05
feb 2018
AUTORE micheloni
CATEGORIA

Uncategorized

COMMENTI 73 Commenti
VISUALIZZAZIONI

3.548

O COSÌ… O TRIBUNA.

Verona-Roma? Ma siamo seri.
La vera partita del Verona, non si gioca su un prato verde, non dura 90 minuti e l’avversario ce l’ha in casa.
Una partita che non vale, nè tre punti nè una categoria, ma il suo stesso futuro.

Il dubbio sul caso del giorno infatti viene.
Forse che Hertaux ha rifiutato il Rennes? Forse che Fossati ha rifiutato di scendere in B? O forse che Verdi e Felicioli hanno rifiutato destinazioni loro proposte durante la sessione invernale di mercato?
La realtà dice che nessuno di loro era infortunato, ma tutti erano a vedere Verona-Roma dalla tribuna.
Passi per Hertaux ex titolare surclassato dal nuovo Vukovich, passi anche per Felicioli e Fossati che il campo quest’anno lo hanno visto poco e niente… ma Verde… Verde no… Verde era oggi da 11 iniziale perché con tutto il rispetto per il ragazzo, il giovane Aarons non può essere sbattuto nell’Arena a poche ore dal suo arrivo senza conoscere compagni ma soprattutto il calcio italiano.
E anche fosse, Verdi avrebbe fatto più che comodo come subentrante una volta rimasti in superiorità numerica per 42 minuti (compreso recupero) del secondo tempo.

L’immagine di Pecchia (espulso) vicino a Fusco in tribuna d’onore e Setti imbacuccato col sigaro in mano è la desolazione e la tristezza fatte uomo.

Già Pecchia… capisco debba riconoscenza a chi sino ad oggi gli ha puntualmente salvato il culo confermandolo nonostante risultati negativi quando non imbarazzanti… ma cazzo, come può un allenatore con un minimo di dignità, accettare di non poter disporre di un calciatore potenzialmente utile sul campo, per una decisione punitiva decisa dal suo DS, che ricordiamolo, nulla ha a che vedere con comportamenti disciplinarmente contestabili.

Caro Pecchia… da uomo a uomo: “che schifo”.
Caro Fusco… avrà mai fine il peggio a cui ci sta abituando?
Caro Setti… vuole salvare il salvabile? Faccia piazza pulita attorno a se. Via coloro che hanno fallito nel compito di salvare i bilanci e construire una squadra che fosse minimamente competitiva nella massima serie…. e se proprio vuole farci il regalo più grande, lasci presto Verona e il Verona.

3.548 VISUALIZZAZIONI

73 risposte a “O COSÌ… O TRIBUNA.”

Invia commento
  1. Parmenide scrive:

    …. Qui c’è ancora gente che non ha capito lo striscione ” setti schiavo di Fusco”. Per favore fate uno sforzo… Per Dio!

    • Maxhellas scrive:

      Beh, spiega dai!
      C’è chi ha tentato di spiegare i bilanci, chi ha tentato di spiegare altre cose.
      e tu hai la chiave dell’enigma tirala fuori.
      Francamente io (sarò anche limitato) ma non l’ho capito molto.
      Insomma, Fusco è un dipendente di Setti.

      • Parmende scrive:

        Io non devo nulla tantomeno a te! Dico solamente che condivido quello striscione che per me ha una sua logica! Vediamo cosa ci riserva il futuro e, siccome trovo abbia una logica semplice, PRESUMO , possa essere capita anche da altri e poi, per quel che mi riguarda, non me ne frega nulla di Setti, Fusco, Pecchia, possono fare o disfare quel che vogliono perché lo stanno già facendo e senza nemmeno dirlo. Infatti e’ stato Setti che ha dato pieni poteri nel dipartimento tecnico a Fusco ( lo ha dichiarato) accettando il non esonero di Pecchia…. convieni che Setti prende ordini da Fusco? hahahaha… Ero in Lega Pro come in tutte le categorie dove abbiamo giocato e sempre ci sarò… Non sono altrettanto sicuro per molti tastietifosi…

        • Maxhellas scrive:

          Ancora con sta storia della Lega Pro?
          Non ti preoccupare: c’ero anch’io. E francamente mi divertivo molto di più di adesso, tanto per essere chiari. altro che ultras querty.
          Ho seguito “fisicamente” il Verona (nel senso allo stadio) dal 1979 (avevo 12 anni) al 1993. Poi mi sono trasferito per lavoro e l’ho seguito come potevo. Da metà 2007 sono rientrato a Verona e di nuovo ho ripreso a “santificare le feste” andando al tempio. Solo negli ultimi 3 anni ho deciso di non dare più un euro al porco di Carpi e, tranne qualche rara occasione in cui ho delle “ricadute”, ho mantenuto fede a questo “voto”. So che è una scelta criticabile dalla gran parte di voi “puri” che “comunque bisogna sostenere i colori a prescindere”. Opinione che rispetto, ama che non condivido: pagare di tasca propria il maiale che sta assassinando il nostro Verona mi sembra assurdo. Ma ognuno fa come vuole, giusto?
          Quindi, cari Cesare, Stefano e (credo) anche Parmenide, visto che abbiamo più o meno la stessa età, che condividiamo la stessa identica passione e che, magari in modi diversi, abbiamo a cuore le sorti della NOSTRA Squadra, trovo sia energia sprecata insultarci a vicenda.
          Io quello striscione continuo a non capirlo, soprattutto perché ritengo Setti il responsabile e Fusco uno dei suoi sgherri, con Pecchia, Barresi e gli altri al seguito. Tutto qui.
          Se c’é dell’altro, basta spiegarlo, senza tanti “gh’erito a Busto?”. Dove gh’erimo in tanti, tranquillo!

