29
apr 2018
CATEGORIA

Sport

COMMENTI 8 Commenti
VISUALIZZAZIONI

3.214

IL PAGELLONE DI H.VERONA-SPAL

NICOLAS 6. Copre il palo su un colpo di testa di Mattiello nel primo tempo e si oppone in uscita ad Antenucci. Ma quando non è lui a sbagliare ha davanti difensori che guardano gli avversari stoppare e tirare, così si spiegano tanti dei 71 gol presi in campionato (media di 2 a partita).

FERRARI 5. Bloccato dietro, ha contribuito a dare solidità nel primo tempo. Nella ripresa non pervenuto come tutti gli altri.

CARACCIOLO 4. Basso e schiacciato, rinuncia ad uscire per affrontare chiunque gli sia davanti. Fa la bella statuina in area sul gol di Felipe. Per qualche partita ha dimostrato di poterci stare, ma il bilancio finale è decisamente negativo.

VUKOVIC 4. Il terzo di Kurtic è il tipico gol preso dal Verona in questo campionato: attaccante che gioca, centrali che guardano. Tiro dal limite, gol. E buca il pallone che finisce addosso a Fares per l’1-1 che fa risorgere la Spal.

FARES 4. Facile dargli addosso perché non sa difendere o perché si fa sorprendere da un pallone in area che causa l’autorete più goffa della stagione. O perché quando fa una cosa buona (la ripartenza di inizio ripresa che spacca in due la Spal) poi la rovina quando arriva al limite dell’area (porta via la palla a Cerci meglio piazzato per il tiro). Il problema è più di chi considera crescita la presenza: far giocare un giovane in più ruoli, senza dargli un’esatta collocazione e gli strumenti giusti per stare in una determinata zona di campo. Ed esponendolo partita dopo partita a brutte figure.

CALVANO 5. Uno dei pochi a dare equilibrio, con umiltà e consapevolezza dei propri mezzi e dei propri compiti. Contribuisce alla solidità mostrata dal Verona del primo tempo con un preziosismo d’esterno che mette Cerci davanti a Gomis. Nel secondo tempo un fantasma.

dal 27’ s.t. Lee 5. Parentesi senza spunti ed episodi concreti. Simulazione tanto inutile quanto ingenua.

VALOTI 6. Gol a parte, uno dei migliori del primo tempo. Poi si è fatto male, come in un film già visto.

dal 4’ s.t. Fossati 5. In campo nella metà di partita non giocata dal Verona.

ROMULO 4. L’uno a uno nasce dalla solita sfilza di errori, che iniziano dal suo caricare a testa bassa con le gambe che viaggiano più veloci delle idee e da quel pallone buttato a vanvera nell’area della Spal, che poteva essere controllato e gestito in maniera molto più opportuna.

PETKOVIC 5. Un bell’assist per Valoti in occasione del gol. E poi?

MATOS 5. Mai pericoloso, nonostante nella prima frazione si sia dato anche un po’ da fare.

dal 17’ s.t. Verde 5. Si è visto appena entrato, col solito doppio passo e un fallo dal limite non fischiato da Banti e subito dopo con un tiro da fuori distante dalla porta. Poi basta.

CERCI 5. Sovrastato dall’agonismo (spesso eccessivo) dei difensori spallini. Una conclusione, un rigore non visto da Banti, ma poca cosa.

PECCHIA 4-. Finisce col Verona in balìa di una Spal più che mediocre, che fallisce l’ennesimo scontro diretto – senza lottare. Partita che certifica non solo il fallimento sportivo, ma anche quello tecnico. E l’inutilità di tante conferenze stampa pre e post gara.

BANTI 4. Var o non var la conferma che dopo la mancata di espulsione di Pjanic in Inter-Juve siamo tornati al “bon tutto”. Non fischia falli, nel primo tempo non ammonisce in almeno tre o quattro occasioni, non vede il rigore su Cerci e uno su Mattiello nel secondo tempo. Fosse stata una partita decisiva ci sarebbe molto da discutere, ma molto.

p.s. SETTI 4-. Tutti seri, tutti bravi, tutti onesti (e ci mancherebbe), i conti sono a posto (e ci mancherebbe, vista l’inadeguatezza tecnica della squadra costruita e dei mercati estivi e di gennaio), tutti con la coscienza a posto, Fusco è stato importante, Pecchia ha lavorato bene… Ma perché allora il Verona retrocede? Senza combattere e perdendo tutti gli scontri diretti nel girone di ritorno?
Difficile se non impossibile per un tifoso del Verona riconoscersi in questa squadra e in questa gestione: il calcio è passione e risultati sportivi (che fanno anche i bilanci); non solo plusvalenze o paracadute.

