23
dic 2018
AUTORE Francesco Barana
CATEGORIA

Sport

COMMENTI 17 Commenti
VISUALIZZAZIONI

3.530

SETTI, PER CASO A GENNAIO CI INDEBOLIAMO?

C’è un’ (inconsapevole) ammissione nelle parole di Grosso a Livorno: “Troppi falli del Livorno, buon punto”. Dichiarazione che scoperchia formalmente il vaso di Pandora, sinora blindato (male) dalla retorica dei corazzieri di corte. Ed è quello che scriviamo da tempo: il Verona soffre contro le squadre rognose, dinamiche, atletiche, che ti soffocano e ti chiudono i varchi. Vedi Padova e ieri Livorno. Che se poi hanno pure un po’ di qualità (Lecce, Brescia) ti surclassano. Il contrario di quello che è stato a Crotone. L’opposto del Pescara. Squadre a maglie larghe, fighette come noi. Non a caso Bepi Pillon del Pescara in sala stampa lo aveva pure confermato: “Abbiamo permesso al Verona di colpirci in contropiede”. L’unica cosa che, avendo noi Matos e Zaccagni, due abili contropiedisti, con il Verona non si dovrebbe mai fare.

L’Hellas ha dei limiti, di costruzione della rosa e di conduzione tecnica. Cose risapute dall’estate scorsa per chi è abituato a frequentare questo spazio. Ribadisco: oggi siamo da play off, né più né meno. E questo, torno a sottolineare, è lo vero scandalo tecnico e societario, visti gli introiti milionari di cui gode il club. Solo questo basterebbe a sollevare una ribellione (democratica e pacifica) popolare, che in effetti c’è stata prima con lo sciopero del tifo con il Palermo e poi con la contestazione a Setti durante la cena di Natale dei giorni scorsi.

Già, la cena di Natale, prima o poi  qualcuno mi spiegherà perché gli ex gialloblu – ammirevoli per la loro storica attività di solidarietà e di appartenenza ai colori, persone che il Verona lo amano sul serio – continuino ad appoggiare l’attuale gestione societaria. Lo scrivo con rispetto e con amicizia (e con uno di loro ne ho parlato in privato).  O perché anche l’amministrazione comunale non cominci a mostrarsi, pur nel dovuto rispetto del protocollo istituzionale, un filino più fredda. Mah…

Ma quello che temo è gennaio, ergo il mercato. Sarà di rafforzamento (dati i ricavi e come dovrebbe essere per centrare i primi due posti) o di ulteriore indebolimento (Zaccagni resta?)? Lo “storico” di Setti (Jorginho, Bessa, Zuculini i casi più eclatanti di cessioni a gennaio) non mi tranquillizza. E, scusate, io ho buona memoria.

P.s. Buon Natale a tutti voi, a chi ama e a chi è solo. Sorridete e brindate. Alla salute!

 

 

3.530 VISUALIZZAZIONI

17 risposte a “SETTI, PER CASO A GENNAIO CI INDEBOLIAMO?”

Invia commento
  1. Franchellas scrive:

    A gennaio si cercherà di piazzare Pazzini a qualsiasi costo , anche pagando un pezzo di ingaggio….per il resto non si comprerà nessuno. Una società minimamente interessata a salire in A , visto il campionato mediocre senza squadre predestinate eccetto il Palermo , investirebbe 3/5 milioni per un paio di innesti dalla serie superiore….il nostro Sbirulino senzacalze non ci pensa nemmeno , vuoi mettere salire in C con Il Mantova!!

    • Simone scrive:

      Franchelllas, leggiti questo: http://www.calcioblog.it/post/154087/la-serie-b-si-da-nuove-regole-dal-prossimo-anno-salary-cap-e-limiti-sulle-rose. Queste regole in B sono vigenti dalla stagione 2013 14. “A partire dal prossimo campionato i nuovi contratti non potranno prevedere uno stipendio superiore ai 300.000 euro, di cui 150.000 di parte fissa e l’altra metà come premi e incentivi vari. Con questa regola le società di Serie B risparmieranno qualcosa come il 25% rispetto alle spese attuali, sono almeno un quarto i contratti in essere che non rispettano questa soglia. La limitazione si applicherà solo ai nuovi contratti mentre, come prevedibile, non riguarderà quelli già in corso. Le società che non rispetteranno i nuovi vincoli subiranno delle decurtazioni dai premi garantiti dalla mutualità proporzionali allo sforamento di cui si renderanno protagoniste. I soldi che non verranno distribuiti verranno per metà riassegnati alle società in regola, l’altra metà invece servirà per premiare i club che otterranno risultati positivi con le loro squadre giovanili, nonché per finanziare nuove infrastrutture o lavori di ammodernamento di quelle esistenti.”
      Bene, questa è una regola ancora in essere e che andrebbe sempre ricordata, ma vedo che non lo si fa mai, nemmeno gli addetti ai lavori (e non venendo nemmeno mai accennata, non si prende in considerazione). Tra l’altro ci sono delle eccezioni, come Di Carmine. Farla diventare una regola sarebbe paradossale. Detto questo, tu dalla serie A che giocatori prenderesti, giusto per fare degli esempi, che accetterebbero un ingaggio di massimo 300.000 euro (che ora sarebbero 150.000 grosso modo da gennaio a fine stagione), che accetterebbero di scendere di categoria, tra l’altro per una squadra che è tutt’altro che sicuro risalirà, e che potrebbero fare la differenza in B?