    1. Cesare Settore Superiore scrive:

      Off topic.
      Dominica scorsa dalle ore 09,30 scontri tra un centinaio di ultras veronesi e romanisti nelle zone semideserte in zona stadio.
      Eppure la Questura scaligera aveva predisposto un piano di sicurezza con percorsi protetti riservati ai 1800 tifosi romanisti. Peccato che il piano di sicurezza approntato iniziava dalle ore 10.
      Maledetta ora solare!

      • RH scrive:

        te lo se che nell’arma iè tutti dal de là, e la giornata meridionale la scomensia alle 11, metteghe un’ora del fuso orario, vol dir che i pulotti tra colasion, moerse, armamentario, accerttare controlllare verifficare, i sa desmessià ben tre ore prima del solito per esser operativi alle diese poarini..
        Lungi da me commentare se i ultras ià fato ben o fato mal, i savea a cosa i ndasea incontro, e la ghe na mal ai romani, e meio ai nostri.
        il mistero le che i romani, o che i s’ha tolti qualche stanza per esser qua de mattina(e anca in quel caso) possibile che noi sa mia dimandà come mai i capi, che presumo sia ben noti, i s’ha tolti tutti una stanza a Verona?) o iè partidi bonora.. A noialtri i vien a torne for de ca con le volanti per scortarci ovunque, possibile che non i sa mia nacorti che mancava el pullman de ultras (il primo da controllare, e quindi da segnalare) che è partio prima? Meti che se sia spostè en macchina, possibile che con tutte le telecamere, non i se n’acorze de una ventina de macchine targate Roma che se cata ai autogrill verso Verona, a maggior ragione se il pullman ultras della Roma non l’è mia partio??
        L’ambiente, per osmosi, un po’ lo mastico, e so ben che se sei un “civile” te poi tranquillamente star sereno (perlomeno qua), ma visto l’impegno massimale che i ghe mette ad arginar el fenomeno ultras (anca lì, possibile uno spreco compagno di denaro anche in situazioni in cui sicuramente non succede nulla di male, e un dispiegamento tale di forze, con elicotteri, piani d’azione, personale sull’ordine del migliaio per una partia de balon, anca la più innocua, e stangate anca se i te becca con la telecamera a caldo che te tiri na brena silenziosa dentro el stadio senza avvisare i stiuards prima), se questo l’è el risultato della massima applicasion de le menti che gestisi l’ordine pubblico italian, ghe da metterse le mane nei cavei nei casi veramente pericolosi, tipo isis e quant’altro

      1. RH scrive:

        duminica pecchia el sa oltà a vardar la panchina, l’ha visto che nefandesse che ghe restà e el sa fato cassar fora par no esser lu a dover metter dentro supraien o compagnia..

        1. Luca scrive:

          CURVA SUD MARCHE
          È palese e lampante che la Società in realtà non è mai stata di Setti, prima il cibo arrivava dalla Liguria da un po' di tempo il cibo arriva dalla bassa vesuviana.
          Ecco spiegato lo striscione, Setti schiavo di Fusco!
          Butei Liberi!

          1. mir/=\ko scrive:

            il disastro sarà tangibile l'anno prox quando ci troveremo a fare la serie B con la sola ambizione di salvarci il culo dalla serie C, dove peraltro meriteremmo (…come società!) di essere già oggi!!! tutti a parlare dell'ultra 30enne Pazzini e nessuno che parla di uno scempio ben più grande per un Verona che viaggia diretto in B: Torregrossa svenduto per 4 denari al Brescia!!! non avrebbe fatto forse comodo il prox anno, quando avremo in attacco IL NULLA!!! eppure tutti a cantare felici, contenti e rincoglionit…i con il solo Pazzini in testa!!!!

            • Andrea da Roma scrive:

              A giugno tra fine prestiti e contratti in scadenza la rosa rimasta sarà:

              PORTIERI: NICOLAS e SILVESTRE;

              DIFENSORI: BIANCHETTI, CHERUBIN, BROSCO, CARACCIOLO e SUPARYEN

              CENT.: FOSSATI, ROMULO, VALOTI, ZACCAGNI. FARES e BEARZOTTI;

              ATT.: LEE

              COME BASE PER LA LEGA PRO MI SEMBRA BUONA? COSA NE PENSATE?

            1. fenomeno scrive:

              A me dei bilanci importa poco nel senso che i bilanci di tutte le società sono pieni di artifizi contabili e di trasferimenti contabili tra società dello stesso gruppo…oggi si grida allo scandalo perchè transitano soldi da HVMC a Seven 23…alcuni anni fa quantità maggiori di soldi sono passate da Seven 23 a HVM e da li all’Hellas per l’acquisto del marchio ed allora tutto andava bene….se vogliamo indagare sui bilanci lo dobbiamo fare a 360 gradi non prendere solo ciò che interessa…detto questo la gestione sportiva di questa società è da dementi…Aarons in campo e Verde in tribuna, Calvano in campo e Fossati in tribuna, nessun giocatore che assomigli vagamente ad una punta in campo e Pazzini a Levante….GESTIONE TECNICA SCELLERATA

              • bruce scrive:

                Perdonami, ma non sarai così ingenuo da credere che la formazione la faccia Pecchia, vero? :)

                • fenomeno scrive:

                  La fa Pecchia si altrimenti non avrebbero senso mille altre cose…perchè pagare 1 milione di euro a Cerci, perchè darne 5-600 mila a Cassano, perchè prendere Vukotic?…se qualcuno mi spiega con argomentazioni serie dov’è la convenienza economica ad andare in serie B magari mi ricredo….

