02
feb 2019
AUTORE Bette
CATEGORIA

Sport

COMMENTI 2 Commenti
VISUALIZZAZIONI

1.942

MERCATO SENZA SQUILLI, OCCASIONE PERSA

La linea di inizio mercato era molto chiara: “Via chi non ci crede”. Ci sta. Detto questo mi aspettavo di più. Per carità la classifica non aiutava di certo ma i segnali che sono arrivati non sono stati confortanti. Sono andati via giocatori che negli ultimi anni hanno costituito il perno della squadra: Birsa, Radovanovic, lo stesso Cacciatore. In extremis sono rimasti Hetemaj, De Paoli, Kyine, Vignato (destinati comunque a partire a Giugno) e con insistenza si parlava di cessioni anche per Giaccherini e Stepinski. Chi è arrivato obiettivamente fatico a pensare possa dare una svolta. Sono arrivati ragazzi giovani (Dioussè, Piazon), alcuni più esperti (Schelotto, Andreolli) ma a mio parere non basterà.

Chiaramente non conosciamo le disponibilità economiche del Chievo e nemmeno se tutto il gran vociare che si fa di una società in crisi dal punto di vista finanziario sia effettivamente corrispondente al vero: certo è che le cessioni lasciano pensare che il Chievo abbia voluto il più possibile fare cassa e iniziare anche a programmare il futuro.

E’ un peccato perchè l’atteggiamento di Empoli ha evidenziato una volta di più come la squadra sia ancora perfettamente dentro questo campionato e stia lottando con grande personalità.

1.942 VISUALIZZAZIONI

2 risposte a “MERCATO SENZA SQUILLI, OCCASIONE PERSA”

Invia commento
  1. ciccio2 scrive:

    con il paracadute a disposizione per l’anno prossimo e le cessioni eccellenti, si rifà tutta la squadra e se ne avanza… e per il valore della B è anche troppo. Quel che conta è la struttura societaria. Ogni tanto un fallimento stagionale ci sta anche. Bisogna anche accontentarsi

    1. filippo scrive:

      Diciamo che finchè la matematica non ci condanna bisogna comunque crederci.
      D’altro canto quanti sono i giocatori che verrebbero in una squadra ultima in classifica con minime possibilità di salvarsi?
      In queste 16 partite cerchiamo credo che debbano comunque dare il massimo, e sono certo che lo faranno.
      Così credo che dobbiamo comunque anche noi tifosi sostenere alla squadra fino alla fine.

    Rispondi a filippo

    Accetto i termini e condizioni del servizio

    Accetto i termini sulla privacy

    *