06
set 2019
CATEGORIA

Par tirar tardi

COMMENTI 17 Commenti
VISUALIZZAZIONI

1.099

CREDO D’ESSERE UN’ARNA E NON UNA DUNA

E’ più probabile che io sia un’Arna, un’auto-toilette prodotta in cooperazione dall’Alfa e dalla giapponese Nissan a partire dal 1983 al 1987.

In quattro anni aveva almeno un problema medio/grande all’anno.

E ciò che accade anche a me, anche se gestisco il tutto con moderata serenità, quella dell’ineluttabilità del tempo che, dal passo svelto, ha cominciato a corricchiare.

Non sono un eroe, in questo campo gli eroi sono ALTRI, l’ho già spiegato in un Topic precedente.

Ho fatto alcune rinunce non proprio gradevoli,  ma a qualcuna non intendo rinunciare fino a quando non sarà il mio corpo ad ordinarlo.

Attenzione che non sono nemmeno un pirla, parlo e discuto coi medici, poi e talora mi faccio dare delle percentuali di rischio e decido.

Con questa sindrome dell’ essere un’Arna, ho riguardato gli album di fotografie da quando sono nato fino a quando le uniche foto che faccio sono le foto-tessera per i documenti.

Beh, guys, riguardando le foto del passato, dove in molte sono raffigurati eventi importanti un bel tot, non ho provato la MINIMA nostalgia, semmai una certa consapevolezza di aver avuto una vita abbastanza piena e, toh sul conto, anche avventurosa pur con qualche rischio pesante di troppo.

La sensazione di pienezza del mio buon vissuto, direi ben percepito per poterlo trasformare in una vera modalità dell’essere, anche se non sono un filosofo o un letterato, mi ha fatto capire ne sarebbe bastato 1/3 di  per essere tale.

Tuttavia un problema, e grosso, nell’essere diventato un’Arna c’è, ‘azzzo se c’è.

Per non doverla rottamare i medici-meccanici mi hanno fornito quattro “additivi chimici” (leggi farmaci) per la benzina (da usare per tutta la vita rimanente).

TUTTI è quattro sono… INIBITORI delle varie fasi della sessualità!!

Cari lettori, se qualcuno vicino alla mia età, se l’è messa via, passi, ma chi scrive l’impulso sessuale mentale (e non solo) lo considera ancora un pilastro dell’esistenza (Philip Roth dixit, e io confermo).

L’aiuto, un po’ paradossale lo ammetto è che dal 4/8/2008, data del mio matrimonio formale!, tutta la passione erotica e i vari ” deep feelings” (alla mia evito il termine LOVE per decenza), sono sempre stati concentrati su mia moglie, a 7.000 kilometri di distanza…

Per “aiutarla” (non ne aveva bisogno), le ho detto di pensare d’essere la moglie di un pescatore professionista che parte per mesi attraverso il mare e dopo torna.

Lei ha sorriso regalandomi una tenerezza quasi, quasi…, commovente.

Quanti commenti, dubbi,  il darsi di gomito con un sogghigno, ci sono stati tra pseudo amici e non e credo ancor ci siano, ma solo l’amico Lupo ha avuto il coraggio e l’intelligenza di affrontarli faccia a faccia.

That’s my life and you HJ Yourself (acronimo per competenti-ndg).

p.s.

Avrei voluto essere una duna, non quel cesso di auto della Fiat, ma una duna del deserto per vedere “Gli Uomini BLU! (Tuareg), BLU come i miei 11 che in braghette e maglietta cercano ancora di darci qualche emozione.

Ma, ahimè, anche i Tuareg sono diventati da qualche anno musulmani e JIHADISTI, purtroppo e inevitabilmente “nemici”.

1.099 VISUALIZZAZIONI

17 risposte a “CREDO D’ESSERE UN’ARNA E NON UNA DUNA”

Invia commento
  1. Cian Hun Fong Il scrive:

    Credo sia necessario avere l’età del Dominus per ricordare un misterioso “ricostituente” che ebbe grande fama, almeno in Italia, nella metà degli anni 50.
    Si tratta di quello che veniva definito IL FUNGO CINESE.
    Portatore di virtù benefiche e corroboranti che nessuno ha mai saputo quali fossero.
    Circolava in quasi tutte le case dei ceti meno abbienti e, a ricordarlo, faceva assolutamente schifo alla vista: tè slavato o urina, dove galleggiava una massa informe tipo mucillagine.
    Esisteva pure una prescrizione, non si sa di chi, che indicava la dose, un bicchierone al mattino a digiuno e un bicchiere alla sera prima di coricarsi.
    Ebbe l’onore di una famosa copertina della Domenica del Corriere https://www.google.it/search?biw=1752&bih=923&tbm=isch&sxsrf=ACYBGNQKXbjr8ioL3NDGcSnH2Fp0ahqh0g%3A1568411662002&sa=1&ei=DRB8XaTlPIrLwAKv7ZWgCg&q=il+fungo+cinese&oq=+il+fungo&gs_l=img.1.0.35i39j0i67j0l8.106266.106266..108137…0.0..0.85.85.1……0….1..gws-wiz-img.6QcKym6H3qM#imgrc=ktj92CELqgLlCM: anche di una canzone.
    Io non lo presi mai, però presi qualche materno scapaccione per quel rifiuto.
    Poi così come misteriosamente apparve, misteriosamente scomparve, in puro stile da misterioso Oriente.
    Si tratta forse della prima “bufala” (non bellica o politica) dopo la fine della Seconda Guerra Mondiale.
    https://www.youtube.com/watch?v=uYNLxrehBgo
    Saluti.

    1. Gazza scrive:

      RICOSTITUENTE

      No non scrivo un nuovo Topic.
      Per ora vorrei solo sapere se ne conoscete la VERA funzione e cortesemente scriverlo.
      Inoltre se avete in qualche modo partecipato alla sua funzione.

      1. Redazione scrive:

        Credo che entro fine settimana, se riusciamo a svegliarlo, arriverà qualcosa.
        Naturalmente modesta.
        https://www.youtube.com/watch?v=BEGUVLpTzOs

        1. Gatón scrive:

          HJ…forse vuoi dire HiJack, dirottare.
          Quanto al “coito ergo sum” alla mia, la tua, età me la sono messa via.
          Anche se, lo ammetto, la mente ci ricama ancora, e prova ne sono ricorrenti sogni erotici.

          • Gazza scrive:

            Hmm, stavolta sei davvero un Gaton de quei da copi.
            Dubito che in molti, parlo solo a quelli interessati, scioglieranno la tua DOPPIA gabola.

            • chivers scrive:

              Rispolverando una vecchia e fortissima passione di quasi 50anni fa (non avevo ancora la patente, quindi non si tratta di macchine, ‘n’altra volta…) ecco questo bellissimo disco “spaziale”
              Parla, nel 1970, di un’astronave che costruiranno nel 1980 e sarà pronta nel 1990, (negli anni di mezzo costruiranno l’Arna) per portare 7mila persone in un mondo migliore galattico, con «Free minds, free bodies, free dope, free music»
              https://www.youtube.com/watch?v=hUT1xvdrlDA
              Eravamo molto giovani e de ormoni ghe ne girava assè!!!!!

              • Gazza scrive:

                E come no…

                p.s.
                neanche i Jefferson Airplane erano malino…
                Ho riguardato chi c’era con voce e strumenti: Hosthja!

                • chivers scrive:

                  beh… i Jefferson Airplane presentarono “Volunteers” – uno degli album più aspri e antimilitaristi della storia del rock – a Woodstock… ma non volli fare polemica quando si scrisse di Woodstock e non la voglio fare ora.
                  Si, i JEFFERSON AIRPLANE per me in quegli anni erano i migliori, amavo la voce e gli occhi di Grace Slick, impazzivo per la Rickenbacker graffiante di Jorma Kaukonen che solo la LesPaul e la Wolf di Jerry Garcia mettevano in ombra, amavo le composizioni e gli arrangiamenti quasi lirici di Paul Kantner… quanto mi sono piaciuti i JEFFERSON AIRPLANE!!!!!

          1. Gatón scrive:

            Questa l’ho scritta più di vent’anni fa.
            La musica la conoscete tutti.

            La canzone del Viagra

            Quando si passano i cinquanta
            La voglia ormai non è più tanta
            Ed hai l’uccello sempre mollo
            Che non sa prendere più il volo
            Ma per fortuna c’è una cosa
            Che ti ridà una forza nuova
            Che fa passare sta pellagra…
            Son le pastiglie de Viagra !

            Tanto per scopa’, per poter fare ancora un po’ l’amore
            Tanto per prova’, provare ancora questo batticuore
            Senza esagera’ , senza pretendere ste grandi cose
            Ma poter fare ancora una sveltina
            E poi dormire fino alla mattina!

