17
set 2017
CATEGORIA

Sport

COMMENTI 22 Commenti
VISUALIZZAZIONI

4.840

IL PAGELLONE DI ROMA-H.VERONA

NICOLAS 6,5. Questa volta non concede l’alibi del portiere. Anzi, anche se con il contributo di Dzeko ed El Shaarawy che sbagliano l’impossibile, evita che il passivo sia molto più pesante.

CACERES 5. Cerca di stare a galla; per quanto possa stare a galla una difesa che concede 30 (dicasi trenta) tiri in porta all’avversario.

FERRARI 5+. Fa quel che può, azzoppato prima da Dzeko e poi involontariamente anche da Fossati. Salva un paio di volte dentro l’area di rigore ma l’impotenza dei due centrali contro lo strapotere fisico di Dzeko è stata disarmante.

HERTAUX 4. Regge nell’uno contro uno contro Shick, al 32’ del s.t. Tutte le altre volte se lo sono bevuto con una facilità imbarazzante, come nel terzo gol di Dzeko. Lento e spento.

SOUPRAYEN 4,5. Dalla sua parte Under aveva un altro passo e Florenzi (che rientrava dopo mesi e due gravissimi infortuni) andava al doppio della velocità. Fase offensiva inesistente e si è fatto pure buttare fuori a metà secondo tempo.

B.ZUCULINI 4,5. Aggressivo, ha provato a correre per due ma lo ha fatto male e con tanti errori tecnici individuali. In una squadra che comunque centralmente quest’anno continua a soffrire moltissimo.

dal 29’ s.t. Fossati s.v. Primi minuti della stagione in un momento di confusione della squadra. Ingeneroso dare un giudizio.

BUCHEL 4. Chiudere non chiude, non vince un contrasto, poca idea di gioco, rallenta la manovra, regala una palla sanguinosa in uscita che porta al vantaggio della Roma. Eppure è un titolare inamovibile.

dal 13’ s.t. Verde 5,5. Un paio di palloni discreti dalla sinistra e una rincorsa disperata di 70 metri per cercare di prendere Under lanciato a rete.

ROMULO 5,5. Attivo soprattutto nel primo tempo, un paio di volte ha sbagliato l’ultima scelta però ha provato a darsi da fare. Spesso esagera, però è uno dei pochi che ha il passo da serie A.

VALOTI 4,5. Nè carne né pesce in un centrocampo sovrastato dagli avversari. Ha provato un paio di volte a imbeccare Pazzini nel secondo tempo ma è imbarazzante la facilità con cui Florenzi lo lascia per terra nell’azione del 2-0.

BESSA 5. Ci ha provato un paio di volte da fuori, partendo da sinistra e accentrandosi, ma non è come la stagione scorsa: in serie A non ha la forza da solo di girare la squadra, per questo fatica a confermarsi.

KEAN 5,5. Nelle poche palle che ha toccato ha dato verticalità, dimostrando di avere fisico e tecnica. E anche quella personalità che è merce rara per un ragazzo di soli diciassette anni. Forse avrebbe fatto meglio con qualcuno vicino, piuttosto che solo a fare guerra di scatti con Manolas.

dal 19’ s.t. Pazzini 5,5. Stavolta è entrato meglio. Peccato per il gol annullato per fuorigioco e per un’altra palla in verticale ritardata da Valoti che poteva essere una buona occasione; in una fase di partita in cui la Roma stava però mettendoci la stessa intensità di un torello in allenamento. L’impressione è che chiunque ci sia davanti finisca per non essere supportato dal resto della squadra.

PECCHIA 4,5. Verona desolante; sotto ritmo, senza carattere e poco organizzato. Sovrastato non solo sul piano tecnico ma anche sul piano fisico. D’accordo la differenza di qualità nei singoli, ma concedere il tiro al bersaglio (trenta conclusioni Roma) senza riuscire ad essere una volta pericolosi non è da categoria. E questo Buchel sta diventando un problema.