3.214 VISUALIZZAZIONI

8 risposte a “IL PAGELLONE DI H.VERONA-SPAL”

Invia commento
  1. ziga scrive:

    Rasulo: purtroppo solo da poco hai deciso di condannare chiaramente il bandito-presidente per la guida scellerata per l’Hellas (non per le sue casse intendiamo) e giustamente ora chiedi la sua testa: Tra l’altro lo vedi Vighini come ti guarda preoccupato? Perchè lui si guarda bene da celebre “Cerchiobottista” di arrivare a tanto… pensa che fino a 3 settimane fa non aveva ancora espresso una critica verso questo squallido personaggio. Il suo silenzio alle partenze di Maietta, Halfreddson, Rafael… verso tutte le porcherie a danno dell’Hellas abilmente nascoste o camuffate!! Sinceramente in questi anni non avete fatto un bel giornalismo e si che non siete mica al fronte da esser sempre così poco obiettivi e impauriti!!! Probabilmente rischiate il posto non so… però si può anche cambiare mestiere o farsi spostare alla cronaca.
    Rasulo: 6 –
    Vighini: 4
    Purgato: 0 lo fate parlare troppo e fa venire il latte alle ginocchia , fa perdere ritmo alla trasmissione e non è che ne capisca così tanto come voi pensate. Tipico suo commento dopo 3 minuti di gioco;: “si vede che l’atteggiamento c’è”, per poi essere clamorosamente smentito dopo 10 minuti!!
    Tommasoni: 10 l’unico a essere obiettivo e che dice le cose come stanno.
    Ma possibile che siano sempre i non giornalisti a far bella figura?

    1. altolago scrive:

      IL PAGELLONE DEI GIORNALISTI VERONESI
      RASULO: voto 6 di stima: avrebbe potuto prendere di più, ma la sua insistenza nel dare voti troppo alti a catapecchia, ne abbassa la media. A volte bisognerebbe avere il coraggio di esprimere fino in fondo le proprie opinioni e non avere paura di offendere i comandanti della baracca.
      FIORAVANTI: voto 7: anche per lui vale il discorso di cui sopra. Sempre lucido nell esprimere il proprio dissenso nei confronti della società e dei suoi componenti, lo si vede frenato soprattutto quando appare nelle trasmissioni, quasi avesse timore di apparire troppo drastico.Più coraggio non fa mai male.
      BARANA: voto 6. Meriterebbe molto di più, ma il suo ego spesso lo tradisce. A forza di citazioni spesso si dimentica di arrivare alle conclusioni. Inoltre avendo capito perfettamente con quali personaggi si aveva a che fare non ha mai affondato fino in fondo, anche quando ne aveva l’occasione. Peccato perchè è stato il primo a rendersi conto con quale marmaglia si scontrava. Ha comunque ancora l’occasione per andare ben oltre la sufficienza se solo andrà all’attacco come sa fare (in quel caso sarà da 10).
      VIGHINI (allenatore): voto molto basso. Partito malissimo ha dato il peggio di se nelle due occasioni nelle quali invece avrebbe potuto sfondare. L’incontro con pecchia e soprattutto l’intervista in casa del non mio presidente. Nel primo caso ha buttato al vento una partita già vinta in partenza facendo, lui e i suoi comprimari, una non bella figura.
      Nel secondo caso è partito battuto già nel momento in cui ha accettato di andare in Emilia anzichè obbligarlo a venire in una sua trasmissione. Dopodichè ha ulteriormente sbagliato nel non controbattere alle risposte demenziali del suo interlocutore.
      Ultimamente si sta riprendendo, ma deve assumere un atteggiamento decisamente più coerente nei confronti di chi ha portato il Verona al disastro. Dai Vigo che se ti ci metti sbaragli tutti e riprendi il comando delle operazioni.
      Dopodiche altri tre meritano un voto e una citazione.
      PURGATO: voto 0– Incommentabile.
      MICHELONI: voto 10++ quando uno arriva a combattere da solo contro tutti senza paura e senza scendere a compromessi merita tutta la stima possibile.
      Cari giornalisti , avete in casa un fuoriclasse e non lo sapete sfruttare a dovere. Peccato perchè avremmo la vittoria in tasca (dimissioni del presidente non mio in primis).
      BETTEGHELLA: voto 8. Scrive per i tristi, ma il suo cuore batte per l’Hellas e questo già basta. Riprendetelo in squadra che è meglio e a scrivere per i tristi mandate nessuno (come i loro tifosi).
      Ciao a tutti e che nessuno se ne abbia a male.

