplice motivo che quest’estate Squinzi, pien de schei ma no semo, non gli ha dato l’ingaggio che richiedeva e il fatto che sarebbe andato là a fare la riserva. E Cairo, sempre che sia vero l’interessamento (il che mi lascia molto perplesso) ‘sto mese idem, almeno per ora. Perché? Ecco i numeri di Pazzini negli ultimi tre anni e mezzo di serie A. 2013 14: dopo l’infortunio, 7 presenze da titolare al Milan e 13 dalla panchina: 3 gol su azione di cui 1 in coppa Italia con lo Spezia. 2014 15: nessun infortunio, 6 partite da titolare, 20 da subentrato, 1 gol su azione. 2015 16: 20 presenze da titolare, 10 da subentrato, 6 giornate saltate per infortunio, 3 gol su azione. Pazzini inoltre lo scorso anno in B ha terminato il campionato in calando, ultimo gol segnato su azione al Bari ad aprile. 2017 18: 7 presenze da titolare, 11 da subentrato. Aggiungi che Fusco ha raccontato una piccola ma evidente balla sulle sue condizioni fisiche. Ha già avuto, giocando quasi 1000 minuti, dei problemi fisici che gli hanno impedito di giocare delle partite e di allenarsi nella maniera giusta per una ventina di giorni quest’anno.

                                • Simone scrive:

                                  Altolago, assolutamente no. Io ho detto che Kean non è adatto e che l’errore vero è stato quello di non cercare e portare a casa un attaccante vero di categoria perché senza attaccante fai fatica. Io credo che Pazzini col Crotone giocherà,perché la logica dice questo, e mi auguro segnerà. E non mi fa piacere avere in squadra un attaccante in difficoltà. Ma bisogna anche guardare la realtà. E la realtà è che non abbiamo in rosa un attaccante degno della categoria ad ora. E questo lo dice il campo, oltre che le statistiche purtroppo.

                                • altolago scrive:

                                  siccome da tutte le parti non fai altro che sminuire Pazzini, io che non guardo le statistiche (non faccio il procuratore) ma quello che succede sul campo, vedo il Verona al penultimo posto. Ti sei dimenticato di specificare quante volte di quelle partito da titolare le ha finite per intero (0).
                                  Infine se vuoi dare dei dati devi, per correttezza affiancare i dati di chi lo ha sostituito nel suo ruolo.
                                  E non scrivere che lo iuventino ha segnato due reti su azione perchè non è vero,
                                  Sembra da come scrivi che ti faccia piacere che nessuno per il momento prenda il nostro centravanti titolare in una qualsiasi altra squadra, come se fosse materiale di scarto.
                                  Sempre strani i tifosi (?) veronesi…..

                          1. Luca scrive:

                            CURVA SUD MARCHE
                            Mauricio lasciamolo dove sta, datemi retta

                            1. maurizio scrive:

                              FattoMauro! Con Mauricio dalla Lazio al Benevento ….. Lotito si é sdebitato!

                              1. altolago scrive:

                                2013 Ritorno in serie. In attacco il Verona può contare sul capocannoniere della B Cacia, su Gomez e Longo ma in particolare sulla scommessa Toni. Sappiamo tutti come è finita. Cacia, sfigato, si è trovato davanti un colosso e ha fallito la sua possibilità in serie A.
                                Adesso invece ci troviamo in una situazione opposta. Dietro Pazzini, capocannoniere ed artefice della risalita in A ci ritroviamo con un ragazzino di 20 anni e basta. Eppure abbiamo visto le cose più demenziali: Bessa centravanti col napoli, e poi Fares e poi appunto lo juventino.
                                Trovo avvilente il comportamento non solo dell’allenatore, ma anche degli addetti ai lavori e anche chi commenta attraverso un proprio blog, che scaricano Pazzini solo perchè non segna ogni volta che entra (anche a cinque minuti dalla fine).
                                Si mette in discussione fin dalla prima giornata il giocatore più rappresentativo e nessuno si domanda se il modulo adottato dal littoriano sia giusto a prescindere.
                                Ma non lo sapevano anche in estate che Pazzini non sarebbe rientrato nei piani dell’allenatore? Perchè rovinare un’immagine ricostruita con tanta fatica attraverso 20 e passa gol con la panchina a fronte di elementi o fuori ruolo o scarsi? Morale della favola siamo penultimi, scarsi e in procinto (a meno di un miracolo) di ritornare in B. Ma l’importante è che lo scarso Pazzini non giochi. Miserie.

