08
dic 2019
AUTORE Bette
CATEGORIA

Sport

COMMENTI 3 Commenti
VISUALIZZAZIONI

479

BASTA POCO

Basta guardar la classifica per rendersi conto di quello che andiamo dicendo da tempo. Tra il Cittadella secondo e i play-out vi sono soltanto otto punti: un margine risicato che evidenzia l’equilibrio di questo campionato di Serie B. Detto del Benevento che sta facendo campionato a sé, sebbene mi aspettassi il Chievo lassù in alto a comandare, le altre stanno dimostrando di poter vincere e perdere con tutti.

E la squadra di Marcolini, diciamoci la verità, non brillantissima, sta sfruttando in pieno la situazione. Di questo va dato atto al Chievo perché la Serie B funziona così. Poi sì, tocca sottolineare, per dover di cronaca, che l’allenatore settimana dopo settimana si trova costretto a inventarsi qualcosa di nuovo. Le assenze di Cesar, Djordjevic e Giaccherini, tre pilastri di questa squadra si fanno sentire e non è sempre facile fronteggiare le partite senza i giocatori chiave. Sta succedendo da tanto tempo e per questo mi aspetto in sede di mercato interventi da parte della società.

Se la volontà, come detto a più riprese, è quella di risalire immediatamente ecco che diventa necessario guardarsi intorno e mettere in rosa gente pronta da subito a fare le differenza e magari che possa tornar utile all’eventuale salto di categoria. Salire in A infatti, con l’idea poi di rifondare completamente tutto, potrebbe rivelarsi un enorme problema. A mio parere invece, gettare già le basi per il futuro se ve ne fosse l’opportunità sarebbe fondamentale.

Non dimentichiamoci che la società sta fronteggiando da mesi il problema Vignato. Il giocatore da Febbraio, se non rinnova, potrà firmare con chiunque essendo a scadenza e per il Chievo sarebbe un danno enorme dal punto di vista economico. Meglio dunque, visto che il rinnovo pare molto distante, sperare di piazzare il giocatore a qualcuno già in questa finestra di mercato, magari appellandosi alle amicizie che la società negli anni ha coltivato e che quest’estate si sono rivelate determinanti per l’iscrizione alla Serie B.

02
dic 2019
AUTORE Bette
CATEGORIA

Sport

COMMENTI 3 Commenti
VISUALIZZAZIONI

890

SIGNORI… ECCO LA SERIE B

Il concetto de “L’avevo detto” non mi piace e non lo userò… Però la partita contro la Virtus Entella aveva lasciato intravedere delle cose che erano piuttosto allarmanti. Il Chievo in quell’occasione aveva vinto senza meritarlo e solo la vittoria aveva mascherato le lacune.

E’ bastata una partita “da B” su un campo “da B” per evidenziare il concetto. Il Trapani ultimo in classifica capace di battere il Chievo di misura e senza peraltro faticare così tanto.

Ecco credo che questo sia un bel campanello d’allarme e il fatto che la classifica sia corta non può certo essere di conforto.

Il Chievo, scusate, deve pretendere di più. Per forza. In questa scadente categoria una società come quella di Luca Campedelli deve essere almeno dietro al Benevento. Almeno.

26
nov 2019
AUTORE Bette
CATEGORIA

Sport

COMMENTI No Comments
VISUALIZZAZIONI

692

CONTA VINCERE

Riassumo nel titolo quello che è il mio pensiero e quello che senz’altro passa nella testa del presidente del Chievo in queste ore. Belli da vedere? Non importa. Spettacolari? Nemmeno per sogno. Coinvolgenti? No assolutamente. Quello che conta è aver vinto. E la classifica dice terzo posto, a una sola lunghezza dalla Serie A.

La partita contro la Virtus Entella ha certificato che il Chievo possiede delle individualità importanti che per ora stanno bastando: Meggiorini in questa categoria fa più o meno quel che vuole e Vignato se ha voglia (?) può ancora fare la differenza. Poi ci sono delle lacune: Obi impreciso, Esposito fuori ruolo (a mio parere), Brivio da rivedere.

Detto questo tocca, per forza di cose, interrogarsi sul perchè una squadra del “calibro” dell’Entella possa venire al Bentegodi e spadroneggiare rischiando fino all’ultimo di beffare il Chievo.

