13
gen 2019
CATEGORIA

L'Indiscreto

COMMENTI 7 Commenti
VISUALIZZAZIONI

1.073

TUTTO E IL CONTRARIO DI TUTTO. E GIU’ VOTI!

Di Maio prevede un boom economico. Mezz’ora dopo escono le statistiche sul crollo della nostra produzione industriale. E il giorno dopo, Tria dice che siamo in stagnazione.

Bene, bravi, bis, urla la maggioranza degli italiani.

Salvini tuona che qui non sbarca nessuno, Di Maio dice che i bambini magari sì, Conte va a farne sbarcare qualcuno.

Sulla Tav, mezzo governo va in piazza per il sì e l’altro mezzo per il no.

Impossibile non essere governativi…

La Dc governava schierando i Galloni e i Bodrato sulla sinistra, mentre gli Scelba e i De Carolis stavano a destra e Andreotti stava dappertutto. Rumando nel sacco, chiunque trovava qualcosa che gli andasse bene.

Nel vuoto pneumatico delle opposizioni, si occupano tutti gli spazi, Salvillo non è più un’idea bensì un’epoca.

Pensate a Salvini, che dice di amare De Andrè e cita (o gli fanno citare) la canzone sul pescatore che aiuta un assassino inseguito dai gendarmi (“e versò il vino e spezzò il pane per chi diceva ho sete e ho fame”). Come si fa a credergli? Ma la ‘ggente vuole credergli, e gli crede.

Mentre noi che non gli crediamo, siamo più o meno come i nostri predecessori, costretti a dire che “questo soltanto oggi possiam dirti, ciò che non siamo, ciò che non vogliamo.”

1.073 VISUALIZZAZIONI

7 risposte a “TUTTO E IL CONTRARIO DI TUTTO. E GIU’ VOTI!”

Invia commento
  1. martello carlo scrive:

    MIGRANTI, DI MAIO ACCUSA LA FRANCIA: ” TRAGEDIE PERCHE’ NON DECOLONIZZA ”

    http://www.ilgiornale.it/news/politica/migranti-maio-accusa-francia-tragedie-perch-non-decolonizza-1631406.html

    “Se la Francia non decolonizza veramente le decine di Paesi in cui stampa ancora addirittura il franco delle colonie africane, noi continueremo ad avere un’Africa povera ed un’Europa ipocrita, un’Europa che pensa agli effetti di cause che non ha mai affrontato”.
    Questo il pensiero di Luigi Di Maio, vice premier e leader politico del Movimento 5 Stelle”
    riportato da AdnKronos. 19/01/2019.

    Mi sarei aspettato che lo avesse detto prima SALVINI: SONO UN PO’ DELUSO

    1. Norberto scrive:

      Non è il massimo ma è già un buon risultato sapere “ciò che non siamo, ciò che non vogliamo.”
      Col tempo , quando le contraddizioni diventeranno problemi insanabili, si alzeranno tanti sepolcri imbiancati a denunciare il loro sdegno e la loro ferma condanna. Oggi, per esempio, ci si trastulla sulla fermezza nel contrasto all’immigrazione clandestina di 49 disgraziati e nell’opposto senso di umanità per 15 donne e bambini. Fra non molto si dovrà provvedere in fretta e furia a costruire isole-confino dove sistemare la vagonata di clandestini obbligati a delinquere per i quali non è stato previsto né un processo di espulsione né un processo di integrazione. L’importante, nel frattempo, è vincere le prossime elezioni…..

      • martello carlo scrive:

        Certo, l’importante è vincere le prossime elezioni: altrimenti c’è il pericolo che i tuoi compagni ce ne facciano imbarcare qualche altra milionata.

        • Norberto scrive:

          Chi si contenta gode. Nel frattempo prendi nota definitivamente che i compagni che avversi saranno di qualcun altro, non miei.

          • martello carlo scrive:

            Ho preso nota da tempo, altrimenti avrei parlato di Kompagni. Ho semplicemente voluto dire che sei uguale a loro riguardo all’immigrazione.
            Quanto al trastullo sui 49 migranti, mi sembri un sostenitore del paradosso di ACHILLE E LA TARTARUGA, una visione a scatti degli avvenimenti.
            I vostri piagnistei non servono a nulla, se non a ritardare la soluzione dei problemi africani: nessuno dice che il SAHEL è sfruttato dal dominio post coloniale francese, dalla banca di Francia e dal FRANCO COLONIALE.
            Paesi ricchissimi di risorse naturali come l’uranio per le centrali atomiche francesi e di tutto il mondo, le cui transazioni, come per qualsiasi altra risorsa, devono passare per PARIGI, che le autorizza e che se ne trattiene il 50% a garanzia della stabilità dell’ FCA.
            Sono silenzi, anche papali che pesano e che la sinistra ( quella d’antan che ci rompeva le meningi con sette sorelle e multinazionali ) ha completamente dimenticato per ragioni inconfessabili.
            Quindi smettiamola di colpevolizzare chi si rifiuta di accettare questa situazione e soprattutto smettiamola di sfruttare donne e bambini per prolungare un esodo che deve finire ed essere controllato.

          • Attilio scrive:

            chiunque non sia schierato con martello è un Kompagno

      1. Attilio scrive:

        Poi arriva la Sea Watch
        Poi arriva Battisti regalo di Bolsonaro
        E giu’ voti…….
        E se fossero meritati?

      Lascia un Commento

      Accetto i termini e condizioni del servizio

      Accetto i termini sulla privacy

      *