10
mar 2019
CATEGORIA

L'Indiscreto

COMMENTI 6 Commenti
VISUALIZZAZIONI

1.753

RINVIARE TUTTO, UN CLASSICO…

Rileggere i classici, please.

Quel fantastico studio d’architetti che ha redatto sia il parere favorevole sia quello contrario alla Tav: è puro Goldoni (Arlecchino servitor di due padroni), sì o no?

E il presidente del Consiglio (?) che non sa ma soprattutto non può decidersi (no alla Tav, ma “ovviamente non vogliamo che si perdano i finanziamenti europei già stanziati”): è o non è puro Manzoni (a metà tra don Abbondio e l’Azzeccagarbugli)?

Non manca certo  l’Ariosto (Rodomonte lo capite da soli chi è, no?), e c’è un Pd che è tutto un Metastasio (“E intanto confuso, nel dubbio funesto, non parto e non resto, ma provo il martirio che avrei nel partire, che avrei nel restar”).

Tra i minori, ecco poi il Boiardo (o forse il Berni, la memoria latita), a descriverci il gruppuscolo di D’Alema e Bersani: “il poveretto non se n’era accorto, continuava a pugnar, ed era morto”.

Insomma, letterariamente non ci facciamo mancare niente.

Ma politicamente, rimandando qualsiasi decisione importante a dopo le elezioni europee, rischiamo di farci mancare tutto, o almeno molto.

1.753 VISUALIZZAZIONI

6 risposte a “RINVIARE TUTTO, UN CLASSICO…”

Invia commento
  1. Norberto scrive:

    Cosa succede? Se per 2 settimane non rinnova il blog, vuol dire che non può, dott. Aldegheri, visto che continua a scrivere per il Corriere. In tal caso, non sarebbe corretto che Lei o qualcuno si piani alti ce ne spieghi le ragioni?
    O non abbiamo neanche il diritto di essere informati?

    • Norberto scrive:

      No, non abbiamo il diritto di essere informati. Alla faccia della stampa libera e trasparente.

      • martello carlo scrive:

        Dobbiamo renderci conto che ALDEGHERI appartiene ai salotti buoni della GAUCHE, e questo non è né un salotto né tanto meno un salotto buono.

    1. Gatón scrive:

      …più che Metastasio direi metastasi…

      1. martello carlo scrive:

        Beh, ALDEGHERI, complimenti, ha messo su un cast di primordine per girare un film degno della sua cultura letteraria.
        I ruoli sono già mirabilmente definiti: sarà un fil rosa, giallo, a lieti fine o una tragedia?
        Una sola domanda: non si capisce bene se il ruolo di RODOMONTE lo darà a SALVINI oppure al BULLETTO di RIGNANO.

        P.S. qualcuno sa che fine ha fatto quel pelandrone di ATTILIO che rendeva questo blog così vivace? Forse è stato fulminato sulla via di Damasco dalla SAETTA di GAZZA?
        Ho tanta nostalgia dei suoi insulti….

        1. Norberto scrive:

          Si dice che al peggio non c’è mai fine ma questa accoppiata di fenomeni giallo-verde ce la sta mettendo tutta per battere ogni record negativo di malgoverno.
          D’altra parte tutti gli argomenti per dimostrare che così si manda l’Italia in malora sono stati spesi inutilmente perché contro la fede e la speranza non c’è ragione che tenga.

        Rispondi a Norberto

        Accetto i termini e condizioni del servizio

        Accetto i termini sulla privacy

        *