PAIRETTO 5. Tre, quattro cose tutte nel primo tempo da arbitro “casalingo”. Il mancato giallo a De Rossi per un’entrataccia su Caceres al 19’. Un fallo fischiato a Zuculini che anticipa El Shaarawy e finisce a terra perché colpito dal pallone e non dall’avversario poco dopo, un altro intervento pulito di Romulo ancora sul 92 della Roma fermato ingiustamente. Ma il Verona visto a Roma non sarebbe stato in partita nemmeno con la Var a favore.

4.840 VISUALIZZAZIONI

22 risposte a “IL PAGELLONE DI ROMA-H.VERONA”

Invia commento
  1. Carlo scrive:

    Ciao Rasu tutto a posto?
    Sei sparito

    1. Gianni scrive:

      Stefano ma dove sei finito
      ? ?

      1. Simone scrive:

        Maxhellas, quel che l’è sta fatto fora l’è sta fatto fora da Setti e non dai giornalisti locali, perché la squadra che aveva in mano quell’anno non dava segni di vita e calava in maniera evidente di giornata in giornata, aveva una tenuta fisica imbarazzante (chiedi a chi i test fisici li ha visti, tipo dandy..) e c’era bisogno di cambiare la situazione anche in vista del futuro. Cambio avvenuto a fine novembre.. Non capisco questo tuo (ma non solo) vittimismo continuo riguardo mandorlini, vittimismo tipico di altre mentalità fuori dalla nostra tra l’altro… almeno fino a qualche tempo fa..

        • Maxhellas scrive:

          Vittimismo dove?
          I giornalisti di questa testata, anzi per essere preciso i due di maggior peso (!), si sono apertamente schierati contro Mandorlini dall’episodio dei gufi in poi, decantando le lodi di chiunque. Perfino dell’attuale personaggio, perché “educato”. Zzo c’entra l’educazione col saper portare risultati non si sa. Niente vittimismo, solo fatti.
          Ovvio che il ravennate è stato esonerato da Setti (di cui peraltro se vuoi tu puoi continuare a cantare le lodi, ma io ho smesso da 3 anni di farlo…): il presidente è lui ed è lui che esonera. Parlavo solo del clima che è stato creato all’epoca.
          Sui test fisici e Dandy (chi è?), Boh! Probabilmente dalla C alla A ci siamo arrivati solo per culo e “nonostante” Mandorlini secondo te. Secondo me invece la grinta dell’ex Inter è stata fondamentale, perché né in C né in B abbiamo mai potuto contare su sceicchi e mandarini, a parte la stagione 2012/13, l’unica assieme a quella successiva (all’inizio) in cui Setti ha investito qualcosa nel Verona. Prima c’era Martinelli e prima ancora Arvedi, ricordi?
          Sull’affetto che ho (e non sono il solo) per Mandorlini, non credo ci sia bisogno di spiegazioni. E’ lo stesso che nutro per l’unico altro allenatore della nostra storia che ha vinto più di lui (Bagnoli) e non vedo cosa ci sia di male a conservare stima e riconoscenza a chi ci ha fatto vivere momenti importanti. Se questo è essere NON veronesi, allora comincia tu a staccare i poster di Elkjaer, Fanna, Bagnoli, Mascetti e così via. Oppure manda pure a quel paese Maietta, Ferrari (Nicola), Rafael e gli altri della riscossa dalla C alla A.
          Non è mai cosa intelligente azzerare continuamente la storia. Poi tutti passano, come Bagnoli e i suoi, anche Mandorlini e i suoi. Ma restano i ricordi, o no? E restano i nostri colori, che mi auguro potranno in futuro essere rappresentati da personaggi più degni degli attuali, a cominciare dal presidente Setti, Fusco e Pecchia, di cui non conosco gli esiti sulla tenuta fisica della squadra da lui allenata, ma che el fa angossa da l’ano scorso, altro che bel gioco!

