21
mag 2018
AUTORE Bette
CATEGORIA

Sport

COMMENTI 19 Commenti
VISUALIZZAZIONI

2.246

LA VITTORIA DI CAMPEDELLI

Un dato soltanto. 17 anni di Serie A (i prossimi) negli ultimi 18 anni. Signori, non si inventa niente, non si parla di fortuna o sfortuna. Qui conta la programmazione, le idee, e soprattutto il voler mantenere ad ogni costo la categoria.

E’ senz’altro la vittoria di Campedelli che lo ripaga di tante notti insonni: è stato lui per primo a vedersi a un passo dal baratro e ad avere la forza di reagire, a dare la scossa quando, a detta di molti, era una follia. E’ lui ad avere rapporti sportivi importanti con i presidenti più influenti, ad aver scelto il pacato ma presente Romairone, è stato lui ad aver venduto Inglese a 12 milioni di euro e ad averlo trattenuto, ad aver rilanciato Giaccherini e a riscattarlo praticamente a zero, a dare fiducia a D’Anna che si è dimostrato all’altezza.

Il presidente lo vedete in disparte ma è quello che conta di più, non ama delegare ma deve farlo. Nessuna testata giornalistica scrive mai: “Era presente all’allenamento” perchè non è una novità. C’è sempre. Vive di Chievo e per il Chievo. Poi ottiene risultati e tutti si chiedono come faccia. Non gli sfugge niente, vede tutto e parla poco.

E’ la sua salvezza, la più sofferta. Sa circondarsi di persone del Chievo, fidelizza coloro che sono stati suoi giocatori: ha una politica sportiva lungimirante perchè, sebbene sia passato sottotraccia, negli ultimi anni ha rinnovato Veronello, allestito il Centro sportivo Bottagisio con tutte le componenti annesse, ha creato il Centro Medico Atlante. Vede nelle strutture il futuro più che nel patrimonio dei giocatori: è uno che guarda il dettaglio, dall’aria condizionata ai succhi di frutta in ritiro, fino alle cose più importanti. Questo fa la differenza. E’ dentro la macchina operativa, non gli viene riportato niente perchè lui c’è. E i suoi giocatori hanno vinto anche per lui, si sono battuti per lui in queste ultime tre giornate quando sostituire Maran non è stato certo facile.

E dunque sarà ancora Serie A, un altro anno… Con la possibilità di programmare con sapienza e tranquillità. Il pericolo scampato, statene certi, lo terrà come una preziosa lezione…

2.246 VISUALIZZAZIONI

19 risposte a “LA VITTORIA DI CAMPEDELLI”

Invia commento
  1. Nome Cognome scrive:

    Indegna la gestione di Pellissier, non credo accetterà il ruolo in dirigenza dopo questo schifo di trattamento

    • Bette scrive:

      Vorrei capire perchè indegna? A 38 anni suonati può accontentarsi di far panchina… Lui per primo deve capire che può essere prezioso anche in altre vesti…

      • Perplesso scrive:

        Scusa Bette, ma stai scherzando? A Pellissier bastavano anche gli ultimi 5 minuti, per salutare il calcio giocato, ma non gli sono stati concessi.
        Forse aveva già capito che questo sarebbe stato l’ultimo anno e, come dici tu, dall’anno prossimo poteva benissimo ricoprire altre vesti…ma caspita, fargli dare un addio al calcio giocato come si merita, o la sua ultima partita da calciatore, la deve passare in panchina? Riflettici su…

      • gian scrive:

        Hai ragionissima Bette, sono indignato nel leggere commenti contro D’Anna per aver fatto rimanere in panchina Pelissier. Cioè qui abbiamo gente che quest’anno avrebbe voluto lui titolare 38 partite su 38 al posto di Inglese

    1. Cinghiale Bianco scrive:

      Il prossimo anno me lo aspetto durissimo. Ho come l'impressione che non avremo squadre cuscinetto come Benevento e Verona, Frosinone e Carpi degli anni scorsi. Noi poi dovremmo operare una mezza rivoluzione, principalmente in difesa, dove penso che metà effettivi non ci saranno più. Romairone avrà molto da fare questa estate, a partire dalla scelta dell'allenatore, che non potrà essere sbagliata. D'Anna è un'ipotesi suggestiva, temo però la sua inesperienza nel gestire un'intera stagione. Mi piacerebbe provare Nicola

      1. Maramao scrive:

        Per Mister X

        Hai ragione mi sono espresso male … mi riferisco solo a quello che ho visto dagli spalti …,perchè credo che anche questo sia parte del ruolo di allenatore … spero di essere smentito…

        1. Maramao scrive:

          Purtroppo la gestione del cambio con Pellissier conferma che D’Anna forse era il mastino che serviva In queste partite … ma sul piano umano e dei valori hai dei limiti riconosciuti che non lo qualificano …il calcio è fatto di tante cose … un conto è gestire 3 partite un conto rappresentare Una società. Andava bene per 3 partite ma .. onestamente ..non ha le doti di leadership carisma e soprattutto sensibilità umana. Io vedo bene de Zerbi …

          • Mister X scrive:

            a proposito di d’Anna, hai scritto: “…. onestamente ..non ha le doti di leadership carisma e soprattutto sensibilità umana. …”

            lo conosci?
            te l’ha detto qualche giocatore o qualcuno della società?

            sarebbe stato più corretto da parte tua, limitarti a dire che dopo tre partite è un allenatore ancora tutto da scoprire
            penso comunque che Campedelli lo conosca bene e saprà valutare la decisione da prendere.

