23
apr 2019
AUTORE Bette
CATEGORIA

Sport

COMMENTI 6 Commenti
VISUALIZZAZIONI

3.515

PARACADUTE E RISALITA

Il presidente Luca Campedelli ha voluto minimizzare la cosa. E’ evidente però che 25 milioni di euro di paracadute consentiranno al Chievo di disporre, in Serie B, di un budget di quattro volte superiore a tutti gli altri. Una cifra che darà modo alla società di allestire una squadra pronta a risalire subito sebbene all’orizzonte si prospetti una inevitabile rivoluzione.

Non solo dunque 25 milioni… da mettere in conto saranno anche tutte le cessioni e i risparmi sugli ingaggi dei giocatori più rappresentantivi… “Resteranno in due” diceva Campedelli nel corso della nostra intervista esclusiva… Ovvio che la squadra è da rifondare, ovvio anche che con una cifra di tale portata sarà quasi scontato per il Chievo costruire una rosa all’altezza.

Mi aspetto infatti che la società agisca alla stessa maniera del 2007 con la convinzione vera di risalire subito e riprendersi la Serie A. A mio parere servirà grande equilibrio e pazienza in sede di mercato perchè davvero per essere protagonisti in questa Serie B non servono grandi cose…

A guidare la riscossa sarà ancora Sergio Pellissier in rappresentanza dei veterani. Molto più difficile invece ritrovare al raduno Sorrentino, destinato a rimanere in Serie A. Stefano continua a rimanere un ottimo portiere e senz’altro non mancheranno le pretendenti.

3.515 VISUALIZZAZIONI

6 risposte a “PARACADUTE E RISALITA”

Invia commento
  1. Mr. Onestà scrive:

    Il capitano del Chievo è stato citato in almeno due deposizioni: quelle di Carlo Gervasoni e Massimo Erodiani. Gli altri coindagati lo definiscono elemento “avvicinabile” per truccare i risultati della sua squadra e nei mesi scorsi sono emerse anche alcune intercettazioni che lo riguardano. In una di queste, scrivevano gli investigatori, “si sente Pellissier che parla con una terza persona dall’accento meridionale e dice testualmente: ‘Si può sapere quanto mi fai prendere da queste cose?’, e l’interlocutore: ‘Dai 250 ai 400′. Pellissier ride. Interlocutore: ‘Ho esagerato?’. Pellissier: ‘No… anche un po’ di meno’.

    1. Mr. Onestà scrive:

      Per la risalita puntare tutto su un simbolo di onestà come Pellissier; alter ego di Campedelli.

      http://www.veronasera.it/cronaca/calcioscommesse-pellissier-rinviato-a-giudizio-25-aprile-2018.html

      1. ciccio2 scrive:

        sartori si, sartori no… grave perdita ma bisogna saper voltare pagina, senza rimpianti: non esiste solo sartori al mondo.

        1. Guido scrive:

          Meglio sempre partire dai dati: promozione in A nel 2001/2, primi 3 anni con campionato a 18 squadre classificato 5°, 7° e 9°. Poi altri 3 anni con campionato a 20 squadre con piazzamento 15°, 4° (arrivato 7° ma con calciopoli guadagna 3 piazze) e 18°. Dopo 6 anni di A si scende in B, campionato 2007/8, e si piazza 1° con 85 punti. Si riparte in A, campionato sempre a 20 squadre, e vi rimane fino ad oggi cioè 10 campionato in cui si piazza: 16°, 14, 11 10, 12, 16, 14, 9, 14 e 13. Per la cronaca, Sartori lascia il Chievo il lugllo del 2014, anno in cui il Chievo si piazza 16°, iniziando il campionato con Sannino e finendolo con Corini. Cosa vogliono dire questi dati? secondo me che è accaduto ne più ne meno quello che deve aspettarsi una piazza come il Chievo, cioè una realtà che deve sempre lottare per restare a galla e, quando qualcosa non va come preventivato, si retrocede, con o senza … Sartori. Basta sbagliare qualche acquisto, Djordjevic su tutti, un’annata nata male con D’Anna, continuata con un errore madornale con Ventura e conclusa inevitabilmente son una sentenza già scritta a … luglio, grazie alle plusvalenze “scovate” per il solo Chievo. Chi ricorda la precedente retrocessione, ricorderà anche il “clima” in cui è avvenuta: retrocessi piazzandoci terzultimi, con 38 punti, con risultati strabilianti delle concorrenti alla salvezza nelle ultime 5 giornate. Sì perchè il calcio è anche questo. Si ripartirà a luglio e, dice bene Betteghella, servirà pazienza ed equilibrio e, aggiunti ai 25 milioni del paracadute, si potrà trovare la strada per ritornare in A.

          1. Mister X scrive:

            Di ovvio al momento, rimane il fatto che una certa parabola discendente (anche col raggiungimento di un paio di salvezze) si è avuta con la dipartita di Sartori. Non è stato fatto prima un rinnovamento perché attualmente non c’è nessuno in grado di farlo.

          Rispondi a Mr. Onestà

          Accetto i termini e condizioni del servizio

          Accetto i termini sulla privacy

          *