          • Simone scrive:

            Il clima che si crea intorno a squadra ed allenatore è dato dai risultati. Ora pecchia ti sembra venga risparmiato dalle critiche perché è educato..? Sui test fisici: la squadra aveva problemi evidenti di tenuta (inutile nasconderlo), dandy ha dichiarato di aver visto i risultati dei famosi test fisici perché conosce uno dello staff. Chiedi a lui. Nessuno qui vuole cancellare la storia, ma la storia va anche interpretata. Meno male che arrivò Andrea l’anno di C perché Giannini aveva fatto disastri con una squadra di categoria superiore. Il merito fu quello di normalizzare col tempo la situazione (cagate tipo berrettoni alla iniesta vennero cancellate). Quella squadra era di fatto migliorata come organico dall’anno precedente quando sfiorammo la b, persa in maniera incredibile. Chiama mandorlini, ballardini o qualsiasi altro tecnico con un minimo di logica, saremmo probabilmente saliti. Io di Setti canto le lodi? Io di Setti ho detto che ha investito a dovere (data la realtà Verona) fino al secondo anno di A, poi ha fatto una retromarcia evidente e da tempo mi auguro che venda perché è evidente che non ha più i mezzi per reggere certi livelli.. I livelli che si erano innalzati sotto la sua prima gestione dove le spese di gestione (strutturazione societaria, mercato, monte ingaggi eccetera) si erano innalzati tutti (esempio il primo anno di A avevamo già un monte ingaggi superiore a squadre che erano in A già da qualche anno). I periodi storicamente più importanti della storia del Verona, a livello di apice e continuità, furono gli anni settanta e ottanta (serie A quasi continuativa per vent’anni, tre finali di coppa Italia, piazzamenti in campionato, partecipazione alle coppe europee). Infine, dire che un allenatore con cui sei tornato in A el fa angossa mi sembra un concetto che non sta in piedi.

            • Maxhellas scrive:

              Il Verona di Pecchia non gioca, non corre, non entusiasma. chiedi in giro quando vai allo stadio e senti quanti la pensano così. Pecchia ci ha portati in A per il rotto della cuffia con una squadra largamente migliore delle altre, a dette degli stessi commentatori che oggi giudicano così male il nostro tasso tecnico. Siamo saliti grazie al gol del 93° di Romulo col Vicenza e a risultati favorevoli di altri.
              Se tu hai visto il bel gioco di Pecchia, a parte le prime 8 partite (su 42!), fammi sapere.

              • Simone scrive:

                Infatti io non ho mai parlato di gioco ma di logica. La logica del calcio moderno dice che una squadra priva di incontristi non esiste e infatti quando a centrocampo quando giocavamo con Fossati, Rómulo e Bessa (giocatore privo di carriera fino allo scorso anno)siamo andati in logica difficoltà quando le altre ci hanno preso le misure pressandoci coi tempi giusti.,in difesa giocavo con un pisano indegno (dalla stagione precedente), con bianchetti, Caracciolo (che giocava l’anno prima a Brescia, squadra da metà classifica e che prese 63 gol in b), souprayen, e davanti Luppi e siligardi con Pazzini (vatti a guardare dove giocano ora ). E un portiere che era da classificare tra i medio basso della categoria. Se vogliamo fare analisi tecnico tattiche facciamole complete.

        1. Andrea Toccaceli scrive:

          Servizio prescuola anno

          1. Davide scrive:

            Ma come si puo’ dare 4,5 a Supradyn? Si merita s.v. il primo gol lo abbiamo preso per un suo passaggio al solo uomo marcato. Florenzi lo ha ridicolizzato.
            Se gli chiedi il numero di Under non lo sa dire, anche se lo ha sempre e solo rincorso gli andava via talmente veloce che non riusciva a leggere. Questo perchè il nostro fenomeno per fare tutti sti buchi deve per forza essere presbite!
            Personalmente lo reputo il peggior giocatore visto a verona… beh dai forse Morante era ai suoi livelli ma almeno ha fatto il gol salvezza.
            Contro Napoli disastro, crotone non l’ho vista, fiorentina non credo serva commentare e oggi gol regalato ed espulsione.
            Io facevo certamente di meglio dall’alto delle mie pregresse frequentazioni della 2a categoria.