Soffrire a quel modo, lo dico onestamente, mi pare un tantino eccessivo…

11
nov 2019
AUTORE Bette
CATEGORIA

Sport

COMMENTI 1 Commento
VISUALIZZAZIONI

1.384

SCELTE DISCUTIBILI

Una squadra come il Chievo per definizione non può temere il Frosinone. La scelta del modulo iniziale non mi ha convinto, alcune esclusioni nemmeno. Vero che magari le condizioni dei vari Vignato e Pucciarelli non saranno state granchè ma l’occasione era davvero importante e la sconfitta inevitabilmente rammarica. Poi altro aspetto: Garritano in questa Serie B sta dimostrando di avere un passo diverso rispetto a tanti altri. Aveva giocato alla grande a La Spezia e a Frosinone è rimasto fuori. Misteri.

Chiaro, non si può pensare che il Chievo vinca tutte le partite. Non va dimenticato che persa la prima immeritatamente a Perugia poi la squadra di Marcolini ha ottenuto soltanto risultati positivi ma la mia considerazione sulla rosa è molto alta pertanto qualcosa di più si poteva fare.

Le attenuanti ci sono, per carità… La sosta servirà a recuperare energie ed infortunati… ma attenzione a giustificare frettolosamente questo risultato.

05
nov 2019
AUTORE Bette
CATEGORIA

Sport

COMMENTI No Comments
VISUALIZZAZIONI

928

QUESTIONE DI FILOSOFIA

E’ da sempre la filosofia del Chievo. Un punto in trasferta, bello o brutto che sia è pur sempre un punto. Muove la classifica, fa morale, dà continuità. Non tutti la pensano così. Luca Campedelli e la sua società sì.

Anche a La Spezia ma non solo nel corso di questa stagione è accaduta la medesima cosa e con questo diventano dieci i risultati utili consecutivi. Mica male, tenuto conto che l’allenatore dall’inizio dell’anno non ha mai avuto la squadra al completo e anche nella partita in Liguria ha dovuto far i conti con le note defezioni. Djordjevic è ancora fermo, Vignato anche, Giaccherini gioca ma non è al meglio. Inevitabile che anche una squadra di qualità come il Chievo alla lunga ne risenta anche se come detto la partita è stata giocata su buoni livelli.

Senz’altro Marcolini, perfettamente consapevole che con il Chievo si sta giocando una buona parte di carriera, va dato il merito di non trovare mai scuse. L’obiettivo della società è chiaro… salire in Serie A… i presupposti per farlo ci sono tutti…

30
ott 2019
AUTORE Bette
CATEGORIA

Sport

COMMENTI No Comments
VISUALIZZAZIONI

1.149

SI FA INTERESSANTE

Non potevamo aver preso degli abbagli tanto clamorosi. Quando dicevamo che il Chievo non poteva essere quello visto col Pordenone e in altre circostanze avevamo degli elementi per farlo. Finalmente stiamo vedendo una squadra che alla fine è superiore. Lo ha dimostrato anche contro il Crotone primo in classifica e non era certo facile. L’espulsione dubbia avrà agevolato il tutto ma non ridurrei solo a quell’episodio. Il Chievo ha giocato, creato occasioni, subito relativamente poco. E’ una squadra che sta capendo i propri mezzi e che adesso sì può fare davvero paura.

Il terzo posto in classifica al momento conta poco. Tocca proseguire in questa direzione fino a prendersi il primato e poi fare semplicemente il Chievo. Essere brutto da vedere, che poco interessa, ma cinico e concreto come siamo sempre stati abituati. Una squadra che strappa un punto qua e un punto là  ma che comunque muove la classifica e che in casa diventa una macchina inarrestabile.

Insomma questa Serie B la stiamo vedendo.  La qualità non è certo delle migliori e se già lo scorso anno il livello era piuttosto basso quest’anno a maggior ragione vi sono tutte le possibilità per poter essere protagonisti.

28
ott 2019
AUTORE Bette
CATEGORIA

Sport

COMMENTI 2 Commenti
VISUALIZZAZIONI

563

PUNTO GUADAGNATO

Il Chievo a Cosenza non mi è piaciuto. La squadra di casa ha giocato meglio e avesse vinto non ci sarebbe stato nulla da dire. Per questo ritengo che il punto sia guadagnato e non perso come magari era successo in altre occasioni (vedi Pordenone).