            Avendolo visto da giocatore e vedendo le scelte di non far entrare Pellissier e Cesar per pura “passerella”, penso proprio che il carattere di leader non gli manchi proprio.

          1. Cinghiale Bianco scrive:

            Bette, sei ancora convinto come scrivevi qualche tempo fa che D'Anna sarà l'allenatore anche la prossima stagione? Io ho qualche perplessità e anche le dichiarazioni del mister sembravano ambigue

            1. Mister X scrive:

              Giusto e condivisibile il riconoscimento a Campedelli ma non dimentichiamo i suoi errori, primo fra tutti aver dilapidato il tesoretto di tifosi che avevano creato le gestioni da Delneri a Pillon e aver puntato per alcuni anni su tecnici e giocatori che hanno si mantenuto la serie A, ma a scapito del gioco.
              Il merito di Maran in questi anni e di aver riportato il gioco, pur con giocatori non adeguati.
              Ora quello che attende Campedelli non è poca cosa: una rifondazione della rosa abbastanza massiccia non più rimandabile
              In effetti ci aveva provato anche gli anni scorsi, ma le scelte si sono dimostrate sfortunate; se devi allestire una formazione da A, devi almeno prendere chi in B fa la differenza.
              Ho letto i nomi fatti da un amico qui sotto per futuro del Chievo: con quelli lì è B sicura.
              Pur nella felicità per la raggiunta ennesima salvezza, il prossimo campionato sarà uno dei più difficili per il Chievo.

              1. Cinghiale Bianco scrive:

                Bravo Bette! Questa è la salvezza di Campedelli!

                1. Caniggia scrive:

                  Complimenti al Chievo e a campedelli. Una delle grandissime differenze con l'hellas è a mio avviso questo "stile Chievo" che hanno molti calciatori storici che assimilata la cultura aziendale rimangonodirei poi come allenatori dirigenti etc.

                  1. enzo scrive:

                    onore al Chievo e al suo presidente.
                    Setti vattene!
                    VERGOGNA /=\

                    1. FEDE86 scrive:

                      CON I 50 MILIONI SISTEMEREMO UN PO’ DI COSE……….POI UN APPLAUSO ALLA CURVA DI IERI E CONTRO IL CROTONE UNO SPETTACOLO INCREDIBILE………GENTE CHE HA RISPOLVERATO LA PASSIONE CALCISTICA PER IL CHIEVO BANDIERE, CANTI, VECCHIE MAGLIE RISPOLVERATE, SONO PROPRIO FELICE TUTTO E’ BENE QUEL CHE FINISCE BENE E LA STORIA CONTINUAAAAAAA

                      1. Pacein scrive:

                        Che belle parole Bette. Sono d’accordo in tutto.

                        Ma Campedelli se le merita e sono sicuro che se qualcuno gli farà i complimenti lui risponderà che non ha fatto niente……

                        E proprio una persona unica che meriterebbe più attenzioni da parte degli addetti ai lavori.

                        Io ero uno di quelli scettici per quanto riguarda d’Anna ed eccomi smentito, mi piace come la squadra ha reagito, segno proprio di carattere. Spero si possa continuare con lui.

                        Sufficienza piena alla squadra e 10 e lode al nostro presidente.

                        Adesso bisogna ringiovanire, ma i vari De Paoli, Stepinsky, Bani, Jaro, Bastien Rigoni ci fanno vedere già un futuro più roseo

                        Un ultimo pensiero al mitico Pellissier, spero che sia sempre con noi. Se non da giocatore come dirigente o allenatori dei giovani

                        1. rino scrive:

                          Complimenti a Campedelli.
                          E al suo coraggio di mandare via Maran ottimo allenatore e ottima persona a tre giornate dalla fine. Risultato, è rimasto in serie A. Mentre il nostro Hellas è incappato nel peggior presidente della storia che poteva cambiare allenatore dieci volte, DOVEVA cambiarlo, anche dopo Benevento poteva farlo, forse ci si poteva salvare.
                          Gli allenatori, anche quelli bravi, vedi Maran, vedi Mandorlini, ad un certo punto si “incartano” e non hanno più i risultati necessari. Per cui un presidente coraggioso e coscienzioso CAMBIA. Setti NO, non è né l’uno né l’altro. Così si è beccato 25Milioni di paracadute e ne ha perso 48M di permanenza in serie A. ha distrutto la squadra, la tifoseria, l’anno prossimo farà la metà degli abbonamenti. per cosa, per risparmiare forse 100- 200mila euro…ridicolo a questi livelli.
                          SI, vorrei avere Reciedegoma come presidente, magari non proprio lui, troppo “Ceo”, ma uno come lui.

                          1. Papo scrive:

                            con 48 milioni paghera' i tanti debiti e farà la solita squadra da Chievo

                            1. karoot scrive:

                              E si …. Un grande Leader si vede soprattutto quando ammette i propri errori e sa correggerli …. altro anno di serie A e potrei dire anche uno tra i più importanti considerato che quest’anno al Chievo entreranno 48 milioni di euro. Speriamo quindi di sistemare una parte della rosa che deve essere assolutamente sistemata di alcuni elementi;
                              Per quanto riguarda il campionato però il mio voto non raggiunge la sufficienza nonostante la salvezza e ti spiego perchè Bette: visto l’inizio di campionato, il lungo periodo di perdita totale di concentrazione e le ultime 3 partite sarebbe potuta arrivare tranquillamente ALMENO a 50 punti con relativi maggiori introiti. Per tale motivo ritengo non sufficente tale campionato.
                              Tu Bette che ne pensi?

                            Rispondi a Perplesso

                            Accetto i termini e condizioni del servizio

                            Accetto i termini sulla privacy

                            *