            1. giovanni scrive:

              Pecchia voto ZERO DA MESI – PER FAVORE, DITEMI DOVE MERITA UN VOTO? Non abbiamo un minimo di gioco, ma confusione totale, che demoralizza tutti + Non valoriizza nessuno, anzi, distrugge tutti, facendoli giocare o fuori ruolo, o i fuori forma, o gli scarsi anche per la serie C, o lascia fuori chi potrebbe fare la differenza + non indovina mai mai un cambio, che valorizza + non sa motivare, nemmeno i suoi YES MAN + atleticamente siamo indecenti !! Per lui un allenamento di 2 ore, massimo, é lavorare sodo !!+ Non sa insegnare nulla perché é PESSIMO, senza idee, senza capacitá, senza esperienza.- CON QUESTO NULLITÁ TOTALE …. non si va da nessuna parte, solo, da subito, il baratro e l´umiliazione della B !!!
              Cagni, visto a Verona, era un fenomeno, confrontato con questo Pecchia….
              CI FA RIDICOLIZZARE DA TUTTI E DA TUTTA ITALIA …………..O SBAGLIO?
              CACCIAMOLO DA SUBITO ……CON IL FU…SCO ….E CONTESTIAMO ED OBBLIGHIAMO SETTI A VENDERE ….AVANTI NONNI BRIGATE E NIPOTI BUTEI ….Il quadrifoglio fortunato si é ridotto a TRIFOGLIO sfigato, SENZA FUTURO …………

              1. Jolly Roger scrive:

                Rasulo…Se fossi in te sospenderei il blog “Il Pagellone” per manifesta inadeguatezza fino a data da destinarsi.

                • Ma scrive:

                  concordo, il pagellone ora come ora non sa da fare.
                  Potresti sempre scrivere un blog, 2 ore dopo ogni partita, per dire (qualora i colleghi non fossero abbastanza convincenti) che siamo scarsi e che così andiamo in B

                1. Maxhellas scrive:

                  Ma come Pecchia 4,5???
                  Ma non era arrivato quello del bel gioco finalmente?
                  Ma non eravate tutti felici li in redazione perché quello che vi aveva chiamato gufi e che ogni tanto vi aveva mancato di “rispetto” era stato fatto fuori???
                  Il grande Pecchia! Che meraviglia! Uno che non è riuscito a dare emozione alla piazza nemmeno con la promozione dello scorso anno! Un vero trascinatore!
                  Pecchia santo subito!

                  1. Augusto scrive:

                    Augu68

                    Miseria allo stato puro. una squadra del genere farebbe fatica anche in serie B. Se mancano soldi o si spera nei miracoli è inutile sperare di fare un campionato serie A dignitoso..

                    1. ziga scrive:

                      Basta un voto solo: setti 0 Il resto è tutta una conseguenza…

                      1. Giangian scrive:

                        Dare 5.5 a Ferrari che come al solito si nasconde dietro al compagno che gioca peggio , e dare 5 a Caceres che è l’unico che dietro ha giocato da vero difensore , mi fa sorgere forti dubbi sulla qualità dei tuoi occhiali ………andate a rivedervi il secondo goal , dove il nostro bel centrale va a chiudere sul ….nulla !!! Comunque le partite si vincono a centrocampo e da una difesa presa d’assedio per 80 minuti non puoi aspettarti l’incolumità ! Allenatore incapace PUNTO !!!!

                        1. FAGNANI ANDREA ANGELO scrive:

                          Nessun voto !
                          Giudizio impossibile…nuova umiliazione visto che non si può usare vergognarsi , ma UMILIATI si

                          1. Beppe scrive:

                            Ma perché le pagelle??? Hanno giocato ???quando???…..miserie

                            1. H.V. scrive:

                              Nicolas do uscite a vuoto: 5
                              caceres 5,5
                              heartox 4
                              ferrari 4
                              supraien 4
                              buchel 3
                              zucolini 4
                              bessa 6
                              romulo 6
                              valoti 5
                              Kean 5,5
                              pecchia 2

                              1. Gianhellas69 scrive:

                                Rasulo.certi giocatori non sta gna gnanca nominarli , tirali via dala pagella perche non i se merita mia de ciamarse giocatori.
                                El belo che ga alunga el contratto.Miserie.

                                1. RobyVR scrive:

                                  Pechia 2, se la squadra l’è rinunciataria l’è sopratuto colpa sua.

                                  Buchel l’è Fares 2. No se podea mia pensar che nol l’è metese mia in campo quando za el gavea da rinunciar alo straordinario patrimonio.

                                Rispondi a Simone

                                *