Vero che stanno mancando giocatori importanti. Vero che le assenze di Giaccherini, Vignato e Djordjevic, indiscussi valori aggiunti della squadra pesano e non poco. In Serie B con giocatori di questa levatura puoi davvero vincere in carrozza, a maggior ragione in questa Serie B. Detto questo di fronte c’era una squadra modesta che ha fatto il suo senza rubar nulla e giocato con grande temperamento.

Per il resto vedo un Chievo che sta dando continuità di risultati, che comunque un passo alla volta sta cercando la propria identità.

Ritengo che queste prossime gare ravvicinate possano darci ulteriori indicazioni.

21
ott 2019
AUTORE Bette
CATEGORIA

Sport

COMMENTI 2 Commenti
VISUALIZZAZIONI

1.027

STRADA TRACCIATA

Finalmente. Non bellissimi, magari, ma pratici. Finalmente ritroviamo il Chievo e onestamente non era possibile il contrario. Penso che la strada sia stata tracciata e se la squadra trova un po’ di convinzione non ce ne sia per nessuno. Sono bastate due accelerate col Livorno per rimettere tutto a posto (ricordate?) e con l’Ascoli si è portato a casa il risultato pieno magari non facendo una partita esemplare. Va tenuto conto che il Chievo ha giocato a lungo in superiorità numerica e solo nel finale ha chiuso la partita ma francamente interessa poco.

Bene fa Marcolini a insistere con Vignato che per primo deve dimostrare di meritarsi il Chievo e di essere di un’altra categoria. Chiacchiere, mercato, valutazioni folli hanno fatto solo il male del ragazzo. Chissà che con questo gol non cambi davvero tutto, la sua stagione e l’annata del Chievo stesso che finora ha sempre stentato.

Sono critico perchè mi aspetto sempre molto. Le carezze ritengo facciano bene ma fino a un certo punto. Qualche scossone serve altrimenti si trovano solo giustificazioni che sono l’arte dei perdenti.

Vedo il Chievo finalmente… adesso si prosegua su questa strada…

05
ott 2019
AUTORE Bette
CATEGORIA

Sport

COMMENTI 5 Commenti
VISUALIZZAZIONI

1.679

CHE SIA LA SVOLTA?

Adesso servono le conferme. Una partita di questo tipo può essere davvero la svolta di un’intera stagione anche perchè, diciamocelo francamente, nessuno avrebbe pensato a un risultato simile. La rimonta in questo caso certifica che la squadra segue l’allenatore in tutto e per tutto: non ne ero così convinto e sono stato smentito. Bene così. Mi è piaciuto anche l’abbraccio a fine a gara, mi è piaciuto come tutti abbiano dimostrato unione.

Il Chievo era battuto nel primo tempo, lento, poco concreto. Il quarto gol del Livorno era solo questione di minuti. E invece la squadra ha dimostrato che se vuole è capace di grandi cose.

Scarso il Livorno, forte il Chievo?  Difficile dirlo adesso, dopo questa giornata. Dopo che i commenti di noi tutti erano in una direzione dopo 45 minuti e sono radicalmente cambiati al novantesimo.

Ma dobbiamo crederci in questo squadra? Spetta a loro dimostrare di che cosa sono capaci. Se sono quelli del 2-2 col Pisa o dell’1-1 col Pordenone o quelli dell’incredibile rimonta di Livorno.

Chi è il Chievo ancora non è chiaro. Io continuo sulla mia linea… se vuole, la squadra più forte di questa Serie B.

30
set 2019
AUTORE Bette
CATEGORIA

Sport

COMMENTI 6 Commenti
VISUALIZZAZIONI

1.499

DELUSIONE

Avevamo detto, rimandati. Oggi possiamo dire che l’esame di riparazione non è stato superato. Con il Pordenone è andata in scena un’altra partita sulla falsariga delle altre. Tanta buona volontà ma poca sostanza e non si faccia appello a fortuna o sfortuna.

Il Chievo ha giocato con due uomini di vantaggio per quasi quaranta minuti e non è riuscito a capovolgere la situazione. Ovvia la delusione, ovvio il rammarico. Ma scherziamo? Contro il Pordenone? Non posso crederci.

Le partite passano, i punti di distacco dai primi posti aumentano. Vedo giocatori bravi che sembrano smarriti e onestamente una sola vittoria in sei partite mi sembra parecchio riduttivo.

Mai come quest’anno il livello in Serie B è basso, molto basso. Pertanto non sfruttare l’occasione sarebbe folle…