                  • Ma scrive:

                    paracadure = 25 mln
                    riduzione ingaggi = non quantificabile ma 20-30% in meno si può supporre
                    vendita giocatori che hanno mercato = 3 mln presi a gennaio, altri 5 li fai tranquillamente a giungo/luglio.

                    E poi, per competere in A devi creare una struttura di osservatori/giocatori/staff tecnico/preparatori/professionisti di un certo tipo ed avere un minimo di capacità economica.

                    • fenomeno scrive:

                      Paracadute 25 milioni, diritti TV 38….riduzione ingaggi la puoi fare anche in serie A, nessuno ti obbliga a prendere giocatori dagli ingaggi alti…questa squadra con un allenatore ed un DS serio non era lontana dalpotersi salvare…salvandoti il paracadute sarebbe di 38 milioni…e l’anno dopo minimo ne hai altri 25 se retrocedi o altri 38 se ti salvi….NON ESISTE SIA PIU’ CONVENIENTE RETROCEDERE

                  • bruce scrive:

                    Per poter affrontare un campionato di serie A occorre investire altrimenti (Pastorello docet) meglio una B anonima che consente di spendere molto ma molto meno e poter portare avanti squallidi affarucci, ma come si dice il tempo è galantuomo e la verità non tarderà ad arrivare a galla…..

                  • altolago scrive:

                    Spieghene ti cosa te vol dir perchè no se capisi miga.
                    Un altro presidente l’è lo stesso perchè tanto el fa sparir i soldi. Quindi tegnemose questo.
                    Vukotic sa costelo? Te ghe da tegnartelo se te te salve. Se invese te retrocede te ghe lo de indrio dopo averghelo recuperà e magari el ghe rendi qualcosa. La storia Iturbe te disela gnente?
                    Questo presidente no la mai tirà fora schei soi; Men che meno dale banche. Anca i altri presidenti fai così?
                    Vuto tegnarte sto finto presidente qua. Spieghelo a tuti parchè mi ghe rinuncio.
                    O seto anca ti che la colpa l’è dela curva?

                    • fenomeno scrive:

                      Io mi chiedo, se questo presidente non ha mai tirato fuori soldi e ne intasca a bizzeffe perchè non ce la fila di gente che prende società di calcio?…non si tira fuori un euro e si fanno soldi a palate…un business straordinario…Setti non è sicuramente il mio presidente preferito però non sono così ottuso da pensare che gli artifizi contabili esistano solo in questa società…provate ad indagare cosa c’è dietro il Milan o l’Inter ad esempio o a quello che tira fuori dal Napoli il buon Aurelio…se Setti se ne va domani ben venga, non aspettatevi però un benefattore che spende e spande per la nostra gioia…il calcio d’oggi è fatto di queste cose,plusvalenze fittizie, debiti con l’erario, debiti con il comune, giri contabili tra società, consigli d’amministrazione lautamente pagati formati dai parenti dei presidenti, ecc ecc…questa è la realtà…certo, quello che stiamo vedendo quest’anno fa schifo anche a me ma ricordo pure Marcianise e Pagani, Toni, Iturbe, Romulo, Mandorlini e 100 punti in due anni strepitosi…io non sono preoccupato, se Setti fallisce uno qualsiasi di noi può prendere il Verona, non tirare fuori un euro, fare due promozioni in A, fare dei cmapionati super in A e guadagnare un sacco di soldi…basta solo avere pazienza ed aspettare il prosismot urno

              • EvoDevo scrive:

                Flussi di denaro da Seven 23 a HVM ? Ne sei sicuro ? Lo puoi provare ?

                • Maxhellas scrive:

                  Ecco:

                  La settimana scorsa, sottolineando l’articolata catena di società che gravitano attorno all’Hellas Verona, abbiamo espresso la necessità – per un’analisi complessiva dello stato di salute del club – di non limitarsi al solo bilancio dell’Hellas Verona Fc, ma di poter prendere visione anche del bilancio della controllata Hellas Verona Marketing e Communication Srl (HVMC) e della correlata HV7 Spa. E del livello superiore rappresentato dalla Società Anonima Falco Investments, di cui sarebbe interessante conoscere le fonti di finanziamento. Oggi prendiamo in considerazione il bilancio dell’Hellas Verona Marketing & Communication Srl (società detenuta per l’88,9% da Hellas Verona FC e per l’11,11% da Falco Investements), resosi disponibile lo scorso 25 gennaio e che chiude con un utile di 15.602 euro. Continuano invece a non essere ancora disponibili gli ultimi due bilanci della HV7 Spa. PREMESSA. Relativamente alle attività di HVMC Srl è interessante soffermarci sui suoi rapporti economici e commerciali con l’Hellas Verona, sull’Hellas Store, sulle “sponsorizzazioni diverse” (gli sponsor “minori” non presenti sulla maglia) e sugli effetti attuali della famosa operazione di cessione del marchio del dicembre 2013 da parte dell’Hellas Verona proprio a HVMC per 18 milioni di euro. Secondo il commento alla Nota Integrativa l’attività di HVMC è “di interagire con la controllante Hellas Verona per lo sviluppo delle iniziative di marketing, commerciali e di comunicazione”. Essendo HVMC una società dedicata allo sviluppo commerciale del brand Hellas Verona, questa interazione dovrebbe portare un beneficio economico e finanziario all’Hellas Verona. Tuttavia come abbiamo potuto appurare non è così. Anzi. RAPPORTI TRA HVMC E HELLAS. L’Hellas Verona Marketing e Communication paga a favore dell’Hellas Verona 436.000 euro. L’Hellas Verona “ricambia” pagando corrispettivi per 303.189 euro. Ciò comporterebbe una bilancia a favore dell’Hellas di 132.811 euro. Ma non è così, perché HVMC riceve dall’Hellas anche i cosiddetti“ proventi per assistenza contrattuale” per 909.157 euro. Un costo per l’Hellas, tra l’altro non evidenziato nel suo bilancio (e dovrebbe esserlo in quanto operazione con società controllante). Un ricavo per HVMC, che così si ritrova con una bilancia a favore nei confronti dell’Hellas Verona di 776.346 euro. Dunque è l’Hellas Verona che alla fine finanzia con 776.346 euro l’area commerciale e non viceversa. Un fatto non nuovo: è accaduto anche nell’esercizio 2015-16 e allora la cifra superava addirittura il milione di euro. HELLAS STORE. Fra corrispettivi negozio ed e-commerce (vendita online) e vendita materiale i ricavi nel 2017 di Hellas Store sono stati di 1.220.173 euro. I costi relativi ad acquisti per merchandising, materiale Nike e lavorazioni sono risultati di 1.097.783 euro (di cui 570.979 euro risultati “invenduti”). Senza entrare in merito all’anomalia di questi numeri (1.098.783 di acquisti, 1.220.173 di ricavi, raddoppio a 1.109.345 delle rimanenze) e tenendo presente che gravano sullo Store pure dei costi diretti quali l’affitto dei locali (106.179 euro) e parte del costo sostenuto per lavoro dipendente, si può affermare che lo Store non crea liquidità. SPONSOR “MINORI”. La società HVMC raccoglie le “sponsorizzazioni diverse” legate alla concessione in uso del marchio “Hellas Verona” alle aziende partner. I ricavi del 2017 relativi a questa voce sono di 1.788.974 euro. Tenendo conto che il bilancio di HVMC chiude in sostanziale pareggio,possiamo affermare che i proventi degli sponsor “minori” hanno partecipato solamente alla copertura dei costi d’esercizio di HVMC. CESSIONE DEL MARCHIO…OGGI. Di rilievo è la ricaduta ancora oggi sul bilancio di HVMC della famosa operazione di acquisto del marchio del dicembre 2013 per 18 milioni di euro dall’Hellas Verona. A distanza di quattro anni il debito residuo è di 11.651.639 euro, soprattutto grazie alla rinuncia di un credito di 5.080.000 euro dell’Hellas Verona dopo che questo ha sottoscritto l’aumento di capitale sociale di HVMC. Tra i costi d’esercizio quello che incide fortemente sul bilancio di HVMC è la quota d’ammortamento di 1.001.559 euro relativa appunto all’acquisizione del marchio. Quota che incide come costo dal punto di vista economico (l’ammortamento ripartisce su più esercizi il costo di un acquisto passato), ma che finanziariamente crea liquidità (perché non corrisponde una effettiva uscita nell’esercizio di questi 1.001.559 euro). Ma curiosamente la liquidità generatasi è stata utilizzata nell’esercizio 2017 non per pagare all’Hellas Verona una quota del debito perla cessione del marchio (dunque portando risorse utili alla gestione calcistica del Verona), ma è stata trasferita a titolo di anticipazione finanziaria per un importo di 1.078.395 euro alla Seven 23 srl, la quale come noto è la società italiana capofila dei marchi di abbigliamento di Setti. Seven 23 srl a cui è riconducibile la proprietà diretta di Falco Investment e i cui soci sono schermati da una fiduciaria (Argos). MORALE. Il marketing e il merchandising dovrebbero essere una forma di ricavo per una società di calcio, e anche per questo motivo i sostenitori acquistano prodotti ufficiali griffati Hellas Verona. Mentre per il Verona sono attività economiche che sostanzialmente non portano alcun beneficio. La lettura d’insieme dei bilanci mette in evidenza che il modello di gestione del Verona non è sostenibile nel tempo, né trasparente nei confronti dell’opinione pubblica, dei tifosi, della comunità e di tutto il territorio. MANIFESTO DEI VALORI. Verona col Cuore, da anni impegnato sul fronte della partecipazione attiva dei sostenitori, ha approntato, anche sulla base di altre esperienze italiane e straniere, un “Manifesto dei Valori” che condividerà con tutti coloro che hanno a cuore le sorti del Verona, con l’obiettivo di poter raccogliere eventuali suggerimenti, modifiche e miglioramenti, e con la speranza che possa tradursi nell’insieme delle linee guida di chi in futuro vorrà investire nell’Hellas Verona. Fonte: Verona Col Cuore

                  • fenomeno scrive:

                    Nulla di strano….giri contabili tra una società e l’altra dello stesso gruppo…andate a spulciare i bilanci di tutte le società di serie A e ne troverete una infinità di queste cose….Max cos’era il Verona prima di Setti?…che capitale giocatori aveva?…che struttura societaria aveva?…se vuoi fare dei raffronti economici/finanziari falli tra il Verona di allora e quello di adesso

