14
mar 2018
AUTORE micheloni
CATEGORIA

Uncategorized

COMMENTI 15 Commenti
VISUALIZZAZIONI

2.450

MISSION… …

Siamo entrati nella seconda metà del girone di ritorno, dai più considerata maggiormente alla portata del Verona, con pochissime gare proibitive, diversi scontri diretti in casa e un finale di torneo contro squadre che avranno a quel punto della stagione poco da chiedere al campionato, quella fase insomma che ci dovrebbe aprire le porte alla permanenza in serie A.

La doppia vittoria consecutiva e una classifica che racchiude in 4 punti ben sei squadre ci impone oggi più che mai di crederci, tanto più che la Spal rispetto alle rivali ha una partita in più e questo è per i biancoazzurri un handicap non da poco.

Ma… già… c’è un ma.
E il ma è che poi le partite bisogna comunque vincerle e prendere i tre punti. Esattamente ciò che non abbiamo fatto due anni fa perdendo gli scontri diretti in casa e ciò che (speriamo sia stato solo un falso allarme) abbiamo ahimè iniziato a ricalcare quest’anno con la sconfitta interna col Crotone.

L’infermeria è purtroppo sempre affollata e per uno che recupera ce n’è un altro che puntualmente si ferma. La sfiga ci sta sotto da inizio campionato. Dovremo guadagnarci con forza e coraggio quella fortuna che aiuta gli audaci.

Bianchetti è in recupero (ma con questi Ferrari, Caracciolo, Vukovich al momento è da considerarsi con Hertaux una buona alternativa in difesa), Felicioli si è rivelato una bella sorpresa da terzino di fascia (quale in effetti è), Valoti e Cerci sono quasi pronti, e quindi infortunio di Kean e acciacchi di Buchel a parte, il trend sembra positivo in vista del rush finale.

I tifosi hanno dimostrato di esserci. Grandi, immensi come sempre.
Le contestazioni sono state messe momentaneamente da parte per il bene comune del Verona.
Ma attenzione a non rendere tutto facile.
L’ultimo Verona tutto cuore, corsa e determinazione ha fatto bene e raccolto punti preziosi. Per salvarci però servirà anche un maggiore apportodi qualità visto che Crotone e Spal sembrano in questo senso avere per ora un qualcosa in più dei gialloblù. Quella qualità che solo i Rómulo e i Cerci possono darci.
Soprattutto Alessio Cerci, un uomo in grado di fare realmente la differenza.
Se torna in forma e non ha ricadute, quando uno come lui si esalta potremo davvero far bene con chiunque.

Piedi per terra e tensione a mille. Avanti cattivi e convinti.

“The Mission is possible”

2.450 VISUALIZZAZIONI

15 risposte a “MISSION… …”

Invia commento
  1. Luca scrive:

    CURVA SUD MARCHE
    AVANTI BLU !

    1. Simone scrive:

      Premetto che a Cesare l’ho già detto privatamente questo. Il punto è che ci sono delle regole, e queste regole sono cambiate nel tempo. Chi non rispetta le regole in uno Stato di diritto viene punito. Questa è la normalità. Poi si può disquisire sul fatto che la giustizia non sia uguale per tutti, e purtroppo è vero, specie in questo Paese, ma questo è. Ma io non ci sto a mettere la discussione sul piano se queste regole debbano essere fatte rispettare, perché lo do per scontato (per quanto non lo sia, ma il problema qui non riguarda chi viene punito in base alle stesse ma chi non lo viene semmai, lì sta il vero problema). Allora dove sta il problema? Secondo me il problema sta nell’aver accettato troppo passivamente questo cambiamento di regole imposte dall’alto. Ora ne stiamo semplicemente e naturalmente pagando le conseguenze. E farne una questione prima di tutto personale a mio avviso non serve a nulla.