                                1. Luca scrive:

                                  CURVA SUD MARCHE
                                  Caro Mauro, Abbiamo possibilità di salvarci ma se vendiamo Pazzini le possibilità si riducono quasi allo zero, è l'unico giocatore di esperienza in questa categoria che abbiamo, da usare sia in campo che nello spogliatoio , oppure anche in panchina ma è l'unico leader!
                                  AVANTI BLU AVANTI CURVA SUD!

                                  • micheloni scrive:

                                    Può essere. I suoi gol su rigore sono valsi punti preziosi ma al netto di quando è entrato a partita compromessa non mi sembra abbia mai fatto la differenza nè aumentato il peso in attacco (e se qualche volta è successo è perché ha fatto meglio di un 17enne messo da Pecchia titolare dall’inizio… forse ai tempi d’oro della nostra giovinezza calcistica avremmo saputo fare meglio di Kean anche noi.

                                  • micheloni scrive:

                                    Concordo che sulla carta Pazzini è il più esperto e talentuoso del reparto offensivo. Non altrettanto sul ruolo di leader, caratterialmente non ha mai infatti minimamente spostato l’ago della bilancia a nostro favore.
                                    Anche il fatto che si sia costretti a difendere e contrattaccare non esalta le sue caratteristiche di uomo d’area. Anche se sappiamo bene che il vero motivo per cui si cercherà di venderlo è il suo ingaggio elevato che pesa sul bilancio del Verona.

                                  1. Sandro scrive:

                                    Purtroppo è evidente che stiamo smantellando la squadra, i pezzi buoni se ne vanno, si prendono in prestito alcuni giocatori di dubbia valenza e si va in B, con conseguente paracadute. Il mio cruccio più grande è che Setti, purtroppo, ha preso per i fondelli il compianto Presidente Martinelli facendo credere che avrebbe cresciuto l'Hellas come un figlio…… Balle spaziali, questi sono i risultati, speriamo che setti compri il Modena così celo togliamo dalle balle.

                                    • micheloni scrive:

                                      Strategie di Setti a parte su cui tutti abbiamo un’opinione abbastanza simile, mi sembra che il termine “smantellare” sia ad oggi un pó esagerato. Pazzini può dare ancora molto ma non è più un ragazzino e per catteristiche sta a tutto tranne che essere uomo da pressing sui difensori avversari e da contropiede micidiale. Bessa ha qualità ma ha anche dimostrato di soffrire e non poco il cambio di categoria tant’è che di lui in A ricordiamo una rete e una palla persa a Bergamo costata il gol. Dipende poi sempre da chi arriva al loro posto. E anche lì solo il campo può emettere il verdetto.

                                    1. IL SAGGIO DICE scrive:

                                      Stessi colpetti del mercato di due anni fa. Speriamo che almeno chi arriva sia già pronto e non sia spompo dopo 20 minuti.

                                      1. Luca scrive:

                                        CURVA SUD MARCHE
                                        Caro Robyz , altre strade secondo me, via bonifico non credo….!

                                        1. Robyz scrive:

                                          Caro Mauro…. credo che Setti abbia già ricevuto da lotito il ringraziamento (via bonifico ) per aver “rigenerato” Caceres…..

                                          1. altolago scrive:

                                            Diciamo i primi colpi di…..sole anche se invernale.
                                            Ho parlato con un amico di Udine, Si e no che sanno riconoscerlo el mato…s.
                                            Certamente non sarà difficile fare meno peggio di adesso ma sinceramente guardando poi il mercato delle altre sfigate come noi c’è da piangere.
                                            Poi Petkovic segnerà 15 reti e allora andremo tutti in pellegrinaggio dalla volpe fusco.
                                            Se non si prende atto che Volpi era il vero padrone occulto del Verona e il sigaro in bocca al c.retino era solo la facciata non ne usciremo mai. Speriamo in una bella e vera inchiesta della finanza.
                                            Ps. sul mercato c’è ancora libero Tiboni. No se sa mai

                                            1. schetch scrive:

                                              Un bel colpo sarebbe esonerare Pecchia! E come dimostrato da altre squadre con gli stessi budget nostri si può fare discreto calcio. E’ evidente che molte delle partite insulse viste finora siano merito di Pecchia e della sua confusione tattica che si aggiunge alle scarse capacità di molti nostri giocatori che di tutto hanno bisogno fuorchè la confusione.
                                              Setti poi fa tutto il resto…
                                              Hellas Huber Alles.

                                              1. I colpi li faseino quando de drio ghera Volpi.
                                                Adesso ghe solo setti, infatti ie’ colpetti…

                                                1. mir/=\ko scrive:

                                                  Primi colpetti?? se fossimo in lega pro, avresti ragione. ma essendo in serie A, ridotti come siamo, queste sono più "ultime miserie di una lunga serie"!!!

                                                Rispondi a altolago

                                                *