30
lug 2020
AUTORE Bette
CATEGORIA

Sport

COMMENTI 19 Commenti
VISUALIZZAZIONI

1.401

TRA PESSIMISMO E REALTA’

Mi scrivete che sono “pessimista cronico”. Io aggiungo che sono semplicemente obiettivo e vicino alla realtà. Se pensate che vi debba dire a prescindere che il Chievo gioca in grande stile solo per far contento qualcuno probabilmente avete sbagliato posto. Non cambio idea. L’ho detto, l’ho scritto. A prescindere da come andrà, le riflessioni dovranno essere profondissime, attente e ponderate.

Ricordo a tutti che andare ai Play-Off è l’obiettivo minimo non un traguardo incredibile quest’anno. La società, da quando è arrivato il nuovo allenatore, ha sempre parlato di Serie A a chiare lettere; quindi porre l’accento sul deludente campionato finora disputato non mi par affatto fuori luogo.

Mi leverò volentieri il cappello se il Chievo raggiungerà la promozione: mi congratulerò con chi di dovere felice di essere stato smentito. Ma non pensate che possa cambiare idea per sole due buone partite disputate. L’intero campionato è stato un continuo di prestazioni altalenanti, in un torneo, lo ribadisco, tra i più mediocri di sempre. Il Cittadella, quinto, ha perso tante partite quante il Trapani penultimo. E vogliamo ancora parlare di grande impresa arrivare ai Play-Off? Onestamente non la vedo così.

Senz’altro va applaudito l’allenatore perchè in un contesto oggettivamente complicato ha saputo rialzare il morale, cosa che mai avrei creduto.

1.401 VISUALIZZAZIONI

19 risposte a “TRA PESSIMISMO E REALTA’”

Invia commento
  1. ARTURO scrive:

    Ciao Alessandro prima secca smentita al tuo pessimismo cronico. Si vola in semifinale con grande merito e sono convinto che con lo Spezia ci rifaremo della sconfitta assolutamente ingiusta subita al Bentegodi. Ricordo, inoltre, che nella partita di andata abbiamo dominato in casa loro. Sono assolutamente convinto che vinceremo i playoff

    • Bette scrive:

      Io dico quello che penso senza le fette di prosciutto davanti agli occhi… se il Chievo vince ben venga… se fa una prestazione “tipo Empoli” applaudo… raccontare alla gente cose solo per farmi dar ragione non mi sta bene… dico quello che penso… piaccia o non piaccia

    1. Cinghiale Bianco scrive:

      La mia considerazione era semplicemente per dire che a questo punto può succedere di tutto e che i margini di errore sono irrisori. Oggi festeggiamo, ma potremmo tranquillamente piangere. Non credo che il Chievo sia inferiore al lotto di squadre che partecipano ai playoff, anzi, a dire il vero non ritenevo la qualità della rosa inferiore a nessun'altra squadra della serie b, neppure al tanto decantato Benevento. L'errore penso sia stato insistere con Marcolini, forse con un altro allenatore dall'inizio ora potremmo essere noi al posto del Crotone. Ma con i se e con i ma non si va da nessuna parte. Ritengo indispensabile salire subito, la prossima stagione sarà molto più complicata dell'attuale (Lecce, Brescia, Spal, Empoli, Vicenza, Monza oltre alle escluse dai playoff), ci sono molti soldi in ballo che aiuterebbero a risolvere molti problemi. Spezia e una tra Cittadella, Frosinone e Pordenone non possono essere considerati avversari insormontabili

      1. ARTURO scrive:

        Cinghiale Bianco allora io posso dirti che se il nostro centravanti realizza il nostro rigore andiamo in vantaggio e portiamo a casa la partita senza soffrire più di tanto. Dai caspita un po’ di ottimismo. D’altra parte ci avevano già dati per morti ed invece siamo ancora qua

        1. Cinghiale Bianco scrive:

          Arturo, ultimamente sta girando tutto per il verso giusto, il che fa' ben sperare. In queste competizioni, a questo punto della stagione, conta molto avere gamba e testa e penso che da questo punto di vista non ci possiamo lamentare. Ma conta molto anche la fortuna. Se ieri Ciciretti avesse segnato il rigore al 90 ora staremmo parlando di altro

          1. Fabio scrive:

            C’è da registrare last minute un’inversione di tendenza. Si chiude sesti con 3 vittorie consecutive e da seconda miglior difesa.

