25
lug 2020
AUTORE Bette
CATEGORIA

Sport

COMMENTI 2 Commenti
VISUALIZZAZIONI

1.018

UN SOLO OBIETTIVO

Come due finali. Si dice così, in questi casi. Una frase che non è il massimo ma che oggi rende davvero l’idea. Ebbene, dopo il successo sul Cittadella adesso restano due appuntamenti chiave in un campionato dove sembra che tutti facciano a gara per non entrare nei play-off. Analizzate la classifica e guardate come il Crotone secondo e in Serie A abbia perso ben nove partite e il Pordenone, neo-promosso, nonostante il diluvio di sconfitte (12) sia ancora lì, abbondantemente dentro la zona nobile.

Basta questo per smentire chi parla di campionato “equilibrato” invece che di “mediocre” come sarebbe più opportuno. Veramente serviva poco o nulla per essere tra le primissime e restarci fino alla fine. Non ditemi infatti che il Crotone abbia questa rosa irresistibile. Semplicemente ha trovato compattezza e continuità, due elementi chiave che sono maledettamente mancati al Chievo per tutta l’annata.

Adesso però, come sostengono gli inguaribili ottimisti, tocca azzerare tutto. Battere Benevento e Pescara e prendersi la migliore posizione possibile nei play-off. E poi inizierà tutto un altro campionato. Chiaro, stiamo parlando del minimo obiettivo. Raggiungere gli spareggi promozione deve essere l’ordinaria amministrazione per questa società che aveva sensibilmente alzato l’asticella dopo l’esonero di Marcolini (in quel caso in modo compatto).

Poi a prescindere da come finirà toccherà analizzare bene il tutto. Con obiettività: dato che di decisioni discutibili ne sono state prese parecchie. Sarebbe opportuno da parte della società stare quantomeno a sentire chi si confronta con spirito costruttivo senza per forza di cose “dar ragione”. E’ indubbio infatti che il Chievo di oggi non è quello di ieri e chi nega questo mente sapendo di mentire.

1.018 VISUALIZZAZIONI

2 risposte a “UN SOLO OBIETTIVO”

Invia commento
  1. ARTURO scrive:

    Ciao Alessandro nonostante il tuo pessimismo cronico anche stavolta ce la faremo. Vinceremo alla grande i playoff perché ricordati che il Chievo non muore mai

    1. Cinghiale Bianco scrive:

      La strada è ancora lunga e impervia, ma le due vittorie con Cittadella e Benevento (senza alcuna motivazione) lasciano comunque ben sperare. Sotto con l'ultima adesso, un Pescara che dovrà vendere cara la pelle per cercare una salvezza senza passare dai playout. Prevedo un Empoli vincente con il Livorno, un interessante Salernitana Spezia, utile per noi lo scontro diretto Frosinone Pisa. Inevitabile fare un pensiero ai playoff a questo punto, con magari la prospettiva di lasciare fuori Empoli o Frosinone, o magari entrambe

    Lascia un Commento

    Accetto i termini e condizioni del servizio

    Accetto i termini sulla privacy

    *