                    • fenomeno scrive:

                      Purtroppo si, in questo calcio è normale…..e se avessimo 6,7 punti in più che con la stessa squadra ed un allenatore capace li avremo tutte ste chiacchiere non uscirebbero…opinione ovviamente personale

                    • Maxhellas scrive:

                      Non sono giri contabili.
                      Non ci vuole un commercialista per capire che l’Hellas Verona FC Spa sta finanziando l’HVMC, che a sua volta gira quattrini alla Seven 23 Srl, società capofila del tessile di Setti.
                      E’ come se la Juventus finanziasse la FIAT, anzi FCA…
                      O il Sassuolo finanziasse la MAPEI.
                      O il Chievo la Paluani.
                      Vado avanti con gli esempi?

                      Di norma, come puntualmente rilevato da Verona col Cuore, la parte marketing (magliette, gadgets e merchandising vario) fornisce liquidità aggiuntiva all’attività sportiva, non il contrario. Da noi, guarda caso, avviene esattamente il contrario…

                      Ma secondo te è tutto normale…Boh!

                • fenomeno scrive:

                  Lo posso provare nella stessa maniera in cui altri possono provare il contrario ovvero leggendo i bilanci…

              1. Lona scrive:

                x Mirco. a cantare contenta e rincoglionita sarà to mare.

                1. RH scrive:

                  Che ha messo tutti contro tutti non è certo stato questo o quel personaggio, ma è stato l’internet, che amplifica una “guerra intestina” che allo stadio non esiste

                  1. ciccio2 scrive:

                    questa storia degli “epurati” sta solo evidenziando un’annata che sta peggiorando sempre più, salvo qualche piccola illusione… dura tifare quando la società sembra dichiarare guerra alla città .. ben venga il silenzio stampa, ma quando finirà QUALCHE DOMANDA dovranno pur fargliela…. sempre che non arrivi qualche vittorietta a cancellar la delusione…

                    1. Roberto scrive:

                      Ti ringrazio Mauro perché le tue considerazioni sono pienamente condivise dalla maggior parte di noi tifosi affranti e delusi da questa situazione paradossale e ridicola che si concluderà solo quanto la proprietà deciderà di mollare l’osso dopo averlo spolpato a dovere.
                      Io sono convito che qualcosa bolle in pentola, altrimenti non si capisce il motivo per cui una proprietà si ridimensioni in questo modo. Sarebbe un suicidio sportivo e finanziario pari a quello successo a Parma.

                    2. Mariino scrive:

                      tutto mi fa pensare che dietro a tutta sta faccenda ci sono dei banchieri,come riescono a spolpare dei risparmiatori figuriamoci una squadra di calcio

                      1. maurizio scrive:

                        Setti é il principale colpevole dello scempio a cui stiamo assistendo: non ci sono dubbi. È il proprietario e gli altri fanno quello che dice lui!
                        Fusco è un poveraccio che non sa fare nulla: in genere, i DG sono persone intelligenti che devono avere "agganci" con tutti i DG delle altre squadre (Non solo del Boogna), essere profondi conoscitori del calcio e non avere, come amico del cuore, l'allenatore della squadra che dirige.
                        Pecchia: per tutti …. una brava persona …. incompetente ma … una brava persona. Mi spiace ma, non sono d'accordo: un uomo senza dignità non può essere una brava persona ma solamente un mezzo uomo … un quaraquaqua. Pecchia: ma un briciolo di amor proprio non ce l'hai? Come puoi essere così vigliacco da non riuscire neppure opporti ai tuoi capi quando ti ordinano di privati di atleti che ti potrebbero tornare utili? L'italia ti vede: dopo l'hellas … chi vuoi che assuma più un pagliaccio come te?

                        1. dany scrive:

                          se torniamo indietro negli anni mi sembra che il pregiatissimo e onorato presidente abbia sempre cercato di fare piazza pulita di tutte le persone corrette competenti e vogliose di fare il bene della squadra. Mi riferisco a Toni, ma in precedenza anche a calciatori come Maietta , Hallfredsson e non da ultimo Gomez… Non penso qua ne alle capacità tecniche ne a discorsi economici, dico solo che questo presidente non vuole che ci siano attorno a se persone attaccate alla maglia, vuole essere lui a decidere in base al suo tornaconto. In teoria visto che la squadra è sua il comportamento è legittimo ma in realtà le squadre si assemblano e si forgiano col tempo invece in questo modo ogni anno è praticamente l’anno zero: dobbiamo ripartire da squadre che sono vere e proprie incognite con quindi la non trascurabile apprensione di rischiare di ritrovarsi in lega Pro in un batter di ciglio.

                          1. IL SAGGIO DICE scrive:

                            Cosa vuole dire “Setti schiavo di Fusco” ? Ma che striscione è ? È Fusco il presidente ? È Fusco che mette a disposizione il budget ? Fusco lavora sottobanco per Volpi ?
                            Non riesco a comprenderne il significato.

