19
mag 2021
AUTORE Bette
CATEGORIA

Sport

COMMENTI 2 Commenti
VISUALIZZAZIONI

751

QUEL “NO COMMENT” CHE FA RUMORE

Forse mai come in questo momento. Forse mai come adesso. La notizia rimbalzata in rete ha fatto rumore e non è stata smentita. Luca Campedelli sarebbe pronto a cedere il Chievo. Già detta così non par possibile, troppo è l’amore, la passione, che il proprietario e la sua famiglia hanno messo nella squadra. Eppure oggi dopo la mancata promozione in Serie A, le difficoltà economiche, qualche pugnalata e gli errori che inevitabilmente chi fa commette, potrebbe essere arrivato quel fatidico giorno.

Chi scrive stenta a crederci. Ho apprezzato il Chievo a più riprese e l’ho scritto e altrettanto l’ho criticato, e anche questo l’ho scritto sempre nel rispetto degli interlocutori. Tocca però essere pratici: dall’anno prossimo la società non beneficerà del paracadute e di fatto godrà di quei minimi diritti che spettano anche alle altre: lecito che Campedelli rifletta e prenda in considerazione le varie offerte.

“Io da un’altra parte? Non avrebbe logica” mi diceva il proprietario tempo fa il giorno in cui orgogliosamente sfoggiava il libro dei 90 anni della sua società. “Qualunque altra realtà al mondo non potrebbe avere da me lo stesso coinvolgimento” ha continuato. Per questo resto alla finestra incredulo non potendo concepire il Chievo senza Campedelli e viceversa.

Si badi bene, nulla è scritto, nulla definito. Ma se è vero quel che mi confidò a margine di un’intervista forse un pizzico di verità c’è: “Si ricordi che i cimiteri sono pieni di gente indispensabile”.

751 VISUALIZZAZIONI

2 risposte a “QUEL “NO COMMENT” CHE FA RUMORE”

Invia commento
  1. Karoot scrive:

    Dispiace comunque un sacco perchè il Chievo era, o meglio pensando adesso, è Campedelli … ma certi continui errori poi alla lunga si pagano …. aver voluto smettere di investire come si faceva all’inizio per navigare a vista e accontentandosi del compito ha portato a questo ….. aggiungiamoci l’aiuto della falsa accusa della procura federale per fare in modo di buttarci in serie B e il gioco è fatto …. Chiaramente Campedelli, se se ne andrà, dovrà mettere prima i soldi nella società perchè CHI SBAGLIA PAGA … e poi vedremo il futuro che sinceramente non mi piace affatto … anche perchè se è vero che la trattativa sarebbe con un gruppo elvetico, un imprenditoriale italiano e una società finanziaria americana, mi da tanto l’idea che siano più interessati a far girare i soldi tramite la società che non il bene della squadra ..spero di sbagliarmi vivamente ….

    1. Filippo scrive:

      Ben venga qualcuno che vada in soccorso di Campedelli. L importante che ci metta soldi, passione ed entusiasmo. Al netto di alcuni errori credo che alla famiglia Campedelli si debba solamente dire grazie. Facciamo continuare questa realtà. In A o in B va bene comunque.

    Lascia un Commento

    Accetto i termini e condizioni del servizio

    Accetto i termini sulla privacy

    *