      1. giovanni scrive:

        CATAPECCHIA ATTILA VOTO 1 (1 PERCHÉ NON HA SCHIERATO IL SUO “”PREFERITO PERSONALE “”YES MAN souprayes- sicuramente indegno per la A E B !!!) ——– VOTO ZERO REALE …….DA 18 MESI (sei sparito e dovevi dimetterti giá dopo l´ottava di serie B.) Hai dimostrato, CON I FATTI CHI SEI !!?? (1) ATTILA (hai distrutto tutte le qualitá dei giocatori a disposizione, con cambi di ruoli, fuori ruolo, cambiamenti dementi, confusioni, pagliacciate in campo, 1 sola “passeggiata” oziosa al giorno, x 3-4 gg in settimana) – (2) NULLITÁ COSMICA (ti hanno deriso in B e in A molti Allenatori, Umiliandoti+A GENOVA LEGGI COSA HA DETTO SU Bessa, che dici aver valorizzato!!!=Non sapeva cosa era allenarsi!!!) – (3) FALLITO (tu non hai meriti per la salita in A- solo Dio ci ha regalato 4 miracoli- in A ci hai umiliato 24 volte con 71 gol subiti-nessun orgoglio-emozione-in una A con 10 squadre pessime=record negativo nella ns storia) -(4) RIFIUTO UMANO (nano ruffiano, ripetitivo, ridicolo e bugiardo, sempre a prenderci in giro con sorrisetti da “DIVERSAMENTE UOMO che si sentiva protetto” (NON MI DOMANDO PERCHÉ IO LO SO..) + pur sapendo quanto eri odiato da tutta Vr e anche da alcuni giocatori, con dignitá allo 0%, NON TI DIMETEVI E RESTAVI per 30 denari come Giuda Escariota …SUICIDATOSI !!) _ (5) DEMENZIALE (ci hai fatto piangere in molti + hai fatto piangere molti ragazzi e bambini + hai cercato di toglierci fede, passione, orgoglio, dignitá, tifo….MA CI HAI CARICATO DI UN ODIO PROFONDO VERSO DI TE e tutti i ” tuoi diver$$amenti protettori e Ye$ man” ) – SICURO SEI UN CASO PER IL PROF ANDREOLI – TU SEI IL VERO “”´A$$A$INO “” DEL VERONA HELLAS …..CHI TI CHIAMA PARAFULMINE SBAGLIA AL 1000% Anche se hai eseguito gli ordini e fatto la comparsa e il complice ………….APPARI ALLA PROSSIMA NEL TABELLONE …………..$PARI$CI DA VERONA CHE LA VICINA MODENA TI A$$$PETTA …….I VERONESI DI SABAUDIA TI ODIERANNO PURE E PER SEMPRE ……..SPARISCIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIII

        1. giovanni scrive:

          SETTI – voto ZERO = mi pare vedere un film della mafia, DOVE L´OMICIDA MANDANTE ASSASSINO DEL SUO NEMICO CHE ODIA, APPARE SUL LUOGO e davanti all´ASSASINATO ….”"TRISTE”" …..”"RECITANDO”" LA PARTE DEL SANTO, DEL DISPICIUTO, DEL IO SUPER EGO, DEL LA COLPA É MIA, MA !!!!!……. IO NON C´ENTRO NULLA… PERCHÉ HO FATTO TUTTO BENE E AVEVO SCELTO I MIGLIORI, DAL NAVIGATORE schettino, GIÁ F CON VOLPI U, AL catapecchia ATTILA, NULLITÁ COSMICA, FALLITO, RIFIUTO UMANO, DEMENZIALE ..il vero assassino materiale !!
          IL FINALE………… DA …(1) “”IO TIFO GUARDIA DI FINANZA ETCC”" (2) RICOMICIAMO……come se nulla fosse successo, DA VERA FACCIA TOSTA!!!,,, (3) ESALTATO CHE SI INCENSA (CON IL PARACADUTE IN TASCA,……… COME FOSSERO SOLDI USCITI DALLE SUE CAPACITÁ IMPRENDITORIALI)….. e che tutto gli spettasse (vedi SINDACO-IMPIANTO SPORTIVO) (4) PAROLAIO GIÁ DIMOSTRATO E SMASCHERATO, che PENSA DI AVER ANCORA CREDIBILITÁ A VR ……dove tutti sanno chi ERA CON VOLPI, SOGLIANO E MANDORLINI, e chi imvece é stato DOPO ed é ora ……INAFFIDABILE, capace PURE di prelevare risorse dal CLUB PER FINANZIARSI ……….ED IL FINALE DEL FILM………………MANDANTE SETTI + COLPEVOLI, COMPARSE E ASSASSINO ,,,, TUTTI SMASCHERATI …………….LA.SUSPANCE ……legalitá del paracadute, suo uso, bilanci vari in Italia e Lussemburgo …..

          1. Mariino scrive:

            Finalmente 4- a pecchia.Setti inqualificabile

            1. ciccio2 scrive:

              se valorizzare un giocatore significa fargli fare tutti i ruoli e pure fargli fare tante figure da scarsone…beh.. allora han ragione pecchia&setti …che meritano ZERO per la gestione dell’anno: dalla squadra alla comunicazione, davvero pessima, pessima, pessima

              1. RobyVR scrive:

                Pechia ZERO par l’intervista, omuncolo!

              Rispondi a RobyVR

              Accetto i termini e condizioni del servizio

              Accetto i termini sulla privacy

              *