                            1. pinkhellas scrive:

                              Ciao Mauro, ho sempre sostenuto Pecchia perché il colpevole sappiamo chi è. Dopo la partita col Crotone mi son detta: ora pecchia se ha le palle dice come stanno le cose oppure è complice della situazione!!
                              Il tuo blog no fa Na piega!!!! Setti sta disonorando il povero Martinelli, sputtanando tifosi e città!!!! Peggio di qs presidente muto mai visto tanto schifo!!!! Ne vorrei dire una grossa da cattiva ma per ora taccio!!!! Solo Hellas Verona

                              1. PierinoFanna scrive:

                                Porta pazienza Mauro, ma se Pecchia si dimette sparirà per sempre, diciamo che rimanendo lì una flebile speranza la conserva. La dignità è una merce rarissima, soprattutto in politica e… nel balon.

                                1. altolago scrive:

                                  Ciao MAURO, sono contento che finalmente abbia preso atto del fallimento totale di questa lurida società a delinquere (scommetto che c’è lo zampino di Cesare).
                                  Un unico appunto quando scrivi che setti dovrebbe fare piazza pulita ecc.
                                  Ecco li sbagli. Piazza pulita va fatta proprio partendo dal vero responsabile principale che è appunto lui.
                                  Non ci sarà aria sana fin che il tizio sarà alla guida. Giovedì avrai di che discutere nell’email privata del buon Cesare, te lo garantisco.
                                  Aggiungo solo che mi dispiace che i giornalisti veronesi si siano comportati un pò vigliaccamente per questi anni e non abbiano avuto il coraggio di svelare il marcio che gira attorno ai maglioni.
                                  Ciao.

                                  • avanti i blu scrive:

                                    Setti principale responsabile…. francamente ho smesso di pretendere rotolamenti di teste” (prima si doveva cambiare quando ancora si poteva modificare l’andazzo rimettendo in piedi una stagione oggi compromessa) …. Adesso spero rimangano tutti fino all’ultima giornata a prendersi da qui alla fine i meritati “ringraziamenti”

                                    • altolago scrive:

                                      Oddio, mi francamente se setti i le tira so prima saria più contento.
                                      Dopodechè no o miga capio cosa te vol dir. setti no elo miga el capo combricola? E alora l’è el primo responsabile o no?
                                      No ghe teste che ga da rodolar. I ga da rispondar ala gente dei danni che i a fato. O no?

                                      • avanti i blu scrive:

                                        Me spiego meio: che adesso cambi allenatore o no lo cambi per me è lo stesso… perchè: 1) ormai la stagione sportiva è andata a pu77ane 2) il mio giudizio sul carpigiano non cambierebbe (ormai fiducia zero) 3) troppo comodo che il DS sparisca dopo aver concluso la distruzione sportiva del Verona (retrocessione più una squadra fatta di prestiti o di giocatori che, a parte romulo valgono zero…) senza ricevere i MIEI meritati “chetac**à . CHE a QUELLO DI CARPI TRA QUALCHE DOMENICA NON VENGA IN MENTE (A B SICURA) CHE SIA SUFICENTE CAMBIAR 1 O TUTI E DU GLI INCAPACI PER RIFARSE L’IMENE PENSANDO DE RISULTAR NA VERGINELLA CHE LÈ STÀ MA VITTIMA CHE NO LA SAVEA QUEL CHE EL DS STAVA FACENDO

                                        • fenomeno scrive:

                                          Posso capire che si auspichi che Setti sparisca da Verona ma pensare che arrivi un presidente che non faccia magheggi in questo calcio è pura utopia….

                                        • avanti i blu scrive:

                                          Concordo

                                        • altolago scrive:

                                          Sinceramente a mi che el cambia o no alenator o el ddt. me lassa completamente indifferente.
                                          Punto al fatto che suceda qualcosa de importante en società. Se l’è vera che finalmente i a messo le mane sui maneggi tra volpi e el sigaro spero che al più presto se ariva a saver de tuti i tramaci fatti. Dopodechè pol sucedar solo do robe:
                                          I le porta via direttamente con en careto
                                          Qualcheduno el sia en procinto de tol el Verona.
                                          Tuto el resto el diventa secondario. Serie A o B l’è assolutamente la stessa roba purchè setti el sparisa da Verona.

                                        • avanti i blu scrive:

                                          Par essar ancora più ciari par mi da qua ala fine indipendente dal risultato l’atteggiamento nostro deve essere quello del dopo gara con il crotone: il bentegodi deve essere un ambiente non indifferente ma ostile nei confronti di chi è responsabile

                                  1. Andrea da Roma scrive:

                                    A giugno tra fine prestiti e contratti in scadenza la rosa rimasta sarà:
                                    PORTIERI: NICOLAS e SILVESTRE;
                                    DIFENSORI: BIANCHETTI, CHERUBIN, BROSCO, CARACCIOLO e SUPARYEN
                                    CENT.: FOSSATI, ROMULO, VALOTI, ZACCAGNI. FARES e BEARZOTTI;
                                    ATT.: LEE

                                    COME BASE PER LA LEGA PRO MI SEMBRA BUONA? COSA NE PENSATE?

                                    1. Giangian scrive:

                                      Onestamente scandalizzarsi adesso mi sembra alquanto inutile ; Vero è che è sbagliato escludere a prescindere dei giocatori , vero è che i sostituti non sono stati migliori degli esclusi , però rimpiangere il Verde , Hertaux e Fossati delle ultime gare rende ancora più desolante il quadro clinico del nostro “Ammalato” Hellas.
                                      Verde dopo la partita col Sassuolo è scomparso , Hertaux ha reso ben chiaro il perchè era in panca a Udine , Fossati non ha mai sfruttato le sue occasioni ………………
                                      Il dramma è che abbiamo solo questi mezzi a disposizione e mentre la barca affonda il buon Pecchia si toglie ( masochisticamente ) qualche sassolino dalla scarpa .
                                      L’orrore è che non siam stati capaci di inserire gente di qualità e ruolo , dove continuano ad esistere lacune .
                                      Forza Hellas

                                      1. Maxhellas scrive:

                                        Mauro, ancora a credere che a $etti interessi qualcosa dei destini sportivi del Verona?