      1. IL CANTO DEL CIGNO.

        Caro Mauro, scusami se vado in O.T.
        Spero mi perdonerai.
        Mauro, amici e tifosi, voglio ringraziarvi tutti quanti per l’affetto, per la stima, per i commenti (pacati, entusiastici o sarcastici, non importa) e per le tante parole che mi avete riservato.
        Non ho distrutto nessun bar, ne in Corso Cavour ne da altre parti.
        Non assaltato banche.
        Non ho buttato giù vetrine.
        Non esploso petardi o bombe carta.
        Non ho partecipato ad agguati o a risse.
        No ho rubato nulla a nessuno.
        Non ho malmenato gli steward o gli sbirri.
        Ho solo fatto il tifoso, così come lo so fare dal lontano 1973.
        Alla vecchia maniera, con la mia bandiera la 2 aste sempre esposta in trasferta, con quella grande sugli spalti del Bentegodi. Con il mio vecchio giubbino delle Brigate Gialloblu, con i miei onnipresenti Rayban, con i cori, con gli striscioni ironici, e con tanti fumogeni accesi. Tanti e sempre. Altro che sky e il tasto verde per votare l’uomo partita.
        Il calcio è cambiato, io purtroppo no.
        Non sapersi adattare ai tempi che cambiano è una cosa gravissima, il sistema non lo prevede e non lo tollera.
        Dato che sono un recidivo che non si adatta ai sistemi ed alle nuove regole hanno deciso che la devo pagare.
        Da stamattina sono stato ufficialmente interdetto da tutti gli stadi Italiani per i prossimi 5 anni. Ed in occasione di ogni partita del mio Verona, dovrò recarmi in caserma dai CC. per depositare la mia firma, a testimonianza della mia lontananza dal famigerato teatro della mia inguaribile passione.
        Oggi questo è il canto del cigno.
        Da oggi scompare per sempre il vecchio Cesare, fondatore e responsabile del Settore Superiore.
        Chi mi vorrà incontrare potrà farlo a casa mia, la mia porta è aperta. Oppure potrà venire laggiù nella nostra tana, il bunker SS in località San Martino Buon Albergo. Li non mancano mai i tifosi veri. Li ci sarà sempre la birra fesca per gli amici e per gli amici degli amici. Li ci saranno sempre le vecchie bandiere, i libri, le foto, i dischi, i ricordi e la passione, tanta tanta passione per l’Hellas Verona.
        E li, purtroppo ci sarà anche una TV sintonizzata sul canale che trasmette le partite del Verona, poichè non mi resta altro da fare. Li al bunker SS mancano solo i giocatori e gli sbirri. Ma ne facciamo a meno di entrambi.
        Chiunque mi volesse contattare, da oggi mi troverà un pò più disponibile. La mia e-mail è questa:
        cesarenh3@libero.it
        Da oggi il vecchio cesare SS non esiste più, e non scriverà mai più qui sul blog.
        Evidentemente è il segno dei tempi che cambiano, prima o dopo doveva succedere.
        Grazie comunque a tutti voi.
        E forza Hellas Verona!

        Clic.

        • bruce scrive:

          Onore Cesare, la tua storia come tifoso dell’Hellas parla per te, purtroppo il mondo è cambiato e non necessariamente in meglio.

        • bardamu scrive:

          Anch’io ti ho scritto privatamente ma ci tengo a esprimere solidarietà pubblicamente. Ci sono troppi daspo assurdi emessi nei confronti dei nostri tifosi. Non tutti, sia chiaro, ma veramente tanti. Forse credono che in questo modo riempiranno gli stadi di famiglie. In realtà li stanno svuotando di calore. Presto le pay tv dovranno pagare dei figuranti e dei coristi se vorranno rendere meno squallide le atmosfere degli stadi.

        • Maxhellas scrive:

          Cesare, che dire? Assurdo? Mi dispiace? Parole forse inutili, ma il dispiacere è grande, perché immagino quanto ti pesi la situazione che ti è piombata addosso.
          Se posso, ti chiederei però di non abbandonare questo blog e, quando ne avrai voglia, di scrivere ancora: c’è molto bisogno, credo, di leggere le parole di chi, come te, non è mai banale e fornisce sempre l’occasione per capire, apprezzare o anche solo confermare cosa significhi essere tifoso del nostro Verona e quanto sia bello.