      • Franchellas scrive:

        Queste regole sono bellamente superate da tutte le società da anni con meccanismi molto fantasiosi…giocatori di A a 300k€ annui disposti a scendere ne troveresti a decine se solo ci fosse un progetto serio che il Presidente Cappottato non ha minimamente idea di perseguire ….per il resto ti sei già risposto da solo citando Di Carmine…sereno Natale

        • Simone scrive:

          Guarda, su certe questioni io mi sento profondamente nordico, nel senso che una volta fatta passare una regola, se ne può discutere, può piacere o meno, ma finché c’è per me va rispettata. In caso contrario dovrebbero esserci sanzioni esemplari. Ma l’Italia è il paesello che è anche per questo. Su quali giocatori validi da prendere dalla A con quell’ingaggio: sono andato a dare un’occhiata e in realtà non mi sembrano molti. Il primo che mi sovviene è Zajc dall’Empoli (300.000 euro annui tondi, anche se di cartellino si parla di 6 milioni..). Ma per l’appunto, potrebbe venire un Zajc a Verona, in una squadra che potrebbe non tornare in A lasciando la serie A in una squadra come l’Empoli con cui ha tutte le possibilità di raggiungere la salvezza da protagonista? E in ogni caso, il Verona con questa presidenza, in A abbiamo già visto negli ultimi anni che investimenti fa…

    1. mir/=\ko scrive:

      qualche cessione la possiamo anche fare… navighiamo nei quartieri nobili, senza grossi patemi d'animo, con l'obiettivo salvezza assolutamente alla portata! Quindi il nostro presidente può tranquillamente fare ciò che gli riesce benissimo: CASSA!!!

      1. Danielr scrive:

        Io : la voce del padrone? Non hai capito un cazzo , d altra parte te si in bona compagnia…. i

        1. Danielr scrive:

          L unica vendita fuori luogo di gennaio è stata jorginho , con Bessa ( tralasciamo il suo comportamento) e Zuculini è iniziata la smobilitazione perché la società non credeva più nella salvezza , da molto fastidio, ancora adesso, ma viste le condizioni in cui eravamo ci potevano stare. Zaccagni non se ne va a gennaio. Danzi non credo che abbia tutto sto mercato con tre partite giocate e neanche tanto bene ( ha segnato? Si anche nelle altre squadre qualcuno ogni tanto fa gol). Vedremo che fine farà Pazzini e soprattutto con che accordi

          1. schetch scrive:

            Si capisce sempre meno di cosa abbia intenzione questa società. Se Zaccagni non andrà via a gennaio andrà a giugno, come qualcun altro se dovesse fare un expolit, non è che cambi molto. Il problema è sempre lo stesso: società e tecnico uguali sia nell’incompetenza che nell’arroganza.
            Nonostante tutto Buon Natale a tutti i tifosi!!

            1. Gnune scrive:

              sicuramente ci sarà di nuovo il tentativo di vendere Pazzini. anche Zaccagni quasi certo che va via. per gli altri forse Silvestri e trovo anche molto strano Danzi titolate in queste ultime partite… alla fine deve pur sempre pagare volpi. auguri di buone feste a tutti!

              1. bruce scrive:

                Senza alcun dubbio il peggior proprietario della nostra storia e per decenza non voglio aggiungere altro.

                1. luca scrive:

                  Bravo Francesco finalmente qualcuno che se ne accorge, come Bagnoli stesso, perché appoggiare questa società? Sarebbe un gesto onesto e di responsabilità scollegarsi. Buon Natale a Te Francesco, e forza Verona.

                  1. andrea scrive:

                    i problemi da te descritti
                    caro Barana, non esistono..tutt'al più esiste
                    IL PROBLEMA ! non credo assolutamente rafforzerà la squadra, a meno che non prenda parametri zero o svincolati, vendendo nel contempo danzi o zaccagni, o liberandosi in qualche modo dell ingaggio di Pazzini. E una favola anche il fatto dei riscatti secondo me, xche quando la sentenza volpi/fiorani gli dara torto, sicuramente vendera..o almeno spero..personalmente questo campionato è gia rubricato nelle nefandezze passate..non lo considero più..il natale x i cristiani è nascita, speriamo anche noi, scusandomi x il paragone blasfemo, si possa rinascere in fretta..buon Natale a te, e a tutti i tifosi del Verona..

                    1. Ciccio2 scrive:

                      Amministrazione anonima e completamente disinteressata.
                      Non capisco perché si dovrebbe vendere a Gennaio a, dico un numero, 10 quando a giugno posso vendere a 15.

                      1. Ruspa62 scrive:

                        Volevo dire rischiamo non rischiano.

                        1. Ruspa62 scrive:

                          Intanto Buon Natale a te e a tutto il Popolo Gialloblu. Sulla squadra e sull'incompetente che la guida hai detto tutto. Ieri ad un certo punto pensavo si facesse la fine di Ascoli. È triste dirlo ma spero che non vadano neanche ai playoff sennò rischiano di sorbirci grosso un altro anno. Comunque il mercato di gennaio, dal quale non mi aspetto nulla di buono, sarà un altro momento che ci dirà come vuole andare avanti questa Società, anche se temo che lo sappiamo già tutti.

                        Rispondi a Franchellas

                        Accetto i termini e condizioni del servizio

                        Accetto i termini sulla privacy

                        *