31
dic 2016
CATEGORIA

Sport

COMMENTI 2 Commenti
VISUALIZZAZIONI

2.657

IL PAGELLONE DI H.VERONA-CESENA

NICOLAS 6. Molto bene sulle palle alte, rivedibile sul resto. In particolare quando deve accompagnare la linea difensiva: sempre o in ritardo o in anticipo. Un aspetto sul quale può e deve migliorare.

PISANO 7. Ha fatto l’attaccante aggiunto, annullando Renzetti. E se segnava alla fine su azione personale…

BIANCHETTI 7,5. Partita importante. Non ha fatto solo il centrale (sbagliando niente) ma è stato il vero regista difensivo, con piede delicato nel cercare la verticalità (vedi il lancio per Siligardi che avvia l’azione del 2-0) e con idee di gioco. Chapeau.

BOLDOR 7,5. Si è fatto trovare non pronto, ma prontissimo. Ha rischiato dopo un quarto d’ora su Djuric, che l’ha saltato in area, e nel secondo tempo è scivolato davanti a Rodriguez che ha sparato alto dal dischetto del rigore. Ma il gol è un valore aggiunto e in tutto il resto della partita (posizionato bene, bravo nell’accorciare) è stato impeccabile. Bella sorpresa.

SOUPRAYEN 7+. Merita i complimenti. Tecnicamente mostra ancora qualche limite (ha solo il sinistro, macchinoso quando si deve girare, a volte proprio per questo impacciato). Ma da alcune partite è molto migliorato dietro, nell’attenzione, nella marcatura, nelle diagonali, e anche stavolta davanti è stato un attaccante aggiunto.

ROMULO 6,5. Ha corso tantissimo, ma in campo aperto ha bruciato una ripartenza in superiorità numerica subito dopo il gol di Boldor che poteva affossare il Cesena e si è mangiato un gol clamoroso su un pallone strepitoso di Gomez. Grande disponibilità, resta il più indisciplinato e il meno incline a giocare di squadra per caratteristiche; potrebbe e dovrebbe incidere di più.

FOSSATI 7. Condizionato da un giallo dopo 22’ molto affrettato (che gli allungherà purtroppo la sosta perché era in diffida) è stato il solito metronomo del centrocampo in una partita dove il Verona ha espresso un palleggio nuovamente di altissimo livello. Ha strappato applausi quando in un paio d’occasioni ha perso palla e l’ha subito riconquistata; preziosissimo in copertura, in particolare al 15’ è lui che recupera nel cuore dell’area e impedisce la conclusione a Djuric che aveva saltato Boldor.

BESSA 7.5. Un’ora ad altissimo livello, come il Bessa scintillante, sfavillante, che faceva la differenza ad inizio stagione. E un gol con un drop di esterno collo con palla tenuta bassa di una difficoltà tecnica elevatissima.

dal 25’ s.t. Gomez 6,5. Recupero preziosissimo in vista del girone di ritorno. Entra e manda in porta Romulo con un pallone in verticale di prima da applausi.

SILIGARDI 6,5. Ha messo lo zampino nei primi due gol ed è andato alla conclusione, spendendo molto anche in un lavoro di copertura che ha permesso alla catena di destra del Verona di sovrastare gli avversari. Certo, da lui ti aspetti sempre il colpo, la giocata, la differenza. Ma da quando Pecchia lo ha riproposto dopo la panchina pur non facendo cose eccezionali ha dato qualche segnale di risveglio.

dal 18’ s.t. Valoti 6. E’ entrato bene in partita sfruttando gli spazi ampi lasciati dal Cesena dopo il 3-0.

PAZZINI 7,5. Non solo bomber, ma capitano vero e punto di riferimento in campo e fuori del gruppo. Di quelli, come ha detto lui, che non fanno solo il pari e dispari a centrocampo. Tanto lavoro per la squadra, un pallone recuperato con un rientro nella propria metà campo e il 16° sigillo stagionale; che non varrà il record per il girone di andata per il campionato cadetto ma rappresenta un bottino eccezionale per come era finito questo 2016. Bottino eccezionale per lui e per il Verona.

ZACCAGNI 7+. E’ la vera sorpresa di questa parte finale del girone d’andata. Tatticamente bravissimo, ha fatto l’esterno alto per annullare in partenza Balzano che era uno dei punti di forza del Cesena, permettendo così a Bessa di fare la differenza a centrocampo. E quando si è abbassato ha continuato a fare bene, senza perdere idee di gioco e intensità.

dal 35’ s.t. Troianiello 6+. Diverte e si diverte in campo aperto. Prima ignora Pazzini libero in area, per provare una conclusione dopo una palla scippata dai piedi di Valoti. Poi mette l’assist al Pazzo che grazia Agliardi.

PECCHIA 7,5. Dopo un periodo di difficoltà (e di tensioni eccessive considerato che il Verona non ha mai perso la vetta della classifica) ha ritrovato, con gli interpreti di prima, quel palleggio che ha reso la sua squadra per molte partite imprendibile e inaffrontabile per gli avversari. Meritatamente campione d’inverno.

Arbitro CHIFFI 5,5. Ingiusto il giallo su Fossati, che prende la palla prima dell’avversario. Fin troppo permessivo su Kone, che azzoppa due volte Zaccagni.

A TUTTI VOI I PIU’ SENTITI AUGURI DI BUON ANNO

2.657 VISUALIZZAZIONI

2 risposte a “IL PAGELLONE DI H.VERONA-CESENA”

Invia commento
  1. Nicola fianco scrive:

    7,5 a Boldor??? Capisco premiarlo per il gol e perché è un giovane ma non dimentichiamoci che ha fatto due buchi clamorosi che non hanno portato al gol il Cesena per la loro imprecisione. I giovani non vanno affossati, anzi vanno spronati e incoraggiati ma non esaltati per una prestazione positiva , con addirittura un bel gol ma anche con due errori grossolani…!!

    1. el Santo scrive:

      Intanto un bel Prosecchino, il Champa solo alla fine.
      Ho visto un bel Verona “bailar futebol” ma bailar anche troppo là dietro.
      Lo so che il blog ha le sue esigenze e ognuno ha il SUO da proporre.
      Mettetevela via cari tifosi, decideranno i tre scritti dal Vigo, assumendosi meriti o demeriti.
      Così deve essere e sarà
      Anno nuovo, non cambia niente.
      Auguri

      1. avanti i blu scrive:

        Marrone non gioca in belgio ?

      Lascia un Commento

      *