        • altolago scrive:

          dc, dp mp e el resto metighele voialtri.

        1. altolago scrive:

          Ciao Mauro e tutti quelli che qui scrivono.
          Questo è l’unico blog dove nel tempo si è realizzato un certo feeling tra coloro che lo frequentano (escluso ovviamente il coda riccia che però rischia il girarrosto), perchè, pur potendo polemizzare, si evita di offendere chiunque non la pensi alla stessa maniera.
          Rifacendomi alla situazione di Cesare propongo a te Mauro e a tutti di inserirlo quale tuo collaboratore se non giornaliero, almeno frequentemente con riflessioni e pensieri in libertà che portino poi noi tutti a disquisire come succede tuttora.
          Perderlo sarebbe francamente sbagliato e vorrebbe dire inoltre darla a vincere a coloro (presidente in primis) che del Verona vogliono solo il male.
          Saluti.

          • micheloni scrive:

            Mi piace l’idea che il mio, sia il blog di tutti. A Cesare ho risposto in privato. Sono certo che ritornerà. Magari non subito perché la delusione è tanta. Ma tornerà.
            Perché l’è un Butel de quei veri. E i Butei no i se arrende MAI. “Usque ad mortem… Flavo Hyacinthum”

          1. Luca scrive:

            CURVA SUD MARCHE
            Cesare l'ho sentito ieri sera ed era giustamente arrabbiato. Spero vivamente che rientri nel blog. Colgo l'occasione per salutare tutti nella speranza di conoscervi magari proprio nel bunker di San Martino !
            AVANTI BLU

            1. IL SAGGIO DICE scrive:

              La squadra battuta dal Crotone era un’ altra. Oggi possiamo dire che il mercato di gennaio ci ha portato un ottimo centrale ,un centravanti che corre e ha fisico e piedi e un Matos che a sinistra o dietro le punte fa il suo. I risultati stanno dando ragione a Fusco e Pecchia , bisogna ammetterlo. E poi c’ é la sorpresa Calvano. Siamo scarsi , ma lo sono anche le altre. Ma nessuna di queste ha il Bentegodi come dodicesimo uomo in campo. Nell’ epoca Mandorlini , quando tutti ci mettevano i coglioni , si segnava il 70% dei gol nel secondo tempo e sotto la sud. Potrebbe essere cosí anche stavolta . Basta che ci mettano il cuore e in casa secondo me venderemo cara la pelle . Il top poi sarebbe riuscire a mantenere il rendimento in trasferta di quando eravamo ancora piú scarsi e meno cattivi e con Souprayen.

              • Alex scrive:

                Non sono d’accordo con “I risultati stanno dando ragione a Fusco e Pecchia”: i risultati della squadra di Setti / Fusco / Pecchia, seppur in miglioramento rispetto alla prima meta’ del campionato, dicono che ad oggi siamo in serie B

                • IL SAGGIO DICE scrive:

                  Davvero ? Non me n’ ero accorto . Vivo in una località dove le classifiche non arrivano , però ci vive un sacco di gente piú ottimista rispetto a un mese fa.

              1. Luca scrive:

                CURVA SUD MARCHE
                Caro Cesare, mi dispiace e non poco. Ti ho appena scritto una mail e aspetto una tua risposta!
                Avanti Blu

                1. maurizio scrive:

                  tutto sta nel vincere gli scontri diretti contro Sassuolo, Spal e Cagliari. 22 + 9 = 31. E poi ….. raccattare altri 4/5/6 punti qua e là. Ma, dopo le delusioni di due anni fa (Frosinone, Empoli e Palermo) …. aspettiamo a parlare!

                Lascia un Commento

                Accetto i termini e condizioni del servizio

                Accetto i termini sulla privacy

                *