                                        Quello si tiene stretta la società solo perché ne può estrarre liquidità per le proprie magagne con Volpi (vedi i rimborsi verso HV7) e anche le altre (vedi quanto rilevato da Verona col Cuore in merito ai flussi tra Hellas Verona FC, HV Marketing & Communication e Seven 23 Srl).

                                        La vera partita si gioca dentro le mura della società. solo che finché non ci rendiamo conto tutti che l’unica soluzione è costringere Manila DisGrace a togliersi dai c@glioni, non ne veniamo fuori.

                                        • micheloni scrive:

                                          Considerando Setti per quello che si è dimostrato, credo sinceramente che nemmeno lui si aspettasse una tale mediocrità (il Crotone ad esempio non ha nomi altisonanti ma ha scelto meglio sul mercato sia estivo che invernale) e che quindi sia meno in sintonia con Fusco di quanto pensiamo. “Epurare” Fusco e Pecchia non gli ridarebbe certo credibilità ma sarebbe quantomeno un gesto di rispetto nei confronti dei tifosi in attesa di lasciare egli stesso il testimone.

                                          • Maxhellas scrive:

                                            Spero tu abbia ragione e io torto.
                                            Perché secondo me Fusco fa esattamente quanto $etti gli chiede: svuotare progressivamente il Verona e, tra un rimborso debiti a HV/ e un abbuono di crediti a HVMC, girare liquidità direttamente nelle tasche di $etti (o degli eventuali altri soci da Fusco citati). E quando avrà finito…si chiudeeeeee!!!!

                                        1. Ciccio Fedele scrive:

                                          Forse non abbiamo ben compreso la drammaticità della situazione (non sportiva siamo retrocessioni da novembre) ma societaria. Paga Pecchia in termini di facciata (non con l esonero ma con le bieche figure fatte fino ad oggi e con una dignità personale ai minimi storici) ma il vero dramma é l asse fusco/setti. Tagli, epurazioni, punizioni passate per scelte tecniche (quali per altro mi viene da chiedere).. Tutto in perfetto stile campano malavitoso. In tutto questo solo un associazione di tifosi chiede trasparenza mentre il resto dei giornalari locali di diverse testate compreso questa fanno e hanno fatto finta di nulla accettando sempre e solo le veline passate dalla società. Mai un commento fuori posto. Mai una presa di posizione. E ben più grave, mai un report giornalistico documentato in maniera seria. Mai un lavoro di ricerca. Mai un viaggio Ryanair da Bergamo alla volta del Lussemburgo per indagare. Mai un viaggio a Carpi. Colpevoli di questa situazione sono anche i giornali e la stampa locale che ha sempre accettato tutto.

                                          1. Andrea scrive:

                                            Ritengo quanto successo ieri del tutto inspiegabile e al limite dell’autolesionismo.

                                            Una mossa dilettantesca.

                                            Di alcuni di questi epurati avrai bisogno di qui alla fine: penso a Verde, ma anche al mai visto Felicioli che dovrebbe avere un contratto triennale, se non sbaglio.

                                            Sono in confusione totale.

                                            La vedo dura: anche perché a giugno Pecchia e Fusco se ne andranno, e in B alcuni di questi uomini (lo stesso Fossati) possono venire comodi.

                                            1. MarcOsvaldo scrive:

                                              Mea culpa Mauro, ti chiedo scusa.
                                              avevo frainteso l'autore del Blog e ti avevo scambiato con Gamburro, prode cavaliere del nostro "allenatore".
                                              colpa mia che sono stato poco attento.

                                              1. MarcOsvaldo scrive:

                                                un colpo al cerchio e uno alla botte… Prima incensi Pecchia per i suoi grandi risultati sportivi (sotto gli occhi di tutti peraltro, basta guardare la totale confusione di chi è sceso in campo ieri, con un gigante come petkovic spesso all'ala sinistra e il "veloce esterno" aarons spesso trequartista) e poi finalmente ti rendi conto anche tu della pochezza morale e tecnica di questo individuo…
                                                Comunque apprezzo, meglio tardi che mai!

                                                • micheloni scrive:

                                                  Premesso che cambiare idea è nella natura dell’essere umano, ho riletto i miei precedenti post e le sole cose che ho riconosciuto a Pecchia sono: l’aver la squadra con lui (se poi il DS crea danno e lui lo avvalla è chiaro che qualcosa inevitabilmente si rompe); di aver saputo reggere e reagire alle critiche anche dure con (purtroppo isolate) vittorie sul campo. La mia stima per Pecchia allenatore è scemata all’inizio della crisi di gioco dello scorso anno dopo un inizio di torneo esaltante. La mia stima come uomo è svanita definitivamente ieri nel vedergli supinamente accettare la tribuna per gli epurati.

                                                1. Massimo R. scrive:

                                                  Siamo i tifosi dell’hellas… abbiamo un sogno nel cuore… Setti a San Vittore!! Setti a San Vittore!!!