            Pastiglia blu fammi sognare
            Che son ancor bravo di scopare
            Che posso farne ancora tante
            Che potrei farmi anche l’amante…
            Ma tutt’ a un tratto mi risveglio
            Se ancor dormivo stavo meglio
            Perché seguendo ‘ste passioni
            Me fanno male li ………

            Ho controllato il calendario
            E’ il giorno dell’anniversario
            Ho già pigliato una pastiglia
            Ho già stappato la bottiglia…
            Ma se la moglie ha mal di testa
            Non si potrà più fare festa
            Se alle mie voglie lei si nega
            Non resta che farsi una……

            1. Cesare Settore Superiore scrive:

              Dai Nino no sta a butarte szo, che te si proprio come la Arna, la chilometrissima Alfa.
              Magari anca ti ghe un problema medio grande all’anno ma alla fine ci ghe l’avea dal bon la Arna? Pochi e affezionatissimi alfisti doc.
              Perche’ no l’era mia par tutti, la Arna.
              E qualcuno de quei che ha trovado el coraio de afrontarla, la so “bela” Arna i ghe l’ha ancora, sconta in garage. Ogni tanto i le mete in moto e la funziona ancora. OK, magari non le’ mia el caso de pretendar che la fassa i 170 orari, magari non te convien mia tirarghe massa el col coi viaggi longhi ma sotto sotto quando te la impissi, ela la va.
              E quando la serve, ela la ghe. Brutta, vecia, sfigada, fora moda?
              Certo, ma quando la serve, ela la ghe sempre. E la te porta dove te devi andar, la fa el so dover come sempre dal 1983 a sta parte.
              E fidete Nino, che de preudoalfisti che se sente come la Arna ghe ne gira molti de piu’ che se pensa, quasi tutti quei che e’ rivadi alla nostra eta’. Basta saverlo accettar, essar consapevoli che semo tutti na vecia Arna, brutta, fuori moda, sfigada. Ma sempre li, in garage, a disposizione de ci ghe n’ha de bisogno.
              Te par poco?

              • Gazza scrive:

                Una sincera e competente “Ode all’Arna”, ma non solo come automobile, perchè nelle parole di Cesare c’è anche “altro”.
                Bisogna solo avere la voglia di cercarlo.
                Ciao Omo.

                • lettore antico scrive:

                  Ma quello di Cesare assomiglia al suo stile, caro Gazzini.
                  Tu parli di te con la disinvoltura di chi SA di essere ciò che scrive e non teme eventuali giudizi negativi, ovviamente non per INDIFFERENZA, ma per forte consapevolezza dei propri pregi e difetti.
                  C’è sempre una doppia lettura e qualche amo nei tuoi topic e nei tuoi post per cercare di tirar fuori il celato di ognuno di noi.
                  Ma nonostante l’anonimato, molti non hanno voglia o coraggio di svelare se stessi, nonostante l’anonimato e mi ripeto.
                  Io faccio come gaton, sono una quasi Arna e sto per completarla.
                  Sul sesso la cosa è molto più complessa, anche se hai ducato il tuo blog a non essere una caserma “de noantri”, nessuno parlerà, nemmeno col tuo inibitabile tocco leggero.
                  Io ho ancora qualche decente tempesta ormonale, ma la mia partner no.
                  Molto affetto, molta intesa sulle decisioni da prendere, entrambi con buona cultura, ma sul sesso, data la sua pudicizia è forte e vince.
                  Bisognerebbe avere la capacità, di cui hai scritto qualche anno fa, di cogliere alcuni “segnali”, che pure ci sono, o ci saranno, ma io non ho gli strumenti per coglierli poichè talora sono subliminali.
                  Comunque vedremo, anche se il tempo passa e anche se non ho la tua età.
                  E qui mi viene in mente un’altra delle tue celebri, almeno per me, “chicche” anche se riguardavano altre cose: “l’analfabetismo funzionale”, il mancato esercizio d’una funzione, non necessariamente la scrittura o la lettura, porta alla perdità della “capacità della funzione”".
                  Perfino le virgolette, mai usate, sono diventate un mio modo di scrivere a forza di leggerti.
                  Comunque nessun dramma, ma un po’ di triste insoddisfazione quello c’è.
                  Cordiali e sinceri saluti Doc.

                  • Gazza scrive:

                    Caro Lettore Antico, anonimato o non anonimato, di sicuro non ti fa difetto il coraggio, sempre grande compagno nelle difficoltà.
                    Ciao

              1. moreno scrive:

                rettifico
                non arna ma Elba

                1. moreno scrive:

                  arna
                  innocenti è , l'auto più sfigata che c'è , ha di serie solo il niente e lo stereo proprio non ce l'ha , perché innocenti è un'auto sfigata c'è l'ha il mio papà e rossa la fa ancora più c…r! da cantare su musica dello spot originale!

                Lascia un Commento

                Accetto i termini e condizioni del servizio

                Accetto i termini sulla privacy

                *