            Bastavano un paio di vittorie nei momenti tipici. Bastava 4-6 gol in più dai piedi di Giaccherini e Djordjevic. Nulla di piu.
            Ma ora inizia un nuovo torneo. Con una squadra compatta e un allenatore che sa vincere i playoff. E con avversari non meglio attrezzati. Insomma dimenticare tutto e giocarla diventa un’imperativo. Se poi saremo bocciati e non rimandati a settembre inizierà la storia del piccolo Chievo che travolto da 1000 eventi non ce l’avrà fatta. Per ora, almeno per ora, vale la pena spolverare le bandiere e farsi sorprendere da l’ennesima impresa impossibile. Il possibile non è mai stato alla portata del Chievo.

            1. Cinghiale Bianco scrive:

              Dura ma non impossibile

              1. Luca scrive:

                Proprio l'Empoli

                1. Cinghiale Bianco scrive:

                  Quindi noi chi becchiamo?

                  1. Luca scrive:

                    Il Pisa

                    1. Cinghiale Bianco scrive:

                      Dai miei conti a parità di punti sarebbero passati Pisa e Frosinone. Mi sono sbagliato. Chi e rimasto fuori allora?

                      1. Luca scrive:

                        "Cinghiale"

                        và che l'Empoli è settimo, e c'è nei play-off

                        1. Cinghiale Bianco scrive:

                          Bene così, anche se con troppa sofferenza. Importante il crescendo delle ultime partite con tre vittorie su tre ed una sola rete subita. Adesso comincia un altro torneo dove potrà succedere di tutto e magari con un po' di culo può anche darsi che vada. Se Aglietti facesse il secondo miracolo in due anni… Fuori Salernitana e soprattutto Empoli, per molti la vera favorita del campionato

                          1. Cinghiale Bianco scrive:

                            Ragazzi per come si era messa salire sarebbe davvero un mezzo miracolo! Chiarezza o non chiarezza qua serve tirare dentro soldi e la serie A te ne porta tanti, ma davvero tanti, già solo di diritti televisivi. E pensare che in giro per i blog leggo ancora di gente che parla di retrocessioni programmate, sconfitte pilotate e corbellerie varie. Come se economicamente convenisse finire nel cesso che è l'attuale serie B! Non siamo ridicoli

                            1. karoot scrive:

                              quoto in toto … campionato deludente …. e ancora non è finito quindi c’è da stare parecchio in campana …

                              1. Filippo scrive:

                                Il colpo di coda sta arrivando al momento giusto. Ci spero, ma viste le ultime prestazioni altalenanti prima di essere certo che niente è impossibile ne passa. E poi alla fine in qualsiasi caso, A o B che sia, ci vuole chiarezza. Capirà il presidente?

                                1. ARTURO scrive:

                                  Ciao Alessandro le tue ultime parole confermano che sei un pessimista cronico. Stasera vinciamo con il Pescara e poi ai playoff possiamo sicuramente dire la nostra perché non ci sono squadre superiori a noi e perciò io credo che possiamo arrivare alla promozione

                                  1. Cinghiale Bianco scrive:

                                    Boh io non vedo così scontato l'accesso ai playoff. Brutta bestia il Pescara all'ultima giornata, peggio senz'altro di Cittadella e Benevento

                                  Lascia un Commento

                                  Accetto i termini e condizioni del servizio

                                  Accetto i termini sulla privacy

                                  *