                                                  1. Luciano scrive:

                                                    Sono d’accorso su tutto quello che è stato scritto prima, ma mi domando: quando una squadra gioca nel campionato di serie a non dovrebbe presentare sempre ripeto sempre la miglior formazione! Ieri non è stato fatto, come la mettiamo? I giocatori migliori non infortunati in tribuna, senza un motivo valido, non è motivo per rendere non regolare il campionato?

                                                    1. Emanuele scrive:

                                                      Direi commento che rasenta la perfezione.

                                                      1. RH scrive:

                                                        analisi puntuale e perfetta. Nulla da aggiungere, solamente un consiglio a Setti. Vendi facendoci un ultimo regalo finché la matematica ci tiene in vita. Non cancellerà nulla ma magari un pizzichino di dignità la salvi, se ancora ne hai, ma soprattutto ci liberi da una situazione paradossale, senza il gusto di venire allo Stadio.
                                                        Assumiti le responsabilità di aver voluto vendere tutto, presentati da Uomo a volto scoperto.

                                                        il discorso te lo scrivo io:
                                                        “io non vi piaccio e voi non piacete a me, ma cazzo, mi avete fatto guadagnare ed io Questo cercavo. Per un po’ mi sono pure affezionato, ma poi ha prevalso l’interesse economico.. in fondo, sono juventino [-m'è vegnuo en mancamento a scriverlo, anca se per la bocca de n'altro-]e lo sapete da sempre. Prendo gli ultimi soldi e me ne vado, vi vendo a X e saranno affari vostri, io vi ho lasciato una società svuotata ma sostenibile, chi ripartirà può decidere lui se investire per tornare in A o vivacchiare in B, una base per potersi iscrivere c’è, e perlomeno non fallite”. A maggior ragione, se come si vocifera (anca se mi ghe credo el giusto..) sia già cosa fatta la cessione.
                                                        Continua: ” Fusco può considerarsi già a casa, Pecchia ha già fatto le valige. Hanno raggiunto gli obiettivi: il primo doveva succhiare ogni euro da qualsiasi proprietà vendibile, e magari creare una rosa da 25 tesserati per poter mettere su 11 persone su un campo da calcio, peccato per quei 3-4 ma son quisquilie. Il secondo doveva fare da parafulmine e ci ha coperto, magari provandoci. Vi dirò la soluzione delle logiche di pecchia, so che molti di voi ci hanno provato a capire con che logica metteva giù la squadra. Beh, la logica è che logica non c’era ma faccio comunque i complimenti a Gaburro e seguaci, almeno ci avete provato a trovarcene una credibilie. Encomiabile il ragazzo, ci ha provato fino in fondo e sono sicuro che farà carriera, un aziendalista perfetto. E che buffo vederlo tarantolato a bordo campo, mi strappava sempre un sorriso.Gli obiettivi li ho dati io, ma il modo di fare è tutto a marchio Fusco. Io lo volevo cacciare dopo Cagliari, dopo Crotone. Magari visto le altre ci saremmo potuti salvare. Ma c’era una campagna cessioni da fare e mi serviva Fusco, e lui lavora così. Ho dovuto lasciargli carta bianca nell’ operare, avevo bisogno dei soldi che mi faceva tirare. Serviva un napoletano e perdipiù avvocato perché non provasse remora alcuna di ciò che ha fatto a Verona e ai Veronesi. Un po’ mi spiace per i vari Juanito, Maietta, Rafael, Albertazzi, Toni, Pazzini e tutti gli altri, e per voi tifosi tutti, ma in fondo, pecunia non olet e passare sui vostri cuori era l’unico modo per tirare su più soldi possibili. Il business non guarda in faccia a nessuno. Li ho personalmente licenziati quei due, saranno solo un brutto ricordo per questa città”.

                                                        (opzionale, ma sarebbe l’unica via percorribile:
                                                        “vi lascio un piccolo regalo. Con questa rosa, salvarsi è una chimera, sappiate che adesso siete in B, ma se credete alla Magia, una piccola speranza c’è. Si accontentava di qualche fetta di bondola della mia terra da accompagnare al suo vinello, è matto, fora come un balcon, ma me l’avete insegnato voi, Veronesi tuti Mati. Fino a fine stagione, il vostro allenatore si chiamerà Alberto Malesani, perché solo un folle [-no podo mia farghe dir pazzo, era..-] crede nell’impossibile. Se l’impresa va come è logico, poco male. Ho fatto respirare l’erba del campo ad un allenatore che mette certamente in campo voglia, e veronesità, e strizza ogni goccia di sangue dalle rape che gli vengono per le mani, i nuovi se lo vogliono tenere, è lì e non costa nulla o quasi. Vi regalo almeno due tre mesi per venire allo stadio riscoprendo un po’ di calcio vero, passionale, in un mondo che ho toccato con mano essere lurido anche più di me, che voi nemmeno immaginate. Si perderà perché la rosa non è più nemmeno adeguata per la A drogata da Crotone, Spal e Benevento, ma con la certezza che si è dato tutto, che non ci sono altri tramacci, che chi gioca lo fa per provarci e il fine ultimo è solo quello sportivo.”)

                                                        1. Glauco scrive:

                                                          Sottoscrivo in toto.
                                                          Soprattutto l’ultima frase.
                                                          Il tempo é scaduto.

                                                        Lascia un Commento

                                                        Accetto i termini e condizioni del servizio

                                                        Accetto i termini sulla privacy

                                                        *